Creato da licsi35pe il 09/03/2012
 

SENZA PRETESE

...secondo la giornata...

 

 

🌺🦋🌺🦋🌺

Post n°597 pubblicato il 18 Novembre 2017 da licsi35pe

Non credo esista al mondo un essere che mai abbia provato paura. Non mi riferisco a quelle emozioni devastanti scaturite da eventi terribili, ma alle paure per situazioni che possiamo incontrare d'improvviso e a cui non siamo preparati. Mi è successo questa settimana , dato il clima rocambolesco che mi ha messo in serie difficoltà. Un senso di tensione quasi parossistico, che mi ha portata quasi all'immobilità, aspettando un momento migliore per riprendere il fiato e il cammino. La mente fa cambiare direzione, come si fosse sospesi su una giostra in movimento, ai soliti pensieri e ne argomenta altri, anche al di fuori della propria natura un po' schiva e, soprattutto, non abituata al "lasciarsi andare".....il bisogno di un "porto sicuro", magari soltanto un sogno, ha provocato in me non sognatrice, parole e sensazioni strane che ho buttato, di botto, nero su bianco...

.Paura

Un urlo dalla bocca oscura,

s'accendono orbite vuote,

passi ovattati si perdono

nel frastuono dlla mente.

Mi lascio scivolare lentamente...

Folate di vento

inaridiscono il mio volto

La luna mi colorerà 

dei suoi raggi argentei...

Amore, desiderio e luce

scioglieranno il gelo pavido 

delle mie braccia mente tu...

mi stringerai tra le tue.

@licia

 
 
 

i due lupi

Post n°596 pubblicato il 16 Novembre 2017 da licsi35pe

 

Un anziano Apache stava insegnando la vita ai suoi nipotini.
Egli disse loro:
“Dentro di me infuria una lotta, è una lotta terribile fra due lupi.
Un lupo rappresenta la paura, la rabbia, l’invidia, il dolore, il rimorso, l’avidità, l’arroganza, l’autocommiserazione, il senso di colpa, il rancore, il senso d’inferiorità, il mentire, la vanagloria, la rivalità, il senso di superiorità e l’egoismo. L’altro lupo rappresenta la gioia, la pace, l’amore, la speranza, il condividere, la serenità, l’umiltà, la gentilezza, l’amicizia, la compassione, la generosità, la sincerità e la fiducia. La stessa lotta si sta svolgendo dentro di voi e anche dentro ogni altra persona.” I nipoti rifletterono su queste parole per un po’ e poi uno di essi chiese: “Quale dei due vincerà?”
L’anziano rispose semplicemente:
“Quello che nutri.”
.
.
Risultati immagini per leggenda indiana i due lupi
 
 
 

la bora

Post n°595 pubblicato il 14 Novembre 2017 da licsi35pe

La detesto...soffia inclemente e bugiarda. Ti lasci aandare per deboli momenti e quando riprendi coraggio ecco che, sghignazzante, ti rincorre e ti preme con dubdolo piacere contro muri e talvolta anche passanti. Urla come una vecchia prostituta, s'insinua nelle vesti, ti prosciuga il respiro, vuole a tutti i costi far capire che è lei la rapace regina dei giorni furiosi a lei dedicati con cadute d'alberi, spostamenti di cassonetti,  e tanto, tanto freddo. Povero chi, nottambulo passante o misero  senza tetto ...sferzante, disumana. All'improvviso giunge, come da un mondo sconosciuto e altrettanto improvvisamente se ne va ma...il suo passaggio è sempre rovinìo e scompiglio. Domani? Forse o, sicuramente, (lo si spera) se ne andrà e tutti noi respireremo, rasserenati.

 
Il nostro mare, in questi giorni di pioggia, bora, freddo.

 
 
 

@#@#@

Post n°594 pubblicato il 13 Novembre 2017 da licsi35pe

Lord of the dance è un musical che prende origine dalla danza tradizionale irlandese, soprattutto dal suo folclore.
Michael Flatley, danzatore e coreografo statunitense,  narra in danza e musica una storia... un personaggio mitico lotta contro il malvagio don Dorcha, tra spunti di vita i più vari, e termina con la vittoria del protagonista. Nella
storia,  la magica atmosfera dei paesaggi, i colori e la musica fatata d’Irlanda affascinano,  conquistano, trascinano nel vortice della danza...quella danza che elfi e fate intrecciavano nei boschi al chiar di luna, presso le fonti o ai piedi delle colline cave, loro secolari e verdeggianti dimore. Si racconta che il Leprechaun sia un folletto irlandese fabbricatore di scarpe, una specie  di calzolaio fatato, e strumento più importante di queste non esiste per i ballerini irlandesi sia che siano scarpe leggere con i lacci intrecciati oppure scarpe pesanti, nere lucide, con cui si ritma fortemente la musica, già ricca di tipica strumentazione del folclore.
Ecco una scena del musical con la danza della sensuale "tentatrice" della storia...

.

            


 
 
 

🎼🎸🎼🎸 🎼

Post n°593 pubblicato il 09 Novembre 2017 da licsi35pe

Cercavo in youtube una canzone ed ho trovato questo singolare cantante. Forse voi già lo conoscete...cmq, molto in breve, ecco la sua biografia.
Nato e deceduto in Honolulu, iniziò a presentarsi sulla scena musicale con suo fratello Skippy unendosi a band di successo. Dopo la sua morte, Israel "IZ" Kamakawiwo'ole detto anche IZ,   precisamente nel 1990, pubblicò il suo primo album come solista, per cui vinse il premio per miglior cantane dell'anno e per l'Album contemporaneo dell'anno.
Nel 1993 uscì con Facing Future, considerato il suo Album migliore, in cui figura la sua canzone più conosciuta, il medley Somewhere over the rainborw e What a wonderful word.  La prima fu celebrata in film di successo quali: C'è posta per te...Vi presento Joe Black...Scoprendo Forrester...50 volte il primo bacio e altri. Ricevette il premio HARA come miglior artista dell'anno. Nel 1995 altri successi seguirono a farlo apprezzare. Si distinse pure per la lotta a favore dei diritti del suo popolo. Iz si sposò ed ebbe una figlia. Purtroppo la sua obesità era tra le forme più gravi  (348 kg x 1.88 di altezza) per cui, pur ricoverato tante volte in Ospedale non riuscì a combatterla. Morì per complicanze respiratorie, a 38 anni.

.

 
 
 
Successivi »
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20