Creato da semprepazza il 15/09/2007
Diana - Giorgio - Lisa

Ultimi commenti

In un mondo dove il testosterone si è annacquato o è...
Inviato da: blumannaro
il 21/12/2014 alle 11:26
 
Noto con rammarico che non si è mosso nulla da ieri...
Inviato da: denis_darija
il 21/12/2014 alle 11:00
 
***ops Buon Natale 2014, clicca***Guette
Inviato da: Guette
il 21/12/2014 alle 08:34
 
***Eccolo , cuoricini <a...
Inviato da: Guette
il 21/12/2014 alle 08:32
 
Cari amici di tastiera non mi costa molto inviare ancora...
Inviato da: pgmma
il 21/12/2014 alle 08:25
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

ULTIME VISITE

 ultime visite

 

GOOGLE TRANSLATION

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 610
 
 

 

UN RICORDO...

Yourpage live news aggregator

 

tumblr visitor stats

website statistics

 

 

Concorso per miss aliena, o alienata, fa buono tutto

Post n°5849 pubblicato il 20 Dicembre 2014 da semprepazza
 

Non so nemmeno io perchè lo faccio, sono quasi sicura che me ne pentirò, ma è Natale, perciò...
Dunque, tra i nostri amici c'è un pazzo, denis_darija, lo linkiamo per estrema trasparenza, perchè ciascuno possa rendersi conto, da solo, di che si tratta (tra parentesi, si crede un alieno).
Allora, costui, in quanto alieno, si è alienato le simpatie di almeno il 75% delle blogger di Libero a causa di un approccio a volte... ehm, diciamo troppo diretto, eufemisticamente naif, insomma, non è detto che andare al sodo estremo, su certi particolari, senza passare per la debita tempistica e il debito protocollo, sia apprezzato. 
Questo nell'approccio virtuale, e non oso pensare cosa avvenga nell'approccio reale. Sotto c'è un esempio di cosa succede quando intrattiene un dialogo con una donna:

commenti

Denis afferma inoltre: "Sono un povero single in cerca di badante, moglie, amante, fidanzata, cuoca, stiratrice, colf, ecc...ecc... una donna completa insomma! " e, nei discorsi tra uomini, aggiunge: "Ora seriamente, Rospo... parlo con te che sei uomo e mi puoi capire... io, se vengo a Modena, voglio, in quanto GOLD BLOGGER, la garanzia che mi fate conoscere una con i requisiti di cui sopra... e che c'abbia pure U' PILU! O non se ne fa niente!!! Conditio sine qua non... (ho studiato heheheh...)".
Tutto documentato alla lettera, vedi commenti al post sulla frittata.

Ecco, non saprei cos'altro aggiungere, non mi sento nemmeno di indorare la pillola o esprimere la mia personale simpatia per il tipo, o elencarne le doti e i pregi... lascio che lo faccia da sè, nel bene e nel male.
Comunque, venendo al punto: il 10 gennaio ci sarà un meeting tra blogger di Libero a Modena e, da come si stanno mettendo le cose, sarà memorabile. Denis viene dal Sud, Napoli, e il percorso è lungo.
Come il tizio del post del giro del mondo riciclato, cerca una compagna di viaggio, magari di vita (se esiste e se resiste), un'aliena come lui, o un'alienata, purchè compatibile.

Qui è pieno di donzelle solinghe più o meno pelose e cuori femminili disoccupati: non è che qualcuna è interessata all'acquisto?
Sorvolando sulla questione del "pilu" che son cose personali da sbrigarsi tra la coppia,  suggerirei candidature di fanciulle del Sud: nel caso scoccasse un violento colpo di fulmine, la distanza è sempre un grosso ostacolo.

Ecco, io l'ho detto, bando alle timedezze e all'ipocrisia, fatevi avanti, donne, l'impresa è ardua ma non impossibile: la sfida a tirare fuori il meglio che c'è in lui!

alieno

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Spadellate in TV e frittate casalinghe

Post n°5848 pubblicato il 20 Dicembre 2014 da semprepazza
 

Il primo secolo del terzo millennio potrebbe passare alla storia come il secolo della cucina, nobile arte oggi diffusa dai media attraverso Masterchef ed una miriade di programmi dedicati che vanno dala sperimentazione casalinga e nostrana  (I menù di Benedetta e la Prova del cuoco ) alle catastrofi gastronomiche (Cucine da incubo), al sublime presunto (Masterchef).
Il tubo catodico è diventato un tubo digerente e i programmi di cucina spopolano: sarà la crisi che induce la gente a mangiare a casa e non al ristorante, sarà che i peccati di gola hanno sempre acchiappiato almeno quanto i peccati di eros (se non di più... quanti annegano le frustrazioni nel cibo?), fatto stà che tutti sembrano volersi cimentare sui fornelli cercando di emulare trepidanti concorrenti che attendono  con ansia il giudizio dello scorbutico chef di turno.

A me non capita; sarà che Rospo_Brianzolo, quando non ci vede più dalla fame (e capita spesso) apre il frigo e te lo svuota, lasciando per ultimo solo un pollo crudo, sarà perchè, se cucino per ore qualcosa di particolare e complesso, vedo poi spazzolare in tre minuti il frutto delle mie fatiche, sarà perchè non ho tanto tempo da dedicare alla nobile arte... a me di spadellare non va tantissimo e, salvo occasioni particolari, considero i pasti quotidiani sopravvivenza pura, specialmente quando sono sola, pur cercando di mangiare sano.
Non disdegno la buona cucina, anzi l'apprezzo molto e apprezzo molto quando la trovo pronta e fatta da altri, prefessionisti o dilettanti che siano.
Mi piace mangiare in compagnia, ritengo sia il massimo della possibile condivisione amicale, del resto si dice "Abbiamo forse mai mangiato insieme?" per tenere le debite distanze con qualche stronzo che ci stà antipatico.
Ma a gareggiare con altri ansiosi gastronomici e gastroenterici non sento lo stimolo: una bella frittata mi soddisfa, una spaghettata veloce e con pochi ma buoni sapori mi galvanizza, persino una patata lessa condita con olio e sale mi mette di buon umore.
Ed è proprio ieri sera mentre sbattevo le uova di una frittata verde con parmigiano e spinaci che ho sentito in anteprima la melodiosa voce di Mela: "Che stai a sbattere, il Rospo?" ... autentica, concreta, reale condivisione, altro che virtualità!
Benedetta (non Parodi) tecnologia che permette di mescolare cellulare e parmigiano, altro che spadellate in TV!

frittata di parmigiano e spinaci

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Come ti riciclo il giro del mondo

Jordan Axani, giro del mondo

Jordan Axani

La crisi fa aguzzare l'ingegno anche così: come riciclare un biglietto aereo nominale quando la persona a cui era intestato ti ha mollato?

E' successo al canadese Jordan Axani di 27 anni che, in un impeto di generosità avventurosa, quando ancora stava con una tipa a nome  Elisabeth Gallagher, le aveva offerto il giro del mondo, non in ottanta giorni, ma in aereo con vari scali, per sublimare in modo planetario il romantico rapporto.

Jordan Axani,  la ex fidanzata

Jordan Axani e la ex fidanzata, la Elizabeth Gallagher n° 1

Il viaggio era prenotato per questo Natale, invece lei lo ha piantato due mesi fa e Jordan, pensando al costo sostenuto e non volendo andarci da solo, ha avuto una bellissima trovata: mettere un annuncio online per cercare una ragazza che avesse lo stesso nome e potesse fruire del viaggio accompagnandolo.

«Ho bisogno del tuo aiuto – si legge nell'appello pubblicato on line – A marzo ho prenotato un viaggio per questo Natale per me e la mia ex. Poi ci siamo lasciati e io ho intenzione di partire, ma ovviamente non con lei.
E siccome odio l'idea che un biglietto per un giro del mondo vada perduto sto cercando una canadese di nome Elizabeth Gallagher che potrebbe utilizzarlo. Chiunque abbia familiarità con le compagnie aeree sa che cambiare il nome del biglietto è praticamente impossibile o verrebbe a costare cifre che supererebbero il costo del volo stesso. E io non ho né voglia né soldi per fare questa operazione
».

Naturalmente, per evitare che un viaggio con una sconosciuta si trasformi in un incubo, è necessario mettere qualche paletto, perciò l'annuncio specificava anche: «Non voglio nulla in cambio. Non sto cercando romanticismo, droga o qualcuno da portare a fare selfie al mercatino di Natale di Praga. Se mi volete dare un paio di centinaia di dollari per questo viaggio, grande! Ma in realtà l'unica cosa che chiedo è che questi giorni siano fonte di felicità».

E tra le volontarie che si sono proposte la prescelta è questa: una  Elisabeth Gallagher nuova nuova, anch'essa canadese, studentessa 23enne, che lo accompagnerà nel fatidico viaggio.

elizabeth gallagher, giro del mondo

La Elizabeth Gallagher, n° 2, omonima prescelta dopo le selezioni

Come ti riciclo il giro del mondo e, forse, come ti trovo una nuova fiamma, senza pagare dazio, casomai ti fossi tatuato il suo nome sul petto...
I problemi complicati hanno sempre soluzioni semplici.


Semprepazza

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Mistificatori in community

Una community, oltre che di nick e di avatar, è fatta soprattutto di persone.
E' il pensiero di tanti, lo diciamo con convinzione anche noi, autori di questo blog (che è una molecola della community stessa) e perciò ci stupisce anche di più che ci siano persone che lo affermano, per sottolineare il rispetto che si deve sempre e comunque a chi interagisce in buona fede dietro un monitor,  e poi... sono le prime ad essere false come Giuda, a prendersi gioco del prossimo, a creare prospettive ingannevoli, a giocare con le figurine nel profilo, a raccontare un sacco di balle ammantandosi dietro una verginità bloggistica solo apparente, ad esercitare la mistifcazione, la menzogna e la viscidezza come un'arte sublime e malata.

Di gente così ce n'è sicuramente tanta, chi ha un po' di esperienza di blog e di community la riconosce a naso, la evita e non succede niente di catastrofico. Ognuno ha la facoltà di presentarsi come crede e può in cuor suo disprezzare il resto del mondo; ma quando, con studiata intenzione, una persona si costruisce più personalità, più storie, persino più vite fittizie, e ti viene a cercare, va a cercare tutti i tuoi amici, ti chiede l'amicizia, chiede l'amicizia a tutti i tuoi amici, finge di essere arrivata l'altro ieri dal Paese dei Balocchi e inizia una pietosa quanto ipocrita escalation verso non so quale deviato traguardo e per non so quali malati motivi, usando te ed i tuoi amici, prendendo in giro la buona fede di tutti...
Be', questa, a casa nostra, si chiama FRODE, sarà anche un falso ideologico ma è una gran porcata.

Molte cose non tornavano riguardo l'utente IsabellaMorra; ne citiamo il nick (che non è un dato sensibile, ma anch'esso una balla, come le tante raccontate dal nick stesso) perchè abbiamo la certezza matematica che questa utente  ci ha preso per il sedere per alcune settimane, sparandoci fregnacce a tutto spiano.
Invitiamo la sedicente Is@(bella), alias StregaMorgause, alias chissà chi altro, a girare al largo da noi e dai nostri amici, molti dei quali, meno scafati, le hanno aperto le porte della loro buona fede e simpatia; meglio sarebbe se si sotterrasse (metaforicamente, non vogliamo il male di nessuno) per la vergogna, chiudendo tutti i suoi ambaradan ed evitando di aprirne altri altrettanto mistificatori... ma faccia come crede, magari potrebbe chiedere scusa, se un briciolo di dignità alberga in lei.

Resta un mistero il motivo per cui un essere umano si spinga così avanti nella mistificazione (forse soffre di personalità multiple) tanto da gestire relazioni con le stesse persone facendosi passare, con ciascuna, per più persone diverse. Se è un nuovo gioco di società non ci interessa, anzi, ci fa schifo  per l'aridità umana che denota.

Solitamente ci teniamo alla larga dalle beghe di Community e non le fomentiamo mai. In questo caso, invece, ci siamo sentiti davvero  mortificati perchè noi, come tutti i nostri amici e tanti altri qui dentro, nei rapporti umani crediamo e spesso ci abbiamo messo la faccia, quella VERA, in solido. Non siamo bambini capricciosi ed annoiati ma adulti che conoscono il valore delle relazioni, anche quando virtuali. Ed è perfettamente inutile invitare un elemento simile ad incontri conviviali organizzati da gruppi di blogger o dallo staff del portale: una persona così NON ci metterà MAI la faccia, ammesso che ne abbia una e che corrisponda a qualcuno dei suoi avatar.

Non provi, la signorina, ad indignarsi; se vuole un contradditorio le è concesso ma sappia che da queste pagine, in tanti anni, non è mai uscita un'affermazione nei confronti di qualcuno che non potesse essere suffragata da prove lecite e incontestabili, caso mai un'autorità preposta ne chiedesse conto. 
Da parte nostra ci scusiamo con gli amici per avere avvallato, in qualche modo ed inconsapevolmente, l'inganno; non lo vogliamo avvallare più a lungo, poi ciascuno agisca di conseguenza come ritiene opportuno.


Cogliamo l'occasione per confermare che sabato 10 gennaio 2015 avverrà un incontro conviviale tra blogger di Libero (tutti quelli che vogliono metterci la faccia e costruire rapporti veri) in quel di Modena, ci sono già un po' di adesioni; appena dopo Natale, insieme ad Angelo (appunto, di Modena) che si è incaricato della parte commestibile, faremo il piano organizzativo per tutti gli aspiranti partecipanti.
Grazie a tutti per l'attenzione.

Diana & Giorgio

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

I Vigili erano vigili

Post n°5845 pubblicato il 17 Dicembre 2014 da semprepazza
 

 

I Vigili, si chiamavano Vigili perchè erano vigili e svegli, ora che si chiamano Polizia Municipale non lo sono tanto, visto che a Roma due di loro in auto, si sono addormentati in servizio e gli hanno fregato  l'autovelox.
Inizialmente si pensava che li avevano narcotizzati ma, dopo essere stati sottoposti ad un'analisi del sangue, l'ipotesi è stata scartata, questi ronfavano alla grande in servizio, punto.
I commenti in rete si sprecano, vanno dal ringraziare Dio per avergli sottratto il marchingegno bastardo, a chi si stupisce perchè al massimo rischiano una sanzione disciplinare interna o la sospensione dal servizio.
Poverini, forse dovranno risarcire l'amministrazione del costo dell'autovelox, del resto sono sfigati, a Roma sta tirando aria grama, non come a Celano in Abruzzo dove il comandante della Polizia Municipale coccola i suoi uomini comperandogli le Hogan da 320 euro al paio.
Poi si racconta che i Comuni fanno la fame e non hanno una lira, a furia di leggere queste cose pensavo di vivere in un paese di merda, adesso invece...

 

Rospo Brianzolo

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »