Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi  produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming -

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail.

Non tutte le persone che conosci on line sono sincere.
Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia.

Per favore, copia e incolla questo post
ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

- MARCO PICCOLO
- Un po di me
- massimopiero
- OP - LA !!
- alba chiara
- OCCHI SUL MONDO
- ZIGGY STARDUST
- SONO QUI
- LOSPECCHIODELLANIMA
- IL PETTIROSSO
- donna.....io domani
- LARABA FENICE
- Essere Donna
- VITA E ...SENSI...
- Vita di un Bradipo
- Donne sullorlo di..
- Parole a caso..
- CINOFALLICAMENTE
- come la brezza......
- di sole e dazzurro
- Dico la mia
- Origami
- LOca Nera
- Del sottile pensiero
- Labyrinth
- nun&ugrave;
- io
- IN VIAGGIO....
- raggio di sole
- ~ Anima in volo ~
- ...fini la com&egrave;die
- Soldi e inganni
- c&egrave; tutto un mondo..
- di tutto un p&ograve;
- Pensierosamente Me
- Angolo Pensatoio
- CALICI DI STELLE
- I Miei Perche
- PENSIERI SPARSI
- Forse
- 21 grammi
- donnaetempo
- Lamore &egrave; vita
- casalinga disperata
- Narrativa e oltre...cantastorie61
- LeNote_DellaMiaVita STEFF
- Ultimi pensieri grazia pv
- Un giorno per caso
- vivi e lascia vivere fla
- Chiaror Di Luna carla
- Fuori dal cuore Kathia
- loro:il mio mondo francesca
- ANALFABETA FLO
- Cogito ergo sum
- a proposito di elliy
- Non c&egrave; 2 senza 3 tiffy
- MIRROR MARISA
- Riflessioni/fantomas
- delirio.....W
- SEMPLICI EMOZIONI LIDIA
- PARLIAMONE
- PICCOLO INFINITO
- ricomincio da qui laura
- My Personal Minds laura
- Baciata dagli Dei Mokina
- Fenice_A&reg;
- cera una volta
- My VIDEOMUSIC blog - Kimi
- Amici e parole
- Dolce_eternity
- PensieriInVolo Edelw...
- OLTREICONFINI Lucre
- @Creative Insomnia Alice
- pensieri cuspides O
- Simpatica...Anna
- Dark side of Mars...Giù.
- Bambola di stracci Renata
- Meneraccontiunaltra sparusola
- Io un blog? : annetta
- Rosso come lamore....Cinzia.
- Emozioni e anima
- Pensieri.... martina
- black marbles tanyact
- Fatti e Misfatti marinella
- DOLCI MOMENTI
- Indomani Sel
- libero di pensare oliver
- Sentimentalmente Giovanna
- semplici attenzioni
- Eat Pray Love mary
- Ame Ph&egrave;nix Marq
- Ambra di stelle Tittì.
- Oltreiconfini20 Lulu
- CITAZIONI PATNERS
- Circo della Vita Ser..
- zoe
- BENVENUTI ROSA
- Ok... La smetto...trottolinogiramondo
- THE LIBERO PUB
 
Citazioni nei Blog Amici: 162
 

Ultime visite al Blog

geishaxcasolascrivanadivinacreatura59e_d_e_l_w_e_i_s_smonellaccio19naty45ranocchia56woodenshiplu.uliang1b9simona_77rmlicsi35peAdamo_Uomograzia.pv
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

SI "SALDI" CHI PUO'

Post n°1950 pubblicato il 08 Dicembre 2016 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

rampage-black-friday-w724

 

Con la festa dell'Immacolata generalmente si apre la corsa allo shopping natalizio. In verità, dovrei scrivere al passato poiché anni fa si poneva questo periodo che  va dall'otto dicembre alla fine dell'anno, come il momento più indicato per i regali natalizi. Da un bel po' di anni, questo spazio è andato allargandosi sempre più: i commercianti si attrezzano già dalla metà di novembre con le luminarie, i festoni, le luci e gli effetti speciali. Insomma, per la grande kermesse spendacciona, offrire più tempo per gli acquisti, potrebbe tornare utile all'incremento degli affari. Ormai non va più tanto bene: se togliamo le grandi vie cittadine tipiche dello shopping, non c'è molta trippa per gatti in città e molta clientela hanno assorbito i grandi centri commerciali in grado di presentare le loro gallerie, con negozi attrezzatissimi e molto assortiti. E' stata la grande stangata presa dai commercianti: sempre meno affari per loro e a parte le catene in franchsing che popolano le grandi vie centrali, per gli altri non c'è molto da fare. I flussi si orientano verso le grandi strutture ed è là che si fanno i migliori acquisti. Occhio però, come tutti sapete, l'impostazione è nota ormai: si compra in un certo modo ora nel periodo festivo, per poi passare immediatamente, con i primi di gennaio ai SALDI. Questa è la grande fregatura! Costretti a compare oggi a certi prezzi mentre si sa (purtroppo) che molta merce vista e/o acquistata, andrà sotto saldo. Già ma i regali si fanno in questo periodo, ora c'è la necessità di comprare e chiudere il cerchio magico dei regali, degli scambi e dei pacchi sotto l'albero! Pertanto cosa fare? Sapete che i saldi, ufficiali per due volte all'anno, sono disciplinati da regole e leggi regionali: si fissano le date per consentire correttezza e svolgimento regolare senza colpi bassi e mancini. In realtà, fatta la legge, trovato l'inganno: molti si organizzano mascherando i saldi con sconti fidelizzati, oppure promozioni speciali. Ovvio che la competizione, la concorrenza, non consenta a nessuno di rimanere indietro, quindi la maggior parte dei negozi ricorre a questi espedienti con il rischio di essere sgamati e multati severamente. C'è chi rischia e chi no, c'è chi è ligio e chi no, tuttavia la menata è quella dei commercianti levantini che studiano anche i messaggini sul cellulare per informare i clienti "amici" su prezzi scontati pari ai saldi o molto vicini al prezzo a saldo! Non so se vedremo, come accade all'estero, scene come quella sopra dove la frase è d'obbligo: "L'ho visto prima io...molla!". Si azzannano perché all'estero il saldo è vero, reale e il prezzo è veramente stracciato. Da noi accade anche di cercare a saldo il capo adocchiato con molto interesse e proprio quello, molto spesso, sparisce dalla promozione. All'estero no, tutto ciò che è in negozio va a saldo, viene offerto a prezzo buono e se i capi non sono tanti può capitare la disputa su chi abbia visto prima ciò che interessi. Chiudo chiedendovi un parere personale: poiché sono anni che si chiede di liberalizzare i saldi, ossia, non sottoporli a regole e leggi, secondo voi sarebbe giusto che ognuno si comporti come gli pare e faccia le promozioni quando e come ritenga più opportuno? Ossia: saldi chi può? Saldi quando si vuole? Libero mercato è anche questo?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

NATALE POVERO

Post n°1949 pubblicato il 07 Dicembre 2016 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per decorazioni natalizie fai da te

 

Stando a rilevazioni recenti, leggo che un italiano su quattro sia a rischio povertà. Ovviamente la frattura tra nord e sud imporrebbe al meridione d'Italia un italiano su due su quella soglia. In Europa va molto meglio e le proiezioni fanno ben sperare per un futuro non molto lontano. Tra l'altro, INPS e quotidiani che riportano i dati si riferiscono a rilevamenti censiti nel 2015, pertanto oggi si sta parlando di cifre riferite all'anno scorso. Io che sono sempre monellaccio di nome e di fatto, non penso proprio che queste cifre siano molto attendibili, ovvero, la rilevazione non è tale da garantire questi risultati aberranti e drammatici per uno stato come l'Italia. Io dubito dei miei connazionali, e poiché sono perplesso, sosterrei che coloro che le statistiche indicano sulla "soglia povertà", non siano altro che persone con grandi difficoltà di reddito, poveracci che passano per grandi indigenti, ma che allo stesso tempo prendono soldi in nero. Perdonatemi ma troppa gente vive, se fossero realmente sull'uscio della povertà, al di sopra delle proprie possibilità e non dovrebbe accedere a nessun agio economico, alimentare ecc.ecc. Ci sono solo veri poveri e sono quelli dei cassonetti, quelli che dormono all'addiaccio, quelli che se elemosinano, consumano gli spiccioli per fumare e bere. Sono tanti e sono aiutati: sono i veri emarginati, i veri morti di fame. Ma voglio parlare degli altri, di quelli che prendono indennità per lavoro perso, per la disoccupazione e benefici per la redditività ridotta all'osso! Questi signori vivono perennemente in questa situazione perché prendono i sussidi ma hanno possibilità di lavorare in un sotto bosco difficile da individuare. Molti soldi circolano in questo modo, non nego la povertà di questo paese, ma provate a chiamare un artigiano e capirete cosa significhi pagare in nero persone che veramente ti fanno un bel servizio e poi ti indicano un buon prezzo senza...fattura o ricevuta.Un documento inutile perché non servirebbe a chi la chiede e imporrebbe al povero cristo tasse da pagare. Allora, si possono spiegare certi possessi? Televisori ultima generazione, abbonamenti alla pay tv, telefonini da paura che costano e straccioni in giro, che tirano fuori da vestiti laceri e puzzolenti Iphone che noi possiamo solo sognarci? Pertanto, facciamo attenzione quando parliamo di un italiano su quattro che sta lì per entrare nello stanzone della povertà, non ci è ancora entrato e potrebbe...tornare indietro. Come facciamo a credergli? Come spieghiamo questi flussi di danaro che nessuno sa da dove venga e dove vada? Quanta delinquenza a tutti i livelli sembra morta di fame e in realtà non lo è? Ecco, a loro mi riferisco, loro sono quelli che scompensano il nostro stato sociale: lavoro nero e sussidi dallo stato, finti invalidi, delinquenza che fa girare un mare di soldi e non sappiamo quanto. Mi sembra ci sia abbastanza per dubitare su certi dati ufficiali. Comunque, a coloro che mentono spudoratamente, consiglierei l'albero di Natale su in alto: è un albero povero, fatto con i cartoni delle uova e non costa quasi niente, basta la pazienza e il modesto materiale.Almeno, sceneggiata per sceneggiata, fatevi anche un albero modesto ma carino e festeggiate anche voi il Natale. Alla faccia nostra!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

I GIOCATTOLI BASTARDI

Post n°1948 pubblicato il 06 Dicembre 2016 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per i-que my friend cayla

 

Ve li presento subito: Lei è Cayla una bambolina e lui I-Que, un robottino simpaticissimo. Sono giocattoli per bambini prodotti dalla Genesis Toys in collaborazione con la Nuance. Il pianeta è pieno di giocattoli simili ai due che vi ho appena mostrato: essendo giocattoli Smart, sono orpelli che interagiscono con i bambini, ovvero, parlano con i loro beniamini e si scambiano messaggi e informazioni. Dov'è il problema? Semplice, la privacy non sanno nemmeno cosa sia! Ma come, v'è trasmissione di dati e voi non vi preoccupate di informare i consumatori? Anzi, i dati che ricevono Cayla e I-Que sono trasmessi ai produttori e quindi la domanda nasce spontanea: "E kekkkio ci fate con i dati personali che ricevete?". Allora, avete ancora dubbi su chi comanda il pianeta? Avete ancora perplessità su coloro che lavorando  con la comunicazione facciano il bello e il cattivo tempo? Ora si stanno muovendo in Europa e in alcune nazioni hanno sferrato l'attacco le associazione dei genitori e dei consumatori. I genitori non sanno assolutamente nulla di questa possibilità, non v'è informazione adeguata e obbligata, non si conosce l'uso dei dati e ripeto, della privacy che dovrebbe essere una priorità assoluta, non c'è cenno da nessuna parte. Occhio alla Cayla e al robottino I-Que: saranno carini, simpatici e preferiti dai bambini, ma andassero a cazzeggiare altrove. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CONSIGLI PER GLI ACQUISTI

Post n°1947 pubblicato il 05 Dicembre 2016 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per orgasmo femminile

 

In verità non sapevo nemmeno che esistesse un apparecchio per gli uomini. Ora invece, vanto della scienza italiana, è pronto il primo orgasmometro femminile. No, non cominciamo a far battute altrimenti non mi si prenderà mai sul serio. Codesto apparecchio non serve per misurare i gas che il corpo umano femminile potrebbe emanare, decisamente no. Si tratta altresì, di un apparecchio che serve a misurare l'orgasmo femminile. Quindi al pari di quello maschile già disponibile, la Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità (SIAMS c'èst plus facile), ha messo a punto e perfezionato questo orpello di facile uso per avere, su una scala da uno a dieci, un valore attendibile ma soggettivo, dell'intensità dell'orgasmo femminile. Ragà, mica pizza e fichi, qua siamo a valutare situazioni che potevamo solo sognarcele. C'è tuttavia una perplessità: per procedere alla anelata misurazione, la donna dovrebbe interrompere solo per pochi secondi il momento cruciale e testare immediatamente il valore del suo orgasmo; beh, la mia domanda nasce spontanea: "E dovendo interrompersi anche se per pochi secondi, che kakkio di dato verrà fuori?". L'alchimia del rapporto (e quindi dell'orgasmo) sarà magari scemato e compromesso, quindi il dato non espresso regolarmente. Per questo motivo, i medici dell'associazione informano che saranno ricavati dati approssimativi e non puntuali. Inoltre, mi corre l'obbligo informarvi, che tutto ciò servirebbe a capire se patologicamente vi siano delle buone ragioni mediche se la scala indicasse valori da cinque in giù. Ecco, questa è la vera funzione dell'orgasmometro, perché se così non fosse, mi piacerebbe conoscere  quella donna che nel momento culmine del rapporto, sul frangente delicato e piacevole di un orgasmo, si interrompesse per misurare il livello ottenuto. I primi di dicembre La SIAMS ha tenuto un congresso a Roma e in tale circostanza, oltre a presentare l'orgasmometro di cui ho accennato, ha presentato la prima pillola (tutta italiana) l'Avanafil  o pillola " dell'amore senza pensieri", per l'erezione maschile. Al contrario di quelle già in commercio, questo supporto medicinale, aiuta con la stessa efficacia delle pillole già note, ma con meno effetti collaterali che ovviamente inibiscono molto pazienti che soffrono di determinate patologie come diabete, IRC (Insufficienza Renale cronica) e altre situazioni per cui, le persone interessate e afflitte da altri problemi di salute, potranno approcciarsi serenamente all' Avanifil e beneficiare anche loro di un buon sostegno medicinale per quanto riguarda i rapporti sessuali sereni e ben supportati. Allora, innanzi tutto mi aspetterei un plauso modesto per il servizio offerto e per le informazioni importanti che vi ho trasmesso. Spero che la storia del cazzaro a ruota libera passi a divenire solo un lontano ricordo. Io faccio informazione, tocco tutti i campi e non mi inibisco se gli argomenti sono piuttosto personali e specifici. Ora immagino già che correrete per verificare la veridicità della informazione. E che non lo so che nemmeno morto mi credereste?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

I VINCITORI RACCOLGONO IL BOTTINO

Post n°1946 pubblicato il 05 Dicembre 2016 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per referendum2016

 

Sapete quanto io sia stato sostenitore del SI, stanotte ho seguito gli sviluppi degli scrutini e sono deluso dei risultati anche se, ammetto, mi aspettavo questa sonora sconfitta. Non mi tiro indietro, una debacle per cui paghiamo il conto e come ha riferito Renzi nella sua dichiarazione notturna, è giusto che abbia vinto la democrazia: il paese è vivo e lo ha dimostrato. Si può essere o non essere d'accordo, ma è così! Ora Renzi passa la mano ai vincitori, la patata bollente passa nelle loro mani e facciano quello che dovranno fare. Si mettano al tavolo e mostrino agli italiani che li hanno votati, cosa sono capaci di fare. Tocca a noi farci da parte per vedere come andrà a finire. Noi abbiamo la pretesa di saperlo già, sono molti gli italiani che hanno immaginato altri scenari. Sarà un bel vedere: scene già viste in questi ultimi trentanni.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »