Creato da: massimocoppa il 22/08/2006
"Ci sedemmo dalla parte del torto perché tutti gli altri posti erano occupati"


"There is no dark side
of the moon, really.
Matter of fact,
it's all dark"

Pink Floyd

 

 

 

I MIEI LIBRI

 

 

 

DOVE SCRIVERMI

Puoi scrivermi su: massimocoppa@gmail.com

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

"Conosceremo una grande quantità di persone sole e dolenti nei prossimi giorni, nei mesi e negli anni a venire. E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: ricordiamo".

Ray Bradbury, "Fahrenheit 451"

 

Area personale

 

 

"And all this science,
I don't understand:
it's just my job,
five days a week...
A rocket man"

Elton John

 

Un uomo può perdonare
a un altro uomo
qualunque cosa, eccetto
una cattiva prosa

                     Winston
                        Churchill

 
 

Presto /
anche noi (…) saremo /
perduti in fondo a questo fresco /
pezzo di terra: ma non sarà una quiete /
la nostra, ché si mescola in essa /
troppo una vita che non ha avuto meta. /
Avremo un silenzio stento e povero, /
un sonno doloroso, che non reca /
dolcezza e pace,
ma nostalgia
e rimprovero
PIER PAOLO PASOLINI
 

 

 

 

 

Cazzarola!

 

 

 
« Messaggio #973Messaggio #975 »

Post N° 974

Post n°974 pubblicato il 14 Novembre 2008 da massimocoppa

Incredibile questionario per i candidati ad entrare nello staff
di Obama: bisogna rinunciare ad ogni privacy
VUOI LAVORARE ALLA CASA BIANCA? DEVI CONFESSARE TUTTA LA TUA VITA


Nell’entourage del neo presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, si saranno detti: “Basta con questi scheletri nell’armadio, con questi segreti inconfessabili che, poi, quando meno te lo aspetti saltano fuori, distruggendo l’immagine dell’interessato e danneggiando quella del presidente!”.

E’ stato così che, allora, è stato inaugurato un nuovo sistema per reclutare collaboratori, dai più importanti ai livelli più bassi: per andare a lavorare nello staff della Casa Bianca non solo bisogna avere certe referenze, certe capacità ed un adeguato curriculum, oltre ovviamente ad una buona raccomandazione del Partito Democratico; e non solo bisogna avere un profilo ed un passato specchiati e cristallini, ma bisogna anche dimostrarlo. O, perlomeno, autocertificarlo.

Così, gli esperti di Obama hanno predisposto un questionario in 63 domande, con il quale si fa letteralmente la radiografia al candidato: lo si passa proprio allo scanner, chiedendogli tutto di sé e del suo passato.

E’ un’intrusione nella propria privacy? Sicuramente sì, anche se è giustificata dal fatto che qualunque aspetto possa emergere nel futuro potrebbe tramutarsi in un danno per il presidente degli Stati Uniti (dico, il presidente degli Stati Uniti, non della bocciofila al parco!).

Tra le domande più significative (provate ad applicarle a voi stessi e valutate serenamente se potreste entrare nello staff di Obama) ci sono le seguenti (prese dal “Sole 24 Ore” di oggi):

- “Elenca e, se possibile, allega copia di ogni libro, articolo o pubblicazione (anche su blog o siti web) che hai scritto. Indica tutti gli pseudonimi che hai usato su Internet”;

- “Descrivi ogni e-mail, sms o instant message che potrebbe rivelare un conflitto di interessi o che potrebbe essere fonte di disagio per te, la tua famiglia o il presidente eletto, se fossero resi pubblici”;

- “Se tieni o hai tenuto un diario che possa indicare un conflitto di interessi o mettere a disagio te, la tua famiglia o il presidente eletto, sei pregato di fornirne una descrizione”;

- “Descrivi ogni legame – tuo, di tua moglie o di altri membri della tua famiglia – con istituzioni finanziarie, banche, gruppi che offrono mutui o gruppi assicurativi interessati, in seguito alla crisi finanziaria, dal sostegno del governo federale: Fannie Mae, Freddie Mac, Aig, Washington Mutual (ma anche altre)”;

- “Tu o tua moglie avete ricevuto regali da persone diverse dai tuoi familiari e amici stretti, in occasione di compleanni o ricorrenze? Se il loro valore eccede i 50 dollari indica persone, entità, data e circostanze”;

- “Indica l’indirizzo Url di tutti i siti web che parlano della tua vita privata o professionale, come Facebook, MySpace o altri”;

- “Tu, o un altro membro della tua famiglia, possedete una pistola?”;

- “Indica ogni altro elemento che possa recare danno o impaccio a te, alla tua famiglia o al presidente eletto”.

Se avete ancora voglia di lavorare per la Casa Bianca (le porte sono teoricamente aperte a tutti, anche non americani), cliccando QUI sarete diretti ad un sito dello staff di Obama. Compilando una scheda ed inviandola on line riceverete il questionario completo.


(Fonti iconografiche:
1)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog