Creato da Ish_tar il 06/10/2008

un giorno per caso

che il mare sia la mia canzone e il vento la sua melodia

 

 

Voglia di Vincere

Post n°1113 pubblicato il 07 Dicembre 2017 da Ish_tar

 

Risultati immagini per vincere la paura

Vorrei sfidare queste debolezze per stemperarle con lacrime e carezze,

mentre traboccano di spasmi le speranze con cui le gioie non trovano alternanze.

Rimuginare ormai non serve a niente, è inconfutabile il pensare della gente

che si avvicenda tergendo il triste pianto, ma nel frattempo ti resta sempre accanto.

Tentar non nuoce è la frase sibillina, che turbina ostinata dalla sera alla mattina,

e l’impotenza di non poter fuggire dilania il petto senza poter lenire.

Tra tutto questo agonizza quel sorriso, nelle ore amare che oscurano il tuo viso,

anche se lontano, in fondo ad un recesso, resta incorrotta la voglia di successo,

che scuota l’anima da tutto quel torpore che ha dissimulato la forza dell’Amore.

 
 
 

DEDICATO ALLE MIE PAURE

Post n°1110 pubblicato il 25 Novembre 2017 da Ish_tar

Risultati immagini per PAURA

 

Indossa la tua maschera e vai incontro alle tue paure,

solo quando avrai smesso di temerle capirai quanta distanza hai seminato

con le tue stesse mani tra te ed il miraggio della serenità che hai sempre rincorso,

chiudendo involontariamente ogni porta

che ti avrebbe dato accesso al suo raggiungimento.

Conta sulla tua pelle tutte le cicatrici che ti ha lasciato vivere fino a questo giorno,

accarezzale come petali di seta che alleviano la ruvidezza delle spine,

guarda ai tratti di carne incontaminati disseminati sul tuo corpo

e pensa a quanta vita ancora ti aspetta.

Smetti di rendere invincibile tutto quello che temi,

sei tu a dargli il potere di annientare le tue certezze e di distruggerti

in uno stillicidio di attimi in cui perdi la coscienza di ciò che sei veramente.

Raccogli i cocci delle occasioni frantumate

e delle cose che non sei riuscita a tenere insieme e riponili senza rimpianto

nella selezione indifferenziata del tuo bagaglio di esperienza...

e poi continua a testa alta su quella strada che ti è stata tracciata,

che apparentemente scegli ogni giorno,

ma che un disegno preordinato ha stabilito per te.

E non aver timore di lasciar trasparire la tua debolezza,

essa è la madre del tuo essere donna,

volubile come la marea,

sferzante come la tempesta,

impetuosa come il vento che arriva dissipando ogni sedimento di stanchezza,

travolgente come l’istinto di una madre

che non esita a scuotere il mondo pur di proteggere la sua figliolanza.

 
 
 

ASCOLTARSI

Post n°1109 pubblicato il 22 Novembre 2017 da Ish_tar

Risultati immagini per ascoltarsi

 

Quando hai bisogno di indugiare un istante nell'ascolto del tuo sentire...

 ti soffermi a percorrere i tratti del tuo volto che conosci alla perfezione,

ma che spesso non osservi con la dovuta premura, smarrendo l'effetto che sa

lasciargli un'emozione;

ti accorgi di aver bisogno di parole che ti facciano sorridere il cuore e che delle altre

hai imparato sapientemente a fare a meno, lasciando che si disperdano nel vuoto;

 scegli di dare la priorità a quello che ti entusiasma, che ti fa sentire a tuo agio

e non ti nega la possibilità di lasciarti andare ad euforiche esternazioni bambine;

ripeti a te stessa che ridere e piangere sono reazioni del tuo essere viva

e che la cosa più bella 

è lasciare che erompano con la spontaneità con cui si affacciano dentro di te;

ammetti di amare stare insieme alla gente, così come ami raccogliere la tua solitudine 

tra le tue stesse braccia che non mancano mai di sapersi bastare;

ricordi alla tua mente assorta che l'unico compromesso che accetti

è quello del tempo che incalza

e fai strada ad ogni amarezza verso il percorso che ti riporta la quiete...

capisci che  hai corazzato te stessa da un pregiudizio che non ti può più sfiorare.

 
 
 

Perfect

Post n°1108 pubblicato il 14 Novembre 2017 da Ish_tar

 

 

Tutto è perfetto,

ogni battito, ogni consonanza.

Come in una sincronica rapsodia

dai suoni sottili e metallici che non stridono,

ma propagano delle note argentine,

cristalline come un torrente

che scandaglia impetuoso

i recessi remoti della mente,

fino ad intriderla di vita che esplode.

Mentre il passo si fa di sorpresa guardingo

e saltella tra pozzanghere di luce,

piovute giù da un cielo azzurro che resta.

 

 
 
 

A tu per tu con la paura dell'ignoto...

Post n°1107 pubblicato il 11 Novembre 2017 da Ish_tar

Risultati immagini per paure

 

Muri bianchi senza ornamenti, lisci come certi accessi del pensiero  che scivolano senza riempirti, pur lasciando di sé una forma indefinita, prepotentemente insinuante, che comprime come una morsa, trappola della paura. Immensità salate discernono nella tua testa accavallandosi come ignare risacche, schiave di una imponderabile marea. Cerchi un punto da cui ripartire, per avere un nuovo spazio in cui ampliare quello che temi, un nemico gigantesco che incombe e di cui non conosci le fattezze, ma che ti incute una paura smisurata, incontenibile nel piccolo raccoglitore di speranza ormai destituita da un’attesa sfibrante che ti consuma a strati, fino a giungere nei pressi dell’anima che ancora preserva il suo bisogno di credere. Un’ingenua ricerca di pace vaga solitaria tra le dune ventose che accecano lo sguardo, proseguendo a memoria senza inciampare, ma è una fluidità illusoria e fallace, pronta a mancare al prossimo intoppo con cui dovrà fare i conti cambiando ancora una volta l’ordine assurdo delle priorità…

 
 
 
Successivi »
 


I contenuti presenti sul blog "magneticamente" dei quali è autore il proprietario del blog (fatta eccezione per quelli per i quali sono indicati il rispettivo autore o la fonte) non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2008 - 2017 "magneticamente" by Ish_tar. All rights reserved



 

 

voli

 

voli

 

Il tuo più tenue sguardo - Edward Estlin Cummings


 


Il tuo più tenue sguardo

facilmente

mi aprirà

benché abbia chiuso me stesso

come dita sempre mi apri

petalo per petalo

come la primavera fa

toccando accortamente

misteriosamente

la sua prima rosa

e io non so

quello che c'è in te

che chiude e apre

solo qualcosa in me

comprende

che è più profonda

la voce dei tuoi occhi

di tutte le rose

nessuno

neanche la pioggia

ha così piccole mani

 

voli

 

Le immagini sono prese dal web, qualora andassero a ledere il legittimo diritto di proprietà di qualcuno, si prega di farlo presente in modo che vengano tempestivamente rimosse da questo blog.

 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 45
 

ULTIME VISITE AL BLOG

vololowdonadam68Ish_taresmeralda.cariniIlContaFiabepeppino.loiaconocile54medea111983RavvedutiIn2gryllo73stefyy60my2ndLifeleoncinobianco1lascrivana
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.