Creato da mmcapponi il 30/08/2007

Marco Capponi's Blog

Nel mio blog raccolgo e presento fatti che mi sono capitati davvero e che coinvolgono (oltre a me) persone a me vicine: alla fine però protagonista di ciascuna pagina di questo diario virtuale si scopre essere una reazione chimica (o un elemento oppure un composto) che ha donato al mio quotidiano una particolare nota di colore, invitandomi a riflettere sulla materia che compone l'universo e sulla possibilità che ha l'uomo di conoscerla e, nel bene e nel male, di manipolarla.

 

 

« n° 777IL MESSAGGIO DI FATIMA »

IL SOLFATO AMMONICO

Ho messo a dimora i pomodori nell'orto. Sei piantine: per queste piccole principesse ho costruito un castello in rami di nocciolo, al fine di stendervi sopra un telo protettivo per la grandine (oltretutto prevista per questo fine settimana).

Non solo: il giorno prima di interrare le piante ho irrorato il terreno con il macerato d'ortica che i cultori dell'agricoltura biologica osannano come un vero toccasana per l'orto, anche se puzza come sette cadaveri.

Un pizzico di solfato di ammonio ha poi arricchito il terreno di azoto. Il solfato di ammonio ha il pregio di rilasciare nel terreno l'azoto in maniera molto lenta (rispetto al nitrato di calcio, ad esempio), ma non troppo (rispetto all'urea o alla calciocianammide). In due settimane, l'azoto ammoniacale diventa azoto nitrico e come tale è assorbito dalle piante. Inoltre ha il pregio di acidificare il terreno calcareo.

Il solfato di ammonio è infatti il sale di un acido forte (l'acido solforico) e di una base debole (l'ammoniaca) e come tale ha idrolisi acida:

2NH3 + H2SO4 ---> (NH4)2SO4

Si presenta come un solido bianco, inodore. Industrialmente lo si otteneva un tempo dalle acque di lavaggio del gas illuminante: riscaldando il carbone nelle storte si liberava il gas di città, che conteneva impurezze da eliminare. Tra queste c'era l'ammoniaca, che veniva fissata facendo passare il gas in un bariletto pieno d'acqua e neutralizzata poi con acido solforico con formazione di solfato di ammonio.

I chimici, agli inizi del XX secolo, hanno imparato a ottenere l'ammoniaca non più dal carbone, ma per sintesi diretta dagli elementi (azoto e idrogeno), come abbiamo detto più volte in altri post di questo blog parlando di Haber, di Bosch, di Fauser, di Casale, etc.

Il solfato di ammonio però, tanto caro agli agricoltori, lo si è sempre ottenuto per reazione dell'ammoniaca con l'acido solforico, anche se l'ammoniaca era ottenuta per diversa via. Dall'ammoniaca si ottengono inoltre altri importanti concimi (urea, nitrato di ammonio).

Il solfato di ammonio poi risultò essere un sottoprodotto dell'industria delle fibre tessili: per produrre il nylon-6 infatti occorre il caprolattame.

Come viene prodotto il caprolattame? Per reazione del cicloesanone con l'idrossilammina a formare la chetossima corrispondente e successivo riarrangiamento di Beckmann della chetossima a lattame (capito tutto? immagino di si, ormai siete... braviSCImi).

Questo ultimo passaggio avviene in ambiente acido (oleum, ovvero una soluzione di anidride solforica in acido solforico) ed è da qui che si ottiene come sottoprodotto il solfato di ammonio.

Una volta sembrava una manna dal cielo avere con uno stesso processo fibre sintetiche per le calze delle signore di città e concime per le contadine in campagna... poi il solfato di ammonio prodotto cominciò ad essere troppo e così si trovarono modi di ottenere il caprolattame senza avere solfato di ammonio. Più che il digiuno potè la vanità...

Tra coloro che hanno studiato la reazione, ad esempio impiegando catalizzatori eterogenei o cambiando acido (usando acido trifluoroacetico al posto dell'oleum), c'è Lucio Ronchin, forse ultimo esperto italiano in attività (gli altri son morti o sono in pensione) di un processo che ormai non si fa più. Qualcuno ha pensato bene di chiudere gli stabilimenti e delocalizzare altrove.

Ho già ricordato Lucio quest'estate nel poema celebrativo di Alice in Scozia: qualche settimana dopo è diventato il correlatore della mia tesi di laurea. Sempre (!!!) fisica permettendo...

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: mmcapponi
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 35
Prov: BL
 

SCRIVETEMI ALL'INDIRIZZO MAIL:

mmcapponi@libero.it

 

CONTATTO SKYPE

marco.capponi79

 

ACCOUNT TWITTER

marco_capponi

 

UN LIBRO...

Copertina del libro

Marco Capponi

Appunti per un'alfabetizzazione musicale - Momenti Aics Editore Belluno, 2008.

Euro 10 (spedizione esclusa)

Qualche anno fa ho pubblicato il libro di cui vedete la copertina nella foto qua sopra, realizzata da Carla De Poli.

Nel testo raccolgo qualche appunto riguardante la musica (oramai raro piacere nell'ancor più raro tempo libero) nei suoi aspetti generali; lo corredano alcune foto di amici musicisti o di ensemble che hanno suonato (o suonano tuttora) in Belluno e dintorni.

Chi fosse interessato ad acquistare in sottoscrizione il testo può contattare la casa editrice Momenti Aics Editore, via Vittorio Veneto 166 - 32100 (BL) - Tel e fax: 0437-33981 - e-mail: aicsbl@virgilio.it specificando in oggetto LIBRO MUSICA CAPPONI

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CANALE YOUTUBE

QUI trovate il link al mio canale youtube, dove uso il nick vinculumchemicum (ovvero legame chimico, in latino). 

 
Citazioni nei Blog Amici: 14
 

ULTIME VISITE AL BLOG

antropoeticommcapponitamy.1977massimocoppamattiacettolinSky_Eaglelumil_0VerainvisibileCinderella017lost4mostofitallyeahcarlo.russo1983ford.marioLord_Of_Shadowsthomasthf
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

ODC

Sono obiettore di coscienza al servizio militare. Ho assolto il mio servizio civile sostitutivo e sono fiero della scelta che ho fatto, a cui rimango coerente e che rinnovo ogni giorno e ad ogni occasione.

So che molti mi disprezzeranno come disprezzano tutti gli altri obiettori, ma non importa: il problema non è mio. Io voglio essere coerente con quanto credo, e rimanerlo fino alla morte... NON con un fucile in mano.

 

RINASCITE, UN LIBRO PER PAPA LUCIANI

RINASCITE

Questa è la copertina di "Rinascite", un testo scritto a quattro mani con Carla De Poli, poetessa bellunese.

Esso raccoglie il frutto di una feconda collaborazione artistica consumatasi ormai dieci anni fa, che ci ha portato a scrivere per la parrocchia di Cavarzano, retta allora da Mons. Giorgio Lise, alcune sacre rappresentazioni, con testi sacri, meditazioni poetiche e musiche originali.

Ciò che resta oggi è stato raccolto e offerto in questo libro, il cui ricavato va a sostenere la beatificazione di Papa Luciani per espressa volontà degli autori (Carla ed io).

E' disponibile presso il centro di spiritualità e cultura intitolato all'omonimo Papa bellunese.

 

PREGHIERA A SAN GIUSEPPE DA COPERTINO

SAN GIUSEPPE DA COPERTINO

O san Giuseppe da Copertino, amico degli studenti e protettore degli esaminandi, vengo ad implorare da te il tuo aiuto.
Tu sai, per tua personale esperienza,
quanta ansietà accompagni l'impegno dello studio
(degli esami) e quanto facili siano il pericolo
dello smarrimento intellettuale e dello scoraggiamento.
Tu che fosti assistito prodigiosamente da Dio
negli studi e negli esami per l'ammissione agli Ordini sacri, chiedi al Signore luce per la mia mente e forza per la mia volontà.
Tu che sperimentasti tanto concretamente
l'aiuto materno della Madonna, Madre della speranza, pregala per me, perché possa superare facilmente tutte le difficoltà negli studi e negli esami. Amen.