Why so serious?

Il blog sul cinema più completo che esista... credo!!

Creato da Enigmaman83 il 22/08/2009

Area personale

 

FACEBOOK

 
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Tag

 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 2
 

 

The Hurt Locker

Post n°27 pubblicato il 14 Marzo 2010 da Enigmaman83
 
Foto di Enigmaman83

come promesso recensisco il film vincitore dell'Oscar come miglior Film del 2010!!

THE HURT LOCKER...

devo essere sincero, non mi aspettavo nemmeno di vederlo tra le candidature (non perchè non se lo meritasse ma perchè non credevo che quelli dell'Accademy fossero così audaci) e invece sono rimasto piacevolmente colpito!

anche la nomination per la regia mi ha sorpreso... e per usare le parole di un mio carissimo amico questo è stato "l'anno delle rivincite"!!

ma torniamo al film... una sceneggiatura granitica che fa riflettere sula pazzia della guerra a suo modo, ovvero facendo vedere come chi la vive a volte non riesca a farne a meno! nel ruolo bravissimo Jeremy Renner (attore quasi sconosciuto ma che abbiamo visto in S.W.A.T. e 28 settimane dopo) che ben fa risaltare come un uomo possa preferire rischiare la vita piuttosto che stare a casa e vedere crescere il proprio figlio!

la trama è semplice ma intensa:

Sono 40 giorni al fronte, in Iraq, di una squadra di artificieri e sminatori dell'esercito statunitense, unità speciale con elevatissimo tasso di mortalità. Quando tutto quel che resta del suo predecessore finisce in una "cassetta del dolore", pronta al rimpatrio, a capo della EOD (unità per la dismissione di esplosivi) arriva il biondo William James (il già citato Jeremy Renner), un uomo che ha disinnescato un numero incredibile di bombe (più di 800!!!) e sembra non conoscere la paura della morte.

la regia è quasi documentaristica e la Bigelow si dimostra di nuovo una delle registe più capaci a fare film "da uomini".... forse l'unica!! infatti per usare le parole di qualcun altro: In The Hurt Locker c'è un unico personaggio femminile, che occupa un numero insignificante di fotogrammi e una sola battuta del dialogo, eppure ne intuiamo subito la libertà, compresa la libera scelta di essere fedele ad un uomo che non c'è e non glielo chiede. Lo stesso uomo che ci viene mostrato, al contrario, schiavo del pericolo, dell'emozione forte a tutti i costi, di quell'immenso contenitore di alibi che è la guerra. Perché, per dirla in perfetto stile hollywoodiano, morire è facile, è vivere che è difficile. E questo, impossibile negarlo, è un giudizio chiaro e tondo.

davvero notevole.... forte e inossodabile!

voto: 7,5

 
 
 

Avatar

Post n°26 pubblicato il 12 Marzo 2010 da Enigmaman83
 
Foto di Enigmaman83

eccomiiiiiiiiii   ormai è mesi che non scrivo!

ma dovevo assimilare bene un film che ha sicuramente segnato, nel bene e nel male, l'anno 2010!

AVATAR!!!

sarò sincero... sono andato al cinema aspettandomi una novità e ho trovato un capolavoro ma che è stato un pò scopiazzato da altri capolavori... nel guardarlo ci ho visto almeno una decina di altri film.... per non parlare della sceneggiatura che ricorda "un pò" (e sono ironico nel dirlo) Balla coi lupi di Kevin Kostner e la storia di Pocahontas!!

non mi meraviglio che sia stato sovrastato agli Oscar dalla ex moglie Katrin Bighelow con The Hurt Locker (che recensirò più tardi)!!!

iniziamo raccontando la trama (anche se ormai lo hanno visto anche i sassi):

siamo nel 2154 e una compagnia interplanetaria terrestre intende sfruttare i giacimenti minerari di Pandora, luna del gigante gassoso Polifemo, appartenente al sistema stellare Alfa Centauri.

Pandora è un mondo primordiale, ricoperto da foreste pluviali e alberi alti fino a trecento metri, ed è abitato da creature di tutti i tipi, tra cui degli umanoidi senzienti chiamati Na'vi, alti tre metri e ricoperti da una pelle blu striata. L'aria del satellite non è respirabile dagli umani se non impiegando maschere filtranti, pertanto gli scienziati hanno sviluppato degli avatar, ibridi genetici tra umano e Na'vi: attraverso un'interfaccia mentale un uomo può collegare i propri sensi nervosi alla creatura, immedesimandosi e controllandola esattamente come se fosse il proprio corpo. Tale collegamento è possibile solo quando l'essere umano cade in una sorta di sonno all'interno di una speciale capsula tecnologica.

La RDA vuole sfruttare il satellite principalmente per l'unobtanium, un cristallo ferroso che ha la capacità unica nella galassia di fungere da superconduttore a temperatura ambiente, con un forte campo magnetico; il suo sfruttamento potrebbe risolvere i gravi problemi energetici che assillano la Terra da decenni, ed il maggiore giacimento si trova nel sottosuolo dell'insediamento principale dei Na'vi. Mentre la via diplomatica battuta dalla dottoressa Grace Augustine sembra non portare frutti, il colonnello Quaritch ed il dirigente Parker Selfridge preparano un attacco militare.

Nel frattempo, l'ex marine invalido Jake Sully viene chiamato a sostituire il fratello, ucciso durante una rapina. L'uomo era uno scienziato e l'avatar che avrebbe dovuto guidare era stato realizzato appositamente con il suo codice genetico, e quindi solo Sully, essendo il suo gemello, avrebbe potuto guidarlo. Sully ignora ogni cosa su Pandora e i Na'vi, ma lo entusiasma la possibilità di poter tornare a camminare, e accetta il patto offertogli dal colonnello: un'operazione per riavere le sue gambe, in cambio di informazioni per l'attacco.

Durante una spedizione nella foresta, Sully entra in contatto con Neytiri, guerriera Na'vi che vede in lui segni di Eywa, la divinità sacra. Sully si dichiara intenzionato a conoscere i loro usi e costumi e nonostante la diffidenza del guerriero Tsu'Tey, Sully viene accompagnato da Neytiri nell'apprendere il suo popolo e il loro rapporto verso le creature di Pandora, un fenomeno che secondo Grace nasce da un legame biochimico tra le radici di ogni albero, che unisce come fossero sinapsi.

Sully viene infine accolto dalla tribù, e finisce con l'innamorarsi di Neytiri, ricambiato. (non vi ricorda nulla?!?!??!?)  Non riesce però ad impedire l'attacco al loro villaggio: l'albero-casa viene abbattuto e i Na'vi fuggono disperati, vedendo Sully come un traditore. Mentre Neytiri lo abbandona, lui viene accusato di opporsi all'attacco anche da parte dei militari, che lo rinchiudono in cella.

beh, direiche è il caso di interrompere...

altrimenti vi rovino il finale!!!

comunque.... d'accordo con i premi Oscar vinti nel settore degli effetti speciali ma veramente Miglior film sarebbe stato troppo! è vero che probabilmente sia per gli incassi che per il marketing e il parlare che se ne è fatto Avatar segnerà un epoca (un pò come ha fatto Matrix o al secolo Blade Runner) ma secondo il mio giudizio assolutamente opinabile non va oltre il.....

7,5

 
 
 

Il mio miglior nemico

Post n°25 pubblicato il 30 Gennaio 2010 da Enigmaman83
 
Foto di Enigmaman83

il film di cui parlo ora l'ho visto un pò di tempo fa e dopo averlo rivisto per la terza volta ho deciso di parlarne...

inizialmente non ero molto convinto forse per la mia poca simpatia nei confronti di Silvio Muccino che nella sua carriera ha così poco dato al cinema italiano!!! Ma quello che mi ha spinto a non cambiare canale è stata la consapevolezza che la telecamera era in mano al mitico Carlo Verdone che a differenza della persona citata prima ha dato moltissimo al cinema italiano!!

la trama in breve: Achile (Verdone in forma e mai fuori luogo in ruoli tragicomici) e sposato, ha una bella casa e un buon lavoro come responsabile di una catena di alberghi di proprietà del fratello della moglie! Dopo un furto in camera è costretto a licenziare una cameriera che torna a casa in lacrime tra le braccia del figlio Orfeo (Muccino senza la "s" di paperino a cui ci aveva abituato nei film del fratello gabriele) che passa la vita tra lavorare al bar e delusioni amorose!!

e cosi Orfeo decide di "rovinare" la vita a chi l'aveva rovinata alla madre...

lo immortala mentre tradisce la moglie proprio con la giovane compagna del cognato e lo svergogna davanti a tutti.... anche davanti alla figlia di lui che da poco aveva conosciuto in modo "accidentale"!!!

famiglia distrutta ma si cerca di salvare il salvabile.....

Verdone riesce a gestire tutto il cast in modo egregio e mette in luce il rapporto in sfacelo quando c'è di mezzo un tradimento e il rapporto tra una figlia che ha il padre ma che risulta assente e il rapporto tra chi il padre non c'è l'ha e non vuole averlo... anche se... beh, non posso dirvi tutto!!!

non posso negare al buon Verdone (anche se in Grande, grosso e verdone mi ha un pò deluso...) la piena sufficenza con qualcosa di più: 7

 
 
 

The immaginarium of Doctor Parnassus

Post n°24 pubblicato il 30 Gennaio 2010 da Enigmaman83
 
Foto di Enigmaman83

il film che recensisco oggi l'ho visto qualche giorno fa e anche se le mie recensioni ultimamente non seguono i film che vedo per motivi di tempo mi sento quasi obbligato a parlare di questo!!

Obbligato per vari motivi...

il regista è il visionario ed eclettico Terry Gilliam che dal suo genio ha partorito film come Il senso della Vita con il suo ex gruppo di comici Monty Python e film strani ma altrettanto stupendi come La leggenda del re pescatore, L'esercito delle 12 scimmie, Paura e delirio a Las Vegas e ultimo ma non per importanza I fratelli Grimm e L'incantevole strega (sempre con il compianto Ledger)...

altro motivo in parte già citato: Heath Ledger....

su di lui ci sarebbero pagine da dedicare, ma mi limiterò a qualche parola... un attore capacissimo che ha fatto sorridere in "filmetti" come 10 cose che odio di te e Il destino di un cavaliere, piangere in film come Paradiso + Inferno o Monster's ball... ma che ha fatto anche riflettere con personaggi inusuali come ne I segreti di Brokeback Mountain e negli ultimi The Dark Knight - Il cavaliere oscuro nel ruolo di Joker che per altro adoro come si può notare dal mio blog....  per ultimo ci ha regalato un interpretazione sublime nel film di cui parlo ora...

un introduzione lunghina ma dovuta!!!

veniamo alla trama: Il Dottor Parnassus (Cristopher Plummer) gira per le strade con il suo carrozzone dalle qualità particolari. In compagnia di un giovane tra l'altro innamorato di sua figlia (Andrew Garfield), sua figlia Valentina (Lily Cole) e un nano (Verne Troyer che è scoppiato in lacrime durante l'intervista nello speciale sulla morte di Heath) mette in scena ovunque uno spettacolo che ha al suo centro uno specchio. Chi lo oltrepassa si trova in un mondo in cui puo' realizzare i suoi desideri piu' fantasiosi. Parnassus e' immortale ma ha conquistato questa dote grazie a una scommessa vinta con il Diavolo che ha assunto le sembianze del perfido Mr. Nick (un poco utilizzato Tom Waits). Sono trascorsi i secoli e, nel momento in cui ha trovato il vero amore, il Dottore ha stipulato un nuovo patto con Mr. Nick il quale vuole che Valentina sia sua al compimento del sedicesimo anno di età. La data è ormai prossima. Ma nella compagnia entra in modo rocambolesco il giovane Tony (il già osannato Heath Ledger) che da nuovo lustro allo spettacolo aiutando i suoi nuovi amici a mettere su uno spettacolo più gradevole e invitare almeno 6 persone ad attraversare lo specchio affinchè la figlia possa essere salva!

nel corso del film spesso ci si dovrà chiedere cosa si vuole fare della propria vita e non sempre la scelta è quella giusta!!!

voto: 8

 
 
 

Sherlock Holmes

Post n°23 pubblicato il 07 Gennaio 2010 da Enigmaman83
 
Foto di Enigmaman83

l'ho visto qualche giorno fa ma è giunto il momento di dire cosa penso....

