Community
 
vocedimegar...
   
Blog
Un blog creato da vocedimegaride il 09/11/2006

La voce di Megaride

foglio meridionalista

 
 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

FIRMA E DIVULGA LA PETIZIONE
 
www.petitiononline.com/2008navy/petition.html 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

"mamma" della MARINA MILITARE ITALIANA


 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

FAMIGLIE D'ITALIA

"ARGO" (dim.di LETARGO) il caporedattore de "LA VOCE DI MEGARIDE"/blog, coraggioso foglio indipendente, senza peli sulla lingua... ne' sullo stomaco!
ARGO

Il social family project di Umberto Napolitano
http://famiglieditalia.wordpress.com/

 

IL BLOG DI ANGELO JANNONE

LE NOSTRE VIDEO-NEWS

immagine
L'archivio delle video-news e delle interviste filmate per "La Voce di Megaride" è al link http://www.vocedimegaride.it/Fotoreportages.htm

********* 

 

SFIZIOSITA' IN RETE

 Il traduttore online dall'italiano al napoletano
http://www.napoletano.info/auto.asp

*********

Cliccando http://www.box404.net/nick/index.php?b  si procede ad una originalissima elaborazione del nickname ANCESTRALE di una url. "La Voce di Megaride" ha ottenuto una certificazione ancestrale  a dir poco sconcertante poichè perfettamente in linea con lo spirito della Sirena fondatrice di Napoli che, oggidì, non è più nostalgicamente avvezza alle melodie di un canto ma alla rivendicazione urlata della propria Dignità. "Furious Beauty", Bellezza Furiosa, è il senso animico de La Voce di Megaride, prorompente femminilità di una bellissima entità marina, non umana ma umanizzante, fiera e appassionata come quella divinità delle nostre origini, del nostro mondo sùdico  elementale; il nostro Deva progenitore, figlio della Verità e delle mille benedizioni del Cielo, che noi napoletani abbiamo offeso.
immagine

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 23
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE

 

 

« La Cina è vicinaallegre gestioni nel vicereame »

'O Pazzariello

Post n°620 pubblicato il 17 Marzo 2008 da vocedimegaride
 

tadzebao di cronache, annunci, denunce

da Gennaro Capodanno pres. Comitato Valori Collinari (vomero) - Sì: aboliamo le gite scolastiche - Sono perfettamente d’accordo: le gite scolastiche, tanto in voga in questo periodo e che pomposamente nel linguaggio burocratico vengono denominate visite guidate o viaggi d’istruzione, vanno abolite, perché non hanno alcuna ragione d’essere allo stato attuale, creando solo disagi e problemi. Alle scuole, che di certo non ricavano un’immagine positiva dall’esportazione di un modello quale quello sovente rappresentato dagli studenti fuori dalle mura scolastiche, per lo più legato ad atti di vandalismo e di bullismo, come testimoniano le cronache quasi quotidiane; alle famiglie, specialmente quelle numerose, che ai nostri giorni non possono tollerare l’ulteriore carico di spesa che, viste le note carenze dei bilanci scolastici, cadono per lo più integralmente su di esse, con importi anche di diverse centinaia di euro per ogni studente. Senza considerare lo sgomento dei docenti “immolati” quali accompagnatori e le tragedie, con perdite di vite umane, che sovente hanno costellato queste iniziative. Certo c’è anche chi trae vantaggio da tutto questo, a partire dalle agenzie di viaggio, il cui giro d’affari legato al comparto può essere quantificato in centinaia di migliaia di euro. Ma che senso ha, senza peraltro un’idonea preparazione, mandare gli studenti in località, per lo più amene e destinate al turismo di massa, in un contesto del tutto avulso dalla cosiddetta programmazione didattica? Non sarebbe più opportuno, senza perdere ulteriori giorni di proficue lezioni, organizzare nella scuola gratuitamente corsi, seminari, dibattiti sulla legalità, coinvolgendo magistrati e rappresentanti delle forze dell’ordine, per spiegare tra l’altro agli studenti che danneggiare la cosa altrui, pubblica o privata che sia, è un reato perseguito dalle leggi dello Stato? Ci auguriamo che l’attuale ministro della P.I. o, in mancanza, il suo successore vogliano far seguire alle parole i fatti, emanando apposite disposizioni in materia tese ad abolire un istituto che, così come è oggi concepito, risulta oramai inutile e dannoso, senza lasciare tale decisione alla discrezionalità delle singole istituzioni scolastiche, ritenendo un mero palliativo la punizione del sette in condotta che, da tempo, non crea più alcuna preoccupazione negli studenti indisciplinati.

 **********************************
da Emanuele Esentato (istruttore FIAS/Cmas) - Nonostante le strade invase dall’immondizia, c’è un gruppo di sportivi che continua a vivere il territorio godendo delle bellezze che questo offre. Da oltre 35 anni, la FIAS di Caserta mette la propria passione a disposizione degli altri, continuando a formare giovani subacquei che proprio nelle coste casertane trovano un tranquillo rifugio dal caos cittadino. Parte infatti in questi giorni il 41° corso SUB della FIAS, la Federazione Italiana Attività Subacquee, che formerà nuovi subacquei sportivi abilitati ad immergersi ad una profondità di –20 metri. I corsi si terranno presso lo Stadio del Nuoto di Caserta che ormai da oltre 15 anni ospita il prestigioso sodalizio, diventato in oltre 35 anni di attività, l’unico riferimento per gli appassionati del settore. Tra le tante attività della FIAS, sono da ricordare le diverse edizioni di “Natale sott’acqua“, un modo diverso per celebrare il santo Natale con tanto di doni e spumante. Accanto a tanta attività sociale, la FIAS di Caserta è anche fortemente impegnata nella difesa del territorio con il progetto MAC, Monitoraggio Ambientale Costiero in partnership con numerose università italiane per il monitoraggio della condizione biologica dei fondali di Terra di Lavoro e più in generale del Golfo di Napoli. Di rilievo è anche la collaborazione con le tante realtà del territorio come la Croce Rossa, il WWF, la Società Nazionale di Salvamento, la Soprintendenza Archeologica di Napoli e Caserta per la pulizia dei fondali delle vasche della Reggia, la Protezione Civile, l’Aereonautica Militare per la formazione di specialisti del soccorso in acqua anche con l’ausilio di elicotteri. Quindi un’attivissima realtà quella della FIAS casertana che manifesta un vivo interesse da parte di decine e decine di sportivi che ogni anno si avvicinano ai corsi partecipando attivamente alla vita della Federazione. Infatti i corsi FIAS non si concludono con il brevetto di primo livello ma proseguono con tantissime altre specializzazione dall’immersione sui relitti alle immersioni in grotta, dalle immersioni sotto i ghiacci alle immersioni nei laghi e poi ancora la specializzazione in biologia marina, fotografia, immersioni notturne. In internet la FIAS è presente all’indirizzo www.sommozzatori.com dove è possibile scaricare il programma di tutte le attività che la federazione svolge durante l’arco dell’anno.
****************************************
LA SETTIMANA SANTA DI SESSA AURUNCA
 IN DIRETTA ON LINE -  Da Lunedì Santo 17 a Lunedì in Albis 24 marzo 2008 sarà possibile guardare in diretta sul web dal sito www.settimanasanta.com le suggestive Processioni della Settimana Santa di Sessa Aurunca, celebri in tutto il mondo. Per visitare il sito clicca qui: www.settimanasanta.com LA SETTIMANA SANTA A SESSA AURUNCA (CASERTA) – ITALIA ...da 10 anni sul web...
****************************************
www.lamanosullaroccia.it ricorda il prossimo  incontro con ANTONIO MAIONE, prete-coraggio napoletano e anima della comunità di Pratella mercoledì 26 marzo ore 18.30 IL GIARDINO DEL POETA Via Solimena,92 – Napoli. Per informazioni e prenotazioni: Tel. 081 3721038 – 081 5568976 - e-mail : ilgiardinodelpoeta@fastwebnet.it
************************************
da Lorenzo Conti – Firenze –
lore_co@libero.it - Il Partito Democratico ha candidato in Basilicata Elisabetta Zamparutti, moglie di Sergio D’Elia ex terrorista di Prima Linea. Grande Veltroni ! Ha “barattato” D’Elia con la sua Moglie ! E.... tutto in grande silenzio ! Molti si chiederanno cosa "c’entra la moglie di D’Elia" oppure che “le colpe dei padri non devono ricadere sui figli”.  Tutto questo è giusto ma quello che conta sono le dichiarazioni della Sig.ra D’Elia “Io oggi amo un uomo, Sergio d’Elia che è l’emblema della vittoria della democrazia e dello stato di diritto sulla violenza, ex esponente di Prima Linea (nelle cui fila ha trascorso due anni della sua vita), artefice di quel processo di dissociazione a cui si deve la sconfitta del terrorismo in Italia, e da 25 anni militante nonviolento del Partito Radicale. È in fondo lo stesso amore che nutro per il rispetto della legalità, del rispetto della parola data come fondamento di ogni convivenza, dimensione privata o pubblica che sia. È la ragione che mi porta oggi, come ieri sulla moratoria, a stare dalla parte di Marco Pannella e al suo dar corpo, con lo sciopero della sete, alla radicalità di una lotta per il rispetto del “diritto alla vita” attraverso la “vita del diritto” per essere speranza di un vero Partito Democratico.” E Gli Italiani ? Ora dovranno pagare 2 assegni vitalizi: a D’Elia e Moglie!
************************************
da Mario Nanni http://maralai.ilcannocchiale.it/  -
Contrada si spegne in carcere; esposto al Csm contro il giudice di sorveglianza -
Sembra quasi di voler disturbare il pianista. Allora lo diciamo sottovoce, nel frastuono del pieno di una campagna elettorale assordante e senza fine. L’Italia è campione nel mondo in tema di moratoria contro la pena di morte. Non si vuole, in sostanza, che lo Stato si trasformi in carnefice e che diventi esso stesso, in nome della giustizia, assassino. Ma i condannati spesso non vengono uccisi dalla sedia elettrica o dall’iniezione letale; il carcere può uccidere per insensibilità, per disumanità e per sprezzo della vita tanto acclamata. Nel carcere di Santa Maria Capua Vetere c’è un ex servitore dello Stato che sconta una condanna. Ma reclama da tempo, disperatamente, davanti ad una sordità inquietante, la sua totale innocenza e invoca, come una speranza che non può morire, diritto. Rcordiamo queste sue parole:” Quasi al termine della mia esistenza, l’ingiustizia degli uomini mi ha inferto questo ultimo colpo. Faro’ appello alle mie residue forze fisiche e morali per resistere ancora, così come ho fatto per quindici anni. Sono sicuro che verrà il momento (che forse io non vedro’) in cui la verita’ della mia vicenda giudiziaria sara’ ristabilita.Spero che qualcuno si pentira’ del male fatto a me ed alle Istituzioni.Bruno Contrada". Non ricostruiamo la sua storia, del suo martirio processuale, ma ci limitiamo ad osservare che molta nebbia di quel processo andrebbe diradata. Ma abbiamo anche cognizione che la giustizia italiana ci da motivo di ritenere che tante volte si è sbagliata nell’infliggere ingiusti supplizi a cittadini innocenti. E che tante volte, questa giustizia ingiusta ha persino ucciso. Una giustizia senza la capacità di soffermarsi a riflettere sul dubbio spaventa; campioni del mondo o meno. Bruno Contrada ha 77 anni e in un carcere della repubblica democratica e campione del mondo contro la pena di morte, si sta spegnendo giorno dopo giorno, attimo dopo attimo. A niente sono serviti finora i bollettini medici che stabiliscono una serie infinita di patologie da imporre in nome del diritto alla vita anche dei condannati, che il cittadino Contrada venga curato. Ma un giudice di sorveglianza donna, da un cognome evocativo, Daniela Della Pietra non appone la firma al documento che non assolve il detenuto, ma lo restituisce alle cure necessarie per la sua sopravvivenza. Non serve all’Italia del diritto, campione del mondo o meno contro la pena di morte, che Contrada si spenga tra le mura di un penitenziario. L’allarme ancora una volta viene dal suo difensore, che ha abbracciato con stoicismo missionario la sua professione. Contrada non è un cliente, ma un morente. Si chiama avv. Giuseppe Lipera, che oggi ha rilasciato questa dichiarazione, e che nel nostro piccolo vogliamo confidare nel passa parola, perchè qualche cuore di pietra, possa diventare in uno Stato per certi versi arido, cuore di rosa. Ecco la dichiarazione dell.avv. Lipera. “Ho trovato Bruno Contrada-in carcere, ndb- in condizioni disperate: ha difficoltà di orientamento e vuoti di memoria “, ha detto il suo avvocato. ‘E’ un uomo che ha bisogno di essere curato a casa, di un atto di umanità da parte dello Stato’. Giuseppe Lipera ha parlato dopo avere incontrato in carcere il suo assistito, e ha annunciato ‘un esposto al Csm nei confronti del giudice di sorveglianza di Santa Maria Capua Vetere’(f.te ANSA). Un gesto di umanità, diciamo noi, rivolto a quello Stato che ha voluto condannare la barbarie nelle carceri e innalzare al podio più alto al mondo, la sua bandiera.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

PREMIO MASANIELLO 2009
Napoletani Protagonisti 
a Marina Salvadore

Motivazione: “Pregate Dio di trovarvi dove si vince, perché chi si trova dove si perde è imputato di infinite cose di cui è inculpabilissimo”… La storia nascosta, ignorata, adulterata, passata sotto silenzio. Quella storia, narrata con competenza, efficienza, la trovate su “La Voce di Megaride” di Marina Salvadore… Marina Salvadore: una voce contro, contro i deboli di pensiero, i mistificatori, i defecatori. Una voce contro l’assenza di valori, la decomposizione, la dissoluzione, la sudditanza, il servilismo. Una voce a favore della Napoli che vale.”…

 

PREMIO INARS CIOCIARIA 2006

immagine

A www.vocedimegaride.it è stato conferito il prestigioso riconoscimento INARS 2006:
a) per la Comunicazione in tema di meridionalismo, a Marina Salvadore;
b) per il documentario "Napoli Capitale" , a Mauro Caiano
immagine                                                   www.inarsciociaria.it 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

versione integrale

 

DEDICATO AGLI EMIGRANTI

 

NOMEN OMEN

E' dedicato agli amici del nostro foglio meridionalista questo video, tratto da QUARK - RAI 1, condotto da Piero ed Alberto Angela, che documenta le origini della Nostra Città ed il nome del nostro blog.

 

IL MEZZOGIORNO CHE DIFENDIAMO

immagine

vuoi effettuare un tour virtuale e di grande suggestione tra le numerose bellezze paesaggistiche, artistiche ed architettoniche di quel Mezzogiorno sempre più obliato dalle cronache del presente?
per le foto:
http://www.vocedimegaride.it/html/Articoli/Immagini.htm
per i video:
http://www.vocedimegaride.it/html/nostrivideo.htm

 

VISITA I NOSTRI SITI

 

I consigli di bellezza
di Afrodite

RITENZIONE IDRICA? - Nella pentola più grande di cui disponete, riempita d'acqua fredda, ponete due grosse cipolle spaccate in quattro ed un bel tralcio d'edera. Ponete sul fuoco e lasciate bollire per 20 minuti. Lasciate intiepidire e riversate l'acqua in un catino capiente per procedere - a piacere - ad un maniluvio o ad un pediluvio per circa 10 minuti. Chi è ipotesa provveda alla sera, prima di coricarsi, al "bagno"; chi soffre di ipertensione potrà trovare ulteriore beneficio nel sottoporsi alla cura, al mattino. E' un rimedio davvero efficace!


Il libro del mese: