Community
 
odeius
Sito
Foto
   
 
Creato da odeius il 15/08/2009
Caelum, non animum mutant qui trans mare currunt

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 9
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Sessanta Giorni

Post n°199 pubblicato il 26 Giugno 2014 da odeius

 

Sessanta giorni sono passati
sessanta lacrime sul calendario
e silenzio
e ghiaia che scricchiola sotto ai piedi
sui viali del cimitero

Le nuvole disegnano traiettorie
Cade la pioggia,
ed il vento crea sonorità impercettibili
sibilando tra i gambi
dei fiori recisi

a volte è la mia ombra che si china su di te
e tu sei nel buio e nel silenzio
nel grembo della terra madre
come seme
che attende di germogliare

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Donna

Post n°198 pubblicato il 17 Maggio 2014 da odeius

Donna di luce e di acqua
di terra silenziosa che attende
di momenti passati, vissuti, amati

Donna di parole non dette
di carezze fatte solo con gli sguardi

donna del mio passato
del silenzio di oggi
delle nostalgie di domani

Donna, ti cerco tra le cose consuete
nelle stanze che conoscevano la tua voce
tra gli oggetti orfani del tuo tocco

Donna dei fiori recisi
e delle speranze nuove
Donna che manchi al mio domani
resta sospeso nella notte che viene
il ricordo dolce del nostro ieri

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Liliana

Post n°197 pubblicato il 27 Aprile 2014 da odeius

E' rimasto solo il ricordo li dove un tempo c'eri tu
uno spazio vuoto da cui le parole non riescono ad uscire
Quanti sogni
quante speranze stese al sole a sventolare
luminose, chiare , gonfie di futuro
quanti giorni spesi insieme
a costruire

dicono che ci sia un destino per ogni uomo
scritto nelle stelle
o nelle pieghe della mano

abbiamo lottato con orgoglio
ed abbiamo chinato la testa

oggi sono solo
la schiena appoggiata all'orizzonte,
qui dove cielo e terra si confondono
sono il soldato di una guerra perduta
il reduce di un tempo finito

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Smarrito

Post n°196 pubblicato il 10 Aprile 2014 da odeius

E adesso che le parole non riescono più a raggiungerti
e nel cassetto dei sogni ci sono solo ricordi
Adesso che le note della mia chitarra inseguono accordi tristi
e non ci sono più canzoni da farti ascoltare
adesso che abbiamo combattuto la nostra battaglia
abbiamo perso ed io solo sono il reduce sconfitto
di un mondo che è cambiato

Dove sono adesso le nostre mani strette senza parlare
ed i "voglio ricordi non rimpianti"?
dove è quella speranza che urlava forte contro il destino?

Adesso chei la casa è vuota e silenziosa
ed un vento gelido soffia dalle parti del cuore

adesso devo ancora aggrapparmi all'amore
perchè la vita prosegue e non ti lascia stare

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Eternità

Post n°195 pubblicato il 26 Gennaio 2014 da odeius

ticchettano piano le mie dita accarezzando la tua schiena
mentre affondo il viso a cercare il profumo dei tuoi capelli,
e tu
accanto me abbandonata,
un braccio lungo i fianchi e l'altro a giocare oziosamente sul mio petto.
restiamo così
mentre fuori la notte sgocciola piano dagli orologi,
dai campanili,
dai bicchieri pieni, 
non servono parole, ma è il silenzio che ci nutre,
sospesi sull'attimo che non torna,
ascoltiamo il cigolio del nastro che spinge avanti la vita

Noi siamo il silenzio,
nello spazio e nel tempo che occupiamo
delimitati tutt'intorno
dai rumori di un mondo che mai si ferma
e mai tace

Noi siamo il silenzio
lo spazio immobile,
l'eterno che mai non muta ,
consapevoli del nostro ruolo e del nostro posto.

Siamo l'energia potenziale del mondo
che si conserva e si mantiene,
siamo la sorgente prima del fiume,
la nube prima del temporale, la luce prima dell'ombra.

Poi il mio braccio si muove appena,
la pelle della tua gamba scorre sulla mia pelle,
il tuo viso si sposta a cercarmi e tutto ciò che era immobile prende velocità,
l'energia si trasforma,
il fiume diventa cascata,
la pioggia temporale,
la brezza è un vento impetuoso che scuote ogni cosa.

Alex

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »