Creato da erinn78 il 28/11/2004

Città-ragnatela

Sospesa sull'abisso, la vita degli abitanti di Ottavia é meno incerta che in altre città. Sanno che piú di tanto la rete non regge.

 

« FernandoMura in libreria »

Primi bagni

Post n°770 pubblicato il 05 Marzo 2009 da erinn78

Nelle insenature più riparate c'era già gente che faceva il bagno.
Distinguevo, fra quei colori che stonavano all'ombra degli scogli, Bianco che insegnava al figlio non saprei dire cosa, ma urlava e pestava i piedi, e quel ragazzino che non gli somigliava per niente teneva fra le mani ancora pulite le reti e annuiva. 
Mi veniva da pensare che fosse triste dover sempre partire, ma tornare dovrebbe essere una festa, per cui non me la sentivo di biasimare quel modo di vivere con un piede qui e uno a mollo.

Mi veniva incontro Fernando. Da quando era arrivato in paese, s'erano allontanate le nuvole. Ma magari era anche iniziata la primavera, non so. Fatto sta che quella mattina era azzurra e fresca, le lenzuola delle donne intente a rimestare la minestra erano bandiere di resa, e il vento che si posava e riprendeva induceva alle confidenze. Non me, poiché c'ero abituata, ma a volte ne approfittavo.
In fondo non aveva creato lo scompiglio che si temeva, il suo arrivo. Ci sarebbe stata forse qualche nascita di più a Natale, ad aggiungersi alle solite. Ottavia, anche se ospitale, rimaneva chiusa, e da qui non si esce facilmente.
- Simpatico, quel Muto. L'ho incontrato al bar.
- Ah.
- Parla poco, ma a me non dispiace.
- Mh.
- Pare che stia con una della montagna.
- ...Mh?
- Che invidia, quelli laggiù.
Mentre bagnavamo i piedi, cominciava a piovere piano. L'acqua sembrava mercurio. 

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/mondolilla/trackback.php?msg=6633077

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
occhiodivolpe@libero il 08/03/09 alle 01:13 via WEB
beatrice pensosa , gli occhi chiari nello sciaquio dell onda , il piede che scalciava lieve il flusso ... il fianco urgeva dalla sponda della barca , bianca e azzurra , madonna deel rosario ...
 
 
ladymiss0
ladymiss0 il 09/03/09 alle 13:08 via WEB
chissà quanti auguri, ieri, ;)ciao cara e auguri siempre!
 
KA_again_PUT
KA_again_PUT il 10/03/09 alle 12:04 via WEB
il mercurio sarà presto vietato, ma tanto io ho un ombrello di titanio, e un vestito di teflon. non si sa mai...meglio essere sicuri. ah. dimenticavo io sono prolisso e parlo senza pausa...
 
boltzmann1
boltzmann1 il 10/03/09 alle 13:30 via WEB
L'uscio si spalanca su ciglia aggrottate; poi il flash del sorriso, come nella foto del profilo: sì: lei è quello che ripara ..... si accomodi, permesso, di là, ecco. Armeggio un po': non è mestiere che si improvvisi ma l'esperienza potendo tutto, voilà: è solo da provare. Voilà, senza preavviso di sorta la prova è in corso, a rana, sul dorso, facendo la morta ... nell'insenatura riparata c'era chi faceva il bagno, senza seconde pelli e senza secondi fini - se non quello di offrirsi ridendo allo sguardo del riparatore mezzetabondo, desideroso di provare e timoroso di non saper più nuotare.
 
antovitae
antovitae il 15/03/09 alle 11:31 via WEB
di solito partire rende felici...
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

Città-ragnatela

 
Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons License.
 
Citazioni nei Blog Amici: 92
 

ULTIME VISITE AL BLOG

elviprimobazarandrew_mehrtensIlGrandeSonnoche_rideresundropBiosbiosTsukiNoSakurastheilRediBastonipunksenzadyomaddalena.zfabpjgianmaria_bottonipantarei77milano76_2013
 

website stats

 

ULTIMI COMMENTI

Vabbè che ci scriviamo su FB, ma ti ricordi ancora di...
Inviato da: radiofreccia64
il 24/11/2014 alle 16:43
 
Una vita fa. Il fatto che mi ricordi ancora la password è...
Inviato da: il_giunco_mormorante
il 21/05/2014 alle 23:37
 
e per correttezza, sappi che quella "donna"...non...
Inviato da: nessuno
il 28/04/2014 alle 14:59
 
bacio x sempre ...
Inviato da: occhiodivolpe2
il 09/04/2014 alle 11:54
 
Grazie!
Inviato da: Une affaire de goût
il 10/01/2014 alle 15:42
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

FACEBOOK

 
 

CATANIA

 

VOLEVO DIRE CHE

Qualsiasi analogia con fatti o luoghi non é casuale. Io conosco quella gente, ne amo i pregi e detesto tutto il resto.
Mura ovviamente sono io. E Muto, Bertuccia e Gibbone, Ermenegildo, Lesby, la Tedesca, Bakhum che voleva una moglie bionda, Crosti, Fernando con le sue parole che sono musica. Esistono e non sanno che una sola loro parola ha creato un angolo di Ottavia.

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom