Community
 
vocedimegar...
   
Blog
Un blog creato da vocedimegaride il 09/11/2006

La voce di Megaride

foglio meridionalista

 
 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

FIRMA E DIVULGA LA PETIZIONE
 
www.petitiononline.com/2008navy/petition.html 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

"mamma" della MARINA MILITARE ITALIANA


 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

FAMIGLIE D'ITALIA

"ARGO" (dim.di LETARGO) il caporedattore de "LA VOCE DI MEGARIDE"/blog, coraggioso foglio indipendente, senza peli sulla lingua... ne' sullo stomaco!
ARGO

Il social family project di Umberto Napolitano
http://famiglieditalia.wordpress.com/

 

IL BLOG DI ANGELO JANNONE

LE NOSTRE VIDEO-NEWS

immagine
L'archivio delle video-news e delle interviste filmate per "La Voce di Megaride" è al link http://www.vocedimegaride.it/Fotoreportages.htm

********* 

 

SFIZIOSITA' IN RETE

 Il traduttore online dall'italiano al napoletano
http://www.napoletano.info/auto.asp

*********

Cliccando http://www.box404.net/nick/index.php?b  si procede ad una originalissima elaborazione del nickname ANCESTRALE di una url. "La Voce di Megaride" ha ottenuto una certificazione ancestrale  a dir poco sconcertante poichè perfettamente in linea con lo spirito della Sirena fondatrice di Napoli che, oggidì, non è più nostalgicamente avvezza alle melodie di un canto ma alla rivendicazione urlata della propria Dignità. "Furious Beauty", Bellezza Furiosa, è il senso animico de La Voce di Megaride, prorompente femminilità di una bellissima entità marina, non umana ma umanizzante, fiera e appassionata come quella divinità delle nostre origini, del nostro mondo sùdico  elementale; il nostro Deva progenitore, figlio della Verità e delle mille benedizioni del Cielo, che noi napoletani abbiamo offeso.
immagine

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 23
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE

 

 

« Acqua firmataAgli organi d'informazione »

Strane vicende...

Post n°119 pubblicato il 16 Gennaio 2007 da vocedimegaride
 

di Pompeo De Chiara

immagineNei giorni passati delle festività natalizie, di intensa religiosità, stranamente sono riemerse iniziative tese alla riaffermazione dei principi di una Laicità che ricorda fortemente quella della Grande Rivoluzione Francese che destituì temporaneamente le Monarchie Cattoliche Europee per partorire l’Impero laico Napoleonico (Il 2 dicembre del 1804, a Notre Dame, fu celebrata la cerimonia di incoronazione di Napoleone dopo che le insegne imperiali furono benedette da Papa Pio VII e il 26 maggio 1805, nel Duomo di Milano, fu incoronato Re d'Italia con la Corona Ferrea).Strane vicende... Proprio con questo spirito a Napoli in Largo Baracche tra i vicoli  di Toledo, venerdì 22 dicembre 2006, l'artista Ernesto Tatafiore ha presentato I Rivoluzionari ardenti della Napoli del 1799 inneggiando ai “Martiri della Rivoluzione Partenopea” figliastra di quella più famosa Francese, colorando di bianco le sagome dei Cattivi (Ferdinando IV e Nelson) e dei colori della Grande Libertà le vittime. Strane vicende…. Ricordate?... come quella della deificazione della Ragione tributandole riti, preghiere e, addirittura, processioni degne della “peggiore” tradizione della Chiesa Cattolica nemica da abbattere inesorabilmente. Secondo la celebre espressione di François—Marie Arouet, detto Voltaire, l'"infame" che la rivoluzione illuminista deve "schiacciare" non è solo la Chiesa cattolica ma è la stessa religione e infine lo stesso Dio. Prima di morire, il parigino Sanson, pronipote e perpetuatore dell’antico mestiere di boia del suo avo fiorentino, scriverà nelle memorie che le vittime della ghigliottina portatrice dei Valori della Libertà, Fratellanza ed Uguaglianza, in Francia furono verosimilmente circa 14.000 mentre tutta la rivoluzione provocò circa due milioni e mezzo di morti - Pierre Chaunu, Le grand déclassement, edizioni Robert Laffont, Parigi - Anche la figliastra della Grande Rivoluzione, la posticcia Repubblica Partenopea non fu da meno: ad Andria, durante i sei mesi circa di follia utopica, dopo la distruzione delle città meridionali, migliaia di abitanti vennero passati a fil di spada: «Dopo due ore di fuoco dentro la città - riferisce lo stesso Carafa - ne fummo gli assoluti padroni”... e la Pimentel sul Monitore giù a biasimare un Popolo che non aveva compreso gli alti valori della Liberté, Egalité e Fraternité! Nel mentre Ferdinando IV venne consacrato alla Storia come il tiranno sterminatore di tutta l’intellighenzia napoletana, su 8.000 persone incriminate ne furono condannate 1004 ma ne furono assolte e restituite alle famiglie 6.996 pari all'87,45 % dei giudicati; percentuale rispettabile quella degli assolti, specie se si tiene presente il clima di forte tensione emotiva nel quale si svolgevano i giudizi. Dei 1004 riconosciuti colpevoli, la pena capitale fu richiesta per 105 persone ma la sentenza fu eseguita su 99 di essi perché 6 degli imputati godettero della Reale Grazia - 30 Maggio 1800 Indulto generale per tutti i delitti di Lesa Maestà. • Marulli Gennaro - Ragguagli storici - Sul Regno delle Due Sicile dall’epoca della francese rivolta fino al 1815 - scritti dal conte Gennaro Marulli - Ed. Luigi Jaccarino - Napoli - 1845 - Strane vicende che riemergono in questi giorni come le notizie di un documentario-film che si dovrebbe proiettare nelle scuole sul “1848, barricate a Napoli” realizzato da Mekanè produzioni cinetelevisive per la regia di Attilio Rossi e la sceneggiatura di Clodomiro Tarsia, che si preannuncia (ancora?) contro la tirannia ed il dispotismo dei Borbone, di quel Ferdinando II° denominato Re Bomba per aver fatto cannoneggiare Messina, spergiuro addirittura per aver ritirato la Costituzione concessa ai sudditi Come testimonia lo storico ottocentesco Paolo Mencacci, nelle Storia della Rivoluzione Italiana - dopo la rivoluzione del 1848 non sono state eseguite nel Regno delle Due Sicilie esecuzioni capitali (eccetto l'unico caso di Agesilao Milano, un mazziniano che tradendo il suo Sovrano tentò di uccidere Ferdinando II nel 1856; il Re rimase miracolosamente solo ferito). Delle 42 comminate dai tribunali, Ferdinando II ne commuta 19 in ergastolo, 11 in 30 anni ai ferri, 12 in pene minori. Negli stessi anni il Re grazia 2713 condannati per reati politici, e 7181 per reati comuni, mentre dal ‘48 la statistica criminale nel Napoletano è in costante diminuzione. Strane vicende….di un’Umanità lanciata verso la folle corsa del potere, fatalmente distratta dall’onnipotenza del proprio braccio tecnologico che, nato per aiutarla, superandola nella velocità, sarà anche il proprio braccio della morte consacrando ciò che Galimberti chiama apertamente la futura supremazia dell’Era Tecnologia sulla dimensione Umana. La laicizzazione dello Stato sorriderà beffarda e compiaciuta….il disegno dei suoi avi giacobini di creare numeri e codici cancellando nomi e cognomi, si sarà finalmente avverato! La religione sarà vago ricordo di un oppio dei Popoli che seppe dare conforto agli uomini imperfetti e deboli di fronte alla Morte. Quando si raggiungerà l’immortalità, essa sarà semplicemente evocata come nelle attuali fiabe….non importa che chi racconterà ed ascolterà ciò mostrerà sul volto i segni evidenti di un’impassibile nevrotica indifferenza che i propri occhi, attraverso un vuoto sguardo fisso all’orizzonte, tradiranno, dissimulando un corpo perfetto ma senza più amore.  Strane vicende……

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

PREMIO MASANIELLO 2009
Napoletani Protagonisti 
a Marina Salvadore

Motivazione: “Pregate Dio di trovarvi dove si vince, perché chi si trova dove si perde è imputato di infinite cose di cui è inculpabilissimo”… La storia nascosta, ignorata, adulterata, passata sotto silenzio. Quella storia, narrata con competenza, efficienza, la trovate su “La Voce di Megaride” di Marina Salvadore… Marina Salvadore: una voce contro, contro i deboli di pensiero, i mistificatori, i defecatori. Una voce contro l’assenza di valori, la decomposizione, la dissoluzione, la sudditanza, il servilismo. Una voce a favore della Napoli che vale.”…

 

PREMIO INARS CIOCIARIA 2006

immagine

A www.vocedimegaride.it è stato conferito il prestigioso riconoscimento INARS 2006:
a) per la Comunicazione in tema di meridionalismo, a Marina Salvadore;
b) per il documentario "Napoli Capitale" , a Mauro Caiano
immagine                                                   www.inarsciociaria.it 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

versione integrale

 

DEDICATO AGLI EMIGRANTI

 

NOMEN OMEN

E' dedicato agli amici del nostro foglio meridionalista questo video, tratto da QUARK - RAI 1, condotto da Piero ed Alberto Angela, che documenta le origini della Nostra Città ed il nome del nostro blog.

 

IL MEZZOGIORNO CHE DIFENDIAMO

immagine

vuoi effettuare un tour virtuale e di grande suggestione tra le numerose bellezze paesaggistiche, artistiche ed architettoniche di quel Mezzogiorno sempre più obliato dalle cronache del presente?
per le foto:
http://www.vocedimegaride.it/html/Articoli/Immagini.htm
per i video:
http://www.vocedimegaride.it/html/nostrivideo.htm

 

VISITA I NOSTRI SITI

 

I consigli di bellezza
di Afrodite

RITENZIONE IDRICA? - Nella pentola più grande di cui disponete, riempita d'acqua fredda, ponete due grosse cipolle spaccate in quattro ed un bel tralcio d'edera. Ponete sul fuoco e lasciate bollire per 20 minuti. Lasciate intiepidire e riversate l'acqua in un catino capiente per procedere - a piacere - ad un maniluvio o ad un pediluvio per circa 10 minuti. Chi è ipotesa provveda alla sera, prima di coricarsi, al "bagno"; chi soffre di ipertensione potrà trovare ulteriore beneficio nel sottoporsi alla cura, al mattino. E' un rimedio davvero efficace!


Il libro del mese: