Creato da kiwai il 24/12/2009

c'è tutto un mondo..

impressioni di un aborigeno della Nuova Guinea

 

 

« an lasêr mia ch'e cascò...RESET »

GNOLL?

Post n°821 pubblicato il 06 Luglio 2012 da kiwai
 
Tag: Gnoll

 

L'istinto primario pervade la mente degli Gnoll più di quanto faccia in ogni altra razza umanoide. Questo aspetto bestiale spinge gli Gnoll a vivere in zone selvagge dove avventurarsi in branco per cacciare e per razziare. La vita civilizzata ed organizzata non rappresenta per uno Gnoll una piacevole alternativa. Gli Gnoll sono tutti ugualmente feroci ed aggressivi, senza distinzione di sesso. Le femmine di Gnoll, infatti, sono solite cacciare fianco a fianco ai loro maschi assumendo, a volte, anche un ruolo di comando.

Gli Gnoll hanno generalmente un temperamento aggressivo, simile a colui che è abituato a fare domande più che dare risposte, l'istinto da predatore e la sete di sangue pervade costantemente la loro mente provocando, in molti casi, reazioni animalesche e violente nei confronti dei membri delle altre razze.


Trasfigurazione fantasy? Forse.

Ferita nell’orgoglio rivoluzionario, la bugiarda rossa ha dato fondo a tutto il suo forbito vocabolario da lavandaia e nella speranza di cancellare, con un’ennesima bannatura, tutte le pietose figuracce collezionate col suo sprovveduto copia-incolla, ha confezionato un post di banalità e infantili insulti contro il sottoscritto.

Motivo?

L’ultimo in ordine di tempo, il post che precede, nel quale ironizzavo sulla sua disonestà mentale, per essersi attribuita la paternità di ciarpame che lei considera esilarante satira antiberlusconiana.

Si sa, risus abundat in ore stultorum ..

Ma “latrato di cane non arriva alla luna” e quindi non mi priverò del piacere di continuare a spernacchiare le sue menzogne e i suoi meschini mezzucci propagandistici.

 

Non certo più brillanti si sono dimostrati gli sciacalletti spelacchiati della sua corte, nonchè le vetuste comari di lavatoio che da vere esperte in materia, hanno discettato sulle presunte abilità erotiche di un’amica, rimpiangendo le loro professionalità ormai lontane nel tempo.

 

Il livello culturale complessivo, tuttavia, rimane quello di vecchie glorie del marciapiede e il linguaggio non lascia dubbi … ma gli argomenti, quelli come sempre latitano.

 

Il bidello disoccupato, col costumino da genio della lampada, si guarda scomparire nel turbinio dello scarico e ha un sussulto di autocoscienza ..  mentre il pescetto putrefatto innalza lodi alla mutanda vendicatrice, sperando (invano) di sghignazzare sull’altrui indignazione …

Il clone, s’illumina di idiozia e corre a salvare lo stolido turpiloquio .. mentre la pruriginosa pavoncella ipotizza mie improbabili perversioni sentimentali nei confronti della poetessa dalle rosseggianti pudenda .. mentre il trans di turno inneggia ad esecuzioni sommarie ..

Insomma una canea degna della Corte dei Miracoli.

 

Però un dubbio si sta facendo lentamente strada nel mio scetticismo .. che abbiano ragione lo smutandato di Collegno e l’insuperabile tossico?

 Che l’intensificarsi di inopinati voli sulla pianura padana abbia davvero prodotto qualche effetto?

Nell’atmosfera c’è sicuramente qualche vapore tossico .. qualche scia di troppo .. che sia chimica ho ancora dei dubbi, ma che produca effetti devastanti su soggetti deboli, è certo.

P.S.

Gli amici sono pregati di non commentare … i rumori della jungla si spengono all’alba .. da soli.

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

 

.

 
 

 

 

 

 

MI TROVI ANCHE SU ..

 

ULTIME DA SARCHIAPONICON

Caricamento...
 

 

   DA NON PERDERE ..  

 

AREA PERSONALE

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

clarascolaripsicologiaforensemundi35alekia5961nientesonoraffazzasusyposanvassL_ULTIMO_JONATHANRavvedutiIn2elisabetta87marinaleopardito_reviveVince198
 

ULTIMI COMMENTI

       

 

CUBA LIBRE

QUANTO COSTA
LA LIBERTA'???




La morte di un prigioniero di
coscienza, una persona in
carcere per le sue idee, senza
aver commesso alcun reato.
Orlando Zapata Tamayo,
42 anni, fù arrestato durante
la primavera del 2003 e condannato
a tre anni di carcere.
Durante la prigionia a causa della
sua attività di dissidenza nel
carcere, gli furono aggiunti altri
anni di detenzione fino a un totale
di 30 anni di reclusione.
BASTA YA!

 


 

Dichiarazione Universale dei Diritti Umani  
ARTICOLO 19  
Ogni individuo ha diritto alla libertà di opinione e di espressione; questo diritto include la libertà di sostenere opinioni senza condizionamenti e di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo ai confini.