Creato da patzf il 03/08/2005

manidicartone

manidicartone

 

 

equinozio e solstizio

Post n°864 pubblicato il 26 Giugno 2011 da patzf
Foto di patzf

Le radici hanno dato  premura,

il talento e il tormento

 

 

 

tratto dal libro di Agostino Resta
"equinozio e solstizio"

 
 
 

memoria

Post n°863 pubblicato il 09 Febbraio 2011 da patzf
 
Tag: haiku

7 febbraio

 La vita è già compiuta
nulla ha più importanza
tu sei la mia luce

 
 
 

particelle estinte

Post n°862 pubblicato il 17 Maggio 2010 da patzf
 
Foto di patzf

La conoscenza di ciò che è non apre direttamente la porta alla conoscenza di ciò che dovrebbe essere. Si può avere la conoscenza più chiara e più completa di ciò che è, e tuttavia non riuscire a dedurre da questa quale dovrebbe essere la meta delle nostre aspirazioni umane. La conoscenza obiettiva ci fornisce strumenti potenti per la conquista di certe mete, ma il fine ultimo e il desiderio di raggiungerlo devono nascere da un'altra fonte.
Einstein, Albert Pensieri degli anni difficili,
Boringhieri, Torino, 1965, p. 109.

 
 
 

Post N° 861

Post n°861 pubblicato il 08 Febbraio 2010 da patzf
 
Foto di patzf

viaggio infinito
la strada vestita di lamiere
pezzi di cuore

 

 
 
 

fuori-tema

Post n°860 pubblicato il 03 Agosto 2009 da patzf

ciao Ale ...........

 
 
 

Adrienne Rich

Post n°859 pubblicato il 30 Luglio 2009 da patzf
 

 

So che stai leggendo questa poesia
tardi, prima di lasciare il tuo ufficio
con l’unico lampione giallo e una finestra che rabbuia
nella spossatezza di un edificio dissolto nella quiete
quando l’ora di punta è da molto passata. So che stai leggendo
questa poesia in piedi, in una libreria lontano dall’oceano
in un giorno grigio agli inizi della primavera, deboli fiocchi sospinti
attraverso gli immensi spazi delle pianure intorno a te.
So che stai leggendo questa poesia
in una stanza in cui è accaduto troppo per poterlo sopportare,
spirali di lenzuola ristagnano sul letto
e la valigia aperta parla di fuga
ma non puoi andartene ora. So che stai leggendo questa poesia
mentre il metrò rallenta la corsa, prima di lanciarti su per le scale
verso un amore diverso
che la vita non ti ha mai concesso.
So che stai leggendo questa poesia alla luce
della televisione, dove scorrono sussulti di immagini mute,
mentre aspetti le ultime notizie sull’intifada.
So che stai leggendo questa poesia in una sala d’aspetto
di occhi incontrati che non si incontrano, di identità con estranei.
So che stai leggendo questa poesia sotto il neon
nella noia stanca dei giovani che sono esclusi,
che si escludono, troppo presto. So
che stai leggendo questa poesia con la tua vista indebolita:
le tue lenti spesse dilatano le lettere oltre ogni significato e tuttavia continui a leggere
perché anche l’alfabeto è prezioso.
So che stai leggendo questa poesia in cucina,
mentre riscaldi il latte, con un bambino che ti piange sulla spalla e un libro in mano,
perché la vita è breve e anche tu hai sete.
So che stai leggendo questa poesia che non è nella tua lingua:
di alcune parole non conosci il significato, mentre altre ti fanno continuare a leggere
e io voglio sapere quali sono.
So che stai leggendo questa poesia in attesa di udire qualcosa, divisa tra amarezza e speranza,
per poi tornare ai compiti che non puoi rifiutare.
So che stai leggendo questa poesia perché non c’è altro da leggere,
lì dove sei approdata, nuda come sei.

(Poesia tratta da Cartografie del silenzio, Crocetti Editore, Milano, 2000)

 

 
 
 

Versi, a fine giornata.

Post n°858 pubblicato il 28 Luglio 2009 da patzf
 

Anche quando sembra che la giornata
sia passata come un'ala di rondine,
come una manciata di polvere
gettata e che non è possibile
raccogliere e la descrizione
il racconto non trovano necessità
né ascolto, c'è sempre una parola
una paroletta da dire
magari per dire
che non c'è niente da dire.

Patrizia Cavalli, Poesie (1974-1992)
Einaudi

 
 
 

biglietto

Post n°857 pubblicato il 14 Luglio 2009 da patzf
 
Foto di patzf

.

 
 
 

ci sono ... non ci sono

Post n°856 pubblicato il 21 Aprile 2009 da patzf
Foto di patzf

l'immagine riflessa
su uno specchio

 
 
 

Post N° 855

Post n°855 pubblicato il 08 Aprile 2009 da patzf
 
Foto di patzf

terremoto
con un pennello
dipinge
nuove aree
nuovi spazi
nuovi colori
macerie

 
 
 
Successivi »
 

IO

non è tanto l'intensità

quanto la durata

di un alto sentire

che fa l'essere superiore

 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

LORO

- l'amico dei sogni
- l'amico di famiglia
- lui e il suo castello
- lui...e i colori proibiti (un pezzetto)
- l'amico dei perchè
- l'amico delle tre t
- l'amico in prigione
- lui di un tempo
- lui e la sua traccia nel tempo
- il cantastorie
- lui che pensa e parla
- lui che viaggia nel nulla
- la sua dedica
- lui ancora lui sempre lui
- lui e le circostanze
- lui e i suoi pensieri inutili
- lui e i suoi dubbi i suoi pensieri la sua musica
- lui ...e il suo arcobaleno
- lui inquieto (ciò che rimane di lui)
- lui e la sua vita
- lui e le sue magiche poesie
- lui che ha voglia di vivere
- lui e i suoi sogni
- parole sussurrate
- lui e l'sola
- lui che vuole ricominciare
- lui e i suoi pensieri
- lui e il gatto nero randagio
- lui che mette il naso tra le schede
- lui che cerca la verità
- lui non piace la matematica
- lui con la camera obscura
- enciclopedia
- la filosofia e i suoi eroi
- lucio anneo seneca
- lui e la mente contorta
- spiriti freddi
- il suo viaggio
- il mio sito
- le avventure del capitano
- lei e le sue ricette
- coffee break
- ...... break
- wine bar
- lui solo
- lui e altri
- cinema
- lui e il teatro
- lui e la sua cantina
- night
- ......
- mix
- il grande dj
- P70
- mix
- il mio no
- la regina delle pin up
- si ispira a lei
- lui
- mix senza tempo
- lui e il suo juke blog
- marco e la chiave funky jazz
- sempre lui e la sharm
- i re
- lui e la A....musica
- lui e il suo acquario
- autoscatto
- scrivere
- il mio giornale
- pensando a lui
- poesie dal mondo
- llui e la sua isola che non c'è
- poesie parlanti
- passioni
- bronte
- lui che corre nel mondo
- lui la sua ombra la sua luce
- lui solo" one minute" (CIò che mi rimane)
- lui che guarda
- lui e il giunco nella nebbia gialla
- lui e i suoi piselli con la cipria
- lui e la sua arte "oro"Mantova
- lui... che sa quando come capita
- lui ..senza la A
- lui ...e boccadirosa
- lui...buonanotte fiorellino
- poesie di lei
- lui il corsaro
- il suo giornalino
- rilassandomi
- loro e la luna e il sol
- lui nascosto da un velo
- non sapevo che...
- il film
- leggo
- il sito con i denti gialli
- urbi et orbi
- poesie
- le sue lettere
 
immagine
 
 

MUSIC FOR THE NIGHT "ONE"

immagine

01

02

03

04

05

06

07

08

09

10

11

12

13

14

15

16

17                      

 

 

La musica è il genere di arte perfetto.

La musica non può mai rivelare

    il suo segreto più nascosto.

Oscar Wilde

grazie Artmoz

 
immagine
 

Corpo di donna


Corpo di donna, bianche colline, cosce bianche,
tu rassomigli al mondo nel tuo atteggiamento d'abbandono.
Il mio corpo di contadino selvaggio ti scava
e fa saltare il figlio dal fondo della terra.
Sono stato solo come una galleria. Da me fuggivano gli uccelli
e in me la notte entrava con la sua invasione possente.
Per sopravvivermi ti ho forgiata come un'arma,
come una freccia al mio arco, come una pietra nella mia fionda.
Ma cade l'ora della vendetta, e ti amo.
Corpo di pelle, di muschio, di latte avido e fermo.
Ah le coppe del petto! Ah gli occhi dell'assenza!
Ah la rosa del pube! Ah la tua voce lenta e triste!
Corpo di donna mia, persisterò nella tua grazia.
La mia sete, la mia ansia senza limite, la mia strada indecisa!
Oscuri fiumi dove la sete eterna continua,
e la fatica continua, e il dolore infinito.

“Paolo Neruda”

 

ULTIME VISITE AL BLOG

cleopatra_3lmnessunadirezionecarolina.pimentelKaos_101contecerroalexandragamespierina87solosimleopardo30forosariothevitoslucabono75patzfcorto.maltese44titolot
 
Citazioni nei Blog Amici: 22
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom