Blog
Un blog creato da cile54 il 09/01/2007

RACCONTI & OPINIONI

Pagine di Lavoro, Salute, Politica, Cultura, Relazioni sociali - a cura di franco cilenti

 
 

www.lavoroesalute.org

Chi è interessato a scrivere e distribuire la rivìsta nel suo posto di lavoro, o pubblicare una propria edizione territoriale di Lavoro e Salute, sriva a info@lavoroesalute.org

Distribuito gratuitamente da 33 anni. A cura di operatori e operatrici della sanità. Finanziato dai promotori con il contributo dei lettori.

Tutti i numeri in pdf

www.lavoroesalute.org

 

LA RIVISTA NAZIONALE

www.medicinademocratica.org

MEDICINA DEMOCRATICA

movimento di lotta per la salute

 TUTTO IL CONGRESSO SU

www.medicinademocratica.org

 

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 181
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

MAPPA LETTORI

 

ULTIME VISITE AL BLOG

cile54olgy120nomadi50zoppeangelogaza64donmichelangelotondoWeb_LondonCherryslvulnerabile14lacartavincente1notterosa2009diogene51iunco1900RomanticPearlthe_oracle73
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« Il numero piu' elevato ...Solo in Italia, il Paese... »

La rappresaglia della Coop. L'unica colpa di Lucia č stata quella di rivendicare un diritto, la sua assurda pena l’esilio

Post n°8597 pubblicato il 16 Febbraio 2014 da cile54

Lucia De Maio reintegrata... ad oltre 400 km da casa

La Coop, dopo averla lasciata senza reddito dal 2009 a seguito di una cessione di ramo d'azienda giudicata illegittima dal Tribunale, “obbligata” al reintegro dal polverone mediatico e dall’interessamento parlamentare che la triste vicenda ha sollevato, compie la sua rappresaglia. La nuova sede di lavoro di Lucia sarà Orbetello (GR), ad oltre 400 km dalla sua residenza che si trova a Solofra (AV).

 Il grido di dolore di Lucia, amplificato dall’Usb, era arrivato fino in Parlamento e alla vicenda si sono interessate le deputate Silvia Chimienti e Gessica Rostellato (M5S, commissione Lavoro Camera) e Ileana Piazzoni (SEL), che ha depositato assieme al collega Giancarlo Giordano, finanche una interrogazione parlamentare alla Camera.

 A seguito del presidio e della conferenza stampa sulle discriminazioni subite dalle lavoratrici Coop, organizzati dall’Usb il 6 febbraio a Roma, di fronte alla sede dell’Associazione Nazionale delle Cooperative di Consumo, Unicoop Tirreno si è impegnata ad ottemperare alle sentenze reintegrando la lavoratrice e pagando le retribuzioni arretrate.

 La vicenda lascia senza fiato perché sono ancora la dignità del lavoro e della donna ad essere umiliate profondamente da questa vertenza. Un braccio di ferro senza alcun senso tra un’azienda che nella propria carta dei valori assicura il rispetto dell’equità e della dignità delle perone e una lavoratrice, madre di due figli, che ha come unica colpa quella di rivendicare un sacrosanto diritto e come pena l’esilio; l’ennesimo episodio che testimonia la perdita di credibilità della cooperazione nel nostro paese e la negazione di quanto minimamente necessario per contrastare la violenza di genere.

 L’Usb, nel sostenere incondizionatamente la lotta di Lucia, rivolge un nuovo appello a tutti i lavoratori e a tutte le lavoratrici, alle associazioni, e a quanti, uomini e donne, lottano nel nostro paese per il diritto ad una vita ed un lavoro sicuri e dignitosi, affinché non facciano mancare il loro sostegno e la loro solidarietà ad una donna che è l’emblema di una condizione inaccettabile che stride fortemente con i principi ispiratori della cooperazione.

Unione sindacale di base

15/02/2014 www.usb.it

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

L'informazione dipendente, dai fatti

Nel Paese della bugia la verità è una malattia

(Gianni Rodari)

 

SI IUS SOLI

 

 

www.controlacrisi.org

notizie, conflitti, lotte......in tempo reale

--------------------------

www.osservatoriorepressione.info

 

 

G8 GENOVA 2011/ UN LIBRO ILLUSTRATO, MAURO BIANI

Diaz. La vignetta è nel mio libro “Chi semina racconta, sussidiario di resistenza sociale“.

Più di 240 pagine e 250 vignette e illustrazioni/storie per raccontare (dal 2005 al 2012) com’è che siamo finiti così.

> andate in fondo alla pagina linkata e acquistatelo on line.

 

Giorgiana Masi

Roma, 12 maggio 1977

omicidio di Stato

DARE CORPO ALLE ICONE