Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

 

Contatto mail:                                                                            monellaccio19@gmail.com

 

 

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi  produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming -

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail.

Non tutte le persone che conosci on line sono sincere.
Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia.

Per favore, copia e incolla questo post
ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2015 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Area personale

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

- MARCO PICCOLO
- Un po di me
- massimopiero
- OP - LA !!
- alba chiara
- OCCHI SUL MONDO
- ZIGGY STARDUST
- SONO QUI
- LOSPECCHIODELLANIMA
- IL PETTIROSSO
- donna.....io domani
- LARABA FENICE
- Essere Donna
- VITA E ...SENSI...
- Vita di un Bradipo
- Donne sullorlo di..
- Parole a caso..
- CINOFALLICAMENTE
- come la brezza......
- di sole e dazzurro
- Dico la mia
- Origami
- LOca Nera
- Del sottile pensiero
- Labyrinth
- nun&ugrave;
- io
- IN VIAGGIO....
- raggio di sole
- ~ Anima in volo ~
- ...fini la com&egrave;die
- Soldi e inganni
- c&egrave; tutto un mondo..
- Arte_mia
- di tutto un p&ograve;
- Pensierosamente Me
- Angolo Pensatoio
- CALICI DI STELLE
- I Miei Perche
- PENSIERI SPARSI
- Forse
- 21 grammi
- Giulia La Snob
- donnaetempo
- Lamore &egrave; vita
- casalinga disperata
- Narrativa e oltre...cantastorie61
- LeNote_DellaMiaVita STEFF
- Ultimi pensieri grazia pv
- Un giorno per caso
- vivi e lascia vivere fla
- Chiaror Di Luna carla
- Fuori dal cuore Kathia
- loro:il mio mondo francesca
- ANALFABETA FLO
- Cogito ergo sum
- a proposito di elliy
- Non c&egrave; 2 senza 3 tiffy
- MIRROR MARISA
- Riflessioni/fantomas
- delirio.....W
- SEMPLICI EMOZIONI LIDIA
- PARLIAMONE
- PICCOLO INFINITO
- ricomincio da qui laura
- My Personal Minds laura
- Baciata dagli Dei Mokina
- Fenice_A&reg;
- cera una volta
- My VIDEOMUSIC blog - Kimi
- Amici e parole
- Dolce_eternity
- PensieriInVolo Edelw...
- OLTREICONFINI Lucre
- @Creative Insomnia Alice
- pensieri cuspides O
- Simpatica...Anna
- Dark side of Mars...Giù.
- Bambola di stracci Renata
- Meneraccontiunaltra sparusola
- Io un blog? : annetta
- Rosso come lamore....Cinzia.
- Emozioni e anima
- Pensieri.... martina
- black marbles tanyact
- Fatti e Misfatti marinella
- DOLCI MOMENTI
- Indomani Sel
- libero di pensare oliver
- Sentimentalmente Giovanna
- semplici attenzioni
- Eat Pray Love mary
- Ame Ph&egrave;nix Marq
- Ambra di stelle Tittì.
- Oltreiconfini20 Lulu
- CITAZIONI PATNERS
- Circo della Vita Ser..
- zoe
- BENVENUTI ROSA
- Ok... La smetto...trottolinogiramondo
 
Citazioni nei Blog Amici: 151
 

Ultime visite al Blog

luce78_2NoRiKo564gabbiano642014melen.mepsicologiaforensemonellaccio19g1b9virtute81mi.descrivolascrivanaun_uomonormalewoodenshipbodygard280linovena
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

TV: CROCE DELIZIA E...STUPIDITA'

Post n°1366 pubblicato il 20 Aprile 2015 da monellaccio19
 

 

E non dite che sono noioso, insistente e rompipalle,  non ce l'ho con loro,  sono loro che sono...da ridere! Se vi capitasse di seguire un programma tv e all'improvviso si oscurasse lo schermo, che fareste? Riterrei che accertereste la causa dell'interruzione, controllereste gli altri canali per notare se sono visibili e accertato che non si vedono solo quelli di Mediaset attendereste, visto che il programma in onda vi interessava, che riprendessero il collegamento. Ecco, mi sembra il minimo da fare, io almeno avrei fatto così! Ma se malauguratamente passando il tempo, oltre dieci minuti, quel canale rimanesse con lo schermo nero come la pece e con un silenzio assordante, cosa fareste? Presumerei che spegnereste oppure cambiereste canale, magari bestemmiando in turco perché eravate presi dal programma che si è improvvisamente interrotto. Io almeno, avrei fatto così. Detto questo, vorrei conoscere nome e cognome di quelle 120.000 (circa) persone che di fronte a codesta situazione, hanno tranquillamente sostato davanti a Canale5 (il giorno 13 aprile ore 18 circa) oltre dieci minuti attendendo che la trasmissione riprendesse: stava andando in onda la bella Barbara D'Urso. Orbene, non ho nulla contro costoro, padronissimi di fare le scelte che vogliono, tuttavia, l'accaduto mi spinge a fare alcune considerazioni: questi telespettatori si rendono conto che non volendo hanno fatto comunque ascolto? Ossia, 120.000 fanno un 1,3% di share interessante e da valutare attentamente. Un ascolto di tale portata porrebbe una rete tematica, quindi escludendo le sette reti più importanti, al nono posto nella classifica. Roba che visti questi dati, Mediaset sta studiano la possibilità di mandare su uno dei suoi canali tematici, dieci/quindici minuti di buio totale, interrotto solo dalla pubblicità. Questa iniziativa sarebbe portentosa: fare soldi azzerando i costi di produzione, un po' di buio e la...pillola va giù assicurando uno share del 1,3%. Mica fessi quelli di Mediaset. 120.000 utenti che sono lo "zoccolo duro" delle reti berlusconiane, stanno lì imperterriti ad aspettare la...Godot Barbara. Per favore datemi i cognomi di costoro, vorrei tanto stringere le loro mani per complimentarmi e incitarli sempre alla passione sfrenata...per il nulla!!!  

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

VIZI E VIRTU' D'OLTRALPE

Post n°1365 pubblicato il 19 Aprile 2015 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

I francesi mi sono cordialmente antipatici, ne ebbi la definitiva conferma quando l'indimenticabile Bruno Lauzi, incise il famoso brano "Bartali" di Paolo Conte. Sono caratterialmente come noi e come giustamente li definiva Cocteau: "I francesi sono sostanzialmente degli italiani di cattivo umore". Detto da un grande francese, mi sembra ben calzante la definizione. A Parigi dove risiede un quarto (circa) di tutti i francesi, basta osservarli e seguirli con lo sguardo: sono frenetici, incazzosi, insofferenti ad ogni minimo contrattempo, per loro la vita è un correre e un ingrugnirsi per ogni piccolo intoppo. Però, ad onor del vero, c'è un momento, una situazione che rende il francese un paziente, un rassegnato con gusto, un'altra persona: è quando fa la fila, la coda per un qualsiasi motivo. Il Professor Larson che studia questi fenomeni, sostiene che i francesi vivano le code, le lunghe file, come esperienze collettive benefiche, avvenimenti da conservare per il futuro nella memoria, situazioni che consentano loro di dire: "Io c'ero!". E' questa la semplice ma profonda spiegazione: un sentirsi bene entrando in un  locale dopo  aver  fatto   un'ora di fila, accedere al museo per una mostra dopo oltre due ore di fila con il sorriso stampato in faccia,  essere in coda al panificio per l'acquisto della classica baguette senza spazientirsi, attendere in fila per ottenere un tavolo al ristorante, insomma, a Parigi, dove ti volti e ti giri vedi code, file di gente felicemente in attesa. E' ormai tanto radicata la strana composizione di persone che pazientemente e serenamente attendono il loro turno che è ormai una "sciccheria" consolidata. Si calcola che l'80% dei francesi conceda ad una fila un'ora (in media) alla settimana; ben venga: si relazionano, si distendono psicologicamente e scaricano tutte le tensioni che accumulano nel trantran quotidiano. Ossia, nè più nè meno...come gli italiani. Capite ora perché mi sono cordialmente antipatici?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

UNO NESSUNO E...

Post n°1364 pubblicato il 18 Aprile 2015 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

Non sforzatevi, un po' più sotto ve la porgo io la traduzione. Asheley Jiron è titolare di un fast food in Oklahoma (USA) e un particolare ha attratto la sua attenzione: ogni mattina nel grande secchio della spazzatura posto fuori al locale, trova evidenti tracce di persona che ha rovistato tra i rifiuti alla ricerca di avanzi. Il ripetersi di questa situazione, ha spinto la generosa Ashley ad apporre un vistoso foglio sulla vetrina del locale:

“A chi è costretto a rovistare nell’immondizia per racimolare un pasto: sei un essere umano e meriti molto di più degli scarti. Vieni durante l'orario di apertura per mangiare un sandwich della casa Pb&j, della verdura fresca e un bicchiere d’acqua, gratis. Non ti sarà chiesto nulla. In amicizia, la proprietaria".

Direi che sia un invito generoso e solidale. Purtroppo, non è accaduto niente e nonostante il tempo trascorso, nessuno si è fatto avanti per cogliere l'opportunità offerta. Beh, visto che nessuno si presenta, mi piacerebbe pensare che esistano "morti di fame" con una profonda dignità e viceversa,  tanti uomini sazi con altrettanta dignità e incapaci di approfittare.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

TI OFFENDI SE....FESTEGGIO?

Post n°1363 pubblicato il 17 Aprile 2015 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

Il pilota di formula uno ha festeggiato così la sua vittoria nel gran premio di Cina. Una scena che chi segue l'automobilismo, avrà visto decine e decine di volte: un podio, i primi tre arrivati, la consegna della coppa e il tradizionale "bagno" con lo champagne. Sapete come va, si stappa si beve e ci si spruzza a volontà, insomma, un momento di gioia collettiva che coinvolge non solo chi sta sul podio ma anche la folla sottostante che non vede l'ora di prendersi la sua porzione di...spruzzo! Ecco, la domanda è questa: osservando la foto e notando che due hostess sono "prese di mira" dal bravo pilota, sostereste che il gesto sia da condannare? Affermereste che sia un gesto sessista? E ancora, prima di compiere l'esecrabile atto, Hamilton avrebbe dovuto chiedere il permesso alle due graziose hostess che erano lì per lavoro? Secondo l'associazione "Object" e per voce  di un tale Rox Hardie, il gesto è sessista ed offensivo, il pilota dovrebbe chiedere scusa alle due donne. Beh, chi glielo dice mo' a quelli????

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CARRELLO...DI LUNGA VITA

Post n°1362 pubblicato il 16 Aprile 2015 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

Abbiamo parlato più volte dello shopping e dei suoi risvolti sull'umore delle donne e degli uomini. Per ciò che mi riguarda non sono solito accompagnare il mio 51% nelle sue sortite e nelle sue escursioni "shoppistiche", a meno che non sia direttamente interessato per acquisti miei personali. Ecco, per esempio, lo shopping alimentare quello da super o ipermercato, per me è come l'AIDS: "se lo conosci lo eviti". A volte se necessario e per carichi troppo onerosi destinati a sfamare  le truppe cammellate, l'accompagno, magari contrariato, ma sono con lei per aiutarla. Quante volte vi ho parlato della ricerca? Specie quelle eseguite da prof americani e inglesi? Quelle strambe, quelle inutili e strane situazioni che solo loro si prendono la briga di analizzare per poi scoprire caxxate improponibili o inutili? Beh, ora ci si mettono pure i prof di Taiwan con una ricerca che è durata dieci anni e, sottoponendo 1850 persone non più giovani con oltre sessantanni d'età, sono giunti ad una conclusione molto interessante: lo shopping allunga la vita...soprattutto agli uomini! Azz!!! Questa non la racconto a mia moglie, me la tengo per me e spero che non l'apprenda in rete! Una conclusione ragguardevole: escludendo persone con patologie, le persone che fanno shopping alimentare ogni giorno, hanno il 25% di possibilità in meno di morire rispetto a chi non fa la spesa tutti i giorni.  Pare che le ragioni siano da ricercare nel movimento quotidiano, ovvero macinare metri su metri nei corridoi del supermercato, e la frequente socializzazione che rende benefici sociali e psicologici. Infine, lo shopping comparato ad altre attività più o meno similari per i benefici accennati, assicura più continuità nell'impegno fisico e inoltre non richiede motivi o istruzioni particolari. Un dettaglio tuttavia non è stato considerato attentamente dai ricercatori cinesi: quante pesanti carte di credito deve possedere il candidato alla lunga vita? Spendere ogni giorno mi sembra un po' eccessivo. Comunque, io ho due opzioni da esaminare attentamente: mando mia moglie a far la spesa tutti i giorni con la promessa della lunga vita? Oppure opto per allungarmi la vita andando io ogni giorno a far la spesa prosciugando le mie carte di credito? Che dilemma! Morrò prima io con i soldi, o vivrà di più lei senza soldi?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »