Io la musica e J.H

musica

 

 
 

Firma la petizione

http://firmiamo.it/controlliamoicontrollori

Petizione promossa da alfio38

 
counter 
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 27
 

JOHN LEE HOOKER

Boom boom

 

SI CONSIGLIA

immagine
Non men dell'intera corolla del cielo


Sogna forte
fanciullo piccino,
è in te che risiede lucente,
il futuro lontano e vicino.

Sogna ridendo
mio bimbo sereno,
che vale il sorriso
tuo dolce e sincero
non men dell'intera corolla del cielo.
 
 

BANCO

750000 ANNI FA L'AMORE

 

 

Post N° 131

Post n°131 pubblicato il 10 Dicembre 2008 da mafico1

 

                                

 

                                      

 E PER CHI PASSA DA QUì

         BUON   ASCOLTO

                              DA 

                              

 
 
 

Post N° 128

Post n°128 pubblicato il 19 Novembre 2008 da mafico1
 

Insalata s alla poeta

 

Un dì, s'io non andrò sempre fuggendo
di gente in gente, me vedrai seduto
su la tua pietra, o fratel mio,

che dal cul fece trombetta, gemendo 

il fior de' tuoi gentil anni caduto 

vicino
a un compagno
massacrato
con la sua bocca
digrignata
volta al plenilunio
 

perchè 

ei fu siccome immobile e dato il mortal sospiro

io me ne andrò zitto

tra gli uomini  che non si voltano con il mio segreto. 

Oh Silvia, rimembri ancor quando 

nel mezzo del cammin di nostra vita 

mi ritrovai per una selva oscura

che la diritta via avea smarrita.

Ma sedendo e mirando interminati 

spazi al di là da quella

e sovrumani silenzi e profondissima quiete.

Queste parole di colore oscuro
vid' ïo scritte al sommo d'una porta;
per ch'io: «Maestro, il senso lor m'è duro».
 

Dinanzi a me non fuor cose create
se non etterne, e io etterno duro.
Lasciate ogne speranza, voi ch'intrate'.
 

E venne subito sera. 

Quando tu dormirai 

dimenticata 

sotto la terra grassa
E la croce di Dio sarà piantata
ritta sulla tua cassa,
 

M’illumino d’immenso.  

ma non chiederci la parola che mondi possa aprirti 

sì qualche storta sillaba secca come un ramo,

questo solo oggi possiamo dirti

Cucù rurù,
rurù cucù,
cuccuccurucù!
 

Qui
non si sente
altro
che il caldo buono
sto
con quattro
capriole
di fumo.
 

Oh donzelletta che vien dalla campagna 

Non sono mai stato
tanto
attaccato alla vita.
 

Amor non parli

o spiri la nebbia agli irti colli 

e sotto il maestrale urla

chiunque dice che impossibil sia

che fuor del putridume escan gl’insetti,

perchè non ponno uscir così perfetti.

Fuor del fastidio e della porcheria

il tempio rigurgita
de’ colli più torti
che lieti borbottano

la prece dei morti. 

Taci. Su le soglie
del bosco non odo
parole che dici

umane: ma odo

Tri tri tri,
fru fru fru,
uhi uhi uhi,
ihu ihu ihu.
Dall'uscio leva il muso il cane,
 

e Il girasole piega a occidente
e già precipita il giorno nel suo
occhio in rovina ov'é

E allor

tacciono i boschi e i fiumi,
e'l mar senza onda giace.
 

Avanti, avanti, o sauro destrier de la canzone! 

Requiescant in pace. 

  

  

Grazie al gentil prestito degli autori:

Dante, Manzoni, Ungaretti, Pascoli, Palazzeschi,

Quasimodo, Parini, Stecchetti, Foscolo, Carducci 

D’Annunzio. 

  

Appello a Benigni:  me la interpreti?  ^____^

  

  

 

 
 
 

Post N° 125

Post n°125 pubblicato il 13 Novembre 2008 da mafico1

Grazie Alessandra








17-18 novembre mobilitiamoci contro la legge Anti Blog



Al Parlamento è in discussione una legge che potrebbe realmente ammazzare i blog, impedendogli di esercitare il leggittimo diritto di libertà d’espressione.


Infatti è ritornato il famigerato disegno di legge Levi-Prodi che
prevedeva per i blogger di registrarsi al Registro degli Operatori di
Comunicazione (ROC).


Ecco gli articoli incriminati (da Punto Informatico ):


“Art. 8.

(Attività editoriale sulla rete internet).


1. L’iscrizione nel Registro degli operatori di comunicazione
dei soggetti che svolgono attività editoriale sulla rete internet
rileva anche ai fini dell’applicazione delle norme sulla responsabilità
connessa ai reati a mezzo stampa.


3. Sono esclusi dall’obbligo dell’iscrizione nel Registro degli
operatori di comunicazione i soggetti che accedono alla rete internet o
che operano sulla stessa in forme o con prodotti, quali i siti
personali o a uso collettivo, che non costituiscono il frutto di
un’organizzazione imprenditoriale del lavoro.”


E’ proprio questo il punto controverso, perchè è sufficiente che un
blog contenga banner pubblicitari, ad esempio di Google Ads per essere
assimibilabili ad “attività di impresa” dovendo quindi registrarsi a
questi famigerato Registo Operatori della Comunicazione per non
incorrere nei reati di stampa clandestina.


Possiamo far passare sotto silenzio tutto questo?


Certo che no.


Già (come comitati BOBI) nel 2004 avevamo risposto con un Netrstrike al tentativo di censurare la rete.


Oggi proponiamo una mobilitazione contro l’AmmazzaBlog per le giornate del 17 e 18 novembre.


Lunedì 17 novembre ci troviamo a Roma davanti a Montecitorio, dalle 15 in poi, con un gessetto e disegnamo una sagoma sul suolo e scriviamo il nome del nostro blog o sito. E poi raccontiamo in diretta l’evento sulle nostre pagine web con foto e video.


Martedì 18 novembre una giornata di silenzio blog. Pubblichiamo tutto il giorno solo il banner qui sotto, per protestare. Inseriamolo in un post con tag “ammazzablog18novembre”


ammazzablog


Per chi volesse partecipare c’è un Gruppo su Facebook o lasci un commento qui sotto.


Per contatti: info@bobi2001.it




12 Novembre 2008

 

 
 
 

Post N° 124

Post n°124 pubblicato il 11 Novembre 2008 da mafico1

COMUNICATO STAMPA DI GIU' LE MANI DAI BAMBINI

Bologna – Arriva domani all’esame dell’aula del Consiglio il Progetto di Legge regionale teso a normare il delicato tema della somministrazione di psicofarmaci ai bambini, gravato però dal parere preliminare negativo della Commissione Sanità. “E’ grave quando sta succedendo in Emilia-Romagna – ha dichiarato Luca Poma, giornalista e portavoce nazione di Giù le Mani dai Bambini®, il più rappresentativo comitato italiano per la farmacovigilanza pediatrica – perché abbiamo avuto notizia da Consiglieri che hanno partecipato alla seduta che praticamente il testo non è stato neppure discusso, e che la bocciatura è stata motivata da ragioni puramente ideologiche. Quindi – con la forza delle duecento associazioni che consorziamo - facciamo appello al Consiglio Regionale affinché rimandi il testo all’esame della Commissione, per una valutazione di merito, articolo per articolo, e senza pregiudizi”. Secco il commento di uno dei principali firmatari del Progetto di Legge nazionale, l’On. Marcello De Angelis (PdL): “Stupisce la decisione della Commissione dell’Emilia Romagna, sono davvero sconcertato per quanto è successo a Bologna, perchè i colleghi del PD nazionale sono invece molto sensibili al tema e stiamo strettamente collaborando per giungere quanto prima possibile all’approvazione della Legge nazionale. Non comprendo quali logiche abbiano portato il PD locale a scelte distoniche rispetto alla linea nazionale, ho il timore che la scelta di dare un parere preliminare negativo al progetto di legge senza neanche esaminarlo nel merito sia giustificata da interessi particolari di chi non vuole una reale vigilanza sui rischi di abuso di questi prodotti sui bambini. Speriamo che in Aula si rifletta accuratamente ed il progetto di legge possa ritornare in Commissione”. Dal fronte politico opposto interviene Luigi Cancrini (Comunisti Italiani): "Ho attivamente partecipato nella scorsa legislatura, come Parlamentare dei Comunisti Italiani, alla redazione del Progetto di Legge nazionale sul tema psicofarmaci ai bambini, che ora sta venendo discusso in Parlamento in questa legislatura. Ben vengano - nell'attesa - normative regionali, che rispettino la sensibilità del territorio. Quello del diritto alla salute dei bambini - lo dico anche da psichiatra - è un argomento troppo delicato ed importante per venir liquidato in quattro e quattrotto, magari vittima di logiche locali. Rivolgo quindi il mio appello ai politici regionali, augurandomi che questo progetto di legge venga esaminato accuratamente e con la dovuta serenità". Un chiaro commento all’accaduto arriva soprattutto dall’On. Mariella Bocciardo (PdL), relatrice del progetto di legge nazionale sul tema psicofarmaci e bambini: “Bisogna continuare questa battaglia nell’interesse delle famiglie, che devono essere messe in condizione di fare scelte delicate come queste in piena libertà e soprattutto disponendo di tutte le necessarie informazioni. Ben venga - mentre procede l’iter nazionale, sul quale c’è un’intesa bipartisan – anche un’iniziativa dell’Emilia-Romagna, come già hanno fatto Piemonte e Trentino e sta per fare la Lombardia. Spero che il PdL regionale torni quindi in Commissione per un esame attento, come merita”. Conclude uno specialista di area PD, Enrico Nonnis, Neuropsichiatria infantile del Direttivo nazionale di Psichiatria Democratica: “Il nostro interesse è l’interesse dei bambini, e non dobbiamo mescolare questo obiettivo ‘alto’ con le basse logiche di polemica politica. L’invito ai Consiglieri dell’Emilia-Romagna è quindi di ‘fare gli adulti’ e di occuparsi dei bambini in maniera saggia”.


 

Inviato da: alfio38

 
 
 

Post N° 123

Post n°123 pubblicato il 10 Novembre 2008 da mafico1

TUTTI UNITI

                                           

Regalate ai vostri figli una visita in un sito adatto a loro

“IL PAESE DEI BAMBINI CHE SORRIDONO”

http://www.ilpaesedeibambinichesorridono.it/index.htm

 

Quando i bambini fanno "oh"
che meraviglia, che meraviglia!
ma che scemo vedi però,però
che mi vergogno un po'
perchè non so più fare "oh"
non so più andare sull'altalena
di un fil di lana non so più fare una collana….(Povia)

 TUTTI I BAMBINI DEL MONDO SONO SEMPRE PULITI, ANCHE COL NASINO RAFFREDDATO O LE MANINE SPORCHE DI FANGO…SOLTANTO GLI ADULTI RIESCONO A “SPORCARE” I BAMBINI…PROTEGGIAMO I BAMBINI DALLA PEDOPORNOGRAFIA SU LIBERO…

TUTTI I BAMBINI DEL MONDO SONO FIGLI NOSTRI…

 

 

 

 
Inviato da: lafatadelmare

 
 
 

Post N° 122

Post n°122 pubblicato il 10 Novembre 2008 da mafico1

Cossiga a Manganelli: ''Lasciare che gli studenti facciano danni, poi una dura repressione''
Roma, 8 nov. - (Adnkronos/Ign) - ''Un'efficace politica dell'ordine pubblico deve basarsi su un vasto consenso popolare, e il consenso si forma sulla paura, non verso le forze di polizia, ma verso i manifestanti''. Il presidente emerito della Repubblica Francesco Cossiga (nella foto) torna a dare 'consigli' su come fronteggiare le manifestazioni degli studenti che nelle ultime settimane hanno attraversato tutta la Penisola.

In
una lettera aperta inviata al capo della polizia Antonio Manganelli, l'ex ministro dell'Interno pone ancora una volta l'accento sulla necessità che sia l'opinione pubblica, stanca delle violenze, a sostenere l'uso della forza contro i manifestanti. ''Un lancio di bottiglie contro le forze di polizia, insulti rivolti a poliziotti e carabinieri, l'occupazione di stazioni ferroviarie, qualche automobile bruciata - scrive Cossiga - non è cosa poi tanto grave''. Ecco allora la strategia da seguire. ''Il mio consiglio è che in attesa di tempi peggiori, che certamente verranno, Lei - continua il senatore a vita - disponga che al minimo cenno di violenze di questo tipo, le forze di polizia si ritirino, in modo che qualche commerciante, qualche proprietario di automobili, e anche qualche passante, meglio se donna, vecchio o bambino, siano danneggiati''. Per Cossiga sarebbe ancora meglio se a fare le spese delle proteste fosse ''la sede dell'arcivescovo di Milano, qualche sede della Caritas o di Pax Christi'', in modo tale che ''cresca nella gente comune la paura dei manifestanti e con la paura l'odio verso di essi e i loro mandanti, o chi da qualche loft o da qualche redazione, ad esempio quella de L'Unità, li sorregge''.

Niente
cariche di allegerimento dunque o sfollagente per reagire alle aggressioni degli studenti. Per l'ex presidente della Repubblica, almeno per il momento, sarebbe ''un grande errore strategico''. ''Aspetterei ancora un po' - prosegue nella lettera - adottando straordinarie misure di protezione nei confronti delle sedi di organizzazioni di sinistra. E solo dopo che la situazione si aggravasse e colonne di studenti con militanti dei centri sociali, al canto di 'Bella ciao', devastassero strade, negozi, infrastrutture pubbliche e aggredissero forze di polizia in tenuta ordinaria e non antisommossa e ferissero qualcuno di loro, anche uccidendolo, farei intervenire massicciamente e pesantemente le forze dell'ordine contro i manifestanti, ma senza arrestare nessuno''. E non solo. ''Il comunicato del Viminale - conclude - dovrebbe dire che si è intervenuto contro manifestazioni violente del Blocco Studentesco, di Casa Pound e di altri manifestanti di estrema destra, compresi gruppi di naziskin che manifestavano al grido di 'Hitler! Hitler!'. Questo il mio consiglio''.

Se queste sono le reali parole di un NOSTRO senatore a vita nel NOSTRO regime politico allora la nostra cara Italia ha veramente messo un piede in fallo ed è caduta in un pozzo profondo e nero...
Come si possono pronunciare simili affermazioni? Come si può volere la violenza, il caos cittadino, i feriti in ambulanza, le forze dell'ordine che impiegano tutti i loro mezzi nella soppressioni di movimenti ( i quali sono si di contestazione e protesta, ma NESSUNO ha mai pronunciato la parola VIOLENZA )? Come si può voler manipolare le persone e l'opinione pubblica a credere a qualcosa che magari va anche contro quel che realmente si crede? Voglio illudermi che quelle che ho appena letto siano parole di pura follia derivate dall'incalzare di un'età piuttosto traballante di intelligenza

Spero e mi auguro che sia solo senilità  ma non abbiamo già abbastanza morti ?

 

 
 
 

Post N° 121

Post n°121 pubblicato il 09 Novembre 2008 da mafico1

 

Il consigliere ,pardon…  “Il consigliori”  

 

 

 

Lo psiconano vuole “abbracciare” e dare al più presto “buoni consigli” a Obama. Tocchiamoci i coglioni e facciamo tutti quanti gli scongiuri. Sarebbe una catastrofe non solo per gli americani, ma per l’intero pianeta. E poi a ben vedere gli americani potrebbero incazzarsi e avere delle reazioni quantomeno inconsulte ad un suo “buon consiglio” del tipo: “Caro abbronzato, vieni con me che ti spiego come fottere la giustizia e farla sempre franca”…………..

 
 
 

Sam & Dave

Post n°120 pubblicato il 09 Novembre 2008 da mafico1
 

                  

 

Omaggio al mio amico

 JAKE_ReB

 L'11 aprile 1988 nei pressi di Syracuse, in Georgia, un sessantunenne nero muore in un incidente stradale. I dati riportati sui documenti svelano che si chiama Dave Prater e che è nato a Ocilla nel 1937. Nomi e date non dicono granché ai soccorritori, ma qualcuno riconosce nella foto un volto noto. È quello di Dave Porter, componente, insieme a Sam Moore, di Sam & Dave, un duo tra i più famosi del panorama soul degli anni Sessanta. Il loro primo incontro risale al 1958 quando al King of Hearts di Miami decidono di cantare insieme. Nel 1960 firmano il loro primo contratto discografico con la Roulette, ma l'appuntamento con il successo è rinviato di almeno un lustro. Il "duo dinamite" esplode, infatti nel 1965 quando Jerry Wexler che li scrittura per la mitica Stax. Il loro primo successo è You don't know like I know, seguito da Hold on I'm coming, un brano che innervosisce un po' i censori per il suo titolo giudicato troppo allusivo. La canzone che li renderà immortali è però Soul man pubblicata nel 1967 e composta da Isaac Hayes e dallo stesso Dave Porter. Nello stesso anno Sam & Dave vengono proclamati dalla critica "il miglior gruppo di rhythm and blues dal vivo". Da quel momento i successi non si contano più, almeno fino al 1970 perché, in quell'anno i rapporti interni alla coppia sembrano entrare in crisi. Sam e Dave si separano, decisi a tentare, ciascuno per conto proprio, l'avventura solistica, ma i risultati deludenti li convincono a tornare sui loro passi prima ancora di rendere irreparabile la rottura. Nel 1971, a soli diciotto mesi dall'annuncio della separazione, il duo Sam & Dave si riforma, ma l'epoca d'oro del soul e del rhythm and blues sembra ormai definitivamente conclusa. La nuova fase della loro carriera è stanca e ripetitiva con frequenti cambiamenti d'etichetta. Ridotti a esibirsi nel circuito del revival, tornano improvvisamente alla ribalta nel 1979 quando i Blues Brothers pubblicano una loro versione di Soul man e i Clash li vogliono al loro fianco nel tour statunitense. La ritrovata popolarità nuoce al duo che nel 1981 si separa per l'ennesima volta. Non convinto della decisione nel 1982 Dave forma con il cantante Sam Daniels una seconda versione di Sam & Dave. Sam Moore, meno nostalgico, preferisce collaborare con vari artisti di quel periodo come gli Eurythmics ed Elvis Costello, anche se nel 1982, torna a interpretare Soul man per la colonna sonora del film omonimo in coppia con Lou Reed. La morte di Dave tacita per sempre le voci su una loro ennesima riunione.

 
 
 

Post N° 119

Post n°119 pubblicato il 04 Novembre 2008 da mafico1

TUTTI UNITI

Consigli per i genitori ( dal sito della Polizia di Stato http://www.poliziadistato.it/pds/index.html )

  • Dite ai vostri figli di non fornire dati personali (nome, cognome, età, indirizzo, numero di telefono, nome e orari della scuola, nome degli amici), potrebbero essere utilizzati da potenziali pedofili.
  • Controllate quello che fanno i vostri figli quando sono collegati e quali sono i loro interessi.
  • Collocate il computer in una stanza di accesso comune piuttosto che nella camera dei ragazzi e cercate di usarlo qualche volta insieme ai vostri figli.
  • Non permettetegli di usare la vostra carta di credito senza il vostro permesso.
  • Controllate periodicamente il contenuto dell'hard disk del computer usato dai vostri figli, verificando la "cronologia" dei siti web visitati.
  • Cercate di stare vicino ai vostri figli quando creano profili legati ad un nickname per usare programmi di chat.
  • Insegnategli a non accettare mai di incontrarsi personalmente con chi hanno conosciuto in rete, spiegando loro che gli sconosciuti così incontrati possono essere pericolosi tanto quanto quelli in cui ci si imbatte per strada.
  • Leggete le e-mail con i vostri figli, controllando ogni allegato al messaggio.
  • Dite loro di non rispondere quando ricevono messaggi di posta elettronica di tipo volgare, offensivo o pericoloso e, allo stesso tempo, invitateli a non usare un linguaggio scurrile o inappropriato e a comportarsi correttamente.
  • Spiegate ai vostri figli che può essere pericoloso compilare moduli on line e dite loro di farlo solo dopo avervi consultato.
  • Stabilite quanto tempo i vostri figli possono passare navigando su Internet e, soprattutto, non considerate il computer un surrogato della baby-sitter.
  • Esistono particolari software, facilmente reperibili su internet, che impediscono l'accesso a siti non desiderati (violenti o pornografici per esempio). I "filtri" possono essere attivati introducendo parole-chiave o un elenco predefinito di siti da evitare. E' opportuno però verificare periodicamente che funzionino in modo corretto e tenere segreta la parola chiave.

Controlliamo i nostri bambini, i video porno per loro sono pericolosi, CHIEDIAMO A LIBERO DEI CONTROLLI  PIU’ EFFICACI.

TUTTI I BAMBINI DEL MONDO SONO FIGLI NOSTRI.

 
Inviato da: lafatadelmare

 
 
 

Post N° 118

Post n°118 pubblicato il 29 Ottobre 2008 da mafico1
 

            

Bob Dylan - Knockin' on Heaven's Door

film "Pat Garrett & Billy the Kid"  

. Un brano come "Turkey Chase" ne è la dimostrazione palese. E' impossibile non pensare comunque che questo lavoro sarebbe facilmente caduto nel dimenticatoio se non avesse ospitato al suo interno uno dei massimi successi commerciali di Dylan, "Knockin' on Heaven's Door". Era dai tempi di "Blowin' in the Wind" che un brano di Dylan non dimostrava una tale presa sul pubblico, ma mentre lì si trattava di risvegliare le coscienze e di lanciare slogan contro i potenti del mondo, qui la canzone è il resoconto amaro e disilluso di uno sceriffo, ex bandito ormai invecchiato, ingrassato, che ha davanti a sé il suo passato (l'amicizia con Billy the Kid) nel quale riflette la sua immagine. "Mama, take this badge off of me, I can't Use it Anymore", affermazione massima di sconfitta e accettazione della propria soluzione. La poetica di Dylan si adagia perfettamente su quella di un autore controverso come Peckinpah. Un importante passaggio nella carriera di Dylan, che riesce finalmente a lasciarsi alle spalle il confronto con il suo periodo d'oro e a trovare nuovi spunti nel presente.

 

 
 
 

Post N° 117

Post n°117 pubblicato il 29 Ottobre 2008 da mafico1
 

              

Pat Garrett & Billy the Kid

Interpreti

     

James Coburn nasce il 31 Agosto 1928 a Laurel, Nebraska, USA.
Nel 1963 recita nel film La grande fuga accan James Coburn nasce il 31 Agosto 1928 a Laurel, Nebraska, USA. to a Steve McQueen e James Garner. Nel 1963 recita nel film La grande fuga accanto a Steve McQueen e James Garner. Il 1971 è l'anno di Giù la testa che lo vede tra i protagonisti insieme a RodSteigere Maria Monti. E' protagonista, nel 2001, del film Monsters & Co. di Peter Docter.
Muore il 18 Novembre 2002 .
 

      

                                    Billy 1                                                          

 
 
 

Post N° 116

Post n°116 pubblicato il 29 Ottobre 2008 da mafico1
 

            

Pat Garrett & Billy the Kid

Kris Kristofferson ( Kristoffer Kristofferson ) nasce il 22 Giugno 1936 a Brownsville, Texas, USA.
Nel 2004 è tra i protagonisti del film Blade: Trinity, per la regia di David S. Goyer.
Il 2005 è l'anno di Dreamer - La strada per la vittoria che lo vede tra i protagonisti insieme a Kurt Russell e Dakota Fanning.
E' protagonista, nel 2005, del film The Jacket di John Maybury.
 

Nel 1952 Katy Jurado è tra i protagonisti del film Mezzogiorno di fuoco, per la regia di Fred Zinnemann.
Nel 1973 lavora con il regista Sam Peckinpah sul set del film Pat Garrett e Billy the Kid.
Nel 2005 fa parte del cast del film Pat Garrett & Billy The Kid: The Special Edition come spalla dei protagonisti James Coburn e Kris Kristofferson.
 

 

 

Billy 1                                                  Main Title Theme (Billy)

                                                                             

 
 
 

Post N° 115

Post n°115 pubblicato il 29 Ottobre 2008 da mafico1

Pat Garrett & Billy the Kid

protagonisti James Coburn e Kris Kristofferson.

Bob Dylan ( Robert Allen Zimmerman ) nasce il 24 Maggio 1941 a Duluth, Minnesota, USA.
Ha curato le musiche di numerosi progetti cinematografici.
Tra le sue composizioni più note, gli score di: Il grande Lebowski, Hurricane - Il grido dell'innocenza e Pat Garrett e Billy the Kid.

Nel 1967 Richard Jaeckel recita nel film Quella sporca dozzi na accanto a Lee Marvin e Ernest Borgnine.
Il 1973 è l'anno di Pat Garrett e Billy the Kid che lo vede tra i protagonisti insieme a James Coburn e Kris Kristofferson.
Recita nella serietv Baywatch prendendo parte a 27 episodi dal 1989 al 1994.
 

                            

                          final theme                 

                        

Pat Garrett & Billy the Kid

 
 
 

Gli Spirit

Post n°111 pubblicato il 17 Ottobre 2008 da mafico1
 

         

                          Gli Spirit     

  

Gli Spirit furono uno dei complessi più originali del rock psichedelico, anche se il loro stile non fu mai spettacolare o cacofonico come quello della maggioranza. Ogni loro canzone era un tripudio di piccoli esperimenti di buon gusto. Furono forse gli inventori del progressive-rock, un paio d'anni prima che i britannici ne facessero un fenomeno alla moda.

Gli Spirit nacquero nel 1967 dal sodalizio fra un giovanissimo chitarrista rock  ( Randy "California" Wolfe, emulo di Hendrix, già titolare di un complesso da garage) e un anziano batterista jazz (Ed Cassidy, veterano di musicisti jazz come Thelonious Monk, Art Pepper, Cannonball Adderley e Gerry Mulligan, e già con i Rising Sons di Taj Mahal e Ry Cooder nel 1965). A loro si unirono altri veterani della scena di Los Angeles, il bassista Mark Andes, il chitarrista Jay Ferguson e il tastierista John Locke.

Il loro primo singolo, Mechanical World, era già una canzone sui generis, ma fu il primo album, Spirit (Ode, 1968), a render giustizia al loro eclettismo. I brani passavano con disinvoltura da uno stile all'altro, sperimentando con elegenza e savoir faire le combinazioni più cervellotiche. La loro fase psichedelica era rappresentata da Fresh Garbage, acida e poliritmica, jazzata e distorta, e Taurus, capolavoro di California (con flauto, violino e clavicembalo), piece che sembrano vagare nel nulla, e proprio per questo risultano fra i più insoliti esperimenti del rock psichedelico, anticipazioni del progressive-rock. California inventò un linguaggio alla chitarra che era sì figlio di Hendrix, ma che integrava meglio gli "effetti" nel sound di gruppo. Il resto è storia

Fonti Wickipedia e altri siti

 

 
 
 

Post N° 110

Post n°110 pubblicato il 17 Ottobre 2008 da mafico1

ODIO i Pedofili...

SIAMO ALL'ASSURDO!!

Amici ed amiche, oggi voglio essere serio e trattare un tema molto delicato e mai come questa volta sono consapevolissimo che rischio tanto ma non si possono tollerare certe sviste e certi errori grossolani! Guardate prima questo video



Questo che significa? Che per eliminare dalla nostra community un essere immondo e schifoso, c'è voluta la segnalazione di un utente......un UTENTE?? Ma stiamo scherzando? Passi per l'innumerevoli "mancanze" degli amministratori (di profili da banna ne abbiamo visti tanti....e tutti segnalati da noi), passi l'impossibilità di controllare tutti i contenuti dei blog profili qui presenti (effettivamente mi rendo conto che gestire al meglio cosi tanti dati è molto complesso), ma far si che vengono pubblicati video pedopornografici non l'accetto!! Ci vuole tanto a fare un sistema modello Youtube in cui dopo aver caricato qualsiasi video, fa un controllo dei contenuti? Signori amministratori, datevi una regolata....qui stiamo parlando di una bestia che è riuscita a inserire materiale orrendo in una community che io per primo adoro, che io per primo amo frequentare con i miei amici "virtuali" e se permettete l'errore umano è una delle scuse piu' banali mai sentite! Allora se l'errore umano è un alibi, perchè, essendo anche noi utenti essere umani, quando abbiamo sbagliato qualche volta (prese foto non autorizzate, ironizzato su di voi e su qualche politico nostrano e anche criticato questa vostra superficialità) subito siamo stati richiamati all'ordine ed addirittura bannati? Voi potete dire che fate il vostro lavoro, ed io aggiungo che piu' o meno lo fate bene, ma questa volta l'avete fatta grossa....queste cose non possono succedere! La colpa è di quell'animale di babel_2? NOOOO!!! E' solo vostra e spero che mai come ora il classico detto "sbagliando s'impara" sia vero ma nello stesso tempo ( e purtroppo abbiamo tanti esempi) mi auguro che non si arrivi da un'eccesso all'altro e che digiland non diventi una community troppo "intransigente".

Ed ora mi rivolgo a te sottospecie di essere umano....ma ti rendi conto che fai veramente schifo? Non posso dire qui esattamente quello che ti farei ma meriti ogni male possibile e rimanere chiuso in una cella d'isolamento ma siccome sono buono potrai ricevere delle visite...quelle dei genitori dei bambini che tu animale hai messo in mostra....immagina come ti conciano!

Concludo chiedendo a voi amici della community (ma so che non c'era manco bisogno di farlo) di segnalare quando vedete qualcosa che non va subito perchè solo insieme possiamo evitare che si ripetino simili episodi che intaccano la credibilità di un portale a cui (e soprattutto grazie a voi) mi sono molto affezionato ed a cui ci tengo particolarmente!

Vi saluto ribadendo che questa volta rischio seriamente la bannazione (certo, se lo fanno mi viene da sorridere considerando quello che è successo....tanta solerzia per coprire questa pessima pubblicità ma per altro no), ma passi per culi, tette e peni...ne ho visti tanti e ci ho anche riso sopra, ma i bambini no.....I BAMBINI NON SI TOCCANO! Vi saluto e scusate lo sfogo ma quando ci vuole ci vuole!

AGGIORNAMENTO: Grazie a questo post sono venuto a sapere che l'animale chiedeva ad altri utenti se avessero figli per un box pubblicitario sui bambini.... sei un essere vomitevole! Spero che ti prendano e che ti facciano malissimo!

 P.S.: prelevato dal Blog di
La Redazione

 
Inviato da: S.O.S.NO_PROFIT
permalink - segnala ad un amico

 
 
 

Post N° 108

Post n°108 pubblicato il 15 Ottobre 2008 da mafico1

Buon compleanno Misterblues

             

  

                                                

 

                                                                                     

 
 
 

Post N° 107

Post n°107 pubblicato il 11 Ottobre 2008 da mafico1

 
 
 

I Grandi del Blues

Post n°106 pubblicato il 07 Ottobre 2008 da mafico1
 

Dedicato al mio amico  misterblues72

Mississippi Blues

      Booker T. Washington White in arte BukkaWhite                                             

 

(   Aberdeen, 12  novembre - 1909 Memp, 26 febbraio 1977)

Bukka White è uno che insieme a Charlie Patton e Robert Johnson ha rappresentato il Blues del Delta; meno chitarrista e voce del tutto straordinaria, non ha avuto il meritato riscontro, anche se ha nel tempo recuperato, una certa considerazione, soprattutto da parte degli storici.Infatti fu negli anni ‘30 che Booker T. Washington (vero nome) cominciò le sue registrazioni, regalando nel ‘37 la grandiosa Shake em on down, un classico dei classici, reso di successo poi anche dai Led Zeppelin.

Nei primi anni ‘40 però, complici alcuni anni di galera, e delle canzoni di stile più ricercato dove White scriveva dei testi di impegno sociale, che sottolineavano le realtà delle prigioni e delle sofferenze della gente di colore, dovette smettere di suonare. Trovò lavoro in un laboratorio, e ci rimase per 20 anni. Nel ‘63, durante il percorso di recupero da parte dei bianchi e dell’Europa del Blues, John Fahey e Ed Denson si presentarono da Bukka White con una proposta: recuperare le vecchie registrazioni, e rifarle, con le tecniche di quegli anni. Ecco che Bukka White riprese i suoi pezzi e li registrò, li perfezionò e li completò. Fino al ‘75 continua ad incidere, quando però nel ‘77, a 71 anni, morì. Sono però rimaste a noi 12 anni di pure e grandissime registrazioni, e Mississippi Blues è sicuramente uno dei dischi più ben fatti, pulito e senza una macchia di errore, con grandi pezzi come Parchman Farm Blues, e un tributo personale a Charley Patton, sua guida in musica e unica vera fonte di ispirazione.

Jesus is coming soon

Blind Wille Johnson:

 quando le emozioni vengono dall’anima

Blind Willie Johnson   (Brenham,Texas, 1847-1945)

Blind Willie Johnson: “gli occhi ciechi del Blues”. Cogliamo l’occasione per raccontare di lui grazie al film “L’anima di un uomo” di Wim Wenders, primo dei sette film della collana “The Blues” curata da Martin Scorsese (con registi quali Clint Eastwood e Mike Figgis). Wim Wenders ha solo il grande merito di porre l’attenzione su una figura un po’ offuscata dal tempo, perché  Willie Johnson è davvero una delle più grandi icone della storia del Blues. Uno dei più grandi per il tempo, visto che ricopre i primi decenni del ‘900, dal ‘20 al ‘40; tra i più grandi nello stile di suonare la chitarra, lo “slide guitar”, con l’uso del bottleneck; forse il più grande come voce, visto che nessuna voce sarà sanguinaria, cavernosa, VERA, come la sua. Una voce, quella di Blind Willie, che viene dalla sofferenza della schiavizzazione del popolo nero, e dalla sua condizione fisica. Una voce quindi proveniente prettamente da dentro, dall’anima, senza metafore. In fondo, basti immaginare cosa poteva provare quest’uomo, cieco, e sbattuto da una parte all’altra di luoghi luridi e sconosciuti. Una vita non facile, strozzata dopo appena una quarantina di anni di vita. Ebbe però il tempo di provare le emozioni di un matrimonio, nel ‘27 con una certa “Angeline”. Da questa esperienza verranno molte delle sue canzoni. I suoi pezzi sono godibili. Sono dei bei pezzi, come sottilinea e cerca di far capire Wim Wenders nel suo film, facendo suonare alcune canzoni in maniera “attuale” da artisti moderni, e facendoli suonare come attuali. Per avere materiale su di lui, e sugli altri musicisti “storici” del Blues, sarebbe bello acquistare la collana edita dalla Sony sul Blues, disponibile in catalogo nei negozi. Consiglio tra l’altro il cofanetto “The Blues” una vera chicca da appassionati o esperti musicali. Blin Willie Johnson è semplicemente un riferimento per le radici della musica blues, da ascoltare per cultura, ma anche per ispirare se stessi e la propria musica. Ci troverete degli spunti davvero interessanti. E la sua voce vi penetrerà.

 

 

Sonny Terry & Brownie McGhee

 

Hootin' the Blues

Sonny Terry (vero nome Saunders Terrell)

 Greensboro, 24 ottobre 1911 mineola, 11 marzo 1986

 

Sonny Terry è da considerarsi uno degli artifici della popolarità del Blues. Il suo stile poco elaborato, è ben identificabile sopratutto per l'uso di grida in falsetto che si sovrappongono al suono dell'armonica, prolungandolo. Un'altra tipica performance che l'ha reso noto è la virtuosistica imitazione del treno. Figlio di un armonicista e di una cantante, Saunders Terry impara ovviamente dal padre a suonare l'armonica. A soli sedici anni, diventa quasi cieco in seguito a due incidenti e l'infermità contribuisce ad indirizzarlo totalmente verso la musica cui si appassiona attraverso l'influenza dell'armonicista DeFord Bailey. Si esibisce nei primi anni 30 per le strade e di fronte ai tabbachifici del suo stato d'orgine e in seguito nei Medicine Show e nelle cittadine della Georgia e del North Carolina. Nel1933 si stabilisce a Durham dove incontra il chitarrista Blind Boy Fuller. La sua prima registrazione a fianco di Blind Boy Fuller è del 1937. Nel 1938 incide per Alam Lomax & Jonh Hammond della Library of Congress e nello stesso anno partecipa al celebre concerto alla Carnagie Hall di New Work "From Spiritual To Swinger"; l'esibizione gli porta una certa popolarità che lo spinge a restare a New Work. Nel 1958 è tra i primi bluesman neri a recarsi in Europa: sbarca in Inghilterra insieme a McGhee; tornato in Europa nel 1962 a seguito dello spettacolo Rythm' n' Blues U.S.A, nel 1964 e 1967 è con l'America Blues Caravan. La tendenza sempre più prevalente di suonare per un pubblico bianco, il contatto con la musica Folk e il raro scambio musicale con altri musicisti Blues causano l'inaridirsi di una splendida vena espressiva. Alla fine degli anni 70 anche l'inossidabile duo si separa e Sonny Terry abbandona quasi interamente l'attività vivendo gli ultimi anni della sua vita tra New York e la nativa Carolaina. Nel 1984 registra con Johnny Winter un album elettrico e poco prima della morte appare nel film Il Colore Viola, mentre la sua musica fa da colonna sonora a Crossroads.

 

Fonti Wickipedia e altri siti 

 
 
 

Post N° 104

Post n°104 pubblicato il 02 Ottobre 2008 da mafico1

PREMIO AMICIZIA INDISSOLUBILE






INDISSOLUBILMENTE AMICI

E’ con vero piacere che ritiro  questo bellissimo gesto di amicizia

 da parte di

starbluesjony87 

L’amicizia è il dono più grande che un essere umano può donarti

 non ha prezzo, non ha gabbie è libero. E’ libero di volare verso mani tese 

 le mie lo sono grazie di cuore Jony  mafico!!!!

 
 
 

Post N° 103

Post n°103 pubblicato il 30 Settembre 2008 da mafico1
 

  

      

                   

  

Yes We Can

Sì, noi possiamo.

È stato sussurrato da schiavi e abolizionisti,

che tracciarono un sentiero verso la libertà.
Sì, noi possiamo.

È stata cantata da immigrati catturati da lidi lontani e pionieri,

 spinti verso ovest in uno spietato deserto.
Sì, noi possiamo.

È stata la chiamata di lavoratori che si sono organizzati;

donne che hanno ottenuto il diritto di voto;

di un Presidente che ha scelto la luna come nuova frontiera;

e un Re, che ci ha condotto alla vetta

 e indicato la strada per la Terra Promessa.

Sì, noi possiamo per la giustizia e l'uguaglianza.
Sì, noi possiamo per la prosperità e l'opportunità.
Sì, noi possiamo guarire questa nazione.
Sì, noi possiamo riparare il mondo.
Sì, noi possiamo.

Sappiamo che la battaglia sarà lunga,

 ma dobbimo ricordare

che non importa quali ostacoli incontreremo nel nostro cammino,

nulla può frapporsi al potere di milioni di voci chiedono il cambiamento.

È stato detto che non possiamo farlo da un coro di cinici..

. saranno solo più forti e stonati...

Ci hanno chiesto di fermarci e guardare realtà.

Siamo già in guardia contro chi offre al popolo di questa nazione

false speranze.

Ma nella strana storia che è l

'America, non vi è mai stato nulla di falso nella speranza.

Ora le speranze della bambina che va a scuola in un sobborgo di Dillon,

sono gli stessi sogni del ragazzo che studia per le strade di Los Angeles; noi ci ricorderemo che qualcosa è successo in America;

che noi non siamo così divisi come ci suggerisce la politica;

che siamo un unico popolo; una nazione; e, insieme,

inizieremo il prossimo grande capitolo della storia americana

con tre parole che risuoneranno da costa a costa,

 dal mare al mare splendente:

Sì, noi possiamo.

 

                 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: mafico1
Data di creazione: 09/10/2007
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

strong_passionmafico1snoopy02BobSaintClaireric.trigancebal_zacmassimopierleoniunamamma1realgar0dreams_282ninograg1V_I_N_C_E_N_TIOeMR.PARKINSONviola154d
 

ULTIMI COMMENTI

buon compleanno
Inviato da: ninograg1
il 19/05/2012 alle 06:41
 
Pensavo ti facessi vedere per Halloween..:( ma tantè..Buona...
Inviato da: BobSaintClair
il 05/11/2009 alle 14:49
 
Ciaooooooooooooo smuackkkkkkkkkkkkkkkkkkk tvtb... ^__*
Inviato da: cuoremiodgl
il 24/04/2009 alle 20:58
 
bellissima summertime....buona notte ^_^
Inviato da: Erik721
il 19/03/2009 alle 00:13
 
Un dolcissimo 8 marzo a te Amica cara, un forte abbraccio...
Inviato da: cuoremiodgl
il 07/03/2009 alle 23:46
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 

BIGGGG!!!

Egregia variante

Deep Purple

Voodoo Child (Satriani, Vai, Malmsteen)

 

JOHN LEE HOOKER & VAN MORRISON

 

ONE BOURBON, ONE SCOTCH, ONE BEER

JL Hooker

 

ONE BOURBON, ONE SCOTCH, ONE BEER

World of Warcraft

 

JOHN LEE HOOKER

Hobo Blues

 

 

Pinball Wizard

The Who

 

SONNY TERRY & BROWNIE MC GHEE "HOOTIN' BLUES"

 

BOOKER WHITE - ABERDEEN MISSISSIPPI BLUES HIFI

 

Jesus Christ Superstar (1973) Heaven On Their Minds

 

Jesus Christ Superstar (1973) - Everything's Alright

 

CARAVAN - IN THE LAND OF GREY AND PINK