Community
 
licsi35pe
   
 
Creato da licsi35pe il 09/03/2012

SENZA PRETESE

...secondo la giornata...

 

Passione... Resurrezione

Post n°210 pubblicato il 18 Aprile 2014 da licsi35pe

DOMENICA. 20 APRILE... GIORNO GIOIOSO...
RESURREZIONE DI NOSTRO SIGNORE!

AUGURI SINCERI A TUTTI, DI BUONE SPERANZE E DI OGNI PACE!
OGNI CUORE L'ANELA, PER SE STESSI E PER IL MONDO INQUIETO.

Con fraterno affetto...licia

 =*=*=*=*=*=*=*=*=*=*
=*=*=*=*=*=*=

-

...Venuti però da Gesù, vedendo che era già morto, non gli spez­zarono le gambe, ma uno dei soldati con una lancia gli colpì il fianco, e subito ne uscì sangue e acqua:
Sorgente di Misericordia
per noi e per il mondo intero.
 

=*=*=*=*=*=*=*=*=*=*
=*=*=*=*=*=*=

                             

 
 
 

vi piacerebbe?

Post n°209 pubblicato il 14 Aprile 2014 da licsi35pe

Nel bel mezzo del fiume Drina, in Serbia, sorge una casa solitaria: una posizione decisamente insolita, ma ideale per chi vuole stare a contatto con la natura e vuole la sua privacy, lontano dal mondo.
La casa è stata costruita nel 1968...“non è stato un lavoro facile, dice il propreitario, ma ce l’ho fatta, con l’aiuto dei miei amici”. Il tutto è nato dall'idea di un gruppo di ragazzi che voleva prendere il sole ma siccome la roccia era scomoda, hanno deciso di portare delle assi di legno. E poi, dopo le assi sono arrivati i muri.

-

casa in mezzo al lago

--

La posizione è pittoresca ma non priva di inconvenienti: più di una volta la casa è stata quasi distrutta dalle piene del fiume, ed è stato necessario ricostruirla quasi da zero. Le foto della casa sono state pubblicate su National Geographic e la casa in mezzo al fiume è diventata una meta turistica, ma è già da quando è stata costruita che attrae curiosi da tutta la regione. Peccato che la privacy sia andata a farsi benedire...forse a beneficio della tasca? Chissà...non l'hanno detto. Piacerebbe anche a me starci per un fine settimana, ma se il fiume mi va in "piena"? meglio il mio piccolo appartamentino, il contatto con la natura lo avrò curando i miei fiori sul terrazzino, e gustando dei loro stupendi colori....anche accontentarsi è una gran virtù...^__^

 
 
 

stranezze dal mondo

Post n°208 pubblicato il 08 Aprile 2014 da licsi35pe

Il corpo mummificato di un uomo, Milan Dzombic un serbo di 76 anni, a quanto pare era morto da più di un anno, è stato recuperato ancora seduto sul water nella sua casa a Belgrado. I servizi di emergenza hanno fatto irruzione nella proprietà dopo che un tubo rotto aveva allagato l’appartamento sottostante. L’uomo era un tipo solitario ed è questo il motivo per cui nessuno lo aveva cercato.
L’affitto dell’appartamento veniva automaticamente riscosso tramite banca, con l’accredito della pensione, quindi non c’era motivo di sospettare che qualcosa non andasse.

Teramo - Era andato dalla maga per sapere una cosa sola: quale delle tre fidanzate sposare. Ma la chiromante prima che lui potesse porle il quesito ha iniziato a leggere la sua vita nella sfera di cristallo, senza azzeccarne una, e lui all'idea di sborsare 200 euro  per previsioni fasulle ha preso la sfera e gliel'ha fracassata in testa.
La sfortunata veggente è una romana di trentasei anni, il cliente irascibile un imprenditore di Teramo afflitto da troppe fidanzate.  La maga ha cominciato la lettura con le sue gaffe: Guai con la moglie( ma lui non è mai stato sposato) problemi finanziari (è facoltoso industriale), quando però gli ha detto che un malocchio aveva minato la sua virilità, ( tre fidanzate) è balzato in piedi ha afferrato la sfera  e ha colpito la veggente mandandola all'ospedale.

Bucarest - Una giovane romena di diciotto anni, dichiarata clinicamente morta, è improvvisamente resuscitata quando un guardiano dell'obitorio necrofilo ha cercato di abusare del suo cadavere. L'incredibile episodio è stato riferito dalla stampa romena. Il dottore ha raccontato che la ragazza era stata trovata priva di conoscenza dopo che aveva ingerito alcol e sonniferi in dosi eccessive. I medici dell'ospedale ne avevano diagnosticato il decesso per arresto cardiaco e il corpo era stato posto in una cella frigorifera in attesa dell'autopsia.Ma la morta è improvvisamente tornata in vita non appena Dan guardiano dell'obitorio e necrofilo (quando si dice l'uomo giusto al posto giusto...) ha cercato di avere un rapporto sessuale con il cadavere. Appena ha visto il corpo muoversi e riprendere vigore, il violentatore terrorizzato è svenuto di colpo: e questo ha facilitato il suo arresto. I genitori della ragazza, però hanno chiesto la sua libertà perchè aveva loro reso la figlia, ormai perduta.

 

                                               CIAO

 
 
 

buon fine settimana

Post n°207 pubblicato il 04 Aprile 2014 da licsi35pe

 

Un'elefantessa e un cane che giocano insieme? Proprio così. Bubbles e il labrador Bella vivono insieme nel parco chiamato "The rare species fund" nella California del Sud. I due sono amici inseparabili e l'elefante adora tirare la palla a Bella, che puntualmente, gliela riporta indietro. Fanno persino il bagno insieme. Bubbles rimasta orfana dopo che il suo branco era stato sterminato da cacciatori d'avorio, è stata cresciuta dai guardiani del parco dove ha conosciuto la sua amica Bella. Ora l'elefantessa ha 30 anni e pesa circa 4 tonnellate. E' diventata anche una star della tv e ha recitato in Ace Ventura II. (RCD - Corriere Tv)

-

-

                                                    C I A O!!

 
 
 

aprile

Post n°206 pubblicato il 01 Aprile 2014 da licsi35pe

Il “pesce d’aprile” è il nome dello scherzo tradizionalmente associato al primo giorno di aprile, il “giorno degli scherzi”, celebrato soprattutto in Europa ma diffuso in tutto il mondo. Nella maggior parte delle culture antiche si tenevano in questo periodo riti o feste di “rinascita” per festeggiare la fine della stagione invernale e l’inizio della stagione primaverile, feste a cui il “giorno degli scherzi” sembra collegato.
Il Pesce d'Aprile ha un'origine piuttosto misteriosa, tanto che sulle sue origini è nata una leggenda che coinvolge addirittura Antonio e Cleopatra!
Sembra infatti che il primo pesce d'aprile risalga al 40 a. C. addirittura a Cleopatra, quando sfidò Marco Antonio a una gara di pesca. In quell'occasione infatti, il generale romano tentò di fare il furbo, incaricando un servo di attaccare all'amo una grossa preda che lo avrebbe fatto vincere, ma la Regina, scoperto il piano, diede ordine di far abboccare un grosso finto pesce in pelle di coccodrillo.
In Italia l'usanza del pesce d'Aprile risale al 1860 e fu Genova la prima città dove si sviluppò la tradizione. Ma perché l’animale scelto è stato il pesce?
Molto probabilmente perché la Luna entra nella Costellazione dei Pesci.
Ecco svelato l'arcano dell'usanza di attaccare sulla schiena di un ignaro soggetto un pesce di carta!

-

-

 

...E GIOIOSA

SETTIMANA CON UN ABBRACCIO A
TUTTI!

 

 

 
 
 

che ne pensate?

Post n°205 pubblicato il 27 Marzo 2014 da licsi35pe

Leggendo nel web, si trovano frasi famose, citazioni lepiù varie per ogni argomento...ecco, i sono soffermata su questa, perchè mi è parsa diversa:

L'uccello ha il nido..il ragno la tela...l'uomo l'amicizia
W. Blake

Che strano questo confronto tra animali e l'uomo...
L'uccello e il ragno vedono la loro "sicurezza" in ciò che essi stessi hanno costruito ma l'uomo nell'amicizia vive nella fantastica speranza di un qualcosa che può essere fallace...
E' pur vero che il nido può venir meno per l'agguato di un rapace...che la tela può venir spazzata anche da un gelido vento ma...l'uccello anche se un rapace attacca il suo nido è pronto a difenderlo a tutti costi, così fa anche il ragno,  tante volte viene distrutta la sua ragnatela e tante volte la ricostruisce.
L'amicizia? Già...sentimento forte e fiebile allo stesso tempo, sincero e maldestro se non si coltiva...doloroso se a lui contro ci si rivolta.
Mi sono persa tra le foglie secche di un nido, tra il limo di una ragnatela...non ho trovato concretezza per l'amicizia in quanto, moltissime volte,  dopo averla conquistata basta un attimo per  perdella, se non vive in un cuore vero che, semplicemente, sa voler bene. Questo è il nesso che io ho trovato in questa citazione .
 Voi che ne pensate? 

 

 

 

 

 
 
 

il cuore della gente...dov'Ŕ?

Post n°204 pubblicato il 22 Marzo 2014 da licsi35pe

Parlo della mia città naturalmente: gente che s'avvia frettolosa, le passi accanto e nemmeno ti vede,  non un sorriso, non una parola gentile anzi, se l'apostrofi per un qualcosa d'importante ti risponde perchè non può farne a meno. Le strade sono intasate da macchine e da aria puzzolente, perfino i cani camminano rasenti ai muri (a parte certi mariuoli che se ne infischiano e vanno zigzagando, beati loro!)
Che succede alle persone? dov'è finita la comunicabiltà, la gentilezza, il buon umore? perchè non più un viso sorridente? magari per un nonnulla come accadeva in passato? Certamente bisogna evidenziare la differenza di  situazioni venutesi a creare a causa delle crisi sempre crescenti di lavoro...qui vedi di continuo negozi che chiudono, altri  che aprono..ma non con intelligenza....alimentari ad ogni angolo...d'accordo, mangiamo in tanti, ma Trieste non è una New York! E i parrucchieri? D'accordo anche per quelli ma.. adesso molti sono gestiti da cittadini cinesi, come del resto  negozi di abbigliamento o  restores. Tu cammini per via e senti parlare mille lingue, una città da non riconoscersi più la mia bella Trieste! Dicevo...la comunicazione tra persone inesistente o quasi però...nei bus, laddove cammini, vedi la gente connessa ai telefonini e parlano, parlano, non c'è posto dove non facciano queste telefonate  e poco importa se tu sei costretto ( nel bus, quando vai in Posta per pagamenti, per via) ad ascoltare...dico costretto perchè non lo trovo nè civile nè corretto  che uno ti asfissi con chilometriche ciance insulse!  Tremendo vero? Ci sono gli sms o le e-mail ma poi, quando ci si trova a tu per tu?? mah! cadono le braccia. La tecnologia ha fatto passi da gigante ma non si dovrebbe abusarne.  Fa più male ancora quando i cellulari li vedi in mano a bambini, già alle elementari, e li sanno usare meglio dei certi adulti!
Le persone non riescano più a comunicare con le parole,  soprattutto se questo stato di cose lo si raffronta con quello di cinquant'anni fa...ci si conosceva tutti o, perlomeno ci si salutava con un sorriso e pure nei condomini c'era una confidenza discreta ma gioiosa...i tempi sono cambiati con la velocità della luce e si sono perduti valori veri  di umanità..avanti così e ci trasformeremo in robot??

                                         finiremo così?    ???

                                                    
        o così??????  CHE ORRORE!

 
 
 

ottimismo

Post n°203 pubblicato il 17 Marzo 2014 da licsi35pe

Disse un giorno una signora...
Io mi considero, malgrado tutto, una persona privilegiata:

per le tasse che devo pagare perchè significa che ho un lavoro...
per la pulizia che devo fare dopo una festa, perchè significa che sono stata circondata da
 amici...
per i vestiti che mi sono un po' stretti, perchè significa che ho da mangiare...
per la mia ombra che mi segue, perchè significa che posso camminare al sole...
per i muri della mia casa che hanno bisogno di una ritinteggiata, perchè vuol dire che ho una casa...
per l'unico posto libero che ho trovato in fondo al parcheggio, perchè vuol dire che posso permettermi un mezzo di trasporto...
per la fatica che sento alla fine della giornata, perchè significa che ho la salute per lavorare...
per la donna stonata che canta dentro di me, perchè significa che posso udire...
per la sveglia che sento suonare al mattino, perchè significa che sono viva...
per le e_mail che ricevo ogni giorno perchè significa che ho tanti amici che pensano a me, magari per pochi minuti, davanti allo schermo... 

-

-

-

GRAZIE e...

buona settimana a tutti voi!!

 
 
 

i biscotti

Post n°202 pubblicato il 10 Marzo 2014 da licsi35pe

         
 
-
-
-
Una ragazza stava aspettando il suo volo in una sala d’attesa di un grande aeroporto.
Siccome avrebbe dovuto aspettare per molto tempo, decise di comprare un libro per ammazzare il tempo. Comprò anche un pacchetto di biscotti. Si sedette nella sala VIP per stare più tranquilla. Accanto a lei c’era la sedia con i biscotti e dall’altro lato un signore che stava leggendo il giornale.
Quando lei cominciò a prendere il primo biscotto, anche l’uomo ne prese uno, lei si sentì indignata ma non disse nulla e continuò a leggere il suo libro.
Tra lei e lei pensò “ma tu guarda se solo avessi un po’ più di coraggio gli avrei già dato un pugno…”.
Così ogni volta che lei prendeva un biscotto, l’uomo accanto a lei, senza fare un minimo cenno ne prendeva una anche lui.
Continuarono fino a che non rimase solo un biscotto e la donna pensò “ah, adesso voglio proprio vedere cosa mi dice quando saranno finiti tutti!!”
L’uomo prima che lei prendesse l’ultimo biscotto lo divise a metà!
“Ah, questo è troppo” penso e cominciò a sbuffare e indignata si prese le sue cose, il libro e la sua borsa e si incamminò verso l’uscita della sala d’attesa.
Quando si sentì un pò meglio e la rabbia era passata, si sedette in una sedia lungo il corridoio per non attirare troppo l’attenzione ed evitare altri dispiaceri.
Chiuse il libro e aprì la borsa per infilarlo dentro quando…. nell’aprire la borsa vide che il pacchetto di biscotti era ancora tutto intero nel suo interno.
Sentì tanta vergogna e capì solo allora che il pacchetto di biscotti uguale al suo era di quell’ uomo seduto accanto a lei che però aveva diviso i suoi biscotti con lei senza sentirsi indignato, nervoso o superiore al contrario di lei che aveva sbuffato e addirittura si sentiva ferita nell’orgoglio.
-
-

--

I biscotti, un esempio....
La realtà...quante volte noi tutti siamo pronti al giudizio sul prossimo, accecati dal nervosismo, da nostre intime scontentezze e ci lasciamo travolgere da negatività, che ci fanno  fare pure la figura di perecottai?
Contare fino a dieci è un consiglio per ragazzi, forse, ma ci eviterebbe tante magre figure e, diciamocelo, pure la considerazione affatto confortante su noi stessi. 

 

 
 
 

la mimosa??

Post n°201 pubblicato il 08 Marzo 2014 da licsi35pe

8 marzo: Festa dei fiori....Festa della donna...

Proprio in questo giorno, nel 1908, la vita di molte donne (129) si consumò in un incendio mentre protestavano per le condizioni di lavoro indegne a cui erano sottoposte  in un'industria di New York. Da allora, l’8 marzo è diventata la giornata ufficiale dedicata alle donne. Perchè la mimosa? Forse perchè, a quel tempo,  nei pressi della fabbrica cresceva un arbusto di mimosa, forse perchè la mimosa è una delle poche piante a essere fiorita all’inizio di marzo ed inoltre aveva il vantaggio di essere poco costosa.
Indubbiamente un dolce pernsiero ma...al giorno d'oggi la vita di molte  donne è segnata da fatti dolorosi, da esperienze traumatiche che lasciano segni indelebili nelle loro anime, quando a loro non è tolto pure la gioia di vivere, di crescere, di poter concretizzare i loro sogni. 

Festa della donna....Amore, Rispetto, Coscenza del grande dono della vita che è per tutti i giorni, non solo l'8 marzo. La mimosa, donata da mani d'uomo  amorose che proteggono e difendono... allora grazie, SI.

-

                                        

 
 
 
Successivi »