Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi  produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming -

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail.

Non tutte le persone che conosci on line sono sincere.
Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia.

Per favore, copia e incolla questo post
ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 168
 

Ultime visite al Blog

ambradistelleVogliosesso81nick7788giapirozziattanasio1948grafarelBhaccolinamanieros4a6l2v8ealdogiornomaracicciatecnospadanoverterflascrivanagrisu1431977
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 11/04/2017

CHI TOCCA I FILI MUORE

Post n°2174 pubblicato il 11 Aprile 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per pittogramma persona danneggiata

C'era una volta un solo segno che contraddistingueva un prodotto pericoloso. Era solo un brutto segno e una della prime cosa che mi insegnarono da piccolo, mentre erano in corso le prime guerre puniche, era una importante precauzione: qualunque prodotto, qualsiasi confezione, bottiglia, boccetta, bustina ecc.ecc. che portasse impresso un teschio umano con due ossa incrociate sotto, doveva essere ritenuta pericolosa e quindi necessariamente evitata; nessun contatto e non ingerire assolutamente, pena la morte, così come da fatale rappresentazione. Crescendo, aumentando le mie modeste facoltà intellettive, mi chiedevo: "Vabbè, è pericoloso, può causare danni, addirittura la morte, ma mi sembra un po' vago". Cioè, manco una ferita, un dolore allo stomaco da indurre ad una immediata lavanda gastrica,  oppure una corsa al pronto soccorso per una goccia di sangue impressionante, macché, un solo avviso: devi morire! Azzarola!!! Col tempo i segnali cominciarono a cambiare, capirono che ero in difficoltà per attribuire il giusto grado di pericolo per ciò che maneggiavo; mi ricordo che anche per mangiare una semplice caramella, passavo due/tre minuti a rigirarla per notare se ci fosse l'eventuale teschio corredato di ossa. Dal primo giugno di quest'anno, grazie alla tecnologia imperante, lo spettro (non la morte) si allarga e finalmente avremo una esaustiva semplificazione dei segnali di pericolo che la Comunità Europea dovrà adottare definitivamente. La legge è del 2008, hanno concesso tutti questi anni per smaltire vecchie e desuete scorte, confezioni dei prodotti chimici in particolare. Pertanto, non si generalizzerà più con un paio di immagini indicanti il pericolo, ma come da illustrazione, vi sarà una serie di loghi che indicheranno chiaramente il tipo di rischio che si correrà nel maneggiare o nel fare cattivo uso del prodotto pericoloso. Concludendo,  vi invito a prendere confidenza con le piccole immagini esposte  in alto perché tra un paio di mesi saranno improntate sui prodotti interessati. Restano tuttavia in vigore e in attesa di definitivi chiarimenti circa le lunghezze e gli spessori per zucchine e cetrioli, mentre per le cozze, sarà indicato il preciso colore "nero" per essere in linea con le necessità della Comunità. Delle vongole invece, non si sa niente ancora, stanno cercano di risolvere il problema per stabilire la grandezza stabilita a suo tempo e...ad capocchiam!

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SQUALLORE INACCETTABILE

Post n°2173 pubblicato il 11 Aprile 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per Madre

 

No, non lo accetto e stigmatizzo lo scorretto comportamento della signora Alessia Fabiani. Parlo della mamma e no della modella, attrice o quello che sia, visto che ci tenga tanto a postare foto su Instagram. Siamo al colmo, la misura è stata superata abbondantemente e ormai non possiamo che rammaricarci per queste azzardate foto che fanno girare in rete. I bambini di pochi anni, hanno capito cosa stia facendo la mamma? Hanno potuto decidere da soli cosa fare e perché farlo? Io penso di no e contrariamente al solito, non sono stati offuscati nemmeno i volti, un procedimento che spesso si usa adottare per proteggere i piccoli. La foto sta girando sul web, è sicuramente ciò che voleva la signora, tuttavia tra consensi e molte critiche tra cui la mia, questa se la poteva evitare la Alessia. Spero che siate concordi sull'assurda esposizione dei piccoli, non c'è più ritegno e se qualcuno mostra agnellini per raccattare sporchi voti elettorali, la signora mostra i bambini per richiamare l'attenzione. Faccia quel che le pare da sola, è maggiorenne e della sua vita è padrona incontestabile, ma i bambini, lo grido a gran voce: NO! Fuori dai sporchi giochetti, con tutto ciò che gira in rete, con tutti gli sporcaccioni che guardano, glieli serviamo pure su un piatto d'argento! Aberrante.

 
 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso