Creato da lealidipandora il 20/04/2010
Associazione Culturale
 

 

Tutti i coloridell'autismo

Post n°175 pubblicato il 23 Marzo 2015 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

Giornata Mondiale dell'Autismo

 

 

L' Associazione Socio-Artistico-Culturale

Le Ali Di Pandora

presenta

 

Tutti I Colori dell' Autismo

 

Conversazione Aperta con Michela Del Tinto

con la partecipazione di Teo Mollaian

 

Martedì 2 Aprile 2015 h. 18,30

 

Sala Conferenze Ex Conservatorio Sant'Anna – Lecce

 

Giovedì 2 aprile è la Giornata Mondiale dell’Autismo istituita nel 2007 dall’ONU, dove si invitano tutti gli Stati membri ad adottare misure di sensibilizzazione, a tutti i livelli della società, per favorirne la diagnosi e l'intervento precoce.

L'iniziativa Light it up blue, infatti, prevede una particolare illuminazione dei luoghi simbolo di molte città, proprio per sensibilizzare la popolazione sul problema dell'autismo, quindi il 2 Aprile illuminiamo di blu le nostre case e gli edifici pubblici, nella speranza di risvegliare le coscienze sulla tematica dell’autismo e di proiettare un fascio di luce nel buio del silenzio che avvolge tale patologia. A chi aderisce e accende una luce blu, viene chiesto di fotografare l’angolo illuminato per poi esporre sulla bacheca personale di facebook la foto scattata. La pubblicazione di ogni foto sarà la conferma d’aver aderito.

Molte sono le attività e gli eventi della Giornata che contribuiscono ad aumentare e sviluppare le conoscenze sull'autismo Le Ali di Pandora organizzano un incontro aperto al pubblico, alle 18,30 nella sala conferenze dell'Ex Conservatorio di Sant'Anna, Michela Del Tinto e Teo Mollaian gestiranno l'incontro: “Tutti i colori dell'autismo”, perché come dice Teo: “le persone non possono essere cancellate perchè non sono delle matite”

Michela Del Tinto è una madre che da anni combatte contro l'ignoranza e la disinformazione, spiega: “L'autismo non è mai il benvenuto in una famiglia. Quando si presenta, sconvolge ogni cellula delle esistenze a cui si accosta, nel momento in cui si rivela offre ad ogni nuovo amico una visione inaspettata delle cose e originali modalità per viverle. Conosco l'autismo da vicino e lo vivo molto intensamente perchè mio figlio è Autistico. L'autismo è visto dai più come un mostro da sconfiggere e non come una parte di universo ancora solo parzialmente esplorata, universo che andrebbe conosciuto, accettato e soprattutto accolto, è questa la motivazione che oggi mi spinge a parlarne e parlarne in maniera distesa e varia rispondendo in modo diretto e comprensibile alle domande che mi verranno rivolte. .”

Scrive Teo nel suo profilo fb: “con mia madre sono andato a vedere cosa significato la parola disabile e c'è scritto che la persona disabile è quella persona a cui mancano delle capacita fisiche o mentali. quindi mia madre mi ha spiegato che la parola disabile è una parola che non è un insulto ma una parola che serve a ad informare gli altri che una persona ha bisogno di aiuto perchè gli mancano delle cose. con mia madre ho capito che io posso essere considerato un disabile perchè mi mancano delle capacità ma mia madre mi ha spiegato che se mi mancano delle capacità non vuol dire che con l'impegno non posso raggiungerle il mio autismo oggi non è grave come quello che avevo da piccolo oggi ho raggiunto tante capacità che da piccolo non avevo quindi disabile ero prima e disabile un po' diverso sono oggi ma la gente deve capire che la parola disabile non è brutta.

i disabili non devono essere tenuti fuori perchè altrimenti non possiamo migliorare.

 
 
 

Quando il paesaggio diventa arte

Post n°174 pubblicato il 23 Marzo 2015 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

QUANDO IL PAESAGGIO DIVENTA ARTE

eco-installazioni

vernissage 31 marzo ore 11,00

1/8 aprile 2015

Parco Naturale Regionale “Bosco e Paludi di Rauccio”

 

via Masseria Rauccio, trav. a dx di via Roggerone – strada prov.le Lecce - Torre Chianca

Lecce

ingresso libero

espongono

Gloria Aluisi, Cristina Baldari, Cristina Bortune, Veronica Cavone, Angelica Centonze, Roberta Ciaurro, Federica D'andria, Jessica Ditodaro, Federica Gatto, Romualdo Gerardi, Rossella Greco, Silvia Marrazzi, Martina Marti, Mariangela Martinelli, Stefania Martino, Silvia Minenna, Dalila Mogavero, Davide Montinaro, Tonia Moretti, Giulia Piccinni, Valeria Pizzigallo, Alessandra Renis, Alberto Renisi, Antonella Rizzello, Claretta Rizzello, Lucia Sammali, Eva Sanapo, Alessia Sannolla, Fabiola Settembrini, Roberta Spagnolo, Silvia Spoti, Sara Za, Alessia Zaminga.

 

 

Martedì 31 marzo alle ore 11,00 il Parco Naturale Regionale “Bosco e Paludi di Rauccio” aprirà le porte all’arte con il vernissage della mostra mostra eco-installativa “Quando il Paesaggio diventa Arte”.

La mostra, organizzata dalla Cooperativa Terradimezzo con la collaborazione dell’Associazione “Le Ali di Pandora”, ha il Patrocinio: della Città di Lecce, dell'Ass.to alle Politiche Ambientali e dell’Accademia di Belle Arti di Lecce.

Dal 31 marzo all’ 8 aprile si potranno apprezzare le opere di Land Art realizzate dagli studenti delle due cattedre di Decorazione dell'Accademia di Belle Arti di Lecce: Gloria Aluisi, Cristina Baldari, Cristina Bortune, Veronica Cavone, Angelica Centonze, Roberta Ciaurro, Federica D'andria, Jessica Ditodaro, Federica Gatto, Romualdo Gerardi, Rossella Greco, Silvia Marrazzi, Martina Marti, Mariangela Martinelli, Stefania Martino, Silvia Minenna, Dalila Mogavero, Davide Montinaro, Tonia Moretti, Giulia Piccinni, Valeria Pizzigallo, Alessandra Renis, Alberto Renisi, Antonella Rizzello, Claretta Rizzello, Lucia Sammali, Eva Sanapo, Alessia Sannolla, Fabiola Settembrini, Roberta Spagnolo, Silvia Spoti, Sara Za, Alessia Zaminga.

Le installazioni, realizzate interamente con materiali naturali e/o di recupero, saranno posizionate nel pre-Parco, configurando lo stesso come un grande museo all'aperto a disposizione del pubblico, espressione di in un singolare forma d’arte che esce dai consueti spazi espositivi chiusi e si interfaccia direttamente con l’ambiente in un creativo dialogo tra arte e natura.

 

Le Ali di Pandora spiegano: “Diversi mesi fa abbiamo proposto alla Coop. Terradimezzo una mostra sulla Land Art all'interno del Parco di Rauccio. L'entusiasmo di condividere questo progetto ci ha permesso oggi di presentare “QUANDO IL PAESAGGIO DIVENTA ARTE” che si fonda sul ruolo pedagogico dell’arte e sul suo valore di senso, uno stimolo alla condivisione, all'apertura. L'idea è di creare una concreta utopia: l'opera dell'uomo che dialoga con la natura. Un grande museo all'aperto, quindi, a disposizione del pubblico in un singolare rapporto tra opere e paesaggio così da creare un dialogo tra arte e natura.

L'arte non è un fatto provato ma deve stimolare la condivisione, l'azione artistica come azione di conoscenza: natura naturans, vivere insieme coltivando lo stesso mondo, condividendo le stesse visioni, l'uomo come un concreto momento del divenire dello spazio e del tempo. Il processo creativo, dunque, agisce sul territorio, mettendo in gioco l’eterno rapporto tra UOMO e NATURA. Tra gli alberi, immerse nel paesaggio si profilano le installazioni dei 32 giovani artisti seguiti, sia nella progettazione che nella realizzazione della mostra, dalla docente di Decorazione Lucy Ghionna. Una comunione tra l'antica energia e la quiete del Parco di Rauccio con le opere che mutano di senso e significato secondo l'incidenza della luce”. Lucy Ghionna spiega “QUANDO IL PAESAGGIO DIVENTA ARTE” si pone come obiettivo principale quello di avvicinare il pubblico alla LAND ART così da conoscere il mondo in un'ottica ECOLOGICA, addirittura di reinventarlo, accompagnando il visitatore in un'esperienza che stimoli la capacità di stupirsi, l'abitudine a interpretare, la voglia di esprimersi e di capire l'altro. Le opere sono realizzate tutte con materiale di riciclo. La Land Art nasce negli anni sessanta per esaltare il rapporto tra uomo e natura e questo è quello che si vedrà nel Parco di Rauccio”.

