FERNANDO ONLINE

Di Zorzella Fernando

Creato da FernandoIR il 14/04/2011

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2015 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28  
 
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

I miei link preferiti

 

E' NATA VALENTINA ALLE ORE 10.10 DEL 19/02/2014

Post n°4659 pubblicato il 20 Febbraio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

IL BLOG RIMANE CHIUSO FINO AL 01 MARZO 2014 PER FESTEGGIARE IL LIETO EVENTO.

MAMMA FRANCESCA ALLE ORE 10.10 HA PARTORITO UNA BELLISSIMA BAMBINA DI NOME VALENTINA DEL PESO DI 3 kGR.

FERNANDO RINGRAZIA MAMMA FRANCESCA CHE L'HO RENDE SEMPRE FELICE FIN DAL PRIMO GIORNO IN CUI SI SONO CONOSCIUTI.

BEN ARRIVATA VALENTINA!!!

SEI DOLCISSIMA!!!

 

 
 
 

UNA PREGHIERA PER DOMANI

Post n°4658 pubblicato il 17 Febbraio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

SUL LINK QUI SOTTO TROVI UNA RIFLESSIONE

http://www.laparola.it/laparoladidomani.php

LA PREGHIERA PER LA FAMIGLIA

Grazie Signore,

perché ci hai dato l’amore,

capace di cambiare,

la sostanza delle cose.

Quando un uomo e una donna,

diventano uno nel matrimonio,

non appaiono più come creature terrestri

ma sono l’immagine stessa di Dio.

Così uniti non hanno paura di niente.

Con la concordia, l’amore e la pace,

l’uomo e la donna sono padroni,

di tutte le bellezze del mondo.

Possono vivere tranquilli,

protetti dal bene che si vogliono,

Secondo quanto Dio ha stabilito.

Grazie Signore,

 

per l’amore che ci hai regalato.

 
 
 

LE CLINICHE PRIVATE SONO COME SUPERMERCATI …………….

Post n°4657 pubblicato il 17 Febbraio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Non chiedete ciò che non possono darvi …………..

Non andateci …………..

Tra qualche giorno mia moglie partorirà il nostro secondo bambino, ed udire in tv la notizia che una bimba è morta dopo poche ore per tutte una serie di problematiche mi fa male il cuore, mi fa rabbrividire.

Però c’è un però di base.

Chiedereste VOI  a Melotto Enrico di aggiustarvi il motore di una macchina?

No di certo, perché non lo sa fare, e la sua ditta, il Supermercato, non l’ho prevede.

Andare a curarsi in una clinica privata, qualunque di tutta Italia, vuol dire che escludi che per curare la tua patologia non insorgeranno mai problemi e complicazioni.

Le cliniche private, nascono, per fare prettamente alcune cose e solo quelle, non è detto che siano in grado di farne altre od intervenire se subentrano problemi.

E’ noto anche qui a Verona, che ci sono alcune cliniche, che una volta operato il paziente se insorgono problemi subito lo mandano a Borgo Trento.

Sapete quante tonsille operate a Negrar, sono venute a rioperarsi d’urgenza a Borgo Roma?

Io sono intervenuto d’urgenza di notte 10 volte almeno per cose del genere.

Attenzione, ma non per incompetenza dei medici, i medici erano bravi e come, ma perché non c’era l’otorino disponibile di guardia di notte.

La complicanza della Tonsilla sanguinante post operatoria è molto probabile nell’adulto e va calcolata, messa in conto.

 

Io ripeto non giudico i medici e la loro competenza, e non ho voluto parlare troppo della bambina morta, perché non volevo uscire dal discorso, ma ricordatevi che se andate in una clinica privata a farvi operare o curare valutate che sia perfettamente attrezzata per tutte le urgenze possibili del vostro caso, perché altrimenti son cazzi acidi.

 
 
 

FRANCESCO FIORINO NUOVO PRIMARIO OTORINO A LEGNAGO

Post n°4656 pubblicato il 17 Febbraio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

E’ UN GRANDE GRANDISSIMO MEDICO OTTIMO ACQUISTO PER L’ULSS 21!!!

COSI’ SCRIVE L’ARENA!!!

Gaspare Crimi è subentrato come nuovo direttore sanitario dell'Ulss 21 a Gianni Tessari, dimessosi nelle scorse settimane. Il nuovo dirigente è stato presentato l'altro giorno dal dg Massimo Piccoli ai sindaci del territorio e ai dirigenti dell'Ulss 21. Per l'occasione, il direttore generale ha dato anche il benvenuto ai neo primari di Chirurgia, Ernesto Laterza, 57enne dirigente fino al 2009 dello stesso reparto all'ospedale «Oglio Po» di Cremona, e di Otorinolaringoiatria , Francesco Fiorino, 59 anni, fino ad oggi responsabile di Otochirurgia dell'Azienda ospedaliera universitaria integrata di Verona. Crimi, 57 anni, già direttore del Dipartimento interaziendale di Riabilitazione dell'Azienda ospedaliera e dell'Ulss 20 di Verona, ha sintetizzato le attività che promuoverà nell'Ulss 21: «Le nuove sfide saranno costituite dall'integrazione e dal rafforzamento della rete ospedaliera sull'intero territorio. Tutto ciò riguarderà non soltanto il Mater salutis di Legnago, che già offre buone prestazioni, ma anche il San Biagio di Bovolone ed il Centro polifunzionale di Nogara. Già dai prossimi giorni visiterò i vari reparti». Quindi Piccoli ha elencato gli 11 nuovi direttori di dipartimento, individuati in seguito ad una radicale riorganizzazione interna: Paolo Pancera, (Medicina), Andrea Bonetti (Oncologia), Antonio Conti (Servizi), Paolo Bordin (Chirurgia), Pietro Catapano (Materno - infan- tile), Alfredo Zanatta (Continuità assistenziale), Giorgio Morando (Urgenza emergenza), Tommaso Maniscalco (Salute mentale), Carlo Bossi (Dipendenze), Graziano Galbero (Area Prevenzione) e Claudio Martini (Riabilitazione). F.T. 

 

 

 
 
 

LETTERA INVIATA AL PROTOCOLLO

Post n°4655 pubblicato il 17 Febbraio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

NON E’ ANCORA ARRIVATA NESSUNA RISPOSTA

Lettera inviata al Comandante della Polizia Municipale del Distretto di polizia VR5 il 2 Dicembre 2014

Alla cortese attenzione                                             

del COMANDANTE DI POLIZIA

DOTT. MARCO CACCIOLARI

del DISTRETTO DI POLIZIA VR5

OGGETTO : Richiesta di Informazioni + congratulazioni

Egregio Comandante,

mi chiamo Fernando Zorzella, sono infermiere professionale presso l’Ospedale di Verona “Giovanbattista Rossi” detto anche “Ospedale di Borgo Roma”.

Abito a Isola Rizza e gestisco un  blog su internet dal nome “Fernando Online”.

Le scrivo per congratularmi con lei per i risultati ottenuti.

Ho appreso dal quotidiano “L’Arena” che è stata ristrutturata ed ammodernato la sede rendendo migliore e più al passo con i tempi tutta la struttura che vigila sulla nostra sicurezza.

Di questo mi rallegro, perché ogni giorno voi uscite sul territorio e proteggete noi cittadini da tutti quegli eventi che in poco tempo trasformano una vita idilliaca ad un inferno.

Spero che possiate sempre avere a disposizioni i mezzi di cui avete bisogno per fare sempre al meglio il vostro lavoro.

Io non sono tra quelli che maledicono gli autovelox, i posti di blocco o quant’altro, io sono tra quelli che pensano che le regole vanno rispettate e chi è in divisa fa un lavoro che è rischioso minuto dopo minuto.

Vorrei capire, ora come ora, come è organizzato il vostro lavoro, tipo quante pattuglie girano sul territorio, se le varie strutture di videosorveglianza dei vari paesi sono tutte centralizzate li da voi, vorrei conoscere questo e altre cose che lei si sentirà di spiegarmi per capire meglio il suo lavoro o meglio come si sta trasformando la polizia municipale nel tempo e con le nuove normative non sto cercando di certo di farmi gli affari suoi.

La mia è solo sete di conoscenza.

Porgo di nuovo i più sentiti auguri di buon lavoro a lei e a tutto il suo staff, auguri per la nuova sede e di buon lavoro..

Cordiali Saluti

 

Fernando Zorzella

 
 
 

UNA PREGHIERA PER DOMANI

Post n°4654 pubblicato il 15 Febbraio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

SUL LINK QUI SOTTO TROVI UNA RIFLESSIONE

http://www.laparola.it/laparoladidomani.php

LA PREGHIERA PER LA FAMIGLIA

Grazie Signore,

perché ci hai dato l’amore,

capace di cambiare,

la sostanza delle cose.

Quando un uomo e una donna,

diventano uno nel matrimonio,

non appaiono più come creature terrestri

ma sono l’immagine stessa di Dio.

Così uniti non hanno paura di niente.

Con la concordia, l’amore e la pace,

l’uomo e la donna sono padroni,

di tutte le bellezze del mondo.

Possono vivere tranquilli,

protetti dal bene che si vogliono,

Secondo quanto Dio ha stabilito.

Grazie Signore,

 

per l’amore che ci hai regalato.

 
 
 

LETTERA INVIATA AL PROTOCOLLO

Post n°4653 pubblicato il 15 Febbraio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Lettera inviata al Sindaco di Sorbolo (PARMA) il 13/02/2015

Alla cortese attenzione

del SINDACO

di Sorbolo (Parma)

OGGETTO : Complimenti

Egregio Sindaco,

mi chiamo Fernando Zorzella, sono infermiere professionale di 40 anni e lavoro presso l’Ospedale di Verona “Giovanbattista Rossi” detto anche “Ospedale di Borgo Roma”.

Abito a Isola Rizza e gestisco un  blog su internet dal nome “Fernando Online” che può trovare al sito internet: blog.libero.it/isolarizza.

LE SCRIVO PER COMPLIMENTARMI CON LEI PER IL GESTO CHE HA FATTO, DURANTE UN CASO DI EMERGENZA, OVVERO DI PORTARE CON LA PROPRIA AUTO UNA MADRE IN OSPEDALE!!!

IL SUO GESTO FA CAPIRE CHE VOI AMMINISTRATORI LOCALI SIETE I VERI CUSTODI DELLE PERSONE E DEI CITTADINI.

BRAVO BRAVO BRAVO!!!

Porgo di nuovo i più sentiti auguri di buon lavoro a lei e a tutto il suo staff!!!

Cordiali Saluti

 

Fernando Zorzella

 
 
 

INTERROGHIAMO I SINDACI DEL VENETO

Post n°4652 pubblicato il 15 Febbraio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Con questo progetto ogni settimana, spedirò una lettera ai vari Sindaci, cominciando da quelli vicino a noi e allargandomi a macchia d’olio via via sempre più lontano per capire come la pensano su alcuni argomenti.

Qui, in questa rubrica renderò pubblico a chi spedisco la letterae e la successivae rispostae che ne ricevo.

LA LETTERA E’ STATA SPEDITA, QUESTA SETTIMANA, AI SINDACI DEI PAESI DI:

Boschi Sant’anna - Brentino Belluno

TESTO DELLA LETTERA:

Il testo è un template perché occorre aggiornarlo per ogni comune

https://drive.google.com/file/d/0B__abHivD4zBVF8wcXIwMGVvWmM/view?usp=sharing

NUMERO SINDACI CHE HANNO RISPOSTO?

1

TESTI PERVENUTI A ME COME RISPOSTA!

SINDACO DI OPPEANO

Clicca sul link qui sotto per leggere la risposta

 

https://drive.google.com/file/d/0B__abHivD4zBa2k5dkFQNklyZC1HMTJOdlU5RHI0XzZzaG1N/view?usp=sharing

 
 
 

ARROW – ANTICIPAZIONE EPISODIO DI DOMANI

Post n°4651 pubblicato il 15 Febbraio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

DOMANI SU ITALIA 1 ALLE ORE 22.00

3° Stagione episodio 5

Titolo: LE ORIGINI SEGRETE DI FELICITY SMOAK

 

In un flashback vediamo Felicity, quando era ancora studentessa del college, che, insieme a quello che allora era il suo ragazzo, Cooper, e un loro amico, era impegnata a creare un virus molto potente in grado di hackerare qualunque struttura informatica. Il ragazzo di Felicity però vuole usare il virus per fare a suo modo giustizia cancellando alcuni debiti degli studenti, ma il suo attacco hacker viene rintracciato e il ragazzo arrestato. Nel presente Felicity riceve l'inaspettata visita della madre, che in più occasioni la mette in imbarazzo con i suoi amici e con il suo datore di lavoro Palmer. All'improvviso la città subisce un massiccio attacco di cyber-terrorismo che manda in confusione la città; Felicity si mette perciò al lavoro per rintracciare i responsabili dell'attacco. La donna però riconosce nel virus alla base dell'attacco quello stesso virus che anni prima aveva creato al college; Oliver si reca allora dall'ex-amico di Felicity scoprendo però che non ha nulla a che fare con l'attacco a Starling, perciò Oliver inizia a pensare che il responsabile sia l'ex-ragazzo di Felicity, ma la donna rivela che quest'ultimo si era tolto la vita in carcere tempo prima. Felicity torna a casa per parlare con la madre, con la quale ha litigato perché si era resa conto che era troppo diversa da come la madre l'avrebbe voluta. Mentre discutono però si scopre che la madre di Felicity era stata chiamata a Starling con l'inganno, quando all'improvviso degli uomini irrompono nella stanza rapendo le due donne. Si scopre che colui che le ha fatte rapire, nonché responsabile del cyber-attacco, non è altri che Cooper. La sua presunta morte era stata solo una messinscena: il ragazzo aveva iniziato a collaborare con l'NSA in cambio della libertà e ora che finalmente è veramente libero vuole lanciare un attacco hacker alla banca centrale di Starling per rubare i soldi, ma per farlo ha bisogno dell'aiuto di Felicity che riesce a ottenere minacciando la madre della ragazza. Felicity però riesce anche a mettersi in contatto con i suoi amici così Oliver, Roy e Diggle riescono ad arrivare in tempo per fermare Cooper e i suoi uomini. Alla fine della vicenda Felicity si riappacifica con la madre comprendendo che la donna le ha sempre voluto bene ed è sempre stata disponibile per lei. Nel frattempo Laurel è sempre più arrabbiata per la morte di Sara; il padre la convince a parlare con qualcuno di quello che la tormenta visto che la ragazza non ne vuole parlare con lui; Laurel così racconta a Ted Grant, il suo allenatore, quanto accaduto alla sorella. Nel finale si vede Roy che ha degli incubi sulla morte di Sara: il ragazzo sogna di essere il responsabile dell'omicidio.

 
 
 

FOCUS SETTIMANALE SUL CONSIGLIO DEI MINISTRI!

Post n°4650 pubblicato il 15 Febbraio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Con questa rubrica seguiremo giornalmente la vita del nostro CONSIGLIO DEI MINISTRI.

CONSIGLIO DEI MINISTRI : GOVERNO RENZI : NUMERO 49

 

http://www.governo.it/Governo/ConsiglioMinistri/dettaglio.asp?d=77851

 
 
 

“L’ARENA” : LA SETTIMANA SCORSA HA PARLATO DI ISOLA RIZZA

Post n°4649 pubblicato il 15 Febbraio 2015 da FernandoIR
 
 
 

PROGETTIAMO PER TEMPO IL FINE SETTIMANA

Post n°4648 pubblicato il 15 Febbraio 2015 da FernandoIR
 
 
 

RUBRICA NUOVA! RUBRICA MODIFICATA!

Post n°4647 pubblicato il 15 Febbraio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Fernando Online segnala le seguenti novità:

 

- APP DEL NANDO SUL VOSTRO CELLULARE : Con questa rubrica vi segnalo le nuove app che mi sono installato e che vi consiglio. Voi potete pure consigliarmene altre.

 
 
 

UNITI AL NOSTRO SINDACO LUNEDI' 16 FEBBRAIO

Post n°4646 pubblicato il 14 Febbraio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

PIAZZA PULITA LA7. Lunedi la troupe della trasmissione di La7 che ha ospitato il sindaco lunedi 9, sarà ad Isola Rizza per organizzare un collegamento in diretta lunedi 16 a partire dalle ore 21:10. Ci saranno circa 40 sindaci di tutta la provincia, e non solo. Si parlerà di tagli ai trasferimenti agli enti locali, aumento delle tasse e tanto ancora. TUTTO LA CITTADINANZA DI ISOLA RIZZA è INVITATA. Verrà attivato in auditorium e in sala civica un collegamento in streaming per assistere alla diretta.

 
 
 

IL VANGELO DELLA DOMENICA ED IL COMMENTO

Post n°4645 pubblicato il 14 Febbraio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Di seguito il vangelo di domani!

In quel tempo, venne da Gesù un lebbroso, che lo supplicava in ginocchio e gli diceva: «Se vuoi, puoi purificarmi!». Ne ebbe compassione, tese la mano, lo toccò e gli disse: «Lo voglio, sii purificato!». E subito la lebbra scomparve da lui ed egli fu purificato. 
E, ammonendolo severamente, lo cacciò via subito e gli disse: «Guarda di non dire niente a nessuno; va’, invece, a mostrarti al sacerdote e offri per la tua purificazione quello che Mosè ha prescritto, come testimonianza per loro». 
Ma quello si allontanò e si mise a proclamare e a divulgare il fatto, tanto che Gesù non poteva più entrare pubblicamente in una città, ma rimaneva fuori, in luoghi deserti; e venivano a lui da ogni parte.

Di seguito l’omelia!

Per paura del contagio, gli ebrei allontanavano dai centri abitati tutti quelli che erano stati colpiti dalla lebbra. Questi sventurati dovevano vivere appartati, lontani da tutti, e da tutti schivati. Il lebbroso veniva considerato come un essere pericoloso, condannato alla solitudine e all'abbandono. In caso di guarigione, il lebbroso doveva presentarsi dal sacerdote, il quale, constatato l'avvenuto risanamento, riammetteva il fratello nella società.
I commentatori del Vangelo hanno sempre visto nel miracolo riportato nel brano di oggi un miracolo ancora più grande e importante: quello della nostra guarigione dal peccato. Come Gesù ha voluto guarire quel povero lebbroso, così, e ancora di più, vuole guarire anche noi dalla lebbra del peccato. Il peccato, come la lebbra, porta alla morte, non però del corpo, ma della vita spirituale.
Vi è un particolare che accomuna la lebbra al peccato: la sua natura contagiosa. Il peccato tende sempre ad allargare la sua influenza, e non è raro il caso in cui l'uomo venga contagiato dal cattivo esempio degli altri. Di fronte al peccato, l'uomo ha solo una possibilità: ricorrere al Signore, con la fiducia di essere guarito, supplicando Gesù come il lebbroso del Vangelo: «Se vuoi, puoi purificarmi!» (Mc 1,40).
Quando uno si pente sinceramente dei suoi peccati, Gesù subito lo perdona; ma, come al lebbroso del Vangelo, dice: «Va' a mostrati al sacerdote» (Mc 1,44). Il sacerdote doveva verificare l'avvenuta guarigione e riammettere il lebbroso sanato alla vita comunitaria. Anche se siamo sinceramente pentiti, se siamo consapevoli di aver peccato mortalmente, non possiamo ricevere la Comunione, dobbiamo prima presentarci al sacerdote per ricevere l'assoluzione sacramentale. Egli verificherà il nostro pentimento e, in Nome di Dio, ci donerà il perdono dei nostri peccati.
Questa dottrina è stata da sempre insegnata dalla Chiesa, anche nell'ultimo Catechismo, e, con parole molto forti, dal papa Giovanni Paolo II. Il Papa, nell'Enciclica Ecclesia de Eucharistia, citava innanzitutto il Catechismo, quando dice: «Chi è consapevole di aver commesso un peccato grave, deve ricevere il sacramento della Riconciliazione prima di accedere alla Comunione» (CCC, n. 1385); inoltre, poco prima, citava san Giovanni Crisostomo, il quale, in una sua omelia, così scriveva: «Anch'io alzo la voce, supplico, prego e scongiuro di non accostarci a questa sacra Mensa con una coscienza macchiata e corrotta. Un tale accostamento, infatti, non potrà mai chiamarsi comunione, anche se tocchiamo mille volte il corpo del Signore, ma condanna, tormento e aumento di castighi».
Ascoltando queste parole non possiamo rimanere indifferenti. Il messaggio di Giovanni Paolo II è stato molto chiaro. Con l'assoluzione sacramentale, quando il sacerdote pronuncia su di noi le parole di perdono, noi, come il povero lebbroso del Vangelo, entriamo in contatto con la misericordia stessa di Gesù e veniamo lavati nel suo Sangue Divino.
Gesù continua a mandare i lebbrosi dal sacerdote, i lebbrosi piagati dal peccato. Le parole che il sacerdote pronuncia al termine della Confessione non sono una semplice dichiarazione dell'avvenuto perdono, ma compiono una autentica trasformazione. Il sacerdote, in quel momento, è Cristo stesso che perdona e guarisce interiormente, usando la formula in prima persona: Io ti assolvo dai tuoi peccati.
Da questa riflessione deve nascere in noi una grande stima per questo Sacramento istituito per liberare l'uomo dal peccato. Per fare una buona Confessione dobbiamo fare nostro l'atteggiamento del lebbroso di cui parla il Vangelo, dobbiamo pertanto riconoscere il male che è dentro di noi. Non si va dal confessore per giustificarci o per dire i peccati degli altri, ma per manifestare semplicemente le colpe che abbiamo commesso.
Ai giorni d'oggi, molto spesso, si è perso il senso del peccato, e ci si sente a posto davanti a Dio. Altre volte il nostro accecamento arriva al punto da non riconoscere l'autorità della Chiesa che ci richiama sulla gravità di alcuni peccati.
Preghiamo che il Signore apra bene gli occhi del nostro cuore, affinché, con umiltà, riconosciamo la nostra miseria. Dio sarà subito pronto a perdonarci e ad innalzarci ancora più di prima. Ma, se manca questa umiltà, noi rimarremo sempre nel nostro accecamento e continueremo a vivere in questa illusione, la più pericolosa che ci possa essere.

>>> IMPORTANTE <<<

C’E’ DA FINIRE DI RIPARARE IL TETTO DELLA PARROCCHIA, ABBIAMO LA FORTUNA CHE IN PAESE C’E’ DON ANGELO CHE E’ CAPACE DI REALIZZARE E FINIRE GRANDI LAVORI.

PARTECIPIAMO ALLA MESSA TUTTI E SIAMO GENEROSI E TUTTO SI SISTEMERA’ SENZA GROSSI ESBORSI.

Siamo in 3000 e passa in paese, se facciamo i conti che 2000 siano cristiani credenti, andando tutte le settimane a messa e dando 1 euro a persona in un anno senza accorgersi diamo alla parrocchia 104.000 euro, dai ce la possiamo fare.

 

DAI AMICI RESTIAMO UNITI CON IL NOSTRO PARROCCO.

 
 
 

IL SEGRETO – COSA VEDREMO LA PROSSIMA SETTIMANA

Post n°4644 pubblicato il 14 Febbraio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

GIORNO PER GIORNO TUTTI I SEGRETI DELLA PROSSIMA SETTIMANA

Fernando Online ogni sabato vi presenta le anticipazioni sulle puntate della prossima settimana della Soap che sta mietendo un numero di successi impressionante.

·         Domenica 15 febbraio 2015: Raimundo offrirà il suo aiuto a Gonzalo ed a Maria, mentre Hipolito, ora che Dolores pare aver accettato Quintina, cercherà di organizzare il matrimonio con la bella artista circense. Intanto, l’ex locandiere, che ha avuto modo di smascherare Francisca e il suo perfido piano, avrà un’accesa discussione con la nobildonna. Nel frattempo Maria e Gonzalo riceveranno una proposta interessante da parte di Tristan, il quale desidererà progettare le nuove abitazioni per i contadini.

·         Lunedì 16 febbraio 2015: Francisca e Raimundo litigheranno e la donna non potrà che dichiarargli tutto l’odio e il disprezzo che sente per lui. Nella questione, ci sarà anche l’intervento di Don Anselmo, che spingerà la nobildonna a perdonare l’uomo che ha amato. ma ciò non avverrà. Intanto Fernandoproporrà a suo padre il suo piano: uccidere Pia e Olmo , per questo, ingaggerà un sicario, l’amico Federico. Nel frattempo, Tristan riceverà una visita inaspettata e gradita: Aurora Castro! Candela, invece, lo aspetterà invano dato l’appuntamento che si erano dati.

·         Martedì 17 febbraio 2015: Tristan, dopo l’arrivo della figlia, sarà al settimo cielo e si dedicherà esclusivamente a lei. Nella vita dell’ex capitano, non ci sarà più posto per Candela? La Mendizabal, intanto, si sentirà come messa da parte. Francisca e Raimundo, invece, si separeranno, mentre Mariana noterà che Soledad si sia riavvicinata a Olmo Mesia e riferirà quanto visto al parroco. In realtà la figlia della Montenegro, desidera solo vendicarsi del figlio di Fernando. Inoltre, Doloresvorrebbe per suo figlio una cerimonia sfarzosa, contrariamente a Quintina, invece, che invece sogna delle nozze intime e modeste.

·         Mercoledì 18 febbraio 2o15: Aurora Castro vivrà i primi momenti a Puente Viejo con molto disagio e verrà coinvolta in un progetto di beneficenza, dati i suoi studi di medicina. Intanto Soledad continuerà a far credere ad Olmo Mesia di aver riscoperto l’amore per lui, ma l’uomo ignora il suo piano.

·         Giovedì 19 febbraio 2015: Tristan racconterà ad Aurora le circostanze della morte della madre, mentre donna Francisca continuerà ad avere verso la nipote un atteggiamento piuttosto ostile. Olmo, invece, confiderà ad una sconvolta Soledad il suo piano: rapire il figlio di Pia una volta nato. Il perfido progetto prevede, inoltre, anche la definitiva sparizione di Pia: l’uomo è intenzionato ad ucciderla?

·         Venerdì 20 febbraio 2015: Soledad, una volta scoperta la verità, si recherà da Mariana, sperando di fermare il piano diabolico di Olmo. Intanto, i sicari hanno già raggiunto la casa di Pia e di Roque. Aurora avrà un atteggiamento piuttosto ostile verso Candela ed inizierà a sentirsi a proprio agio anche con Francisca. Maria, invece, comincerà a notare le differenza tra la timida e riservata cugina conosciuta attraverso la fitta corrispondenza e l’Aurora giunta a Puente Viejo

 

·         Sabato 21 febbraio 2015: Se Aurora inizierà a mostrare una certa simpatia per Francisca, la donna cercherà di prendere le distanze dalla ragazza. Raimundo sarà sempre più triste e i suoi comportamenti desteranno preoccupazioni in Gonzalo e Tristan. Soledad cercherà di attirare Olmo Mesia nella tresca mentre Rosario e Marina avranno un incontro con Roque: riusciranno a metterlo al corrente del piano spietato di Mesia? Intanto Maria, che avrà un contatto con Gonzalo e per questo  si negherà a suo marito che la lascerà sola.

 
 
 

IN COLLEGAMENTO CON “INSIEME PER ISOLA RIZZA”

Post n°4643 pubblicato il 14 Febbraio 2015 da FernandoIR
 
 
 

NEWS COMUNALE DA RICORDARE IL SABATO

Post n°4642 pubblicato il 14 Febbraio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

CALENDARIO RACCOLTA RIFIUTI 2015

http://www.comune.isolarizza.vr.it/cms/public/allegati/file_54cb3b141cbf4.pdf

Istituzione dell’elenco dei volontari individuali per progetti di servizio civico di pubblica utilità nel Comune di Isola Rizza

http://www.comune.isolarizza.vr.it/dettaglio_news.php?id=477&ln=it

BANDO AFFITTI 2014 RELATIVO AL CANONE DI LOCAZIONE 2013. SCADENZA DOMANDE 11 FEBBRAIO 2015

http://www.comune.isolarizza.vr.it/dettaglio_news.php?id=473&ln=it

BANDO DI CONCORSO PER L'ASSEGNAZIONE DI UNA BORSA DI STUDIO A.S. 2013/2014

http://www.comune.isolarizza.vr.it/dettaglio_news.php?id=480&ln=it

TESSERAMENTO AERONAUTICA

http://www.comune.isolarizza.vr.it/dettaglio_news.php?id=481&ln=it

TESSERAMENTO PRO LOCO

http://www.comune.isolarizza.vr.it/dettaglio_news.php?id=482&ln=it

CARNEVALE IN PIAZZA

 

http://www.comune.isolarizza.vr.it/dettaglio_news.php?id=483&ln=it

 
 
 

COSA SONO LE MARCE SILENZIOSE?

Post n°4641 pubblicato il 14 Febbraio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Perchè marciare in silenzio ed ordinati?

Le ragioni che hanno indotto a lanciare tale forma di espressione sono molteplici e determinate da situazioni proprie del movimentismo Veneto e dal momento socio – culturale – economico in cui viviamo.

 Spero di non offendere nessuno nell’affermare che, purtroppo, ancora non siamo riusciti a declinare un linguaggio che ci affratelli fra veneti; anzi, sovente, varie anime e cuori del movimento “venetista” si sono aspramente combattuti ottenendo l’unico ovvio risultato di rafforzare la posizione di debolezza.

L’accertamento della ragione o del torto in questi scontri non ha assolutamente migliorato la vita della Gente Veneta.

IN SILENZIO, quindi, per imparare a stare vicini, per capire che siamo fratelli, per unirci sotto l’unica bandiera.

IN ORDINE, per superare le gazzarre, per capire che solo in un ragionevole ordine vi può essere il superamento del caos italico, per imparare a stare al proprio posto senza questioni di precedenza.

E per chi ci guarda silenzio ed ordine sono una novità. Gli italiani parlano, parlano, parlano ….fanno confusione, vivono della confusione e delle chiacchere.

Molti Venti si stanno abituando a questo insulso modo di vivere ma la maggior parte continua a sentirlo estraneo.

Nella confusione si cerca l’ordine, nel frastuono il silenzio.

Una marcia con la nostra bandiera nel centro delle nostre città e, magari, di tutti i paesi, significa coraggio di mostrarsi con la volontà di riprenderci ciò che è nostro e che da tempo è illegittimamente occupato. Il centro delle città, le piazze, i luoghi di particolare valore rappresentano il cuore di una società, non per niente gli occupanti vi fanno sventolare il tricolore. Nelle nostre piazze soggiornano e sfilano i rappresentanti, gli agenti ed i servitori dell’occupante. Con la nostra marcia vogliamo cominciare a far capire che i tempi sono cambiati, che i veneti vogliono e stanno riprendendosi ciò che è loro.

Non ci saranno altri simboli all’infuori della Sacra Bandiera Veneta Marciana

Cliccando sul link qui sotto troverete vari reportage video

https://www.youtube.com/watch?v=BUrYwnV0oyc

https://www.youtube.com/watch?v=UskRDotow-M

 

https://www.youtube.com/watch?v=b49k_plsoHw

 
 
 

OTTIMO IL PROVVEDIMENTO SULLA MOBILITA’ DEI DIPENDENTI PUBBLICI

Post n°4640 pubblicato il 14 Febbraio 2015 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Clicca sul link qui sotto per avere tutte le informazioni se ne sei interessato

http://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_13_1_1.wp;jsessionid=A5784F40F36F05340628D5319B3F4F9F.ajpAL03?previsiousPage=homepage&contentId=COM1113508

Clicca sul link qui sotto per avere tutte le informazioni se ne sei interessato

 

http://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_1_8_1.wp?previsiousPage=mg_16_1&contentId=SDC1102637

 
 
 
Successivi »