KataKaos

di tutto un po'

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

 

LONDON'S CALLING#03-JEFF KOONS POPEYE SERIES

Foto di katablog

la Serpentine vale di per se un giro... l'edificio è bello, il parco intorno stupendo... la mostra di Jeff Koons poi merita una visita, tantopiù che è a ingresso libero.

c'è tutto quello che ci si aspetta da Jeff Koons in questa Popeye Series... i suoi animali di plastica che diventano installazioni, le sue maxitele all'insegna del pop... salvagenti, aragoste, scimmiette e tette varie... è un Jeff Koons esattamente come te lo immagini...

anche il piccolo bookshop merita, ci si trovano riviste e libri interessanti... e se ci si vuole buttare nel collezionismo la Serpentine ha un portfolio di giovani artisti a cui attingere!

 
 
 

LONDON'S CALLING#02-JACK FREAK PICTURES

Foto di katablog

 

Gilbert&George fanno parte di quegli artisti contemporanei che dalla nicchia sono stati sdoganati e passati se non al mainstream di sicuro ad una popolarità nazionalpop...

se non ricordo male nel 2007 la Tate Modern gli ha dedicato una  retrospettiva... ora a Londra tornano con queste nuove opere alla WhiteCube. la mostra è divisa in due una parte è al WhiteCube di Hoxton l'altra alla WhiteCube in zona Piccadilly.

sono 2 parti indipendenti ma complementari, le opere sono enormi e molto molto pop come si conviene ad un duo del genere. La bandiera inglese la fa ovviamente da padrone. un arte alla portata di tutti ma con un tocco eccentrico, dandy.

se passate da Londra è assolutamente da vedere...fino al 22 agosto... tanto più che è gratis!

 
 
 

LONDON'S CALLING #01

Post n°222 pubblicato il 11 Agosto 2009 da katablog
Foto di katablog

eccomi a Londra... di nuovo... dopo un mese di mare in versilia dopo diverse peregrinazioni su e giù x l'Italia eccomi finalmente qua...

il tempo è orrendo, come si conviene a Londra, la crisi dicono si senta ma a vedere negozi, pub e ristoranti non si direbbe... e non parlo certo di posti tipo il Mayfair o Belgravia dove ricchi, turisti e ricchi turisti spadroneggiano...

il caro, vecchio East ha qualcosa di familiare... la nera che si complimenta x le tue scarpe, quella che sull'autobus ti sorride, i soliti baracchissimi dress to impress che ritrovi ogni sera al pub... i matti  della via, ex tossici con crisi di astinenza, sempre gli stessi...

negozi, posti, facce... quante cose... Yes, i love Hackney!!!

 
 
 

FALLIN' IN LOVE AGAIN

Post n°221 pubblicato il 18 Giugno 2009 da katablog
 
Foto di katablog

Roma ti prende il cuore. A volte. Roma, a volte, te lo rapisce il cuore. Poi te ne dimentichi. Capita. A volte.

Quando te ne dimentichi Roma torna a essere un non luogo, uguale a tutti gli altri.

Casa lavoro lavoro casa.

Puoi essere a Milano, Roma, Londra, New York o in un terminal di un qualunque aeroporto. Sarebbe uguale.

L’emozione e il trasporto, se c’è, è tutta in quello che fai. Se sei molto fortunato anche nel con chi lo fai. Ma il luogo in cui lo fai è un dettaglio, a cui non fai più caso preso dalla tua quotidianità.

Poi così senza un perché alzi lo sguardo. Sei a Roma. Non lavori. Non hai fretta. Il caldo estivo ti impigrisce e ti fa sentire senza un perché turista.

E Roma ti prende il cuore di nuovo.

Ti senti decadente come certi meravigliosi palazzi della Garbatella. Ti senti parte di una Roma che era e forse non c’è più o forse ancora è, seduta al Calisto a Trastevere. Ti senti la regina della città mentre ti godi il fresco in qualche giardino che generosamente ti si offre così, quasi all’improvviso tra una strada e l’altra.

Oltre a Roma, giornate tra amiche, vecchie e nuove. Così diverse tra loro, così diverse eppure così uguali a te.

 
 
 

ECCO COME FINIRO'....

Post n°220 pubblicato il 09 Gennaio 2009 da katablog
 
Foto di katablog

Da "la Repubblica"

Morire sepolti sotto gli oggetti accumulati nello shopping compulsivo. È quello che è accaduto ad una pensionata di 77 anni, nel suo bungalow a Stockport, in Inghilterra. Ci sono voluti due giorni di lavoro e due squadre di poliziotti per rimuovere tutta la roba e trovare il cadavere dell´anziana Joan Cucanne. Ogni camera della sua abitazione «straripava» di oggetti, molti dei quali inutilizzati. Gli agenti della polizia hanno trovato di tutto: «Da 16 anni comprava tutto ciò che le capitava tra le mani per il semplice piacere di far compere e non perché le cose le servissero realmente», ha raccontato un amico della donna.

 
 
 

LES PETITES MADELEINES & AFFINI...

Post n°219 pubblicato il 07 Gennaio 2009 da katablog
 
Foto di katablog

...I sapori sono una cosa strana... Proust lo aveva capito già da tempo lo so... io arrivo moltoooo dopo...

mesi fa a Londra il primo viaggio nel passato. Assaggiavo della panna liquida, di quelle che si comprano al supermercato e di colpo mi sono trovata katapultata nel mio passato. A casa della nonna in estate. Col caseificio del paese come vicino di casa e ogni tanto un po' di panna per viziarci un po'. La sera mettevi il barattolo di plastica sul davanzale della finestra del caseificio e la mattina dopo era là ad aspettarti, pieno di panna fresca. Mi è bastato assaggiare la panna inglese per tornare là, per avere di nuovo tra le mani quel barattolo di plastica spessa col tappo rosso a vite.

ieri sera una nuova incursione nel passato. Assaggio del croccante, regalo per la Befana. E' stato fatto in Puglia ma di colpo, al primo morso, sono tornate nelle mie estati sul lago di Lecco. La festa di Sant'Anna. La processione delle Renzo&Lucia. L'asta di beneficienza. E mio padre che ogni anno si aggiudica del croccante fatto a mano da qualche brava donnina del luogo. Il croccante è fatto a torta si vede la forma dello stampo in cui è stato messo.

niente nel croccante di ieri o nel vasetto di panna uk a ben vedere richiama il mio passato. ma il gusto di queste cose sì. è stato un viaggio intenso, anche se non mi sono mai mossa.

 
 
 

...E UN ANNO SE NE VA...

Post n°218 pubblicato il 31 Dicembre 2008 da katablog
 
Foto di katablog

...Sto diventando grande lo sai che non mi va..aaahah...

 
 
 

FESTE E TV...

Post n°217 pubblicato il 24 Dicembre 2008 da katablog
 
Foto di katablog

...C'è qualcosa di tremendamente rassicurante nella programmazione televisiva durante le feste...

ogni anno ritrovi i soliti vecchi film, quelli che "fanno tanto Natale"... Io stamattina ho fatto colazione con gli UmpaLumpa e Mr. Willy Wonka, quello originale, Gene Wilder...

Buon Natale a tutti!!!!!

 
 
 

OGNI STOP E' SOLO UN ALTRO START

Post n°216 pubblicato il 04 Dicembre 2008 da katablog
Foto di katablog

Eh già…proprio come nella canzone dei CasinoRoyale davvero ogni stop è solo un altro start… sono stata assente per un sacco di tempo dal blog… Tempo meraviglioso e importante, in cui ho vissuto così tante cose, ho conosciuto posti, persone, ho incontrato libri e opere e paesaggi… Troppe cose da mettere per iscritto tutte assieme. La sensazione di nuovo start è forte, proprio adesso, proprio in questo momento in cui, se guardo le cose da un punto di vista meramente pratico, beh niente sta accadendo. Eppure mi ritrovo felice, nella maggior parte delle mie giornate.

Alcuni incontri mi hanno messo di fronte a quello che sono, che sono sempre stata e chissà perché negli ultimi 3-4 anni me ne ero dimenticata. Certo, si cambia, si cresce ma è come se avessi vissuto anestetizzata, come se avessi messo buona parte di me in naftalina senza neanche essermene accorta. In questi mesi casa mia è cambiata, io sono cambiata…

Sono stata un po’ giramondo. Londra per un po’, Londra e quella sensazione di essere a casa lì, con la mia stanza piena di luce, le mie mates così belle, interessanti e uniche… Girare per Hackney con Lò, una serata in un jazz club a Dalston, le solite birre al George&Dragon, un caffè alla National Library con la Pam, girare per la Tate Modern col naso all’insù, chiacchierare per ore con Alessio e Lò di fronte a un cappuccino…  E dopo Londra pochi, pochissimi giorni in Italia prima di ripartire, un weekend al mare con Lù, a ridere di niente, sentendomi felice in attesa di volare in Honduras. Un mese di lavoro là, per L’Isola dei Famosi. Un mese decisamente intenso, ha portato nuove ed importanti amiche, ha stampato nella mia mente immagini indelebili. Ma soprattutto mi ha fatto scoprire molto più forte di quello che credessi. Ho tenuto a bada la mia fobia dei serpenti, la mia idiosincrasia per ragni, insetti e animali selvatici in genere. Ho scoperto che il mio fisico è in grado di reggere molto più di quello che credessi.

Poi sono rientrata e mi sono lentamente riappropriata della mia vita. Di quel nipotino che quando tutti lo guardano si stupiscono per quanto sembri mio figlio. Di quella pancia che cresce sempre di più e che mi porterà una nuova nipotina. Di una famiglia poco serena al momento, ma che è sempre la tua famiglia e anche se non sai da che parte iniziare sai che questo non lo potrai mai cancellare.  

Sono grata a questi ultimi mesi per tutto quello che, nel bene e nel male, mi hanno lasciato. E ora inizia un nuovo capitolo.

 
 
 

ADIEU YVES...

Post n°215 pubblicato il 03 Giugno 2008 da katablog
 
Foto di katablog

... ke tristezza ieri tutti quei servizi ai tg... tristezza xè davvero sono passate immagini così diverse da quelle delle passarelle di oggi... altra epoca... arte che si fonde con la moda, moda che diventa arte... edith piaf e la vie en rose come sottofondo ideale per il mio ricordo di questo genio assoluto, con un talento ed una faccia ed una vita pazzesche...

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: katablog
Data di creazione: 10/10/2006
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Cliettomarmellatadialbicoccmakala79misterpirlottoKikyVerdinardopoggigilbertosnccalia66ksgfksdjKlaw1979Jovaskiara821dgl0SirStephen.61frederaickTheOriginalSince1967
 

ULTIMI COMMENTI

A proposito... HAPPY NEW YEAR!!! A.
Inviato da: Anonimo
il 13/01/2009 alle 23:24
 
Io spero di non diventare così ma mi chiedo come mai...
Inviato da: Anonimo
il 13/01/2009 alle 23:23
 
Non so se riuscirò mai a leggerlo, ma effettivamente Proust...
Inviato da: Anonimo
il 13/01/2009 alle 23:20
 
A Natale evito la tv, non c'è niente. Ma avrei voluto...
Inviato da: Anonimo
il 13/01/2009 alle 23:17
 
Che piacere ritrovarti Kata! Buon anno =) CAmpanellino
Inviato da: Anonimo
il 01/01/2009 alle 10:34
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom