Creato da kayfakayfa il 10/01/2006

LA VOCE DI KAYFA

IL BLOG DI ENZO GIARRITIELLO

 

 

« QUEL SOGNO INFRANTO DI N...E SE QUEI SACCHETTI FOSS... »

NEL 2018 TORNEREMO 24 ANNI INDIETRO, BUON ANNO!

Post n°1865 pubblicato il 02 Gennaio 2018 da kayfakayfa

 

Facciamocene una ragione, l'anno appena iniziato, per quanto riguarda la politica, né più né meno, sarà più o meno come il 2017 che lo ha preceduto. Così come il 2017, più o meno, fu all'insegna del 2016 che lo precedette e così via, andando a ritroso almeno fino al 1994, anno in cui Forza Italia, il nuovo partito fondato all'epoca da Silvio Berlusconi, vinse a sorpresa (?) le elezioni contro il più ac­creditato PDS, ex PCI, di Achille Occhetto.

Da allora sono passati ventiquattro anni eppure, dando uno sguardo alle facce che ritroveremmo in Parlamento all'indomani delle elezioni politiche del 4 marzo 2018, o ascoltando e leggendo le varie proposte dei leader dei singoli partiti e movimenti che si presenteranno alla tornata elettorale, la sensazione è quella che il tempo si sia ibernato al 1994.

Una sensazione davvero sconsolante: dopo un quarto di secolo è come se il paese non si fosse mai mosso dalle condizioni dell'epoca. Uno stallo avvilente da cui ne avrebbero tratto i benefici i "soliti" noti. Mentre per la stragrande maggioranza dei cittadini ha prodotto solo povertà. Basti pensare all'abbandono della lira per l'euro del 2001 e alla crisi economica del 2011 che produsse le dimissioni dell'ultimo governo Berlusconi, cui succedette quello di Mario Monti che partorì la fami­gerata riforma pensionistica Fornero che tanti mali arrecò e sta tuttora arrecando ai lavoratori italia­ni prossimi alla pensione; maturando il triste fenomeno degli esodati, lavoratori che abbandonato il lavoro con il proposito di anticipare la pensione basandosi sulla legge allora in corso, per via dell'i­nopinata riforma Fornero che il Parlamento partori in meno di quindici giorni - quando voglio, i no­stri legislatori le leggi le fanno senza se e senza ma - dall'ieri all'oggi si ritrovarono ad essere né car­ne né pesce. Costretti ad attendere il raggiungimento dell'età anagrafica prevista dalla nuova riforma pur avendo maturato gli anni di contributi previsti dalla vecchia legge.

Un casino tipicamente italiano!

E che dire del governo Renzi, quello che avrebbe dovuto rottamare la vecchia politica, rilanciando il paese verso il benessere comune, e che invece, non solo non rottamò il vecchio sistema, ma con una parte di questo, vedi Patto del Nazareno, studiò alcune riforme poi bocciate o dalla Corte Costitu­zionale o dai cittadini mediante il referendum costituzionale 4 dicembre 2016 che bocciò la la Ri­forma Costituzionale targata Maria Elena Boschi, inducendo l'allora Premier a dimettersi.

Al governo Renzi succedette quello di Paolo Gentiloni che, senza infamia e senza lode, ha fin qui traghettato il paese verso la fine naturale della diciassettesima legislatura iniziata a fine marzo 2013 con il Governo di Enrico Letta, dopo che Pier Luigi Bersani leader del PD, seppur consapevole di non aver vinto le elezioni, pur affermandosi il Pd come primo partito, a seguito del risultato del M5S giunto secondo, per alcuni addirittura primo, per poche migliaia di voti, cercò comunque di formare una maggioranza per governare.

Fino al 2013 per Silvio Berlusconi leader del centrodestra i nemici da sconfiggere erano i comunisti, alias i democratici. In virtù di ciò, tutti i suoi comizi in campagna elettorale, fino al 2013, vertevano su quest'argomento. Oggi nell'ascoltare Berlusconi dire peste e corna del M5S, movimento politico di nuova generazione dato dai sondaggi come probabile vincitore delle prossime elezioni, se chiu­dessimo gli occhi e al termine populisti con cui l'ex cavaliere è solito riferirsi al M5S sostituissimo comunisti, ci accorgeremmo che i suoi attuali sono gli stessi di ieri, cambia solo il soggetto!

Insomma, facciamocene una ragione, difficilmente all'indomani delle elezioni del 4 marzo, politica­mente parlando, per noi italiani qualcosa cambierà davvero. Certo la curiosità derivante da cosa po­trebbe produrre per il paese una vittoria del M5S c'è. Ma la sensazione è che, seppure il M5S vin­cesse le elezioni e Mattarella assegnasse a Di Maio l'incarico di formare il governo, difficilmente avremmo un paese a guida M5S. Visti i sondaggi è più probabile che a vincere le elezioni sarò il centrodestra resuscitato dalle politiche suicide del centrosinistra a marchio Renzi. E e sarà dunque Berlusconi a indicare chi debba salire a Palazzo Chigi. In pratica è probabile che dopo ventiquattro anni ci ritroveremmo più o meno al punto di partenza. Con la differenza che questa volta Berlusconi governerebbe da dietro le quinte.

In attesa di conoscere l'esito delle elezioni e cosa ci aspetta dopo, l'unica certezza che al momento abbiamo è che anche questo nuovo anno, come i precedenti, è iniziato con tutta una serie di rincari tariffari che vanno a incidere negativamente se la già impoverite finanze degli italiani.

Il resto, almeno per ora, sono solo chiacchiere, supposizioni, auspici di cui faremmo volentieri a meno.

Buon anno!  

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

- Abbandonare Tara
- pensieri nel vento
- Il diario di Nancy
- sciolta e naturale
- Per non dimenticare
- il posto di miluria
- Arte...e dintorni
- dagherrotipi
- C'era una volta...
- passaggi silenziosi
- le ali nella testa
- Grapewine
- FAVOLE E INCUBI
- critica distruttiva
- GallociCova
- estinzione
- Starbucks coffee
- L'angolo di Jane
- In Esistente
- Comunicare
- Writer
- Chiedo asilo.....
- antonia nella notte
- Quaderno a righe
- come le nuvole
- Contro corrente
- Scherzo o Follia?
- La dama della notte
- MARCO PICCOLO
- Fotoraccontare
- epochè...
- considerazioni
- ESSERE E APPARIRE
- Oniricamente
- prova ad afferrarmi
- Nessuno....come te
- confusione
- io...Anima Fragile.
- evalunaebasta
- La MiA gIoStRa
- ...spiragli
- CORREVA L' ANNO...
- LE PAROLE
- SPETTA CHE ARRIVO
- (RiGiTaN's)
- esco fuori
- ....bisogni
- La Mia Arte
- pEaCe!!!
- Ginevra...
- Like A Wave
- BLOG PENNA CALAMAIO
- Amare...
- Sale del mondo....
- Praticamente Io
- Imperfezioni
- Mise en abyme
- Due Destini
- manidicartone
- acqua
- BRILLARE!!!!!
- Osservazioni
- XXI secolo?
- justificando.it gag comiche
- Di palo in frasca...
- montagneverdi...
- Verit&agrave;... Piero Calzona
- osservatorio politic
- Geopolitica-ndo
- Lanticonformista
- Riforme e Progresso
- LAVOROeSALUTEnews
- Ikaros
- ETICA &amp; MEDIA
- Canto lamore...
- Pino
- MY OWN TIME
- Tatuaggi dellanima
- cos&igrave;..semplicemente
- Acc&ograve;modati
- Il Doppio
- arthemisia_g
- senza.peli
- marquez
- Cittadino del mondo
- Quanta curiosit&agrave;...
- entronellantro
- iL MonDo @ MoDo Mio
- LOST PARADISE Venere
- Frammenti di...
- La vita come viene
- Mondo Alla Rovescia
- Pietro Sergi
- StellaDanzante
- Polimnia
- e un giorno
- Parole A Caso
- tuttiscrittori
- Dissacrante
- Artisti per passione
 
Citazioni nei Blog Amici: 61
 

ULTIME VISITE AL BLOG

g1b9kayfakayfagianpietro.gattacassetta2E03QuivisunusdepopuloITALIANOinATTESAedilmarePLGPCSgiancarlo.dapuzzomauriziopellegrino50mig212006biesse48ninoscarpitta
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom