FERNANDO ONLINE

Di Zorzella Fernando

Creato da FernandoIR il 14/04/2011

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2015 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

I miei link preferiti

 

OGGI IL BLOG CHIUDE PER SEMPRE!!!

Post n°4814 pubblicato il 13 Maggio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Chiude oggi stesso, con questo articolo, un’esperienza durata molto tempo, e che per me è stata formidabile mi ha fatto crescere e mi ha dato la possibilità di dimostrare quanto valgo.

Chiudo, non perché non ho più niente da dire, ma perché la gente e le persone che mi circondano non meritano che io sprechi parole per loro, perché per quanto io dica cose giuste, non sortiscono nessuna risposta o cambiamento.

In questi ultimi mesi, ho sempre messo nero su bianco le difficoltà che avevo di continuare a causa degli alti e bassi fisici e psicologici che subivo; poi arrivato il momento di battezzare la mia piccolina mi sono trovato a dovermi scontrare nuovamente con situazioni che, invece di vedere premiata la mia buona volontà e il mio essere una buona persona, mi hanno messo nuovamente degli ostacoli davanti.

Allora per chi combattere?

Solo per la mia famiglia.

Alla mia famiglia serve un blog per aprire le menti?

Assolutamente no.

Ho definitivamente capito, cari miei, che SI, Isola Rizza è un bellissimo posto dove vivere, il migliore della terra, ma la gente si accontenta di troppo poco, quando potrebbe avere molto di più, non lotta e non ascolta i buoni consigli e quindi è giusto lasciarla vivere con il quel poco con cui si accontenta.

Guardate che il mio discorso non è rivolto all’Amministrazione Comunale, ma è a 360 gradi, comprende tutto il contesto civico sociale del paese.

Quando ho aperto questo blog, avevo già preso la decisione di non ricoprire più nessun posto di potere ma di concentrarmi ad elaborare progetti ed idee da mettere in piazza in modo che se qualcuno di volenteroso le voleva realizzare avrebbe cambiato il paese in meglio e si sarebbe preso il merito di ciò che aveva creato.

Infatti, mi dispiace dirlo, ma le mie idee sono ancora tutte attuali, perché si Isola Rizza è migliorata molto in questi anni ma non ha risolto delle situazioni cruciali che ci si trascina da anni.

Come ho detto in passato, qualcuno potrebbe dire, ma se li fai tu in prima persona se le tue idee le realizzi tu in prima persona forse è meglio.

Io rispondo: “Ciò provato e mi è stato impedito!”

Pur non volendo ricoprire incarichi, ho cercato di rientrare nel Circolo Noi, e mi hanno chiuso la porta in faccia; perché a casa mia, e ripeto a casa mia, se una persona è ben voluta entra senza se e senza ma senza strade stradine o scaezzagne varie. Se sei mio amico entri punto e basta.

Ho cercato di far capire alle persone che mi conoscono che ero pronto a mettermi in pista al comando di una lista civica per dare una vera sferzata a questo paese, anche dalla minoranza, perché avrei fatto la differenza anche in minoranza, e proprio le persone che mi conoscevano di più non mi hanno appoggiato sostenendomi!!!

In più, comunque lo stesso, mi sono messo dalla parte di chi ragiona e da consigli e progetti per migliorare la vita generale del paese.

Chiudo il blog sereno!

Completamente sereno!

Perché il paese è governato bene, da una squadra di gente capace e che si sa impegnare, comandata da un Sindaco che se non fosse per la sua morfologia e genetica sembrerebbe un uomo con due palle che solo pochi anno.

Ripeto ancora, che molte volte è giusto bacchettare chi è già bravo, perché essendo bravo lui può di certo risolvere problemi che altri non risolverebbero.

Questo spiega perché molte volte, sono stato molto duro con l’amministrazione.

Continuate così ragazzi vi rinnovo ancora i miei auguri.

Alla minoranza in consiglio comunale non so che dire!!!

Per l’ennesima volta dico che si può vincere se si vuole, ma occorre fare cose che a Isola Rizza non sono mai state fatte, occorre fare meglio occorre essere più presenti, occorre far capire bene alla gente cosa si vuole fare giorno dopo giorno vedendo ciò che fa l’amministrazione comunale.

Vi dico due cose: Elisa De Berti ha perso la prima volta anche se De Togni aveva praticamente asfaltato nuovo tutto il paese; ma poi ha tenuto sempre il fiato sul collo sull’amministrazione comunale, per tutti i 5 anni successivi.

A tutto il settore sociale di Isola Rizza, dico chiaramente, che mi dispiace vedere e constatare che con gli anni si sono persi tutti quei bei progetti per cui si era iniziato a lavorare e che avrebbero portato in alto Isola Rizza.

Per cui tra l’altro erano stati spesi soldi pubblici e fatti investimenti.

Mi dispiace vedere che la discussione sul miglioramento della qualità della vita dei ragazzi nel nostro paese è ancora fermo a qualche punto sopra lo zero. Le uniche cose buone che sono state fatte sono i vari parchi pubblici, ma che non risolvono in toto tutti i vari problemi, di cui anche in questi giorni si parla su face book.

Ricordo a tutti che abbiamo 2 basi militari dismesse vicine, che potrebbero, se qualche pazzo scatenato del ministero volesse, essere usate come rifugio per gli extracomunitari con i dovuti lavori, ma giustamente costato che non ve ne frega niente e che solo quando saremmo invasi vi farete qualche domanda.

Potrei continuare così all’infinito, ma non ne vale la pena perché sono tutte cose già dette.

Ringrazio tutti quelli che mi hanno seguito in questi anni, è stato bello e mi sono divertito, ma non ne vale proprio più la pena diventar matti.

Un bacio!!!

 

Il vostro caro amico Zorzella Fernando!!!

 
 
 

PER CHI COMBATTERE, E CON QUALE SCOPO!!!: 1° puntata di 2

Post n°4813 pubblicato il 11 Maggio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Ripubblico l’articolo pubblicato qualche giorno fa dal titolo:

LAVORO, PANE, FIGA: ECCO GLI UOMINI DEL GIORNO D’OGGI

Con la parola uomini, intendo proprio le persone di sesso maschile, non voglio fare un discorso diretto ad ambo i sessi, ma ad uno in specifico.

Che siamo un popolo addormentato e incapace di guardare più in la del nostro orticello, quello lo si capisce a vista d’occhio, non siamo più in grado di mostrare i muscoli.

A forza di ricordare e commemorare i morti delle guerre passate, soprattutto, la 1° e la seconda guerra mondiale, ci siamo rasserenati a tal punto che non ci accorgiamo più di quello che ci succede attorno, ma soprattutto di quello che ci fanno gli altri.

Più volte ho sentito dire ed ho detto io di persona che se i tedeschi avrebbero voluto invaderci, soprattutto in questo periodo di crisi economica, avrebbero trovato non solo le porte aperte, ma noi stessi a far festa per il loro arrivo.

Il problema è che non siamo invasi dai Tedeschi, che ci vogliono far partecipi delle loro tradizioni e della loro cultura, ma siamo invasi da tutt’altre persone.

Persone che non hanno intenzione in nessun modo di integrarsi, ma soprattutto di considerarci il popolo che li accoglie e li aiuta.

Noi da loro siamo considerati, quelli che sono obbligati ad aiutarli.

Per loro noi siamo obbligati ad aiutarli.

Ma perché?

Perché noi stessi abbiamo scritto regole e abbiamo tenuto comportamenti per far capire a loro che siamo così.

Noi siamo quelli che, siamo disponibili anche a farci calpestare le nostre ideologie e i nostri credi, siamo perfino disponibili a cambiare le nostre leggi, pur che siano conformi alle loro pratiche ed idee.

Ma tutto questo non va bene.

Date ad un uomo:

- un lavoro

- del pane

- una figa

E lo avete neutralizzato.

Quest’uomo si rinchiuderà in casa e non farà più niente, ne per se stesso, ne per i suoi figli e ben che meno per la sua famiglia.

Lo sapete, quante volte io ho pensato dentro di me, ma chi cazzo me lo fa fare?

Ma chi me lo fa fare di scrivere e pubblicare ogni mese, di inventare, di condividere con gli altri pareri, idee e sogni.

Ma chi me lo fa fare.

Ma chi me lo fa fare di commentare tutto quello che fa la De Berti e la sua compagnia.

Me lo fa fare il fatto che siamo un popolo, fatto di persone che crescono, più interagiscono tra di loro, più si confrontano, anche se si finisce qualche volta con una scazzottata ed un vaffanculo.

Siamo un popolo e dobbiamo tirar su la testa fieri di difendere le nostre ideologie ed i nostri credi.

Un conto, è insegnare ai nostri bambini di non fare la guerra, un conto è insegnare a difendersi e a combattere per se stesso, per la propria famiglia e chi gli sta vicino.

Anche per il Sindaco avversario, o per l’avversario politico che vorresti che andasse a casa.

Io, con il pane, il lavoro e la figa, non mi fermo, ma combatto e combatto per loro.

Ogni mattina esco di casa, prendo la macchina ed esco dal garage, arrivato in strada giro a sinistra per andare verso via Prevesine.

Lo sapete perché?

Perché ogni giorno passo davanti al mio Leone e alla mia bandiera, faccio il saluto militare tipico e mi ricordo che io non abito più in Italia, non abito più in uno stato che non crede nelle potenzialità della sua gente.

Chi espone la bandiera Italiana ora, per me è una persona che non ha più voglia di combattere, perché il messaggio che da quella bandiera è un messaggio che finisce con lo spiegare la fine di un popolo.

Qui non c’è da capire o chiedersi che fine farà l’Italia se il Veneto esce e diventa nazione a se stante. Qui c’è da rendersi conto che Sardi e Siciliani vogliono la stessa cosa e molti altri, vogliono la stessa cosa.

Il lavoro, il pane e la figa, simboleggiano, ciò per cui gli uomini in primis devono svegliarsi, alzare la testa combattere, andare in strada in piazza e dire a squarcia gola noi ci siamo per difendere la  nostra gente.

Lavorare per dar spazio alle donne è una bella cosa, lodevole e giusta; lavorare perché la donna faccia il lavoro dell’uomo no.

Per lavoro intendo quello duro, quello pesante, quello che veramente serve per prevenire le guerre vere.

Per il lavoro, per il pane e per la figa, ammainiamo le bandiere dell’Italia e diciamo a gran voce che noi non ci stiamo più a questo gioco che non è neanche una roulette russa, è peggio, è un gioco al massacro.

W San Marco!!!

W la volontà e l’intima convinzione che un mondo nuovo è possibile, un mondo in cui anche combattendo delle guerre, si vive nella convinzione di poter star bene e far star bene gli altri.

Basta mezze seghe per le strade, solo uomini che sanno ricordare chi era veramente un uomo nel passato, cosa vuol dire essere fieri e avere un onore.

Saper ricordarsi cosa vuol dire avere e possedere una terra.

W San Marco!!!

W IL PANE IL LAVORO E LA FIGA IN UN MONDO DOVE GLI UOMINI E LE DONNE VIVONO PER CRESCERE E SVILUPPARE SE STESSI E GLI ALTRI.

 

Fine articolo!!!

 
 
 

POESIE DI ROBERTO PULIERO

Post n°4812 pubblicato il 11 Maggio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

TITOLO: EL FILOBUS IN RITARDO 

Clicca sul link qui sotto per leggere la poesia

 

https://drive.google.com/file/d/0B__abHivD4zBVDZRcVhEa0gxSkU/view?usp=sharing

 
 
 

L’ITALIA CHE VORREI! >>> VERSIONE 5 >>> 1° PUNTATA

Post n°4811 pubblicato il 11 Maggio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

L’ITALIA CHE VORREI E’ SEMPRE UN PROGETTO REALE CONCRETO, E’ LA BASE PER POI FAR PARTIRE ALTRE INIZIATIVE.

E’ il progetto con il quale metto nero su bianco le regole di un paese nel quale vorrei vivere.

E’ un progetto che condivido con tutti voi, perché se vi va di aggiungere qualche cosa o di dire la vostra lo potete fare e i buoni consigli saranno sempre bene accetti.

C’è un gruppo su face book appositamente dedicato che si chiama L’ITALIA CHE VORREI COSTRUIRE, iscrivetevi e partecipate alla discussione.

TESTO DEL LAVORO PRESENTATO OGGI.

TITOLO 1° : MANOVRA SALVA ITALIA

TAGLI ALLA SPESA PUBBLICA :

Eliminazione totale della camera del senato. Il parlamento deve essere formato solo da un’unica assemblea, ovvero quella dei Deputati. Il numero di deputati deve essere 500. Il sistema di assegnazione dei posti deve essere quello proporzionale. Il premio di maggioranza deve essere fissato al 40% e il partito che la raggiunge avrà il 51% di posti in aula. La soglia di sbarramento deve essere fissata al 3%.

Taglio dello stipendio di tutti i politici di ogni ordine e grado. Deputati, Senatori, Presidenti di Camera e Senato, Ministri e Presidente del Consiglio, e per ultimo il Presidente della Repubblica devono percepire uno stipendio massimo lordo di 10.000 euro al mese lordi e basta. In via del tutto eccezionale a causa della Crisi tutti i politici di ogni ordine e grado per tutto il 2015 devono percepire uno stipendio massimo lordo di 5.000 euro al mese lordi e basta.

Eliminazione completa di tutti i privilegi di cui godono i politici.
Eliminazione completa del vitalizio post mandato. La pensione la devono percepire come tutti gli altri cittadini, durante gli anni di mandato pagano le tasse pensionistiche per la pensione come tutti i cittadini.

Eliminazione della Consulta
Eliminazione completa del finanziamento pubblico ai partiti.
Eliminazione completa del finanziamento pubblico all’editoria

Eliminazione completa del finanziamento pubblico ai sindacati

Eliminazione completa del finanziamento pubblico alla sanità privata

Eliminazione completa di tutti i contributi elargiti per salvare questo e quest’altro ente pubblico.
Chiusura di tutte le sedi distaccate dei Ministeri. Presidenza della Repubblica, Governo, Ministeri e Parlamento hanno uniche sedi a Roma, in cui devono essere praticate manovre di contenimento della spesa nella gestione incredibilmente pesanti.

Chiusura di tutte le sedi di proprietà ed a uso esclusivo delle istituzioni come il “Lido balneare riservato al Presidente della Repubblica ed al suo staff.”
Eliminazione del maggior numero di Auto Blu. L’Auto Blu istituzionale deve essere usata solo da Presidente della Repubblica, Presidente del Consiglio, Ministri, Presidente di Camera e Senato. Tutti i politici devono cominciare a spostarsi con propri mezzi e a proprie spese.
Chiusura completa delle Provincie, e loro cancellazione, con passaggio delle competenze, delle proprietà mobili ed immobili e dei dipendenti ai Comuni e alle Regioni. Questo si può praticare, commissariando tutte le provincie da subito, e dando ordine ai Commissari di iniziare anno dopo anno lo smantellamento. Si risparmierebbero da subito tutti i soldi per gestire i Consigli, le Giunte , tutti i politici Provinciali che verrebbero automaticamente a decadere e tutti i soldi che i politici amministrano con fare da puro clientelismo.
Ritiro dei nostri militari da tutte le operazioni di guerra per scopi più o meno umanitari.
Taglio a tutte le maxi pensioni. L’assegno della pensione elargito più ricco, non deve superare i 5000 euro al mese.

Taglio di tutti gli stipendi pubblici che non devono superare i 10 mila euro al mese lordi, tranne che per il comparto sanitario perché è il comparto in cui si salvano le vite umane.

Taglio e riduzione delle posizioni dirigenziali nel pubblico impiego per la diminuzione reale dei posti dirigenziali.

Il Consiglio nazionale dell’economia va abolito
Chiusura delle sedi distaccate dell’INPS, snellimento delle pratiche e conferimento dell’esecuzione di tutte le pratiche ai comuni, tramite l’ufficio anagrafe. Una unica sede a Roma per tutto lo Stato.

Chiusura di tutte le sedi degli Uffici di collocamento, snellimento delle pratiche e conferimento dell’esecuzione di tutte le pratiche ai comuni, tramite l’ufficio anagrafe. Una unica sede a Roma per tutto lo Stato.

Chiusura di tutte le Prefetture, snellimento delle pratiche e conferimento dell’esecuzione di tutte le pratiche ai Comuni, tramite appositi uffici.

Chiusura di tutti gli enti e società partecipate che non fanno ricerca conseguendo dei risultati e che non creano valore aggiunto ma sono una sola mera spesa per lo Stato.

Chiusura di tutti gli enti e società partecipate che non hanno i bilanci in pareggio e che sono solo fonti di spesa e non una risorsa per la società.

Accorpamento delle società partecipate con diminuzione delle poltrone, degli incarichi e dei costi dirigenziali.

 

Abolizione di tutte le detrazioni, per privati ed imprese perché, si deve puntare ad una diminuzione della tassazione per avere un dialogo serio e preciso tra stato e cittadino.

 
 
 

LETTERA INVIATA AI SINDACI DAL MOVIMENTO 5 STELLE

Post n°4810 pubblicato il 09 Maggio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Testo della legge:

 

"Caro Sindaco,
fino a un certo punto si poteva parlare di giusta esigenza di tagliare gli sprechi e le spese improduttive. Ma adesso, hai ragione, la misura è colma. Da qualche anno è partito un massacro sistematico, un’opera di smantellamento che il governo attuale sta portando a compimento. 
Il M5S conosce bene il valore del tuo ruolo di collegamento tra le istituzioni e i cittadini. Ma soprattutto apprezza il lavoro quotidiano sui problemi veri della gente e la difesa dei diritti dei più deboli.
Negli ultimi anni, i governi centrali, nell'operare tagli per contenere la spesa pubblica, hanno di fatto strangolato l'economia degli enti locali. E’ molto facile e demagogico vantarsi di ridurre la pressione fiscale ridimensionando i trasferimenti agli enti territoriali, ma con l'ultima Legge di Stabilità l’esecutivo in carica ha fatto carne da macello dei bilanci comunali, compromettendo persino le spese essenziali per il welfare e le fasce sociali più deboli.
Nei 5 anni appena trascorsi, e lo sai bene, i Comuni hanno visto ridursi le proprie risorse disponibili per la spesa corrente di oltre il 20 per cento e adesso sono a rischio i servizi primari. 
In più pesa l’incertezza di regole fiscali che mutano ogni anno. Ciò rende pressoché impossibile strutturare una programmazione pluriennale seria e chiudere persino il bilancio preventivo entro la data prevista dalla legge, ovvero il 31 dicembre.
Il MoVimento 5 Stelle ha presentato in Parlamento una mozione, a prima firma Luigi Di Maio, che sarà discussa la prossima settimana e che impegna questo governo di ciarlatani a:
1) ripristinare integralmente i trasferimenti tagliati con la Legge di Stabilità per l'anno 2015;
2) non effettuare ulteriori riduzioni negli anni futuri, almeno finché lo sforzo delle amministrazioni centrali non sarà proporzionato a quello degli enti locali;
3) garantire in ogni caso, anche agli enti locali in dissesto, i trasferimenti necessari all'espletamento dei servizi sociali essenziali;
4) garantire agli enti locali i tempi necessari per una programmazione stabile e seria;
5) non ridurre i trasferimenti a disposizione degli enti locali nell'esercizio in corso e a non assumere iniziative per la modifica delle norme sulla fiscalità locale.
Caro Primo Cittadino, sicuri della tua sensibilità, ti invitiamo nel frattempo ad adottare e approvare i contenuti di questa mozione attraverso l’organo rappresentativo del tuo Comune. Qualcuno dei tuoi colleghi lo ha già fatto. 
Ci piacerebbe, inoltre, che tu potessi presenziare in aula, alla Camera dei deputati, nel giorno in cui la mozione M5S arriverà al voto.
Cordiali saluti" MoVimento 5 Stelle

 
 
 

ISOLA RIZZA INSIEME: LA MINORANZA: COSA NE PENSO IO?

Post n°4809 pubblicato il 09 Maggio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Parlo ai miei lettori e non ai ragazzi del gruppo “Isola Rizza Insieme”.

Sapete tutti quanto ci tengo alla trasparenza ed al fatto che la gente abbia il coraggio di esternare ciò che pensa e che ha dentro.

Negli ultimi tempi, anche grazie alla tecnologia, tutti sono stati più stimolati ad essere più trasparenti.

Il blog di questo gruppo, è tra i siti più seguiti da me, forse è il secondo dopo quello del comune.

E’ fatto benissimo, è chiaro, e si capisce bene ciò che è descritto ed i suoi contenuti.

Io, però, mi sento di dare un ulteriore consiglio, ai ragazzi del gruppo.

Lanciare più idee, e soprattutto valutare di più quello che succede.

Attenzione non è una critica, assolutamente, e non è un rimprovero, e non è niente di negativo.

Fateci solo, capire meglio, nel decorrere delle vita amministrativa, ciò che avreste fatto di diverso voi e come.

Cosa avremmo visto se ci foste stati voi?

Non riduciamo la vita politica della comunità alla mera campagna elettorale, ma fateci capire giorno per giorno come avreste disegnato la vita del nostro paese.

 

Ottimo il modo con cui gestite il vostro sito internet è un piacere leggerlo. 

 
 
 

POESIE DI ROBERTO PULIERO

Post n°4808 pubblicato il 09 Maggio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

TITOLO: CARNEVAL QUARESIMAL

Clicca sul link qui sotto per leggere la poesia

 

https://drive.google.com/file/d/0B__abHivD4zBd3ZweUtTSUd0STA/view?usp=sharing

 
 
 

5 GIORNI A 5 STELLE

Post n°4807 pubblicato il 09 Maggio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Attenzione!!!

Ho già chiarito che sono ufficialmente tesserato alla Lega Nord!!!

Ma visto che il Movimento 5Stelle è stato la novità dell’ultima tornata elettorale parlamentare trovo giusto mettere in evidenza come si sono comportati in questa settimana di lavoro in parlamento!!!

RELAZIONE DELLA SETTIMANA!!!
Sospesi
. 59 parlamentari del M5S, l'unica vera opposizione, sospesi per un totale di oltre 600 giorni dalle sedute della Camera. La loro colpa? Aver gridato "Onestà, onestà!" mentre i partiti della maggioranza massacravano la Costituzione con le loro insensate riforme. Gridare onestà, in Parlamento, è ora un reato, e infatti anche Beppe ci è venuto a trovare e ci ha molto rimproverato: che non si ripetano mai più parole come "onestà" o "etica" davanti ai partiti! E' per loro un'offesa terribile!

Intanto anche al Senato ci fanno passare da cattivi, perché non abbiamo votato la legge per abolire il vitalizio ai parlamentari condannati. Ma noi l'avremmo votata... se l'avesse davvero abolito! Il problema è che è una legge piena di distinguo e che alla fine conserva il vitalizio praticamente a tutti. Ce lo spiegano Riccardo Nuti, Barbara Lezzi e Carlo Martelli.

Quando si tratta di banche, invece, i partiti lavorano sempre al meglio: arriva l'ennesimo aiuto di Stato mascherato e stavolta tocca al Monte dei Paschi di Siena, a cui noi cittadini (a nostra insaputa) abbiamo elargito ben 110 milioni di euro. D'altronde, il Montepaschi è roba del PD e quindi è obbligatorio salvarlo. Dell'aiutino ci spiegano tutto Marco Valli (EU) e Alessio Villarosa.

La riforma della scuola, fiore all'occhiello del governo, è riuscita a far arrabbiare l'intero mondo scolastico. Sono scesi in piazza centinaia di migliaia di docenti, studenti e genitori per protestare, e noi non abbiamo fatto mancare il nostro supporto. Ce ne parlano Francesco D'Uva, Michela Montevecchi e Nicola Morra.

Al Senato si è parlato anche di Sardegna, e dei sui grandi problemi riguardanti in particolare il lavoro. La nostra Manuela Serra è intervenuta in aula, e ha riepilogato non solo i disastri ambientali, ma anche la devastazione dell'agricoltura e la corruzione legata al settore energetico e all'inquinamento.

 

Infine, appuntamento a Perugia il 9 maggio: migliaia di cittadini in MoVimento per una grande marcia che chiede un futuro per il Paese. Un futuro che si chiama Reddito di Cittadinanza.

 
 
 

OTTIMO REPORTAGE DI FOCUS SU CHERNOBYL!!! LO STATO DELL’ARTE!!!

Post n°4806 pubblicato il 07 Maggio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Leggete l’articolo che c’è a questo link è molto interessante.

 

http://www.focus.it/tecnologia/innovazione/il-sarcofago-della-centrale-nucleare-di-chernobyl

 
 
 

IL MIO ORTO: ANNATA 2015: 26 APRILE 2015

Post n°4805 pubblicato il 07 Maggio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Cliccando sul link qui sotto vedrete il reportage fotografico

 

https://drive.google.com/file/d/0B__abHivD4zBQlJWNjRKTnRpLXc/view?usp=sharing

 
 
 

POESIE DI ROBERTO PULIERO

Post n°4804 pubblicato il 07 Maggio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

TITOLO: SCHERSI DE CARNEVAL

Clicca sul link qui sotto per leggere la poesia

 

https://drive.google.com/file/d/0B__abHivD4zBN01zMEI2ZGNQTGs/view?usp=sharing

 
 
 

UN CONSIGLIO AL NOSTRO SINDACO!

Post n°4803 pubblicato il 06 Maggio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Prima di inviare lettere e richieste di informazioni, do un consiglio ad Elisa e ai suoi scagnozzi, che se realizzato andrebbe a migliorare la condizione di trasparenza dell’attività amministrativa.

Chiedo e consiglio, che se il restauro dell’impianto di illuminazione pubblica ha scopi anche legati al risparmio energetico, di aprire una pagina sul sito internet del comune dove vengono messi a disposizione di tutti i dati relativi ai contatori elettrici che alimentano il nostro impianto di illuminazione pubblica in modo da avere nero su bianco la certezza che ci stiamo realmente guadagnando.

E’ una cosa semplice da fare, la si può fare in modo intuitivo e veloce da leggere e comprendere.

Alcuni comuni installano lavagne luminose con dati in tempo reale.

Non servono, tutti soldi spesi per niente, è sufficiente una pagina su internet.

E’ sufficiente scrivere prima quanti contatori della corrente elettrica ha l’impianto di illuminazione pubblica e dove si trovano.

Di seguito è sufficiente mettere l’elenco delle bollette pagate anno per anno e se ci sarà un risparmio lo si vedrà serenamente dalle cifre delle bollette.

 

Non servono calcoli stratosferici, non servono calcoli sul mancato utilizzo di carbone, petrolio e balle varie, serve solo vedere il totale delle bollette ed il resto verrà da se.

 
 
 

OTTIMA LA RISTRUTTURAZIONE DELL’ILLUMINAZIONE PUBBLICA

Post n°4802 pubblicato il 05 Maggio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Ottimo il progetto di riqualificazione dei lampioni dell’illuminazione pubblica.

E’ un ottimo lavoro, mi piace.

I lampioni che ha installato l’amministrazione comunale in queste settimana, sono veramente innovativi, praticamente viene azzerato l’inquinamento luminoso che era predominante prima, c’è il connubio tra sicurezza ed ecologia.

Ottima l’idea di realizzare zone a wifi free grazie all’uso di queste nuove strumentazioni.

Per me hanno molto del poetico.

Alzare gli occhi vedere meglio le stelle ed il cielo è fantastico.

POSSIAMO DIRE CHE QUESTI LAMPIONI, SE ALZEREMO GLI OCCHI AL CIELO, CI FARANNO CAPIRE CHE SIAMO NIENTE NELL’UNIVERSO E CHE QUINDI DOBBIAMO LAVORARE MOLTO PER MIGLIORARE E FAR DURARE NEL TEMPO CIO’ CHE CI E’ STATO DONATO.

La ciliegina sulla torta a questo punto sarebbe capire realmente se si guadagna a livello economico e quanto.

PER QUESTO HO UN CONSIGLIO PER IL NOSTRO SINDACO E LA SUA COMBRICOLA CHE METTERO’ IN LINEA DOMANI SERA QUANDO TORNERO’ DAL LAVORO DOPO 14 ORE E MEZZA DI SALA OPERATORIA!!!

 

CI VEDIAMO DOMANI………

 
 
 

LA PIRAMIDE SCIENTIFICA ITALIANA DELL’HIMALAYA

Post n°4801 pubblicato il 05 Maggio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Anche detta EVK2CNR, è una stazione di ricerca del CNR a forma di piramide sita nell’Himalaya provate a leggere un po’ di notizie.

 

http://evk2cnr.org/cms/it/home.html

 
 
 

TERREMOTO IN NEPAL!!! SONO VICINO ALLE POPOLAZIONI COLPITE!!!

Post n°4800 pubblicato il 05 Maggio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Ho un’applicazione sul cellulare che mi avvisa su tutte le scosse di terremoto che si verificano nel mondo, e quando ho visto la forza della scossa avvenuta in Nepal e le successive scosse minori, mi sono detto che li di sicuro qualcosa di apocalittico era successo.

Sono vicino a quelle persone che si trovano in un angolo di mondo tra i più disperati, magici e fantastici del mondo.

Molti vanno per scoprire le meraviglie che racchiude il Nepal e pochi si ricordano della gente che vi abita.

Sono uno di quei stati che meriterebbero aiuti in momenti normali proprio per quello che raccoglie nel suo territorio.

E’ facile dire “spero che tutto si risolvi” oppure “spero che la gente riceva l’aiuto di cui necessita”, in realtà succederà che dopo i primi giorni di emergenza, poi tutto ritornerà alla normalità e le loro ferite se le cureranno da soli.

COME SEMPRE!!!

COME ALL’ACQUILA!!!

COME IN EMILIA!!!

Clicca sul link qui sotto per capire cos’è la scala Richter

http://it.wikipedia.org/wiki/Scala_Richter

Clicca sul link qui sotto per capire cos’è la faglia asiatica

http://www.meteoweb.eu/2015/04/levoluzione-geologica-e-il-potenziale-sismico-dellhimalaya-le-cause-dinnesco-dei-forti-terremoti-che-colpiscono-nepal-e-india/434544/

Clicca sul link qui sotto per capire un po’ di più sulla catena montuosa dell’Himalaya

 

http://it.wikipedia.org/wiki/Himalaya

 
 
 

QUANDO EL NANDO EL PRENDE IN MAN LA BICI

Post n°4799 pubblicato il 04 Maggio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Rubrica dedicata a “CLAUDIO BRANDO” un amico di San Martino Buon Albergo.

Come tutti gli anni anche quest’anno mi sono riproposto di ricominciare a vivere la bici come una passione, cosa che per me a parole lo è sempre stata ma a fatti mai.

Voglio sentirmi più impegnato, da quest’anno sviluppando anche una sorta di articolo da inserire nel blog ogni qualvolta esco con la bici.

Se avete consigli da darmi, sono tutti bene accetti.

Dopo l’intervento di rinoliquorrea del 2013 la bici è l’unico modo per fare sport che ho, oltre al lavoro.

Km totali percorsi dal 01 Gennaio 2015

56

Data ultimo giretto : 26/04/2015

Km percorsi : 10

 

Scopo : Controllatina generale del paese, assieme al mio Davide.

 
 
 

OTTIMA LA NUOVA EDICOLA IN PIAZZA

Post n°4798 pubblicato il 04 Maggio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

L’apertura della nuova edicola di sicuro ho lo stesso effetto di un raggio di sole quando esce dopo un temporale.

Tra l’altro, l’ubicazione da più luce  e risalto a quella zona.

La scelta di vendere anche qualcos’altro è il significato che, comunque solo di giornali ormai non si vive più, anche se siamo un paese di 3000 abitanti.

La scelta di far vendere i giornali anche ai Supermercati è stata una scelta scellerata, perché ci sono paesi che ci contano ad avere la propria edicola e soprattutto non è un tipo di lavoro in cui la concorrenza giova molto, perché i giornali hanno tutti prezzi imposti, quindi non può un giornalaio far pagare meno un quotidiano o un settimanale.

Occorreva, secondo me non autorizzare la vendita nella grande distribuzione e semmai dare maggiore possibilità alle edicole di essere librerie e videoteche.

Mantenere sempre il filone della cultura a chi cultura lo ha sempre fatto.

Comunque per noi finisce un incubo, per fortuna durato poco, ma soprattutto trasformatosi in un lieto fine.

GRAZIE MILLE!!!

Cliccando sul link qui sotto scoprirete la pagina face book

https://www.facebook.com/pages/Non-solo-Edicola/948460931865400?sk=timeline

 

 

 
 
 

HO SEMPRE CONSIDERATO I MIEI COLLEGHI QUASI DEI PARENTI E QUESTO E’ IL RISULTATO ……….

Post n°4797 pubblicato il 04 Maggio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Io sono una persona che ragiona più con il cuore che con la testa, o le palle per fortuna.

Essendo un uomo è già una cosa buona.

I miei colleghi di lavoro li ho sempre considerati degli amici, per non dire quasi dei parenti, con loro passo almeno 7 ore al giorno per lavoro e a volte anche di più.

Cerco di seminare bene con loro e cerco che la parola più predominante sia il “SI”.

Ritengo, da sempre che chi semina bene, raccoglie anche bene e la foto che troverete sul link qui sotto la dice lunga e spiega bene il tutto.

IO E MIA MOGLIE RINGRAZIAMO I MIEI COLLEGHI PER IL PENSIERO E PER AVER DIMOSTRATO E PER DIMOSTRARE OGNI GIORNO AFFETTO VERSO VALENTINA LA MIA DOLCE BIMBA!!!

GRAZIE ANCORA!!!

Cliccando sul link qui sotto vedrete il reportage fotografico

https://drive.google.com/file/d/0B__abHivD4zBc19oZFJEWWphTFE/view?usp=sharing

 
 
 

ABITI DA BAMBINO 0 – 3 MESI LI VENDO A 3 EURO A CAPO!!!

Post n°4796 pubblicato il 04 Maggio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Vendo abiti da maschietto 0 – 3 mesi a 3 euro a capo.

Avete capito bene, 3 euro a capo.

Li guardate, li scegliete e vi portate via solo quello che volete.

Ve ne portate via solo quanti ne volete, nessun obbligo.

3 euro a capo, senza guardare quanto sono costati all’acquisto.

Ho di tutto, dai body, ai pantaloncini, magliette, camicette, giubbotti, tutto di tutto.

Dai 0 ai 3 anni.

 

Telefonatemi al numero 3289232363. 

 
 
 

OGGI RICORRE

Post n°4795 pubblicato il 04 Maggio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Oggi nasce Bartolomeo Cristofori

Cliccate sul link qui sotto per avere informazioni

 

http://it.wikipedia.org/wiki/Bartolomeo_Cristofori

 
 
 
Successivi »