Creato da mettereleali il 24/05/2009

Mettere le Ali onlus

s p a z i o p e r f a r e r e t e

 

 

 
 

STO ANCORA ELABORANDO UN GIUDIZIO SU TUTTI QUEST'ANNI

Ci sono due libri che da un pò di giorni mi porto con me, in macchina, nel borsone, dentro le comunità... Uno è "la decadenza degli Intellettuali" di Zigmunt Bauman, l'altro è "Diario di lavorazione" del programma Avere Vent'anni di Massimo Coppola, andato in onda circa sette anni fà. Casualmente i due testi si sposano in un'analisi critica della società attuale e da giorni scuotono dolcemente la mia coscienza. Sempre "vittima" di una componente casuale, giorni fà entro in uno sperduto Sale e Tabacchi di un piccolo paesino del Salento e mi metto in coda, in attesa di acquistare un pacchetto di Lucky Strike. Ritrovo davati a me un ragazzo, quel ragazzo figlio della società dei nostri giorni, quel ragazzo rintracciato nelle analisi dei libri di Bauman e Coppola. Un pò sorpreso e curioso, in una visione quasi di spalle, osservo con attenzione ogni dettaglio, ogni movimento... Vent'anni appena, una stella tatuata sulla nuca, capelli appositamente spettinati, piercing sulle labbra, e i vestiti fino alle scarpe inondati da calcestruzzo. Era uno dei figli di questa terra, costretto a lavorare per pochi soldi, era lì per spendere i suoi dieci euro con un tuffo dentro un Mega Milionario, aggrappato alla sua liana di speranza.

E' la rappresentazione dell''eterna lotta per entrare in un altro mondo, guidato nè dal principio di piacere, nè dal principio di realtà, ma dal "principio del confort"... Il mercato delle lotterie, scommesse e gratta & vinci si alimenta proprio dall'infelicità che esso stesso genera, quell'infelicità che palpita dentro quel ragazzo. Il mondo degli eroi consumistici ha ammaliato, conquistato il ventenne in coda al Sale e Tabacchi e tutta una generazione terribilmente attratta da Dio denaro. <> (Z. Bauman). Gli occhi del ragazzo sono quelli di un personaggio tragico della nostra realtà, << una rappresentazione abbastanza ortodossa e moderna del giovane operaio>> (M. Coppola) salentino.

 

 
 
 

prima volta...

Post n°78 pubblicato il 24 Febbraio 2011 da mettereleali
 

 

Amo gli Adolescenti perchè tutto quello che fanno lo fanno per la prima volta 

Jim Morrison

 
 
 

14 Febbraio 2011 - San Valentino

Post n°77 pubblicato il 14 Febbraio 2011 da mettereleali
 

 

 

Sono folle di te, amore

che vieni a rintracciare

nei miei trascorsi

questi giocattoli rotti delle mie parole.

Ti faccio dono di tutto

se vuoi,

tanto io sono solo una fanciulla

piena di poesia

e coperta di lacrime salate,

io voglio solo addormentarmi

sulla ripa del cielo stellato

e diventare un dolce vento

di canti d'amore per te.

Alda Merini, da "Alla tua salute, amore mio"

  

 
 
 

Terra...

Post n°76 pubblicato il 04 Gennaio 2011 da mettereleali
 

 
 
 
 
 

Un Natale con le ali

Nella sorpresa generale un Principio Attivo ambizioso e che puntava alto prosegue il suo volo nel Terzo settore, fra regni consolidati di storiche cooperative, meccaniche istituzionali inceppate e logiche comunitarie connotate da sufficienza e pregiudizio.

Il Gruppo Appartamento “Mettere le Ali” si fa spazio in questa realtà a passo lento e deciso con cuore impavido e passione cocente, prosegue la sfida di promuovere un’altra idea di educazione che è "scegliere il cunicolo, inoltrarsi nei suoi meandri senza paura, è camminare lungo i crinali, in instabile equilibrio, sfidando i precipizi, lasciando le vie vecchie per le nuove riscoprendo le antiche" (Duccio Demetrio in L'educazione non è finita, ed. Cortina 2009). Lo fa giorno dopo giorno nelle pieghe di vite giovani che gli sono affidate, sperimentando altre direzioni, gustando la bellezza del volo in alta quota, strappando i ragazzi dalla marginalità e dalla violenza.

Ad un anno dall’inaugurazione del servizio, e dopo sette mesi di lavoro educativo con gli Adolescenti, sono importanti i primi frutti raccolti: il riconoscimento di alcune Istituzioni, la sorpresa e la fiducia della gente, i tanti stimoli di operatori dei servizi e professionisti che spronano a non mollare. Ma ancora di più i  primi segnali di crescita dei ragazzi, i primi loro approcci con un volo differente la sorpresa del loro vivere Altro, il loro divenire uomini dentro un contesto che gli spinge al centro e non al margine, alla luce del fare oltre il buio del delinquere, nel costruire futuro più che arrabattare il presente. È poiché questa sperimentazione non è solo per i ragazzi, ma con i ragazzi, ciò che oggi è evidente è una crescita, un cambiamento proprio anche degli educatori coinvolti. Chi ha abbracciato questa sfida, chi ha creduto in primis a questo progetto, vive oggi una nuova prospettiva, un futuro che è costruzione e che coinvolge pienamente. Vive cioè nella consapevolezza che l’educazione è un campo di battaglia ispido e doloroso, che fare impresa al Sud non è chimera ma è possibilità, una possibilità che deve necessariamente coinvolgere tutti. In questa prospettiva prosegue lo sforzo della Cooperativa di aprirsi al territorio, di proporre idee e progetti che coinvolgono e mettano in rete più soggetti.

Nasce così l’idea di un laboratorio pomeridiano che vede i ragazzi coinvolti nella produzione di candele, che sono finalizzate alla sperimentazione della manualità del generare e non del produrre, con tempi, attese e pazienza proprie dell’artigiano. Coinvolgersi e sostenere questa scelta educativa può essere alla portata di tutti scegliendo un dono differente per questo Natale e perciò  essere protagonista fattivo di un’altra storia per i ragazzi.   

 

"Dimentica la cera e le piume, e costruisci ali più solide". (citato in Michel Ciment, Kubrick)

 

Per info e richieste: 0836/818175 mettereleali@libero.it

 
 
 

SOStienici

Post n°73 pubblicato il 21 Dicembre 2010 da mettereleali
 

Per il tuo Natale ordina le nostre candele, con una piccola offerta aiuterai e SOSterrai i grandi voli dei nostri ragazzi..richiedile con una mail mettereleali@libero.it

 
 
 
 
 

Siamo come candele accese

Post n°70 pubblicato il 30 Novembre 2010 da mettereleali
 

Siamo come candele accese. Il rosso della fiamma non è l’unico colore, ma solo il più esterno e visibile. Ci sono anche il giallo e il blu: alla base, intorno allo stoppino. Allo stesso modo in noi convivono tre livelli di “combustione”: il rosso delle passioni all’esterno, il giallo delle emozioni e, alla base, il blu dello spirito. Chi passa la vita a inseguire passioni per provare emozioni fa una cosa molto vitale, ma insufficiente ed è per questo che rischia di rimanere sempre inappagato. Per trarre dai sensi tutto ciò che possono darti, occorre lavorare sullo strato più profondo e nascosto. Imparare a cercare risposte all’interno e non all’infuori di te. Altrimenti sarai sempre vittima delle circostanze e degli ondeggiamenti emotivi altrui.

                                              Massimo Gramellini, da “Cuori allo specchio”

 
 
 
Successivi »
 

COME SOSTENERCI

DONACI IL TUO 5X1000...FARA' DA COPIOSA VELA AI NOSTRI VOLI!

ECCO IL NOSTRO CODICE: 04213720750

Visita il sito della Cooperativa

www.mettereleali.it

 

LA PUGLIA? TUTTA UN'ALTRA STORIA

             principi attivi

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CAPA REZZA

  perchè amiamo la nostra terra...

perchè la vogliamo libera!...

 

AREA PERSONALE

 

ANTONIO REZZA

       Talenti della nostra Terra...

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 

WORK IN PROGRESS FOR EXODUS..

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ILVA DI TARANTO

   Gli effetti della DIOSSINA in Puglia

 

ULTIME VISITE AL BLOG

alf.cosmoselettra.gnoniparigi1313francodm64psicologiaforensemetterelealiangelaaaaarcmonimarco_scolozziWIDE_REDannam.paccanna.becchisabrinagiulyothercomunicazionetecnoscuolailportico
 

"solo chi vola non precipita"

  Niccolò Fabi

 

PUGLIA

 

TUTTO INIZIO' DA QUI...

Locandina Bando Regione Puglia - Principi Attivi

 

LIBERI DA ECOMOSTRI

L'abbattimento di Punta Perotti - Bari

 

ULIVO

Ulivo secolare

 

IL PRESIDENTE NICHI

Discorso del Presidente della Regione

Puglia tenutosi il 9 Maggio presso la Fiera

del Levante di Bari durante la giornata

dedicata ai Vincitori del bando 

di Principi Attivi che ha premiato

numerosi progetti. 

 
 

Falcone Borsellino