IL RAMO RUBATO

... e ogni giorno, avidamente, il mio lato oscuro cresceva, cresceva, cresceva...

 

CONTATTI

mail e facebook : il_ramo_rubato@libero.it

 

COPYRIGHT

Il materiale fotografico pubblicato in questo sito è composto esclusivamente da mie fotografie. E' assolutamente vietata la pubblicazione, o la riproduzione, di foto o di porzioni di esse, senza la mia esplicita autorizzazione. Andrà comunque segnalato il riferimento all'autore.

Sono tutelati da copyright legalmente dimostrabile tutti i racconti del blog. Alcuni sono stati pure pubblicati su un libro. E' possibile copiare parte dei miei racconti su altri siti o blog, parzialmente o integralmente, solamente con la mia esplicita autorizzazione, e segnalando il mio nome e linkando questo blog.

 

AREA PERSONALE

 

 

« RACCONTI SEGRETIOnde »

IL PREZZO DEL PIACERE

Post n°58 pubblicato il 21 Novembre 2007 da il_ramo_rubato
 


 
                    


Mi guardi come se fossi un maniaco. "Boh... Fantasie, io?... Non lo so... Non credo di averne nessuna..."
Ti sprono, mentre mi rivesto, con voce rassicurante, da uomo vissuto quale non sono: "Non essere timida. Su. Tanto ce l'hanno tutte le donne un qualche pallino a letto..."
Stai zitta un attimo "Boh... A volte credo che mi piacerebbe essere comprata da qualcuno... Essere pagata per fare l'amore."
Mi guardi, divertita per avermi sorpreso. Non me l'aspettavo. Me l'hai detto come se fosse la cosa più normale di questo pianeta. Me l'hai detto forse solo per provocarmi. E hai colto nel segno, perchè quelle parole hanno reso soldato agguerrito, ciò che dentro di me, fino a pochi istanti fa era ispirato poeta. Ti guardo come in attesa. 
"Mmm. Ci mancherebbe solo che adesso pagassi qualcuna per fare l'amore. Sono in bolletta cronica, per pagare questa casa. Dai. Dimmi qualcos'altro."
Ma tu stai zitta, e io ti conosco ormai. Dietro ad ogni tuo silenzio c'è sempre un mondo divertito e inquieto. C'è consapevolezza che graffia.

"Quanto credi che dovrebbe pagarmi, un uomo, per farmi sua?"


I più vivi istanti della mia esistenza si intrecciano su questa parete, come su un arazzo dall' anima multiforme. Ad ogni sguardo sospinto, sensazioni vissute in altri tempi bussano alla mia porta, avvolte di mille ricordi collaterali. Una lettera di straziante addio, appesa come Cristo in croce. Sogni strappati al sonno, tramutati di getto in schizzi a matita. Foto di viaggi. Biglietti di teatro. L'autografo di Montanelli. cartoline. Appunti. Poesie. Propositi. E almeno mille pensieri liberi.
Quasi tutto su questa parete è senza cornice.
Sono solo mille foglie cadute in autunni passati. Sono redivive onde di un mare che sempre ritorna alla mia spiaggia. Sono la variegata bandiera della mia anima, che si spiega solo al vento della memoria. La mia mano scosta un foglio, e agguanta l'unico "quadro" appeso in questo caotico patchwork. Dentro di me, penso a quante diverse strade possono raggiungere lo stesso bacio...


Ti strattono per i capelli e porto la tua bocca alla ricerca del mio piacere. Tu stasera segui tacitamente i miei gesti, volontaria vittima della tua fantasia. Tu stasera accogli come rispettosa geisha ogni mio più turpe desiderio.
Qualcosa di invisibile mi scala silenziosamente lo stomaco, e mi riempie di potere. 
E' vivo desiderio che mi ammorba. Comprarti. Possederti. Sentirti come mio personale oggetto. Usarti come un aureo straccio da piedi. Fare davvero di te quello che più mi aggrada. Io ti sto comprando. E in ciò ogni mio gesto diventa efferrata sacralità. E in ciò ogni mio pensiero diventa inebriata potenza. Io sono diavolo assetato di possesso e corruzione. Io sono l'arroganza del denaro, e al tempo stesso la misura del tuo valore. Demolisco scrupoli, conquisto spazi dell'anima, disarciono principi. E in questo mio dirompente incedere fuori dai binari, non porto maschera alcuna, amica mia. Perchè tu, in me, hai evocato l'essenza stessa del corrotto pensare. Tu stessa hai piantato in me, il velenoso seme di cui raccogli avidamente i frutti.  Assetata e sempre abbandonata alle mia mani, ti rimetti ad ogni mio desiderio. E quando ti ribelli ai miei gesti, ad essi io stesso ti costringo. Con la forza dell'inquietudine. Con l'autorità di un contratto non scritto. Perchè io pagherò per avere il tuo corpo, amica mia. E lo voglio tutto. Pagherò quanto vali, e per ciò voglio averti come mai non ti ho avuta.
Perchè ti desidero. Perchè voglio che tu, stasera, sia la mia puttana. Perchè voglio che tu, stasera, sia la mia regina.  Ti rimetti a me. Il capo chino e i polsi legati dietro alla schiena. Le ginocchia sul pavimento. Il mento sul materasso.Avanzo nel tuo corpo come un plotone di carri armati. Distruggo. Conquisto. Marcio ritmicamente al passo dei miei desideri. Ti posseggo come fanno gli animali. Con la stessa impazienza. Con la stessa voluttuosa bestialità. Urli parole sconnesse. Invochi il mio lato più oscuro. Chiami il mio nome più volte. E senti d'un tratto che il tuo grembo si è fatto traboccante calice d'amore.
Ti lascio con la testa appoggiata sul letto, pazza d'amore. Con la voce farfugliante che trema, sospesa tra il piacere e quel vuoto che inesorabilmente consegue al cattivo giocare. Ma io saprò presto riempire quell'abisso che ho scavato, bambina mia. Io risponderò presto alla domanda che qualche settimana fa mi hai posto. Mi avvicino al tuo orecchio e ti mormoro, con la voce del mio diavolo corruttore:
"Tu non hai prezzo, bambina mia. Tu sai essere preziosa come solo certe opere d'arte." Tiro fuori il mio portafoglio. E prima di andarmene lascio nelle tue mani ancora legate e tremanti un foglietto. Contiene la mia stessa vita, contiene la tua ricompensa. Contiene tutto quello che tu vali per me. Perchè quando riuscirai a liberarti, se riuscirai a farlo, sulla  schiena nuda troverai un assegno in bianco.


Sono passati tre anni da quel giorno. Prendo fuori quell'assegno dalla cornice in cui l'hai posto, in mezzo agli altri miei mille ricordi. E sorrido. Il primo "quadro" che tu stessa hai appeso quando sei venuta ad abitare qui. Il bianco vessillo di un nostro proibito e perduto stare assieme. Lo prendo in mano e dentro di me ritrovo, per un attimo, lo stesso diavolo di quel giorno. Vengo alle tue spalle, in cucina, mentre stai tagliando la verdura sul lavandino. Guardo la tua schiena con desiderio. Con quella fame che morde. Con il sangue che pulsa violento. Tu sai leggere i miei pensieri, anche quando sei di spalle. Infatti allarghi leggermente le gambe, quasi di istinto. Mordicchio il tuo collo. Mi struscio tra le tue natiche con mutande che intanto stanno esplodendo. Tu ridi, e mi dici di lasciarti cucinare in pace. Mi dici che sei indietro, e che arrivano i tuoi, a pranzo. Ma io non rispondo. Io appoggio silenziosamente sul bancone l'assegno di quella sera. E mentre ruoto i tuoi seni,  ti invito, senza dirti una sola parola, a rinnovare il nostro contratto.
Perchè qualunque cifra tu avessi scritto quel giorno sull'assegno, bambina mia, se mai ne avessi veramente scritta una, sarebbe stata decisamente troppo bassa...

La foto ha titolo "il prezzo del piacere" ed è stata scattata a dicembre 2007.

Il racconto , scritto in novembre 2007, è completamente opera di fantasia.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: il_ramo_rubato
Data di creazione: 28/10/2006
 

IL RAMO RUBATO

Nella notte entreremo
a rubare un ramo fiorito.

Passeremo il muro,
nelle tenebre del giardino altrui,
due ombre nell'ombra.

Nella notte entreremo
fino al tremulo firmamento,
e le tue piccole mani e le mie
ruberanno le stelle.

(P.Neruda)

 

SE VUOI POSARE PER ME...

Le foto che trovi in questo blog sono tutte miei lavori. Se ti interessa posare per le mie foto, contattami. Le modelle che vedete in queste foto non sono professioniste, e io stesso non lavoro come fotografo. Amo fotografare chi ama essere fotografata. 

Il servizio richiederà circa mezza giornata, e salvo casi particolari, sarà in bianco e nero, per  scelta stilistica. Le foto non saranno in alcun modo volgari, e saranno studiate insieme a te.  Tutte le spese per la realizzazione del servizio saranno a carico mio (il servizio è completamente gratuito). A fine lavoro sarà dato un DVD con tutte le foto del servizio, e circa 20 stampe in formato 20x30 cm del servizio, su carta fotografica professionale, o volendo qualche stampa in formato gigante.


Non sono un professionista della fotografia, lavoro in un altro settore. Scatto solo perchè mi piace farlo. Non cerco quindi top model, ma soprattutto ragazze a cui piace l'idea di posare, e che amano il mio modo di fotografare. 

Per avere altre informazioni in merito, scrivi all'indirizzo di posta:
il_ramo_rubato@libero.it

 
Citazioni nei Blog Amici: 234
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

I MIEI BLOG AMICI

- GRAFFI NELLANIMA
- Lighthouse
- semplicemente io...
- metamorfosi
- L'alter ego
- KYLLER EYES
- punto sul rosso
- SussurriDelleFoglie
- OGNI VOLTA CHE.....
- Penna e Calamaio
- anchio
- MIMESY
- ilfuturoallespalle
- Il vento nellanima
- RESPIRI
- Sinestesie olfattive
- PallidoRaggioDiLuna
- Mare d inverno
- parole e immagini
- Penny Cap
- . E S .
- io, me et moi
- Lady Juliette
- Note
- milva
- TRA LE MIE NOTE....
- pensieri in libertà
- FascinoRetrò
- SOGNANDO........
- Dolce_eternity
- Di Tutto e di Niente
- IO CON ME
- Parla
- Il mio dolce vampiro
- testa e coda
- DIAMANTE.ARCOBALENO
- Scrivere è libertà
- Seduzione
- liberi
- Lingue e Oblio
- ricomincio da qui
- Tessiture dellanima
- Questo e molto altro
- Un anima a nudo...
- La Baccante
- NOI
- Lumil
- ANIMA
- tra sogno e realtà
- IRaccontiDelCuscino
- pensieri e parole
- PASSIONE VERA
- PENSIERI SPARSI
- SexAndTheCity
- Riccioli Rossi
- Elena
- DiFrazioni Visive
- Endless
- ~ Anima in volo ~
- IO SOLA...
- QUELLOCHEVORREIOGGI
- *
- DannataMente
- Principessa diamante
- The White Heat
- Andando Per Via
- DIAMANTI
- Per gioco
- ADORE
- extra
- La Calza Di seta
- Altromondo17
- Lato Ombra
- Aessenza Ondivaga
- sottilMente
- mantis religiosa
- soffi di luna
- LAile_du_Charme
- UnCorvoEUnaScrivania
- One_Day
- Lettere dal delirio
- FEMMINIL_MENTE
- Corvino
- Libri e vita
- Frammenti di perla
- FlautoDiVertebra
- Sensibil_Mente
- Chic Me
- E
- I SOGNI DI SONIA
- Oltre
- N u a g e s
- Vertigini
- PUNTO SUL VIVO...
- silenzio_urlato
- OLTRE
- Cercami il cuore
- Lamore in ginocchio