Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi  produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming -

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail.

Non tutte le persone che conosci on line sono sincere.
Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia.

Per favore, copia e incolla questo post
ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 168
 

Ultime visite al Blog

monellaccio19divinacreatura59lascrivanag1b9bolognesi.giuseppecapasso.nicoladomibottigiparlamarmstrong1985Bloggernick10g.mozzonetiffanplPrimosirealdogiornonina.monamour
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

IL FEMMINICIDIO...E' UN'OPINIONE?

Post n°2562 pubblicato il 22 Ottobre 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Immagine correlata



Come per il "femminismo", movimento nato negli anni settanta per rivendicare i legittimi diritti delle donne, così oggi, stiamo per etichettare il "femminicidio" come una manifestazione fasulla, una invenzione della politica.  A questo arriveremo se non si porrà freno e discredito a chi si serve di questa finta arma per fare politica di bassa...lega. Dopo tante idiozie, dopo tante discriminazioni sollevate anche in ambienti insospettabili  e destinati a giudicare il reato, oggi c'è chi si inventa la sparata solo per fare politica spicciola e sciocca. "Il femminicidio è un'invenzione della sinistra", con questa frase ricca e colorita, il consigliere leghista triestino Fabio Tuiach, liquida la questione e sgrana una serie di cifre per sostenere la sua verità. Servendosi di un articolo di Marina Dalla Costa, evince che l'Italia è uno di quei posti con il tasso più basso di omicidi femminili e raffrontandoli con altri dati, conclude che alla fine muoiono uccisi 3 uomini per una donna ammazzata. Pertanto, con una cifra così impressionante, dovremmo parlare di "maschicidi" perché le donne uccise sono poche rispetto agli uomini. Ammesso e non concesso, il ragionamento punta sulle cifre ma no sul fatto che comunque le donne siano vittime. Ossia, solo perché una su tre maschi viene uccisa violentemente per specifiche ragioni maschiliste, oltraggiose, prepotenti e vessatorie, non dovremmo preoccuparci del problema? E basterebbe tutto ciò per giungere alla conclusione che la sinistra si inventi un problema per cosa poi, non si capisce bene. Si capisce invece come il signor consigliere sia poco dotato nella cervice e incline alla solita teoria populista. I politici della sinistra hanno sollevato subito le loro critiche e Salvini boss e capo indiscusso, richiami severamente il suo sottoposto perché simili posizioni e certe idee sono veramente indisponenti e irricevibili. Se continuiamo di questo passo, cioè strumentalizzare ogni argomento e situazione solo per portare voti a casa, allora veramente il "femminicidio" sarà solo un movimento politico che dovrà impiegare decine e decine di anni per essere riconosciuto come piaga cancerogena diffusa nel  nostro tessuto  sociale.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MATRIMONIO VELOCE E...DIVORZIO LAMPO

Post n°2561 pubblicato il 22 Ottobre 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per noemi letizia hot


Se gossip ha da essere, gossip sia! Ecco una della tante papigirl, Noemi Letizia una che ha fatto la gavetta, ha aderito a Forza Italia ai tempi d'oro del partito in Campania, per poi diventare una rampolla di Silvio Berlusconi e quindi, passare da rampolla a rampina, il passo è stato breve. Una storia come tante: non a caso, tutte le donne che "hanno toccato" il papi, si sono sistemate molto bene, vivono alla grande e le posizioni sociali sono salde. Una sola ha pagato per la legge ed è stata La D'addario. La Noemi d'origine napoletana ha trovato l'uomo giusto per lei, anni fa si è "innamorata" di un suo ricco concittadino: lei di famiglia umile ha trovato il suo principe azzurro, tale Vittorio Romano di discendenza nobile e agiatezze da vendere un tanto al kilo. Nascono due bambini dalla loro frequentazione e tutto fila liscio fino al 23 giugno di quest'anno quando finalmente decidono di sposarsi per coronare definitivamente la loro perfetta unione. 200 invitati, il meglio della borghesia napoletana, festa da mille e una notte e lunga vita agli sposi. Lunga vita? Macché, matrimonio fulmineo, appena due mesi e la crisi già mordeva i due! Azzarola, ma come?  Non si capisce il perché, ma pare che vi siano stati dei litigi, certo è che con l'intervento delle due famiglie, molto influenti sui due sposini, il divorzio è stato deciso in un battibaleno! Concordato pacificamente, trovato un punto d'accordo sulla divisone dei beni, sui figli e della vita futura di Noemi, le carte definitive sono già davanti al giudice che di fronte ad un accordo comune, non potrà che adeguarsi. Hanno lavorato sodo gli avvocati, anche loro, più veloci della luce. Conclusione: alla Letizia vanno 6.000 euro mensili (poffarbacco), doni ricevuti, gioielli costosi e una equa (sic) divisione per le case distribuite tra costiera campana, Mergellina, Capri, Cortina ecc.ecc. Domanda: perché si divorzia dopo due mesi dal matrimonio da un uomo che si ama (???) e due figli? I buoni  maestri ci mettono del tempo per essere riconosciuti, i cattivi invece no. Quando si hanno alle spalle tante vite, disordinate e ricche di esperienze diverse, alla fine qualcosa tra le mani deve rimanere, seimila euro al mese sono un ottimo "qualcosa" e la speranza iniziale era proprio quella: trovare un rampollo per una...rampante. Regolarizzare con un matrimonio per poi rendere legale a tutti gli effetti un divorzio ricco e mi...ci ficco. Dai Papi Silvio, sono le tue creature, specie nel napoletano (vedi Francesca) e poi hai tenuto a battesimo uno dei figli nato dalla coppia felice. Ha imparato e capito come si può vivere alla grande. Ora Noemi Letizia ha deciso di cambiar vita per fare l'imprenditrice. Che mestizia per Letizia.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

RACCOLTA E NO ROTTAMAZIONE

Post n°2560 pubblicato il 21 Ottobre 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per vecchi cellulari


Sono tantissimi e aumentano giorno dopo giorno: non si ha il tempo di impadronirsi di un nuovo smartphone che già si preannuncia l'uscita del prossimo. Ovviamente, il prossimo supererà le prestazioni del precedente (qualunque sia la marca) e l'umano che potrà fare? Aspettare, pazientare per essere tra i primi a comprare la grossa novità. Orbene, di questi vecchi e obsoleti orpelli che ne facciamo? Li conserviamo volutamente per affezione custodendoli da qualche parte? Oppure li abbandoniamo in casa per poi scoprirli nei posto remoti dove li avevamo lasciati? Li collezioniamo? Spero che chi decida di disfarsene non li disperda scriteriatamente e li ponga in un contenitore specifico in quanto rappresentano una "raccolta differenziata". Quindi per pigrizia o per altre ragioni, la maggior parte di questi apparecchi, giacciono in casa in attesa di una decisione, anche perché, col passar del tempo, c'è sempre una mamma o una moglie che incalza: "Ancora qui 'sta roba? Quando ti decidi a disfartene?". Io dovrei averne 3/4 pezzi da qualche parte: il mio primo dovrebbe essere inizi anni 90: non ho mai avuto la necessità di cambi frequenti, e quando proprio il moribondo non ce la faceva più, mi regalavano uno nuovo, senza pretese e fornito della prestazioni basilari. O meglio, le prestazioni che mi interessavano e che mi facevo impostare da mio figlio. Oggi, parte un'iniziativa nuova e interessante: "Uno contro Zero", ovvero il riciclo gratuito e senza problemi. La TIM ha organizzato a partire da sabato 21 ottobre, una raccolta di questi telefonini di cui vorremmo disfarci: sono stati scelti negozi disseminati in tutta Italia, dove c'è riciclo ma no rottamazione: ossia, il telefonino che non serve non è da usare per comprarne un altro. Si entra serenamente in un dei centri TIM approntanti all'uopo e un capiente raccoglitore aspetta solo di raccogliere lo scarto. Siamo oltre l' "Uno contro Uno" poiché non si rende per comprarne uno nuovo. La raccolta è gratuita e se proprio non v'è ragione per conservare ciò che non si usa più, questa è una buona occasione. Gli elenchi dei negozi più vicini a voi, li trovate nel sito TIM.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

E 'STO TRONO A CHI LO DO?

Post n°2559 pubblicato il 21 Ottobre 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per valeria marini


Maria, paura eh???? La De Filippi pare che voglia mettere al sicuro i suoi primati, le sue vittorie televisive e gli spazi che presiede ininterrottamente su Canale 5. Allora, per non farsi mancare nulla e mettere una seria ipoteca sul programma "Uomini e Donne", vecchio e sempre attuale programma da lei prodotto e presentato, sembra intenzionata far sedere sul famoso trono, la Valeria Marini. Un colpo magistrale che porterebbe gli ascolti a livelli d'ascolto altissimi: secondo me dovrebbero consegnare una "laurea ad honorem" alla brava Maria, come lei nessuna potè tanto! La notizia scoop è, manco a dirlo, di Signorini: è normale che sia lui, dalle colonne di "Spy" la nuova rivista di Mediaset, doppione di "CHI" che Signorini dirige con una disinvoltura unica, a porgere la notizia. Valeria fa parte dell' entourage di Mediaset, ruota come le altre per ospitate e partecipazioni presenzialiste più che altro. Quindi se questa notizia è vera e penso lo sia proprio perché la fonte sia quella di Signorini Mr. Linguetta dei Berlusconi, credo che non vi sarà scampo per nessun altro programma contrapposto a "Uomini e Donne", ovvero non c'è trippa per nessuno. Una sola curiosità mi punge a parte la voglia che prenderà gli italiani di incollarsi al televisore, non è dato sapere se sarà "Uomini e Donne" tradizionale oppure la versione over? No perché con i suoi 50 anni la Valeriona potrebbe ambire ai giovani e agli over, indifferentemente. Ciò che potrebbe fregarla è l'eventuale e pilotata conclusione del programma: chi se la sposerà? AhAhAhAhAhAhAh!!!!! Lei va a caccia di marito da molto tempo e vorrebbe avere anche un figlio che le manca tanto, ma chi si carica il fardello? Chi è costui, giovane o over che si...butta alla cieca? Bellissimo, forza gente vi sto dando gli spunti necessari per incollarvi al televisore. Che menata, che spettacolo, che pubblico.....bleah!!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IN UN MONDO CHE...

Post n°2558 pubblicato il 20 Ottobre 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per marco della noce

In un mondo che tende sempre più a lacerarsi, a spaccarsi, propenso a chiudere tutti gli spazi comuni, quando ognuno si applicherà alla cura esclusiva del proprio orticello e sarà persino indisponibile a prestare un rastrello al suo vicino di campo, sarà allora che egoismi, chiusure improvvide e assenza di generosità per paura o per pregiudizio, vivremo come solitari incapaci di dire anche un buon giorno al...prossimo. Leggere la storia di Marco Della Noce, noto cabarettista ai tempi belli di Zelig, toccherebbe la sensibilità di chiunque, tuttavia, per le ragioni su esposte, la mente vince sull'anima e sul cuore: quindi si gira la testa dall'altra parte e...kissenefrega! Marco vive in auto, non possiede altro, diviso dalla moglie e scemando il lavoro, la signora, non percependo più la somma mensile pertinente alla separazione, gli ha tolto tutto facendolo precipitare in una crisi tremenda: depressione patologica. Gli ha tolto anche la partita iva, non può più lavorare e questa condizione di disagio, lo sta tenendo sotto pressione. Grazie alla stampa, sta chiedendo aiuto a destra e a manca, spera in una mano generosa per riprendersi e  poter trovare lavoro prima della disfatta totale.

Risultati immagini per Marco della NoceEccolo ai tempi d'oro della sua carriera mentre in modo divertente e spassoso, interpretava il capo tecnico della Ferrari quando Schumacher vinceva tutto! Lui, con l'accento emiliano, chiamava il campione della formula 1 "Sochmacher" e sparava battute sul team tecnico sfottendo un po' tutti. Beh, sapete chi ha accolto il disperato invito? Proprio i tecnici della Ferrari che lo hanno sempre giudicato un bravo comico: è vero, li faceva incazzare però li rendeva umani, uomini capaci di sbagliare. Bene, loro si prenderanno cura di Marco Della Noce per aiutarlo a riprendersi, a tornare alla vita e cercare un lavoro. Gli saranno vicini per quanto sia possibile perché lo stimano e perché nel tempo è entrato nel team della Ferrari. Allora esiste ancora la generosità? Via l'egoismo e l'orticello, c'è chi si preoccupi del prossimo e sia pronto a dar una mano a chi ne abbia bisogno? Son contento, sarebbe questo il mondo che sogno, il mondo pronto a legare con gli altri e no a litigare per  inezie e sciocchezze. Coraggio, pensiamo ad un solo orticello da curare tutti insieme, finiamola con le spartizioni e anche se tutto ciò è utopia, dimostriamo come sappiamo spazzar via anche quella. Forza Marco, vedrai che ce la farai se gli altri non gireranno la testa dall'altra parte.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »