Creato da est.la.belle.epoque il 08/12/2010

...fini la comédie

il est temp de rouvrir le rideau...*Blog dedicato all'arte ed alla cultura in ogni sua sfumatura....Una redazione forte e solidale pronta a postare con gusto e conoscenza. Uno scrigno di solidarietà, di stima e di affetto*

 

MARZO

Post n°776 pubblicato il 01 Marzo 2015 da UnaVocedaiContinenti

 

 

Quando la "Primavera" si realizza in....
parole che giungono da lontano
per dare una appoggio
ad un nuovo inizio...ad una nuova primavera
perché questo Marzo sia dissonante
che sia tutto il contrario di ciò che è stato
che porti con se festività vecchie e nuove
giusto appunto un inno alla Primavera !!!



Stracolme di emozioni
siamo qui con Voi ancora una volta
per impressionarvi ...meravigliarvi
stupirvi con un post che gocciola
di colori e amore...
e con tanta voglia di tornare a sorridere



La nostra Padrona di casa (Amica adorabile)
ci ha invitate ...
quale omaggio si può fare in tale occasione ?
Se non un sprigionare di colori...
liberare le nostre anime nel cielo
aprirle al nuovo...
abbiamo pensato che la cosa più gradita
sarebbe stata di radunarVi Tutti qui...
attorno a questo post
per iniettarVi un po' di serenità
da chi davvero non ne ha più....
ma cerchiamo disperatamente
un'elisir per iniettarcelo nel cuore
e l'unico che abbiamo trovato
è......la vostra Amicizia !



Abbiamo cercato tanto nella nostra mente...
ci siamo incoraggiate a vicenda....
abbiamo letto tutto e di più...
abbiamo giocato..con giochi stanca-cervelli
ma la pace che trovavamo era sempre
nella relazione tra di noi ...nella nostra voce
allora voglia che questa voce
non sia persa nel nulla....



E così l'abbiamo cercata
tra le righe di poesie ...racconti ..
informazioni più o meno interessanti
ma sempre grondanti d'amore..
ed è per questo che lo vogliamo condividere con Voi
per donarlo a Liliana
iniziando da brandelli di poesie
prese dal web...da poeti sconosciuti
ma non per questo meno importanti
...ma anche qualcosa di Mina
queste frasi ...
ci hanno fatto meditare e sognare...
e....amare la vita !





....... che il mese di marzo una volta era composto da 28 giorni e aprile da 33 giorni....finito febbraio iniziò marzo con il suo tempo sempre incerto, un giorno pioveva e faceva freddo, il giorno successivo c'era sole e caldo......ma quando marzo arrivò vide una vecchietta e s'innamorò di lei.
Le chiese di sposarla ma la vecchina rispose di no perchè "marzu ha statu sempri tintu", cioè marzo è stato sempre cattivo....ci volevano pochi giorni per poter completare il mese e marzo non era ancora riuscito a convincere la vecchietta la quale lo rifiutava in continuazione sempre con la stessa motivazione.
Marzo, parlò con suo fratello aprile chiedendogli di prestargli tre giorni per fare morire la vecchietta che tanto lo disprezzava....il fratello gli prestò i giorni e furono talmente tanto freddi che la vecchia morì rimanendo "'mpassuluta" (come l'uva passa, stecchita, secca).







La Primavera aveva tre figli: Marzo, Aprile e Maggio.
Aprile e Maggio erano sempre allegri e simpatici, Marzo invece cambiava sempre d'umore e godeva nel fare dispetto alla gente. [...] Ma la Primavera aveva una vera predilezione per il suo figlio maggiore e non lo rimproverava mai. [...] Ai tre ragazzi la madre lasciava, per un mese ciascuno, il governo dei venti e quando era il momento di Marzo nessuno riusciva a capire più nulla e il sole e le bufere, e il bel tempo e la burrasca si alternavano senza sosta. Un bel giorno la madre disse: «Senti Marzo mio, per tutto l'inverno ho messo da parte tanta biancheria sporca e ora devo proprio lavarla; per favore fammi qualche giorno di bel tempo e di sole forte così posso andare al fiume e asciugare i panni presto». «Certo mamma!», rispose Marzo, «domani ci sarà un tempo bellissimo e voi potrete lavare i panni che vorrete». L'indomani il cielo era limpido, il sole splendeva e un lieve venticello portava il profumo dei fiori in boccio. La Primavera cominciò il suo lavoro: andò al fiume, lavò e stese i panni sui prati verdi e le candide lenzuola splendevano al sole di mezzogiorno. Tutto era tranquillo, ma Marzo affacciandosi un momento non riuscì a resistere al desiderio di fare uno scherzo alla madre che ancora risciacquava nelle acque tiepide del fiume. Si alzò dunque un forte vento di maestrale che cominciò a far volare lenzuola, tovaglie e fazzoletti, mentre la povera Primavera, coi capelli al vento, cercava disperatamente di rincorrerli.
da....Guida insolita della Calabria



ed ora un po' di Mina....

Marzo
....quando le ali si spiegano
in volo arcaico...
dove ieri poi non sarà
che il mio domani
il vento di marzo
piega i miei pensieri
si scioglie al primo sole 
il gelo nel cuore
tepori desiderati
temuti e agognati
ora più che mai
cerco la vita
tra la nevi eterne
per morire
sul primo filo d'erba
che avrà coraggio
di tornare a sorridere
al sole
.....di Mina





 

 
 
 
Successivi »
 

CONTATTA L'AUTORE

Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 63
Prov: EE
 

AREA PERSONALE

 

COPYRIGHT

       I testi di questo blog
     sono protetti da copyright

 

      

           certificato  di dichiarazione
                      diritto d'autore

   

 ****************

Per sempre con me...

         con noi...