 

La coop. Terradimezzo, affidataria dei servizi turistici e ricreativi al Parco e soggetto gestore di Fillirea - Centro di Esperienza del Parco, è lieta di ospitare questo importante evento, inedito per il territorio, che valorizza il ruolo informativo ed evocativo dell’area protetta arricchendone le occasioni di fruizione. “Vogliamo esprimere un sincero ringraziamento all’Associazione Le Ali di Pandora che, con entusiasmo, impegno e professionalità coniugano la passione per l’arte con le tematiche ambientali e con l’intento di coinvolgere il pubblico, creando ed offrendo ad esso sempre nuove e stimolanti occasioni per vivere appieno esperienze artistiche. Un plauso agli studenti dell’Accademia che hanno voluto mettere a disposizione del Parco di Rauccio la propria creatività ed il proprio talento. Un sentito ringraziamento al Presidente del Parco – Ass.re alle Politiche Ambientali del Comune di Lecce Andrea Guido, che ha accolto l’iniziativa con favore cogliendo in esso nuove opportunità per il Parco ed il suo ruolo divulgativo ed educativo”.

 

 
 
 

E tutti arriveremo

Post n°173 pubblicato il 13 Marzo 2015 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

E tutti arriveremo”

mostra-laboratorio

dal 25 marzo al 2 aprile 2015

vernissage mercoledì 25 marzo ore 18,30

Ex Conservatorio Sant'Anna

Via Giuseppe Libertini- Lecce

h. 10/12 - 17/20,30

ingresso libero

 

ESPONGONO

 

artisti invitati

Maria Grazia Anglano, Roberto Bergamo, Paola Bitelli, Daniela Cecere, Mario Calcagnile, Michela Del Tinto-Teo Mollaian, Lucy Ghionna, Maurizio Martina, Francesco Pasca, Adriano Pasquali, Maria Grazia Presicce, Enza Santoro, GianFranca Saracino, Carla Sello, Monica Taveri

 

artisti selezionati

Serena Alvarenz, Domenico Arces, Marco Carone, Maria Cesena, Antonella D'Amelio, Ilenia Epifani, Francesca Esposito, Rehana Giurda, Vanessa Greco, Shi Hongbo, Monia Luggeri, Lucia Macrì, Alessandro Maggiulli, Alessandra Mariano, Elisabetta Merico, Marika Ninno, Francesca Nutricato, Eleonora Rampino, Francesco Romanelli, Francesca Scrascia, Maria Silvia Specchia, Silvia Sparro, Salvatore Turco, Maria Antonietta Tutino, Gloria Zara, Valentina Zocco.

 

PROGRAMMA

 

25 marzo - ore 18,30 - saluto delle autorità

  • - ore 18,45 - proiezione cortometraggio “Tutto si può” di Claudia Ingrosso

  • - ore 19,00 - inizio del giOCArtista aperto a tutti

 

26 -27-28 marzo ore 18,00/19,30 - Il laboratorio dell'OCA- realizzazione di segnalini con materiale di recupero - aperto al pubblico

 

2 aprile - ore 18,30 - “Tutti i colori dell'autismo” incontro confronto a cura di Michela Del Tinto

 

L'Associazione Le Ali di Pandora partecipa alla manifestazione del Comune di Lecce “Itinerario Rosa 2015” con la mostra/laboratorio “E tutti arriveremo”, dal 25 marzo al 2 aprile nell' Ex Conservatorio Sant'Anna a Lecce, gode del Patrocinio dell'Accademia di Belle Arti di Lecce

E tutti arriveremo” è un giOCArtista, uno spazio potenziale tra adulti e bambini, un'esperienza ludico-culturale che permette di sensibilizzare sulle tematiche della contemporaneità: la diversa-abilità, l'emarginazione, l'omofobia, la xenofobia, la guerra, la violenza ma è anche occasione per mettere in risalto la bellezza, l'amore, la condivisione, la fratellanza.

42 artisti si sono cimentati nella realizzazione delle 63 tessere che compongono il “Gioco dell'oca”, più i piccoli ospiti della ludoteca “LO SPAZIO DI LILLI”, ogni tessera racconta una storia, l'attività creativa si è espressa sul piano simbolico ed esistenziale, perché fermarsi all'immagine delle cose è nasconderne il senso e l'arte non cerca rifugio all'ombra delle immagini, ma le straccia. L'uso del mezzo ludico, all'apparenza ricreativo, non è che la metafora dell'esistenza che include in sé i contrari: l'immaginazione e la realtà, l'estraneo e il familiare, il sovrumano e l'abituale, il manifesto e il nascosto in una rinascita perpetua. L'immedesimazione del “giocatore” genera scambi di identità in un principio di intersoggettività atto a combattere l’Incomunicabilità, che spesso rende l’altro “straniero”, e trovare nella diversità un valore, un segno distintivo di unicità nella diversità.

Il gioco dell'oca, quindi, è un archetipo del cammino della vita, la sua struttura a spirale, ripartita in 63 tappe, è un viaggio-ricerca, mai statico, le caselle sono i simulacri degli ostacoli (fisici e morali) che si incontrano nel tragitto; la fortuna regola gli eventi agevolando oppure ostacolando il viandante ma si continuano a lanciare i dadi nella speranza che la luce non smetta di brillare ed arrivare alla meta: nel giardino dell'Oca, la Grande Madre dell'Universo. Le Oche donano delle "ali" che permettono di procedere rapidamente; non ci si può fermare sulle loro caselle si deve andare avanti o fermarsi quando il destino ce lo impone e alla fine Tutti arriveremo ognuno con i suoi tempi.

Agli artisti invitati: Maria Grazia Anglano, Roberto Bergamo, Paola Bitelli, Daniela Cecere, Mario Calcagnile, Michela Del Tinto-Teo Mollaian, Lucy Ghionna, Maurizio Martina, Francesco Pasca, Adriano Pasquali, Maria Grazia Presicce, Enza Santoro, GianFranca Saracino, Carla Sello, Monica Taveri si uniscono gli allievi dell'Accademia di Belle Arti di Lecce della sezione di Decorazione contemporanea, seguiti dalla docente Lucia Ghionna: Serena Alvarenz, Domenico Arces, Marco Carone, Maria Cesena, Antonella D'Amelio, Ilenia Epifani, Francesca Esposito, Rehana Giurda, Vanessa Greco, Shi Hongbo, Monia Luggeri, Lucia Macrì, Alessandro Maggiulli, Alessandra Mariano, Elisabetta Merico, Marika Ninno, Francesca Nutricato, Eleonora Rampino, Francesco Romanelli, Francesca Scrascia, Maria Silvia Specchia, Silvia Sparro, Salvatore Turco, Maria Antonietta Tutino, Gloria Zara, Valentina Zocco. Il giOCArtista non sarebbe stato completo senza la presenza dei bambini, la Ludoteca “Lo Spazio di Lilli”ha lavorato con i piccoli ospiti alla realizzazione di alcune tessere.

La mostra si aprirà con il video di Claudia Ingrosso “Tutto si può”, liberamente ispirato alla fiaba di Gianni Rodari “Il giovane gambero”, racconterà la tenacia di chi vive una quotidianità “diversa” esercitando abilità a noi sconosciute.

 

Nei giorni 26 -27-28 marzo, dalle ore 18.00, si apre al pubblico un laboratorio gratuito per la realizzazione dei segnalini con l'uso di materiale di recupero; l'intento è sia creare sinergia tra gli artisti e i partecipanti al laboratorio ma anche occasione per confrontarsi sulle tematiche trattate.

Il 2 aprile, alle ore 18,30, in occasione della giornata mondiale dedicata all'Autismo incontro/confronto sul tema: “Tutti i colori dell'Autismo”, a cura di Michela Del Tinto.

 

 

 
 
 

Un premio

Post n°172 pubblicato il 29 Gennaio 2015 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

Carissime Amiche,

Carissimi Amici,

chi agisce nell'ambito culturale senza lucrare a volte si chiede “cui prodest” e la voglia di chiudere e lasciarsi tutto dietro le spalle a volte diventa incalzante ma poi basta poco: un sorriso, un riconoscimento sotto voce, per ricaricarsi di entusiasmo.

Questi mesi sono stati impegnativi per i progetti da noi portati avanti e quelli a venire lo saranno ancora di più sia per la preparazione del grande Gioco dell'Oca che tratterà temi come “Diversità e Disabilità” che per il Progetto sulla Land Art al Parco del Rauccio in collaborazione con la coop. Terradimezzo.

In verità mai avremmo sperato, o sognato, di “meritarci” un Premio per il nostro operare! Di pochi giorni fa la lettera da "La Commissione Esaminatrice del Premio “L’ECCEllenza del Territorio” Ordo Equestris – ci comunicava che: “ “La Commissione Esaminatrice del Premio “L’ECCEllenza del Territorio” è rimasta molto affascinata dalla vostra attività associativa e dal vostro impegno nel e per il territorio salentino nella valorizzazione e promozione di attività artistico/editoriali di attori, operatori culturali, scrittori e artisti salentini, con particolare attenzione alle novità della ricerca negli ambiti suddetti. Per questo motivo che Arcadia Lecce è lieta di conferire alla Vs. Azienda, il Premio di “L’ECCEllenza del Territorio”, quale Esempio evidente di operosità nell’ambito professionale e d’impresa che guarda e investe sul nostro territorio.

É stata una gradita sorpresa, ci sentiamo onorate e ancora più risolute a portare avanti i nostri progetti e aderire a progetti di associazioni con i nostri stessi fini.

Un'Associazione non è nulla senza i Soci e gli Amici quindi Vi aspettiamo per condividere la consegna del premio Lunedì 2 febbraio 2015, alle ore 19,30 a Lecce, presso “Chiesetta Balsamo” via Pozzuolo SN, zona San Pio - Lecce- perché è grazie al vostro agire, alla vostra presenza, al vostro appoggio, all'impegno di VOI tutti nel corso di questi anni che abbiamo potuto garantire la qualità e la professionalità al nostro agire e oggi pregiarci di questo Premio. Grazie Arcadia, grazie Amici.


Le Ali di Pandora


Altre info sul sito internet www.ordoequestistempliarcadia.it

https://www.facebook.com/leccellenzedelterritorio

 
 
 

Chiamata a carico

Post n°171 pubblicato il 22 Gennaio 2015 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

Le Ali Di Pandora

 

presenta

Appuntamento d'autore

 

sabato 31 GENNAIO 2015 ORE 18,00

 

Chiamata a carico” di Vito Panico.

(Edizioni Esperidi, collana Plié)

 

Introduce Claudio Martino

interviene

A.lib.i (Artisti Liberi e Indipendenti)

alla chitarra di Alessio Paiano.

 

c/o Le Ali di Pandora

Via Pistoia, 1 Lecce

Centro Polifunzionale Kolbe

 

ingresso libero

 

 

 

 

Sabato 31 gennaio 2015, alle ore 18.00, presso la sede dell'Associazione Socio Artistico Culturale Le Ali di Pandora (V.le Stadio ang. Vi aPistoia- Centro Plinfunzionale Kolbe- Lecce), per “Appuntamento d'autore” sarà presentato il volume “Chiamata a carico” (Edizioni Esperidi, collana Plié), la prima raccolta poetica dell’autore Vito Panico. Il libro si presenterà "da sè" in un originale e coinvolgente reading a cura della compagnia teatrale A.lib.i (Artisti Liberi e Indipendenti) e con l'accompagnamento della chitarra di Alessio Paiano.

Introduce Ambra Biscuso Presidente dell’Associazione, sarà presente l’editore Claudio Martino.

 

Il volume, pubblicato per i tipi di Edizioni Esperidi, apre la nuova collana dedicata alla poesia “Pliè”, il cui nome è preso in prestito alla danza classica. Un nome veloce e leggero: come il gesto che quasi tutti compiono quando, assorti nella lettura, si ridestano per piegare un angolino della pagina dove hanno letto una parola o una frase da ricordare. La collana è caratterizzata dalla presenza, in copertina, di un opera d’arte realizzata da un artista contemporaneo salentino, in questo caso Fabrizio Fontana.

 

 

L’autore e il suo libro: Vito Panico (Tricase 1982) insegna inglese part time e si occupa di teatro, anche questo part time. Ha vissuto a lungo in Irlanda, ha avuto un paio di lavori ed è stato stretto collaboratore di James Joyce. Attualmente insegna inglese a Latina. Questa è la sua prima pubblicazione.

La poesia di Panico va letta, come suggerisce l’autore, accompagnata da un bicchiere di vino rosso e, come il vino, scorre piacevolmente dal cuore alla pancia, dalla testa alle dita. È un verseggiare libero da schemi, che dapprima si agita, poi cerca e trova posto in espressioni di carezzevole ironia, raffinate citazioni e un -mal-celato attaccamento ad un roccioso sud.

 
 
 

I libri spezzati

Post n°170 pubblicato il 22 Gennaio 2015 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

I libri spezzati. La donna nella Creazione di Leandro

mostra- di e su il Libro d'artista

dal 23 al 28 gennaio 2015

vernissage venerdì 23 gennaio ore 18,30

HAUSTHEATER Laboratorio Urbano di San Donato di Lecce

s.p. per Galugnano c/o impianti sportivi

San Donato di Lecce

ingresso libero

24 26 27 gennaio dalle 16,00- 18,00

25 gennaio 10,00-12,00

ESPONGONO

Artisti invitati

Roberto Bergamo, Daniela Cecere, Lucy Ghionna, Mauro Marino


Artisti selezionati

Domenico Arces, Isabella Buccoliero, Cristina Burtune, Matteo Capone, Antonella D'amelio, Federica D'andria, Francesca Esposito, Laura Foscarini, Lucia Macrì,Alessandro Maggiulli, Silvia Marrazzi, Mariangela Martinelli, Roberta Miccoli, Elisabetta Merico, Valentina Pati, Giulia Piccinni, Valeria Pizzigallo, Giorgia Prontera, Alessandra Renis, Claretta Rizzello, Fabiola Settembrini, Silvia Sparro, Salvatore Turco, Maria Antonietta Tutino, Sara Za


PROGRAMMA


  • Leandro letto da Alessandra Cocciolo e Ambra Biscuso

  • apertura mostra

  • proiezione corto- EvE- di Claudia Ingrosso musiche di Davide Benegiamo con Paola Mazzotta- testi di Ezechiele Leandro, Sofocle, Ambra Biscuso, Paola Mazzotta


Venerdì 23 gennaio 2015 alle ore 18.30, presso l’ Haustheater -laboratorio urbano, dopo il saluto delle autorità, Le Ali di Pandora e il Teatro dei Veleni presenteranno gli artisti della mostra sul libro d'artista: “I libri spezzati. La donna nella creazione di Leandro”.

La mostra, che unisce la ricerca alla creazione, alla produzione, alla sperimentazione ha visto il Patrocinio del Comune di Lecce dell'Accademia di Belle Arti di Lecce.

La mostra si aprirà con una lettura tratta dagli scritti di Leandro a cura di Alessandra Cocciolo di seguito la proiezione del video di Claudia Ingrosso: “EvE” ispirato dai testi di Leandro.

Una delle attività che negli anni ha contraddistinto l'Associazione Le Ali di Pandora sono i laboratori creativi, o laboratori protetti, punto focale della nostra attività sin dalla sua fondazione, dove ricerca, storicizzazione, sperimentazione e creatività vivono in simbiosi, si è quindi pensato di utilizzare la nostra “forza lavoro” per offrire momenti di approfondimento, creatività e riflessione, permettendo al pubblico di avvicinarsi a questa forma d'arte importante: Il Libro Unique scegliendo come ispiratore del progetto Ezechiele Leandro l'artista che fece dello scarto opera d'arte. Non a caso il titolo della mostra: “I libri spezzati” è il titolo di un'opera di Ezechiele Leandro che rappresenta la natività ed è, appunto, un libro d'artista.

Al progetto della mostra hanno aderito: Roberto Bergamo, Daniela Cecere, Paolo Ferrante, Lucy Ghionna, Monica Lisi, Mauro Marino noti da anni nel campo del LIBRO D’ARTISTA e storicizzati in musei, archivi, biblioteche nazionali.

Si è inteso lasciare grande spazio a giovani Artisti, allievi del corso di Decorazione Contemporanea dell'Accademia di Belle Arti di Lecce, alla guida di Lucy Ghionna, che dopo un'attenta lettura del testo di Leandro: “La creazione degli Angeli ed il peccato di Adamo ed Eva” li ha visti protagonisti nella manipolazione di un libro già esistente esplorando le potenzialità semiotiche di tecniche e materiali appartenenti anche a categorie che non sono notoriamente quelle della stampa, fino ad arrivare a materiali e mezzi di tutt'altro genere, come l'apparente inconsistenza diretta delle tecniche virtuali.

 

 
 
 

Momenti di versi

Post n°169 pubblicato il 22 Novembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

Associazione “IL FARO”

Momenti di-versi: IO DONNA

Il riscatto creativo come vero momento di sé

 

L’Associazione IL FARO di Monteroni di Lecce, in collaborazione con l’Associazione “LE ALI DI PANDORA” e il Patrocinio del Comune di Monteroni di Lecce, organizzano per martedì 25 novembre 2015 – Giornata internazionale contro la violenza sulle donne - l’evento MOMENTI DI-VERSI: IL RISCATTO CREATIVO COME VERO MOMENTO DI SE’.

Il programma prevede alle ore 11,00 la presentazione delle opere degli artisti: Elisa Albano, Serena Alvarenz, Maria Grazia Anglano, Daniela Cecere, Lucy Ghionna, Freddiana Raino, Mimma Sambati, Tonio Bisconti, Maria Gabriella Marra.

Seguirà la proiezione del video “La bambola di pezza” realizzato nel 2010 dai ragazzi del liceo Vallone di Galatina col commento di Ambra Biscuso che incontrerà le scuole di Monteroni.

Alle ore 18,00 l’ operatore culturale Mauro Marino, presenterà la raccolta di poesie Momenti di-versi di Alessandra Capone. A seguire l’autrice motivazionale Elisa Albano illustrerà il percorso della donna alla scoperta del vero sé.

Un’occasione per riflettere, confrontarsi sul percorso che ogni donna dovrebbe compiere per accrescere l’autostima, correggere un ruolo perdente e acquistare o recuperare il dominio della propria vita relazionale.

 

 
 
 

passeggiata letteraria

Post n°168 pubblicato il 22 Novembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

COMUNICATO STAMPA DOMENICA 23 NOVEMBRE AL PARCO RAUCCIO


                   “Profumo di terra"  
La Festa di Autunno al Parco di Rauccio
 
La Cooperativa Terradimezzo e l’Ass.ne Le Ali di Pandora vi danno appuntamento
Domenica 23  novembre dalle ore 10.00 alle 13.00 per una “passeggiata
letteraria
” al Parco di Rauccio.
Una passeggiata poetica per ritrovare il "Profumo di terra", per
visitare il Parco in una stagione, quella autunnale, piena di odori e
sensazioni e per conoscere Fillirea, il Centro di Esperienza appena
costituito all’interno del Parco.
Scrive Kahlil Gibran nel “Pofeta “La terra vi concede generosamente i suoi
frutti e non saranno scarsi se solo saprete riempirvi le mani. E scambiandovi i
doni della terra scoprirete l’abbondanza e sarete saziati. Ma se lo scambio non
avverrà in amore e in generosa giustizia, renderà gli uni avidi e gli altri
affamati

I Poeti, gli scrittori, i lettori e chiunque sia “affamato” dei doni della nostra amata
terra, è invitato a portare i propri fogli poetici, per condividerli nel nostro
speciale banchetto letterario.

 
 
 

raccontami una storia

Post n°167 pubblicato il 11 Novembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

LABORATORIO – LA FIABA : La casa del melograno

nel concetto di “laboratorio protetto” in cui ogni partecipante è visto come persona e individuo accolto in un luogo dove possa sentirsi completamente a suo agio, libero di esprimere se stesso anche attraverso l’apprendimento delle tecniche del linguaggio così che l'immaginario diventi forza dell’esperienza creando un mondo possibile in una “zona franca”che è la FIABA.

Guardiamo alla fiaba come ad una lingua franca dove il simbolo incarna e nel contempo esaudisce il bisogno della nostra psiche di dar senso alla complessità del reale, unificandola. Gli incontri hanno l'obiettivo di creare un’occasione per riappropriarsi di quei significati mitici, simbolici e storici che ci vengono proposti, ininterrottamente, come “cuore” vivente della nostra identità. L'intento è usare la fiaba per un ritorno alla prima infanzia attraverso un gioco in cui si possono rivivere temi sepolti per poter così ricreare le tante idee, i tanti fantasmi che condizionano la vita dei fanciulli/adolescenti e che spesso li induce a diventare meccanismi di un ingranaggio, ri_creare un universo del pensiero con messaggi che ne promuovano la crescita formativa, analizzando fattori condizionanti che spesso spingono verso atteggiamenti autodistruttivi e distruttivi facendo emergere l'individualità senza problematiche di frustrazione.

 

 
 
 

I laboratori

Post n°166 pubblicato il 11 Novembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

Le Ali di Pandora comunicano che sono aperte le iscrizioni ai laboratori di:

Scrittura, Pittura, Cabaret, Chitarra,Tecniche Musicali

i corsi si terranno presso la Sede Operativa di Le Ali di Pandora in Via Pistoia,1 (Centro Polifunzionale) Lecce

la prima domenica del mese dalle 16.30 alle 18 “La casa del melograno” laboratorio su la Fiaba

 

Info: 0832.391862; 339.56.07.242 – 347.08.51.926 – mail:lealidipandora@libero.it ; lealidipandora.com http://www.facebook.com/leali.dipandora

 

LABORATORIO DI SCRITTURA

Il progetto sarà diviso in quattro percorsi il gruppo partecipante al corso verrà orientato al meglio delle sue possibilità, verificandone incertezze e progressi.

1°) ri_evocare- viaggio nella memoria- utilizzo della respirazione, stimolazione sensoriale

La scrittura è cura quindi non si deve avere timore di scoprirsi.

Stimolazione del l'immagin_azione: l'immaginazione deve essere il motore che muove la scrittura. Il desiderio si esprime attraverso la zona franca

Dare voce al proprio corpo. Ad un oggetto ad un luogo in prosa poetica

2°) adattare i propri ricordi ai ricordi degli altri. Specchiarsi nelle parole degli altri. Alice nel paese delle meraviglie dove lo specchio diventa l'immagine riflessa del sé- la respirazione e lo specchio

3°) autobiografia: chi sono e chi vorrei essere- scrivere di un'esperienza personale (viaggio, malattia etc.)

4°) oltre l'autobiografia- scrivere di una persona in cui non ci si identifica andare oltre l'IO per conoscere e trovare se stessi- attingendo da un film, un libro mostrare l'invisibile tra illusione e sogno. Dare voce ai propri pensieri uniti ai pensieri dell'altro- creare una scrittura comune a più mani.

  • Il Laboratorio sarà tenuto da Ambra Biscuso

  • per info
    scrivere a lealidipandora@libero.it
    o chiamare ai numeri: 3395607242/3470851926

 

LABORATORIO DI PITTURA

Il corso fornisce inizialmente gli elementi di base del disegno, partendo dal tratto e dando nozioni di prospettiva e anatomia. Dopo la prima fase dedicata al disegno, si passa all’illustrazione delle tecniche pittoriche; su richiesta, ci si può tuttavia iscrivere anche solo per approfondire alcune tecniche o alcune tematiche. Il materiale del corso sarà stabilito di volta in volta.

Le lezioni si svolgeranno, salvo novità, il mercoledì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e il giovedì, dalle ore 17.30 alle ore 19.30; si potrà scegliere se frequentare entrambi i giorni, per un totale di 4 ore settimanali (16 mensili), al costo di 38 euro al mese + 5 euro annue di tessera associativa, oppure un solo giorno, per un totale di 2 ore settimanali (8 mensili), al costo di 20 euro al mese + 5 euro annue di tessera associativa .

Le lezioni sono destinate a tutte le fasce di età e i corsi si svolgeranno all’incirca fino a fine giugno.

Le iscrizioni sono sempre aperte.

Il corso si chiuderà con una mostra degli allievi.

Le lezioni saranno tenute dalla docente Daniela Cecere.

Per info
scrivere a lealidipandora@libero.it oppure chiamare il 349/47.34.945.

 

 

LABORATORIO DI CHITARRA

Approccio Allo Strumento

- Teoria Di Base

- Studio Dei Primi Accordi E Giri Armonici Di Base

- Approccio Facile Alle Scale Diatoniche

- Approccio Facile Alle Prime Melodie E Canzoni Di Facile E Media Difficolta Ritmica

- Breve Storia E Ascolto Della Musica

Le lezioni saranno tenute dal Maestro Giorgio Pierri

Info: 0832.391862; 339.56.07.242 – 347.08.51.926 – Mail:Lealidipandora@Libero.It ; Lealidipandora.Com Http://Www.Facebook.Com/Leali.Dipandora

LABORATORIO DI CABARET


le materie teorico pratiche saranno:
-Tecniche di improvvisazione
- voce (modulazione e dizione)
- espressione corporea
- trucco, parrucco e travestimento
- creazione del personaggio
- prove di fiducia
- stile di lavoro monologhi - coppie - trio - gruppo
- cabaret musicale
- cabaret con il pubblico
- tecniche di scrittura
- pratica con il pubblico
- realizzazione dello spettacolo

Le lezioni saranno tenute dal docente Max Brotto
È prevista la partecipazione di docenti di supporto e di artisti del settore Il laboratorio si terrà il lunedì dalle ore 20.00 alle 21.30

Info: 0832.391862; 339.56.07.242 – 347.08.51.926 – mail:lealidipandora@libero.it ; lealidipandora.com http://www.facebook.com/leali.dipandora

 
 
 

insieme

Post n°165 pubblicato il 11 Novembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

Le Ali Di Pandora – ISA Lecce

 

presentano

 

SERATA DI LETTURA E MUSICA

 

giovedì 23 ottobre 2014 alle ore 21,00

 

Il Risveglio Interiore-Vedute sul mondo reale”

Lettrice Alice Pietroforte

musica di Emanuele Coluccia e Claudio Prima

 

c/o Le Ali di Pandora

V.le dello Stadio ang. via Pistoia

(Centro Polifunzionale Kolbe)

Lecce

ingresso libero

Il 23 Ottobre alle ore 21.00, Le Ali di Pandora ospiteranno nella loro sede di Via Pistoia n°1 c/o il 'Centro Polifunzionale Kolbe' a Lecce, la serata di lettura e musica a cura di ISA Lecce, dal titolo 'Il Risveglio Interiore-Vedute sul mondo reale''.

"Osservare è superare il bisogno Superare il bisogno è risvegliarsi Risvegliarsi è vivere pienamente"

L’incontro organizzato da ISA - Istituto Superiore di Apprendimento, è aperto al pubblico e prevede letture selezionate, accompagnate dalla musica di Emanuele Coluccia e Claudio Prima. Letture e musiche saranno gli strumenti giusti per parlare meglio a se stessi, dedicandosi un tempo e prendendosi cura di sé, per poter agire con sempre maggiore orientamento nella propria vita.

Spiegano i responsabili dell' ISA- Lecce: “ L’Istituto Superiore di Apprendimento, opera in ambito culturale con particolare attenzione all’idea di life-long learning (apprendimento continuo) e promuove periodicamente nel Salento, così come in molte altre regioni italiane, conferenze e letture scelte al fine di offrire ai partecipanti spunti di riflessione per il miglioramento della propria esistenza. L’idea di miglioramento continuo offre una delle visioni che sottendono allo spirito dell’Associazione culturale ISA: all’uomo è offerta sempre la possibilità di crescere, anche dal punto di vista emotivo e razionale.”

 

 

 
 
 

reading

Post n°164 pubblicato il 11 Novembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

Sabato 11 ottobre alle ore 20,30 c/o la Sede in V.le dello Stadio ang. via Pistoia (Centro Polifunzionale Kolbe) – Lecce- l’Associazione Socio Artistico Culturale Le Ali di Pandora riapre, dopo la breve pausa estiva, con una festa di inizio dove saranno in vetrina libri di recente uscita con la presenza degli autori.

Scrittori, poeti, artisti, operatori culturali, editori sono invitati a “raccontarsi”.

Saranno presenti i docenti dei Laboratori ospitati da “Le Ali di Pandora”.

Max Brotto (cabaret), Giorgio Pierri (chitarra), Daniela Cecere (pittura), Alice Pietroforte (creazione burattini), Ambra Biscuso (scrittura di flusso ed educazione alla lettura).

La prima domenica del mese dalle 16,30 alle 18,00 con i più giovani Laboratorio gratuito su la fiaba: “La casa del melograno”.

 

 
 
 

lecce 2019

Post n°163 pubblicato il 11 Novembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

 

 

 

Le Ali di Pandora per la visita della Giuria, giorno 6 ottobre, propone la performance “La promessa dell'attesa (chi cerca i petali sulle zolle di terra)” .

Ezechiele Leandro scriveva “sogno un giglio di inverno ma e il pensare per l'estate la promessa dell'attesa”, il senso della performance è appunto questo: il desiderio di cambiamento prende forma e diventa azione in questa nostra terra che ha dovuto rubare le “zolle” alle pietre, in definitiva REINVENTARE EUTOPIA.

L'azione performativa vede Domenico Arces e Lucia Macrì interpretare il “risveglio”, Lucia Macrì, che rappresenta la nostra Terra, spalmerà di argilla Arces, che rappresenta il presente/futuro, contemporaneamente Daniela Cecere con un'improvvisazione pittorica illustrerà il desiderio/azione, Federica Carrozzo e le sue bolle di sapone uniranno la scena performativa al pubblico. Ambra Biscuso sarà la voce narrante

 

 

 

 

 
 
 

aperitivo con autore

Post n°162 pubblicato il 11 Novembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

 

Le Ali Di Pandora e Secara Animazione

 

presentano

Aperitivo con l'Autore

mercoledì 27 agosto 2014 alle ore 18,30

 

Cani acerbi” di Gianluca Conte musicaos:ed

interviene l'Autore

 

Mercoledì 27 agosto 2014 alle ore 18,30 presso “Oasi Salento Residence Hotel” in Via Lèucade, 2 – Strada Prov. per Melendugno- Torre dell'Orso- Lecce ( Italy) sarà presentato: “Cani acerbi” di Gianluca Conte (musicaos:ed smartlit 2)

Il romanzo di Gianluca Conte, ambientato nello scenario di un Salento “invernale”, lontano dai riflettori, ci restituisce uno spaccato impietoso della realtà quotidiana alla quale siamo abituati, con disincanto nei confronti dei vari dissesti cui purtroppo ci stiamo abituando, da quello idrogeologico a quello ambientale, passando per i crimini che molto spesso vengono taciuti: “Come in una visione hitchcockiana, il mondo di Conte viene travolto da un mistero, i cani attaccano inspiegabilmente, la terra soccombe per un momento sotto la potenza della natura, l’uomo è costretto a piangere i suoi morti. Un’apocalisse momentanea che si riflette nel temperamento del libro.” (Laura Mangialardo, Il Fatto Quotidiano).

La collana SMARTLIT di musicaos.ed, diretta da Luciano Pagano, nasce con il proposito di raccogliere scritture legate alla narrazione e al raccontare storie, senza preclusioni di forma o genere, né limiti all’espressione che provengano dalla semplicità del dividere il mondo della scrittura nelle due categorie di narrativa e poesia. Testi unici, eterogenei, ‘precedenti’ letterari, uniti però dalla consapevolezza delle intenzioni e da una attenta cura editoriale.

 
 
 

aperitivo con autore

Post n°161 pubblicato il 11 Novembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

 

Le Ali Di Pandora e Secara Animazione

presentano

Aperitivo con l'Autore

 

martedì 19 agosto 2014 alle ore 18,30

 

Il sigillo del marchese” edito da Lupo Editore

di Giuseppe Pascali

 

c/o Oasi Salento Residence Hotel

Via Lèucade, 2 – Strada Prov. per Melendugno-

Torre dell'Orso- Lecce ( Italy)

 

ingresso libero

h. 18,30

 

Martedì 19 agosto alle ore 18,30 presso “Oasi Salento Residence Hotel” in Via Lèucade, 2 – Strada Prov. per Melendugno- Torre dell'Orso- Lecce ( Italy) Le Ali Di Pandora e Secara Animazione presentano: l'ultimo romanzo di Giuseppe Pascali “Il sigillo del marchese” edito da Lupo Editore. Interverrà l'Autore.

Scrive la Bisconti: “Nell’era degli Instant-book riscoprire un magnifico romanzo storico come “Il sigillo del marchese” di Giuseppe Pascali edito da Lupo Editore, è un modo per tornare ad apprezzare non solo l’insostituibile bellezza della tradizione letteraria, ma anche la capacità di un autore che ha curato in modo laborioso la propria creatura. (…) L’intellettuale cavallinese ha ricostruito nelle 250 pagine del volume, impreziosito da un elegante copertina rossa con al centro un cuore, simbolo della trama del romanzo, il contesto storico e geografico attraverso dialoghi eccellenti caratterizzati da un lessico variegato e aulico, mediante descrizioni brillanti ricche di metafore, tramite frequenti latinismi e inevitabili seppur rare espressioni dialettali. Nel riportare i minuziosi dettagli della romantica storia d’amore tra don Francesco Castromediano Sanseverino e Beatrice Acquaviva d’Aragona (...) La lettura de “Il sigillo del marchese” è un susseguirsi di emozioni suscitate dalle vicende narrate egregiamente: è il 31 luglio del 1637 quando nel castello dei Castromediano di Caballino, Beatrice Acquaviva d’Aragona, chiamata donna Bice dai popolani in segno d’affetto, gemeva morente nel suo letto. Prima di andare in sposa a don Francesco Castromediano, Beatrice fu educanda nel monastero di San Marcellino a Napoli, in seguito da sposa di Dio divenne moglie di uomo aitante come il marchese che fu capitano nell’esercito del re Filippo IV di Spagna. Il loro fu un amore profondo suggellato il 25 luglio del 1627 in un matrimonio celebrato da monsignor Francesco Vincenzo Martinelli, vescovo di Conversano. (...) La gioia delle molteplici gravidanze nell’arco di dieci anni di vita coniugale indebolirono però la salute della giovane e bella Beatrice che lasciava i suoi amati figli e i devoti sudditi alla sola età di 28 anni.

(...) Malgrado la malattia “Il viso della nobildonna” scrive l’autore “era bianco come neve ma conservava una bellezza inusitata. Sembrava che Dio, attraverso quell’angelica creatura, volesse lanciare una sfida alla morte conservando fino all’ultimo respiro la dolcezza dei suoi lineamenti”. I riferimenti alla divina provvidenza, alla religione cristiana e alla fede assoluta in Dio ritornano spesso nei trenta capitoli del libro e riaffiorano anche in una frase tratta dal Vangelo di Luca, intorno alla quale ruota la vicenda: “Dov’è il vostro tesoro là è anche il vostro cuore”. Intrisa di pathos, la lettura sembra accompagnarci in un viaggio nel tempo e si ha l’impressione di ritrovarsi in quel lontano 1637 dove fra le sale del palazzo ducale si percepiva soprattutto la nobiltà d’animo dei feudatari che tanto lustro e onore hanno dato al paese in un periodo che raggiunse il massimo della completezza costituzionale e organizzativa.

 

GIUSEPPE PASCALI: Nato a Lecce nel 1970, è laureato in Materie Letterarie all'Università degli Studi di Lecce. Giornalista, scrive per 'La Gazzetta del Mezzogiorno' occupandosi di Cultura e Spettacoli ed è direttore responsabile del quotidiano online 'Salentoinlinea.it'. Ha realizzato numerosi servizi su lirica, musica sinfonica e bande musicali del Mezzogiorno d'Italia. Ha intervistato personaggi dello spettacolo tra cui Giancarlo Giannini, Katia Ricciarelli, Al Bano, Monica Guerritore, Margherita Buy, Sebastiano Somma ed Ennio Fantastichini e scrittori come Roberto Pazzi e Valerio Massimo Manfredi. Ha seguito seminari di approfondimento giornalistico con Duilio Giammaria, Antonio Caprarica (Rai 1), Piero Dorfles (Rai 3) e Salvo Sottile (Canale 5). Addetto stampa del Concorso Internazionale "Tito Schipa" per giovani cantanti lirici. Ha pubblicato con Capone Editore i saggi La banda di Lecce. Dal concerto cittadino alla Schipa-D'Ascoli (2006), Bande di Puglia. Il teatro sotto le stelle (2008), Gli Spiziotti. Storia della banda dell'Ospizio Garibaldi di Lecce (2009). Nel 2011 ha pubblicato il romanzo Il maestro della banda (Edizioni Grifo), ristampato in seconda

 
 
 

aperitivo con autore

Post n°160 pubblicato il 11 Novembre 2014 da lealidipandora
 

 

Le Ali Di Pandora - Secara Animazione

 

presentano

 

Aperitivo con Autore

 

martedì 5 agosto 2014 alle ore 18,30

 

Quanto mi dai se ti uccido?"Besa ed. (2013)

di Walter Spennato con Illustrazioni di Laurina Paperina

prefazione di Anna Mazzamauro

 

c/o Oasi Salento Residence Hotel

Via Lèucade, 2 – Strada Prov. per Melendugno-

Torre dell'Orso- Lecce ( Italy)

 

 

Martedì 5 agosto 2014 alle ore 18,30 Le Ali Di Pandora e Secara Animazione presentano presso “Oasi Salento Residence Hotel” in Via Lèucade, 2 – Strada Prov. per Melendugno- Torre dell'Orso- Lecce ( Italy) “Aperitivo con Autore” tre appuntamenti dove il libro e l'Autore saranno i protagonisti. Con“la missione di mettere i libri indesiderati nelle mani di coloro che li desiderano”.

Il primo appuntamento sarà con "Quanto mi dai se ti uccido?" Besa ed. di Walter Spennato con illustrazioni di Laurina Paperina, e la prefazione di Anna Mazzamauro, parlerà l'autore.

“Quanto mi dai se ti uccido?” è riccamente corredato da illustrazioni a colori realizzati appositamente da Laurina Paperina, mentre la prefazione è stata affidata alla nota attrice Anna Mazzamauro. Nella lettura spesso cerchiamo consolazione, relax, ma non è questo il caso. «E se cerchi di essere rassicurato dalla lettura – scrive la Mazzamauro – sarai invece provocato». Questo libro è il buco della serratura di Norman Bates, il frigorifero di Patrick Bateman. Certo, un po’ meno gotico e molto più ironico.

Scrive Angela Leucci: «Mi chiamò segaiolo, prima di segarla». È questo uno dei racconti contenuti nella raccolta "Quanto mi dai se ti uccido?", terza opera di Walter Spennato, già pièce teatrale, per i tipi di Besa.

È difficile cercare gli attributi per questo volume. È una stilettata. È un colpo al cuore e un colpo ai reni, come quando morì la baronessa di Carini. È un flash continuo che ti invoglia a leggere.

Nella banalità della cronaca che ripete assassini e crimini efferati, e te li racconta come si parlasse della lista della spesa, Spennato rende palese la brutalità in maniera assolutamente spontanea e irriverente. Nelle sue parole il sorriso non è qualcosa che inacidisce sulle labbra, piuttosto qualcosa che passa direttamente al cervello, come una scossa elettrica, spingendo il lettore a ragionare sul senso che ha assunto la corrente pulp oggi (e la deriva pulp della realtà stessa).

Spennato si fa eleggere principe di una beffa, che ci vorrebbe sensibili, e invece così non è: siamo più cinici, tutto ci scivola da dosso, come un lenzuolo cosparso del sangue delle vittime e portato in una lavanderia a gettoni. La sua è una prosa breve, che scorre, ma non per questa è scevra di sorprese che più che catturarti ti assalgono, non ti lasciano scampo, come in quegli incubi in cui è impossibile trovare via d’uscita.

 

 

WALTER SPENNATO è nato a Gallipoli nel 1972. È dottore di ricerca in Sociologia dei fenomeni culturali e dei processi normativi presso l’Università degli Studi di Urbino.

È presidente di POLYBIUS Associazione culturale a Km0, con la quale si occupa di formazione e di organizzazione di eventi culturali a basso impatto ambientale. È responsabile del Presidio del libro di Racale. È l’ideatore di VERBA VOLANT Festival dell’Ascolto. Ha pubblicato SexNoir (2006), Piccoli omicidi del cazzo (Besa, 2008).

 

LAURINA PAPERINA è nata a Rovereto nel 1980 e vive e lavora tra Mori (Trento) e Duckland. Ha all’attivo numerose personali e collettive nazionali e internazionali (New York, Los Angeles, Parigi,

Vienna, Cape Town, Barcellona, Madrid, Stoccolma,Tokyo). Collabora anche come disegnatrice con riviste d'arte e di moda italiane e straniere

 

 
 
 

"in un fazzoletto" Aradeo Notte della cultura

Post n°159 pubblicato il 17 Settembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

  • L’Ass. “Le ali di Pandora” di Lecce presenta giorno 5 agosto alla Notte della cultura di Aradeo la collettiva “in un fazzoletto” curata da Adriano Pasquali, che presenta più di cento opere realizzate “in un fazzoletto”, letteralmente s’intende, ovvero create su altrettanti semplici fazzoletti tra i quali spiccano “i fazzoletti” dei detenuti del carcere di Opera. Scrive Luca Rota: “Non solo una mera reinterpretazione fuori dal comune del supporto artistico, ma pure una sorta di metafora del valore di esso e dell’arte stessa, in grado di offrire un certo valore – estetico, tematico, culturale, sociale persino – al fruitore anche quando “relegata” su di un supporto così apparentemente limitato e limitante… Ma, inutile dirlo, quando l’arte è di valore (e di nuovo intendo ciò in senso artistico, appunto, non certo “commerciale”!), qualsiasi pur ridotta quantità non sarà mai proporzionale alla qualità offerta! E in fondo, appunto, nemmeno al mero godimento estetico di essa”.

  • Artisti: Graziella Nistico', Giuseppe Di Cianni, Desdemona, Federico Borra, Stefano Albanese, Laura Giardino, Annamaria Todesco, Mario Flaneschi, Giuseppe Catalano, Eva Reguzzoni, Laura Baldini, Corrado Fabbri, Sam Punzina, Francesca Dainotto, Veronica Chessa, Bianca Moretti Alessandro Matteo, Rene' Pascal, Federico Anselmi, Adriano Pasquali, Marco Mapelli, Gio'ferri, Mirek Antoniewictz, Donato Di Poce, Franco Colnaghi, Giacomo Cardoni, Adriana Contarini, Davide Perego, Roberta Colombo, Paolo Rossi, Pasquale De Sensi, Maurizio L'altrella, Silvy Favero, Adelaide Muraca, Fabrizio Molinario, Andrea Albanese, Massimo Rizzoli, Paola Venezia, Fiuto, Florencia Martinez, Paolo Buzzo, Giorgio Corbetta, Adry Ciarpella, Tom Porta, Roberta Preti, Fabio Puelli, Claudia Dalla Ca Di Dio, Giuseppe Mauri, Gianna Brugnatelli, Massimo Romani, Mauro Ferrero, Stefano Serusi, Federico Marcoaldi, Antonio Massari, Alberto Figliolia, Paolo, Dino, Giuseppe Catalano, Alfredo Visconti, Antonio Conte Venturelli Enrico, Anna Simona Sicoli, Gilda Pezone, Maria Boschetti, Gabriella Corvi, Mirella Gerosa, Laura Maddalena Gerosa, Annali' Riva, Alessio Cogni, Roberta Recagni, Guido Codecasa, Elena Cattaneo, Mongobi' Bibiana Mele, Lorenzo Manenti, Susanna Brioschi, Esther Martell, Amrita Salvi, Alessandra Sisti, Carmelo Violi, Marlene Bakle, Pollo-Lorenzo Maglione, Valeria Lamele, Andrea Lacarpia, Akira Osaka, Marco Chiesa, Anna Salvadori, Serena A. Decarli, Chanel Mazzeo, Alberto Cammelli, Maria De Martino, Francesca Colombo, Luigia Cappello, Stefano Spera, Federico Basso, Sonia Cepollina, Matteo Antonini, Roberto Pesenti, Alex Pimenta, Elena Borsato, Gigi Radici, Monique Bibou, Giuseppe Fele, Gianfranco Grossi, Emanuele Perino, Rama Federico Cremonese, L.J. Bindang, Ezio Puppin, Maria Mesh, Daniela Cecere, Lucy Ghionna

 
 
 

aperitivo d'autore: Gianluca Conte

Post n°158 pubblicato il 17 Settembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

Le Ali Di Pandora e Secara Animazione

 

presentano

Aperitivo con l'Autore

mercoledì 27 agosto 2014 alle ore 18,30

 

Cani acerbi” di Gianluca Conte musicaos:ed

interviene l'Autore

 

Mercoledì 27 agosto 2014 alle ore 18,30 presso “Oasi Salento Residence Hotel” in Via Lèucade, 2 – Strada Prov. per Melendugno- Torre dell'Orso- Lecce ( Italy) sarà presentato: “Cani acerbi” di Gianluca Conte (musicaos:ed smartlit 2)

Il romanzo di Gianluca Conte, ambientato nello scenario di un Salento “invernale”, lontano dai riflettori, ci restituisce uno spaccato impietoso della realtà quotidiana alla quale siamo abituati, con disincanto nei confronti dei vari dissesti cui purtroppo ci stiamo abituando, da quello idrogeologico a quello ambientale, passando per i crimini che molto spesso vengono taciuti: “Come in una visione hitchcockiana, il mondo di Conte viene travolto da un mistero, i cani attaccano inspiegabilmente, la terra soccombe per un momento sotto la potenza della natura, l’uomo è costretto a piangere i suoi morti. Un’apocalisse momentanea che si riflette nel temperamento del libro.” (Laura Mangialardo, Il Fatto Quotidiano).

 

La collana SMARTLIT di musicaos.ed, diretta da Luciano Pagano, nasce con il proposito di raccogliere scritture legate alla narrazione e al raccontare storie, senza preclusioni di forma o genere, né limiti all’espressione che provengano dalla semplicità del dividere il mondo della scrittura nelle due categorie di narrativa e poesia. Testi unici, eterogenei, ‘precedenti’ letterari, uniti però dalla consapevolezza delle intenzioni e da una attenta cura editoriale. 

 
 
 

aperitivo d'autore: Giuseppe Pascali

Post n°157 pubblicato il 17 Settembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

Le Ali Di Pandora e Secara Animazione

presentano

Aperitivo con l'Autore

 

martedì 19 agosto 2014 alle ore 18,30

 

Il sigillo del marchese” edito da Lupo Editore

di Giuseppe Pascali

 

c/o Oasi Salento Residence Hotel

Via Lèucade, 2 – Strada Prov. per Melendugno-

Torre dell'Orso- Lecce ( Italy)

 

ingresso libero

h. 18,30

 

Martedì 19 agosto alle ore 18,30 presso “Oasi Salento Residence Hotel” in Via Lèucade, 2 – Strada Prov. per Melendugno- Torre dell'Orso- Lecce ( Italy) Le Ali Di Pandora e Secara Animazione presentano: l'ultimo romanzo di Giuseppe Pascali “Il sigillo del marchese” edito da Lupo Editore. Interverrà l'Autore.

Scrive la Bisconti: “Nell’era degli Instant-book riscoprire un magnifico romanzo storico come “Il sigillo del marchese” di Giuseppe Pascali edito da Lupo Editore, è un modo per tornare ad apprezzare non solo l’insostituibile bellezza della tradizione letteraria, ma anche la capacità di un autore che ha curato in modo laborioso la propria creatura. (…) L’intellettuale cavallinese ha ricostruito nelle 250 pagine del volume, impreziosito da un elegante copertina rossa con al centro un cuore, simbolo della trama del romanzo, il contesto storico e geografico attraverso dialoghi eccellenti caratterizzati da un lessico variegato e aulico, mediante descrizioni brillanti ricche di metafore, tramite frequenti latinismi e inevitabili seppur rare espressioni dialettali. Nel riportare i minuziosi dettagli della romantica storia d’amore tra don Francesco Castromediano Sanseverino e Beatrice Acquaviva d’Aragona (...) La lettura de “Il sigillo del marchese” è un susseguirsi di emozioni suscitate dalle vicende narrate egregiamente: è il 31 luglio del 1637 quando nel castello dei Castromediano di Caballino, Beatrice Acquaviva d’Aragona, chiamata donna Bice dai popolani in segno d’affetto, gemeva morente nel suo letto. Prima di andare in sposa a don Francesco Castromediano, Beatrice fu educanda nel monastero di San Marcellino a Napoli, in seguito da sposa di Dio divenne moglie di uomo aitante come il marchese che fu capitano nell’esercito del re Filippo IV di Spagna. Il loro fu un amore profondo suggellato il 25 luglio del 1627 in un matrimonio celebrato da monsignor Francesco Vincenzo Martinelli, vescovo di Conversano. (...) La gioia delle molteplici gravidanze nell’arco di dieci anni di vita coniugale indebolirono però la salute della giovane e bella Beatrice che lasciava i suoi amati figli e i devoti sudditi alla sola età di 28 anni.

(...) Malgrado la malattia “Il viso della nobildonna” scrive l’autore “era bianco come neve ma conservava una bellezza inusitata. Sembrava che Dio, attraverso quell’angelica creatura, volesse lanciare una sfida alla morte conservando fino all’ultimo respiro la dolcezza dei suoi lineamenti”. I riferimenti alla divina provvidenza, alla religione cristiana e alla fede assoluta in Dio ritornano spesso nei trenta capitoli del libro e riaffiorano anche in una frase tratta dal Vangelo di Luca, intorno alla quale ruota la vicenda: “Dov’è il vostro tesoro là è anche il vostro cuore”. Intrisa di pathos, la lettura sembra accompagnarci in un viaggio nel tempo e si ha l’impressione di ritrovarsi in quel lontano 1637 dove fra le sale del palazzo ducale si percepiva soprattutto la nobiltà d’animo dei feudatari che tanto lustro e onore hanno dato al paese in un periodo che raggiunse il massimo della completezza costituzionale e organizzativa.

 

 

GIUSEPPE PASCALI: Nato a Lecce nel 1970, è laureato in Materie Letterarie all'Università degli Studi di Lecce. Giornalista, scrive per 'La Gazzetta del Mezzogiorno' occupandosi di Cultura e Spettacoli ed è direttore responsabile del quotidiano online 'Salentoinlinea.it'. Ha realizzato numerosi servizi su lirica, musica sinfonica e bande musicali del Mezzogiorno d'Italia. Ha intervistato personaggi dello spettacolo tra cui Giancarlo Giannini, Katia Ricciarelli, Al Bano, Monica Guerritore, Margherita Buy, Sebastiano Somma ed Ennio Fantastichini e scrittori come Roberto Pazzi e Valerio Massimo Manfredi. Ha seguito seminari di approfondimento giornalistico con Duilio Giammaria, Antonio Caprarica (Rai 1), Piero Dorfles (Rai 3) e Salvo Sottile (Canale 5). Addetto stampa del Concorso Internazionale "Tito Schipa" per giovani cantanti lirici. Ha pubblicato con Capone Editore i saggi La banda di Lecce. Dal concerto cittadino alla Schipa-D'Ascoli (2006), Bande di Puglia. Il teatro sotto le stelle (2008), Gli Spiziotti. Storia della banda dell'Ospizio Garibaldi di Lecce (2009). Nel 2011 ha pubblicato il romanzo Il maestro della banda (Edizioni Grifo), ristampato in seconda  

 
 
 

aperitivo d'autore: Walter Spennato

Post n°156 pubblicato il 17 Settembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

Le Ali Di Pandora e Secara Animazione

 

 

presentano

Aperitivo con l'Autore

martedì 5 agosto 2014 alle ore 18,30

Quanto mi dai se ti uccido?"Besa ed. (2013)

di Walter Spennato con Illustrazioni di Laurina Paperina

prefazione di Anna Mazzamauro

 

c/o Oasi Salento Residence Hotel

Via Lèucade, 2 – Strada Prov. per Melendugno-

Torre dell'Orso- Lecce ( Italy)

 

 

Martedì 5 agosto 2014 alle ore 18,30 presso “Oasi Salento Residence Hotel” in Via Lèucade, 2 – Strada Prov. per Melendugno- Torre dell'Orso- Lecce ( Italy) sarà presentato: "Quanto mi dai se ti uccido?" Besa ed. di Walter Spennato con illustrazioni di Laurina Paperina, e la prefazione di Anna Mazzamauro, parlerà l'autore.

“Quanto mi dai se ti uccido?” è riccamente corredato da illustrazioni a colori realizzati appositamente da Laurina Paperina, mentre la prefazione è stata affidata alla nota attrice Anna Mazzamauro. Nella lettura spesso cerchiamo consolazione, relax, ma non è questo il caso. «E se cerchi di essere rassicurato dalla lettura – scrive la Mazzamauro – sarai invece provocato». Questo libro è il buco della serratura di Norman Bates, il frigorifero di Patrick Bateman. Certo, un po’ meno gotico e molto più ironico.

Scrive Angela Leucci: «Mi chiamò segaiolo, prima di segarla». È questo uno dei racconti contenuti nella raccolta "Quanto mi dai se ti uccido?", terza opera di Walter Spennato, già pièce teatrale, per i tipi di Besa.

È difficile cercare gli attributi per questo volume. È una stilettata. È un colpo al cuore e un colpo ai reni, come quando morì la baronessa di Carini. È un flash continuo che ti invoglia a leggere.

Nella banalità della cronaca che ripete assassini e crimini efferati, e te li racconta come si parlasse della lista della spesa, Spennato rende palese la brutalità in maniera assolutamente spontanea e irriverente. Nelle sue parole il sorriso non è qualcosa che inacidisce sulle labbra, piuttosto qualcosa che passa direttamente al cervello, come una scossa elettrica, spingendo il lettore a ragionare sul senso che ha assunto la corrente pulp oggi (e la deriva pulp della realtà stessa).

Spennato si fa eleggere principe di una beffa, che ci vorrebbe sensibili, e invece così non è: siamo più cinici, tutto ci scivola da dosso, come un lenzuolo cosparso del sangue delle vittime e portato in una lavanderia a gettoni. La sua è una prosa breve, che scorre, ma non per questa è scevra di sorprese che più che catturarti ti assalgono, non ti lasciano scampo, come in quegli incubi in cui è impossibile trovare via d’uscita.

 

 

WALTER SPENNATO è nato a Gallipoli nel 1972. È dottore di ricerca in Sociologia dei fenomeni culturali e dei processi normativi presso l’Università degli Studi di Urbino.

È presidente di POLYBIUS Associazione culturale a Km0, con la quale si occupa di formazione e di organizzazione di eventi culturali a basso impatto ambientale. È responsabile del Presidio del libro di Racale. È l’ideatore di VERBA VOLANT Festival dell’Ascolto. Ha pubblicato SexNoir (2006), Piccoli omicidi del cazzo (Besa, 2008).

 

LAURINA PAPERINA è nata a Rovereto nel 1980 e vive e lavora tra Mori (Trento) e Duckland. Ha all’attivo numerose personali e collettive nazionali e internazionali (New York, Los Angeles, Parigi,

Vienna, Cape Town, Barcellona, Madrid, Stoccolma,Tokyo). Collabora anche come disegnatrice con riviste d'arte e di moda italiane e stranier

 


 
 
 
Successivi »
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2015 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

chi siamo

L’associazione “Le Ali di Pandora”, nata il 21 marzo del 2009, svolge attività socio – artistico – culturale nel rispetto dei diritti della persona umana con particolare attenzione alle donne, ai giovani ed a tutti i soggetti deboli e discriminati attraverso la valorizzazione di tutti i fermenti sociali in tutte le sue espressioni: scienze, arti, cultura, religione, musica, teatro, moda, attività, sport, servizi, turismo, enogastronomia, in ogni campo dello scibile umano. Interesse dell'Associazione è di "agire" nei luoghi e sui luoghi quindi collabora con ciò che più stimola le operatrici culturali che l'hanno costituita e che da anni lavorano e producono eventi e situazioni "in motion".

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

pizzoleofrancescoemalealidipandoratrinity_dark89mgpresiccetobias_shuffleProfessioneChirurgoLORD_DEVID_2013GiuseppeLivioL2psicologiaforenseMarquisDeLaPhoenixchristie_malrygiovanni80_7moschettiere62gianmariadgl2ioeilmarenoi
 

Ultimi commenti

Autonoleggio Alghero
Inviato da: autonoleggio_alghero
il 31/08/2014 alle 21:29
 
testo e musica molto belli <a...
Inviato da: autonoleggio_alghero
il 31/08/2014 alle 21:25
 
splendida opera!
Inviato da: bigpuffo1
il 14/05/2013 alle 16:46
 
Ciao sono io malato oppure .... ????
Inviato da: bigpuffo1
il 14/05/2013 alle 16:46
 
 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom