Community
 
joiyce
   

Sale del mondo

Non la fede, non la fame, non la giustizia: datemi la verità.

 

SANTISSIMA VERGINE DEL ROSARIO DI POMPEI.

 

 

«Cento volte al giorno ricordo a me stesso che la mia vita interiore ed esteriore sono basate sulle fatiche di altri uomini, vivi e morti, e che io devo sforzarmi al massimo per dare nella stessa misura in cui ho ricevuto.» (A.E.)

 

I heart FeedBurner  

 

 

 

 


Profilo Facebook di Michele Melchiorre

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

MOVIMENTO 5 STELLE CAMPANIA

 

I MIEI LINK PREFERITI

TAG

"Alimentazione"
 
- Vedi tutti i tags
- Vedi tutti i posts
 

 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: joiyce
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 26
Prov: SA
 

ULTIME VISITE AL BLOG

colei_che_sorridesogno2_2005agianpietrofransamunik1677joiycefrancesco9700ilaria_bellofianicparena.72beltipos0luigilaroelesimo1963clara.awmrobertopascon
 

FACEBOOK

 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIMI COMMENTI

ciao...se ho la lisciva in polvere..come devo dosare la...
Inviato da: musicanto.s
il 23/07/2014 alle 21:05
 
Scusami Mario, ma la cenere non ti ha rovinato il pentolone...
Inviato da: Elia Lazzari
il 06/06/2014 alle 07:59
 
Rità, sciogli il sapone in una quantità doppia di acqua e...
Inviato da: Alessandro
il 31/05/2014 alle 01:19
 
PREGHIERA A SAN MICHELE ARCANGELO CONTRO IL MALIGNO...
Inviato da: joiyce
il 29/03/2014 alle 18:22
 
La lisciva e corrosiva, ma si fa in pentola di acciaio che...
Inviato da: Олеся
il 07/03/2014 alle 08:37
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 158
 

ALLA MEMORIA DI MIO PADRE È DEDICATO IL BLOG.

La famiglia ha in se un elememto di bene raro a trovarsi altrove, la durata. Gli affetti vi si estendono intorno lenti, inavvertiti, tenaci e durevoli. Come l'edera intorno alla pianta, ci seguono di ora in ora,s'immedesimano taciti con la nostra vita. Noi spesso non li distinguiamo, poichè fanno parte di noi, ma quando li perdiamo, sentiamo come se un non so che d'intimo, di necessario, che al vivereci manca. (Anonimo)

 

COSI' HANNO AMMAZZATO IL MARE.

 

 

 

 

5 alimenti d’autunno per prevenire il tumore

Post n°1435 pubblicato il 08 Novembre 2012 da joiyce
 

5 alimenti d’autunno per prevenire il tumore 

L’autunno ed i suoi gustosi frutti di stagione, potrebbero esserci d’aiuto per prevenire il tumore. Siamo consapevoli di quanto l’alimentazione sia importante nella nostra salute ed anche e soprattutto per tenere lontano il cancro, ma non lo ricordiamo, forse, mai abbastanza. In particolare, secondo quanto affermato da Stacy Kennedy, nutrizionista pre
sso il noto Dana-Farber Cancer Institute di Boston, molti frutti e verdure in autunno raggiungono il massimo del loro valore nutrizionale, e dunque anche in tema di prevenzione oncologica è importante inserirli in una dieta quotidiana. E così ecco il vademecum dei 5 alimenti d’autunno con il maggior potere anticancro, che il medico ha stilato per l’occasione, con tanto di ricette: un vero ABC della prevenzione.

Mela, contro il tumore al seno

A sta per Apple, ovvero mela. Si conferma così il vecchio adagio che afferma “una mela al giorno leva il medico di torno”: questa infatti protegge da numerose forme di cancro dal polmone e al seno. Questo grazie alla quercitina che contiene tale frutto, in grado di proteggere il dna cellulare da danni che potrebbero condurre allo sviluppo di neoplasia. Fondamentale però è mangiare la mela cruda e con tanto di buccia. Meglio evitare dunque la classica torta di mele a favore di una “mela croccante”, la cui ricetta la vede affettata, affogata nel succo d’arancia e ricoperta di un composto frullato di noci , nocciole, uvetta e zenzero.

Mirtilli contro il tumore al polmone

B come bosco, quello in cui nascono i mirtilli, un toccasana per la salute, ricchi di acido benzoico, in grado di inibire la crescita del cancro al polmone, al colon, e alcune forme di leucemia. Si consiglia l’acquisto di mirtilli freschi in questa stagione e congelarli per un uso successivo. Buoni da gustare con un mix di cereali a colazione.

Frutta e verdura colorate fanno bene alla salute

C come colore per Stacy Kennedy, ovvero sì a frutta e verdure colorate come le carote e le barbabietole: “più è brillante il pigmento, più alto è il livello dei nutrienti anticancro”. 

Disintossicare il fegato con il cavolo ed i broccoli

D sta per “dark leafy vegetables” ovvero verdure a foglia scura. Il cavolo è il migliore, in quanto ricco di fitonutrienti particolari, utili per disintossicare il fegato e prevenire il tumore della prostata, dello stomaco e del polmone. Bene anche i germogli di broccoli ed i cavolini di Bruxelles. Come ricetta propone un brasato di verdure con aceto e sesamo.

Arancione è salute

E sta invece per “ everything orange” cioè tutti i frutti arancioni sono perfetti anticancro: zucca, carote e patate dolci sono ricchi di carotenoidi, utili nella prevenzione del tumore al colon, della prostata, della mammella e dei polmoni. Kennedy sottolinea che la zucca non è solo per torte e suggerisce di mangiarla tutto l’anno, aggiungerlo alla zuppa, frullati, pastella e anche ravioli.

In generale conclude lo studioso, ogni stagione ha i suoi frutti preziosi, l’importante è mangiare sempre tanta frutta e verdura sempre, tutto l’anno, per tenere lontano il cancro e tante altre malattie.

(Green)
fonte: http://www.medicinalive.com/scienza-dellalimentazione/alimentazione-e-prevenzione/5-alimenti-autunno-prevenire-cancro-ricette/
 — con Marianne Sofía Helbig StorakerManola Torelli e Gianna Dallavilla

 

 
 
 

I SETTE ALIMENTI DANNOSI CHE DOVRESTI EVITARE

Post n°1428 pubblicato il 13 Ottobre 2012 da joiyce
 

l video: "Meat the Truth" - Documentario 

Il post farà discutere e per questo premettiamo: conta la quantità. Di seguito elenchiamo alcuni alimenti che sarebbe meglio evitare: 

PATATINE FRITTE E FRITTURA DEI RISTORANTI 

I ristoranti utilizzano oli poco salutari come l'olio di palma. Inoltre gli oli vengono utilizzati per diverse fritture. La frittura genera l'acrilamide, riconosciuto come un elemento cancerogeno. Quindi niente patatine dei fast food e niente patatine surgelate. 

BEVANDE GASSATE 

Apportano solo sostanze di sintesi, zucchero bianco sbiancato, dannoso per il sistema immunitario. Inoltre, la produzione delle lattine è dannosa per l'ambiente. Infatti per fare una lattina ci vogliono sei mesi di tempo a partire dall'estrazione della bauxite in Australia. 

MERENDINE INDUSTRIALI E ALIMENTI CON OLI IDROGENATI 

Gli oli idrogenati sono dannosi per l'organismo e giovano solo al produttore che conserva una merendina nei magazzini per mesi senza che si deteriori o perda la sua morbidezza. 

SCATOLAME 

Tutto ciò che c'è in scatola è un cibo scadente, che ha passato diverse fasi di produzione e che quindi, in termini ambientali, ha un considerevole impatto. Molto più soddisfacente preparasi delle pietanze. 

CARNE, WURSTEL 

Mangiamo troppa carne, prodotta negli allevamenti intensivi che sono una delle principali fonti d'inquinamento al mondo. Alimentiamo i bovini a cereali per ingozzarli, li riempiamo di antibiotici, nonostante siano ruminanti e per natura debbano mangiare erba e fieno. Coltiviamo enormi distese di cereali per sfamare gli animali, quando un miliardo di persone muore di fame. E' un paradosso, totale. Per quanto riguarda i Wurstel, vi consigliamo dileggere questo articolo

DOLCI PIENI ZEPPI DI ADDITIVI 

La maggioranza dei dolci sono stracarichi non solo di zucchero bianco ma anche di sostanze di sintesi e tossiche come i coloranti e i conservanti. Si possono preparare dei meravigliosi dolci in casa e gli additivi possono restare sugli scaffali. 

LATTE E FORMAGGIO DA ALLEVAMENTO INTENSIVO 

Come per la carne, la maggioranza del latte e dei derivati in commercio proviene dagli allevamenti intensivi. Nel latte ci finiscono gli antibiotici e in alcuni casi, se gli animali soffrono di mastite, il loro pus. Il latte può essere sostituito con bevande a base di soia, non ogm e biologica. Stesso discorso per le uova. In questo caso, una scelta etica è quella di scegliere prodotti biologici da allevamenti non intensivi. 

 


 P.S Le proteine animali sono ricche di colesterolo e grassi saturi, a differenza di quelle vegetali. credits: CADOINPIEDI

 
 
 

La dieta vegetariana è un ottimo rimedio contro le malattie croniche

Post n°1426 pubblicato il 12 Ottobre 2012 da joiyce
 

Arriva dalla Gran Bretagna la ricerca che farà felici i vegetariani e i vegani: secondo uno studio dell’Università di Warwick in collaborazione con l’US Dartmouth College, effettuato su 80mila inglesi, si è scoperto che le persone con un numero maggiore di pasti a base di frutta e verdura raggiungono un più elevato il livello di benessere, o meglio di felicità generale come lo hanno definito gli studiosi. Tutto ciò è dovuto al consumo di almeno sette porzioni di frutta e verdura al giornoGli studiosi, per bocca del professor Andrew Oswald del “Centre for Competitive Advantage in the Global Economy” hanno dichiarato di essere particolarmente stupiti del risultato:

Questo studio mostra risultati a dir poco sorprendenti e che ci hanno sbalordito quando li abbiamo analizzati, anche se non è ancora chiaro come si attui questo processo di generale benessere dell’organismo o se abbia qualcosa a che fare con la biochimica. Sappiamo infatti che frutta e verdura contengono molti antiossidanti, ma non abbiamo idea di come questi possano eventualmente agire sulla nostra mente e sulle nostre emozioni.

Molti altri studi hanno dimostrato che consumare frutta e verdura in modo sostenibile aiuta a vivere meglio: sono recenti le ricerche sulla dieta contro i tumori e sul pomodoro come aiuto nel prevenire gli ictus, o addirittura i consigli da seguire per sconfiggere la stanchezza con l’alimentazione: tutti comprendono un consumo abbondante di frutta e verdura, che aiutano l’organismo nella depurazione, nella regolarità intestinale e nell’ossigenazione del sangue, che influenza sicuramente le funzioni vitali del corpo.

Va da sé, come ha osservato il nutrizionista Andrea Ghiselli dell’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione, che

Se parliamo di otto porzioni da 80 grammi, è un discorso, ma per le linee-guida italiane le porzioni giornaliere raccomandate sono di 150 grammi, quindi quasi il doppio, e così ci si ritroverebbe a mangiare un chilo di frutta, che è davvero eccessivo.

Via libera quindi al consumo di sette piccole porzioni di frutta e verdura al giorno per stare bene: basta introdurre la frutta a colazione, metà mattina e merenda, e la verdura nei pasti principali. Così potremo verificare se il nostro umore migliora davvero oppure no.

Via | Corriere.it

Foto | Flickr benessereblog

 

Allarmante il numero di decessi causati da malattie legate ad una cattiva alimentazione! Secondo l’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ben il 63% delle morti avvenute nel 2008 sono riconducibili a patologie croniche, quali diabete di tipo 2, alcuni tipi di cancro, malattie cardiache, obesità (l’eccesso di peso patologico ormai è una vera e propria epidemia). Il dato confortante, però, è che vale anche l’associazione opposta: è infatti altamente improbabile che chi segue un’alimentazione sana muoia a causa di malattie croniche.

In particolare, una dieta vegetariana, più in generale una dieta ricca di spezie, frutta e verdura protegge dal rischio di insorgenza di malattie croniche. Lo afferma Toni Tarver in un recente articolo comparso sulla rivista scientifica Food TechnologyHarver illustra le scoperte più recenti nel campo della nutrigenomica, spiegando che i composti bioattivi contenuti nei cibi di origine vegetale giocano un ruolo chiave nel tenere sotto controllo i fattori di rischio delle malattie croniche. Basti pensare agli antiossidanti contenuti in frutta e verdura che contrastano i radicali liberi. I radicali liberi causano infiammazione cronica e danneggiano pesantemente le cellule. Diversi altri composti bioattivi aiutano a controllare un gene legato alle malattie cardiovascolari ed all’accumulo di placche nelle arterie. Altri combattono i componenti cellulari responsabili della formazione e della crescita dei tumori.

Il cibo sano è a tutti gli effetti una medicina, uno dei migliori farmaci in circolazione proprio perché lo assumiamo ogni giorno, non ha effetti collaterali e agisce sul fronte più importante per la riduzione della mortalità: la prevenzione. Il dottor William W. Li, Presidente della Fondazione Angiogenesi a Cambridge, suggerisce di fare attenzione alla nostra dieta. Glialimenti che possono aiutare a prevenire il cancro e le altre malattie croniche includono carciofi, pepe nero, cannella, aglio, lenticchie, olive, zucca, rosmarino, timo e crescione.

Foto | Getty benessereblog

 

 
 
 

Alimentazione, la fibra protegge dal cancro all'intestino

Post n°1425 pubblicato il 11 Ottobre 2012 da joiyce
 

La fibra di cui sono ricche frutta e verdura aiuta a proteggersi dal cancro all’intestino consentendo agli antiossidanti presenti nei cibi di arrivare sani e salvi fino al colon. E’ questa l’ipotesi di Anneline Padayachee, ricercatrice australiana che lavora presso l’Università del Queensland e la CSIRO (Commonwealth Scientific and Industrial Research Organisation), che ha scoperto che questa componente dei cibi di origine vegetale lega circa l’80% dei polifenoli presenti in frutta e verdura, proteggendoli da una digestione troppo precoce nello stomaco o nell’intestino tenue.

La scoperta dà un buon motivo in più per riempire il piatto con i prodotti del reparto ortofrutta. La fibra, infatti, è già nota per la sua capacità di favorire la regolarità intestinale. Il fatto di non poter essere digerita dall’uomo la fa arrivare integra fin in fondo all’intestino, promuovendo, così, il transito delle feci. I batteri presenti nell’intestino possono, però, digerirla almeno parzialmente, permettendo il rilascio di eventuali altre molecole ad essa legate, come, appunto, i polifenoli dalle proprietà antiossidanti.

Padayachee ha spiegato che

quando vengono spremute, schiacciate o masticate le cellule della frutta e della verdura vengono aperte, permettendo ai nutrienti di essere rilasciati.

Ho scoperto che dopo essere rilasciato dalla cellula l’80% dei polifenoli antiossidanti a disposizione si lega alla fibra vegetale, con un rilascio minimo durante le fasi della digestione nello stomaco e nell’intestino.

La fibra riesce a trasportare i polifenoli in sicurezza ed efficientemente nel colon, dove questi composti potrebbero esercitare un effetto protettivo sulla salute del colon nel momento in cui vengono rilasciati durante la fermentazione della fibra vegetale operata dai batteri intestinali.

Questa scoperta ha anche un altro risvolto che riguarda i succhi di frutta da cui vengono eliminati gli scarti fibrosi della polpa. Scartare questa parte fa venire meno proprio la fibra. Di conseguenza, questi succhi di frutta non aiutano né a tenere pulito l’intestino, né a proteggerlo con gli antiossidanti che sarebbero altrimenti trasportati fin nel colon dalla fibra.

Via | Science Alert
Foto | Flickr benessereblog

 
 
 

Alimentazione: i dieci ingredienti che riducono l'infiammazione

Post n°1382 pubblicato il 17 Aprile 2012 da joiyce
 

 

I farmaci non sono l’unica soluzione per combattere il dolore: anche il cibo può aiutare a contrastarlo. Infatti alcuni alimenti stimolano la capacità dell’organismo di regolare il processo alla base del dolore stesso, l’infiammazione. Ad elencarli è Amanda Carlson-Phillips, nutrizionista specializzata nell’alimentazione per gli sportivi. Qui di seguito la “top 10” pubblicata da livestrong.com.

  1. Cannella Oltre a ridurre l’infiammazione, combatte le infezioni batteriche, contribuisce a controllare i livelli di zuccheri nel sangue e aumenta le funzioni cerebrali. Può essere aggiunta allo yogurt, ai cereali, al latte o a un frappè.
  2. Zenzero Contiene i cosiddetti gingeroli, molecole antinfiammatorie che possono alleviare i dolori alle articolazioni e stimolare il sistema immunitario. E’ possibile preparare un infuso immergendo due fettine di zenzero in acqua calda o aggiungerlo a della salsa di soia per ottenere un condimento esotico.
  3. Cipolla I suoi principi attivi, responsabili del tipico odore pungente, inibiscono anche l’infiammazione. Aglio, porri ed erba cipollina hanno gli stessi effetti positivi. Utilizzarli è molto semplice: basta aggiungerli a sughi, zuppe e ai cibi cotti in padella.
  4. Amarene Oltre ad essere un vero e proprio concentrato di antiossidanti, contengono composti antinfiammatori che contrastano i dolori dell’artrite e della gotta e riducono quelli di cui possono soffrire muscoli e articolazioni dopo l’esercizio. Da bere come succo alla mattina o da mangiare, essiccate, come snack.
  5. Noci Sono ricche di omega-3, acidi grassi dall’azione antinfiammatoria. Possono essere aggiunte allo yogurt o sgranocchiate tali e quali.
  6. Curcuma Contiene curcumina, molecola in grado di alleviare il dolore cronico. E’ contenuta nel curry e può essere utilizzata per aromatizzare diversi piatti.
  7. Ananas Al suo interno è presente la bromelina, un enzima utilizzato per trattare distorsioni e strappi muscolari. Se non si vuole mangiare il semplice frutto, può essere aggiunto a frappè e insalate.
  8. Semi di lino Come le noci, contengono omega-3. Pestandoli è possibile ottenerne un olio da aggiungere all’insalata o allo yogurt. Altra importante fonte di omega-3 sono i pesci grassi, come il salmone, il tonno e lo sgombro.
  9. Carote I famosi carotenoidi non proteggono solo dai radicali liberi, ma anche dall’infiammazione. Le carote sono un buon contorno per qualsiasi portata. In alternativa, i suoi principi attivi possono essere assunti mangiando albicocche, pomodori, patate dolci e zucca.
  10. Ortaggi a foglie verdi Sono ricchi di flavonoidi, che riducono l’infiammazione cerebrale. Largo, quindi, a spinaci, cavolo verde e tè. Ma anche alla soia, alle bacche e a un bel bicchiere di vino, altri alimenti ricchi di queste preziose molecole.
credits: benessereblog

 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: joiyce
Data di creazione: 15/06/2006
 

EMERGENCY E L'ITALIA RIPUDIANO LA GUERRA.

 

 

 

 

Non vi è corazza più forte di un cuore incontaminato! Tre volte armato è chi difende il giusto; e inerme, sebbene coperto di ferro, è colui la cui coscienza è corrotta dall'ingiustizia. (da Enrico VI, atto III, scena II)

E chi per esser suo vicin soppresso spera eccellenza e sol per questo brama ch'el sia di sua grandezza in basso messo(superbia); è chi podere, grazia, onore e fama teme di perder perch'è altri sormonti, onde s'attrista sì che'l contrario ama (invidia); ed è chi per ingiuria par ch'aonti, sì che si fa de la vendetta ghiotto e tal conviene che 'l male altrui impronti (ira). Dante Alighieri.

 

SAN MICHELE ARCANGELO PROTETTORE DI SALEDELMONDO

ATTO DI CONSACRAZIONE A SAN MICHELE ARCANGELO
O grande Principe del cielo, difensore fedelissimo della Chiesa, San Michele Arcangelo, io, quantunque indegno di apparire dinanzi a te, confidando tuttavia nella tua speciale bontà, mi presento a te, accompagnato dal mio Angelo Custode e, in presenza di tutti gli Angeli del cielo che prendo a testimoni della mia devozione verso di te, ti scelgo oggi come mio protettore e particolare avvocato e mi propongo fermamente di onorarti quanto più potrò. Assistimi durante tutta la mia vita, affinché mai io offenda Dio né in opere né in parole né in pensieri. Difendimi contro tutte le tentazioni del demonio, specialmente riguardo la fede e la purezza, e nell'ora della morte infondi la pace alla mia anima e introducila nella Patria eterna. Amen.

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

PageRankTop.com Site Meter  web tracker Visitor Map Locations of visitors to this page

Contatori visite gratuiti