Creato da lealidipandora il 20/04/2010
Associazione Culturale
 

 

Momenti di versi

Post n°169 pubblicato il 22 Novembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

Associazione “IL FARO”

Momenti di-versi: IO DONNA

Il riscatto creativo come vero momento di sé

 

L’Associazione IL FARO di Monteroni di Lecce, in collaborazione con l’Associazione “LE ALI DI PANDORA” e il Patrocinio del Comune di Monteroni di Lecce, organizzano per martedì 25 novembre 2015 – Giornata internazionale contro la violenza sulle donne - l’evento MOMENTI DI-VERSI: IL RISCATTO CREATIVO COME VERO MOMENTO DI SE’.

Il programma prevede alle ore 11,00 la presentazione delle opere degli artisti: Elisa Albano, Serena Alvarenz, Maria Grazia Anglano, Daniela Cecere, Lucy Ghionna, Freddiana Raino, Mimma Sambati, Tonio Bisconti, Maria Gabriella Marra.

Seguirà la proiezione del video “La bambola di pezza” realizzato nel 2010 dai ragazzi del liceo Vallone di Galatina col commento di Ambra Biscuso che incontrerà le scuole di Monteroni.

Alle ore 18,00 l’ operatore culturale Mauro Marino, presenterà la raccolta di poesie Momenti di-versi di Alessandra Capone. A seguire l’autrice motivazionale Elisa Albano illustrerà il percorso della donna alla scoperta del vero sé.

Un’occasione per riflettere, confrontarsi sul percorso che ogni donna dovrebbe compiere per accrescere l’autostima, correggere un ruolo perdente e acquistare o recuperare il dominio della propria vita relazionale.

 

 
 
 

passeggiata letteraria

Post n°168 pubblicato il 22 Novembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

COMUNICATO STAMPA DOMENICA 23 NOVEMBRE AL PARCO RAUCCIO


                   “Profumo di terra"  
La Festa di Autunno al Parco di Rauccio
 
La Cooperativa Terradimezzo e l’Ass.ne Le Ali di Pandora vi danno appuntamento
Domenica 23  novembre dalle ore 10.00 alle 13.00 per una “passeggiata
letteraria
” al Parco di Rauccio.
Una passeggiata poetica per ritrovare il "Profumo di terra", per
visitare il Parco in una stagione, quella autunnale, piena di odori e
sensazioni e per conoscere Fillirea, il Centro di Esperienza appena
costituito all’interno del Parco.
Scrive Kahlil Gibran nel “Pofeta “La terra vi concede generosamente i suoi
frutti e non saranno scarsi se solo saprete riempirvi le mani. E scambiandovi i
doni della terra scoprirete l’abbondanza e sarete saziati. Ma se lo scambio non
avverrà in amore e in generosa giustizia, renderà gli uni avidi e gli altri
affamati

I Poeti, gli scrittori, i lettori e chiunque sia “affamato” dei doni della nostra amata
terra, è invitato a portare i propri fogli poetici, per condividerli nel nostro
speciale banchetto letterario.

 
 
 

raccontami una storia

Post n°167 pubblicato il 11 Novembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

LABORATORIO – LA FIABA : La casa del melograno

nel concetto di “laboratorio protetto” in cui ogni partecipante è visto come persona e individuo accolto in un luogo dove possa sentirsi completamente a suo agio, libero di esprimere se stesso anche attraverso l’apprendimento delle tecniche del linguaggio così che l'immaginario diventi forza dell’esperienza creando un mondo possibile in una “zona franca”che è la FIABA.

Guardiamo alla fiaba come ad una lingua franca dove il simbolo incarna e nel contempo esaudisce il bisogno della nostra psiche di dar senso alla complessità del reale, unificandola. Gli incontri hanno l'obiettivo di creare un’occasione per riappropriarsi di quei significati mitici, simbolici e storici che ci vengono proposti, ininterrottamente, come “cuore” vivente della nostra identità. L'intento è usare la fiaba per un ritorno alla prima infanzia attraverso un gioco in cui si possono rivivere temi sepolti per poter così ricreare le tante idee, i tanti fantasmi che condizionano la vita dei fanciulli/adolescenti e che spesso li induce a diventare meccanismi di un ingranaggio, ri_creare un universo del pensiero con messaggi che ne promuovano la crescita formativa, analizzando fattori condizionanti che spesso spingono verso atteggiamenti autodistruttivi e distruttivi facendo emergere l'individualità senza problematiche di frustrazione.

 

 
 
 

I laboratori

Post n°166 pubblicato il 11 Novembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

Le Ali di Pandora comunicano che sono aperte le iscrizioni ai laboratori di:

Scrittura, Pittura, Cabaret, Chitarra,Tecniche Musicali

i corsi si terranno presso la Sede Operativa di Le Ali di Pandora in Via Pistoia,1 (Centro Polifunzionale) Lecce

la prima domenica del mese dalle 16.30 alle 18 “La casa del melograno” laboratorio su la Fiaba

 

Info: 0832.391862; 339.56.07.242 – 347.08.51.926 – mail:lealidipandora@libero.it ; lealidipandora.com http://www.facebook.com/leali.dipandora

 

LABORATORIO DI SCRITTURA

Il progetto sarà diviso in quattro percorsi il gruppo partecipante al corso verrà orientato al meglio delle sue possibilità, verificandone incertezze e progressi.

1°) ri_evocare- viaggio nella memoria- utilizzo della respirazione, stimolazione sensoriale

La scrittura è cura quindi non si deve avere timore di scoprirsi.

Stimolazione del l'immagin_azione: l'immaginazione deve essere il motore che muove la scrittura. Il desiderio si esprime attraverso la zona franca

Dare voce al proprio corpo. Ad un oggetto ad un luogo in prosa poetica

2°) adattare i propri ricordi ai ricordi degli altri. Specchiarsi nelle parole degli altri. Alice nel paese delle meraviglie dove lo specchio diventa l'immagine riflessa del sé- la respirazione e lo specchio

3°) autobiografia: chi sono e chi vorrei essere- scrivere di un'esperienza personale (viaggio, malattia etc.)

4°) oltre l'autobiografia- scrivere di una persona in cui non ci si identifica andare oltre l'IO per conoscere e trovare se stessi- attingendo da un film, un libro mostrare l'invisibile tra illusione e sogno. Dare voce ai propri pensieri uniti ai pensieri dell'altro- creare una scrittura comune a più mani.

  • Il Laboratorio sarà tenuto da Ambra Biscuso

  • per info
    scrivere a lealidipandora@libero.it
    o chiamare ai numeri: 3395607242/3470851926

 

LABORATORIO DI PITTURA

Il corso fornisce inizialmente gli elementi di base del disegno, partendo dal tratto e dando nozioni di prospettiva e anatomia. Dopo la prima fase dedicata al disegno, si passa all’illustrazione delle tecniche pittoriche; su richiesta, ci si può tuttavia iscrivere anche solo per approfondire alcune tecniche o alcune tematiche. Il materiale del corso sarà stabilito di volta in volta.

Le lezioni si svolgeranno, salvo novità, il mercoledì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e il giovedì, dalle ore 17.30 alle ore 19.30; si potrà scegliere se frequentare entrambi i giorni, per un totale di 4 ore settimanali (16 mensili), al costo di 38 euro al mese + 5 euro annue di tessera associativa, oppure un solo giorno, per un totale di 2 ore settimanali (8 mensili), al costo di 20 euro al mese + 5 euro annue di tessera associativa .

Le lezioni sono destinate a tutte le fasce di età e i corsi si svolgeranno all’incirca fino a fine giugno.

Le iscrizioni sono sempre aperte.

Il corso si chiuderà con una mostra degli allievi.

Le lezioni saranno tenute dalla docente Daniela Cecere.

Per info
scrivere a lealidipandora@libero.it oppure chiamare il 349/47.34.945.

 

 

LABORATORIO DI CHITARRA

Approccio Allo Strumento

- Teoria Di Base

- Studio Dei Primi Accordi E Giri Armonici Di Base

- Approccio Facile Alle Scale Diatoniche

- Approccio Facile Alle Prime Melodie E Canzoni Di Facile E Media Difficolta Ritmica

- Breve Storia E Ascolto Della Musica

Le lezioni saranno tenute dal Maestro Giorgio Pierri

Info: 0832.391862; 339.56.07.242 – 347.08.51.926 – Mail:Lealidipandora@Libero.It ; Lealidipandora.Com Http://Www.Facebook.Com/Leali.Dipandora

LABORATORIO DI CABARET


le materie teorico pratiche saranno:
-Tecniche di improvvisazione
- voce (modulazione e dizione)
- espressione corporea
- trucco, parrucco e travestimento
- creazione del personaggio
- prove di fiducia
- stile di lavoro monologhi - coppie - trio - gruppo
- cabaret musicale
- cabaret con il pubblico
- tecniche di scrittura
- pratica con il pubblico
- realizzazione dello spettacolo

Le lezioni saranno tenute dal docente Max Brotto
È prevista la partecipazione di docenti di supporto e di artisti del settore Il laboratorio si terrà il lunedì dalle ore 20.00 alle 21.30

Info: 0832.391862; 339.56.07.242 – 347.08.51.926 – mail:lealidipandora@libero.it ; lealidipandora.com http://www.facebook.com/leali.dipandora

 
 
 

insieme

Post n°165 pubblicato il 11 Novembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

Le Ali Di Pandora – ISA Lecce

 

presentano

 

SERATA DI LETTURA E MUSICA

 

giovedì 23 ottobre 2014 alle ore 21,00

 

Il Risveglio Interiore-Vedute sul mondo reale”

Lettrice Alice Pietroforte

musica di Emanuele Coluccia e Claudio Prima

 

c/o Le Ali di Pandora

V.le dello Stadio ang. via Pistoia

(Centro Polifunzionale Kolbe)

Lecce

ingresso libero

Il 23 Ottobre alle ore 21.00, Le Ali di Pandora ospiteranno nella loro sede di Via Pistoia n°1 c/o il 'Centro Polifunzionale Kolbe' a Lecce, la serata di lettura e musica a cura di ISA Lecce, dal titolo 'Il Risveglio Interiore-Vedute sul mondo reale''.

"Osservare è superare il bisogno Superare il bisogno è risvegliarsi Risvegliarsi è vivere pienamente"

L’incontro organizzato da ISA - Istituto Superiore di Apprendimento, è aperto al pubblico e prevede letture selezionate, accompagnate dalla musica di Emanuele Coluccia e Claudio Prima. Letture e musiche saranno gli strumenti giusti per parlare meglio a se stessi, dedicandosi un tempo e prendendosi cura di sé, per poter agire con sempre maggiore orientamento nella propria vita.

Spiegano i responsabili dell' ISA- Lecce: “ L’Istituto Superiore di Apprendimento, opera in ambito culturale con particolare attenzione all’idea di life-long learning (apprendimento continuo) e promuove periodicamente nel Salento, così come in molte altre regioni italiane, conferenze e letture scelte al fine di offrire ai partecipanti spunti di riflessione per il miglioramento della propria esistenza. L’idea di miglioramento continuo offre una delle visioni che sottendono allo spirito dell’Associazione culturale ISA: all’uomo è offerta sempre la possibilità di crescere, anche dal punto di vista emotivo e razionale.”

 

 

 
 
 

reading

Post n°164 pubblicato il 11 Novembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

Sabato 11 ottobre alle ore 20,30 c/o la Sede in V.le dello Stadio ang. via Pistoia (Centro Polifunzionale Kolbe) – Lecce- l’Associazione Socio Artistico Culturale Le Ali di Pandora riapre, dopo la breve pausa estiva, con una festa di inizio dove saranno in vetrina libri di recente uscita con la presenza degli autori.

Scrittori, poeti, artisti, operatori culturali, editori sono invitati a “raccontarsi”.

Saranno presenti i docenti dei Laboratori ospitati da “Le Ali di Pandora”.

Max Brotto (cabaret), Giorgio Pierri (chitarra), Daniela Cecere (pittura), Alice Pietroforte (creazione burattini), Ambra Biscuso (scrittura di flusso ed educazione alla lettura).

La prima domenica del mese dalle 16,30 alle 18,00 con i più giovani Laboratorio gratuito su la fiaba: “La casa del melograno”.

 

 
 
 

lecce 2019

Post n°163 pubblicato il 11 Novembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

 

 

 

Le Ali di Pandora per la visita della Giuria, giorno 6 ottobre, propone la performance “La promessa dell'attesa (chi cerca i petali sulle zolle di terra)” .

Ezechiele Leandro scriveva “sogno un giglio di inverno ma e il pensare per l'estate la promessa dell'attesa”, il senso della performance è appunto questo: il desiderio di cambiamento prende forma e diventa azione in questa nostra terra che ha dovuto rubare le “zolle” alle pietre, in definitiva REINVENTARE EUTOPIA.

L'azione performativa vede Domenico Arces e Lucia Macrì interpretare il “risveglio”, Lucia Macrì, che rappresenta la nostra Terra, spalmerà di argilla Arces, che rappresenta il presente/futuro, contemporaneamente Daniela Cecere con un'improvvisazione pittorica illustrerà il desiderio/azione, Federica Carrozzo e le sue bolle di sapone uniranno la scena performativa al pubblico. Ambra Biscuso sarà la voce narrante

 

 

 

 

 
 
 

aperitivo con autore

Post n°162 pubblicato il 11 Novembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

 

Le Ali Di Pandora e Secara Animazione

 

presentano

Aperitivo con l'Autore

mercoledì 27 agosto 2014 alle ore 18,30

 

Cani acerbi” di Gianluca Conte musicaos:ed

interviene l'Autore

 

Mercoledì 27 agosto 2014 alle ore 18,30 presso “Oasi Salento Residence Hotel” in Via Lèucade, 2 – Strada Prov. per Melendugno- Torre dell'Orso- Lecce ( Italy) sarà presentato: “Cani acerbi” di Gianluca Conte (musicaos:ed smartlit 2)

Il romanzo di Gianluca Conte, ambientato nello scenario di un Salento “invernale”, lontano dai riflettori, ci restituisce uno spaccato impietoso della realtà quotidiana alla quale siamo abituati, con disincanto nei confronti dei vari dissesti cui purtroppo ci stiamo abituando, da quello idrogeologico a quello ambientale, passando per i crimini che molto spesso vengono taciuti: “Come in una visione hitchcockiana, il mondo di Conte viene travolto da un mistero, i cani attaccano inspiegabilmente, la terra soccombe per un momento sotto la potenza della natura, l’uomo è costretto a piangere i suoi morti. Un’apocalisse momentanea che si riflette nel temperamento del libro.” (Laura Mangialardo, Il Fatto Quotidiano).

La collana SMARTLIT di musicaos.ed, diretta da Luciano Pagano, nasce con il proposito di raccogliere scritture legate alla narrazione e al raccontare storie, senza preclusioni di forma o genere, né limiti all’espressione che provengano dalla semplicità del dividere il mondo della scrittura nelle due categorie di narrativa e poesia. Testi unici, eterogenei, ‘precedenti’ letterari, uniti però dalla consapevolezza delle intenzioni e da una attenta cura editoriale.

 
 
 

aperitivo con autore

Post n°161 pubblicato il 11 Novembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

 

Le Ali Di Pandora e Secara Animazione

presentano

Aperitivo con l'Autore

 

martedì 19 agosto 2014 alle ore 18,30

 

Il sigillo del marchese” edito da Lupo Editore

di Giuseppe Pascali

 

c/o Oasi Salento Residence Hotel

Via Lèucade, 2 – Strada Prov. per Melendugno-

Torre dell'Orso- Lecce ( Italy)

 

ingresso libero

h. 18,30

 

Martedì 19 agosto alle ore 18,30 presso “Oasi Salento Residence Hotel” in Via Lèucade, 2 – Strada Prov. per Melendugno- Torre dell'Orso- Lecce ( Italy) Le Ali Di Pandora e Secara Animazione presentano: l'ultimo romanzo di Giuseppe Pascali “Il sigillo del marchese” edito da Lupo Editore. Interverrà l'Autore.

Scrive la Bisconti: “Nell’era degli Instant-book riscoprire un magnifico romanzo storico come “Il sigillo del marchese” di Giuseppe Pascali edito da Lupo Editore, è un modo per tornare ad apprezzare non solo l’insostituibile bellezza della tradizione letteraria, ma anche la capacità di un autore che ha curato in modo laborioso la propria creatura. (…) L’intellettuale cavallinese ha ricostruito nelle 250 pagine del volume, impreziosito da un elegante copertina rossa con al centro un cuore, simbolo della trama del romanzo, il contesto storico e geografico attraverso dialoghi eccellenti caratterizzati da un lessico variegato e aulico, mediante descrizioni brillanti ricche di metafore, tramite frequenti latinismi e inevitabili seppur rare espressioni dialettali. Nel riportare i minuziosi dettagli della romantica storia d’amore tra don Francesco Castromediano Sanseverino e Beatrice Acquaviva d’Aragona (...) La lettura de “Il sigillo del marchese” è un susseguirsi di emozioni suscitate dalle vicende narrate egregiamente: è il 31 luglio del 1637 quando nel castello dei Castromediano di Caballino, Beatrice Acquaviva d’Aragona, chiamata donna Bice dai popolani in segno d’affetto, gemeva morente nel suo letto. Prima di andare in sposa a don Francesco Castromediano, Beatrice fu educanda nel monastero di San Marcellino a Napoli, in seguito da sposa di Dio divenne moglie di uomo aitante come il marchese che fu capitano nell’esercito del re Filippo IV di Spagna. Il loro fu un amore profondo suggellato il 25 luglio del 1627 in un matrimonio celebrato da monsignor Francesco Vincenzo Martinelli, vescovo di Conversano. (...) La gioia delle molteplici gravidanze nell’arco di dieci anni di vita coniugale indebolirono però la salute della giovane e bella Beatrice che lasciava i suoi amati figli e i devoti sudditi alla sola età di 28 anni.

(...) Malgrado la malattia “Il viso della nobildonna” scrive l’autore “era bianco come neve ma conservava una bellezza inusitata. Sembrava che Dio, attraverso quell’angelica creatura, volesse lanciare una sfida alla morte conservando fino all’ultimo respiro la dolcezza dei suoi lineamenti”. I riferimenti alla divina provvidenza, alla religione cristiana e alla fede assoluta in Dio ritornano spesso nei trenta capitoli del libro e riaffiorano anche in una frase tratta dal Vangelo di Luca, intorno alla quale ruota la vicenda: “Dov’è il vostro tesoro là è anche il vostro cuore”. Intrisa di pathos, la lettura sembra accompagnarci in un viaggio nel tempo e si ha l’impressione di ritrovarsi in quel lontano 1637 dove fra le sale del palazzo ducale si percepiva soprattutto la nobiltà d’animo dei feudatari che tanto lustro e onore hanno dato al paese in un periodo che raggiunse il massimo della completezza costituzionale e organizzativa.

 

GIUSEPPE PASCALI: Nato a Lecce nel 1970, è laureato in Materie Letterarie all'Università degli Studi di Lecce. Giornalista, scrive per 'La Gazzetta del Mezzogiorno' occupandosi di Cultura e Spettacoli ed è direttore responsabile del quotidiano online 'Salentoinlinea.it'. Ha realizzato numerosi servizi su lirica, musica sinfonica e bande musicali del Mezzogiorno d'Italia. Ha intervistato personaggi dello spettacolo tra cui Giancarlo Giannini, Katia Ricciarelli, Al Bano, Monica Guerritore, Margherita Buy, Sebastiano Somma ed Ennio Fantastichini e scrittori come Roberto Pazzi e Valerio Massimo Manfredi. Ha seguito seminari di approfondimento giornalistico con Duilio Giammaria, Antonio Caprarica (Rai 1), Piero Dorfles (Rai 3) e Salvo Sottile (Canale 5). Addetto stampa del Concorso Internazionale "Tito Schipa" per giovani cantanti lirici. Ha pubblicato con Capone Editore i saggi La banda di Lecce. Dal concerto cittadino alla Schipa-D'Ascoli (2006), Bande di Puglia. Il teatro sotto le stelle (2008), Gli Spiziotti. Storia della banda dell'Ospizio Garibaldi di Lecce (2009). Nel 2011 ha pubblicato il romanzo Il maestro della banda (Edizioni Grifo), ristampato in seconda

 
 
 

aperitivo con autore

Post n°160 pubblicato il 11 Novembre 2014 da lealidipandora
 

 

Le Ali Di Pandora - Secara Animazione

 

presentano

 

Aperitivo con Autore

 

martedì 5 agosto 2014 alle ore 18,30

 

Quanto mi dai se ti uccido?"Besa ed. (2013)

di Walter Spennato con Illustrazioni di Laurina Paperina

prefazione di Anna Mazzamauro

 

c/o Oasi Salento Residence Hotel

Via Lèucade, 2 – Strada Prov. per Melendugno-

Torre dell'Orso- Lecce ( Italy)

 

 

Martedì 5 agosto 2014 alle ore 18,30 Le Ali Di Pandora e Secara Animazione presentano presso “Oasi Salento Residence Hotel” in Via Lèucade, 2 – Strada Prov. per Melendugno- Torre dell'Orso- Lecce ( Italy) “Aperitivo con Autore” tre appuntamenti dove il libro e l'Autore saranno i protagonisti. Con“la missione di mettere i libri indesiderati nelle mani di coloro che li desiderano”.

Il primo appuntamento sarà con "Quanto mi dai se ti uccido?" Besa ed. di Walter Spennato con illustrazioni di Laurina Paperina, e la prefazione di Anna Mazzamauro, parlerà l'autore.

“Quanto mi dai se ti uccido?” è riccamente corredato da illustrazioni a colori realizzati appositamente da Laurina Paperina, mentre la prefazione è stata affidata alla nota attrice Anna Mazzamauro. Nella lettura spesso cerchiamo consolazione, relax, ma non è questo il caso. «E se cerchi di essere rassicurato dalla lettura – scrive la Mazzamauro – sarai invece provocato». Questo libro è il buco della serratura di Norman Bates, il frigorifero di Patrick Bateman. Certo, un po’ meno gotico e molto più ironico.

Scrive Angela Leucci: «Mi chiamò segaiolo, prima di segarla». È questo uno dei racconti contenuti nella raccolta "Quanto mi dai se ti uccido?", terza opera di Walter Spennato, già pièce teatrale, per i tipi di Besa.

È difficile cercare gli attributi per questo volume. È una stilettata. È un colpo al cuore e un colpo ai reni, come quando morì la baronessa di Carini. È un flash continuo che ti invoglia a leggere.

Nella banalità della cronaca che ripete assassini e crimini efferati, e te li racconta come si parlasse della lista della spesa, Spennato rende palese la brutalità in maniera assolutamente spontanea e irriverente. Nelle sue parole il sorriso non è qualcosa che inacidisce sulle labbra, piuttosto qualcosa che passa direttamente al cervello, come una scossa elettrica, spingendo il lettore a ragionare sul senso che ha assunto la corrente pulp oggi (e la deriva pulp della realtà stessa).

Spennato si fa eleggere principe di una beffa, che ci vorrebbe sensibili, e invece così non è: siamo più cinici, tutto ci scivola da dosso, come un lenzuolo cosparso del sangue delle vittime e portato in una lavanderia a gettoni. La sua è una prosa breve, che scorre, ma non per questa è scevra di sorprese che più che catturarti ti assalgono, non ti lasciano scampo, come in quegli incubi in cui è impossibile trovare via d’uscita.

 

 

WALTER SPENNATO è nato a Gallipoli nel 1972. È dottore di ricerca in Sociologia dei fenomeni culturali e dei processi normativi presso l’Università degli Studi di Urbino.

È presidente di POLYBIUS Associazione culturale a Km0, con la quale si occupa di formazione e di organizzazione di eventi culturali a basso impatto ambientale. È responsabile del Presidio del libro di Racale. È l’ideatore di VERBA VOLANT Festival dell’Ascolto. Ha pubblicato SexNoir (2006), Piccoli omicidi del cazzo (Besa, 2008).

 

LAURINA PAPERINA è nata a Rovereto nel 1980 e vive e lavora tra Mori (Trento) e Duckland. Ha all’attivo numerose personali e collettive nazionali e internazionali (New York, Los Angeles, Parigi,

Vienna, Cape Town, Barcellona, Madrid, Stoccolma,Tokyo). Collabora anche come disegnatrice con riviste d'arte e di moda italiane e straniere

 

 
 
 

"in un fazzoletto" Aradeo Notte della cultura

Post n°159 pubblicato il 17 Settembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

  • L’Ass. “Le ali di Pandora” di Lecce presenta giorno 5 agosto alla Notte della cultura di Aradeo la collettiva “in un fazzoletto” curata da Adriano Pasquali, che presenta più di cento opere realizzate “in un fazzoletto”, letteralmente s’intende, ovvero create su altrettanti semplici fazzoletti tra i quali spiccano “i fazzoletti” dei detenuti del carcere di Opera. Scrive Luca Rota: “Non solo una mera reinterpretazione fuori dal comune del supporto artistico, ma pure una sorta di metafora del valore di esso e dell’arte stessa, in grado di offrire un certo valore – estetico, tematico, culturale, sociale persino – al fruitore anche quando “relegata” su di un supporto così apparentemente limitato e limitante… Ma, inutile dirlo, quando l’arte è di valore (e di nuovo intendo ciò in senso artistico, appunto, non certo “commerciale”!), qualsiasi pur ridotta quantità non sarà mai proporzionale alla qualità offerta! E in fondo, appunto, nemmeno al mero godimento estetico di essa”.

  • Artisti: Graziella Nistico', Giuseppe Di Cianni, Desdemona, Federico Borra, Stefano Albanese, Laura Giardino, Annamaria Todesco, Mario Flaneschi, Giuseppe Catalano, Eva Reguzzoni, Laura Baldini, Corrado Fabbri, Sam Punzina, Francesca Dainotto, Veronica Chessa, Bianca Moretti Alessandro Matteo, Rene' Pascal, Federico Anselmi, Adriano Pasquali, Marco Mapelli, Gio'ferri, Mirek Antoniewictz, Donato Di Poce, Franco Colnaghi, Giacomo Cardoni, Adriana Contarini, Davide Perego, Roberta Colombo, Paolo Rossi, Pasquale De Sensi, Maurizio L'altrella, Silvy Favero, Adelaide Muraca, Fabrizio Molinario, Andrea Albanese, Massimo Rizzoli, Paola Venezia, Fiuto, Florencia Martinez, Paolo Buzzo, Giorgio Corbetta, Adry Ciarpella, Tom Porta, Roberta Preti, Fabio Puelli, Claudia Dalla Ca Di Dio, Giuseppe Mauri, Gianna Brugnatelli, Massimo Romani, Mauro Ferrero, Stefano Serusi, Federico Marcoaldi, Antonio Massari, Alberto Figliolia, Paolo, Dino, Giuseppe Catalano, Alfredo Visconti, Antonio Conte Venturelli Enrico, Anna Simona Sicoli, Gilda Pezone, Maria Boschetti, Gabriella Corvi, Mirella Gerosa, Laura Maddalena Gerosa, Annali' Riva, Alessio Cogni, Roberta Recagni, Guido Codecasa, Elena Cattaneo, Mongobi' Bibiana Mele, Lorenzo Manenti, Susanna Brioschi, Esther Martell, Amrita Salvi, Alessandra Sisti, Carmelo Violi, Marlene Bakle, Pollo-Lorenzo Maglione, Valeria Lamele, Andrea Lacarpia, Akira Osaka, Marco Chiesa, Anna Salvadori, Serena A. Decarli, Chanel Mazzeo, Alberto Cammelli, Maria De Martino, Francesca Colombo, Luigia Cappello, Stefano Spera, Federico Basso, Sonia Cepollina, Matteo Antonini, Roberto Pesenti, Alex Pimenta, Elena Borsato, Gigi Radici, Monique Bibou, Giuseppe Fele, Gianfranco Grossi, Emanuele Perino, Rama Federico Cremonese, L.J. Bindang, Ezio Puppin, Maria Mesh, Daniela Cecere, Lucy Ghionna

 
 
 

aperitivo d'autore: Gianluca Conte

Post n°158 pubblicato il 17 Settembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

Le Ali Di Pandora e Secara Animazione

 

presentano

Aperitivo con l'Autore

mercoledì 27 agosto 2014 alle ore 18,30

 

Cani acerbi” di Gianluca Conte musicaos:ed

interviene l'Autore

 

Mercoledì 27 agosto 2014 alle ore 18,30 presso “Oasi Salento Residence Hotel” in Via Lèucade, 2 – Strada Prov. per Melendugno- Torre dell'Orso- Lecce ( Italy) sarà presentato: “Cani acerbi” di Gianluca Conte (musicaos:ed smartlit 2)

Il romanzo di Gianluca Conte, ambientato nello scenario di un Salento “invernale”, lontano dai riflettori, ci restituisce uno spaccato impietoso della realtà quotidiana alla quale siamo abituati, con disincanto nei confronti dei vari dissesti cui purtroppo ci stiamo abituando, da quello idrogeologico a quello ambientale, passando per i crimini che molto spesso vengono taciuti: “Come in una visione hitchcockiana, il mondo di Conte viene travolto da un mistero, i cani attaccano inspiegabilmente, la terra soccombe per un momento sotto la potenza della natura, l’uomo è costretto a piangere i suoi morti. Un’apocalisse momentanea che si riflette nel temperamento del libro.” (Laura Mangialardo, Il Fatto Quotidiano).

 

La collana SMARTLIT di musicaos.ed, diretta da Luciano Pagano, nasce con il proposito di raccogliere scritture legate alla narrazione e al raccontare storie, senza preclusioni di forma o genere, né limiti all’espressione che provengano dalla semplicità del dividere il mondo della scrittura nelle due categorie di narrativa e poesia. Testi unici, eterogenei, ‘precedenti’ letterari, uniti però dalla consapevolezza delle intenzioni e da una attenta cura editoriale. 

 
 
 

aperitivo d'autore: Giuseppe Pascali

Post n°157 pubblicato il 17 Settembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

Le Ali Di Pandora e Secara Animazione

presentano

Aperitivo con l'Autore

 

martedì 19 agosto 2014 alle ore 18,30

 

Il sigillo del marchese” edito da Lupo Editore

di Giuseppe Pascali

 

c/o Oasi Salento Residence Hotel

Via Lèucade, 2 – Strada Prov. per Melendugno-

Torre dell'Orso- Lecce ( Italy)

 

ingresso libero

h. 18,30

 

Martedì 19 agosto alle ore 18,30 presso “Oasi Salento Residence Hotel” in Via Lèucade, 2 – Strada Prov. per Melendugno- Torre dell'Orso- Lecce ( Italy) Le Ali Di Pandora e Secara Animazione presentano: l'ultimo romanzo di Giuseppe Pascali “Il sigillo del marchese” edito da Lupo Editore. Interverrà l'Autore.

Scrive la Bisconti: “Nell’era degli Instant-book riscoprire un magnifico romanzo storico come “Il sigillo del marchese” di Giuseppe Pascali edito da Lupo Editore, è un modo per tornare ad apprezzare non solo l’insostituibile bellezza della tradizione letteraria, ma anche la capacità di un autore che ha curato in modo laborioso la propria creatura. (…) L’intellettuale cavallinese ha ricostruito nelle 250 pagine del volume, impreziosito da un elegante copertina rossa con al centro un cuore, simbolo della trama del romanzo, il contesto storico e geografico attraverso dialoghi eccellenti caratterizzati da un lessico variegato e aulico, mediante descrizioni brillanti ricche di metafore, tramite frequenti latinismi e inevitabili seppur rare espressioni dialettali. Nel riportare i minuziosi dettagli della romantica storia d’amore tra don Francesco Castromediano Sanseverino e Beatrice Acquaviva d’Aragona (...) La lettura de “Il sigillo del marchese” è un susseguirsi di emozioni suscitate dalle vicende narrate egregiamente: è il 31 luglio del 1637 quando nel castello dei Castromediano di Caballino, Beatrice Acquaviva d’Aragona, chiamata donna Bice dai popolani in segno d’affetto, gemeva morente nel suo letto. Prima di andare in sposa a don Francesco Castromediano, Beatrice fu educanda nel monastero di San Marcellino a Napoli, in seguito da sposa di Dio divenne moglie di uomo aitante come il marchese che fu capitano nell’esercito del re Filippo IV di Spagna. Il loro fu un amore profondo suggellato il 25 luglio del 1627 in un matrimonio celebrato da monsignor Francesco Vincenzo Martinelli, vescovo di Conversano. (...) La gioia delle molteplici gravidanze nell’arco di dieci anni di vita coniugale indebolirono però la salute della giovane e bella Beatrice che lasciava i suoi amati figli e i devoti sudditi alla sola età di 28 anni.

(...) Malgrado la malattia “Il viso della nobildonna” scrive l’autore “era bianco come neve ma conservava una bellezza inusitata. Sembrava che Dio, attraverso quell’angelica creatura, volesse lanciare una sfida alla morte conservando fino all’ultimo respiro la dolcezza dei suoi lineamenti”. I riferimenti alla divina provvidenza, alla religione cristiana e alla fede assoluta in Dio ritornano spesso nei trenta capitoli del libro e riaffiorano anche in una frase tratta dal Vangelo di Luca, intorno alla quale ruota la vicenda: “Dov’è il vostro tesoro là è anche il vostro cuore”. Intrisa di pathos, la lettura sembra accompagnarci in un viaggio nel tempo e si ha l’impressione di ritrovarsi in quel lontano 1637 dove fra le sale del palazzo ducale si percepiva soprattutto la nobiltà d’animo dei feudatari che tanto lustro e onore hanno dato al paese in un periodo che raggiunse il massimo della completezza costituzionale e organizzativa.

 

 

GIUSEPPE PASCALI: Nato a Lecce nel 1970, è laureato in Materie Letterarie all'Università degli Studi di Lecce. Giornalista, scrive per 'La Gazzetta del Mezzogiorno' occupandosi di Cultura e Spettacoli ed è direttore responsabile del quotidiano online 'Salentoinlinea.it'. Ha realizzato numerosi servizi su lirica, musica sinfonica e bande musicali del Mezzogiorno d'Italia. Ha intervistato personaggi dello spettacolo tra cui Giancarlo Giannini, Katia Ricciarelli, Al Bano, Monica Guerritore, Margherita Buy, Sebastiano Somma ed Ennio Fantastichini e scrittori come Roberto Pazzi e Valerio Massimo Manfredi. Ha seguito seminari di approfondimento giornalistico con Duilio Giammaria, Antonio Caprarica (Rai 1), Piero Dorfles (Rai 3) e Salvo Sottile (Canale 5). Addetto stampa del Concorso Internazionale "Tito Schipa" per giovani cantanti lirici. Ha pubblicato con Capone Editore i saggi La banda di Lecce. Dal concerto cittadino alla Schipa-D'Ascoli (2006), Bande di Puglia. Il teatro sotto le stelle (2008), Gli Spiziotti. Storia della banda dell'Ospizio Garibaldi di Lecce (2009). Nel 2011 ha pubblicato il romanzo Il maestro della banda (Edizioni Grifo), ristampato in seconda  

 
 
 

aperitivo d'autore: Walter Spennato

Post n°156 pubblicato il 17 Settembre 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

Le Ali Di Pandora e Secara Animazione

 

 

presentano

Aperitivo con l'Autore

martedì 5 agosto 2014 alle ore 18,30

Quanto mi dai se ti uccido?"Besa ed. (2013)

di Walter Spennato con Illustrazioni di Laurina Paperina

prefazione di Anna Mazzamauro

 

c/o Oasi Salento Residence Hotel

Via Lèucade, 2 – Strada Prov. per Melendugno-

Torre dell'Orso- Lecce ( Italy)

 

 

Martedì 5 agosto 2014 alle ore 18,30 presso “Oasi Salento Residence Hotel” in Via Lèucade, 2 – Strada Prov. per Melendugno- Torre dell'Orso- Lecce ( Italy) sarà presentato: "Quanto mi dai se ti uccido?" Besa ed. di Walter Spennato con illustrazioni di Laurina Paperina, e la prefazione di Anna Mazzamauro, parlerà l'autore.

“Quanto mi dai se ti uccido?” è riccamente corredato da illustrazioni a colori realizzati appositamente da Laurina Paperina, mentre la prefazione è stata affidata alla nota attrice Anna Mazzamauro. Nella lettura spesso cerchiamo consolazione, relax, ma non è questo il caso. «E se cerchi di essere rassicurato dalla lettura – scrive la Mazzamauro – sarai invece provocato». Questo libro è il buco della serratura di Norman Bates, il frigorifero di Patrick Bateman. Certo, un po’ meno gotico e molto più ironico.

Scrive Angela Leucci: «Mi chiamò segaiolo, prima di segarla». È questo uno dei racconti contenuti nella raccolta "Quanto mi dai se ti uccido?", terza opera di Walter Spennato, già pièce teatrale, per i tipi di Besa.

È difficile cercare gli attributi per questo volume. È una stilettata. È un colpo al cuore e un colpo ai reni, come quando morì la baronessa di Carini. È un flash continuo che ti invoglia a leggere.

Nella banalità della cronaca che ripete assassini e crimini efferati, e te li racconta come si parlasse della lista della spesa, Spennato rende palese la brutalità in maniera assolutamente spontanea e irriverente. Nelle sue parole il sorriso non è qualcosa che inacidisce sulle labbra, piuttosto qualcosa che passa direttamente al cervello, come una scossa elettrica, spingendo il lettore a ragionare sul senso che ha assunto la corrente pulp oggi (e la deriva pulp della realtà stessa).

Spennato si fa eleggere principe di una beffa, che ci vorrebbe sensibili, e invece così non è: siamo più cinici, tutto ci scivola da dosso, come un lenzuolo cosparso del sangue delle vittime e portato in una lavanderia a gettoni. La sua è una prosa breve, che scorre, ma non per questa è scevra di sorprese che più che catturarti ti assalgono, non ti lasciano scampo, come in quegli incubi in cui è impossibile trovare via d’uscita.

 

 

WALTER SPENNATO è nato a Gallipoli nel 1972. È dottore di ricerca in Sociologia dei fenomeni culturali e dei processi normativi presso l’Università degli Studi di Urbino.

È presidente di POLYBIUS Associazione culturale a Km0, con la quale si occupa di formazione e di organizzazione di eventi culturali a basso impatto ambientale. È responsabile del Presidio del libro di Racale. È l’ideatore di VERBA VOLANT Festival dell’Ascolto. Ha pubblicato SexNoir (2006), Piccoli omicidi del cazzo (Besa, 2008).

 

LAURINA PAPERINA è nata a Rovereto nel 1980 e vive e lavora tra Mori (Trento) e Duckland. Ha all’attivo numerose personali e collettive nazionali e internazionali (New York, Los Angeles, Parigi,

Vienna, Cape Town, Barcellona, Madrid, Stoccolma,Tokyo). Collabora anche come disegnatrice con riviste d'arte e di moda italiane e stranier

 


 
 
 

La notte Ercolana

Post n°155 pubblicato il 24 Luglio 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

LA NOTTE ERCOLANA: LA NOTTE BIANCA DI ERCHIE

 

 

Sabato 26 luglio 2014 ad Erchie la Notte Ercolana. Per il settimo anno consecutivo, si rinnova l’appuntamento con la Notte Bianca che nelle passate edizioni ha richiamato migliaia di presenze. Grazie all’impegno della Pro loco, con il patrocinio del comune di Erchie, GAL Terre del Primitivo e Banca di Credito Cooperativo Cassa Rurale ed Artigiana di Erchie, anche quest’anno è previsto un vasto e variegato programma di eventi e attrazioni proposte.

 In Via Grassi (dalle ore 22.00):

  • Wishing well – concerto nei pressi dell'Absinthe Bar;

  • Spettacolo musicale nei pressi dei “Bar Morley” e “Bar Chiosco”;

  • The sixty beat (anni 60 italiani riarrangiati in chiave reggae e ska) – musica nei pressi del Quattro Quarti Sound Cafè.

  • Mostra “in un fazzoletto” - collettiva curata da Adriano Pasquali, che presenta più di cento opere realizzate "in un fazzoletto", letteralmente s'intende, ovvero create su altrettanti semplici fazzoletti tra i quali spiccano "i fazzoletti" dei detenuti del carcere di Milano. Questa mostra è realizzata grazie alla collaborazione dell’Ass. “Le ali di Pandora” di Lecce.

 
 
 

Narrazione a colori

Post n°154 pubblicato il 24 Luglio 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 “Le Ali di Pandora”

presentano la mostra

Narrazione a colori

di Elena Adriana Valcea

vernissage venerdì 25 luglio 2014 ore 20,30

V.le Giovanni Paolo II Ang. Via Pistoia (Centro Polifunzionale Kolbe)- Lecce – Italy

Venerdì 25 luglio si inaugura a Lecce la mostra “Narrazione a colori” di Elena Adriana Valcea curata da Mario Calcagnile presso la sede di Le Ali di Pandora in V.le Giovanni Paolo II Ang. Via Pistoia (Centro Polifunzionale Kolbe).

Scrive Mario Calcagnile “La colomba, il firmamento, le acque la luce, la volta celeste, i pesci, gli uccelli e tutte le specie animali, Adamo ed Eva, con in fine Il peccato originale…

Le opere di Elena Adriana Valcea, rappresentano una narrazione della creazione tra espressioni creative a volte astratte e a volte simboliche, (tratte dalle rappresentazioni espresse nelle iconografie bizantine), che riportano agli affreschi di alcuni antichi monasteri situati nella regione della Bucovina in Romania.

Romania, terra dalla quale l’artista proviene portando con se un bagaglio umano e culturale unito a una preparazione artistica che pur risentendo di influssi internazionali, conserva l’essenza di una cultura peculiare del suo paese.

Elena Adriana Valcea è docente di arte e grafica, presso l’istituto per gli studi d’arte, in Slatina, ha precedentemente studiato presso la prestigiosa Accademia di Belle Arti di Timisoara in Romania, e nella sua attività artistica si occupa tra l’altro di art Workshop e happening artistici.

Abbiamo già visto l’artista coinvolta nel Salento con una partecipazione al simposio internazionale di pittura che si è tenuto a Gallipoli nel 2013. Le opere presenti in questa mostra fanno parte di una produzione che l’artista ha realizzato in una sua permanenza in Puglia, e non si mancherà di notare come, oltre a simboli che fanno parte della sua cultura bizantina e ortodossa, ella abbia saputo inoltre incastonare e coniugare al contempo e con sapienza dei simboli antichissimi rappresentati sui nostri trulli di Alberobello che lei ha saputo cogliere e trarre viaggiando nel sud della nostra Italia.

Apprezzabile questa volontà di intendere il suo fare artistico nel desiderio di esprimersi sapendo mantenere unite visioni e simboli dalle differenti radici culturali.”

 
 
 

2 International Exhibitions

Post n°153 pubblicato il 05 Giugno 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

 

Le Ali di Pandora”

 

presentano

2 International Exhibitions

collettiva di arte contemporanea

 

dal 13 al 18 giugno 2014

espongono

Nina Inkari FINLANDIA, Marcel Corober RUSSIA, Ana Asavei Pietraru ROMANIA, Olga Fomina RUSSIA, Costica Onuta ROMANIA, Cristina Chetari MOLDAVIA, Donatello Pisanello ITALIA, Valentina Bancoveanu MOLDAVIA, Mario Calcagnile ITALIA, Roman Kharevsky REP. CECA, Stefania Rizzo ITALIA , Anna Ravliuc UCRAINA , Fabiana Luceri ITALIA, Donato Giannuzzi ITALIA, Tamar Minashvili UCRAINA, Michele di Leo ITALIA, Dimitar Velichkov BULGARIA

 

V.le Giovanni Paolo II Ang. Via Pistoia (Centro Polifunzionale Kolbe)- Lecce – Italy

 

vernissage venerdì 13 giugno 2014 ore 20,30

ore 10/12; 18/20,30

ingresso libero

Venerdì 13 giugno si inaugura a Lecce la prima tappa della mostra “2 International Exhibitions” curata da Mario Calcagnile presso la sede di Le Ali di Pandora in V.le Giovanni Paolo II Ang. Via Pistoia (Centro Polifunzionale Kolbe). La seconda tappa sarà inaugurata giovedì 19 giugno presso lo spazio espositivo Gallery del “Cenacolo della tradizione” in via XX settembre sempre a Lecce.

17 artisti per “2 International Exhibitions” dove a sei artisti salentini si uniscono undici artisti dei paesi dell'Est Europa, un incontro, questo, pittorico e umano voluto dall'artista salentino Mario Calcagnile che con queste due mostre intende saldare i collegamenti culturali tra artisti e territori che a lungo, se pur vicini, sono rimasti lontani. Nelle opere di questi “glob trotter”, già operativi nel nostro Salento, si possono cogliere le atmosfere della nostra terra, al di la delle interpretazioni stilistiche.

 

 

 

 
 
 

Alice non sa ... Peter sì

Foto di lealidipandora

 

Le Ali di Pandora” in collaborazione con “Piscina Comunale - Spaziodarteincopisteria” e “Art and Ars Gallery”

 

presentano

 

Alice non sa… Peter sì

mostra di arte contemporanea

 

dal 17 al 31 maggio 2014

espongono

Mirek Antoniewicz, Matilde De Feo, Emilio D'Elia, Michele Giangrande, Laboratorio Saccardi (Vincenzo Profeta, Marco Barone), Maurizio L’Altrella, Adriano Pasquali, René Pascal, Giuseppe Stellato, Paula Sunday, Paola Zampa.

 

Palazzo Vernazza Castromediano - Lecce, Italy

Via Palazzo dei Conti di Lecce

 

vernissage sabato 17 maggio 2014 ore 19,30

ore 10/12; 18/20,30

ingresso libero

catalogo in galleria

L’Associazione “Le Ali di Pandora” di Lecce in collaborazione con “Art and Ars Gallery” di Galatina e “Piscina Comunale” di Milano propongono la mostra Alice non sa… Peter , progetto a cura di Katia Olivieri.

 

La mostra si articola liberamente fra generi e media in un insieme organico che trova la sua più degna realizzazione nello scenario di Palazzo Vernazza Castromediano a Lecce, dal 17 al 31 maggio 2014.

 

La mostra è strutturata liberamente fra generi e media in un insieme organico, 11 sale per 11 artisti: Mirek Antoniewicz (Bratislava) - Matilde De Feo (Napoli) - Emilio D'Elia (San Pietro Vernotico - Brindisi) - Michele Giangrande (Bari) - Laboratorio Saccardi: Vincenzo Profeta, Marco Barone (Palermo) - Maurizio L’Altrella (Sesto San Giovanni - Milano) - Adriano Pasquali (Milano) - René Pascal (Milano) - Giuseppe Stellato (Napoli) - Paula Sunday (Napoli) - Paola Zampa (Roma).

 

Un interessante incontro fra autori contemporanei che ci riporterà, grazie al gesto artistico, a quell’età che con il tempo si dimentica: l'infanzia. La prospettiva della fiaba romantica è completamente rovesciata: agli artisti la possibilità di raccontare un mondo interiore, tanto personale quanto idealizzato o dis/incantato, perché Alice non sapeva, Peter sì, ma potrebbe esser vero il suo esatto contrario.

 

La mostra “Alice non sa …Peter sì” si pone come obiettivo di avvicinare il pubblico all'arte contemporanea: grazie alla presenza di vari linguaggi, dalla fotografia all’installazione alla pittura ai video di artisti emergenti e altri già noti sul panorama nazionale ed internazionale, si proporranno nuovi percorsi per osservare e interpretare la realtà. Ma un'opera d'arte rappresenta anche un'occasione per conoscere il mondo in un'ottica nuova, addirittura di reinventarlo; crediamo che ogni evento culturale abbia come scopo finale arricchire ed educare il pubblico più diverso oltre che interrogarsi sul significato e il senso dell’infanzia e della difficoltà di diventare adulti. Obiettivo del nostro metodo è accompagnare il visitatore in un'esperienza che stimoli la capacità di stupirsi, l'abitudine a interpretare, la voglia di esprimersi e soprattutto sensibilizzare sulle problematiche dell'infanzia e la necessità di capire l'altro, perché la città accoglie spazi e l’animo d’ogni innocente, che dimentichiamo e spesso si consuma l’abominio e l’eccesso sulla carne pensante del nostro domani. Il futuro è occhi fanciulli.

 

In questo intento si indirizza la collaborazione tra le realtà organizzatrici e la curatela, in una sinergia mirata alla tutela e valorizzazione della persona, dei più deboli, attraverso i linguaggi dell'arte con un'attenzione particolare alla legge dell'ONU del 20 novembre 1959 che sancisce Il Diritto del Fanciullo.

 

Contestualmente sarà allestita una collettiva curata da Adriano Pasquali, che presenta più di cento opere realizzate “in un fazzoletto”, letteralmente s’intende, ovvero create su altrettanti semplici fazzoletti tra i quali spiccano “i fazzoletti” dei detenuti del carcere di Milano. Scrive Luca Rota: “Non solo una mera reinterpretazione fuori dal comune del supporto artistico, ma pure una sorta di metafora del valore di esso e dell’arte stessa, in grado di offrire un certo valore – estetico, tematico, culturale, sociale persino – al fruitore anche quando “relegata” su di un supporto così apparentemente limitato e limitante… Ma, inutile dirlo, quando l’arte è di valore (e di nuovo intendo ciò in senso artistico, appunto, non certo “commerciale”!), qualsiasi pur ridotta quantità non sarà mai proporzionale alla qualità offerta! E in fondo, appunto, nemmeno al mero godimento estetico di essa”.

 

Web partner: I MOVE PUGLIA.TV

Ringraziamo gli sponsor: Fidelpol, Asiagem, Cemèra, R2,BB al Duomo,L'Orecchietta

 
 
 

SCAPIGLIATA- Festa di Primavera al Parco del Rauccio

Post n°151 pubblicato il 24 Marzo 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

"SCAPIGLIATA" - La Festa di Primavera al Parco di Rauccio

 

Domenica 30 marzo è Festa di Primavera al Parco di Rauccio.

E' la stagione del risveglio, il momento migliore per visitare il parco e per conoscereFillirea, il Centro di Esperienza appena costituito dall' Ente Parco del Comune di Lecce.

 

Il menù di "SCAPIGLIATA" è ricco e goloso: escursioni, visite guidate, bicitrekking, nordic walking e altre attività outdoor, osservazione del sole con speciali telescopi filtrati, aperitivo di prodotti tipici, giochi e lezioni di aquiloni, performance teatrali, laboratori naturalistici e ornitologia; tutto all'insegna della conoscenza e della tutela della Natura

 

La Coperativa Terradimezzo insieme a tutte le associazioni amiche e partner dell'iniziativa, Le Ali di Pandora, Seyf, Legambiente Monteroni, EstremaOutdoor, Gruppo Astrofili Salentini e Nomofazù, vi dà appuntamento domenica 30 marzo dalle 10:30 alle 18:30 al Parco di Rauccio. 

 

Info. Cooperativa Terradimezzo: 3339855341 - 3470041896

www.coopterradimezzo.it

 


Scapigliata

 
 
 

Giornata Mondiale della poesia: “Perchè i poeti nel tempo della parola funzionale?”

Post n°150 pubblicato il 19 Marzo 2014 da lealidipandora
 
Foto di lealidipandora

L'UNESCO ha dichiarato il 21 marzo GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA, pertanto, allo scopo di essere presenti anche noi e condividere la passione per la poesia, le tre associazioni ITES, Le Ali di Pandora e Vitruvio, hanno organizzato l'incontro “Perchè i poeti nel tempo della parola funzionale?” per il Giorno 21 marzo 2014, con inizio alle ore 19:00 presso la sede della ITES Milella ubicata in Via Sozy Carafa N. 74 – Lecce.

Interverranno: Dario Cillo, Salvatore Colazzo, Ennio De Bellis, Francesco Salvatore Latturolo, Carlo Alberto Augeri. Tutte le poetesse ed i poeti, ma anche scrittrici e scrittori di prosa che interverranno, Potranno Declamare Versi Propri o di altri poeti alterandosi ai relatori.

 

A fine serata i Tamburellisti di Otranto ci delizieranno con le loro sonorità popolari.  

 
 
 
Successivi »
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

FACEBOOK

 
 

chi siamo

L’associazione “Le Ali di Pandora”, nata il 21 marzo del 2009, svolge attività socio – artistico – culturale nel rispetto dei diritti della persona umana con particolare attenzione alle donne, ai giovani ed a tutti i soggetti deboli e discriminati attraverso la valorizzazione di tutti i fermenti sociali in tutte le sue espressioni: scienze, arti, cultura, religione, musica, teatro, moda, attività, sport, servizi, turismo, enogastronomia, in ogni campo dello scibile umano. Interesse dell'Associazione è di "agire" nei luoghi e sui luoghi quindi collabora con ciò che più stimola le operatrici culturali che l'hanno costituita e che da anni lavorano e producono eventi e situazioni "in motion".

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

lumil_0lealidipandoralibelluladelfioredesaix62lacey_munrorocky2013comelunadinonsolopolbelladinotte16oscardellestelleforever_green3energiasensualeelioscarcigliadash2ver.cardinaleheart.butterfly
 

Ultimi commenti

Autonoleggio Alghero
Inviato da: autonoleggio_alghero
il 31/08/2014 alle 21:29
 
testo e musica molto belli <a...
Inviato da: autonoleggio_alghero
il 31/08/2014 alle 21:25
 
splendida opera!
Inviato da: bigpuffo1
il 14/05/2013 alle 16:46
 
Ciao sono io malato oppure .... ????
Inviato da: bigpuffo1
il 14/05/2013 alle 16:46
 
 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom