Blog
Un blog creato da cile54 il 09/01/2007

RACCONTI & OPINIONI

Pagine di Lavoro, Salute, Politica, Cultura, Relazioni sociali - a cura di franco cilenti

 
 

NUMERO CARTACEO LUGLIO 2016

www.lavoroesalute.org

Chi è interessato a scrivere e distribuire la rivìsta nel suo posto di lavoro, o pubblicare una propria edizione territoriale di Lavoro e Salute, sriva a info@lavoroesalute.org

Distribuito gratuitamente da 32 anni. A cura di operatori e operatrici della sanità. Finanziato dai promotori con il contributo dei lettori.

Tutti i numeri in pdf

www.lavoroesalute.org

 

LA RIVISTA NAZIONALE

www.medicinademocratica.org

MEDICINA DEMOCRATICA

movimento di lotta per la salute

 TUTTO IL CONGRESSO SU

www.medicinademocratica.org

 

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 181
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

MAPPA LETTORI

 

ULTIME VISITE AL BLOG

audicentoestinetteeMichy06andrew_mehrtenscavallo140cile54arezia3ciubini.enricogaza64ilnegoziodieuterpeCartman72NoRiKo564Iltuocognatinosblog
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Per gli aggiornamenti quotidiani, il blog si avvale frequentemente dei siti: www.liberazione.it  www.rifondazione.it www.prctorino.it www.controlacrisi.org   www.globalist.it     www.italia.attac.org http://bellaciao.org www.ilmanifesto.it     http//maurobiani.it       http://it.peacereporter.net www.sbilanciamoci.info www.contropiano.org http://www.lila.it       www.emergency.it www.medicisenzafrontiere.it www.diario-prevenzione.it www.womenews.net www.osservatoriorepressione.org/ www.migrantitorino.it www.superando.it

-----------------------------------

Trovi Lavoro&Salute             e franco cilenti anche su Facebook

 

 

« Indagine ISTAT. Un quadr...Sono diecimila i detenut... »

In merito al rapporto ISTAT: negli ultimi 2 anni le cose sono visi­bil­mente peg­gio­rate e peggiorano ancora

Post n°8583 pubblicato il 13 Febbraio 2014 da cile54

La sanità, 10 milioni senza copertura

Il Rap­porto Istat “Noi Ita­lia. 100 sta­ti­sti­che per capire il Paese in cui viviamo”, con­ferma la crisi della sanità e l’estrema pre­ca­rietà del diritto alla salute. Tut­ta­via vanno pre­ci­sati alcuni punti. Intanto in asso­luto non è vero che spen­diamo poco per la salute come si dice. Nel 2011/2012 la spesa sani­ta­ria pub­blica è stata di circa 111 miliardi di euro, pari al 7% del Pil, men­tre quella pri­vata è pari al 20,6 e rap­pre­senta l’1,8% del Pil nazio­nale. Quindi tra spesa pub­blica pro capite (1.867 euro) e spesa pri­vata pro capite (media­mente circa 1000 euro) spen­diamo a testa media­mente quasi 3000 euro quindi all’incirca il 9% del Pil.

A parte i dati sul finan­zia­mento da aggior­nare con i tagli rei­te­rati dal governo Letta, l’Istat con­ferma un forte squi­li­brio tra nord e sud, smac­cata ini­quità nell’accesso ai ser­vizi pub­blici (la spesa pri­vata è per gran parte spesa per man­cato accesso al pub­blico), una forte mobi­lità inter­re­gio­nale che dimo­stra come mezza Ita­lia sia al di sotto del diritto. Non solo.

Il Rap­porto regi­stra cre­scita dell’abbondono sociale per­ché se ten­den­zial­mente cala tanto la spesa pub­blica quanto quella pri­vata vuol dire che (inter­po­lando dati da altre ricer­che) almeno 10 milioni di cit­ta­dini sono scoperti.

Due dati poli­tici più impor­tanti da sot­to­li­neare: in que­sta spesa pub­blica ci sareb­bero abba­stanza risorse libe­ra­bili da cor­ru­zioni e dise­co­no­mia da rifi­nan­ziare inte­ra­mente il sistema pub­blico fino a recu­pe­rare gli esclusi e quelli spinti verso il pri­vato. A con­di­zione di fare vera­mente la spen­ding review in modo ana­li­tico e rom­pere l’intreccio per­verso tra regioni con­senso poli­tico. La sanità è il più for­mi­da­bile mer­cato boa­rio per lot­tiz­zare pol­trone e incarichi.

Il secondo dato è che pro­prio per­ché la spesa nel suo com­plesso in ter­mini asso­luti non è bassa come dicono le Regioni per­ché dro­gata dai loro abusi e dalle loro spe­cu­la­zioni, il governa Letta è giu­sti­fi­cato a pro­gram­mare (vedi Def) un de-finanziamento della sanità che al 2017 ridurrà l’incidenza della spesa sani­ta­ria di un punto rispetto al Pil. Come dire cor­nuti e maz­ziati. Prima le Regioni si fanno gli affari loro e dopo il governo ci impone i tagli lineari.

Infine per quanto fuori moda, per quanto dimen­ti­cata da tutte le agende e da tutti i retori alla ribalta della poli­tica in que­sto momento, il rap­porto Istat pone con dram­ma­ti­cità la que­stione della salute. In Ita­lia ancora si fuma troppo (fuma­tori oltre i 14 anni sono il 21%), si beve troppo (a rischio il 14,1% delle per­sone sopra i 18 anni), si man­gia troppo(gli obesi sono 10,4% della popo­la­zione adulta).

Ma a parte gli effetti nega­tivi di que­sto frain­teso epi­cu­rei­smo, le cose diven­tano pesanti in tema di tumori e di malat­tie car­dio vasco­lari che si con­fer­mano le prime due cause di morte. Se la dimi­nu­zione di que­ste malat­tie è legata al suc­cesso di misure di pre­ven­zione pri­ma­ria, si com­prende come nel nostro paese dove non c’è legge sulla sanità che non parli dell’art.32 della Costi­tu­zione, il diritto alla salute sia forse il diritto costi­tu­zio­nale più disat­teso. Per­sino la mor­ta­lità infan­tile che è una misura del livello di benes­sere di un paese negli anni più recenti sta ral­len­tando la sua decrescita.

Il rap­porto Istat non sem­bra così con­so­la­to­rio e ras­si­cu­rante, senza con­tare che negli ultimi due anni le cose sono visi­bil­mente peg­gio­rate e che nel pros­simo futuro da quel che pare le cose andranno ancora peggio.

Ivan Cavicchi

12/2/2014 www.Ilmanifesto.it

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

CON IL POPOLO PALESTINESE

 

L'informazione dipendente, dai fatti

Nel Paese della bugia la verità è una malattia

(Gianni Rodari)

 

www.controlacrisi.org

notizie, conflitti, lotte......in tempo reale

--------------------------

www.osservatoriorepressione.info

 

G8 GENOVA 2011/ UN LIBRO ILLUSTRATO, MAURO BIANI

Diaz. La vignetta è nel mio libro “Chi semina racconta, sussidiario di resistenza sociale“.

Più di 240 pagine e 250 vignette e illustrazioni/storie per raccontare (dal 2005 al 2012) com’è che siamo finiti così.

> andate in fondo alla pagina linkata e acquistatelo on line.

 

LA TRUFFA DEL DEBITO PUBBLICO

Il nuovo libro di Paolo Ferrero

---------------------------

PIGS! La crisi spiegata a tutti

"in parole povere"

in libreria e On line, http://www.deriveapprodi.org/2012/06/pigs/
.......................................................

 
---------------------
Lavoro e Salute sostiene l'iniziativa di legge dell'Associazione "Io sò Carmela" contro la violenza sui minori

Disegno di legge.
 

Giorgiana Masi

Roma, 12 maggio 1977

omicidio di Stato

DARE CORPO ALLE ICONE