Sale del mondo

Non la fede, non la fame, non la giustizia: datemi la verità.

 

CENTINANIA DI PRODOTTI BIOLOGICI E NATURALI

Acquista _nline su SorgenteNatura.it

 

SANTISSIMA VERGINE DEL ROSARIO DI POMPEI.

 

I heart FeedBurner  

 

 

 

 

Profilo Facebook di Michele Melchiorre

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

I MIEI LINK PREFERITI

TAG

 

 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: joiyce
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 29
Prov: SA
 

ULTIME VISITE AL BLOG

chiaraa81joiycebengal830tekilalalice.orlolgy120do_re_mi0cile54moussysilvapollycarmindgl1liciapizzmicz50IDIOZIEvale81rio
 

FACEBOOK

 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIMI COMMENTI

Citazioni nei Blog Amici: 159
 

ALLA MEMORIA DI MIO PADRE È DEDICATO IL BLOG.

La famiglia ha in se un elememto di bene raro a trovarsi altrove, la durata. Gli affetti vi si estendono intorno lenti, inavvertiti, tenaci e durevoli. Come l'edera intorno alla pianta, ci seguono di ora in ora,s'immedesimano taciti con la nostra vita. Noi spesso non li distinguiamo, poichè fanno parte di noi, ma quando li perdiamo, sentiamo come se un non so che d'intimo, di necessario, che al vivereci manca. (Anonimo)

 

COSI' HANNO AMMAZZATO IL MARE.

 

 

 

 

 
 

Ma chi è questo cialtrone?

Post n°1454 pubblicato il 04 Febbraio 2013 da joiyce
 

E’ l’inventore dello scudo fiscale per far rientrare dai paradisi fiscali tutti i soldi degli amici sottratti al fisco.
E’ l'amico dei Neo-Fascisti e Neo-Nazisti. 
E’ quello che ha abbassato dell'1% le tasse dirette e costretto comuni/province/regioni ad aumentare le tasse locali del 45% per tenere aperti asili, trasporti, servizi sociali essenziali .
E’ quello che ha ricandidato 13 persone già condannate con sentenza passata in giudicato.
E’ quello che ha modificato la legge elettorale in modo che siano le segreterie di partito a scegliere gli eletti e non più i cittadini
E’ quello che ha omesso qualsiasi controllo sull'entrata in vigore dell'Euro permettendo a negozianti e professionisti di raddoppiare i prezzi in barba a pensionati e lavoratori a reddito fisso .
E’ quello che ha abolito la tassa di successione per i patrimoni miliardari e subito dopo ha cointestato le sue aziende ai figli.
E’ quello che ha quadruplicato il suo patrimonio personale e salvato le sue aziende dalla bancarotta da quando è al governo e che dice che è entrato in politica gratis per il bene degli italiani.
E’ quello che ha epurato dalla RAI I personaggi che non gradiva.
E’ quello che ha fatto la Ex-Cirielli , la Cirami e la salva-Previti . 
E’ quello che ha fatto una voragine nei conti dello stato e ha cambiato 3 volte ministro del tesoro.
E’ quello che ha dato, a spese degli italiani, il contributo per i l decoder digitale per permettere al fratello di fare soldi con una società che li produceva 
E’ quello che depenalizzato il falso in bilancio ed ha introdotto la galera per chi masterizza I DVD .
......
VA BENE ITALIANO CIALTRONE CHE LO VOTI? 

 
 
 

Sant'Emidio fulmini una volta per sempre chi la notte del 6 aprile ha irriso ai vivi e ai morti dell'Aquila....

Post n°1417 pubblicato il 20 Agosto 2012 da joiyce
 

La terra trema. Dopo il Grande Terremoto che la sorprese indifesa nel 1461 e poi nel 1703, l'Aquila è abbattuta nella primavera del 2009 e di nuovo "città rovinata", come ebbe a scrivere tre secoli prima Marco Garofalo, Marchese Della Rocca, al Vicerè di Napoli. Questa volta a compiere il miracolo del terremoto non sarà però il martire cefaloforo Emidio, condannato alla pena capitale e poi canonizzato. Al culto emidiano si sostituisce quello berlusconiano, (auto)celebratosi a partire dal 7 aprile, il giorno successivo alla scossa fatale che ha colpito al cuore l'Abruzzo e piegato le sue anime "forti e gentili".
Da qui si avvia il documentario di Sabina Guzzanti, cronaca delle 'cose nostre' e della politica dei fattacci che hanno compromesso il futuro dell'Aquila e della sua gente. Persuasa che da quando i politici sono diventati barzellettieri, i comici hanno il dovere morale e l'autorevolezza per parlare di politica o addirittura di fare politica, la Guzzanti indossa letteralmente i panni del premier e parte alla volta dei campi di soccorso, promossi dal governo Berlusconi in attesa di edificare una New Town da inaugurare il giorno del suo compleanno. Magari confezionando una torta e mettendo in fresco una bottiglia di spumante rigorosamente italiano da stappare in suo onore. Parola del presidente. E già, perché il 6 aprile del 2009 il nostro premier pativa una crisi di popolarità che il terremoto aquilano avrebbe certamente risollevato. Venuto "di cielo in terra a miracol mostrare", il consacrato dal popolo investe la Protezione Civile, nella persona di Guido Bertolaso, di ricostruire la città in barba alla sua storia, alla sua cultura e ai suoi cittadini. Favorito da normative straordinarie e da una sinistra desolante e desolata come la tenda abbandonata del Pd, il "braccio armato" del governo realizza altrove una città altra, che distrugge il valore degli incontri e costringe gli aquilani 'più fortunati' in appartamenti asettici e davanti a televisori che predicano il berlusconismo. 
Abbandonando la satira indigesta per il giornalismo d'inchiesta, Sabina Guzzanti intervista una messe di persone e personalità, provando a ragionare sui fatti (in)evitabili, sulla prevenzione mancata, sulle vite condannate, sulle speculazioni, sui finanziamenti illeciti, sulla sistematica messa in discussione dei principi di trasparenza e legalità che fondano l'idea di una socialità democratica. Contro l'orrore e l'indignazione di intercettazioni telefoniche inconcepibili e mostruose, contro l'incredibile capacità di pervertire l'idea di giustizia, contro l'uso disinvolto dell'ironia, della decenza, della memoria storica e della correttezza istituzionale si alza la voce degli abruzzesi, uno su tutti, il lucidissimo professore Colapietro, che ha deciso di abitare "nonostante" il centro storico dell'Aquila, rinnovando, con una manciata di operai e di euro, la sua casa e la sua vita. Centro storico e culturale a cui l'imprenditore, il politico, l'uomo medio dei media ha negato l'accesso e prorogato restauri e ristrutturazioni, disperdendo lungo la costa una popolazione cittadina imprescindibilmente legata al tessuto artistico e architettonico della propria città. 
Soprassedendo sulle immagini sgranate, sulle inquadrature di stampo televisivo e l'approssimazione estetica, Draquila rivela la maschera tragica del nostro Paese e solleva la voce che non ha timore di raccontarci una volta di più cos'è (stata) l'Italia berlusconiana. Davvero non c'è niente da ridere e Sant'Emidio fulmini una volta per sempre chi la notte del 6 aprile ha irriso ai vivi e ai morti dell'Aquila. E adesso (ri)"facciamo bella, che nulla nello regame possa confrontarsi ad essa".

 
 
 

Decalogo per gli elettori di centro-destra.

Post n°1263 pubblicato il 01 Marzo 2011 da joiyce
 

Tra poco l’era berlusconiana terminera’ e chi ha votato il Cavaliere dovrebbe cortesemente prendere nota della lezione storica che e’ emersa dagli ultimi sedici anni. Cosi facendo la prossima volta che qualche berlusconi si candidera’ eviteremo di litigare per anni ritrovandoci miseramente al punto di partenza.
1. Essere un imprenditore di successo non significa affatto essere un buon politico. Sono due mestieri diversi che richiedono personalita’, conoscenze e sensibilita’ diverse. E poi va sempre verificato come l’imprenditore ha fatto i soldi.
2. In una democrazia non e’ accettabile che il presidente del Consiglio controlli televisioni, giornali, ecc. Si chiama conflitto d’interessi e va vietato per legge come in tutti i paesi avanzati d’Occidente.
3. Se la stampa non e’ libera e’ dannoso per tutti, anche per coloro che votano il padrone della stampa. Un giornalismo servo del potere e’ nocivo per una democrazia sana.
4. I politici che dicono le bugie vanno cacciati. La verita’ dei fatti e’ una sola, mentre le opinioni possono essere tante. Se anche il nostro leader dicesse le bugie bisogna chiedergli di andarsene.
5. Non bisogna votare per quei partiti che permettono a pregiudicati e condannati di entrare in Parlamento. Per il bene della democrazia chi assume responsabilita’ politiche deve avere la fedina penale intonsa.
6. I politici, i partiti, le coalizioni si giudicano in base ai fatti. Non bisogna farsi intontire dalla propaganda ma mantenere una liberta’ di giudizio sufficiente per non farsi ingannare dalle chiacchiere e dagli spot.
7. In democrazia e’ lecito e salubre dissentire dal proprio partito e dal proprio leader. Movimenti politici che pretendono che i propri seguaci credano senza ragionare o dissentire, non sono democratici.
8. La qualita’ morale dei leader politici e’ un diritto che va preteso per il bene di una democrazia. La faziosita’ non puo’ giustificare la protezione di politici moralmente indegni.
9. La Costituzione e’ l’anima della Repubblica, le sue istituzioni e l’equilibrio tra poteri sono i capisaldi di una democrazia, un patrimonio non disponibile. Se proprio fossero necessarie delle riforme esse vanno perseguite democraticamente e non a strappi magari per servire interessi personali del capo.
10.   Non esistono unti dal Signore. Il vero cambiamento politico in una democrazia avviene attraverso il faticoso percorso del dialogo e del ragionamento tra forze politiche. Attraverso il dibattito non gli slogan, attraverso il confronto in parlamento non a colpi di decreti o in televisione.

 
credits: Tommaso Merlo

l'onesto Silvio Berlusconi definito di estrema destra con a carico 2 amnistie (falsa testimonianza P2, falso in bilancio Macherio); 2 assoluzioni per depenalizzazione del reato (falso in bilancio All Iberian, Sme-Ariosto); 8 archiviazioni (6 per mafia e riciclaggio, 2 per concorso in strage); 6 prescrizioni; 3 processi in corso (frode fiscale Mediaset, corruzione in atti giudiziari Mills, frode fiscale e appropriazione indebita Mediatrade), 

 
 
 

E se fossimo noi italiani a fargli causa?

Post n°1251 pubblicato il 09 Febbraio 2011 da joiyce
 

Sempre più ridicolo, il premier si espone al pubblico ludibrio ancora una volta (almeno di quello di coloro non lobotomizzati dalla tv fuffa minzoliniana e del Grande Fratello). "Farò causa allo Stato". E se fossero i Cittadini di questa Nazione a fargli causa per inadempienza, comportamento inadeguato, mancato raggiungimento degli obiettivi prefissati, e grave lesione all'immagine dell'Azienda Italia? D'altronde è lui che ha sempre considerato l'Italia alla stregua di un'Azienda no? Lui è un nostro dipendente, debitamente retribuito, e come qualsiasi dirigente è licenziabile. Sarà per questo che non ha voluto la class action? Notare che nel video Silvio non sembra in grandi condizioni di salute, anzi, dà quasi l'impressione che possa tirare le cuoia da un momento all'altro... forse dovrebbe lasciare attività logoranti come il bunga bunga praticato a livelli agonistici ai giovani e andare a prendere il sole in località tipo Hammamet, finché fa ancora in tempo?

credits: INDYPOWER,

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: joiyce
Data di creazione: 15/06/2006
 

CENTINANIA DI PRODOTTI BIOLOGICI E NATURALI

Acquista _nline su SorgenteNatura.it

 

Non vi è corazza più forte di un cuore incontaminato! Tre volte armato è chi difende il giusto; e inerme, sebbene coperto di ferro, è colui la cui coscienza è corrotta dall'ingiustizia. (da Enrico VI, atto III, scena II)

E chi per esser suo vicin soppresso spera eccellenza e sol per questo brama ch'el sia di sua grandezza in basso messo(superbia); è chi podere, grazia, onore e fama teme di perder perch'è altri sormonti, onde s'attrista sì che'l contrario ama (invidia); ed è chi per ingiuria par ch'aonti, sì che si fa de la vendetta ghiotto e tal conviene che 'l male altrui impronti (ira). Dante Alighieri.

 

SAN MICHELE ARCANGELO PROTETTORE DI SALEDELMONDO

ATTO DI CONSACRAZIONE A SAN MICHELE ARCANGELO
O grande Principe del cielo, difensore fedelissimo della Chiesa, San Michele Arcangelo, io, quantunque indegno di apparire dinanzi a te, confidando tuttavia nella tua speciale bontà, mi presento a te, accompagnato dal mio Angelo Custode e, in presenza di tutti gli Angeli del cielo che prendo a testimoni della mia devozione verso di te, ti scelgo oggi come mio protettore e particolare avvocato e mi propongo fermamente di onorarti quanto più potrò. Assistimi durante tutta la mia vita, affinché mai io offenda Dio né in opere né in parole né in pensieri. Difendimi contro tutte le tentazioni del demonio, specialmente riguardo la fede e la purezza, e nell'ora della morte infondi la pace alla mia anima e introducila nella Patria eterna. Amen.

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

PageRankTop.com  web tracker Visitor Map Locations of visitors to this page

Contatori visite gratuiti