Creato da lightdew il 06/06/2007

emozioni

dell'anima

 

 

Manchester, ma non soltanto

Post n°1259 pubblicato il 27 Maggio 2017 da lightdew
 

Di solito non tratto la cronaca, soprattutto quella nera.

Capita però che nel caso di calamità naturali o eventi eccezionali, posti qualcosa sulla mia pagina Facebook, a memoria dei caduti.

Per l'attentato di Manchester non è successo.

Non sono stata l'unica però. Sono corse poche notizie sul web in merito a questo fatto.

Io credo che la maggior parte delle persone sia stufa. Inorridita  e stufa.

Non passa giorno che non si parli di violenze inaudite, spesso a scapito di bambini.

Non c'è media che non utilizzi le fotografie oramai di macabra moda per scandalizzare e vendere.

Si è creata una sorta di ricerca della peggio espressione umana e io ne sono stufa.


Non mi permetto di giudicare bambine non ascoltate, donne che non raccontano, dive che si interrogano.

Io non mi permetto di giudicare nessuno, anzi no, c'è qualcuno che vorrei giudicare, ma non posso perchè realmente non so come stiano le cose.

Quel qualcuno è troppo grande per me,  e probabilmente non verrà mai raccontato per intero nei libri di scuola.

La mano che ha mosso la pedina allo stadio inglese, l'infinità di attentati, così come la partenza degli aerei,  verso l'America o ancor meglio le rivoluzioni nel Sud America o le stragi in Siria o ... o....resterà sempre un mistero magari molto lontano dalle presunte soluzioni facili che tutti abbiamo a portata di conoscenza.

Io non sono nessuno per dire chi è meglio e chi peggio. Noi siamo stati invadenti, questo la storia lo documenta, e forse lo siamo ancora. Noi, quindi io.

Ma uccidere, no. Uccidere un bambino...ucciderne molti... questo io non lo sopporto proprio.

Il mio cuore piange per tutti.

Io che non sono madre di pancia.  Io che non saprò mai cosa vuol dire esser madre perchè non ho mai partorito. Io non riesco ad accettarlo.


Io rimango impietrita di fronte a tanto dolore e se Robert Capa insegna la fatica nel documentare l'emozione della guerra facendosi precursone di uno stile che poi diverrà scuola, io ricerco lo stordimento del silenzio e della bellezza.


Quella bellezza naturale che ancora ci rimane.


Amen

 

foto lightdew

 


 

 
 
 
Successivi »