conflitto

Un blog politicamente schierato che parla di politica, ma anche di amore.

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

TAG

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

 

Don Pierino Gelmini....un uomo...una storia.....tante storie. Grazie.

Post n°46 pubblicato il 04 Gennaio 2010 da maurysto
 

http://www.comunitaincontro.org/?corpo=home.php

Un sincero invito a visitare questo sito che ricalca, per grandi linee, la storia di un uomo dal temperamento straordinario, della indiscutibile rettitudine, che ha salvato migliaia e migliaia di ragazzi dal tunnel della tossicodipendenza e dell'alcooldipendenza.

 
 
 

IMMIGRATI............SI !!!!!! MA SOLO SE VENGONO PER LAVORARE.

Post n°45 pubblicato il 16 Maggio 2009 da maurysto
 

Dilagano le discussioni sugli immigrati e sul DDL sicurezza varato dal nostro governo.

Tutti coloro che ieri (Napolitano in prima linea) cacciavano gli albanesi e procuravano morti speronandone le imbarcazioni nell'Adriatico (1997), oggi tacciano il governo di centro sinistra come xenofobo.

Un emerito IDIOTA quale può essere definito Franceschini (attuale burattinaio di turno alla guida del caravan serraglio dell' ex PCI, PD, DS, Margherita,, Unione e non so quanti altri simboli.....appunto simboli), si permette di parlare di camicie nere e xenofobia dimenticando che il governo prodi e prodi stesso disse (all'indomani della tragedia nell'Adriatico dove persero la vita oltre 80 albanesi) che " la regolamentazione dell'immigrazione fa parte della libertà di un popolo e che era giusto regolare l'ingresso in Italia di immigrati.

La memoria corta dello stesso Napolitano che oggi gli fa dire frasi di circostanza, non è la mia.

Napolitano era Ministro degli Interni nel governo prodi al momento dell'episodio degli albanesi.

Oggi fa il "super partes"............ ma a chi la vuole fare bere.

Un comunista alla Presidenza dell'Italia è la cosa più indegna che un paese come il nostro potesse meritare.

Accettiamo chi viene in Italia per lavorare e non per delinquere in maniera limitata e controllata.

Rimandiamo via tutti coloro che pensano di venire a stuprare le nostre donne o rubare nelle nostre ville.

Questa non è xenofobia.

E' Giustizia.

 
 
 

Uno stato al fallimento.

Post n°44 pubblicato il 08 Dicembre 2008 da maurysto
 

Le notizie sullo stato dei conti non sono per nulla buone.
Mi riferisco allo stato italiano ed alle sue finanze.

Anni e anni di pratica gestionale della cosa pubblica attuata in modo, a dir poco, scellerato ci hanno portati ad una situazione sociale insostenibile e dalle cifre ,paurosamente, in rosso.

Da parte di questo governo si stanno facendo tutti gli sforzi per cercare di arginare problemi che provengono da decenni di amministrazione ed amminestrazione personalistico attuato da vertici della defunta DC in odore di comunismo strisciante e subdolo.

Chi lo dice che il "compromesso storico" non si sia fatto ?
Chi lo dice che il PCI non abbia governato l'Italia ?

Certo non ufficialmente. La storia però ci insegna che :

1) Il PCI ha regolato le lotte sindacali ;
2) Ha ottenuto posti di lavoro per tutti anche per chi non faceva nulla ;
3) Ha insinuato lentamente nei posti chiave personaggi che al PCI si riferivano ;
4) Ha regolato le scelte del governo e determinato risultati sociali ;
5) Ha creato falsi posti di lavoro ma veri stipendi pagati da tutti noi :
6) Ha portato allo sfascio la finanza ed ucciso il senso dello stato nei cittadini facendogli credere nell' equazione : sono per cui voglio = voglio per cui devo avere.

Ma non è così.

Non è così che si crea il senso dello stato.
Il senso dello stato deve essere in ciascuno di noi e deve farci capire che se non si fa nulla per mangiare non si può pretendere di avere macchine, cellulari, bella vita, vacanze e gratifiche............

Il vero fallimento di questo stato sono stati i comunisti.
Hanno fatto si che la gente pensasse che tutti possono avere tutto, che indipendentemente dalla propria preparazione o valenza o intelligenza si aveva il diritto di avere ciò che avevano altri.

Oggi si lamentano che il governo Berlusconi "non fa abbastanza".......... certo in confronto a quanto male hanno fatto loro all'Italia............

Spero che la gente capisca che la giustizia sociale è la prima cosa in una società civile e democratica ma la cosa fondamentale che muove gli individui è la meritocrazia.

Il vero fallimento sono i comunisti.
 

 
 
 

MEMORIA CORTA DI VELTRONI

Post n°42 pubblicato il 26 Ottobre 2008 da maurysto
 

La scarsità di argomentazioni e soprattutto di concrete risposte alla gente da parte della sinistra sono la vera ragione per la quale, la stessa sinistra, cerca di spostare l'attenzione su problemi marginali o su pretestuosi attaccamenti a fantomatiche dichiarazioni.
Ma allora cosa vogliono, veramente ?
Secondo me vogliono o vorrebbero solo essere reintegrati al potere (perchè i veri malati di potere sono loro), per sedere ai posti giusti, spartirsi i danari della gente e non fare nulla per nessuno se non per loro stessi.
Veltroni a Roma ha fatto mega feste e festicciole, sperperato soldi ai soliti furbetti (tra cui egli stesso e Rutelli & family), lasciato un buco di bilancio da cratere Vesuviano e ancora parla di economia ?
Che coraggio.
Lui stesso disse che terminato il mandato di sindaco a Roma si sarebbe ritirato in Africa (CHETEMPOCHEFA')....... Gli manca il biglietto per l'aereo ?
Glielo compro io.
Basta che si leva dai.........

 
 
 

IO PENSO CON LA MIA TESTA

Post n°41 pubblicato il 25 Ottobre 2008 da maurysto
 

Non amo rispondere agli anonimi, perchè io anonimo non sono anche se uso un nick per ovvie ragioni.
Ma lo farò solo per senso di realtà e perchè le ossa che si rigirano nella tomba potrebbero essere anche quelle di mio nonno, che la guerra l'ha fatta anche lui.

La convinzione che hanno in tanti che l'antifascismo sia una medicina miracolosa dispensata da chi, oggi, è esponente della sinistra è un errore grande e lo può tollerare solo chi con la sua testa non ci sa pensare.
Io penso con la mia testa.

Chi oggi si proclama antifascista e siede nei banchi della sinistra, in Parlamento, non ha nulla a che vedere con i patrioti che combatterono per la libertà e ai quali va l'onore ed il rispetto che gli compete.
I politici di sinistra, salvandone pochi tra di loro, sono solo persone il cui livore per aver perso le elezioni li sovrasta nella ragione.
Veltroni ha fatto scempio del bilancio di Roma.
Bassolino ha fatto scempio di Napoli e della regione Campania.
Iervolino peggio che andar di notte.
Non vi basta ?
Non agitate la piazza con i vecchi slogan e con i vecchi cavalli contro Berlusconi.
Berlusconi non sarà un santo ?
Non lo so.
Non so quanto vere siano le azioni giudiziarie intraprese contro di lui da una magistratura troppo politicizzata che crede di potersi sostituire al Parlamento e che le leggi anzichè applicarle le contesta o le vorrebbe scrivere di proprio pugno.
Non credo nella imparzialità di giudici che il giorno dopo aver dismesso l'abito da magistrato entrano in partiti della sinistra.
Non mi meraviglio.
Sono uomini e come tali hanno un pensiero politico.
Ma allora perchè le azioni intraprese contro Berlusconi ?
Guarda caso contro l'avversario politico...... ma io non ci credo.

Io penso con la MIA testa.

 
 
 

ANCORA UN ATTACCO A BERLUSCONI

Post n°40 pubblicato il 23 Ottobre 2008 da maurysto
 

Il penoso sistema di riportare le frasi attribuite e poi smentite da
Berlusconi è vecchio come il bacucco.
Se volessi scorrere le controverse dichiarazioni rilasciate da
Veltroni, D'Alema, Fassino, Pecoraro ed altri ci vorrebbero pagine e
pagine del mio blog.
Ma sarebbe tempo perso. Per me.
I risultati raggiunti da questo governo sono incontrovertibili e nulla
li potrà mai annullare.
In democrazia vince chi ha il consenso popolare.
Non nego che ci sia una minoranza di segno politico opposto, anzi me ne
compiaccio per il senso di democrazia che ciò esprime, ma fateci
governare.
Fateci governare e non arrampicatevi sugli specchi.
Lo stridore delle unghie è assordante.

 
 
 

Riporto dal blog PDL Giovani Piacenza:

Post n°39 pubblicato il 17 Ottobre 2008 da maurysto
 


Ho trovato il razzismo in italia...

Si,
è proprio così, in Italia circola il razzismo e le idee razziste sono
pubblicate su blog specifici e specializzati e sono anche nella nostra
politica.

Ho trovato il razzismo, quello puro, girando per la mia
città e l'italia. L'ho trovato in quelle persone che, per guadagnare
prestigio o qualche spicciolo, accusano di violenze inaudite anche la
nostra polizia salvo poi scoprirsi che sono loro che si sono fatti del
male per sostenere le loro tesi (come nelle foto shock della donna di
colore riversa per terra in una cella che poi si è scoperto che
sbatteva la testa contro il muro, aggrediva i poliziotti che cercavano
di calmarla ecc...). L'ho trovato nei commenti poco carini di alcuni
stranieri nei confronti spesso di ragazzine minorenni, l'ho trovato nei
continui stupri a danno di donne inermi (poichè nella loro cultura la
donna deve essere al loro servizio e non ha diritti), l'ho trovato
nelle continue liti con coltelli e pistole nelle quali le nostre forze
dell'ordine non possono intervenire, l'ho trovato nelle minacce a mano
armata per rapine nelle quali se un italiano si ribella e colpisce
queste persone viene incriminato mentre loro no; l'ho trovato nelle
risposte delle nostre forze dell'ordine che ci hanno detto "menomale
che non ha reagito altrimenti era nel torto"; l'ho trovato addirittura
negli asili e nelle case popolari per cui lo straniero passa
automaticamente in cima alle graduatorie e gli italiani poveri se la
devono cavare da soli. Lo ritrovo in continuazione, costantemente.

Ma
in fondo la colpa è nostra. Non abbiamo mai posto un freno, dobbiamo
stare attenti anche a come parliamo NOI. Loro no! E l'esempio più
eclatante è questo:

http://www.verbavalent.com/?q=node/309

per
comprendere meglio chi è questa persona vi consiglio di cercare Dacia
Valent su Wikipedia dove troverete una piccola biografia oppure
cercatela con qualunque motore di ricerca. Vi anticipo solo che è stata
europarlamentare per noi italiani, sì, l'abbiamo pagata per fare questo.

Il suo blog (veramente è stata cacciata da molti siti di blog) è stato da poco oscurato.

A voi i commenti, io non ne ho più!


Un sincero apprezzamento per l'autrice di questo post.

 
 
 

Pino Daniele Anima e Core

Post n°38 pubblicato il 23 Settembre 2008 da maurysto

 
 
 

L'AMORE E LA RAGIONE

Post n°37 pubblicato il 10 Settembre 2008 da maurysto
 
Foto di maurysto

L'amore e la ragione ?
Ma amare non ha ragione, dicono.
Dicono che chi ama veramente la ragione la perde.
Amare è inconcludente quindi, un astratto e allora non può avere ragione.

Ma allora amare è insensato ?
Non sempre ciò che non ha ragione è insensato, perchè tante volte si fa qualcosa anche solo per il gusto di farla. Quindi anche senza una ragione si può amare.......

Ma se amore non ha ragione, ragione ha amore ?

Un dilemma irrisolto.

"Si ama chi non ci ama e siamo amati da chi non amiamo."  Cosa tristemente nota.

So solo che amore è bello e senza amore non si vive.

 
 
 

Io mi vergogno di essere napoletano.

Post n°36 pubblicato il 03 Settembre 2008 da maurysto
 

Dopo aver visto ciò che è stato fatto in occasione della partita Roma-Napoli........ io mi vergogno di essere napoletano.

Maledetti.

Maledetti voi che infangate la mia città, la mia gente, il mio sole ed il mio mare.

Ma maledetti anche coloro che, inermi, accettano tutto ciò come se fosse normale.

Sono morti dentri.

 
 
 

SINISTRE CONTRADDIZIONI

Post n°35 pubblicato il 01 Agosto 2008 da maurysto
 

Io voto Berlusconi.
Non se ne fa mistero e chi conosce
il mio “internet nick” o che ha frequentato qualche volta questo blog, sa che lo dico apertamente e senza tanti giri di parole.
Tante volte, come è giusto che
sia, incontro in rete ed in giro per gli altri blog contestazioni, anche forti, o
confronti “coloriti” al mio modo di pensare ed alla mia schiettezza, tante
volte spudoratamente partigiana, ma questo (come dice qualcuno) “ è il sale
della democrazia “.
La diversità di opinione mi piace
ed è certamente un elemento stimolante per continuare il confronto.
La diversità di opinione e di
azione politica dovrebbe rappresentare un “altro modo” di vedere ed intendere
la stessa problematica, le sue risoluzioni e le possibili alternative sociali
da attuare.
La sinistra italiana, reduce da
una sonora sconfitta elettorale, si è sempre posta come alternativa politica e
sociale da contrapporsi alla, sempre teorizzata ma di fatto mai verificatasi,
supremazia ed egemonia cattolico/liberal/papale della DC , e suoi eredi, degli
ultimi 60 anni.
Alternativa dovrebbe significare
qualcosa che sia diverso, opposto e contrapposto seppur lecito e consentito, qualcosa
che sia il cambiamento ad uno stato di fatto non confacente alle esigenze, ciò
che si pone, cioè, come soluzione a quello che c’è.
La politica non ha mai goduto
dell’aggettivo di “ onesta ”, sin dai tempi dei Romani, il Senato era abitato
da illustri nomi ed illustri politici che non esitavano a vendersi pur di
ottenere qualcosa in cambio e dietro di loro argute “femmine” pilotavano le sorti
di Roma.
Chi non ricorda la fine che fu
riservata al Giulio Cesare, grande condottiero, barbaramente ucciso per soli
fini di accaparramento di potere ?
Non ci meraviglieremo se oggi
ritroviamo nel nostro Senato battaglie politiche, certo non sanguinarie come
quella di Cesare, ma sempre condite dall’ acre sapore del discutere talvolta di
argomenti che sono semplice frutto di interessi di alcuni, fatti passare per
interessi comuni.
Il cosiddetto “senso di
responsabilità”, sempre invocato da tanti, mi sa sempre di esclusiva dialettica
raggirante per dire un qualcosa che non si vuole dire ma che nei fatti è la
peggiore soluzione ai problemi in discussione.
Una sorta di raggiro, condito da
profonde contraddizioni è la struttura portante del pensiero politico della
sinistra di oggi e di quella di ieri.
Mi spiego meglio.
In assoluto il pensiero portante
della sinistra, teologicamente parlando se mi consentite il termine, potrebbe
essere un pensiero dalle caratteristiche perfette.
Potrebbe essere, quindi, la
soluzione alle problematiche sociali avendo cura della salvaguardia dei deboli
e degli indifesi, dei poveri e dei diseredati, degli indigenti e degli anziani,
degli operai e delle esigenze di un popolo femminile alla disperata ricerca
della possibilità di “far famiglia”……
Ma non è così.
La sinistra di oggi, ma quella di
ieri è sempre stata uguale, impersona e si identifica in persone che hanno già
tutto, persone che hanno raggiunto una posizione sociale medio alta, che hanno
una serie di privilegi che nessuno oserà mai mettere in dubbio, che hanno una
forza contrattuale alta e tale da “incutere rispetto”, non hanno nessun obbligo
di rendiconto del proprio operato e possono “far festa” come e quando gli pare.
Questa sinistra ha dell’assurdo.
C’è da chiedersi perché l’operaio
che votava storicamente per la sinistra e che oggi è veramente “l’ultima ruota
del carro”, dimenticato dai suoi stessi paladini, dovrebbe continuare a votare
per la stessa parte politica cui si rivolge chi ha i privilegi di cui sopra ?
Ovvio che il crollo della
sinistra è strutturale e non ideologico.
Ma quando cede la struttura di un
impalcatura tutti coloro che ci sono sopra cadono.
Lo strappo interno di PRC con
l’elezione di Ferrero alla direzione del partito è il sintomo di una lontananza
maestosa dai problemi della gente.
Un estremismo anacronistico che
politicamente è un suicidio.
Ferrero, le cui origini politiche
sono ben note, porterà alla scomparsa del partito ed al disgregarsi di un
pensiero innovatore e mediano che stava percorrendo la spina dorsale di una
formazione che mai si sarebbe sognata di governare un paese, che lo ha fatto
solo con l’aiuto e la complicità del PD e che non ha saputo sfruttare
l’occasione per l’attaccamento di alcune figure, alla ideologia imbalsamante da
cui proviene il loro pensiero.
Prima della caduta dell’ultimo
(nefasto) governo Prodi, molti ipotizzavano almeno un decennio di assenza della
sinistra dai banchi e dal comando dell’Italia.
Dopo questo strappo, non so se
dieci anni basteranno.L'alternativa alla sinistra ? La sinistra !! Cioè : non esiste alternativa.

 
 
 

 VITTORIA !!

Post n°34 pubblicato il 16 Aprile 2008 da maurysto
 
Foto di maurysto

Abbiamo vinto !!

Ha vinto il Popolo della Libertà e con esso ha vinto la voglia di cambiare e mettere una pietra tombale sulla disastrosa ed infausta esperienza del governo Prodi, Diliberto & C.

Queste elezioni hanno sancito la definitiva scomparsa parlamentare
della sinistra estrema, massimalista e comunista (quella, per
intenderci, che della falce e martello ne avava fatto un simbolo irrinunciabile e distintivo).

In tutti i blog comunisti impazza il tentativo di autocritica.

Nei blog "nemici" dove spesso scrivo, molti rispondono male ai miei tentativi di dialogo, di critica ed il livore li annega.

Danno la colpa a Berlusconi a Bossi a Veltroni della LORO sconfitta, ciechi artefici della loro debaclè, ma non si rendono conto che la VERA colpa e nell'interno della sinistra stessa.

La gente è stanca di chiacchiere e filosofie, socialità sbandierata ma non attuata, operai che non arrivano al 15 del mese, pensionati che vivono raccattando i rifiuti e questi comunisti parlano e parlano e parlano ?

Ma i bisogni della gente, i veri bisogni hanno capito quali sono ?
E' finita l' éra dei comunisti.

E'finita l' éra delle chiacchiere inutili.

Ora, e per 5 anni, governa Berlusconi a cui rivolgo, oltre che un apprezzamento esplicito e riconoscenza per averci portato alla vittoria, un augurio di proficuo lavoro.

 
 
 

LA SFIDA MEDIATICA

Post n°33 pubblicato il 12 Aprile 2008 da maurysto
 

Ieri sera c'è stata.

La sfida tra di due maggiori contendenti alla Presidenza del Consiglio, c è stata.
In TV al Matrix di Mentana su Canale 5 davanti a oltre 6 milioni di telespettatori.

Non un faccia a faccia perchè gli stessi contendenti, ciascuno per ragioni diverse, non l'hanno voluto, ma a distanza.
Prima il Walter nazionale, poi il Silvio epocale.

Analiziamo i due interventi :

Veltroni.

Calmo, riposato, flemmatico, sorridente e gioioso. (ha mangiato bene nel suo tour italiano ????)
Affonda su vari punti programmatici, mai nominando il "suo principale avversario".
La sensazione netta è quella che Veltroni abbia molta possibilità di promesse, di dire cose che poi la storia non gli imporrà di mantenere e che non saranno mai sottoposte alla macchina della verità, visto che i numeri sembrano darlo per sconfitto.
Certo, per chi ha poche speranze di vincere, promettere è facile e Veltroni ha promesso molto l'altra sera.
Ha promesso mari e monti, ha promesso quote rosa, ha promesso salari, stipendi, concordia, pensioni, sicurezza, rilancio, socialità e bla bla bla........... Tutto ha promesso, come se per promettere non si spendesse nulla.
Un bluff.......... Veltroniano in salsa sinistra.

Berlusconi :

Stanco, un fiume in piena, prolisso, divertente, un leone.
Inizia con una critica analitica al "Walter ego" del suo avversario che, invece, chiama  puntualmente per nome e cognome.
10 minuti iniziali di elencazione minuziosa di bugie e sciocchezze sparate dal "Veltronibus in sosta" a Matrix.
Prolisso e maniacale nel chiedere il voto.
Maniacale perchè giustamente attento a spiegare le ragioni del votare per una coalizione, il PDL, che certamente potrà garantire con una consistente forza parlamentare, la stabilità e la governabilità.
Quindi richiama il popolo del centro destra a concentrare i voti sul PDL per convergere in un unica forza.
Apprezzabile per chiarezza espositiva, come sempre. E su questo non vi è ombra di dubbio.
Unica persona del panorama politico, dalla dialettica chiara e trascinante.

Elenca varie priorità e sottolinea il primo Consiglio dei Ministri a Napoli. (Bene Presidente !).

Fondamentalmente stravince mediaticamente sul suo avversario nella dialettica, negli argomenti e nei numeri degli ascolti (dati pubblicati su vari quotidiani).

Che sia un segno premonitore ?

Speriamo che questo sia di buon auspicio.

Nella giornata del "silenzio elettorale" speriamo che Berlusconi abbia la possibilità di riposare almeno un pò.
Il viso stanco e tirato che ha mostrato ieri sera in tv, ha fatto vedere chiaramente che il leader del PDL ha "pagato" pesantemente lo sforzo e l'impegno di una campagna elettorale dura e dispendiosa.

Spero che la vittoria dia a Berlusconi quella gratificazione tangibile del sostegno degli italiani e la rinnovata stima da parte della maggioranza del popolo, per far rialzare questa Italia messa in ginocchio e maltrattata da una sinistra cieca, avida ed opportunista.

Complimenti Presidente, ha dimostrato ancora una volta che sa affrontare le battaglie importanti con l'estro e l'energia di un 50enne, con sacrificio e cuore di vero italiano.

D'altronde Lei stesso ci ha abituati a successi e vittorie strepitose, in ogni campo della vita, che ci riempiono di orgoglio.

Da tante parti del mondo politico e nei blog si levano scudi e critiche sul suo operato e sulla sua vita, privata, imprenditoriale e politica.

Personalmente ho sempre contestato apertamente e lottando a spada tratta, ogni faziosa illazione ed inutile elencazione di pretestuose circostanze, tante volte attirando screzi e parolacce.

La storia Le darà merito, ma prima ancora glielo darà il risultato delle urne.

In bocca al lupo.
 

 
 
 

LETTERA AI NAPOLETANI

Post n°31 pubblicato il 19 Marzo 2008 da maurysto
 

Di seguito riporto la lettera del Presidente del PDL e candidato alla Presidenza del Consiglio, Silvio Berlusconi, che sarà inviata ai napoletani


Cara amica, caro amico di Napoli e della Campania, Tu più di ogni altro italiano sai quanti e quali danni possa portare un’amministrazione di sinistra. Lo sai perché hai pagato sulla Tua pelle tutti i danni di un malgoverno regionale, che si sono sommati ai guasti del governo nazionale delle sinistre.

Il primo impegno del prossimo governo sarà liberare Napoli e la Campania dalla montagna di rifiuti sotto la quale la classe dirigente del Partito Democratico - Prodi, Bassolino, Iervolino - le hanno sepolte.

Se avremo la responsabilità del governo, affronteremo questa sfida dal primo giorno di lavoro a Palazzo Chigi. La catastrofe è talmente grande da rendere impossibile previsioni certe sui tempi necessari per riportare la situazione alla normalità. Ed è davvero sconcertante che, dopo un fallimento di queste proporzioni, la sinistra non abbia sentito
nemmeno il dovere di farsi da parte. Anzi, il rifiuto di dimettersi da parte di Bassolino ha reso l'idea dell’arroganza con cui la sinistra ancora considera i cittadini come dei sudditi. E il silenzio di Veltroni in proposito ci è parso un preoccupante segno di debolezza, l’ultima cosa di cui hanno bisogno oggi la Campania e l’Italia.

So bene che nei cittadini campani lo sconforto è grande e si diffonde la tentazione di non partecipare al voto. Chi lo facesse, tuttavia, non risolverebbe nulla, otterrebbe al contrario un solo risultato: lasciare la Campania e l’Italia nelle mani di coloro i quali l’hanno ridotta in queste condizioni.

Le elezioni del 13 e del 14 aprile sono anche per questo l’occasione da non perdere per ridare al Paese - con il Tuo voto al Popolo della Libertà - un governo veramente nuovo, efficiente, coeso, capace di dare risposte concrete ai bisogni di tutti.

La nostra azione sarà tesa a rilanciare l’economia con interventi mirati sulla famiglia, sul lavoro e sull’impresa. Inizieremo con l’abolizione totale dell’Ici sulla prima casa, con la detassazione degli straordinari e dei premi legati alla produttività, con la costruzione di nuove case per le giovani coppie, con meno tasse per chi ha più figli e con pensioni più dignitose. Sono solo alcuni esempi di ciò che faremo.


Così potremo riprendere il cammino interrotto due anni fa, potremo completare le riforme per modernizzare l’Italia e riprendere la costruzione delle Grandi Opere. Interventi che si possono realizzare senza mettere le mani nelle tasche dei cittadini, ma riorganizzando e modernizzando la Pubblica Amministrazione, eliminando gli sprechi della spesa pubblica e i costi inutili della politica. Un modo di operare che avevamo già messo in atto negli anni del nostro governo che, vogliamo ricordarlo, è stato il primo ed unico governo a ridurre la pressione fiscale dal 1968 ad oggi.

Lo schieramento che si contrappone al nostro è guidato da Walter Veltroni, che si presenta come «nuovo» ma che in realtà ha messo insieme tutti i ministri, i vice ministri e i sottosegretari del governo Prodi che sono poi i soliti, vecchi protagonisti della sinistra con tutti i pregiudizi e le manchevolezze che conosciamo, che hanno portato al totale fallimento di questo governo.

La sinistra ha messo in ginocchio il Paese. Noi, tutti insieme, dobbiamo rimetterlo in piedi. Per questo abbiamo scelto come imperativo categorico il nostro «Rialzati, Italia!».

Aiutaci anche Tu, dai il Tuo voto al Popolo della Libertà!


Un forte, cordiale abbraccio


Silvio Berlusconi



 
 
 

MONNEZZA..........DIMENTICATA ?

Post n°30 pubblicato il 20 Febbraio 2008 da maurysto
 
Foto di maurysto

La campagna elettorale scalda i motori e le formazioni delineano gli schieramenti ed affilano le armi programmatiche.

Tutto in ossequio ad una legge mediatica, non scritta ma, vigente :

Il .........dimenticatoio.

Certamente i problemi italiani sono tanti e di tanti tipi diversi ed iniziare ad elencarli da una parte scontenterebbe comunque i fautori di un altra parte, ma ciò che vorrei dire è un altra cosa.

La campagna elettorale del centro sinistra è partita alla grande, con un pulman verde speranza, tante parole e tanti buoni intenti, con un operazione mediatica di notevole impatto.

Tanto, notevole, impatto ha fatto dimenticare agli italiani la......monnezza napoletana.

L'effetto mediatico determina uno spostamento dell'attenzione della gente su altri problemi, in televisione si attenuano i servizi sulla Napoli dimenticata dalla sinistra e sulle immagini dell'orrendo scempio ambientale sul quale gli "ambientalisti" Verdi tacciono, pur avendo ancora il coraggio di parlare di ambiente.

E' vergognosa la campagna elettorale della sinistra, dimentica e dimenticatrice degli scempi determinati dai suoi aguzzini, dai suoi adepti e collaboratori che, nell'assoluto disprezzo della dignità degli italiani prima e della loro dopo, riescono a ripresentarsi alla gente come se nulla fosse accaduto.

Personalmente auspico che il Presidente Berlusconi, il "nostro Presidente", riesca a condurre una battaglia elettorale nella quale riesca a non far dimenticare la......monnezza dimenticata, per un rilancio di una Napoli da sempre, troppo, in mano ad ignobili amministratori di sinistra.

Portiamo alla luce i disastri della sinistra e del governo Prodi.

Per non dimenticare.

 
 
 

NUOVI ? MA QUALI ? MA CHI ? MA DOVE ?

Post n°29 pubblicato il 19 Febbraio 2008 da maurysto
 


Veltroni si chiama "nuovo"..............
Si dice "nuovo"...............................

Non riesco a capire......

Proviamo a fare un breve resoconto e una piccola analisi :

1) Il centro sinistra fece un programma di 280 pagine presentandosi agli elettori come la nuova forza, coesa e di azione, che avrebbe dovuto risanare i conti e la società, malata, italiana.

2) 20 mesi di governo disastroso ha disastrato il disastro più completo legiferando quasi per nulla, chiacchierando molto e vendendo tanta aria fritta.

3) Ad un certo punto Mastella family & Co. hanno decretato la morte del governo Prodi, tra l'altro già nato in coma........

4) Il giorno prima dei funerali del governo, Veltroni si affrettò a dire che alle eventuali elezioni il PD si sarebbe presentato da solo, disconoscendo, di fatto, l'apparentamento con la zavorra della sinistra estrema (vari Pecoraro, Giordano, Diliberto, Caruso....ecc.......).

5) Il programma del "Veltroni rinnovato", certamente più snello e realistico del precedente 280ino, formato da 12 punti di stampo sinistro sembra più chiaro e concreto.

6) Sui giornali di oggi si sono lette frasi del tipo " questo programma è più veritiero e non come il precedente che diceva delle cose per poi negarle subito dopo" l'esempio è stato fatto per la TAV........

Ma allora la domanda nasce spontanea :

Ma se il programma da 280 pagine non vi piaceva, perchè lo avete sottoscritto ?

Fassino ha detto che il PD non è contro la legge Biagi, ma nel programma da 280 pagine lo si voleva cambiare. Perchè ?

20 mesi di presa in giro ?

Spero che gli italiani si sveglino e diano a questi perpetui venditori di niente, quel che si meritano :

La sconfitta.

 
 
 

VELTRONI,LA SINISTRA,LA NECESSITA' E L'INGEGNO

Post n°28 pubblicato il 18 Febbraio 2008 da maurysto
 


Partito il pulman di VELTRONIS PRODARIUM (il connubio
Veltroni/Prodi), per andare in giro per l’Italia.Un Italia che la sinistra, al governo dal 2006 agli inizi
del 2008, ha
distrutto nella struttura, nella spina dorsale con tasse, balzelli, danzette e
donzellette che parlavano di risanamento risanato e indebitamenti rientrati.Speriamo che l’Italia che vedrà Veltroni, dai finestrini del
suo pulman, gli faccia capire quanto male hanno fatto i 20 penosi mesi del SUO
governo.

SUO.
Certo che SUO, perché anche se Veltroni predica di
risanamenti, incentivazioni, sussidi, riprese miracolose, lo stesso Veltroni
non deve dimenticarsi o cercare di far dimenticare che l’Italia l’hanno
governata loro del centro sinistra negli ultimi 20 mesi e che se il deficit
ritornerà al 3% è opera loro.
Quasi sembra che il Veltroni pensiero, comprenda un ritorno
dall’Africa dopo 20 mesi di assenza, senza alcuna responsabilità del degrado e
della disfatta economica attuata dal centro sinistra, di cui patiamo i nefasti
risultati.
Dove era Veltroni quando TPS in associazione con Visco
martellava alle tasche degli italiani facendo aumentare verticalmente le tasse?
Dove era Veltroni quando i tesoretti venivano sperperati per
scopi elettorali ?
Dove era Veltroni quando il PIL faceva inutili danza tra
percentuali inventate ?
Dove era Veltroni quando la maggior parte degli italiani si
lamentava di non arrivare a fine mese ?
Al governo era.
Cieco di una fame di potere, unica ed incondizionata.
Ora si presenta come il “nuovo”.
Nuovo di che ? di vestito ? di abito monacale ?
Ma gli italiani non saranno stupidi. Non questa volta
almeno.
Ma certo la necessità aguzza l’ingegno e di necessità
Veltroni ne ha tante.
Deve far dimenticare a tempi da record tutte le malefatte
del SUO governo Prodi, della SUA sinistra al governo e delle connivenze e
battaglie interne con la sinistra radicale e radicalizzata.
Che faccia di bronzo. Che falsità !!
Nuovi ????? Ma se sono oltre 30 anni che fa politica.
Sempre la stessa.

 
 
 

IL VERO PROGRAMMA

Post n°27 pubblicato il 05 Febbraio 2008 da maurysto
 

15 PUNTI.

Non 278 pagine.

15 punti importanti da condividere per la rinascita e la pacificazione del paese.

1) Riduzione delle imposte ;
2) Tutela della privacy ;
3) Più mezzi alle forze dell'ordine e poliziotti di quartiere ;
4) Aiuti per le famiglie e piano casa per le giovani coppie ;
5) Rilancio della scuola e della riforma Moratti ;
6) Riforma della giustizia e separazione delle carriere ;
7) Piano su grandi opere e infrastrutture come il Ponte sullo Stretto ;
8) Riduzione del debito attraverso la vendita del patrimonio pubblico ;
9) Privatizzazione della pubbica amministrazione ;
10) Stato più leggero fuori da scuole, università, ospedali ;
11) Riforma delle pensioni senza limite di età e contribuzione ;
12) Riduzione del pubblico impiego di 500.000 unità ;
13) Abolire province e regioni e fare una confederazione sul modello svizzero ;
14) Riforma del sistema di rappresentanza dei lavoratori e categorie ;
15) Liberalizzazioni vere, con l'abolizione degli sconti fiscali alle Cooperative.

Sfido chiunque a dire che questo programma non corrisponde alla cura necessaria per il nostro paese.

Non lo ha stilato il centro sinistra.

Lo ha abbozzato il centro destra guidato da Berlusconi.
Sarebbero i 15 punti sui quali discutere costruttivamente e trovare accordi con il centro sinistra, all'indomani delle elezioni.

Non parole come " Redistribuzione", "anche i ricchi piangano", "tasse"......

Vi sembra utopia ?

No ! Sarebbe una megavincita al Superenalotto da distribuire a tutti gli italiani per ottenere un bene comune :

La pacificazione sociale e il rilancio del paese.

 
 
 

Berlusconi

Post n°26 pubblicato il 05 Febbraio 2008 da maurysto
 

"l'artefice di tutti i mali dell'Italia" ? .............l'imprenditore
prestato alla politica, che dimostra più senso dello Stato dei
"politicanti di mestiere".

E' notizia del giorno la
dichiarazione, o presunta dichiarazione, del leader della CDL Silvio
Berlusconi che avrebbe detto, ma era una cosa che francamente si era
già sentita di recente, che in caso di vittoria del centro destra alle
prossime,vicine,elezioni si sarebbe data la direzione di una delle due
Camere del Parlamento al centro sinistra.

A parte il fatto che
coloro che lo votano e nè hanno piena stima, come me, lo ritengono
persona liberale e con alto senso del concetto di libertà, magari non
dall'anima candida ma neanche peggio di altri, ma il suo comportamento
denota, senza ombra di dubbio, un anima statista e concreta
disponibilità a svelenire il clima pre e post elettorale.

Il
mandato esplorativo conferito a Marini si è dimostrato inutile
temporeggiamento, facendo passare un altra settimana in un inutile
attesa di un qualcosa che non poteva esserci.

Non mi piace dire
cose dal sapore di vittoria, ma sarebbe stato più logico procedere
velocemente allo scioglimento delle Camere, come già detto da tutta la
CDL.

Solo la cecità di chi, per 20 mesi, ha consentito il
protrarsi di una condizione irreale ed irrealizzabile consentendo ad un
governo nato morto di sopravvivere con le flebo dei senatori a vita, ha
provocato ulteriori danni ad una società che invece abbisognava di un
governo forte.

Ancora una volta bisogna annotare l'apertura al
dialogo di Berlusconi, pur avendo sempre ricevuto solo chiusure dalla
controparte.

Questo non piacerà a quanti di voi usano Berlusconi
come bersaglio principale, ma mi aspetto commenti responsabili su
questo argomento. 

 
 
 

MA QUALE LEGGE ELETTORALE ?

Post n°25 pubblicato il 30 Gennaio 2008 da maurysto
 

Il Presidente Napolitano ha incaricato Marini di "esplorare"......quasi fosse un pioniere (o peones) che, partendo all'avventura con borsa, cappello, occhiali e piccozza possa esplorare l'universo politico italiano e fare da paciere per accomodare una legge elettorale (volgarmente chiamata "Porcellum" dal latino...... Porcata........) che a nessuno della sinistra piaceva ma che in 20 mesi di governo non sono riusciti a cambiare.
Neanche dopo che Berlusconi e Veltroni si sono incontrati e trovati d'accordo sulla stesura di una legge elettorale che tenesse conto di uno sbarramento per evitare i piccoli partiti "capestro", la sinistra è riuscita a parlare con voce univoca.

E governavano. Governavano ? Galleggiavano....diciamo così.

Mi chiedo come, dopo che tutto il centro destra si è dichiarato contrario ad ogni perdita di tempo che ritardasse il voto, Marini possa accordare tutti e tirare fuori dal cappello la "Mandrakata" per una legge elettorale modello.

Allora ci si chiede ? Ma vuoi vedere che Napolitano da buon Komunista sta solo favorendo i suoi amici per dargli i tempi supplementari e consentirgli di riorganizzarsi per limitare la sconfitta, certa, elettorale ?

La mia risposta è : SI.

Allora ? Presidente ? Ma questa sua SUPER PARTES dove è ?

La sente la voce degli italiani ?

Gli italiani vogliono il voto. Ce lo dia.

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: maurysto
Data di creazione: 05/05/2007
 

IO LEGGO :

- Il Giornale
- Corriere della Sera
- Il Foglio
- La Stampa
- Repubblica
- Il Sole 24 Ore
- L'Unità
- Panorama
- La Nazione
- Secolo
- Il Manifesto
- Il Tempo
 

ULTIMI COMMENTI

ULTIME VISITE AL BLOG

target2006unamamma1lineagoticafightnovember81london7mmaurystotama29valledelcedrinosemprepazzaDifensoredelvotodairydaisyroobbertoonuovaitaliaunitalibertazzurrasalice_2008
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom