Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi  produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming -

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail.

Non tutte le persone che conosci on line sono sincere.
Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia.

Per favore, copia e incolla questo post
ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 168
 

Ultime visite al Blog

Paolo_RuzzenentemolesaveGrafica_Marydevilkillerzoppo7oscardellestellemonellaccio19gandel19piripicchio69Sono44gattinfilax6.2istitutomarchiovascogiovbedino68frescone17giuvinti
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

« CI SONO UOMINI DI PAROLE...E LA TUA MACCHINA DI CHE... »

MANEGGI E BARUFFE CHIOZZOTTE

Post n°2707 pubblicato il 12 Gennaio 2018 da monellaccio19
 

Il candidato presidente della Lombardia per il centrodestra, Attilio Fontana, esce in auto da villa San Martino ad Arcore dove ha incontrato il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi © ANSA


Ho deciso: mi voterò ad un Santo che possa ascoltarmi e sperare che domattina mi svegli e...sia già il 4 marzo 2018. Vado, andiamo a votare e  finisce subito questo intorcinamento di zebedei insopportabile e snervante. Non se ne può più, con tutta la buona e ferrea volontà, ascoltare tutti i big coinvolti nella campagna elettorale che dura da oltre un anno (sic) e registrare le loro continue, pirotecniche, sgargianti sparate e/o tavanate galattiche; non solo fa male alla salute ma crea scompigli neuronici per la loro frequente successione espositiva: non si fa a tempo a recepire una "promessa" che già ne devi somatizzare almeno un'altra mezza dozzina. Ormai per Renzi sono più le fake che i veri e propri proclami elettorali, ossia, per lui sono deputati a parlare i rivali e i concorrenti. Gigino Di Maio è circondato, assediato, ridotto alla fame per i cambiamenti repentini di programma, per le sviolinate ai potenziali candidati M5S e soprattutto, per i congiuntivi sbarellati che non lo mollano più. Meloni è nervosa, non capisce le macchinazioni che i due corsari della sua coalizione di centrodestra, si scambiano ogni giorno: una puttanata l'uno, una cazzata l'altro, le è venuto il torcicollo. Salvini invece, è un drago, l'ultima è divertente: si attiverà per i no-vax, ossia una legge che renda liberi tutti i genitori di non vaccinare i figli. Una legge che serve e sappiamo bene quanto, tanto è vero che lui tenterà l'abolizione, ma nel contempo ha dichiarato che i figli sono tutti vaccinati e se ne avesse altri li vaccinerebbe comunque. Embé? Come funziona l'esempio? Passiamo a Silvio: quella che vedete è la "600" del candidato leghista alla regione Lombardia: sostituisce Maroni che ha fatto un passo indietro (???). Fontana esce dalla villa di Berlusconi dove è andato a prendere l'autorizzazione per poter scendere in campo. Silvio voleva la Gelmini a condurre la Lombardia, ma Salvini ha scelto il sindaco di Varese. Perché tutti quelli del centrodestra devono passare da Berlusconi? Qualche volta non potrebbe essere il Cav a passare dagli altri? Perché non va lui a casa loro? Per alcuni non è dignitoso: si passa da Arcore per farsi accettare, si passa per farsi ammonire, si passa per un confronto dove alla fine si deve dire sempre sì, si va per farsi benedire, si striscia in ginocchio fino a quando non si giunge nello studio del cav, le donne devono farlo anche a capo coperto, insomma, un briciolo di dignità, no? Tutti schiavi e dipendenti, tutti linguetta e proni. Per esempio, prendiamo l'ultimo vertice tra Salvini, Meloni e Berlusconi: qualcuno di voi ha capito veramente come sia andato a finire? L'unica cosa certa parrebbe il passo indietro di Maroni. Mah...possibile?  Oppure anche questo incontro è finito come tutti gli altri? Berlusconi al centro della grande tela, tesse, cuce, orla, ricama, rammenda, mette pezze, fa l'ordito e...trama. Ma alla fine annienta tutti? Li plasma, li modella, li omologa e li fa uscire tutti a sua immagine e somiglianza?


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://gold.libero.it/monellaccio19/trackback.php?msg=13597855

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
divinacreatura59
divinacreatura59 il 12/01/18 alle 08:50 via WEB
Personalmente le mie ideuzze su chi votare ce le avrei ma me le tengo per me perchè non voglio entrare in contrasto con nessuno poi delle apparizioni televisive o meno ne faccio senza tanto come sai non seguo la tv e non sono soggetta a confusione mentale.Buona giornata Carlè e un baciotto da Divy.
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 12/01/18 alle 10:37 via WEB
Ecco, l'importante è andare a votare. Disertare il seggio peggiorerebbe la situazione. Rifletti e fa' ciò che devi. Un forte abbraccio e buona giornata Divy. Kiss.
(Rispondi)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
ALDO il 12/01/18 alle 09:06 via WEB
Hai notato che senza governo va tutto meglio? E' successo prima in Belgio nel 2010, poi in Spagna nel 2015, quindi in Olanda nel 2017, adesso in Germania... delle regole elettorali... e l'economia, in tutti e 4 i casi citati ha fatto registrare performance molto positive: nessun horror vacui, nessuna fuga dei capitali, nessun collasso dei consumi, ma al contrario tassi di crescita importanti e in accelerazione, felicemente inseriti all'interno di un generale miglioramento degli indicatori macroeconomici. La conclusione sembra chiara: l'assenza di un Governo libera energie positive in ambito economico e non sembra produrre effetti collaterali rilevanti.
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 12/01/18 alle 10:41 via WEB
Vero, sono constatazioni note ma che indicano la precarietà. Ed è quella che fa volare il paese. Sembra strano, ma noi con la precarietà e l'incertezza, andiamo a nozze!!!!
(Rispondi)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
ALDO il 12/01/18 alle 09:11 via WEB
Diceva il terzo presidente nella storia americana, Thomas Jefferson, che «il miglior governo è quello che governa meno». Gli faceva eco, quasi duecento anni dopo, Ronald Reagan: «il governo non è la soluzione, è il problema». CHE SIA VERO?
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 12/01/18 alle 10:45 via WEB
A proposito di Regan, c'è un altro suo aforisma che con una opportuna modifica, va alla grande nel contesto attuale (non so se l'abbia mai riferita e ci provo): "Recessione è qunado il tuo vicino di casa perde il suo psoto di lavoro. Depressione è quando sei tu a perdere il tuo posto di lavoro. Ripresa è quando Berlusconi perde il suo psoto di lavoro". Facci caso, lui governava e accadeva tutto ciò che ho scritto, ergo.......
(Rispondi)
 
ambradistelle
ambradistelle il 12/01/18 alle 10:01 via WEB
Se mi permetti l'espressione direi che è tutto un gran puttanaio...buongiorno Carlè!! smacketeeeeeeeeeee
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 12/01/18 alle 10:38 via WEB
Puttanaio ammetto che sia molto elegante in questo specifico caso. Una strepitosa giornata Tina, smakkete.
(Rispondi)
 
lascrivana
lascrivana il 12/01/18 alle 10:28 via WEB
Siamo alle solite. Una giostra è sta politica, finché gira diverte, poi non più; diventano solo sedili. Ciao Carlo
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 12/01/18 alle 10:39 via WEB
L'ammissione mi conforta. Non disertare la votazione, è necessario votare. Buon giorno cara.
(Rispondi)
 
g1b9
g1b9 il 12/01/18 alle 12:40 via WEB
Son passati anni dalle ultime politiche,si era partiti per cambiare tutto e poi tutto è rimasto come prima. Ora si replica, sarebbe bello poter dire ...con una recita a soggetto, ma purtroppo , dalla regia al testo , non è cambiato nulla, e il dopo sarà la continuazione dell'oggi... un nuovo inizio di propaganda per le prossime consultazioni. Noto con piacere che la Borsa vola e in Italia, senza governo si lavora.
Buona giornata , Carlo!
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 12/01/18 alle 17:04 via WEB
Ciò che maggiormente semina sfiducia e sconforto, è il nuovo modo di scendere nell'agone: non è più come una volta, non vi sono i termini di un tempo e gli scontri, a causa dal nuovo contesto della rete, della comunicazione, dei social ecc.ecc. son ocambiati e noi che siamo abituati ad altri scontri/incontri meno spettacolarizzati, troviamo difficoltà a relazionarci, a rapportarci e ad accettare il nuovo modo della compagna elettorale. Ecco perché dura troppo, ecco perché meno realtà e più virtuale ed ecco perché noi siamo stanchi e amareggiati. Dolce serata Giovanna.
(Rispondi)
 
mariateresa.savino
mariateresa.savino il 12/01/18 alle 13:02 via WEB
Io...è da un pezzo che avverto una stanchezza psicologica profonda. Non nutro più nessuna speranza legata alla politica e vorrei che uno, almeno uno, di questi nostri "salvatori della patria" nei conteggi preventivi, inserisse il resto di una semplice sottrazione : quello derivante da un seppur lieve abbassamento dei costi della politica, stipendi ed agevolazioni compresi, da destinare a un qualche aiuto per il popolo dei più bisognosi.Uffa!... Noi non abbiamo voce in capitolo, Carlo, e il nostro voto è la solita specie di gioco alla tombola, con cartelline truccate, sì che le vincite vadano a chi conduce il gioco e ai suoi compari. Sarò pessimista, scettica o non so che altro, ma è questo il mio attuale pensiero in materia.E' triste, molto triste, ma non riesco a prevedere altro.Buona giornata. Ciao.
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 12/01/18 alle 17:07 via WEB
Sembra come se fossimo costretti da una forza soprannaturale, ad assistere decine e decine di volte, sempre allo stesso noioso film. Troppo per noi abituauti ad altro mondo, altro modo di fare politica e campagna elettorale. Sfiancante, poco convincente e del tutto piatta con le solite lagne.
(Rispondi)
 
mariateresa.savino
mariateresa.savino il 12/01/18 alle 13:11 via WEB
Che bello quando si cantava: "La libertà non è uno spazio libero, libertà è partecipazione". Almeno c'era l'entusiasmo e la voglia di gridarlo...
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 12/01/18 alle 17:09 via WEB
Ho scelto Gaber perché con le sue canzoni e testi impegnati, se ci fai caso, è sempre attuale. Eppure sono passati anni e anni, ma come vedi, nulla è cambiato. La storia si ripete e spesso non insegna molto. Una magnifica serta Mariateresa.
(Rispondi)
 
gabbiano642014
gabbiano642014 il 12/01/18 alle 14:05 via WEB
In quel proviamo un'intesa,lo spirito di coalizione è essere competitivi.Quella perfetta unione nella priorità lavoro,nell'ambiente,nei procedimenti giudiziari,riduzione di aliquote.Per non approfondire in quel "gioco" del senso del bene comune contrapposto agli interessi privati...
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 12/01/18 alle 17:12 via WEB
Per me è tutto un vanerggiare, un confusionale modo di fare poltica: ascoltare cose diverse ogni giorno, secondo l'aria che tira. Difficile prestare attentenzione e ancora più difficile scegliere uno che superi gli altri con una visibilità confortante e ben promettente.
(Rispondi)
 
gabbiano642014
gabbiano642014 il 12/01/18 alle 14:09 via WEB
Una commedia dell'Arte Italiana che nella presenza ironica di Goldoni non ha fine...Buon fine settimana caro Carlo..
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 12/01/18 alle 17:13 via WEB
Oppure Arte della commedia? Il quesito non è irrilevante. Buona w.e a te Patty.
(Rispondi)
 
molto.personale
molto.personale il 12/01/18 alle 15:17 via WEB
Semplicemente..buon fine settimana ^_^
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 12/01/18 alle 17:14 via WEB
Sinceramente grazie mia cara amica. Felice w.e. a te Grazia.
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.