FERNANDO ONLINE

Di Zorzella Fernando

Creato da FernandoIR il 14/04/2011

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

I miei link preferiti

 

TUTTI GLI INDIPENDENTISTI DI EUROPA

Post n°4087 pubblicato il 12 Settembre 2014 da FernandoIR
 
 
 

BANDIERE VENETISTE SUL PIAVE

Post n°4086 pubblicato il 12 Settembre 2014 da FernandoIR
 
 
 
 
 

COME HANNO FATTO A SVENDERE L’ITALIA? 7° PUNTATA DI 12

Post n°4084 pubblicato il 12 Settembre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Abbiamo avuto anni di privatizzazione, saccheggio dell'economia produttiva e l'esplosione della bolla della finanza derivata. Questa stessa strategia di destabilizzazione riparte oggi, quando l'Europa continentale viene nuovamente attratta, anche se non come promotrice e con prospettive ancora da definire, nel grande progetto di infrastrutture di base del Ponte di Sviluppo Eurasiatico.[11]
Qualche anno dopo la magistratura italiana procederà contro Soros, ma senza alcun successo. Nell'ottobre del 1995, il presidente del Movimento Internazionale per i Diritti Civili-Solidarietà, Paolo Raimondi, presentò un esposto alla magistratura per aprire un'inchiesta sulle attività speculative di Soros & Co, che avevano colpito la lira. L'attacco speculativo di Soros, gli aveva permesso di impossessarsi di 15.000 miliardi di lire. Per contrastare l'attacco, l'allora governatore della Banca d’Italia, Carlo Azeglio Ciampi, bruciò inutilmente 48 miliardi di dollari.
Su Soros indagarono le Procure della Repubblica di Roma e di Napoli, che fecero luce anche sulle attività della Banca d'Italia nel periodo del crollo della lira. Soros venne accusato di aggiotaggio e insider trading, avendo utilizzato informazioni riservate che gli permettevano di speculare con sicurezza e di anticipare movimenti su titoli, cambi e valori delle monete.
Spiegano il Presidente e il segretario generale del "Movimento Internazionale per i Diritti Civili - Solidarietà", durante l'esposto contro Soros:
È stata... annotata nel 1992 l 'esistenza... di un contatto molto stretto e particolare del sig. Soros con Gerald Carrigan, presidente della Federal Reserve Bank di New York, che fa parte dell'apparato della Banca centrale americana, luogo di massima circolazione di informazioni economiche riservate, il quale, stranamente, una volta dimessosi da questo posto, venne poi immediatamente assunto a tempo pieno dalla finanziaria "Goldman Sachs & co." come presidente dei consiglieri internazionali. La Goldman Sachs è uno dei centri della grande speculazione sui derivati e sulle monete a livello mondiale. La Goldman Sachs è anche coinvolta in modo diretto nella politica delle privatizzazioni in Italia. In Italia inoltre, il sig. Soros conta sulla strettissima collaborazione del sig. Isidoro Albertini, ex presidente degli agenti di cambio della Borsa di Milano e attuale presidente della "Albertini e co. SIM" di Milano, una delle ditte guida nel settore speculativo dei derivati. Albertini è membro del consiglio di amministrazione del "Quantum Fund" di Soros.

 
 
 

DIRETTAMENTE DALL’UFFICIO DEL SINDACO!!!

Post n°4083 pubblicato il 12 Settembre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

In questa rubrica vengono messi in luce i comunicati più interessanti della nostra amministrazione.

IL SINDACO O I COMPONENTI DI TUTTA L’AMMINISTRAZIONE la possono usare per inviare comunicati inviandomi il testo via mail all’indirizzo: fernandozorzella@gmail.com o al numero di cellulare 3289232363

TESTO DI OGGI

RELAZIONE DI INIZIO MANDATO
http://www.comune.isolarizza.vr.it/cms/public/allegati/file_54101a1841549.pdf

 

 

 
 
 
 
 

C’E’ SOLO DA DECIDERE LA DATA DI INIZIO DELLA TERZA GUERRA MONDIALE

Post n°4081 pubblicato il 11 Settembre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Per quello che mi riguarda, c’è solo da sedersi e decidere a tavolino la data di inizio della terza guerra mondiale, perché ormai è iniziata in tutto il suo splendore, c’è solo da decire che data metteremo sui libri di scuola.

Ormai, è inutile, nascondersi e fare finta di niente, ci siamo dentro punto e basta.

C’è solo da dimostrarsi un popolo con le palle e dire basta, noi non ci stiamo, noi non partiamo.

Adesso, a fronte di tutto ciò che sta succedendo, e come si stanno comportando i nostri governanti a cosa è servito RICORDARE PER ANNI E DECENNI, GLI INIZI DELLE DUE GUERRE MONDIALI.

A cosa sono serviti tutti i stracagaio di soldi spesi per organizzare, incontri, mostre, serate a tema, gite per i bambini per ricordare sempre ed incessantemente a tutti grandi e piccoli che erano stati dei grandi sbaglie dei grandi errori.

A niente sono serviti.

Ricordare i morti, i caduti, ereggere monumenti a destra e a manca, in onore dei caduti non è servito a niente, perché siamo pronti, siamo sempre pronti a ricominciare.

OBAMA NON PASSA GIORNO CHE NON STRIGLIA I GOVERNANTI EUROPEI PERCHE’ SPENDONO POCO IN ARMI.

RENZI DICE CHE LE SPESE MILITARI VANNO TOLTE DAL CONTEGGIO DEL DEFICIT EUROPEO.

BASTA, BASTA, NESSUNO HA LE PALLE PER DIRE BASTA E A CASA NOSTRA COMANDIAMO NOI E SE NON VOGLIAMO PARTIRE NON PARTIAMO.

Basta festeggiare o commemorare i morti, il 25 aprile, il 2 novembre, basta perché non serve a niente tra poco si ripartirà ancora e si ricomincerà.

 

COSA E’ SERVITO TUTTO QUELLO CHE E’ STATO FATTO PER CERCARE DI FAR CAPIRE CHE SI E’ SBAGLIATO.

 
 
 

SANITA’ E SICUREZZA, UNA FORZA PER IL PAESE E NON UNA SPESA

Post n°4080 pubblicato il 11 Settembre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Sono contrario nel considerare la spesa sanitaria e la spesa sulla sicurezza intenra del paese Italia come una spesa e non una forza.

Sanità r sicurezza sono spese su cui vanno messe risorse e dove è utile credere ed investire.

 

 

 
 
 

COME HANNO FATTO A SVENDERE L’ITALIA? 6° PUNTATA DI 12

Post n°4079 pubblicato il 11 Settembre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

L'inizio fu concertato dal Fondo Monetario Internazionale, che, come aveva fatto in altri paesi, voleva privatizzare selvaggiamente e svalutare la nostra moneta, per agevolare il dominio economico-finanziario dell'élite. L'incarico di far crollare l'economia italiana venne dato a George Soros, un cittadino americano che tramite informazioni ricevute dai Rothschild, con la complicità di alcune autorità italiane, riuscì a far crollare la nostra moneta e le azioni di molte aziende italiane.
Soros ebbe l'incarico, da parte dei banchieri anglo-americani, di attuare una serie di speculazioni, efficaci grazie alle informazioni che egli riceveva dall'élite finanziaria. Egli fece attacchi speculativi degli hedge funds per far crollare la lira. A causa di questi attacchi, il 5 novembre del 1993 la lira perse il 30% del suo valore, e anche negli anni successivi subì svalutazioni.
Le reti della Banca Rothschild, attraverso il direttore Richard Katz, misero le mani sull'Eni, che venne svenduta. Il gruppo Rothschild ebbe un ruolo preminente anche sulle altre privatizzazioni, compresa quella della Banca d'Italia. C'erano stretti legami fra il Quantum Fund di George Soros e i Rothschild. Ma anche numerosi altri membri dell'élite finanziaria anglo-americana, come Alfred Hartmann e Georges C. Karlweis, furono coinvolti nei processi di privatizzazione delle aziende e della Banca d'Italia. 
La Rothschild Italia Spa, filiale di Milano della Rothschild & Sons di Londra, venne creata nel 1989, sotto la direzione di Richard Katz. Quest'ultimo diventò direttore del Quantum Fund di Soros nel periodo delle speculazioni a danno della lira. Soros era stato incaricato dai Rothschild di attuare una serie di speculazioni contro la sterlina, il marco e la lira, per destabilizzare il sistema Monetario Europeo. Sempre per conto degli stessi committenti, egli fece diverse speculazioni contro le monete di alcuni paesi asiatici, come l'Indonesia e la Malesia. Dopo la distruzione finanziaria dell'Europa e dell'Asia, Soros venne incaricato di creare una rete per la diffusione degli stupefacenti in Europa.
In seguito, i Rothschild, fedeli al loro modo di fare, cercarono di far cadere la responsabilità del crollo economico italiano su qualcun altro. Attraverso una serie di articoli pubblicati sul Financial Times, accusarono la Germania, sostenendo che la Bundesbank aveva attuato operazioni di aggiotaggio contro la lira. L'accusa non reggeva, perché i vantaggi del crollo della lira e della svendita delle imprese italiane andarono agli anglo-americani. 
La privatizzazione è stata un saccheggio, che ancora continua. Spiega Paolo Raimondi, del Movimento Solidarietà: 

 
 
 

IL CONSIGLIO DELLA SETTIMANA AL SINDACO ELISA

Post n°4078 pubblicato il 11 Settembre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

E’ una rubrica costruttiva!!!

Nel scrivere questi consigli mi pongo nella posizione di essere non un semplice Consigliere fantasma, ma di essere una specie di Consigliere Particolare del Sindaco!!!

Avete capito bene, ho scritto correttamente!!!

La rubrica non esce tutti i lunedì!

Il SINDACO si deve sentire in diritto di chiamarmi in qualunque momento per ogni delucidazione, tramite la linea rossa: 3289232363

Consiglio numero 5:

Per stimolare sempre di più la diminuzione del rifiuto SECCO. Ti consiglio di fornirci del numero di sacchetti giusti che servono durante l’anno per conferire il secco. Per esempio ci sono 15 raccolte all’anno di secco? Fornisci ogni famiglia di 30 sacchetti, con l’obbligo di usare solo quelli, e stimolare a la gente a far capire che bisogna far in modo che solo quei sacchetti si possono usare e si conferisce solo quello che ci sta in quei sacchetti.

Ciao Elisa a presto!!!

FERNANDO ONLINE HA SPOSATO GIA’ DA TEMPO UNA CAMPAGNA MENSILE DI STIMOLO ALLA DIMINUZIONE DEL RIFIUTO SECCO.

 

Consiglio numero 6:

 
 
 

CLUB DEL “ SPARTACO DAL VOLON”

Post n°4077 pubblicato il 11 Settembre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

UN SALUTO AL MIO AMICO SPARTACO!!!

I CARTONI ANIMATI DEL DINO DA SANDRA’

?

5 DETTI DI SPARTACO ALLA SETTIMANA, Tratti dalla sua pagina face book!

Quando ghé barufe, incidenti e sposi, se unise i curiosi.

Se el pastor el va a spasso, el lupo se fa grasso.

Quando uno el fa quel chel vol,no l'ha mai sbaglià.

L'è povero quel viso,indò no gh'è soriso.

 

Le robe fate par forsa, no le val na scorsa.

 
 
 
 
 

L’AGRICOLTURA DEVE ESSERE FREE TAX

Post n°4075 pubblicato il 10 Settembre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Quante volte da piccolo, ho sentito dire che gli agricoltori devono essere massacrati di tasse, perché non le pagano o ne pagano poche.

Infatti, a forza di essere sulla bocca di tanti, questa cosa piano piano è diventata realtà e le tasse per gli agricoltori sono aumentate e diminuiti i privilegi.

SIAMO SICURI DI NON AVER COMMESSO UN’EMERITA CAZZATA?

E SE AVER PUNTATO DIVERSAMENTE SULL’AGRICOLTORI IN TEMPI ADDIETRO, FOSSE STATA LA CARTA VINCENTE PER COMBATTERE QUESTA CRISI?

Quante persone lavoravano in agricoltura anni fa?

Quante vi lavorano adesso?

Quante persone chiamavano a lavorare gli agricoltori d’estate e quante ne chiamano adesso?

E se si fosse creato, in agricoltura, una nicchia un sistema di tassazione che non spingesse l’agricoltore a meccanizzare forzatamente le aziende, per far si che ci fosse un settore che comunque richiamasse molta forza lavoro, non sarebbe stato meglio?

LO SAPETE CHE IO MI CONSIDERO UN AGRICOLTORE E NON SONO PROPRIO COSI’ SICURO CHE SI E’ FATTO UNA GRAN FURBATA.

Si alcune tasse è giusto che fossero riviste, ma comunque sull’agricoltura si è combattuta una guerra che è stata deleterea al massimo.

Da noi non succede, ma in certi posti dell’Italia, bruciano le macchine agricole, le vendemmiatrici per esempio.

Hanno torto?

Sicuramente si, perché non si deve distruggere la roba altrui o commettere vandalismo, ma fino a quando una persone deve sopportare, di aver perso un lavoro perché il contadino ha più convenienza a comprare una macchina e a mantenerla che non assumere della gente.

 

IO SONO CON GLI AGRICOLTORI, PERCHE’ E’ DALL’AGRICOLTURA CHE IL MONDO NASCE E CRESCE, E’ L’AGRICOLTURA LA BASE DI TUTTO E QUINDI ANCHE L’IMPOSIZIONE FISCALE DEVE TENER CONTO DI QUESTO.

 
 
 

RENZI VA A PARLARE AGLI SCOUT, UNA COSA CHE MI HA FATTO RABBRIVIDIRE

Post n°4074 pubblicato il 10 Settembre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

E’ successo, quando io ero in ferie giù in Sicilia, ovvero durante un raduno degli Scout, quei tipici raduni estivi, il Presidente del Consiglio renzi è andato a parlare e a tenere un incontro.

IO LO TROVO FUORI LUOGO!!!

Lo trovo fuori luogo non per Renzi, ma lo trovo fuori luogo che un Presidente del Consiglio, ogni presidente del consiglio, vada a parlare a gruppi religiosi.

Il paese è allo sbando, ed è in crisi, non c’è niente da insegnare se non hai prima risolto tutti i problemi del paese.

Non si ha gnente da insegnare se la gente soffre e vive nella difficoltà.

Non si può impostare un discorso, sui farò, abbiamo intenzione, ecc.

Io la chiamo praticamente campagna elettorale e anche sporca, perché vai a parlare a ragazzi che magari non sono ancora maggiorenni e vai con l’intenzione di farteli amici perché, appena diventeranno maggiorenni speri che ti votino.

 

NO, MI DISPIACE, MA IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO NON HA PROPRIO NIENTE D A INSEGNARE A NESUNO SE PRIMA NON RISOLVE I PROBLEMI CHE LUI E’ ANDATO LI PER RISOLVERE.

 
 
 

COME HANNO FATTO A SVENDERE L’ITALIA? 5° PUNTATA DI 12

Post n°4073 pubblicato il 10 Settembre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Anni dopo, l'ex ministro Scotti confesserà a Cirino Pomicino: "Tutto nacque da una comunicazione riservata fattami dal capo della polizia Parisi che, sulla base di un lavoro di intelligence svolto dal Sisde e supportato da informazioni confidenziali, parlava di riunioni internazionali nelle quali sarebbero state decise azioni destabilizzanti sia con attentati mafiosi sia con indagini giudiziarie nei confronti dei leaders dei partiti di governo". 
Una delle riunioni di cui parlava Scotti si svolse il 2 giugno del 1992, sul panfilo Britannia, in navigazione lungo le coste siciliane. Sul panfilo c'erano alcuni appartenenti all'élite di potere anglo-americana, come i reali britannici e i grandi banchieri delle banche a cui si rivolgerà il governo italiano durante la fase delle privatizzazioni (Merrill Lynch, Goldman Sachs e Salomon Brothers).
In quella riunione si decise di acquistare le aziende italiane e la Banca d'Italia, e come far crollare il vecchio sistema politico per insediarne un altro, completamente manovrato dai nuovi padroni. A quella riunione parteciparono anche diversi italiani, come Mario Draghi, allora direttore delegato del ministero del Tesoro, il dirigente dell'Eni Beniamino Andreatta e il dirigente dell'Iri Riccardo Galli. Gli intrighi decisi sulla Britannia avrebbero permesso agli anglo-americani di mettere le mani sul 48% delle aziende italiane, fra le quali c'erano la Buitoni, la Locatelli, la Negroni, la Ferrarelle, la Perugina e la Galbani.
La stampa martellava su "Mani pulite", facendo intendere che da quell'evento sarebbero derivati grandi cambiamenti. 
Nel giugno 1992 si insediò il governo di Giuliano Amato. Si trattava di un personaggio in armonia con gli speculatori che ambivano ad appropriarsi dell'Italia. Infatti, Amato, per iniziare le privatizzazioni, si affrettò a consultare il centro del potere finanziario internazionale: le tre grandi banche di Wall Street, Merrill Lynch, Goldman Sachs e Salomon Brothers.
Appena salito al potere, Amato trasformò gli Enti statali in Società per Azioni, valendosi del decreto Legge 386/1991, in modo tale che l'élite finanziaria li potesse controllare, e in seguito rilevare.

 
 
 

“L’ARENA” PARLA DI ISOLA RIZZA

Post n°4072 pubblicato il 10 Settembre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Articoli tratti dal quotidiano “L’Arena”!!!

UN SALUTO APRTICOLARE AL GIORNALISTA “FABIO TOMELLERI”
Articolo del 09/09

 

http://www.larena.it/stories/379_citta/859248_provincia_per_la_presidenza_si_profilano_larghe_intese/

 
 
 

TUTTI I PAPI DELLA STORIA : 47° PUNTATA

Post n°4071 pubblicato il 10 Settembre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

Oggi trattiamo la biografia di Papa : GREGORIO 3°

http://it.wikipedia.org/wiki/Papa_Gregorio_III

Oggi trattiamo la biografia di Papa : ZACCARIA

http://it.wikipedia.org/wiki/Papa_Zaccaria

Oggi trattiamo la biografia di Papa : STEFANO

 

http://it.wikipedia.org/wiki/Papa_Stefano_(eletto)

 
 
 

LA STORIA DI NIBIRU’ ED IL SUO POPOLO : 25° PUNTATA

Post n°4070 pubblicato il 10 Settembre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

TESTO FRUTTO DI UNA RICERCA PERSONALE, CHE COMUNQUE SI SVOLSA E SI APPROFONDIRA’ TENENDO SEMPRE PRESENTE IL MIO CREDO E LA MIA FEDE, CHE NIENTE E NESSUNO FARA’ MAI E POI MAI VACILLARE. DIRE CHE PER ME DIO ESISTE SAREBBE RIDUTTIVO, DIRE CHE LA MIA FEDE NEL SVOLGERE QUESTA RICERCA NON SARA’ MAI SCALFITA RENDE MEGLIO L’IDEA,

BUONA LETTURA.

>>>>> TESTO DELLA RICERCA !!!!!

Secondo gli studiosi nel II millennio a.C. un popolo che

parlava una lingua indoeuropea, e che abitava nell'attuale Iran

settentrionale o nella regione del Caucaso, diede il via a

massicce ondate migratorie. Un gruppo, intorno al 1500 a.C, si

diresse a sud, verso l'India, portando con sé i Veda sotto forma

di racconti orali. Gli indù li chiamavano Ariani ("uomini

nobili"). Un'altra ondata migratoria di questa stirpe

indoeuropea si diresse invece a ovest, verso l'Europa: alcuni

aggirarono il Mar Nero e arrivarono in Europa attraverso le

steppe della Russia, ma la via principale attraverso cui questo

popolo, con le sue tradizioni e la sua religione, arrivò in Europa

fu la più breve: l'Asia Minore. Alcune fra le più antiche città

greche, infatti, sorgono non nella Grecia continentale, ma

all'estremità occidentale dell'Asia Minore.

Ma chi erano questi Indoeuropei che scelsero di stabilirsi in

Anatolia? Le fonti dell'Occidente gettano ben poca luce

sull'argomento. Ancora una volta, quindi, occorreva rifarsi

all'unica fonte disponibile - e affidabile - di cui gli studiosi

disponevano: l'Antico Testamento. Qui si trovarono parecchi

riferimenti a un popolo, quello degli Ittiti, che abitava le

montagne dell'Anatolia e che, a differenza dei Cananei e di altri

loro vicini le cui usanze erano definite "vergognose", era

invece considerato amico e alleato di Israele. Betsabea,

concupita da re Davide, era la moglie di Uria l'Ittita, un

ufficiale dell'esercito di re Davide. Re Salomone, che era solito

stringere alleanze sposando le figlie di re stranieri, prese in

moglie la figlia di un faraone egizio e quella di un re ittita. In

un'altra occasione, l'esercito invasore siriano fuggì dopo aver

sentito dire che «il re di Israele ha assoldato contro di noi i re

degli Egizi e quelli degli Ittiti». Queste brevi allusioni agli Ittiti

rivelano l'alta opinione che gli altri popoli del Medio Oriente

avevano delle loro capacità militari.

Quando poi si riuscì a decifrare i geroglifici egizi e, più

tardi, le iscrizioni mesopotamiche, gli studiosi si imbatterono in

numerosi riferimenti a una "terra di Hatti", che era un esteso e

potente regno dell'Anatolia. Come era possibile che un regno

tanto importante non avesse lasciato alcuna traccia di sé?

Sulla scorta degli indizi forniti dai testi egizi e

mesopotamici, gli archeologi cominciarono a scavare tra le

colline dell'Anatolia. I loro sforzi furono ricompensati: si

trovarono infatti città, palazzi e tesori reali, tombe, templi,

oggetti di culto, utensili, armi, opere artistiche, tutto

appartenente alla civiltà ittita. Soprattutto, però, si trovarono

molte iscrizioni, alcune in scrittura pittografica, altre in

cuneiforme. Il popolo biblico degli Ittiti era stato dunque

trovato.

Una testimonianza davvero unica giunta fino a noi

dall'antico Medio Oriente è un'incisione rupestre che si trova

nei pressi dell'antica capitale ittita (il sito è chiamato oggi

Yazilikaya, che in turco significa "roccia recante

un'incisione"). Dopo essere passato attraverso portali e

santuari, il fedele arrivava in una galleria all'aperto, un

passaggio in mezzo a un semicerchio di roccia, sul quale erano

raffigurati in processione tutti gli dèi degli Ittiti.

La processione, in marcia da sinistra a destra, è formata da

divinità soprattutto maschili, chiaramente organizzate in

"squadre" di dodici membri ognuna. All'estrema sinistra, e

perciò ultimi di questa strana sfilata, vi sono dodici divinità

apparentemente identiche, tutte con la stessa arma (figura 25).

Figura 26

In mezzo avanza un altro gruppo di dodici divinità: alcune

paiono più vecchie e non tutte portano la stessa arma; due di

esse sono caratterizzate da un simbolo divino (figura 26).

Il terzo gruppo di dodici dèi, quello che apre la processione,

è chiaramente formato dalle divinità più importanti. Esse

portano armi ed emblemi diversi: quattro hanno sopra di sé il

divino simbolo celeste; due sono alati. Del gruppo fanno parte

anche elementi non divini: due tori che sostengono un globo, e

il re degli Ittiti, che indossa una sorta di papalina ed è

sormontato dall'emblema del Disco Alato (figura 27).

Figura 28

Provenienti da destra, marciano poi anche due gruppi di

divinità femminili; in questo punto l'incisione rupestre è troppo

mutilata perché si possa individuarne con certezza il numero,

ma crediamo di non sbagliarci se azzardiamo l'ipotesi che

anche queste dee formassero due "squadre" di dodici elementi

ciascuna.

I due cortei, da sinistra e da destra, si incontrano in un

pannello centrale che rappresenta chiaramente i Grandi Dèi,

poiché tutti si trovano in posizione elevata, in piedi al di sopra

di montagne, animali, uccelli, o addirittura sulle spalle di

 

attendenti divini (figura 28).

 
 
 

LE DETERMINE COMUNALI! UNA AD UNA!

Post n°4069 pubblicato il 10 Settembre 2014 da FernandoIR
Foto di FernandoIR

DETERMINA NUMERO 201 DEL 2014

LAVORI DI "ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE DELLA SEDE MUNICIPALE E FORMAZIONE DELLA RETE DI SMALTIMENTO DELLE ACQUE METEORICHE NELL'AREA ANTISTANTE". APPROVAZIONE STATO FINALE LAVORI E CERTIFICATO DI REGOLARE ESECUZIONE. CIG. ZEB0DEF694. 

COMMENTO DI FERNANDO

?

DETERMINA NUMERO 202 DEL 2014

INTROITO SANZIONE AMMINISTRATIVA A SEGUITO DI CONTROLLO DELLA GUARDIA DI FINANZA SU CONTRIBUTO LIBRI DI TESTO A.S. 2011/2012. 

COMMENTO DI FERNANDO

?

DETERMINA NUMERO 203 DEL 2014

PROCEDURA NEGOZIATA PER L'ASSEGNAZIONE DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO PER L'A.S. 2014/2015. CIG: 5867966EB7. NOMINA COMMISSIONE DI GARA. 

COMMENTO DI FERNANDO

?

DETERMINA NUMERO 204 DEL 2014

IMPEGNO DI SPESA E LIQUIDAZIONE PER L'UTILIZZO DI PERSONALE ESTERNO DI ALTRO COMUNE. MESE DI LUGLIO. SIG.RA DI LAURO ELISABETTA. 

COMMENTO DI FERNANDO

 

?