Creato da mohita66 il 26/05/2007

mohita

maneggiare con cura

 

 

Progetti per il futuro...

Post n°627 pubblicato il 26 Novembre 2010 da mohita66

.

.

Sono avvolti dal profumo del pane
ed accarezzati da preludi di note.
Sono risate e serate tranquille,
sono pomeriggi di fuoco e fiamme,
legna da ardere,
che riscalda il cuore.
Sono parole, scontri ed incontri,
sono cibo per il corpo
nettare per l'anima.
Sono nebbia e pioggia
sole e vento.
Sono attimi...
dove il futuro si riesce a specchiare,
nelle scelte del passato
e nei tuoi occhi
trovo le conferme quotidiane.

.

.

.

.

 

 
 
 

...fai un salto, fanne un altro...

Post n°626 pubblicato il 03 Novembre 2010 da mohita66

.

.

.

.

La ranocchia che non sapeva di esser cotta...

.

.

Immaginate una pentola piena d'acqua fredda
in cui nuota tranquillamente
una piccola ranocchia.
Un piccolo fuoco è acceso sotto la pentola
e l'acqua si riscalda molto lentamente.
L'acqua piano piano diventa tiepida
e la ranocchia, trovando ciò piuttosto gradevole,
continua a nuotare.
La temperatura dell'acqua continua a salire.
Ora l'acqua è calda, più di quanto la ranocchia possa apprezzare,
si sente un pò affaticata, ma ciò nonostante non si spaventa.
Ora l'acqua è veramente calda e la ranocchia
comincia a trovare ciò sgradevole,
ma è molto indebolita, allora sopporta e non fa nulla!
La temperatura continua a salire,
fino a quando la ranocchia finisce semplicemente
per cuocere e morire.
Se la stessa ranocchia fosse stata buttata direttamente
nell'acqua a 50 gradi,
con un colpo di zampe sarebbe immediatamente
saltata fuori dalla pentola.
Ciò dimostra che, quando un cambiamento avviene in un modo sufficientemente lento,
sfugge alla coscienza e non suscita nella maggior parte dei casi
alcuna reazione,
alcuna opposizione,
alcuna rivolta.

-

-

.

.

Se guardiamo ciò che succede nella nostra società
da qualche decennio
possiamo vedere che stiamo subendo una lenta deriva
alla quale ci stiamo abituando.
Una quantità di cose che avrebbero fatto inorridire 20,30 0 40 anni fa,
sono state poco a poco banalizzate
e oggi disturbano appena o lasciano addirittura
completamente indifferente la maggior parte delle persone.
Nel nome del progresso, della scienza e del profitto
si effettuano continui attacchi alle libertà individuali,
alla dignità, all'integrità della natura,
alla bellezza e alla gioia di vivere,
lentamente ma inesorabilmente,
con la costante complicità delle vittime, inconsapevoli
o oramai incapaci di difendersi.
Le mere previsioni per il nostro futuro,
invece di suscitare reazioni e misure preventive,
non fanno altro che preparare psicologicamente
la gente ad accettare delle condizioni di vita
decadenti, anzi drammatiche.
Il martellamento continuo di informazioni da parte dei media
satura i cervelli che non sono più in grado di distinguere le cose...
Quando ho parlato di queste cose per la pria volta, era per un domani
Ora é per oggi!
Coscienza o cottura
bisogna scegliere!
Allora
se non siete, come la ranocchia, già mezzi cotti,
date un salutare colpo di zampe,
prima che sia troppo tardi!


Olivier Clere

.

.

 

-

-

.

 

OPLA'

 
 
 

Si non caste, tamen caute

Post n°625 pubblicato il 01 Novembre 2010 da mohita66

.

.

Questo il consiglio che molti hanno dato e continuano a dare...!!!

.

.


ChiamaSilvio Beghelli

Problemi con la questura? Fermo di polizia per furto? E' mezzanotte e non sapete dove procurarvi un tanga? Attivate subito il vostro ChiamaSilvio Beghelli. Con ChiamaSilvio Beghelli ogni problema è risolvibile in meno di due ore, in modo semplice ed efficiente. Una volta attivato il vostro ChiamaSilvio Beghelli, il Premier in persona chiama l'ufficio pubblico che vi sta creando dei problemi (questure, agenzia delle entrate, vigili urbani, poste, ferrovie...) assicurando al funzionario di turno che siete la biscugina di Roosevelt, la zia di Lukashenko, la nipotina di Mubarak, la pronipote di Greta Garbo. Contemporaneamente, un funzionario pagato dai cittadini, magari addirittura un consigliere regionale, tipo Nicol Minetti, viene a togliervi dai guai. Chi ha usato ChiamaSilvio Beghelli ha risolto ogni problema, basta guardare i numerosi testimonial. M.C. era una soubrette di seconda fila costretta a farsi fotografare seminuda: ha azionato il ChiamaSilvio Beghelli ed è diventata ministro. M. B. era una venditrice di salmone, ha attivato il suo ChiamaSilvio Beghelli ed è diventata ministro pure lei. N.L. era una ragazzina di Caserta, ha attivato il ChiamaSilvio Beghelli ed è diventata una reginetta del jet-set. Visto? Procuratevi subito il vostro ChiamaSilvio Beghelli, l'alternativa sicura al welfare state. ChiamaSilvio Beghelli è facile, rapido intuitivo. Digitare 1 per interventi sulle forze dell'ordine. Digitate 2 per partecipare alle feste di Arcore. Digitate 3 per farvi regalate un Rolex e settemila euro. ChamaSilvio Beghelli, un'alternativa semplice e funzionale al dissolvimento dello stato e della decenza.
Avvertenze. Leggere attentamente le istruzioni all'interno del tanga di piume di struzzo. Non funziona contro le valanghe o le frane, per quello c'è l'efficiente ChiamaBertolaso Beghelli, che può anche crearvi una discarica in salotto in meno di mezz'ora.

di Alessandro Robecchi

.

.

.

.

 

 
 
 

aspettando....

Post n°624 pubblicato il 28 Ottobre 2010 da mohita66

.

 

 

.

.

Si continua a sognare
di vite e di amori
di se e di ma.
Di come sarebbe
ma non è.

.

.

.

.

Si attende qualcosa che
all'improvviso cambi
il tutto
non volendo rischiare niente.

.

.

.

.

Come bambini che si comportano "bene"
si aspetta alla fine il premio
accontentandosi
nel frattempo
del effetto placebo
che un surrogato può donare 

.

.

.

.

provando emozioni e sensazioni
quasi reali.

.

.

.

.

 

 
 
 

...

Post n°623 pubblicato il 17 Ottobre 2010 da mohita66

.

.

.

.

.


Un mattino un uomo torna dopo molte ore di pesca e decide di fare un sonnellino.
Anche se non pratica del lago, la moglie decide di uscire in barca.
Accende il motore e si spinge ad una piccola distanza: spegne, butta l'ancora, e si mette a leggere il suo libro.

Arriva una Guardia Forestale in barca, si avvicina e le dice:
"Buongiorno, Signora. Cosa sta facendo?"
"Sto leggendo un libro" risponde lei (pensando: "non è forse ovvio?!?").

"Lei si trova in una Zona di Pesca Vietata," le dice.
"Mi dispiace, agente, ma non sto pescando. Sto leggendo".

"Sì, ma ha tutta l'attrezzatura. Per quanto ne so potrebbe cominciare in qualsiasi momento. Devo portarla con me e fare rapporto".
"Se lo fa, agente, dovrò denunciarla per molestia sessuale" dice la donna.

"Ma se non l'ho nemmeno toccata!" dice la Guardia Forestale.
"Questo è vero, ma possiede tutta l'attrezzatura. Per quanto ne so potrebbe cominciare in qualsiasi momento."

“Le auguro buona giornata signora" e la guardia se ne va.

.

 


MORALE:
Mai discutere con una donna che legge, è probabile che sappia anche pensare.

.

.

 
 
 
Successivi »
 
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

hartley70Elemento.Scostantejeanpa_1LoveGorRudy752Katartica_3000chevalldoc72114ciaobettina0grazianodepriscoGIOIELLINOBELLOrosabuttlerz123454ilcustodedeisogni1mohita66
 

ULTIMI COMMENTI

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova