Community
 
jobandthecity
Profilo
Blog
Sito
Foto
   
Creato da jobandthecity il 26/10/2006

job & the city

A blog about... I'm not sure yet...

 

 

Facebook page

Post n°332 pubblicato il 09 Novembre 2010 da jobandthecity

Ciao a tutti,

trovate le mie vignette anche su Facebook a questo indirizzo:

http://www.facebook.com/pages/Ragazza-Rosa-Gatto/51795134105

 

 

(uno 'sti cazzi ci sta tutto)

 
 
 

Ogni riferimento a fatti o persone Ŕ puramente voluto...

Post n°331 pubblicato il 05 Luglio 2010 da jobandthecity

 

 

 
 
 

C'era una volta

Post n°330 pubblicato il 30 Giugno 2010 da jobandthecity

 

 
 
 

SarÓ capitato anche a voi...

Post n°329 pubblicato il 20 Gennaio 2010 da jobandthecity

E' già la terza volta che faccio il giro dell'isolato. Sto facendo tardi... “Ragazzi cominciate ad ordinare... io sto cercando parcheggio”. La crisi, la crisi. E poi ogni famiglia ha tre macchine. Ma come faranno a mantenerle? Assicurazione, bollo, benzina... Sembra che la crisi ha colpito solo me. Ma tu vedi se riesco a trovare un buco!? Guarda quella Smart parcheggiata perpendicolare al marciapiede! No ragazzi non scherziamo... Sono 40 minuti che giro e non trovo posto. Questa città è un inferno. La televisione dice “La gente non esce più. Si pensa al risparmio.” Ma dove??? Stanno tutti qua! Stanno tutti per strada!

Oddio.

Quello se ne va! Oddio non ci credo!

Grazie signore... Ma... ma... e quella che vuole? Perché quella donna si è messa lì? Ci sarà una fermata del autobus..?

Ma la signora non accenna a spostarsi ed è in quel momento che vorrei essere Dorothy Gale e schiacciare in un secondo tutta l'arroganza e la spavalderia di quella donna... E una volta spiaccicata sotto le ruote della mia macchina rubarle anche le scarpe. Che devo dire, son belle...


Poi... dalla fila di macchine dietro qualcuno suona il clacson e mi sveglia da questo dolcissimo sogno ad occhi aperti... Lancio un ultimo sguardo di sfida alla signora e me ne vado.

Purtroppo questo è il mondo reale e non credo che camminerei sopra un sentiero di mattoni dorati dopo un omicidio... quindi meglio evitare...

Però una cosa a tutti quelli che usano fare come la signora la devo dire...

LA STRADA NON Ė UN RISTORANTE. I POSTI NON SI PRENOTANO. SE QUALCUNO ARRIVA PRIMA DI VOI METTETEVI L'ANIMA IN PACE E CONTINUATE A CERCARE COME FANNO TUTTI I COMUNI MORTALI (CIVILI).

'tacci vostri


 
 
 

Adesso Ŕ tutto chiaro

Post n°328 pubblicato il 13 Gennaio 2010 da jobandthecity

Mi è servito un po' per arrivarci... ma adesso credo di non avere più dubbi. Sinceramente avevo anche cominciato a vacillare sulle mie competenze e capacità. Mi era addirittura venuto il dubbio di non essere all'altezza. Di aver fondato tutte le mie certezze su pilastri di sabbia. In fondo dopo mesi di ricerca, di prove, di contratti a progetto senza mai aver avuto riscontri positivi credo che avere dei dubbi fosse lecito. E invece, come un fulmine a ciel sereno ecco la spiegazione. Se avessi aperto questo blog adesso lo avrei sicuramente chiamato “Job and the jungle” anche se nella giungla esistono delle leggi che non possono essere aggirate. Sono leggi chiare, universali. Se corri più forte sopravvivi. E invece qui non funziona così. Puoi correre più veloce di un giaguaro, cambiare direzione meglio di un leopardo, ruggire più forte di leone... ma c'è un animale che non potrai mai superare. La legge. Che le aziende conoscono bene e sanno come far funzionare a loro favore. Sinceramente... perché un'azienda dovrebbe assumere una persona con regolare contratto se può “sfruttare” uno stagista?

Vi spiego tutto.

Nel giugno del 1997 viene approvata la legge 196/97 ("Norme in materia di promozione dell'occupazione") che prenderà il nome di "Pacchetto Treu. La legge Treu  stabilisce i limiti di durata degli stage, dopodiché l’azienda è costretta o ad assumere la persona con un contratto oppure porre termine al rapporto di lavoro.

La legge fissa il limite:

1) in 4 mesi per gli studenti della scuola secondaria superiore

2) in 6 mesi per gli allievi degli istituti professionali di Stato, di corsi di formazione professionale, di attività formative post-diploma o post-laurea e i disoccupati/inoccupati

3) in 12 mesi per gli studenti universitari e per i soggetti svantaggiati

4) in 24 mesi per i portatori di handicap.

Ma, nella legge, esiste una lacuna... 

Purtroppo la legge quando parla di stage si riferisce al singolo contratto... ma se alla fine dei termini indicati dalla legge viene stipulato un nuovo contratto di stage tra differenti parti, i termini di durata ripartono da zero. Dal momento che la legge recentemente è stata modificata contemplando come enti promotori non solo quelli pubblici, ma anche quelli privati riconosciuti dallo Stato (permettendo quindi un fiorire di enti promotori non collegati tra loro e che quindi non si parlano), ora le aziende, appoggiandosi su una legge che non specifica chiaramente che l’oggetto del limite di durata è il contratto tra tirocinante e azienda, ecco, le aziende potrebbero tenere una persona in regime di stage for ever and ever!

E' vero che nessuno ci obbliga a lavorare gratis ma, parliamoci chiaro, se rifiuti un secondo contratto “aggratisse” nessuno piangerà la tua perdita. Tanto... morto uno stagista se ne fa un altro!

A quelli come me che non sono stagisti vorrei invece fare una domanda...
In Italia abbiamo contratto a progetto, contratto di collaborazioni, contratto part time, contratto free lance... Ma tra di voi, una persona che ha UN CONTRATTO E BASTA esiste?


 
 
 
Successivi »
 

TODAY I'M FEELING...

THE HUNGER SITE

FACEBOOK

 
 

 
Citazioni nei Blog Amici: 137
 

NUMBERS OF CURRENT STALKERS


site statistics

 Utenti connessi

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE