Community
 
lealidipand...
   
 
Creato da lealidipandora il 20/04/2010
Associazione Culturale
 

 

La notte Ercolana

Post n°155 pubblicato il 24 Luglio 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

LA NOTTE ERCOLANA: LA NOTTE BIANCA DI ERCHIE

 

 

Sabato 26 luglio 2014 ad Erchie la Notte Ercolana. Per il settimo anno consecutivo, si rinnova l’appuntamento con la Notte Bianca che nelle passate edizioni ha richiamato migliaia di presenze. Grazie all’impegno della Pro loco, con il patrocinio del comune di Erchie, GAL Terre del Primitivo e Banca di Credito Cooperativo Cassa Rurale ed Artigiana di Erchie, anche quest’anno è previsto un vasto e variegato programma di eventi e attrazioni proposte.

 In Via Grassi (dalle ore 22.00):

  • Wishing well – concerto nei pressi dell'Absinthe Bar;

  • Spettacolo musicale nei pressi dei “Bar Morley” e “Bar Chiosco”;

  • The sixty beat (anni 60 italiani riarrangiati in chiave reggae e ska) – musica nei pressi del Quattro Quarti Sound Cafè.

  • Mostra “in un fazzoletto” - collettiva curata da Adriano Pasquali, che presenta più di cento opere realizzate "in un fazzoletto", letteralmente s'intende, ovvero create su altrettanti semplici fazzoletti tra i quali spiccano "i fazzoletti" dei detenuti del carcere di Milano. Questa mostra è realizzata grazie alla collaborazione dell’Ass. “Le ali di Pandora” di Lecce.

 
 
 

Narrazione a colori

Post n°154 pubblicato il 24 Luglio 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 “Le Ali di Pandora”

presentano la mostra

Narrazione a colori

di Elena Adriana Valcea

vernissage venerdì 25 luglio 2014 ore 20,30

V.le Giovanni Paolo II Ang. Via Pistoia (Centro Polifunzionale Kolbe)- Lecce – Italy

Venerdì 25 luglio si inaugura a Lecce la mostra “Narrazione a colori” di Elena Adriana Valcea curata da Mario Calcagnile presso la sede di Le Ali di Pandora in V.le Giovanni Paolo II Ang. Via Pistoia (Centro Polifunzionale Kolbe).

Scrive Mario Calcagnile “La colomba, il firmamento, le acque la luce, la volta celeste, i pesci, gli uccelli e tutte le specie animali, Adamo ed Eva, con in fine Il peccato originale…

Le opere di Elena Adriana Valcea, rappresentano una narrazione della creazione tra espressioni creative a volte astratte e a volte simboliche, (tratte dalle rappresentazioni espresse nelle iconografie bizantine), che riportano agli affreschi di alcuni antichi monasteri situati nella regione della Bucovina in Romania.

Romania, terra dalla quale l’artista proviene portando con se un bagaglio umano e culturale unito a una preparazione artistica che pur risentendo di influssi internazionali, conserva l’essenza di una cultura peculiare del suo paese.

Elena Adriana Valcea è docente di arte e grafica, presso l’istituto per gli studi d’arte, in Slatina, ha precedentemente studiato presso la prestigiosa Accademia di Belle Arti di Timisoara in Romania, e nella sua attività artistica si occupa tra l’altro di art Workshop e happening artistici.

Abbiamo già visto l’artista coinvolta nel Salento con una partecipazione al simposio internazionale di pittura che si è tenuto a Gallipoli nel 2013. Le opere presenti in questa mostra fanno parte di una produzione che l’artista ha realizzato in una sua permanenza in Puglia, e non si mancherà di notare come, oltre a simboli che fanno parte della sua cultura bizantina e ortodossa, ella abbia saputo inoltre incastonare e coniugare al contempo e con sapienza dei simboli antichissimi rappresentati sui nostri trulli di Alberobello che lei ha saputo cogliere e trarre viaggiando nel sud della nostra Italia.

Apprezzabile questa volontà di intendere il suo fare artistico nel desiderio di esprimersi sapendo mantenere unite visioni e simboli dalle differenti radici culturali.”

 
 
 

2 International Exhibitions

Post n°153 pubblicato il 05 Giugno 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

Le Ali di Pandora”

 

presentano

2 International Exhibitions

collettiva di arte contemporanea

 

dal 13 al 18 giugno 2014

espongono

Nina Inkari FINLANDIA, Marcel Corober RUSSIA, Ana Asavei Pietraru ROMANIA, Olga Fomina RUSSIA, Costica Onuta ROMANIA, Cristina Chetari MOLDAVIA, Donatello Pisanello ITALIA, Valentina Bancoveanu MOLDAVIA, Mario Calcagnile ITALIA, Roman Kharevsky REP. CECA, Stefania Rizzo ITALIA , Anna Ravliuc UCRAINA , Fabiana Luceri ITALIA, Donato Giannuzzi ITALIA, Tamar Minashvili UCRAINA, Michele di Leo ITALIA, Dimitar Velichkov BULGARIA

 

V.le Giovanni Paolo II Ang. Via Pistoia (Centro Polifunzionale Kolbe)- Lecce – Italy

 

vernissage venerdì 13 giugno 2014 ore 20,30

ore 10/12; 18/20,30

ingresso libero

Venerdì 13 giugno si inaugura a Lecce la prima tappa della mostra “2 International Exhibitions” curata da Mario Calcagnile presso la sede di Le Ali di Pandora in V.le Giovanni Paolo II Ang. Via Pistoia (Centro Polifunzionale Kolbe). La seconda tappa sarà inaugurata giovedì 19 giugno presso lo spazio espositivo Gallery del “Cenacolo della tradizione” in via XX settembre sempre a Lecce.

17 artisti per “2 International Exhibitions” dove a sei artisti salentini si uniscono undici artisti dei paesi dell'Est Europa, un incontro, questo, pittorico e umano voluto dall'artista salentino Mario Calcagnile che con queste due mostre intende saldare i collegamenti culturali tra artisti e territori che a lungo, se pur vicini, sono rimasti lontani. Nelle opere di questi “glob trotter”, già operativi nel nostro Salento, si possono cogliere le atmosfere della nostra terra, al di la delle interpretazioni stilistiche.

 

 

 

 
 
 

Alice non sa ... Peter sì

Foto di lealidipandora

 

Le Ali di Pandora” in collaborazione con “Piscina Comunale - Spaziodarteincopisteria” e “Art and Ars Gallery”

 

presentano

 

Alice non sa… Peter sì

mostra di arte contemporanea

 

dal 17 al 31 maggio 2014

espongono

Mirek Antoniewicz, Matilde De Feo, Emilio D'Elia, Michele Giangrande, Laboratorio Saccardi (Vincenzo Profeta, Marco Barone), Maurizio L’Altrella, Adriano Pasquali, René Pascal, Giuseppe Stellato, Paula Sunday, Paola Zampa.

 

Palazzo Vernazza Castromediano - Lecce, Italy

Via Palazzo dei Conti di Lecce

 

vernissage sabato 17 maggio 2014 ore 19,30

ore 10/12; 18/20,30

ingresso libero

catalogo in galleria

L’Associazione “Le Ali di Pandora” di Lecce in collaborazione con “Art and Ars Gallery” di Galatina e “Piscina Comunale” di Milano propongono la mostra Alice non sa… Peter , progetto a cura di Katia Olivieri.

 

La mostra si articola liberamente fra generi e media in un insieme organico che trova la sua più degna realizzazione nello scenario di Palazzo Vernazza Castromediano a Lecce, dal 17 al 31 maggio 2014.

 

La mostra è strutturata liberamente fra generi e media in un insieme organico, 11 sale per 11 artisti: Mirek Antoniewicz (Bratislava) - Matilde De Feo (Napoli) - Emilio D'Elia (San Pietro Vernotico - Brindisi) - Michele Giangrande (Bari) - Laboratorio Saccardi: Vincenzo Profeta, Marco Barone (Palermo) - Maurizio L’Altrella (Sesto San Giovanni - Milano) - Adriano Pasquali (Milano) - René Pascal (Milano) - Giuseppe Stellato (Napoli) - Paula Sunday (Napoli) - Paola Zampa (Roma).

 

Un interessante incontro fra autori contemporanei che ci riporterà, grazie al gesto artistico, a quell’età che con il tempo si dimentica: l'infanzia. La prospettiva della fiaba romantica è completamente rovesciata: agli artisti la possibilità di raccontare un mondo interiore, tanto personale quanto idealizzato o dis/incantato, perché Alice non sapeva, Peter sì, ma potrebbe esser vero il suo esatto contrario.

 

La mostra “Alice non sa …Peter sì” si pone come obiettivo di avvicinare il pubblico all'arte contemporanea: grazie alla presenza di vari linguaggi, dalla fotografia all’installazione alla pittura ai video di artisti emergenti e altri già noti sul panorama nazionale ed internazionale, si proporranno nuovi percorsi per osservare e interpretare la realtà. Ma un'opera d'arte rappresenta anche un'occasione per conoscere il mondo in un'ottica nuova, addirittura di reinventarlo; crediamo che ogni evento culturale abbia come scopo finale arricchire ed educare il pubblico più diverso oltre che interrogarsi sul significato e il senso dell’infanzia e della difficoltà di diventare adulti. Obiettivo del nostro metodo è accompagnare il visitatore in un'esperienza che stimoli la capacità di stupirsi, l'abitudine a interpretare, la voglia di esprimersi e soprattutto sensibilizzare sulle problematiche dell'infanzia e la necessità di capire l'altro, perché la città accoglie spazi e l’animo d’ogni innocente, che dimentichiamo e spesso si consuma l’abominio e l’eccesso sulla carne pensante del nostro domani. Il futuro è occhi fanciulli.

 

In questo intento si indirizza la collaborazione tra le realtà organizzatrici e la curatela, in una sinergia mirata alla tutela e valorizzazione della persona, dei più deboli, attraverso i linguaggi dell'arte con un'attenzione particolare alla legge dell'ONU del 20 novembre 1959 che sancisce Il Diritto del Fanciullo.

 

Contestualmente sarà allestita una collettiva curata da Adriano Pasquali, che presenta più di cento opere realizzate “in un fazzoletto”, letteralmente s’intende, ovvero create su altrettanti semplici fazzoletti tra i quali spiccano “i fazzoletti” dei detenuti del carcere di Milano. Scrive Luca Rota: “Non solo una mera reinterpretazione fuori dal comune del supporto artistico, ma pure una sorta di metafora del valore di esso e dell’arte stessa, in grado di offrire un certo valore – estetico, tematico, culturale, sociale persino – al fruitore anche quando “relegata” su di un supporto così apparentemente limitato e limitante… Ma, inutile dirlo, quando l’arte è di valore (e di nuovo intendo ciò in senso artistico, appunto, non certo “commerciale”!), qualsiasi pur ridotta quantità non sarà mai proporzionale alla qualità offerta! E in fondo, appunto, nemmeno al mero godimento estetico di essa”.

 

Web partner: I MOVE PUGLIA.TV

Ringraziamo gli sponsor: Fidelpol, Asiagem, Cemèra, R2,BB al Duomo,L'Orecchietta

 
 
 

SCAPIGLIATA- Festa di Primavera al Parco del Rauccio

Post n°151 pubblicato il 24 Marzo 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

"SCAPIGLIATA" - La Festa di Primavera al Parco di Rauccio

 

Domenica 30 marzo è Festa di Primavera al Parco di Rauccio.

E' la stagione del risveglio, il momento migliore per visitare il parco e per conoscereFillirea, il Centro di Esperienza appena costituito dall' Ente Parco del Comune di Lecce.

 

Il menù di "SCAPIGLIATA" è ricco e goloso: escursioni, visite guidate, bicitrekking, nordic walking e altre attività outdoor, osservazione del sole con speciali telescopi filtrati, aperitivo di prodotti tipici, giochi e lezioni di aquiloni, performance teatrali, laboratori naturalistici e ornitologia; tutto all'insegna della conoscenza e della tutela della Natura

 

La Coperativa Terradimezzo insieme a tutte le associazioni amiche e partner dell'iniziativa, Le Ali di Pandora, Seyf, Legambiente Monteroni, EstremaOutdoor, Gruppo Astrofili Salentini e Nomofazù, vi dà appuntamento domenica 30 marzo dalle 10:30 alle 18:30 al Parco di Rauccio. 

 

Info. Cooperativa Terradimezzo: 3339855341 - 3470041896

www.coopterradimezzo.it

 


Scapigliata

 
 
 

Giornata Mondiale della poesia: “Perchè i poeti nel tempo della parola funzionale?”

Post n°150 pubblicato il 19 Marzo 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

L'UNESCO ha dichiarato il 21 marzo GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA, pertanto, allo scopo di essere presenti anche noi e condividere la passione per la poesia, le tre associazioni ITES, Le Ali di Pandora e Vitruvio, hanno organizzato l'incontro “Perchè i poeti nel tempo della parola funzionale?” per il Giorno 21 marzo 2014, con inizio alle ore 19:00 presso la sede della ITES Milella ubicata in Via Sozy Carafa N. 74 – Lecce.

Interverranno: Dario Cillo, Salvatore Colazzo, Ennio De Bellis, Francesco Salvatore Latturolo, Carlo Alberto Augeri. Tutte le poetesse ed i poeti, ma anche scrittrici e scrittori di prosa che interverranno, Potranno Declamare Versi Propri o di altri poeti alterandosi ai relatori.

 

A fine serata i Tamburellisti di Otranto ci delizieranno con le loro sonorità popolari.  

 
 
 

I libri spezzati. La visione della donna nella creazione di Leandro

Post n°149 pubblicato il 08 Marzo 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

I libri spezzati. La donna nella Creazione di Leandro

mostra-laboratorio di e su il Libro d'artista

dal 12 al 16 marzo 2014

vernissage mercoledì 12 marzo ore 18,30

Ex Conservatorio Sant'Anna

Via Giuseppe Libertini- Lecce

ingresso libero

h10/13- 17/21

ESPONGONO

Artisti invitati

Roberto Bergamo, Daniela Cecere, Paolo Ferrante, Lucy Ghionna, Monica Lisi, Mauro Marino

 

Artisti selezionati

Serena Alvarenz, Domenico Arces, Sarah Barbetta, Isabella Buccoliero, Matteo Capone, Giulia Chianura, Roberto Ciardo, Antonella D'Amelio, Federica D'Andria, Jessica Ditodaro, Dong Jian Chen, Lucia Lazzari, Lucia Macrì, Alessandro Maggiulli, Silvia Marrazzi, Mariangela Martinelli, Anna Valentina Pati, Giulia Piccinni, Valeria Pizzigallo, Pierangelo Poso, Giorgia Prontera, Alessandra Renis, Claretta Rizzello, Eva Sanapo, Fabiola Settembrini, Roberta Spagnolo, Silvia Sparro, Mariachiara Totoro, Salvatore Turco, Maria Antonietta Tutino, Sara Za

 

PROGRAMMA

  • mercoledì 12 marzo – ore 18- apertura mostra- saluto delle autorità –

performance di Lucia Macrì: “Il dubbio di Eva” con Domenico Arces

interventi:

Lucy Ghionna e Ambra Biscuso

Tommaso Ariemma- scrittore, filosofo, Docente di Estetica Accademia Belle Arti di Lecce

ore 19,30 - proiezione corto- EvE- di Claudia Ingrosso musiche di Davide Benegiamo

 

  • giovedì 13 – ore 17/19 – laboratorio teorico- La storia dell'Unique (libro d'artista) a cura di Lucy Ghionna, Roberto Bergamo- Intervengono Mauro Marino, Claudio Martino, Maurizio Nocera- sala conferenze Conservatorio Sant'Anna

 

  • venerdì 14 – ore 17/19- laboratorio pratico- realizzazione del libro d'artista ad opera dei partecipanti- docenti: Roberto Bergamo, Daniela Cecere, Paolo Ferrante, Lucy Ghionna;

 

  • sabato 15 - dalle 17 alle 19,00 laboratorio di scrittura: “L'Isola sconosciuta” a cura di Ambra Biscuso

ore 20- performance di Tiziana Buccarella “La creazione degli angeli e il peccato di Adamo ed Eva”- Liberamente tratto dal testo di Ezechiele Leandro

 

  • domenica 17- ore 19,00- laboratorio sul libro d'Artista per i più piccini a cura di Monica Lisi

.

Mercoledì 12 marzo alle ore 18.30, presso l'Ex Conservatorio Sant'Anna in Via Libertini a Lecce, dopo il saluto delle autorità, Ambra Biscuso e Lucy Ghionna esporranno il programma della mostra/laboratorio sul libro d'artista: “I libri spezzati. La donna nella creazione di Leandro”.

La mostra, che unisce la ricerca alla creazione, alla produzione, alla sperimentazione, è inserita nella manifestazione del Comune di Lecce “Itinerario Rosa 2014” e vede il patrocinio dell'Accademia di Belle Arti di Lecce.

La mostra si aprirà con la performance “Il dubbio di Eva” di Lucia Macrì e Domenico Arces; a seguire Tommaso Ariemma, scrittore, filosofo, docente di estetica, parlerà del libro d'artista visto dal punto di vista estetico. Chiuderà la serata la proiezione del video di Claudia Ingrosso: “EvE” ispirato dai testi di Leandro.

Una delle attività che negli anni ha contraddistinto l'Associazione Le Ali di Pandora sono i laboratori creativi, o laboratori protetti, punto focale della nostra attività sin dalla sua fondazione, dove ricerca, storicizzazione, sperimentazione e creatività vivono in simbiosi, si è quindi pensato di utilizzare la nostra “forza lavoro” per offrire momenti di approfondimento, creatività e riflessione, permettendo al pubblico di avvicinarsi a questa forma d'arte importante: Il Libro Unique scegliendo come ispiratore del progetto Ezechiele Leandro l'artista che fece dello scarto opera d'arte. Non a caso il titolo della mostra: “I libri spezzati” è il titolo di un'opera di Ezechiele Leandro che rappresenta la natività ed è, appunto, un libro d'artista.

Al progetto della mostra hanno aderito: Roberto Bergamo, Daniela Cecere, Paolo Ferrante, Lucy Ghionna, Monica Lisi, Mauro Marino noti da anni nel campo del LIBRO D’ARTISTA e storicizzati in musei, archivi, biblioteche nazionali.

Si è inteso lasciare grande spazio a giovani Artisti, allievi del corso di Decorazione Contemporanea dell'Accademia di Belle Arti di Lecce, alla guida di Lucy Ghionna, che dopo un'attenta lettura del testo di Leandro: “La creazione degli Angeli ed il peccato di Adamo ed Eva” li ha visti protagonisti nella manipolazione di un libro già esistente esplorando le potenzialità semiotiche di tecniche e materiali appartenenti anche a categorie che non sono notoriamente quelle della stampa, fino ad arrivare a materiali e mezzi di tutt'altro genere, come l'apparente inconsistenza diretta delle tecniche virtuali.

 

Il 13 e 14 marzo a partire dalle ore 17 si aprirà “Il laboratorio”, composto da un giorno di teoria ed uno di pratica, sulla realizzazione del libro d'artista. Giovedì 13 marzo Lucy Ghionna e Roberto Bergamo introdurranno alla storia del libro d'artista e spiegheranno come si svolgerà il laboratorio per approfondire l'argomento interverranno: Maurizio Nocera, Mauro Marino e Claudio Martino.

Venerdì 14 è dedicato alla pratica, quindi la realizzazione del manufatto che vede affidata la parte sperimentale a Roberto Bergamo, la pittorica a Daniela Cecere, la materica a Lucy Ghionna e l'editoriale a Paolo Ferrante. Il terzo giorno, sabato 15, i lavori prodotti nel corso del laboratorio saranno esposti al pubblico.

Sabato 15, ore 17.00, il laboratorio di scrittura di flusso, L'isola sconosciuta, a cura di Ambra Biscuso: la parola prende il posto del corpo.

Sempre sabato, in serata, Tiziana Buccarella proporrà una performance dove: sperimentazione e teatro si uniscono in un adattamento del testo di Leandro: “La creazione degli angeli ed il peccato di Adamo ed Eva”.

Domenica 16 marzo è dedicata al laboratorio per i più piccini a cura di Monica Lisi.

 
 
 

schegge d'anima di Enrico Romano

Post n°148 pubblicato il 04 Marzo 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

Le Ali Di Pandora

 

presenta

 

Giovedì 6 marzo 2014 ORE 20,00

 

Schegge d'anima” edito da Milella

di Enrico Romano

interviene Ennio De Bellis

c/o Le Ali di Pandora

Via Pistoia, 1 Lecce

Centro Polifunzionale Kolbe

 

ingresso libero

h. 20,00

 

Giovedì 6 marzo 2014 alle ore 20,00 presso la sede di Le ali di Pandora per “appunt@mento d'autore” sarà presentato l'ultimo libro di poesie di Enrico Romano: “Schegge d'anima” (Edito da Milella), finalista al prestigiosissimo "Premio Mario Pannunzio" di Torino nello scorso mese di novembre, interverrà il prof. Ennio de Bellis, docente di Istituzioni di storia della filosofia presso l'Università del Salento. Scrive Ennio De Bellis: “Si tratta di un percorso poetico ma anche filosofico di ricostruzione del senso ultimo dell’identità. Un’identità che secondo Enrico Romano non si può circoscrivere al semplice apparire ma deve essere ricondotta all’essere ultimo di ogni individuo. Andare oltre le apparenze è l’obiettivo di Romano che definisce anima proprio ciò che permane oltre il caduco dell’esteriorità ma che costituisce allo stesso tempo l’essere più autentico di ognuno di noi. E forse proprio questo distingue il poeta dallo scrittore di versi, il cogliere l’universale nel particolare, o meglio il saperlo offrire al lettore. Le schegge dell’anima diventano così non solo quelle dell’autore che si dimostra poeta vero ma quelle di ogni lettore che attraverso l’opera di Enrico Romano ha l’occasione di ritrovare se stesso.”

 

 

 
 
 

Appunt@mento d'aurore: Cuore d'acciaio

Post n°147 pubblicato il 27 Gennaio 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

Le Ali Di Pandora

 

presenta

 

Venerdì 31 GENNAIO 2014 ORE 20,00

 

CUORE D'ACCIAIO” edito da Lupo Editore

di Patricia Flament

 

interviene Marianna Burlando

c/o Le Ali di Pandora

Via Pistoia, 1 Lecce

Centro Polifunzionale Kolbe

 

ingresso libero

h. 20,00

 

Venerdì 31 gennaio 2014 alle ore 20,00 presso la sede di Le ali di Pandora per “appunt@mento d'autore” sarà presentato l'ultimo romanzo di Patricia Flament “Cuore d'acciaio” edito da Lupo ed.. Interverrà Marianna Burlando.

Nel numero di dicembre della rivista della LILT Lecce si legge: “Inquinamento atmosferico, alla Puglia la maglia nera nazionale”, questo emerge dall'ultimo studio sullo stato dell'ambiente curato dall'Arpa: la Puglia è ancora la regione con le maggiori emissioni industriali in Italia e se le condizioni dell'aria sono preoccupanti quelle delle acque non sono di certo migliori.

 

La conversazione sul libro della Flament è un'occasione per parlare anche di questo con Marianna Burlando, psicologa e psicoterapeuta presso l'oncologico di Casarano. “Cuore d'acciaio” è una storia contemporanea dove la fragilità emotiva e quella ambientale pare percorrano la stessa strada.

 
 
 

Laboratorio di Teatro

Post n°146 pubblicato il 14 Gennaio 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

Le Ali di Pandora Informano che presso la sede in V.le Giovanni Paolo II ang. Via Pistoia si sono aperte le iscrizioni al LABORATORIO DI TEATRO- GENNAIO - GIUGNO 2014 curate da Tiziana Buccarella. Lunedì h. 18,30/20.00- per info chiamare il 3395607242

 

Scrive Tiziana Buccarella: La definizione di "Laboratorio" e non Corso di Teatro, consegna all'esercizio di questa disciplina artistica il senso del suo divenire e del suo trasformarsi da embrione ad atto miracoloso di rappresentAzione scenica mai uguale a sè stesso se pur ritualizzato in più repliche, e per questo formula d'arte la più vicina al rito della Vita stessa.

 

"Laboratorio" si vuole anche perchè non si riconosca ad un soggetto il possedere la Verità assoluta da trasferire ed imporre bensì il solo compito di facilitare e sollecitare istintualità e creatività sulle basi di una tecnica recitativa che valorizzi la comunicazione con il pubblico rendendola più incisiva ma senza ingabbiarla e fornendo gli strumenti perchè questo possa avvenire.
Alla fine di questo Laboratorio l'esito del lavoro svolto sarà uno spettacolo teatrale benchè la finalità non sia quella di riuscire a "calcare" la scena bensì quella di riuscire a possedere un pò di più sè stessi, a saper muovere il nostro corpo e far parlare la nostra lingua con maggior consapevolezza su quello che è il palco dove rappresentiamo ogni giorno la nostra vita.
Progetto di certo ambizioso e non raggiungibile in pochi mesi di laboratorio, posto che lo si possa mai dire definitivamente raggiunto, ma, siccome siamo tutti "in itinere" invito chi voglia parteciparvi a farlo con lo spirito avventuroso di chi stia per partire per una destinazione ancora misteriosa benchè nota che ha bisogno di molte visite spesso solitarie ma anche in compagnia, per poterne apprezzare tutta la magia e la potente felicità che ogni sua piccola scoperta sa regalarci. A presto
Tiziana Buccarella- Centro Sperimentale del Teatro- Roma; Astragali-Lecce-  

 
 
 

Natale in periferia

Post n°145 pubblicato il 18 Dicembre 2013 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

Nell'idea che anche la periferia è centro il

Rione Kolbe

Vi invita a partecipare

Natale in Periferia

con l'albero delle parole

 

20 dicembre 2013

dalle ore 17.00

Apertura Mercatino dei Regali

degli hobbisti creativi

 

dalle ore 18.00

Tombolata Farlocca

rigorose le bucce di arance e mandarini

 

ore 20.00

Preghiera di Maria

performance di Tiziana Buccarella

tratto dal libro di Christine Bruckner "Se tu avessi parlato Desdemona"

ore 20.30

Premio Bontà

Don Antonio Murrone consegnerà ad un bambino meritevole

una mountain bike offerta dall'ass. Sos per la Vita

 

ore 21.00

ci scateniamo con i Trivellor

e infine...panettone e spumante

 

21 dicembre 2013

dalle ore 17.00 alle ore 21.30

continua il Mercatino dei Regali degli hobbisti creativi

 

si invitano i cittadini a riempire di caramelle e confettoni le calze cucite da le zie de Le Ali che saranno poi consegnate da Don Antonio ai Bambini meritevoli del Quartiere

 

Centro Polifunzionale

Kolbe

Via Pistoia angolo Viale dello Stadio

Venerdì 20 dicembre a partire dalle ore 17.00, c/o il Centro Polifunzionale Kolbe, Via Pistoia, Lecce, il RIONE KOLBE festeggia il “NATALE in PERIFERIA”.

Nella convinzione che si debbano animare e vivere spazi alternativi, portando il centro nelle periferie, così da favorire integrazione e socializzazione, si sono unite le realtà che operano nel quartiere ed amici che hanno abbracciato il progetto dando vita al “Natale in periferia”.

 

Organizzazione: Ass. Le Ali di Pandora

hanno collaborato: Ass. SOS Sanità, Parrocchia San Massimiliano Maria Kolbe, Kolbe Caffè, Ambito Territoriale Sociale di Lecce, Consultorio Familiare Asl Lecce, Ass. Sport. Modellistica Hobby Electra, che saranno disponibili a informare i cittadini sul lavoro che svolgono nel quartiere

e ancora: Ass.ne Polis Arcus, Coop. TerrediMezzo, Teatro dei Veleni, MonnaLisa Home Gallery

 

 

 



 
 
 

4 chiacchiere su "relazioni e problematiche karmiche"

Post n°144 pubblicato il 12 Dicembre 2013 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

Domenica 15 dicembre alle ore 17.00 presso Le Ali di PANDORA, via Pistoia,1 (Centro Polifunzionale Kolbe)- Lecce, partendo dal Film "Al di là dei sogni" con Robin Williams, 4 chiacchiere su "Relazioni e problematiche karmiche" con Elisa Albano

 
 
 

"Il sigillo del marchese" Lupo ed. Giuseppe Pascali

Post n°143 pubblicato il 03 Dicembre 2013 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

12 dicembre alle ore 19.30 presso la sede di Le Ali di Pandora per "Appunt@mento d'autore" sarà presentato l'ultimo romanzo di Giuseppe Pascali "Il sigillo del marchese" edito da Lupo Editore. Interverrà Paola Bisconti.

Scrive la Bisconti: "Nell'era degli Instant-book riscoprire un magnifico romanzo storico come "Il sigillo del marchese" di Giuseppe Pascali edito da Lupo Editore, è un modo per tornare ad apprezzare non solo l'insostituibile bellezza della tradizione letteraria, ma anche la capacità di un autore che ha curato in modo laborioso la propria creatura. I (...) L'intellettuale cavallinese ha ricostruito nelle 250 pagine del volume, impreziosito da un elegante copertina rossa con al centro un cuore, simbolo della trama del romanzo, il contesto storico e geografico attraverso dialoghi eccellenti caratterizzati da un lessico variegato e aulico, mediante descrizioni brillanti ricche di metafore, tramite frequenti latinismi e inevitabili seppur rare espressioni dialettali. Nel riportare i minuziosi dettagli della romantica storia d'amore tra don Francesco Castromediano Sanseverino e Beatrice Acquaviva d'Aragona (...) La lettura de "Il sigillo del marchese" è un susseguirsi di emozioni suscitate dalle vicende narrate egregiamente: è il 31 luglio del 1637 quando nel castello dei Castromediano di Caballino, Beatrice Acquaviva d'Aragona, chiamata donna Bice dai popolani in segno d'affetto, gemeva morente nel suo letto. Prima di andare in sposa a don Francesco Castromediano, Beatrice fu educanda nel monastero di San Marcellino a Napoli, in seguito da sposa di Dio divenne moglie di uomo aitante come il marchese che fu capitano nell'esercito del re Filippo IV di Spagna. Il loro fu un amore profondo suggellato il 25 luglio del 1627 in un matrimonio celebrato da monsignor Francesco Vincenzo Martinelli, vescovo di Conversano. (...) La gioia delle molteplici gravidanze nell'arco di dieci anni di vita coniugale indebolirono però la salute della giovane e bella Beatrice che lasciava i suoi amati figli e i devoti sudditi alla sola età di 28 anni. 

 

 

 
 
 

"Prospettive urbane. ( Tra questa realtà e un'altra)

Post n°142 pubblicato il 03 Dicembre 2013 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

Le Ali di Pandora venerdì 6 dicembre alle ore 20.00, presso "Le Ali di Pandora" - Lecce, presentano la mostra di Elisa Albano "Prospettive urbane. (Tra questa realtà e un'altra)".

Silvana Calò (Archittetto - Critico d'arte - Roma) scrive: "Le "Prospettive Urbane", primo genere amato e trattato dall'artista Elisa Albano, propongono città sconosciute, irreali, immaginate e senza tempo. Alcune desolate, altre "animate" da presenze stratificate nella memoria collettiva. Le citazioni ad un mondo dell'arte intrinseco nell'anima dell'artista e intimamente vissuto, accompagnano il visitatore di queste città attraverso architetture improbabili, eppure reali. E' il "genius loci" della "città". Un mondo ideale e colorato dove sarebbe davvero bello poter vivere."

Elisa Albano accoglie gli ospiti della sua mostra con un:"Benvenuto in questo mondo fantastico fatto di metropoli immaginarie e senza tempo, dove tutto può accadere. Qui ci sarà sempre un posto anche per te. Potrai addentrarti in paesaggi insoliti ma dai colori accesi e decisi e dalle mille risorse, dove a volte rivivono e convivono personaggi ritratti dai pittori famosi dell'età classica e moderna che stufi del loro contesto originario optano per un luogo ideale, dando vita ad una comunità attiva eppure composta da una umanità inesistente. Oppure, se preferisci, potrai sorvolare su città in stato di abbandono, su scorci dove antico e moderno si accostano e coesistono; dove le prospettive invertono le loro logiche ma dove anche il luogo più desolato misteriosamente si anima con atmosfere insolite, con luci notturne improvvise e scintillanti e strutture ambigue, che ti permettono di sognare, creare e ricreare il mondo che vuoi tu."

 

Elisa Albano, laureata in Psicologia e specializzata in Diritto Penale e Criminologia, si interessa di problematiche femminili e di sviluppo dell'autostima e delle risorse della persona. E' autrice di due libri motivazionali: Mai più Scema. (Come liberarsi dalle trappole e mettersi alla guida della propria vita) e Penso e Parlo così. (Strategie di comunicazione vincente per donne che vogliono di più). Nell''intervento dove si affronteranno le problematiche delle relazioni simbiotiche e distruttive in particolar modo a donne vittime di trappole affettive e/o stalking o comunque tendenti a instaurare rapporti di dipendenza affettiva.

In arte ha usato lo pseudonimo di Elialbò composto dalla fusione di parte del suo nome e parte del cognome. É un'artista dalle mille sfaccettature e dalla vena creativa inesauribile. Dipinge quasi esclusivamente con smalti all'acqua su qualsiasi supporto e dimensione ma preferibilmente su tela, faesite ed mdf.

 

 

 

 

 

 
 
 

"La cura dell'attesa" di Maria Pia Romano

Post n°141 pubblicato il 11 Novembre 2013 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

Le Ali Di Pandora


presenta


Giovedì 28 novembre 2013 ore 19,00


"La cura dell'attesa" Lupo ed

di Maria Pia Romano


c/o Le Ali di Pandora

Via Pistoia, 1 Lecce


intervengono

Ambra Biscuso,,,,,


ingresso libero

h. 19,00


Venerdì 28 novembre alle ore 19.00 presso la sede di Le Ali di Pandora Maria Pia Romano con il romanzo "La cura dell'attesa", Lupo Editore, un libro dedicato al coraggio delle donne.

Bruno Luverà, TG1 su La cura dell'attesa dice: "Una storia contemporanea, una donna coraggiosa, proiettata nel vortice di una vita precaria, affannosa, accelerata. La scelta di cambiare, lasciandosi andare, alla forza primordiale della vita. Alba, la protagonista del romanzo di Maria Pia Romano, fa della sua fragilità un fattore di forza. Divisa nella sua piccola patria pugliese, tra il cuore di pietra di Ruvo e le profondità dell'estremo oriente del Mar Mediterraneo, in terra salentina, trasforma "La cura dell'attesa" (Lupo editore) nella gioia inaspettata dell'amore."


«Non era nuda abbastanza se non scioglieva i capelli. Lui la obbligava a farlo, ogni volta».

Davide è stato per Alba la rivelazione della pulsante voce della vita, la scoperta dell’amore che s’incide sulla pelle, per la prima volta. Nel trascorrere degli anni lei ha cercato di scacciare l’immagine inopportuna di un volto riemergente dal passato, è diventata una donna decisa e brillante: un ingegnere capace di spiegare ai suoi studenti il mondo dei motori disegnando alla lavagna curve perfette come il suo grembo, tenero portatore di nuova vita.

Nell’attesa, Alba sfoglia le pagine della sua esistenza: l’infanzia chiusa nel cerchio perfetto della sua casa, gli anni a Ruvo di Puglia, poi il trasferimento nel Salento, la dedizione allo studio, le oscillazioni dell’animo. E lo sguardo innamorato di Filippo, il suo presente.


Cos’è l’amore? Il calore della sicurezza che accarezza e non delude?

Oppure la sottile incertezza che sa infiammarsi di passione, facendo invertire la rotta all’improvviso?

 Le grandi storie come questa possiedono la forza per navigare in un mare di parole.


Questo il booktrailer

http://www.youtube.com/watch?v=xW5TOnGvLlY

L’intervista del TG1 a cura di Bruno Luverà, andata in onda il 10 marzo 2013

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-7cc10020-b758-49a7-bae9-a0ed763e61e0-tg1.html#p=0

Un brano da La cura dell’attesa, lettura di Franco Picchini, Roma.

http://www.youtube.com/watch?v=oOQxCru5JZA&feature=youtu.be


Maria Pia Romano è nata a Benevento nel 1976, è iscritta all’Albo dei giornalisti dal 2000.

Collabora con testate regionali e nazionali e si occupa di comunicazione pubblica, uffici stampa e organizzazione di eventi. Ha all’attivo quattro raccolte di poesie, Linfa (LiberArs, 1998), L’estraneo (Manni, 2005), Il funambolo sull’erba blu, (Besa 2008) e La settima stella (Besa 2008) e i romanzi Onde di Follia (Besa 2006), L’anello inutile (Besa 2011), La cura dell’attesa (Lupo 2013). Ha ricevuto riconoscimenti in campo nazionale e internazionale per i suoi lavori. Le sue poesie sono inserite nel Museo della Poesia di Perla Cacciaguerra a Cesa. è stata tradotta da Amina Di Munno e Cassio Junqueira per il festival della letteratura italiana in Brasile del 2011.


 

 
 
 

Pandora diritto di... condividere una visione differente- san Cesario

Post n°140 pubblicato il 11 Novembre 2013 da lealidipandora
 

Con il Patrocinio di 

Comune di San Pietro in Lama

Comune di Arnesano

Comune di Monteroni di Lecce

Comune di San Cesario di Lecce

 

'Teatro Dei Veleni' Soc. Coop. A R.L. -  Le Ali Di Pandora- 

presentano

 

domenica 24 novembre 2013 ore 18,30

 

“Pandora, diritto di...condividere una visione differente”

Palazzo Ducale 

P.zza Garibaldi

 

espongono

Serena Alvarenz, Maria Grazia Anglano, Paola Bitelli, Daniela Cecere, Giusy Fosca, Lucy Ghionna, Monica Lisi, Lucia Macrì, Vera Mastrangelo, Alessandro Matteo – Bianca Moretti, Carmelo Pennetta, Freddiana Raino, Valentina Schito, Romina Tafuro, Erica Viva

 ingresso libero

 

Le Ali Di Pandora in collaborazione con “Il 'Teatro Dei Veleni Soc. Coop. sociale” domenica 24 novembre 2013 alle ore 18,30 presentano la quinta  tappa della mostra “Pandora, diritto di... condividere una visione differente” presso il Palazzo Ducale in p.zza Garibaldi. 

La mostra vede il patrocinio dei Comuni di: San Pietro in Lama, Arnesano, Monteroni e San Cesario

Le Ali di Pandora hanno condiviso il binomio arte/gioco, arte/piacere estetico che va sotto il nome di Doll Arts, lanciato negli anni Settanta da alcuni artisti americani, e pensato di aggiungere una visione differente per parlare di donne, di diritti, di diritti violati, di diritti negati. La bambola è vista sia dal punto di vista artistico che letterario così da “condividere una visione differente” focalizzando la “questione femminile” in un panorama multietnico e multiculturale. Si parlerà della biografia dei primi e degli ultimi, di vite certe e di vite sospese, di precarietà e obiettivi raggiunti, di possibilità e impossibilità, di uguaglianza e disuguaglianza, di giustizia e ingiustizia; scarti di quotidianità, nell'analisi della società, chiari e decolorati, dove intollerabili sono le conseguenze quando in gioco è la dignità dell'essere umano con i suoi diritti.

 
 
 

odissea di Piero Leucci

Post n°139 pubblicato il 11 Novembre 2013 da lealidipandora
 
Tag: viaggio
Foto di lealidipandora

 

Le Ali Di Pandora

 

presenta

 

Mercoledì 21 novembre 2013 ore 19,30

 

Odissea

mostra di Piero Leucci

Officine Cantelmo

V.le De Pietro- Lecce

intervengono

Alessandro Delli Noci, Ambra Biscuso

seguirà

 

 

 

ingresso libero

h. 19,30

Mercoledì 21 novembre presso le Officine cantelmo V.le De Pietro a Lecce Le Ali di Pandora presentano: “Odissea” Mostra di Piero Leucci “Con il Patrocinio del Comune di Lecce”. Dopo il saluto delle autorità interverranno l'Assessore Alessandro delli Noci e Ambra Biscuso.

L’arte oggi è esperienza, voglia di raccontare il proprio mondo a tal punto che diventa, molto spesso, lo specchio di se stessi. E’ contesto di riflessione e sperimentazione dove la tecnica rappresenta un valore indispensabile per aprire le porte dell’immaginazione. La tecnica è fondamentale soprattutto in quest’epoca in cui siamo avvolti dalla tecnologia e poco pronti a esserne coin/scon-volti. Il lavoro nasce quindi dall’idea di un viaggio nel mondo, nel quotidiano, da una parte, alla ricerca di un senso che valga la pena, che dia lo “scatto giusto” a continuare il lungo viaggio della vita, dall’altra parte, alla ricerca della meraviglia, della voglia di sognare a occhi aperti e nonostante la routine quotidiana. Odisseo è il simbolo del sogno di viaggi, è il ready made del movimento, l’icona della modernità e l’indice di transizioni. E' una mostra: “Odissea” è il racconto di un viaggio, un percorso, molto più interiore che reale; è un pretesto per parlare dell’uomo, del suo animo, le sue debolezze, le sue paure, le sue aspirazioni, i suoi desideri, parafrasando i versi di Omero.

Ogni tela ha una triplice lettura, la storia narrata da Omero appunto, quella dell’essere umano, e quella dell'artista.Le tele, inoltre, hanno delle costanti: in ognuna vi è una citazione di un’opera d’arte dei maestri del passato, la presenza di un volatile e il nudo; in un contesto onirico, molto teatrale, con una sceneggiatura ben precisa e con colori accesi e intensi, in un miscelarsi di diverse dimensioni e immagini che interagiscono tra loro.

Eccezion fatta per la prima, che contiene in se l’idea magmatica del viaggio, la presa di coscienza del bisogno di intraprendere questo percorso, ed è quindi puro istinto, necessità di fermare in un frame l’idea, il pensiero.

Dice Piero Leucci: “L’opera nasce proprio dall’esigenza di raccontare tutto ciò e di farlo a modo mio, nel solo intento di coinvolgere lo “spettatore” e suscitarne emozioni.

L’obiettivo è creare sinergia tra arte e letteratura dove Omero non sia visto come “obbligazione” scolastica

Scrive Vitaldo Conte nel testo Borderline della parola, dell'arte

L’arte come viaggio essendo espressione continua armonizza i passi scrittura dell’autore errante a contatto con la pagina bianca dello spazio circostante, inscrivendo con l’invisibile strumento del silenzio border-line, una essenza estrema e naturale di comunicazione”

Ed è appunto questo che vogliamo portare in questa mostra: attraverso i linguaggi trasversali dell'arte unire musica, arte e visioni in una naturale aggregazione costruttiva.

Piero Leucci nasce a Maglie (LE) il 05 Febbraio del 1972.

Già da bambino esercita la sua passione per l'arte figurativa ed inizia presto a cimentarsi nel disegno e nella pittura.

Il naturale sviluppo di questa passione lo porta ad iscriversi alle Istituto Sperimentale Artistico di Maglie dove conseguirà il Diploma di Maturità in Arte Applicata (1991).

Nel 1992 crea un proprio laboratorio di scultura ma non solo e si dedica a lavori su commissione per privati. Il suo laboratorio negli anni diventa un punto di aggregazione e scambio per molti giovani del Salento, oltre che luogo di lavoro.

Il Laboratorio sarà il luogo di produzione delle proprie opere, sino al 2005 - anno in cui l'artista si innamora di una nuova modalità espressiva, l'arte grafica digitale. Dal 2005 lavora in qualità di grafico per la New Moon (Lecce).

 

 

 
 
 

"Dimmi se" di Elio Scarciglia

Post n°138 pubblicato il 11 Novembre 2013 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

Le Ali Di Pandora e Terra D'Ulivi

presentano

appunt@menti: Incontro d'autore

 

venerdì 15 novembre 2013 ore 19,00

 

"Dimmi se” di Elio Scarciglia

Testo di Fernanda Ferraresso

Terra d'ulivi ed

 

c/o Le Ali di Pandora

Via Pistoia,1 Lecce

 

interpretazione testi

Tiziana Buccarella

ingresso libero

Venerdì 15 novembre alle ore 19.00, in Via Pistoia,1 (Centro Polifunzionale), Lecce - Le Ali di Pandora per “appun@mento d'autore” ospitano Elio Scarciglia con la sua ultima fatica “Dimmi se”, libro fotografico prodotto anche in formato elettronico da Terra d'ulivi ed. ne interpreterà i testi Tiziana Buccarella, interverrà Ambra Biscuso.

La "costruzione" di un libro presuppone una notevole visione d'insieme cioè una capacità progettuale non comune. Il libro è un progetto - ma anche oggetto: un "(pr)oggetto".

Dimmi sé è opera d’arte in forma di libro, fruibile attraverso l’inscindibile combinazione tra forma, colore e segno, non più solo pagine stampate, ma incontro tra arte e letteratura. Qui l'immagine ha bisogno di trovare una forma, la sua forma. Il primo movimento creativo porta sempre con se mille impurità e imperfezioni: il fuoco dell'emotività, l'onda della passione sono un torrente interiore che trascinerebbe con se tutto ciò che incontra nel suo cammino verso l'esterno. La forma è indispensabile all'artista, è il segno di una sua superiore attività: quella attraverso cui l'esperienza individuale si muta in intuizione universale, valida per tutti.

Scriveva Valerio Dehó “Ogni libro è una piccola o grande storia, il suo orologio interno può durare pochi minuti o secoli, ma si mette comunque in movimento quando solleviamo la copertina e leggiamo la prima pagina. (…) i libri contengono segreti. Per scoprirli bisogna sfogliarli, entrare nel piccolo orologio che in essi è racchiuso”.

L’era di Internet sembra voler proporre il superamento della lettura come la conoscevamo ma In una società in cui pare scomparso l’interesse per la lettura e si discute su come arginare l’analfabetismo di ritorno, il libro elettronico può diventare una scelta culturale di rilievo educativo. Il libro trasmette cultura per ciò che contiene, una storia, delle idee, saperi diversi, ricerca e riflessione, memoria e desiderio.

 

Elio Scarciglia, Nato a Guagnano (LE), vive e lavora a Lecce, occupandosi di fotografia e cinematografia da moltissimi anni. Ha realizzato mostre richieste in molte città italiane e a New York. Nelle immagini di Elio Scarciglia l’emozione è sempre funzionale a un discorso poetico profondo, a un ‘messaggio’, a un surplus narrativo, che valorizza e aumenta la portata semantica del testo narrativo. Scarciglia usa ampiamente i contrasti delle luci e delle ombre, dove la tecnica si risolve nel messaggio: un supporto funzionale e non viceversa. Usa la luce per raccontare storie, emozioni, visioni o, più semplicemente, un sentimento. Ogni scatto si apre alla narrazione verso un dialogo continuo con l’osservatore il quale da una parte è lasciato libero di cogliere i propri significati, dall’altra è condotto invece a vedere quello che Scarciglia vuole che questi veda. Un colore, un particolare, una forma, un volto, tutto serve all’artista per attrarre e avvolgere l’osservatore che si ritrova così immerso in un’atmosfera di poesia e bellezza. Grazie ad alcuni documentari e video di splendida fattura, egli ha incontrato il favore del pubblico, approdando anche in tv. Nel suo curriculum vanta inoltre la collaborazione con case editoriali importanti,

 

(come la De Agostini e la Mondadori), nonché l’aver allestito una mostra fotografica in favore dei reali del Belgio, svoltasi presso il Monastero di San Giovanni Evangelista a Lecce. Ha pubblicato, infine, alcuni libri fotografici, e la sua ultima fatica è ‘Dimmi se’ prodotta in formato elettronico.

 
 
 

Pandora diritto di... condividere una visione differente Sa Pietro in lama

Post n°137 pubblicato il 11 Novembre 2013 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

Con il Patrocinio di

Comune di San Pietro in Lama

Comune di Arnesano

Comune di Monteroni di Lecce

Comune di San Cesario di Lecce

 

'Teatro Dei Veleni' Soc. Coop. A R.L. - Le Ali Di Pandora-

presentano

 

mercoledì 13 novembre 2013 ore 18,30

 

Pandora, diritto di...condividere una visione differente”

 

c/o Laboratorio Urbano “Villa Serena”

Via Regina Margherita di Savoia 38 – San Pietro in Lama (LE)

 

intervengono

Salvatore Tondo - Sindaco Comune di San Pietro in Lama

Anna Potuto – Assessore alle Pari Opportunità Comune di San Pietro in Lama

Ambra Biscuso - Ass. “Le Ali di Pandora”

Alessandra Cocciolo Minuz – “Teatro dei Veleni” Coop. Sociale

Vito Antonio Conte - scrittore

espongono
Serena Alvarenz, Maria Grazia Anglano, Paola Bitelli, Daniela Cecere, Giusy Fosca, Lucy Ghionna, Monica Lisi, Lucia Macrì, Vera Mastrangelo, Alessandro Matteo – Bianca Moretti, Carmelo Pennetta, Freddiana Raino, Valentina Schito, Romina Tafuro, Erica Viva

ingresso libero

la mostra sarà aperta anche il 15, 18 e 19 novembre ore 18 - 20

 

Le Ali Di Pandora in collaborazione con “Il 'Teatro Dei Veleni Soc. Coop. sociale” mercoledì 13 novembre 2013 alle ore 18,30 presentano la quarta tappa della mostra “Pandora, diritto di... condividere una visione differente” presso il Laboratorio Urbano “Villa Serena” - Via Regina Margherita di Savoia 38 – San Pietro in Lama (LE).

La mostra vede il patrocinio dei Comuni di: San Pietro in Lama, Arnesano, Monteroni e San Cesario. Interverranno Salvatore Tondo - Sindaco Comune di San Pietro in Lama; Anna Potuto – Assessore alle Pari Opportunità Comune di San Pietro in Lama; Ambra Biscuso - “Le Ali di Pandora” e Alessandra Cocciolo Minuz - “Teatro dei Veleni” Coop. Sociale. La serata vedrà la presenza del poeta Vito Antonio Conte.

Espongono: Serena Alvarenz, Maria Grazia Anglano, Paola Bitelli, Daniela Cecere, Giusy Fosca, Lucy Ghionna, Monica Lisi, Lucia Macrì, Vera Mastrangelo, Alessandro Matteo – Bianca Moretti, Carmelo Pennetta, Freddiana Raino, Valentina Schito, Romina Tafuro, Erica Viva.

Le Ali di Pandora hanno condiviso il binomio arte/gioco, arte/piacere estetico che va sotto il nome di Doll Arts, lanciato negli anni Settanta da alcuni artisti americani, e pensato di aggiungere una visione differente per parlare di donne, di diritti, di diritti violati, di diritti negati. La bambola è vista sia dal punto di vista artistico che letterario così da “condividere una visione differente” focalizzando la “questione femminile” in un panorama multietnico e multiculturale. Si parlerà della biografia dei primi e degli ultimi, di vite certe e di vite sospese, di precarietà e obiettivi raggiunti, di possibilità e impossibilità, di uguaglianza e disuguaglianza, di giustizia e ingiustizia; scarti di quotidianità, nell'analisi della società, chiari e decolorati, dove intollerabili sono le conseguenze quando in gioco è la dignità dell'essere umano con i suoi diritti.

 

Parallelamente alla Mostra, verranno esposti gli elaborati finali degli allievi dei corsi di disegno e pittura/fumetto condotti da Daniela Cecere, nell’ambito delle attività dei Laboratori Urbani “S.A.R.E.M.O.” Finanziamenti Regionali “Bollenti Spiriti”

 
 
 

Bigodini sparlanti di Antonella Musardo

Post n°136 pubblicato il 31 Ottobre 2013 da lealidipandora
 

Le Ali Di Pandora


presenta


venerdì 8 novembre 2013 ore 19,30


Bigodini sparlanti" di Antonella Musardo Aletti ed


c/o Le Ali di Pandora

Via Pistoia,1 Lecce


intervengono

Michele Bovino, Ambra Biscuso


ingresso libero

h. 19,30


Venerdì 8 novembre alle ore 19.30 presso la sede di Le Ali di Pandora: Michele Bovino presenta “Bigodini sparlanti” di Antonella Musardo Aletti ed., interviene Ambra Biscuso.

Questo volume raccoglie apparentemente una collezione di storielle, confessioni e sfoghi delle clienti, abituali e occasionali, di un piccolo ma grazioso salone da parrucchiera di un paesino di provincia. Ciò che scrive, potrebbe ricordare il confessionale di un prete, o lo studio di uno psicologo o ancora lo scompartimento in cui Nanni Loy, viaggiando in seconda classe, carpiva alla gente comune, pareri, dubbi e un po’ di follia. In questo salone ogni giorno (escluso il lunedì) come in tutti i teatri del mondo vengono rappresentate piccole e grandi commedie che La Ggina abilmente utilizza come modesto e genuino stratagemma per auto analizzarsi e mediante le quali la scrittrice, con i propri ideali e la propria penna, si sforza di combattere la più temibile di tutte le tirannie: “la quotidianità”.

Scrive Giovanna Albi che ha presentato la Musardo nella Libreria Grande di Perugia: “(...) Sicché il salone diventa un confessionale, un lettino dell’analista, lo studio di uno psicologo e si rivela ancora una volta pungente il bisogno umano, troppo umano di parlare, sparlare, ciarlare; bisogni che la Ggina raccoglie pazientemente mettendo a rischio anche i suoi equilibri interni, perché non di rado le clienti proprio di lei sparlano “ apertis verbis”, sottolineando il suo sovrappeso e mettendo in dubbio le sue capacità di parrucchiera o esigendo che la Ggina sia a loro completa disposizione. (…) Nel salone , come in una commedia plautina, si trattano temi standard (rapporto moglie –marito, madre-figlio, suocera-nuora, corna e tradimenti a non finire, lamentele sulla vedovanza, crisi matrimoniali, sotterfugi umani, superstizioni locali) e come in una commedia plautina si ride a crepapelle non senza una vena di malinconia, che dà spessore alla narrazione. (…)
Sicché il libro, apparentemente semplice, si carica di significati simbolici, dando al lettore, tra le risa legate a battute esilaranti, la possibilità di riflettere sui comportamenti, le indoli, gli atteggiamenti, le azioni anche basse del grande teatro che è il mondo.”


Antonella Musardo nasce nel Salento l’8 aprile 1976. Antonella Musardo scrive poesie in vernacolo, scrive anche testi di cabaret, insegna in una scuola professionale per la formazione di parrucchieri e intanto dichiara di essere una "scrittucchiera" Ha sempre avuto una vena ironica, nel 2007 apre un blog (www.capellieparole.iobloggo.com) e comincia a raccontare fatti e misfatti di vita quotidiana che succedevano nel suo negozio (Il Bello Delle Donne), con la speranza che le sue clienti non sapessero usare internet così da non essere rintracciata e scoperta. Inventa insieme ad alcuni lettori e a sua sorella Lucia, il nome del personaggio protagonista, ma a volte anche antagonista dei suoi racconti. La Ggina. Il blog diventa un punto d’incontro, anche se virtuale, per rilassarsi e sorridere un po’, ha tantissimi lettori.“Capelli & parole” inizia a ricevere molti riconoscimenti virtuali e gli venne anche dedicata una recensione sulla rivista "Minimag del Garda"

 
 
 
Successivi »
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

chi siamo

L’associazione “Le Ali di Pandora”, nata il 21 marzo del 2009, svolge attività socio – artistico – culturale nel rispetto dei diritti della persona umana con particolare attenzione alle donne, ai giovani ed a tutti i soggetti deboli e discriminati attraverso la valorizzazione di tutti i fermenti sociali in tutte le sue espressioni: scienze, arti, cultura, religione, musica, teatro, moda, attività, sport, servizi, turismo, enogastronomia, in ogni campo dello scibile umano. Interesse dell'Associazione è di "agire" nei luoghi e sui luoghi quindi collabora con ciò che più stimola le operatrici culturali che l'hanno costituita e che da anni lavorano e producono eventi e situazioni "in motion".

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

lealidipandorapsicologiaforenserasatamuliunaitedaunfioretramacere_manuelamaxperrone72orafarobmgpresicceLSDtriporizzonte.mare0mag2775ivonne.rainolapiazzetta.leMarquisDeLaPhoenixMonica_mmm84
 

Ultimi commenti

splendida opera!
Inviato da: bigpuffo1
il 14/05/2013 alle 16:46
 
Ciao sono io malato oppure .... ????
Inviato da: bigpuffo1
il 14/05/2013 alle 16:46
 
 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom