Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi
 

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi  produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming -

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail.

Non tutte le persone che conosci on line sono sincere.
Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia.

Per favore, copia e incolla questo post
ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 168
 

Ultime visite al Blog

monellaccio19giacomo264nina.monamourlucius555alessandroalifanoclaudio.moretti1966dinobiaycedumingio80giogal1943dabrocchiarw3n63divinacreatura59simona_77rmlascrivana
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 03/09/2017

PASSATO E PRESENTE...E IL FUTURO?

Post n°2467 pubblicato il 03 Settembre 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

Profetizzo e purtroppo, ci azzecco! Eccolo il segnale dell'estrema destra: un manifesto della RSI, la Repubblica Sociale Italiana. Eloquente come solo Gino Boccasile, disegnatore del regime fascista, sapeva creare: una donna bianca che viene assalita da un uomo di colore. In cima appare in grande la scritta: "Difendila dai nuovi invasori". Non starò a spiegarvi come nacque all'epoca il manifesto, quali fossero i presupposti e a chi si rivolgesse; è tutto scritto nella storia italiana e non c'è da dubitare. Sotto a completare il messaggio chiaro e forte: "Potrebbe essere tua madre, tua moglie, tua sorella, tua figlia". "Forza Nuova" non si smentisce e ciurla nel manico, sa che il ferro è molto caldo (lo spiegavo proprio in uno degli ultimi post) e l'onda va cavalcata subito. Oggi la gente, gli elettori, in un marasma politico poco definito, hanno bisogno di segnali, magari confusi e fuorvianti, e questo è uno di quelli che aggiunge paura a quel terrore che già serpeggia subdolamente. Le sensibilità sono ben fragili al momento, le indecisioni affollano le menti e i cuori, il "negro" va visto come un nemico e per suffragare il rischio, si tirano in ballo tutte le donne di famiglia, la madre, la moglie, la sorella e  una figlia. Una paccottiglia reale ma significativa: "Occhio che una delle quattro potrebbe essere la prossima vittima dell'uomo nero e violento". Non sto a dirvi il ginepraio che questo maldestro e vecchio manifesto abbia sollevato nella sua diffusione: molti hanno chiesto l'intervento della magistratura. Io vi riporto solo la notizia e aggiungo per i signori di "Forza Nuova": potrebbe accadere ciò che si vuol supporre nel manifesto del Boccasile, ma perché non potrebbe accadere che al posto di un uomo di colore, non possa esserci un bianco? Oppure, un uomo bianco e al posto della donna bianca assalita, una donna negra? Chi può fornire garanzie?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso