FERNANDO ONLINE

Di Zorzella Fernando

Creato da FernandoIR il 14/04/2011

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

I miei link preferiti

 

IL BLOG CHIUDE DAL 06 OTTOBRE AL 02 NOVEMBRE 2014

Post n°4234 pubblicato il 06 Ottobre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Come voi sapete io sono sempre alla ricerca, del meglio, e della capacità di dare sempre il meglio di me stesso.

Ho deciso che, ora, dopo le elezioni comunali, e dopo la pausa estiva, in un momento in cui si è liberi da mille altri pensieri e distrazioni, sia il momento giusto per fare ed attuare un profondo cambiamento del blog.

Sicuramente non sotto l'aspetto visivo e grafico, ma sotto l'aspetto dei contenuti.

Io sono sempre stato convinto che le persone leggono e ti leggono se hai qualcosa di veramente serio da dire, e soprattutto se le cose che dici sono profonde e immagini di te stesso. 

Io non mi piace cambiare una cosa sotto l'aspetto visivo o di contorno, ma sotto l'aspetto del contenuto, che è quello che fa si che si determini un vero cambiamento.

Quindi in questo mese lavorerò molto su questo, sul contenuto.

Ringrazio tutte le persone che mi seguono sempre e vi assicuro che dal 3 novembre ho l'obbiettivo di darvi veramente di più.

GRAZIE A TUTTI ANCORA CI SENTIAMO TRA UN MESE!!!

CI SARANNO CAMBIAMENTI LEGATI ANCHE A FACEBOOK. 

 
 
 

MARTEDI’ 14 OTTOBRE SI PARLA DI INDIPENDENZA DEL VENETO A CEREA

Post n°4233 pubblicato il 06 Ottobre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Clicca sul link qui sotto per leggere il volantino

 

https://drive.google.com/file/d/0B__abHivD4zBYlU0Y0l3eE1jcFU/view?usp=sharing

 
 
 
 
 

LA CASA PASSIVA AL PUNTO GIUSTO

Post n°4231 pubblicato il 04 Ottobre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Dire addio a condizionatori e riscaldamento grazie all'isolamento termico della canapa. In provincia di Pisa sta nascendo la prima casa passiva in canapa e calce. Il cantiere è aperto e si trova a Cascina, in località San Prospero. La casa passiva in canapa garantirà il massimo risparmio energetico, tanto che non servirà nemmeno installare un impianto di riscaldamento. Inizia così un maggior distacco dalle fonti non rinnovabili?

La sua costruzione avverrà grazie ad un biocomposto in canapa e calce. Con l'aiuto della canapa si ha la garanzia di creare abitazioni ben isolate dal punto di vista termico e acustico. Tutto ciò grazie a materie prime il più possibile naturali e traspiranti. La speranza è che queste nuove applicazioni della canapa portino ad una riscoperta della sua coltivazione. Per decenni abbiamo accantonato la canapa e tutte le sue potenzialità.

Ora proprio la sua coltivazione potrebbe portare ad una rivoluzione dell'edilizia green. E magari gettare luce sugli altri possibili impieghi, con particolare riferimento al settore tessile, alimentare e ad una produzione di carta più sostenibile.

La coltivazione della canapa purtroppo nei decenni passati ha attraversato un periodo di proibizionismo. Gli interessi economici si sono rivolti altrove. L'Italia era un Paese florido per quanto riguarda la produzione di canapa e ora sta riscoprendo questa risorsa.

La canapa ha il vantaggio di inglobare anidride carbonica nel corso del proprio ciclo di vita, in quantità superiore alla quantità immessa in atmosfera per la produzione del biocomposto di calce e canapa prescelto per la costruzione della casa passiva di Pisa.

Nei prossimi mesi vedremo sorgere una villetta a due piani con struttura portante in legno FSC e muri di tamponamento realizzati con il composto di canapa e calce, che verrà utilizzato anche per isolare la copertura, garantendo la massima traspirabilità dell'involucro.

 

Ciò che rende speciale questa casa passiva in calce e canapa è il fatto che non sarà necessario installare né un impianto di riscaldamento né un impianto di raffrescamento. Questo per via dell'elevato isolamento termico garantito dai materiali da costruzione. Verrà invece inserito un impianto di ventilazione con efficacia di recupero del calore pari al 98%. Per gli elevati standard di sostenibilità, la casa passiva di calce e canapa potrebbe ottenere la certificazione Casa Clima Gold. Vi piacerebbe abitare in una casa alternativa di questo tipo?

 
 
 

“L’ARENA” PARLA DI ISOLA RIZZA

Post n°4230 pubblicato il 04 Ottobre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Articoli tratti dal quotidiano “L’Arena”!!!

UN SALUTO PARTICOLARE AL GIORNALISTA “FABIO TOMELLERI”
Articolo del 03/10

 

http://www.larena.it/stories/379_citta/890275_studenti_preferiscono_il_bus_in_aumento_gli_abbonamenti/

 
 
 

SERENISSIMA REPUBBLICA DI VENEZIA >>> SCRIVO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Post n°4229 pubblicato il 04 Ottobre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Gruppo facebook: “SERENISSIMA REPUBBLICA DI VENEZIA”

Le lettere vengono spedite a questi indirizzi: presidenza.repubblica@quirinale.it; redazioneweb@larena.it; vrfedele@tin.it; prefettura.verona@interno.it; Persone a cui viene spedita via Facebook: Matteo Salvini; Matteo Renzi

4° lettera spedita!!!

04 OTTOBRE 2014

Egregio Presidente, sono  Fernando Zorzella, sono il Commissario Straordinario della Serenissima Repubblica di Venezia.

Le ricordo che il debito pubblico continua a salire, come può vedere da questo contatore.

http://www.laives5stelle.it/blog/127-contatore-live-del-debito-pubblico

Le scrivo perché il mio stato si approvvigiona energeticamente dal suo stato.

Avrei piacere che la smettesse, di impicciarsi degli affari Russi, visto che in grande quantità il gas arriva anche da li, perché non è giusto che ogni vostra scelta scellerata la paghiamo tutti quanti.

Gli aumenti di energia in bolletta lei non sa nenanche cosa vuol dire pagarli e mai le è venuto in mente di fare qualcosa per calmierarli.

Sospenda IMMEDIATAMENTE, ogni forma di attacco politico, diplomatico e militare, verso tutti quei stati a cui noi siamo strettamente legati per l’approvighionamento energetico.

I tedeschi se lo possono permettere, perché hanno centrali nucleari che possono sopperire alla mancanza di altri fonti ma noi no.

Noi è ora che pensiamo per noi e al nostr benessere.

Aspetto sue comunicazioni in merito, cordiali saluti.

Zorzella Fernando, Commissario Straordinario della Serenissima Repubblica di Venezia.

Cellulare 3289232363

 

Mail fernandozorzella@gmail.com

 
 
 

FORTI COME SPARTANI BELLE COME MUSE

Post n°4228 pubblicato il 04 Ottobre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

ATTENZIONE : “Tutti i consigli contenuti in questa rubrica devono essere messi in pratica solo dopo aver ottenuto il benestare nel proprio medico curante. Il medico curante è l’unica persona che può dirvi se potete svolgere attività fisica LEGGERA e in che modo, perché conosce a pieno la vostra storia clinica.”

Fernando Online vuole stimolare tutti i cittadini di Isola Rizza a praticare attività fisica leggera REGOLARMENTE, ma solo se avete il benestare del proprio medico.

Praticare attività fisica, nella giusta quantità e nei giusti modi, previene una moltitudine di problematiche legate alla salute e fa funzionare meglio il nostro organismo.

Non occorre essere ammalati COME ME, di attività fisica, occorre anche solo qualche minuto al giorno dedicarci un po’ di tempo.

DIVENTIAMO TUTTI ASSIEME FORTI COME SPARTANI E BELLE COME MUSE!!!

Mangiamo solo frutta e verdura locali di stagione, questo è l’invito che mi accingo a farvi.

Poi, aggiungo, che devono essere FRUTTA E VERDURA RIGOROSAMENTE LOCALI, mangiando così farete del bene a voi, al vostro portafoglio, all’ambiente e al mondo.

ORA SONO IN PRODUZIONE I SEGUENTI PRODOTTI LOCALI:

CETRIOLO, CIPOLLA, FINOCCHIO, INSALATA, MELANZANE, MELE, PATATE, PEPERONI, RADICCHIO DI CHIOGGIA.

Questo spazio è dedicato alle aziende locali a Km Zero, chiunque può pubblicare messaggi gratuitamente in questi spazi contattandomi telefonandomi al numero 3289232363 o via mail all’indirizzo fernandozorzella@gmail.com

QUANDO LA NATURA E’ UNA MEDICINA

Ricerca dedicata alla cura con le erbe!!!

TESTO DI OGGI

CATAPLASMI CON ERBE COTTE AL VAPORE

Su una pentola piena d'acqua in ebollizione si poggia un setaccio contenente erbe fresche o essiccate e si copre il tutto con un coperchio. Dopo un po' di tempo queste erbe ammollite e calde, stese su di una garza, vanno applicate sulla parte malata. Quest'impiastro deve essere coperto con un panno di lana e fasciato. Non deve nascere una sensazione di freddo. Molto efficaci sono i cataplasmi al vapore ottenuti con Coda cavallina. I cataplasmi al vapore si lasciano agire per due ore o per tutta una notte.

PREPARAZIONE DI POMATE E OLII

Tritare quattro manciate di erbe. Riscaldare 500 g di strutto di maiale come per friggere delle cotolette.

Versare le erbe nell'olio bollente e girare lasciando friggere brevemente; girare ancora, togliere la padella dalla fiamma, coprirla e lasciar e raffreddare il tutto durante la notte. Il giorno seguente riscaldarlo leggermente, filtrarlo attraverso un panno e travasare la pomata ancora calda in vasetti di vetro o di porcellana precedentemente preparati.

La preparazione degli olii si svolge nel modo seguente: riempire, senza comprimerli, una bottiglia fino al collo con fiori o erbe e versarvi sopra dell'olio extravergine d'oliva in modo che le erbe siano coperte di due dita d'olio. Lasciare la bottiglia per 15 giorni al sole o in vicinanza di une fonte di calore.

BAGNI DI ERBE

Bagno completo: Le erbe indicate vanno immerse in acqua fredda e lasciate riposare per una notte.

Per un bagno occorre un secchio ( 6 - 8 litri) di erbe fresche oppure 200 g di erbe essiccate. Questo materiale così macerato va riscaldato il giorno successivo e quindi filtrato: l'estratto va aggiunto all' acqua del bagno. Venti minuti di immersione nel bagno. Il cuore deve rimanere fuori dall'acqua. Dopo il bagno, invece di asciugarvi, dovete avvolgervi in una spugna da bagno o in un accappatoio e sudare per un'ora a letto.

Semicupio: Per un semicupio occorre soltanto metà secchio di erbe fresche o 100 g di quelle secche per poi procedere come per il bagno completo. L'acqua nella quale vi immergete deve coprire i reni.

Osservate le avvertenze riguardanti le singole erbe.

Nuovamente riscaldata può essere riutilizzata altre due volte sia l'acqua del bagno che quella del semicupio.

 
 
 

IL VANGELO DELLA DOMENICA ED IL COMMENTO

Post n°4227 pubblicato il 04 Ottobre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Cliccando sul link qui sotto troverete i testi

http://www.veronafedele.it/index.php?option=com_content&task=view&id=54&Itemid=27

C’E’ DA FINIRE DI RIPARARE IL TETTO DELLA PARROCCHIA, ABBIAMO LA FORTUNA CHE IN PAESE C’E’ DON ANGELO CHE E’ CAPACE DI REALIZZARE E FINIRE GRANDI LAVORI.

PARTECIPIAMO ALLA MESSA TUTTI E SIAMO GENEROSI E TUTTO SI SISTEMERA’ SENZA GROSSI ESBORSI.

Siamo in 3000 e passa in paese, se facciamo i conti che 2000 siano cristiani credenti, andando tutte le settimane a messa e dando 1 euro a persona in un anno senza accorgersi diamo alla parrocchia 104.000 euro, dai ce la possiamo fare.

 

DAI AMICI RESTIAMO UNITI CON IL NOSTRO PARROCCO.

 
 
 

SIMPATICA BARZELLETTA IRRIVERENTE

Post n°4226 pubblicato il 04 Ottobre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Maria, una signora sulla cinquantina, dopo un intervento chirurgico all’addome si trova in terapia intensiva addormentanta. Durante una notte in sogno vede arrivare Dio.

Maria: “Dio, come mai? E’ già ora di morire?”

Dio: “No figliola, non preoccuparti sono solo venuto a trovarti! Hai ancora 20 anni 3 mesi e 5 giorni di vita!”

Maria: “Grazie Dio!”

Maria, dopo aver superato questa malattia, e la successiva convalescenza, decide di vivere i prossimi 20 anni in maniera un po’ sprint.

Si fa operare al seno, si rifà le labbra, i glutei, gli zigomi, si fa toglire le righe e qualche chilo di troppo, si da la tinta ai capelli e veste sempre in modo più giovanile.

Un giorno attraversando una strada, viene travolta da un camion e muore sul colpo.

A questo punto Mariza seguendo la luce, arriva al Paradiso.

Dio: “Maria ma sei tu?”

Maria: “Si Dio! Sono io, ma non mi avevi detto che avevo ancora 20 anni di vita?”

 

Dio: “Siiii! Ma non ti ho riconosciuta!!!”

 
 
 

UNA LETTERA DA UNA LETTRICE CHE HO TROVATO NELLA CASSETTA DELLA POSTA

Post n°4225 pubblicato il 04 Ottobre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Come ho detto più volte io do spazio a tutte le persone che vogliono interagire con me in modo costruttivo.

Cliccate sul link qui sotto per leggre il documento

 

https://drive.google.com/file/d/0B__abHivD4zBMnpjazFyNXlENEE/edit?usp=sharing

 
 
 

BANDO DI GARA PER STRUTTURE CHE VOGLIONO ACCOGLIERE GLI IMMIGRATI CLANDESTINI

Post n°4224 pubblicato il 04 Ottobre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Direttamente dalla Prefettura di Verona

Cliccate sul link qui sotto per leggre il documento ed informarsi bene

http://www.prefettura.it/FILES/allegatinews/1232/bando%20gara.pdf

 

MA SOPRATTUTTO INCAZZARSI BENE 

 
 
 

UNIVERSITA’ DEL TEMPO LIBERO – IL PROGRAMMA

Post n°4223 pubblicato il 04 Ottobre 2014 da FernandoIR
 
 
 

UNA PREGHIERA PER IL DOMANI

Post n°4222 pubblicato il 03 Ottobre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

SUL LINK QUI SOTTO TROVI LA RIFLESSIONE PER IL DOMANI

 

https://drive.google.com/file/d/0B__abHivD4zBX21GSUt5UW0tYk0/edit?usp=sharing

 
 
 

TFR IN BUSTA PAGA UNA MAZZATA PER LE AZIENDE IO SONO CONTRARIO

Post n°4221 pubblicato il 03 Ottobre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

"Secondo i calcoli dell’Ufficio studi della CGIA, l’eventuale anticipazione del 50 per cento del Tfr ai dipendenti potrebbe costare alle piccole imprese un importo annuo che oscilla tra i 3 e i 30 mila euro circa. Sono pochi gli imprenditori che potrebbero disporre delle risorse necessarie per anticipare metà del Tfr ai propri dipendenti. Vista la scarsa solvibilità in cui versano, difficilmente le banche sarebbero disponibili a elargire prestiti a soggetti estremamente a rischio d’insolvenza. Queste ultime, lo sappiamo bene, in questo momento prestano il denaro solo a chi ha una certa solidità finanziaria; agli altri, purtroppo, l’accesso al credito bancario è praticamente precluso. Le ipotesi prese in considerazione dalla CGIA sono quattro:
1) falegnameria artigiana con 5 dipendenti. L'azienda dovrebbe farsi carico di un esborso aggiuntivo annuo pari a 2.990 euro, mentre ciascun operaio beneficerebbe di un aumento annuo pari a 460 euro
2) negozio di abbigliamento con 10 dipendenti. L’esborso annuo a carico dell’impresa sarebbe di 7.026 euro. A ciascun dipendente finirebbero in busta paga 539 euro aggiuntivi all’anno; 
3) azienda tessile dell’industria con 25 dipendenti. La richiesta del Tfr costringerebbe l’impresa ad un esborso annuo pari a 16.952 euro. Ciascuno degli operai o degli impiegati disporrebbe di un aumento annuo di 521 euro;
4) industria metalmeccanica con 40 dipendenti. L’azienda dovrebbe elargire ai richiedenti 28.656 euro all’anno. Ad ogni dipendente finirebbero 550 euro in più all’anno." 

 

 

 
 
 

RIPARTE IL FUTURO – SOSTENIAMO LA BATTAGLIA PER PULIRE L’ITALIA

Post n°4220 pubblicato il 03 Ottobre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Per saperne di più clicca sul link qui sotto

http://www.riparteilfuturo.it/

SOTTOSCRIVIAMO QUESTA PETIZIONE:

STOP AL VITALIZIO DEI POLITICI CONDANNATI

http://www.riparteilfuturo.it/stopvitalizio/

STOP ALL’IMPUTNITA’ DI MAFIOSI E CORRUTTORI

 

http://www.riparteilfuturo.it/autoriciclaggio

 
 
 

LE POESIE DI NIVES

Post n°4219 pubblicato il 03 Ottobre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

TITOLO: IMMUNITA’

Ogni poesia sarà pubblicata 4 venerdì di fila.

GRAZIE NIVES DI ESISTERE, UN BACIO E UN ABBRACCIO.

Cliccando sul link qui sotto troverete il testo della poesia

https://drive.google.com/file/d/0B__abHivD4zBUGt6R2pEbHNMN2s/edit?usp=sharing

SE VOLETE FAR PERVENIRE UN MESSAGGIO A NIVES SCRIVETE A FERNANDO ALL’EMAIL fernandozorzella@gmail.com.

 

E’ VIETATO STAMPARE QUESTE POESIE E DUPLICARLE SENZA L’AUTORIZZAZZIONE DELLA SCRITTRICE NIVES SCASTELLANI DI ISOLA RIZZA (VERONA)

 
 
 

150 MILIONI DI EURO 92° PUNTATA

Post n°4218 pubblicato il 03 Ottobre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Le puntate verranno messe in linea sempre di VENERDI’

Ecco a voi il secondo romanzo scritto interamente da Zorzella Fernando e presentato a puntate settimanali, qui, solo per Isola Rizza.

Il romanzo racconta la storia di Andrea, un giovane trentenne che si ritrova in mano una grande fortuna da usare nel miglior modo possibile. Progetti, passioni, amori, seduzione, eros e tanto altro ancora in un romanzo a sfondo sociale ma con qualche puntatina piccante e rosa che non guasta mai.

Ma chi ha dato tutta questa fortuna ad Andrea e perché? Che progetti ha?

SCOPRITELO SEGUENDO LE PUNTATE DI “150 MILIONI DI EURO”

IMPORTANTE : RIBADISCO IN MODO CONVINTO E PRESSANTE CHE I luoghi, i nomi di persona, gli edifici, le vicende, le situazioni, tutto il romanzo è frutto di PURA PURA PURA fantasia e non ha nessuna nessuna nessuna attinenza con la realtà. Per Informazione telefonate al 3289232363.

VOLETE DIRE LA VOSTRA SUL ROMANZO SCRIVETE A FERNANDO ALL’EMAIL fernandozorzella@gmail.com.

I commenti dei lettori verranno tutti pubblicati senza censura.

92° PUNTATA

 

https://drive.google.com/file/d/0B__abHivD4zBalJHb3EzYlBUZU0/edit?usp=sharing

 
 
 

REVOLUTION 96° PUNTATA

Post n°4217 pubblicato il 03 Ottobre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Le puntate verranno messe in linea sempre di VENERDI’

Scritto interamente da Zorzella Fernando e presentato a puntate settimanali, qui, solo per Isola Rizza, il romanzo racconta la storia di una comunità del Basso Veronese e del suo Sindaco Jenny, che dovrà far fronte a mille difficoltà dopo che il mondo è stato investito da una tremenda catastrofe naturale.

Sempre più avvincente e sempre più personaggi in una storia che è tutta ancora all’inizio.

Buona lettura!

IMPORTANTE : RIBADISCO IN MODO CONVINTO E PRESSANTE CHE I luoghi, i nomi di persona, gli edifici, le vicende, le situazioni, tutto il romanzo è frutto di PURA PURA PURA fantasia e non ha nessuna nessuna nessuna attinenza con la realtà. Per Informazione telefonate al 3289232363.

SE VOLETE DIRE LA VOSTRA SUL ROMANZO SCRIVETE A FERNANDO ALL’EMAIL fernandozorzella@gmail.com.

I commenti dei lettori verranno tutti pubblicati senza censura.

96°  PUNTATA

https://drive.google.com/file/d/0B__abHivD4zBXzNGTVBjeU50Rms/edit?usp=sharing

 
 
 

UNA PREGHIERA PER IL DOMANI

Post n°4216 pubblicato il 02 Ottobre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

SUL LINK QUI SOTTO TROVI LA RIFLESSIONE PER IL DOMANI

https://drive.google.com/file/d/0B__abHivD4zBVmxxX2NFaEJDaTA/edit?usp=sharing

 
 
 

MOVIMENTO 5 STELLE CONTRO IL TAP

Post n°4215 pubblicato il 02 Ottobre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

"Il Tap (Gasdotto Trans-Adriatico) è un tubo che porta in Italia il gas dell'Azerbaijan, passando per Turchia, Grecia e Albania. Qualche dato preliminare è d'obbligo per rendersi conto di quanto l'infrastruttura sia inutile, l'ennesimo ricco pasto per speculatori. Il fabbisogno di gas in Europa nel 2035, secondo l'Agenzia Internazionale Europea (IEA) e secondo Eurogas (società che unisce tutti i distributori di gas in Europa), sarà all'incirca di 500 miliardi di metri cubi all'anno. Nel 2003 la Ue ha utilizzato 530 miliardi di metri cubi, mentre nel 2013 il consumo è stato di 460 miliardi di metri cubi. Il fabbisogno quindi sta scendendo. Considerando che le infrastrutture europee, tra tubi e rigassificatori, consentono attualmente di importare 600 miliardi di metri cubi e che 100 miliardi sono già prodotti in Europa, è evidente che il nostro continente possa beneficiare oggi di una quantità di gas sovrabbondante rispetto al necessario, tanto più considerando la parabola discendente del fabbisogno europeo.
Dati del tutto simili sono reperibili per quanto riguarda l'Italia. Il Tap, tra l'altro, garantirebbe solo 10 miliardi di metri cubi l'anno, a fronte di costi ambientali, economici e in assenza di alcun beneficio occupazionale, che è di solito la scusa per far digerire ad un'Italia impoverita la pillola amara delle grandi opere (vedi Tav). Ciò che il Governo Renzi sta promuovendo in Puglia attraverso il decreto di compatibilità ambientale Galletti, quindi, è una di quelle grandi opere inutili e dannose contro le quali il M5S si è sempre battuto. Sostituire le importazioni di combustibili fossili che ci costano miliardi di euro l'anno con la produzione interna di energia pulita dovrebbe essere la ragion d'essere di una politica industriale che in Italia non sussiste, complice la miopia di Governi sempre molto sensibili ai grandi interessi del fossile, incluso l'esecutivo Renzi.
Oggi, 20 settembre, mentre Renzi avvierà i lavori a Baku, i cittadini salentini, insieme a comitati, associazioni e artisti consapevoli ed informati marceranno lungo il magnifico paesaggio che si vuole deturpare, partendo da Lido San Basilio, per poi giungere nella piazza Pertini di Melendugno per manifestare il proprio dissenso e per porgere il proprio sostegno alle migliaia di operatori che vedranno affossata la propria attività con l’arrivo del gasdotto.
Non va mai dimenticata l'inutilità dell’infrastruttura in un territorio come quello pugliese, già tragicamente ferito da opere a violento impatto ambientale. Si tratta di una Regione che produce l'85% dell'energia oltre il suo fabbisogno. Un'opera inutile, quindi, su un territorio martoriato dalla logica perversa dei progetti faraonici. Come se non bastassero queste osservazioni di buonsenso va ricordato che l'opera non avrà alcuna ricaduta occupazionale, perché a detta dello stesso manager di Tap Giampaolo Russo le circa 50 assunzioni a tempo determinato non saranno di nazionalità italiana. Inoltre il TAP agirà per 25 anni in monopolio, come garantito dall'accordo intergovernativo tra i Paesi aderenti, in modo tale che non si avrà alcun risparmio in bolletta per i cittadini. Il lavoro parlamentare del M5S per un'Italia verde e sostenibile è di notevole portata. Si consiglia all'ennesimo governo delle grandi opere fossili di andarselo a vedere, ammesso e non concesso che interessi a Renzi e ai suoi ministri una politica industriale di sviluppo nazionale, e non la solita rete di amicizie influenti nella grande imprenditoria".

 
 
 
Successivi »