An Italian in London

Disavventure di un Italiano a Londra, che poi torna e finisce al Ministero

 

I MIEI LINK PREFERITI

RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 
 

 

Richieste al governo italiano

Post n°96 pubblicato il 06 Aprile 2012 da PetitOignon
 

RICHIESTE AL GOVERNO ITALIANO:

  • Di arrestare tutti i politici corrotti;
  • Di allontanare dai pubblici uffici tutti quelli condannati in via definitiva perché in Europa tutti lo fanno, o si dimettono da soli per evitare imbarazzanti figure.
  • Di dimezzare il numero di parlamentari, perché in Europa nessun paese ha così tanti politici.
  • Di eliminare i politici delle provincie perché ci sono già quelli delle regioni da 40 anni!
  • Di diminuire in modo drastico gli stipendi ed i privilegi a deputati e senatori, perché in Europa nessuno guadagna come loro.
  • Di poter esercitare il “mestiere” di politico al massimo per due legislature, come in Europa tutti fanno.
  • Di mettere un tetto massimo all’importo delle pensioni erogate dallo stato (anche retroattivamente) max 5.000 euro al mese per chiunque, politici e non, poiché in Europa nessuno percepisce 15/20/30.000 euro al mese di pensione come avviene in Italia.
  • Di far pagare i medicinali, le visite specialistiche e le cure mediche, ai familiari dei politici, poiché in Europa nessun familiare di politico ne usufruisce, come avviene invece in Italia, dove, con la scusa dell’immagine, vengono addirittura messi a carico dello stato anche gli interventi di chirurgia estetica, le cure balneotermali ed elioterapiche dei familiari dei nostri politici!!

INOLTRE:

Non ci paragonate alla Germania dove:

  • Non si pagano le autostrade;
  • I libri di testo per le scuole sono a carico dello stato sino al 18° anno d’età;
  • Il 90 % degli asili nido sono aziendali e gratuiti e non ti chiedono 400/450 euro, come gli asili statali italiani !!

Non ci paragonate alla Francia dove:

  • Le donne possono evitare di andare a lavorare part-time per racimolare qualche soldo indispensabile in famiglia e percepiscono dallo stato un assegno di 500,00 euro al mese, come casalinghe, più altri bonus in base al numero di figli.
  • Non si pagano le accise sui carburanti per le campagne di napoleone, mentre noi le paghiamo ancora per la guerra d’Abissinia.

INFINE:

Che la smettano di offendere la nostra intelligenza.

 
 
 

Ebook, carta e vanitÓ

Post n°95 pubblicato il 21 Febbraio 2012 da PetitOignon
 

No per carità, niente eBook! Non ce la farei mai. Vuoi mettere il piacere di sfogliare un buon libro!?”. La frase - in tutte le sue varianti - ricorre spesso nella bocca di chi sento.  Ok, sulle prime posso anche ritenermi d’accordo ma penso che dietro questo atteggiamento si nasconda parecchia vanità. La vanità di possedere un libro, la smania di comprare qualcosa che posso toccare rispetto ad un libro "digitale", la vanità di mostrare con orgoglio la propria libreria piena zeppa di libri. Ma qual è il senso profondo della lettura? Quello della conoscenza. E allora viva gli ebook che in 6 pollici possono contenere tutto il sapere dell’Uomo.

 

 
 
 

E casa fu

Post n°94 pubblicato il 25 Gennaio 2011 da PetitOignon

Dopo mesi di "trattative" oggi sono riuscito a concludere l'acquisto.
Finalmente ho casa mia.
Piccola piccola ma comunque casa mia. Hurrà!

 

Casa dolce casa

 

 

 
 
 

Illustrazioni

Post n°93 pubblicato il 06 Ottobre 2010 da PetitOignon
 

Dopo aver scoperto che con PowerPoint si riescono a fare delle interessanti illustrazioni digitali non mi ferma più nessuno...

Illustrazione digitale

Illustrazione digitale

Illustrazione digitale

 
 
 

Chi si loda si sbroda

Post n°92 pubblicato il 22 Settembre 2010 da PetitOignon
 
Tag: cucina

Chi si loda si sbroda ma io sono davvero contento di sbrodolarmi con questo ben di -d'io-!
Non avevo mai provato prima questa ricetta e invece buona la prima! Che poi, la ricetta neanche esiste visto che sono andato a braccio.

Come lo chiamo questo piatto? Risotto con pollo al curry 'abbellito' con peperoni carote e zucchine. mmmm... troppo lungo!

Risotto

E la cosa ancor più bella è che ne è rimasto ancora da portare a lavoro domani!

Sarebbe bello condividere certi piaceri con il mondo e invece no, rimane soltanto un piacere personale!  

 
 
 

La Regola dei 7/8

Post n°91 pubblicato il 14 Luglio 2010 da PetitOignon
 

Una mattina in quell del Ministero dell’INgiustizia il nostro eroe, capo chino -postura poco consona per un eroe- teorizzò quella conossciuta come la "Regola dei 7/8" secondo la quale i sette ottavi del personale assunto presso il ministero dovrebbero essere presi e arsi vivi.

 

Locandina

 

 
 
 

Malarazza

Post n°90 pubblicato il 02 Luglio 2010 da PetitOignon
 
Tag: musica, roma

Bellissima canzone di Domenico Modugno (e assolutamnte ATTUALE!) che ho avuto il piacere di risentire ieri interpretata da Givevra Di Marco a villa Ada.

Nu servu tempu fa d’intra na piazza
Prigava a Cristu in cruci e ci dicia
Cristu lu mi padroni mi strapazza
Mi tratta comu un cani pi la via

Si pigghia tuttu cu la sua manazza
Mancu la vita mia dici che è mia
Distruggila Gesù sta malarazza
Distruggila Gesù fallu pi mmia
si, fallu pi mia.

Tu ti lamenti ma che ti lamenti, pigghia nu bastoni e tira fora li renti
Tu ti lamenti ma che ti lamenti, pigghia nu bastoni e tira fora li renti

E Cristu m’arrispunni dalla cruci
Forsi si so spizzati li to vrazza
Cu voli la giustizia si la fazza
Nisciuni ormai chiù la farà pi ttia

Si tu si un uomo e nun si testa pazza
Ascolta beni sta sentenzia mia
Ca iu ‘nchiodatu in cruci nun saria
S’avissi fattu ciò ca dicu a ttia
Ca iù ‘inchiadatu in cruci nun saria

Tu ti lamenti ma che ti lamenti, pigghia nu bastoni e tira fora li renti
Tu ti lamenti ma che ti lamenti, pigghia nu bastoni e tira fora li renti
Tu ti lamenti ma che ti lamenti, pigghia nu bastoni e tira fora li renti
Tu ti lamenti ma che ti lamenti, pigghia nu bastoni e tira fora li renti

 
 
 

RomanitÓ

Post n°89 pubblicato il 23 Giugno 2010 da PetitOignon
 

Buttato giù di getto vignetta dopo vignetta.
Dopo aver letto un'avventura di Pazienza che mi ha dato l'ispirazione.

Vignetta

 
 
 

Il GRANDE INGANNO delle Intercettazioni

Post n°88 pubblicato il 18 Giugno 2010 da PetitOignon
 

Vignetta di Vauro Senesi

CONSIGLI PER LA SCRITTURA
Ovvero iniziate una frase con “I dati mostrano che…”
e nessuno si azzarderà a contraddirvi. 

 

Il punto è che quando si ascolta un’ intervista in televisione o quando si legge un quotidiano a nessuno viene in mente di andare a controllare la veridicità dei dati e delle fonti. Esprimete pure le vostre più personali opinioni utilizzando preamboli tipo “i dati dicono che…”, “stando ai alle cifre ufficiali…” o simili per non essere smentiti da nessuno e suscitando negli astanti un senso di importanza e di conoscenza. Quando poi nel corso del contraddittorio si scontrano personaggi che riportano dati contrastanti, il m io consiglio è quello di specificare la fonte dei dati ma senza andare troppo nel particolare: delle semplici espressioni tipo “dai NOSTRI dati risulta che…”, “i dati in NOSTRO POSSESSO dicono…” il più delle volte riusciranno a salvarvi dall’impasse.

Articolo completo su
http://sites.google.com/site/ilgrandeinganno/intercettazioni 

 
 
 

Troppo Forte!

Post n°87 pubblicato il 24 Maggio 2010 da PetitOignon
 
Tag: film

Eccomi davanti lo sudio 16 di Cinecittà per le riprese del corto"Odio i pipistrelli".

Cinecittà
"Premetto che l'anaconda è n'animale che c'ha na capoccia così!"

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: PetitOignon
Data di creazione: 01/11/2006
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

max_6_66giorgio.graf1959MrSun.76pat.pat.62Phoscomiciomassipotrebetta_minicifranconi.luigililladgl16oraziadFAELOUSBcaterina.semeraroveronicaleffe
 

ULTIMI COMMENTI

 

TAG

 

CARTELLA CLINICA PETIT OIGNON

Il soggetto mostra una certa difficoltà a condurre un'esistenza equilibrata, perennemente in bilico tra gli opposti. Emotività instabile, irriducibilmente incostante, lunatico ed ha una particolare predisposizione a dire (e fare) la cosa sbagliata al momento sbagliato. Lamenta eccessiva rapidità di pensieri e stati confusionali frequenti.