Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi  produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming -

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail.

Non tutte le persone che conosci on line sono sincere.
Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia.

Per favore, copia e incolla questo post
ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

- MARCO PICCOLO
- Un po di me
- massimopiero
- OP - LA !!
- alba chiara
- OCCHI SUL MONDO
- ZIGGY STARDUST
- SONO QUI
- LOSPECCHIODELLANIMA
- IL PETTIROSSO
- LARABA FENICE
- Essere Donna
- VITA E ...SENSI...
- Vita di un Bradipo
- Donne sullorlo di..
- Parole a caso..
- CINOFALLICAMENTE
- di sole e dazzurro
- Dico la mia
- Origami
- LOca Nera
- Del sottile pensiero
- Labyrinth
- nun&ugrave;
- io
- IN VIAGGIO....
- raggio di sole
- ~ Anima in volo ~
- ...fini la com&egrave;die
- Soldi e inganni
- c&egrave; tutto un mondo..
- di tutto un p&ograve;
- Pensierosamente Me
- Angolo Pensatoio
- CALICI DI STELLE
- I Miei Perche
- PENSIERI SPARSI
- 21 grammi
- donnaetempo
- Lamore &egrave; vita
- casalinga disperata
- Narrativa e oltre...cantastorie61
- LeNote_DellaMiaVita STEFF
- Ultimi pensieri grazia pv
- Un giorno per caso
- vivi e lascia vivere fla
- Chiaror Di Luna carla
- Fuori dal cuore Kathia
- loro:il mio mondo francesca
- ANALFABETA FLO
- Cogito ergo sum
- a proposito di elliy
- Non c&egrave; 2 senza 3 tiffy
- MIRROR MARISA
- Riflessioni/fantomas
- SEMPLICI EMOZIONI LIDIA
- PARLIAMONE
- PICCOLO INFINITO
- ricomincio da qui laura
- My Personal Minds laura
- Baciata dagli Dei Mokina
- Fenice_A&reg;
- cera una volta
- My VIDEOMUSIC blog - Kimi
- Amici e parole
- Dolce_eternity
- PensieriInVolo Edelw...
- OLTREICONFINI Lucre
- @Creative Insomnia Alice
- pensieri cuspides O
- Simpatica...Anna
- Dark side of Mars...Giù.
- Bambola di stracci Renata
- Meneraccontiunaltra sparusola
- Io un blog? : annetta
- Rosso come lamore....Cinzia.
- Emozioni e anima
- Pensieri.... martina
- black marbles tanyact
- Fatti e Misfatti marinella
- DOLCI MOMENTI
- Indomani Sel
- libero di pensare oliver
- Sentimentalmente Giovanna
- semplici attenzioni
- Eat Pray Love mary
- Ame Ph&egrave;nix Marq
- Ambra di stelle Tittì.
- Oltreiconfini20 Lulu
- CITAZIONI PATNERS
- Circo della Vita Ser..
- zoe
- BENVENUTI ROSA
- Ok... La smetto...trottolinogiramondo
- THE LIBERO PUB
- Channelfy
- Il Diavolo in Corpo/NINA
 
Citazioni nei Blog Amici: 165
 

Ultime visite al Blog

e_d_e_l_w_e_i_s_slascrivanamonellaccio19spalmierosg1b9Nuvola_volaNoRiKo564purtuttavia6lucreziamussilicsi35pechannelfygrazia.pvnina.monamourgeishaxcasomisteropagano
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 03/04/2017

POST DI SERVIZIO

Post n°2159 pubblicato il 03 Aprile 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Immagine correlata

 

A queste condizioni non è più divertente. Già cominciava a non esserlo più, interminabili minuti per connettersi, indi poscia, ci si mette un pseudo “carico di sistema” e per la serie “Chi c’è, c’è…e tutti gli altri si arrangino”; io e tanti altri, siamo tagliati fuori da sabato scorso: esclusi da LIBERO, alienati e impediti ad entrare regolarmente nei “nostri” blog. Non c’è pace, non possono trascorrere più di una decina di giorni che non vi sia un problema tecnico e pensiamo: “Stanno lavorando per noi?”, mah….eppure per la comunità,  anche se abbia perso il suo tradizionale smalto e alcuni personaggi molto importanti (storicamente impegnati a mantenere alto il livello qualitativo della piattaforma) si siano allontanati da Libero, resta un quid fortemente radicato e meritevole di attenzione. Ancora una volta, come in un recente passato, siamo a chiederci se sia giunto il momento per Libero di  voler chiudere l’esperienza visto che da tempo sia insofferente al mantenimento della sua attività e a quella dei suoi utenti. E’ vero, siamo ospiti e voci in capitolo non ne abbiamo: usufruiamo di uno spazio messo a nostra disposizione e nel quale ci muoviamo liberamente, è per questo che siamo grati all’ospite che ci…sopporta. Tuttavia, resta forse un punto oscuro che vorremmo fosse chiaro per tutti: se c’è la volontà politica di chiudere, di mutare notevolmente gli orientamenti, gli obiettivi, ci si dica cosa accadrà e a cosa andiamo incontro: io non sono incline a credere al…carico del sistema. Pertanto, mi permetto invitare la direzione, gli uffici preposti e lo staff di Libero a tranquillizzarci in merito, a fornirci spiegazioni attendibili e pertinenti al disagio che in molti stiamo subendo: immaginiamo una linea telefonica che ci isoli a fasi alterne e più o meno lunghe. Ecco, siamo nelle stesse condizioni e credeteci per noi che ci “viviamo” quassù, abusando della vostra ospitalità, non è piacevole. Saremo grati se comunque e con lealtà, ci diceste di…quale morte dovremo morire. Se poi è solo agonia, per piacere togliete il piede messo inavvertitamente sul tubo dell’ossigeno: ci manca l’aria!


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SCOMMETTIAMO CHE...

Post n°2158 pubblicato il 03 Aprile 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per bandi d iconcorsi

 

Parliamo di gare e/o appalti ufficiali nella pubblica amministrazione, ovvero, uno dei passaggi critici di una buona e oculata gestione dei soldi pubblici per garantire servizi e strutture ai cittadini. Ecco, se per diversi anni di seguito una gara, a prescindere dal numero dei partecipanti, fosse vinta sempre dalla stessa società, qualcuno potrebbe insospettirsi? Magari può accadere che quel qualcuno (fiduciario della società), avendo doti di veggente, riesca a capire cosa offrano i concorrenti e presentare sempre e puntualmente, anno dopo anno, l’offerta destinata a vincere perché sempre la migliore? Ekkekkulo!!!!! Possibile? A Bari, il giorno 5 aprile si provvederà a concludere un bando Comunale con le aperture delle buste: si tratterà di concedere al miglior offerente, la bella cifra di 3.597.850,00 (+IVA) per garantire un servizio sociale importante e necessario per la comunità barese. Trattasi di affidare la “gestione dei dei servizi di assistenza domiciliare di tipo sociale e integrata a favore dei soggetti con disabilità”. Un importante impegno per coloro che in tale settore devono essere professionisti capaci e preparati, onde offrire piena solidarietà ai beneficiari del servizio stesso. Fin qua nulla di nuovo, tutto da copione e come dicevo, il 5 aprile preso la Ripartizione Unica Appaltante di Bari, si procederà alla assegnazione. Ma ecco il colpo di scena, ecco come si possa sconvolgere un iter ormai consolidato e ricorrente in tutte le amministrazioni pubbliche: c’è chi anonimamente abbia sfidato il Sindaco di Bari, “QI” una testata giornalistica e  la Procura della Repubblica. Con una lettera dettagliata inviata al “Quotidiano Italiano”, l'anonimo racconta dello strano caso che si verifica a Bari: stessa gara, più o meno stessi concorrenti e puntualmente sempre lo stesso vincitore di cui nella lettera si indica con il nome della azienda (o del titolare). La sfida è stata tradotta in scommessa: lo sconosciuto (in realtà è un concorrente che partecipa con altri alla prestigiosa gara), scommette con De Caro, sindaco di Bari, una pizza e una birra che anche quest’anno la gara la vincerà il “solito noto” . Si allarga lo scrivente anonimo: “…tra gare, proroghe e affidamenti diretti, da nove anni il servizio in oggetto, viene affidato sempre allo stesso gestore…(omissis)…se si dovesse andare a fondo sulle gare dei servizi sociali del Comune di Bari, si rileverebbe che vincono sempre gli stessi”. Siamo alle accuse precise e intanto, per non “disturbare” la gara, la lettera non è stata diffusa completamente e il giornale tirato in ballo, aspetterà la conclusione e l’espletamento che avverrà il 5 aprile p.v. Ci sono nomi che potrebbero venir fuori e quindi la prudenza e d’obbligo. Vedremo cosa accadrà e poiché quanto riportato sia già di dominio pubblico, è molto semplice supporre due eventualità: il giornale è stato tacciato di aver taciuto in altre precedenti circostanze, non facendo rivelazioni tese a “scombinare” il malaffare; la testata nega e lo dimostra ampiamente, pubblicando stralci della lettera anonima ricevuta e i fatti per quelli che sono in attesa della prova. Intanto, chi ha orecchi (e occhi per leggere) per intendere, intenda  e quindi il supposto maneggio/sottobanco, salterebbe proprio per l’avvertimento tacito e celato nell’ articolo; oppure, se tutto andasse come spereremmo e magari accadesse sempre più spesso nelle gare della Pubblica Amministrazione, avremo scoperto un bell’ altarino, uno dei tanti casi di scambio affari e politica e il tutto grazie al costo di una pizza e di una birra. Una scommessa è importante: o il Sindaco pagherà il conto della pizzeria se perdesse il suo Comune, oppure l’anonimo salderà lui il conto. Insomma, in Italia ogni tanto c’è qualcuno che paghi per le gravi mancanze e/o ruberie!          

 
 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso