Creato da rubinero il 15/03/2012
conversazioni

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

Ultime visite al Blog

woodenshipocchiodivolpe2rubinerolubopochannelfympt2003LolieMiumisteropaganoSoloDaisyREGINA.LEONESSAil_pabloMARIONeDAMIELmoschettiere62Eva.Miu
 

Chi pu scrivere sul blog

Solo l'autore pu pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

inc

Post n°19 pubblicato il 28 Gennaio 2017 da rubinero

oggi ho tanti anni, più di quanti ne abbia mai vissuti;

 

un ghigno é il mio sorriso,

due lacrime la mia felicità.

mangio lupini, con la buccia gialla,

di quelli che faran male.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

san lorenzo senza stelle

Post n°18 pubblicato il 10 Agosto 2015 da rubinero

piove il giusto, giusto un po'...son qui a sorbirmi le gocce come un indu' che aspetti il monsone, che lo agogni per il suo riso, il suo sorriso, per le rughe del suo viso... son qui senza parole, né favole e fretta di dire cose, son qui ad aspettare che niente accada. solo gocce, qui . su di me.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L'orso

Post n°17 pubblicato il 16 Febbraio 2015 da rubinero

L'orso sono io, del resto, facile ed immediato l'accostamento con Bruno, quell'altro mio nome. Per Candelora, quando i meteorologi convenzionati ne tirano fuori di trite e ritrite per risultarci più simpatici dei loro pronostici, il mitico Bonelli ha raccontato che , per l'occasione, l'orso, o meglio un Orso si svegliò al 2 di Febbrajo e controllò, lì, fuori dalla sua tana se, sulla neve il suo corpaccione avesse gettato ombra o meno... Nel primo sciagurato caso si sarebbe subito riintanato, spaventato da un sole troppo in anticipo per essergli foriero di primavera, nel secondo, (lasciato sottinteso, dal Bonelli, ma di inevitabile riconduzione all'inevitabile) si sarebbe messo a ballare(come gli orsi fanno) felice per la fine del letargo. Che vita grama si conduce a non gioire e a mai fidarsi del bello.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Rosso di sera, non c' tempo per chi spera

Post n°16 pubblicato il 03 Giugno 2014 da rubinero

Ho dormito poco, questa notte, come non ho dormito, del resto, ultimamente.

Troppi intoppi, tante ingerenze, e figli che tardano a tornare: finisce che poi uno si stanchi, e si difenda, tornando bambino, se appena appena se ne ricorda la strada. 

Così, tentando un riposo  fra lenzuola mal distese, ho giocato ad essere  un chissachì dotato di poteri estremi e particolari. Ho pensato ai colori e subito è venuto il rosso, è venuta l'estate ed i suoi ornamenti: fiori di melograno e bocche di ippopotami aperte allo stupore d'ibischi scarlatti, miele nei favi e cicale roventi...poi puntini neri in campi smisutati e la fatica d'esserci dentro, coinvolti e bastonati , insultati e comprati, svenduti..ignorati. Ho visto  i caporali alle tre del mattino sputare per terra, e reclutare ,con sorrisi di iena,  spalle lucide e vuote d'orgoglio, buone per il sole e la fatica,  buone per il pomodoro  e le sue casse di plastica infetta. Ho immaginato di fulminarli con un dito adunco di sdegno, bruciandone il solo ricordo  in un'estate di roghi . Ho pensato al Rosso e non ho più dormito.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

C' poco da dire

Post n°15 pubblicato il 14 Aprile 2014 da rubinero

Le margherite, poi le primule con le viole, ora arriveranno le rose, senza profumo.  Ci siamo, come sempre, tutti, a determinare il meglio di quanto possa succederci, semplicemendo gioendo, come poeti sfatti che accolgono nel cuore malato la sagra di paese, che martellando  ogni volta arriva col suo stridere di occhi pinti...di voci stridule ogni anno, uguali. Fuori le mura battono i tamburi di chi vorrebbe anche toglierci la primavera.... 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »