Creato da trueblue64 il 15/04/2013
 

A ruota libera

È la vita, non la morte, a non avere confini...

 

 

La Sindrome del nido vuoto...

Post n°6 pubblicato il 29 Maggio 2013 da trueblue64
 

....ma con 10 anni di anticipo!!

Ecco, l'evento "luttuoso" che vorrei condividere con voi oggi sarebbe questo:

Questa sera la nostra famiglia (mother, father & son) parteciperà alla sua ultima festa di chiusura dell'anno scolastico.

Dico "ultima" non perchè si prevedano eventi catastrofici o angoscianti, ma semplicemente perchè il fringuello in questione, anni 10 e mezzo, tra appena 10 giorni e dopo 5 anni di onorata carriera lascerà definitivamente, inequivocabilmente ed irrimediabilmente la Scuola Elementare. 

Finito. Terminato. This is the end. 

5 anni sono volati, io me lo vedo davanti, il primo giorno di scuola della Prima Elementare, con lo zaino nuovo sulle spalle, la sua polo azzurra e i bermuda in jeans, un faccino un pò indeciso tra l'emozione, lo spavento e l'entusiasmo.  Succedeva appena 5 minuti fa..... e tra 10 giorni sarà tutto finito.

Quando arrivò l'ultimo giorno alla Scuola Materna, dove lui e noi con lui avevamo vissuto 3 anni meravigliosi ed indimenticabili per tanti motivi, ho pianto come una vite tagliata sulle spalle delle sue insegnanti, che comprensive e tenere come sempre mi davano pacche sulle spalle e mi passavano i fazzoletti di carta. In fondo, loro ci sono abituate....

Non credo che arriverò a tanto quando sabato 8 Giugno sunoerà l'ultima campanella delle Elementari (per inciso, devo anche dire che qui non abbiamo trovato insegnanti altrettanto meravigliose, non tutte per lo meno....) ma di sicuro la malinconia sarà tanta.

Sta crescendo. Sta diventando grande. Sta iniziando a volare da solo.

A settembre sarà alle Scuole Medie, altra storia, altra vita, altra gente, e voli sempre più arditi. E io non potrò fare altro che stare qui a guardarlo, con la speranza di vederlo sempre tornare con le piume ed il cuore intatti.

Si, lo so cosa state pensando, "ecco la solita, ENNESIMA madre piagnucolona che non accetta la crescita dei figli". Vi capisco. Ma io ho solo lui; non ci saranno altri ultimi giorni di Scuola Materna, non ci saranno altri primi giorni di scuola Elementare, non ci saranno altre feste della scuola. Ogni cosa che facciamo con lui è sempre "l'ultima". Ogni addio è definitivo. Ogni esperienza non verrà ripetuta.

E a me mette tristezza, cosa ci volete fare....

Un augurio di buon proseguimento di settimana a tutti, comunque

 
 
 

VENERDI' 17

Post n°5 pubblicato il 17 Maggio 2013 da trueblue64
 

Caro diario, oggi ho litigato con il mio (unico) fratello.

Abbiamo litigato:

- via e-mail

- a proposito di una cosa successa 5 mesi fa

- dandoci a vicenda tante di quelle stoccate che i nostri messaggi sembravano i campi minati del Kosovo.

Lui ha chiuso uno dei suoi messaggi in questo modo:

"I familiari non si scelgono, infatti nessuno ci obbliga ad andare d'accordo. In fondo siamo dei normalissimi parenti che non sono fatti per stare insieme. Non è così grave, in certe famiglie la gente si ammazza quindi in fondo noi andiamo alla grande. Facciamocene una ragione e andiamo avanti".
(questo non è riferito a me ma ad un'altra componente della nostra famiglia, n.d.r.).

Io mi domando: è proprio come dice lui?

Vi lascio alle vostre riflessioni ma non prima di avervi augurato un FELICE WEEK-END"   

R.

 
 
 

AGGIORNAMENTO

Post n°4 pubblicato il 14 Maggio 2013 da trueblue64
 

Buon pomeriggio a tutti!

Mi scuso per il silenzio durato più del previsto, ma come avevo accennato nel mio ultimo post, nel frattempo sono stata nuovamente operata all'occhio sinistro, l'intervento è andato bene (nel senso che per il momento sembra che si sia ottenuto l'effetto desiderato) ma, per non contraddire il famoso detto "la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo", in questo momento quella che NON ci vede benissimo sono io: mi era stato detto dal chirurgo che "SOLITAMENTE questo tipo di intervento lascia la vista che trova" e a quanto pare io invece appartengo alla piccola percentuale delle eccezioni, dato che a tre settimane dall'intervento non ho ancora recuperato un minimo di messa a fuoco nell'occhio operato. In pratica, l'astigmatismo è peggiorato del 75%....

I primi giorni dopo l'intervento sono stati duri, non ero preparata ad un problema di vista così "importante", e ancora non ho deciso se sarebbe stato meglio saperlo prima oppure no, ma tanto non fa una grande differenza, i medici ti dicono solo quello che pare a loro e un pò per volta, con il contagocce, con il risultato che ad ogni visita di controllo non so mai che novità aspettarmi....

Ma in questo momento la cosa che mi INQUIETA di più sapete qual'è? E' che ho un occhio che NON mette a fuoco (e quindi praticamente vedo solo con l'altro) e mi rendo conto che sto iniziando a considerarla una situazione normale! Più passa il tempo senza miglioramenti e più io "mi adatto" a questa nuova condizione, ragion per cui mi da meno fastidio e la vivo quasi come se questa fosse la normalità mentre prima era una eccezione. Ecco, questo mi preoccupa davvero, perchè al di là dell'essere una chiara dimostrazione del nostro (umano) spirito di adattamento, mi fa temere di potermi.... come dire.... "rassegnare" a questa condizione, cosa che invece non ho nessuna intenzione di fare.

Io con gli occhi ci lavoro (8 ore al giorno al computer) e leggere è la mia grande passione nel mio (poco) tempo libero, quindi io HO BISOGNO di recuperare una vista se non ottima per lo meno accettabile! I medici continuano a dirmi che devo portare pazienza, che sono cose lunghe, che non devo avere fretta e bla bla bla....
Insomma, in questo momento sono messa così, e attenzione, non pensate male di me: sono perfettamente consapevole del fatto che in fin dei conti si tratta di una cosa piccina piccina, in confronto a ben altri problemi di salute che ci sono in giro, e quindi si, è vero, mi sto lamentando un pochettino ma cerco di non esagerare, c'è tanta gente che sta DAVVERO peggio....
Diciamo che ad un certo punto faccio come Pollyanna e dico a me stessa "Poteva anche andare peggio!!".

Scusate se vi ho annoiato con i miei problemi "oculistici", in realtà volevo solo spiegare ai pochi (ma BUONISSIMI) frequentatori del blog il motivo del mio silenzio, poi mi sono fatta un pò prendere la mano, mi perdonate??

Un caro saluto a tutti e un bacione a chi ha commentato fino ad ora

Alla prossima!!

 
 
 

I malmostosi

Post n°3 pubblicato il 19 Aprile 2013 da trueblue64
 

Buongiorno a tutti!
...anche se a dire il vero, mi pare che non ci sia stato un gran traffico da queste parti, ultimamente, diciamo che non serviva il Vigile Urbano... Ma va bene lo stesso, se anche una sola persona legge ciò che scrivo, son felice!

Oggi interrompo un attimo la "scaletta virtuale" di presentazione che mi ero preparata mentalmente, perchè mi è appena passata davanti una collega d'ufficio che mi ha fatto voglia di scrivere un commento estemporaneo:

Lei è una di quelle persone sempre "tristi", immusonite, con l'aria tra l'affranto, l'avvilito e l'incavolato nero, con la faccia di una che dice "Dio quanto sono triste, Dio quanto sono sfortunata, Dio quanti problemi ho, voi non potete nemmeno immaginare quanto è dura la mia vita" e via dicendo. Insomma, ho reso l'idea, no?

Ne conosco un paio, di queste persone, un'altra che è uguale a questa è la mamma di una compagna di classe di mio figlio, anche se lì la variante è che tende di più alla faccia incavolata nera e meno alla faccia triste e piena di problemi.
Il risultato comunque non cambia: mai un sorriso, manco per sbaglio.

Ora, io dico: i problemi ce li abbiamo tutti, ce li hanno loro, ce li ho io, ce li avete voi. Fatta salva qualche rara eccezione (di cui al momento però mi sfugge il nome), siamo tutti messi uguali, tutti sulla stessa barca, tutti con decine di rogne quotidiane da affrontare. Il lavoro che se c'è è massacrante ma meno male che c'è perchè è peggio per quelli che non ce l'hanno più, le giornate infinite passate a correre a destra e a manca, il tempo che non basta mai per fare tutto quello che vorremmo fare, i problemi dei figli, i problemi dei genitori anziani, i problemi del coniuge (....e magari della suocera!), la salute che va e viene, i soldi che non bastano mai....

Però..... però non so voi, ma a me nonostante tutto ogni tanto un sorriso scappa, una risata me la faccio volentieri, ad una battuta non rinuncio. Tanto, anche se resto sempre immusonita cosa risolvo, i problemi spariscono? Mi sa di no.
La settimana prossima dovrò affrontare il secondo intervento ad un occhio, poi ci sarà anche il terzo, è stata una cosa improvvisa e un fulmine a ciel sereno, e devo ammettere che all'inizio, tre mesi fa, non l'ho presa bene, qualche giorno di "buona, vecchia e sana depressione" me la sono fatta pure io. Basta, finita lì. La vita è andata avanti, ho ricominciato a sorridere, a ridere, a fare la battuta, e (parafrasando il libro), "io speriamo che me la cavo", ma smettere di sorridere non aiuterà il chirurgo ad operarmi meglio.

Insomma, penso di essermi spiegata, e quindi azzardo la domanda: VOI cosa ne pensate? Come siete, malmostosi oppure fiduciosi? Conoscete persone così?

Buona giornata a tutti!

 
 
 

Un passo per volta

Post n°2 pubblicato il 16 Aprile 2013 da trueblue64
 

Ed eccomi di nuovo qui, come promesso... anzi, come minacciato!

Come inizio non c'è stato male, anzi, devo dire che sono lusingata: ho avuto BEN un commento da parte di UN visitatore, non mi aspettavo nemmeno quello e lo ringrazio nuovamente.

Visto che ieri, tra l'altro, sono stata decisamente molto maleducata, vediamo di porre rimedio, e vado a presentarmi brevemente:

48-anni-quasi-49 (ci tengo al "quasi", eh??), impiegata, sposata, divorziata, ri-sposata (che volete farci, sono sempre stata una convinta sostenitrice dell'istituzione matrimoniale ), primipara attempata nonchè madre orgogliosa di un unico figlio maschio che sta entrando or ora nella pre-adolescenza.

Tutto qui?

Si, tutto qui, tutto sommato una vita abbastanza monotona

E siccome non mi sono ancora abituata ai ritmi e allo stile del blog, per il momento preferisco scrivere solo post molto brevi, per prendere confidenza un pò per volta...

Quindi per il momento vi saluto, sempre con una particolare attenzione a chi dovesse avere la sventura di capitare da queste parti (ma è successo una volta, con una persona tra l'altro davvero molto gentile, e quindi non penso di poter chiedere molto di più dalla mia nuova vita di blogger....) ed auguro a tutti una buona serata, ciao!

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

I MIEI LINK PREFERITI

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ITALIANOinATTESAjarilopaperinopa_1974max_6_66psicologiaforenseluzyangossimoramartin_gioSEMPLICE.E.DOLCEMARIONeDAMIELstrong_passiontrueblue64cercoilcoraggiopiterx0
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20