Guy Ritchie mi è sempre piaciuto... dei suoi film prediligo quelli con malviventi, rose e pistole (quindi capirete che ho odiato Travolti dal destino... remake di quello della Wertmuller con Giannini padre e Monica Vitti) come Lock e Stock, The Snatch e Rocknrolla....

ma non mi aspettavo che questo mi avrebbe colpito così tanto.....

vi racconto la trama: Sul finire dell'Ottocento, Londra è una città affascinante e pericolosa. Le novità tecnologiche attirano i cittadini più curiosi, ma il richiamo per l'occulto e il soprannaturale è altrettanto forte. Quando Sherlock Holmes e il fido dottor Watson consegnano l'assassino di giovani donne Lord Blackwood alla giustizia e, dopo aver assistito all'esecuzione capitale, assistono non di meno alla sua apparente resurrezione, Holmes è felice di potersi finalmente interessare di qualcosa alla sua portata. Tanto più che si è ripresentata a lui la bella Irene Adler, chiedendo il ritrovamento di un uomo che si scoprirà interrato nella bara di Blackwood. I casi si intrecciano, si aggrovigliano, sporcano gli abiti di fumo e di avventura.

Guy (che nella scena dove Holmes rimane nudo sul letto sembra fare il verso alla ex moglie Madonna che lo ha lasciato in mutande...) si concentra sul personaggio di Sherlock Holmes... uomo di straordinario acume e ugual passione per l'azione, ordinato mentalmente come nessun altro (se n'è fatto un “metodo”), che vive da bohemien nel disordine dei ritagli di giornale (la cronaca scandalistica), della polvere (bianca?) e dell'assenza di regolari abitudini, scazzottando alla bisogna a mani nude (stupende le scene dell'attuamento dei suoi pensieri in azioni!!!).  Al suo fianco, Jude Law è un dottor Watson con personalità, un passo indietro in quanto a genialità e spavalderia ma complice sincero, coinquilino avvenente, braccio (destro) e spalla (fuori e dentro la finzione) che valgono bene una scenata di gelosia, un tocco di isterismo, una manciata di voluta ambiguità. Rachel Mc Adams, infine, è “la donna”, furba e traditrice.  (My Movies)

voto globale: 8

 
 
 

La custode di mia sorella

Post n°22 pubblicato il 30 Dicembre 2009 da Enigmaman83
 
Foto di Enigmaman83

oggi vi presento un film strappalacrime che fortunatamente non scende mai nel banale e nel già visto...

figlio d'arte di uno dei più testardi registi indipendenti John Cassavetes (noto come attore ma regista di film inossidabili come Volti, Mariti, Minnie e Moskovitz e La sera della prima) in questo film Nick da sfogo a tutte le sue capacità di regista drammatico! Lo avevamo già apprezzato in Le pagine della nostra vita, ma anche in She so Lovely, John Q e Alpha Dog!! e in questo da davvero il meglio di se...

ma andiamo per gradi... la trama:

Kate Fitzgerald (la diciassettene Sofia Vassilieva) è un'adolescente innamorata della vita e colpita a pochi anni da una forma aggressiva di leucemia. La sua famiglia combatte da sempre la sua battaglia per contrastare malattia e stati d'animo. Sara (un'inaspettata Cameron Diaz per la prima volta in vesti drammatiche), la madre, ha abbandonato il lavoro e la carriera per garantire alla figlioletta malata cure e sostegno, mentre Brian (Jason Patrick) il padre, veglia sulla famiglia e cerca come può di contenere il dolore della figlia e l'ostinata determinazione della moglie davanti alla malattia. Anna (una bravissima Abigail Breslin... già vista in Little Miss Sunshine che consiglio a tutti vivamente!!!) ha undici anni (in realta ne ha un paio in più...) ed è stata concepita in provetta con un unico scopo.... fare da riserva di organi e liquidi vari per sopperire alla patologia progressiva della sorella maggiore. Provata emotivamente e sfinita dal disinteresse della madre, sempre troppo concentrata su Kate, Anna denuncia i genitori e con l'aiuto di un buon avvocato, Campbell Alexander (un robusto Alec Baldwin che somiglia sempre più ad Accelotti!!!) chiede l'emancipazione medica e i diritti sul proprio corpo. Il processo li dividerà.....

in questo film si entra a stretto contatto con la malattia ma a mio parere senza cadere nello sdolcinato...

è vero, è una macchina per far piangere... i continui flashback che fanno la spola tra momenti belli e momenti passati tra medicine e vomito... ma non scende mai nello scontato o nel banale ed è una soddisgfazione per gli occhi.... e il cuore!!

bella anche la colonna sonora...

voto: 7

 
 
 

Never Back Down - Mai arrendersi

Post n°21 pubblicato il 07 Dicembre 2009 da Enigmaman83
 
Foto di Enigmaman83

oggi pomeriggio mi sono adagiato sul divano e ho guardato questo teen-action movie...

inizialmente mi aspettavo qualcosa alla Karate Kid (cosa che mi avrebbe causato dispiacere visto che tolto il maestro Miaghy, il compianto Pat Morita, da tutta la serie karate kid non c'è da prendere nulla e sinceramente io ho sempre tifato contro Daniel "San", ovvero Ralph Macchio.... NON LO SOPPORTAVO!!!)...

comunque non era come pensavo.... obbiettivamente mi è piaciuto!

prima la trama e poi il commento: il giovane Jake Tyler (Sean Faris in una delle sue prime apparizioni), dopo un incontro di football americano finito male a causa di una sua sfuriata contro un avversario che aveva offeso suo padre (morto in un incidente stradale di cui si attribuisce la colpa) decide insieme a madre e fratellino di cambiare scuola. Presto però le sue gesta di picchiatore fanno il giro del liceo così invece di passare inosservato si ritrova al centro dell'attenzione...

in seguito scopre che in quella cittadina tranquilla si organizzano combattimenti di lotta libera con arti marziali miste e conosce una bellissima ragazza Baja Miller (Amber Heard, la "sorella" di Scarlett Johansson) e di conseguenza il suo ex Ryan McCarthy (un antipatico ma fisicato Cam Gigandet... già visto in O.C. e Twilight) spietato e ricco campione dei picchiatori che lo provoca insultando la memoria del padre.

Jake viene colpito sia fisicamente che nell'orgoglio, così decide che è il caso di allenarsi un pò... e quale posto migliore se non la palestra di Jean Roqua (un tonicissimo Djimon Hounsou... nomination all'oscar per Blood Diamond e amico di Massimo Decimo Meridio ne Il Gladiatore). Roqua però pretende che gli allenamenti siano finalizzati a un desiderio di crescita personale e non a regolamenti di conti all’esterno della palestra. Ma il bastardissimo Ryan decide che ha proprio voglia di battersi con Jake e trovera il moso, con sistemi più o meno puliti, di trovarselo di fronte in una finale alla Fight Club... che un pò richiama alla memoria!

ora veniamo al commento.... tutto sommato positivo!

se si considera i film che come genere lo hanno preceduto e che un pò lo ricordano (ribadiamo Karate Kid e Fight Club), Jeff Wadlow regista alle prime armi che abbiamo conosciuto con Nickname:Enigmista (boiata pazzesca mascherata da horror!!) si difende bene fornendoci una storia da teenager ma con ottimi combattimenti ben coreografati... e poi un tuffo nell'utilizzo più o meno errato nella rete grazie a cui tutti possono vedre tutto, e in questo caso grazie a Youtube anche combattimenti clandestini!!

se ve lo consiglio....?!?! beh, si dai... di sicuro non vi annoierete!

e poi chissa perchè dopo film di questo tipo ti viene voglia di comprare un sacco dei guantoni e cominciare a tirare pugni!!

voto: 6+

 
 
 

Kung Fu Panda

Post n°20 pubblicato il 27 Novembre 2009 da Enigmaman83
 
Foto di Enigmaman83

è da settimane che ogni tanto mi capita di "scanalare" e beccare su sky sempre sto film....

è giunto il momento di dire la mia!

divertente film d'animazione della Dreamworks di Spielberg che sforna continuamente insieme alla Pixar degli ottimi prodotti!

Film nato grazie a 8 mani, ovvero dalla regia di Mark Osborne e John Stevenson e dalla sceneggiatura di Johnatan Aibel e Glenn Berg...

la trama in breve: Po è un Panda (doppiato da Jack Black negli States e da Fabio Volo in Italia) che lavora come cameriere in un ristorante cinese. Nonostante la sua grande passione per il Kung fu, fisicamente Po non è esattamente adatto all’arte del combattimento marziale. E questo è un problema, dal momento che il maestro Oougwei, basandosi su un’antica profezia indica proprio lui come il “Prescelto” che dovrà affrontare e sconfiggere il temibile Tai Lung pronto a misurarsi con lui. Questo a motivo del fatto che Tai Lung, convinto di essere il Guerriero dragone e ossessionato dalla pergamena del drago viene bloccato a causa della violenza scatenata in città quando scopre di non essere il prescelto e viene arrestato! per un caso (anche se nel film la frase celebre è "Il caso non esiste"...) Tai Lung riesce ad evadere e a quel punto, un gruppo di maestri di arti marziali, tra cui un divertente maestro Schifu, entreranno in azione e cercheranno di trasformare il panda ciccione e scansafatiche in un vero GUERRIERO DRAGONE!

consiglio la visione in lingua originale (Jack Black è un mito!!) ma anche Volo se la cava egregiamente....

dialoghi divertenti e risate assicurate!

voto: 7

 
 
 

2012

Post n°19 pubblicato il 19 Novembre 2009 da Enigmaman83
 
Foto di Enigmaman83

ieri sera tutto carico di buoni propositi mi sono recato al cinema a vedere un "capolavoro"!!

perchè tra virgolette? beh, perchè così lo hanno dipinto i critici di un paio di siti sul cinema!

ma mi permetto di dissentire... nulla da dire dal punto di vista tecnico, effetti speciali davvero SPECIALI.. e da Emmerich me lo aspettavo (Stargate, Indipendance Day e The Day After TOmorrow ne sono la prova)!! le scene dove si radono al suolo le città, incluso il Vaticano sono spettacolari (consiglio la visone al cinema)!!

la cosa che non ho digerito è stata la sceneggiatura!

vi racconto la trama: siamo ai giorni nostri e in un centro di ricerca nucleare indiano viene scoperto che il nucleo della terra si sta sciogliendo (prima genialata e botta di originalità), subito il ricercatore indiano (Satnam Tsurutami) informa l'amico dottore alla Casa Bianca (Chiwetel Ejiofor) che si reca da un consigliere governativo (Oliver Platt) e insieme cercano una soluzione alla possibile catastrofe prendendosela comoda dato che il dottore pensava a danni molto futuri!

con sua sorpresa però il fattaccio avviene solo 3 anni dopo e così e nascondendo la cosa alle masse (eliminando chi sa qualcosa in più) si inizia la costruzione di navi per mettere in salvo la gente! piccolo dettaglio..... si salva solo chi ha i soldi (un miliardo di Euro!!!!) e già questo non è un bel messaggio da assimilare!

nel frattempo un padre separato (John Cusack) va in campeggio con la figlia che lo adora e il figlio schizzato che lo odia (seconda botta di originalità.... vi ricorda nulla? tipo... La Guerra Dei Mondi!!!) ma arrivati nel parco di Yellowstone lo trovano devastato e così decidono di tornare a casa! subito dopo iniziano "terremoti in un luogo dopo l'altro", per citare un passo biblico, e inizia la fuga a bordo della limousine di papà (non la sua, fa l'autista) con l'uomo della ex moglie al seguito!

e insieme ai terremoti iniziano le scene impossibili!!! ma è possibile.... ogni volta che c'è da prendere una macchiana, un aereo mentre l'asfalto si sbriciola sotto i piedi o si deve passare facendo slalom tra macerie e automobili che cascano dai ponti, o alla guida di un aereo di fortuna dove dal cielo piove di tutto si salvino SEMPRE e SOLO loro!!! dai... nemmeno un graffio!!

vabbè.... e poi vogliamo parlare della pessiama figura che ci fa l'Italia?? Ogno volta che parla il Capo del Governo dice una boiata e quando il capo di Stato tedesco annuncia che il Capo del Governo italiano decide di..... ma non ve lo dico... fatevi due risate con l'effetto sorpresa!!

nel corso del film noterete altre scopiazzature, scarsa originalità e situazioni impossibili!!

dopo una recensione così non mi sento di dare la sufficenza, ma SOLO per gli effetti speciali mi sento in dovere di dare un....

6--

 

 
 
 

Nemico Pubblico

Post n°18 pubblicato il 16 Novembre 2009 da Enigmaman83
 
Foto di Enigmaman83

finalmente dopo settimane sono andato al cinema!!!!

e non potevo scegliere film migliore....

spinto da un paio di garanzie, ovvero la regia di un veterano come Michael Mann (che ha stupito con Collateral e fatto godere gli occhi assetati di digitale con Miami Vice) e la recitazione affidata a colossi come Johnny Depp (troppo spesso da Oscar e troppo spesso ignorato) e Christian Bale mi sono recato al cinema!

già dai primi minuti la premessa era chiara... pallottole come se piovesse!! ci può stare ma non quando si va a discapito della recitazione... Depp in più di un occasione rende umano il famigerato Dillinger, ma chi si aspetta duelli verbali come quello visto in Heat - La sfida (dello stesso Mann) rimarra deluso... solo una fugace scena in cella e uno scambio di sguardi!

per non parlare di un paio di scene alquanto strane: un rapinatore pluriricercato entra in una centrale di polizia e nessuno lo guarda, lui accompagna lei in un posto pieno zeppo di federali, lei viene presa e nessuno lo nota a 3 metri di distanza!!!

ma non conosco la storia vera... e magari le cose sono andate così!!

comunque solo piccoli nei che svaniscono magicamente davanti alla spettacolare fotografia digitale di Dante Ferretti!! che spettacolo per gli occhi... e vogliamo parlare delle sparatorie con telecamera a spalla?! ottime scelte registiche che confermano Mann un grande! finale non a sorpresa, dato che tutti sappiamo come è finita, ma Mann stupisce di nuovo portando un film nel film e mettendo a confronto Depp con niente meno che Clarke Gable in un film dove anche lui interpreta un criminaleche alla fine si incammina verso la morte!!

davvero notevole... lo consiglio vivamente!!!

voto:7,5

 
 
 

Disastro a Hollywood

Post n°17 pubblicato il 05 Novembre 2009 da Enigmaman83
 
Foto di Enigmaman83

il film di cui parlo sta sera è stato un pò snobbato da pubblico e critica...

durante la proiezione al Festival di Cannes tutti hanno sorriso, molti hanno riso di gusto... ma alla fine gli hanno negato l'applauso!!

che ingrati....

io mi sono divertito e non mi vergogno di ammetterlo!!

non è certo una novità... siamo abituati al cinema che parla del cinema (S.O.B., Get Shorty, ecc....)

ma in questo film Barry Levinson,

ottimo sceneggiatore di film come Tootsie e Amici come prima, ma anche produttore di capolavori come Delitti e Segreti, Donnie Brasco o La Tempesta Perfetta,per poi dedicarsi alla regia di filmoni come Good Morning, Vietnam, Rain Man - L'uomo della pioggia che gli valse l'Oscar per la regia o Bugsy...

ci fa calare nei panni di Ben (un DeNiro in stato di grazia) un produttore che deve fare i conti con un pubblico che non gradisce la scena finale di un film da lui prodotto dove si spara a sangue freddo ad un cane, e si deve confrontare inoltre con un attore che vive della sua immagine, ma si fa crescere la barba rendendosi irriconoscibile e non ha nessuna intenzione di tagliarsela!!!

sia nel primo che nel secondo caso ottima prova recitativa per Sean Penn e Bruce Willis nel ruolo di se stessi... ma anche azzeccati i camei di John Turturro e Stanley Tucci...

tutto molto divertente!

voto: 7

 
 
 

Disturbia

Post n°16 pubblicato il 04 Novembre 2009 da Enigmaman83
 
Foto di Enigmaman83

questa sera mi sono dedicato al thriller prevedibile ma comunque godibile!!

DISTURBIA.....

I numeri per un buon thriller ci sono, dato che il buon D.J.Caruso si è fatto le ossa nientemeno che con John Badham collaborando alla regia diInsieme per forza e l'ottimo Minuti Contati con Johnny Depp....

in seguito si dedica alle serie televisive (Dark Angel, Smallville), ma è nel 2004 che si cimenta nella regia personale con Identità Violate, con Ethan Hawke e Angelina Jolie... scarsi risultati, non amato da pubblico e critica!

poi dirige Rischio a due con Mattew McConaghey e Al Pacino...

ma con questo film segna la sua crescita come Thrillerman e dirige un film Hitckockiano ma che butta l'occhio alla Hollywood dei blockbuster....

in breve: Il giovane Kale (un simpatico e assillante Shia LaBeouf) perso il padre in un incidente stradale a causa sua vive nell'incubo della colpa. Svogliato negli studi ed estremamente irascibile, quando viene provocato da un insegnante gli tira un cartone e viene condannato a tre mesi di arresti domiciliari. A casa, però, non c'è molto da fare, se non farsi stressare dalla madre (Carrie Ann-Moss... La Trinity di Matrix) e osservare il mondo esterno dalla finestra della sua camera. Là fuori tutto si muove, tutto accade, e le persone, nel loro quotidiano, sembrano fare cose interessanti mai notate fino a ora. C'è la bella Ashley (Sarah Roemer mozzafiato!!), appena trasferitasi dalla città con la famiglia, ma anche l'inquietante vicino, il signor Turner (uno spaventoso David Morse), che sembra nascondere dei segreti. Come la sparizione di una donna.

Come già detto un mezzo blockbuster... ma può un film studiato a tavolino essere anche un buon film?

SI....!!!

Chiaramente ispirato a "La finestra sul cortile" gioca sulla insaziabile curiosità insita nell'animo umano; l'immancabile presenza di un serial killer, che è l'attuale marchio di fabbrica del genere, un cast di teen-ager, l'utilizzo della tecnologia, dai cellulari, ai pc, alle videocamere.....
Questi elementi, messi insieme e centrifugati, creano un film prevedibile nel suo incedere, che segue pedissequamente il modello hitchcockiano, ma che è, allo stesso tempo, un manifesto perfetto del thriller per le masse dei nostri giorni.

Disturbia quindi, non aggiunge niente di nuovo al genere, intrattiene senza sorprendere, coinvolge quando deve coinvolgere. In modo scolasticamente ineccepibile.....

voto globale: 6.5

 
 
 

Yesman

Post n°15 pubblicato il 25 Ottobre 2009 da Enigmaman83
 
Foto di Enigmaman83

ieri sera sono tornato a casa e mi è venuta voglia di Jim Carrey!!

li ho quasi tutti ma un film che avevo visto non mi aveva convinto particolarmente, così ho deciso di riguardarlo!

si tratta di Yesman: diretto da un colosso delle commedie come Peyton Reed (Abbasso l'amore, Ti odio, ti lascio, ti...) che si trova a suo agio e fa ridere con un occhio all'introspezione umana e la voglia di libertà innata!

la trama in brve: Carl Allen (un sempre verde Carrey) è un impiegato divorziato orgogliosamente chiuso nella sua solitudine e insensibile alle richieste altrui. I clienti gli chiedono un prestito e lui lo nega, gli amici gli chiedono compagnia e lui si tira indietro (la scena iniziale nella videoteca dove finge di non essere lui al telefono è da sbragarsi!!), cercando di farsi bastare un dvd sul divano. Si protegge dai colpi che la vita gli ha dimostrato di saper sferrare, ma quanto altro si preclude così facendo? L'incontro con un ex collega lo convince a partecipare ad un seminario di “positività”, in cui il guru di turno lo esorta a rivoluzionare la sua vita rispondendo di ad ogni richiesta.

Improvvisamente, si ritrova ad apprendere il coreano, a prodigarsi per un barbone, a presenziare alle feste a tema del capoufficio e ad accettare il passaggio in scooter di una sconosciuta di nome Allison. Carl dice sì all'amore per costrizione, in attesa di dire no alla costrizione in nome dell'amore.

Con Yes man la grandezza di Jim Carrey permette al suo personaggio di liberarsi in un attimo dalle maglie di un percorso troppo scritto: gli basta una smorfia, un sorriso tirato dei suoi, che sembrano voler dire “è tutta una presa in giro e io posso prendervi in giro meglio di chiunque altro” per far reagire commedia scenica e tragedia umana in modo esplosivo.

davvero divertente!!!

voto: 7

 
 
 

Cipolla Colt

Post n°14 pubblicato il 14 Ottobre 2009 da Enigmaman83
 
Foto di Enigmaman83

spinto da una forza superiore mi trovo qui sta sera a recensire un film alquanto strano!

forse non tutti sanno che negli anni '70 in Italia impazzavano gli Spaghetti Western... Ovvero una risposta quasi parodiata ai classici film western americani di John Ford e Sam Peckimpah!

sono stati anni di titoli improbabili come "Gli fumavano le colt...lo chiamavano Camposanto" del 1971, "Lo irritarono...e Sartana fece piazza pulita" del 1970 o "Buon funerale, amigos...paga Sartana" del 1971... e nel 1976 grazie a Enzo Castellari arriva Cipolla Colt!!!

La trama: un perfido proprietario terriero nonchè a capo di una potente compagnia petrolifera, fiuta un terreno agricolo dove si cela un ricco giacimento di petrolio. Con metodi non del tutto pacifici tenta di impossessarsene facendo uccidere il propriatario. I 2 figli anche se solo bambini cercano di difendere il terreno del padre. Ma compare un'altra figura un certo Onion (un irresistibile Franco Nero!!) coltivatore di cipolle che aveva precedentemente acquistato quel terreno.
Gli uomini di Petrus tentano invano di convincere Onion a lasciar perdere possesso del terreno, ma Onion non è solo un innocuo coltivatore di cipolle, ma anche un abile pistolero lesto di armi, mani e... cipolle, che usà a mo di palle da baseball. Alla fine sgominerà il piano di Petrus, ma sarà comunque disperato quando capirà che non potrà comunque coltivare le sue amate cipolle, perchè il terreno è ricco di petrolio.

ultima annotazione... le musiche sono di Guido e Maurizio De Angelis ovvero.... GLI ONIONS (quelli del tormentone di Altrimenti ci arrabbiamo)!!

demenziale e divertente ma arriva forzatamente alla sufficenza..

voto: 6


 
 
 

The International

Post n°13 pubblicato il 10 Ottobre 2009 da Enigmaman83
 
Foto di Enigmaman83

qualche giorno fa mi hanno prestato questo film che mi  ha subito incuriosito...

i numeri per essere  un  bel  action movie c´erano tutti!

1- regista abituato al genere... Tom Tykwer (Lola corre, Profumo - Storia di un assassino)

2- Naomi Watts.... sempre impeccabile!

3- Clive Owen... che ultimamente si sta dedicando ai film d'azione (Shot'em up!!)

la trama in breve:

L'agente dell'Interpol Louis Salinger (Clive), con la collaborazione di Eleanor Withman (Naomi) è impegnato in una missione impossibile: far emergere le prove del coinvolgimento di una grande banca in un impresa terroristica che si sviluppa in ogni area del pianeta. Partono da Berlino (dove un collega ha perso la vita in una scena girata benissimo!) i due seguono le piste di denaro sporco e giungono a Milano dove assistono all'omicidio, nel corso di un comizio, di un rampante leader della nuova destra (Luca Barbareschi... per favore lascia perdere!!!). A ogni passo avanti che compie l'inchiesta, le vite dei due protagonisti sono sempre più a rischio.

L'unico neo, se così si può definire è che nel film l'Italia non fa certo una bella figura.

Carabinieri che se non sono corrotti sembrano sempre stupidi (vedi Angeli e demoni!), Brigate Rosse prese a pretesto per delitti organizzati da tutt'altri soggetti.

Insomma un bel quadretto.......

Comunque va detto anche che Tykwer ha messo il dito in una delle più insabbiate piaghe della nostra era: l'attività delle banche.

La storia è un pò ingarbugliata ma la fotografia è impeccabile, e il regista ci regala l'uccisione di Barbareschi con cecchino dal Pirellone e una sparatoria impossibile ma spettacolare nel Guggeneheim di New York...

Notevole... voto:7

 
 
 

Point Break - Punto di rottura

Post n°12 pubblicato il 21 Settembre 2009 da Enigmaman83
 
Foto di Enigmaman83

E' passato qualche giorno dalla morte di Patrick Swayze....

e giustamente i media contribuiscono a ricordarlo mettendo in onda un paio dei suoi film più famosi!

l'altra sera su La 7 ho piacevolmente rivisto Point Breack!!!

che dire... iniziamo con la tama:

siamo negli Stati Uniti. C'è una banda che rapina banche. Si tratta degli "ex presidenti", sono quattro e indossano le maschere di Carter, Reagan, Nixon e Johnson. L'FBI gli ha dato la caccia senza esito anche perché nessuno prende in considerazione la teoria dell'agente Angelo Pappas (Gary Busey) il quale ritiene che si tratti di surfisti che in questo modo si finanziano le escursioni. Quando alla sezione di Los Angeles giunge il giovane agente Johnny Utah (un Keeanu Reeves negli anni migliori) l'indagine si rimette in moto. Utah dà credito alla teoria del collega e si fa allenare per il surf dall'esperta Tyler (Lory Petty) che lo introduce nell'ambiente. Ha così modo di conoscere Bodhi (il compianto Swayze), surfista esperto in attesa dell'onda perfetta, che è anche il capo della banda. Mentre Utah e Pappas continuano l'indagine e le rapine si succedono tra il poliziotto e il rapinatore si crea un forte legame. Fino al giorno in cui Bodhi scopre che Utah è un poliziotto.
la regia è della bravissima Kathryn Bigelow, donna che spesso supera i suoi colleghi maschi nel dirigere film d'azione e di guerra!!!

non dimentichiamo film come Il buio si avvicina, Blue Steel, Il mistero dell'acqua e il più recente The Hurt Locker...

in ogni suo film la Bigelow cerca il 'punto di rottura'. Quel punto in cui separarsi dalle tradizioni hollywoodiane pur avendole cavalcate fino ad un istante prima, come le onde per i surfisti. In questo film per esempio ci offre un piano sequenza 'impossibile' che ci mostra l'ingresso di Utah nella sede dell'FBI e molto più avanti una sequenza incredibilmente mozzafiato di inseguimento, scena tipicamente hollywoodiana! Il confronto degli opposti sta alla base della sua poetica e qui tocca forse il suo apice. Tra Utah e Bodhi l'attrazione è forte. Le loro mani che si stringono mentre scendono in volo in caduta libera divengono segno di una possibile amicizia a cui fa da barriera la Legge. Uno la rispetta, l'altro la sfida costantemente. Ma entrambi sfidano altre leggi non controllabili dall'uomo. L'acqua nella sua dimensione più possente e simbolica (l'onda) apre e chiude le danze e racchiude un doppio significato: è fonte di vita ma può al contempo portare la morte. Una morte che viene cercata e sfidata per tutta la durata del film. Una morte che finisce con il dare un senso alla vita.

Voto: 8,5

 
 
 

Superhero - Il pi¨ dotato dei supereroi

Post n°11 pubblicato il 12 Settembre 2009 da Enigmaman83
 
Foto di Enigmaman83

ahi ahi ahi....

butta male per le parodie!!

ormai stiamo non le stiamo più godendo ma le stiamo SUBENDO!!

dopo i vari Scary Movie (ben 4, tra cui gli ultimi due prodotti e scritti proprio da Craig Mazin, il regista del film che sto recensendo) e 3ciento e Suxbad e Maial College... ormai non ne possiamo più!

i numeri per una buona parodia c'erano: bravo sceneggiatore, una storia che prende in giro i vari Spider Man, X-men, Batman..... film non ancora violati e anche prodotto da David Zucker (il regita cult de L'aereo più pazzo del mondo) e con camei che contano come Pamela Anderson e Leslie Nielsen!

strappa qua e la qualche sorriso, un paio di risate di gusto! ma la Anderson compare per 1 minuto ed è pure mezza trasparente e Leslie Nielsen prova con qualche zampata a rendere tutto più divertente...

tutto sommato voto: 5

 

 
 
 

L'era glaciale 3 - L'alba dei dinosauri

Post n°10 pubblicato il 12 Settembre 2009 da Enigmaman83
 
Foto di Enigmaman83

al cinema qualche giorno fa mi sono dedicato ai film d'animazione...

un pò titubante, dato che di solito i seguiti fanno rimpiangere i film precedenti, alla fine mi sono dovuto ricredere!!

ma Carlos Saldanha (un regista al suo secondo film in solitaria, il primo è proprio L'era Glaciale 2, , ma che ha co-diretto film come il primo L'Era Glaciale e Robots) ha dato il suo meglio!!

La storia è più articolata: Manny e Ellie stanno per avere un bambino e la novità sembra sconvolgere qualche equilibrio. Diego sente di non avere più lo smalto di una volta mentre Sid desidera sperimentare la "maternità" a tutti i costi, anche se si tratta di dover badare a tre cuccioli di dinosauro nati da uova trovate per caso. Una nuova avventura al salvataggio proprio di Sid e l'incontro con un nuovo personaggio  serviranno a riunire il branco.

La necessaria novità di questo terzo film è anche la cosa migliore. Il personaggio di Buck (in originale doppiato da Simon Pegg, in Italia da Massimo Giuliani), un furetto rimasto per troppo tempo in una zona incontaminata a contatto con i dinosauri e ormai totalmente impazzito come un reduce di guerra, è un vero e proprio portatore di caos e sebbene non costituisca nulla di rivoluzionario è capace di regalare momenti imprevedibilmente divertenti.
Condito di alcune citazioni (Star Wars, Jurassic Park, Peter Pan, .....) e con scene spesso esilaranti ci regala anche grasse risate grazie al rodato Srat che in questo film viene affiancato da una nuova fiamma!

davvero divertente!!!

voto: 7

 
 
 

United 93

Post n°9 pubblicato il 12 Settembre 2009 da Enigmaman83
 

In armonia con l'anniversario della caduta delle torri Gemelle Canale 5 decide di omaggiare l'accaduto trasmettendo un film anticonvenzionale e forse dimenticato da pubblico e critica (sopratutto dal governo il giorno in cui non si doveva dimenticare!!)!

candidato Paul Greengrass all'Oscar per la regia, questo film permette di ripercorrere una probabile situazione che si è venuta a creare a bordo di quel maledetto volo!

ricostruzione abbastanza dettagliata grazie anche alla collaborazione di decine di familiari delle vittime che hanno dato la loro personale testimonianza!!

nessun finale a sorpresa... tutti sappiamo già come andrà a finire....

però Paul è bravo nonostante tutto a farci tifare per i passeggeri e con movimenti ritmati di camera e una regia sicuramente antihollywoodiana tiene con il fiato sospeso fino all'ultimo secondo!!

un ottimo film che ci ricorda una triste realtà...

dedicato a tutte le vittime e i loro familiari...

voto: 8

 
 
 

La notte non aspetta

Post n°8 pubblicato il 31 Agosto 2009 da Enigmaman83
 
Foto di Enigmaman83

peeeeeeeerò!!!!

questa è stata la mia esclamazione dopo aver visto questro film...

David Ayer mi ha ancora una volta regalato delle belle emozioni e ha dimostrato di saper fare il suo mestiere... che oltre a essere lo sceneggiatore (di capolavori come Training Day e Hars Time da lui anche diretto) è quello di regista....

anche se solo al suo secondo film!!!

La notte non aspetta è un buon poliziesco crudo e violento con qualche scena già vista ma che grazie al ritmo serrato e alla presenza di due giganti del cinema come Keanu Reeves e Forest Withaker rende il tutto molto godibile...

in sintesi: Il detective Tom Ludlow non si è ancora ripreso dalla morte della moglie e trova conforto nella bottiglia. Vive di notte, sulle strade di Los Angeles, armato e incapace di provar paura. È lui che garantisce la sicurezza dei cittadini, affrontando gli aspetti più ripugnanti della società e applicando una giustizia rapida e priva di compromessi, che ignora i protocolli e gli scrupoli morali. Ma poi un collega muore, il partner di una vita, ed emergono delle prove che lo vorrebbero coinvolto nella sua esecuzione. Ludlow si prepara così ad indagare su se stesso e sulla cultura poliziesca di cui è un esemplare di punta e un veterano.

Dopo una corsa a perdifiato forse il film si perde un pò lasciandosi andare a dialoghi un pò elemantari, ma tutto sommato ne esce un buon prodotto...

voto: 7

 
 
 
Successivi »
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

bal_zacEnigmaman83Albo1907gambinorosannaEmmanueleVunamamma1beatrix_86sasacinemanserena.bellalunastrong_passionpamrocCHARLOTTE9dglmagicatripieralbatroMephpilot
 

Ultimi commenti

Aumenta la curiositÓ per un film candidato...
Inviato da: Gegio
il 15/05/2010 alle 09:27
 
Da Bugiardo, bugiardo a Yes man, credo di averli visti...
Inviato da: Gegio
il 02/04/2010 alle 09:25
 
Dopo l'ultima uscita al cinema, per Scorsese, io e i...
Inviato da: Gegio
il 02/04/2010 alle 09:24
 
Piano piano durante la visione mi sono accorto che il...
Inviato da: Gegio
il 02/04/2010 alle 09:22
 
Solo di recente ho imparato ad apprezzare i film...
Inviato da: Gegio
il 19/03/2010 alle 11:42
 
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom