Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi
 

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi  produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming -

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail.

Non tutte le persone che conosci on line sono sincere.
Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia.

Per favore, copia e incolla questo post
ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 168
 

Ultime visite al Blog

monellaccio19giacomo264nina.monamourlucius555alessandroalifanoclaudio.moretti1966dinobiaycedumingio80giogal1943dabrocchiarw3n63divinacreatura59simona_77rmlascrivana
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 08/09/2017

FELTRI: BEN TI STA!

Post n°2476 pubblicato il 08 Settembre 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per libero quotidiano

 

 

Non sempre le ciambelle riescono con il buco e questa volta Feltri l'ha fatta grossa. Il quotidiano "LIBERO" nella sua edizione on line è da questa notte sotto attacco hacker e fino a questo momento non è stato ancora risolto l'inconveniente tecnico. Con un annuncio ufficiale il quotidiano informa i lettori e sperano di risolvere al più presto il contrattempo. Ci sono stati i giorni scorsi, grossi scossoni con i titoli del giornale diretto da Feltri, molto espliciti, molto duri e l'ultimo specialmente, quel sostenere che gli immigrati ci portano la malaria, ha colpito per la strumentalizzazione della scomparsa della povera bambina colpita dalla grave malattia. Insomma, va bene essere giornale di parte, va bene essere al servizio di Silvio, va bene cavalcare l'onda demagogica della destra populista, ma strumentalizzare per portare voti alla destra di Salvini & co. questo è eccessivo e qualcuno non l'ha digerito. Ma fosse solo quest'ultimo titolone il problema, la verità è che molti stanno rimpiangendo Belpietro, il quale nonostante la sua sudditanza nei confronti del cav, non ha mai oltrepassato il limite della decenza. Sarà l'età, sarà che ormai si sia imbolsito e incapace di mantenere una certà lucidità che vada oltre le posizioni oltranziste, Vittorio non passa giorno che spari cannonate senza pensarci su. Libertà è anche questa, però sappiano lui e gli altri come lui, che si viene ripagati, magari alla distanza, con la stessa moneta: fake, cazzate, posizioni assurde e inconcepibili, alla fine, non pagano. E' bene ricordarlo anche se la politica è questa oggi: si campa tra insulti e lazzi, tra menzogne e sputtanamenti e i giornali come Libero, azzuppano con piacere e ci sguazzano nel merdaio creato a regola d'arte. Tutti colpevoli e tutti innocenti! Bella Roba!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MA CHE MOSTRA E'?

Post n°2475 pubblicato il 08 Settembre 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per mostra di venezia 2017

 

 

Una domanda a bruciapelo: "Qualcuno di voi saprebbe elencare a memoria i titoli dei film finora proiettati alla Mostra di Venezia di quest'anno?". E i nomi delle grandi stars del cinema che abbiano calpestato il red carpet?". Sapreste dirmi invece chi è questa signora che come tantissime altre, abbia passeggiato sul tappeto rosso mostrando le sue grazie ai fotografi che sgomitavano per riprenderla? 

No? E se mostrassi tutte le altre presumo non sapreste dire chi siano, vero? Eppure conosciamo a memoria ogni dettaglio fisico, ogni parte del loro corpo mostrato, quasi casualmente, lungo la passerella. Ergo, di cosa stiamo parlando? Della Mostra di Venezia o della mostra delle gnocche? Sconosciute certo, ma sempre gnocche sono! La signora Marica Pelegrinelli moglie di Ramazzotti, che ci azzecca a sfilare? La Valeria Marini, peraltro senza invito per entrare, che ci faceva sul tappeto rosso...magari volante, così se la portava per disperderla nello spazio? Andiamo raga' ma siamo proprio rimbambiti? Ma che mostra è? Ma quale senso ha tutto questo quando poi dei film si interessano solo gli addetti al lavoro? Sono più numerose le foto (centinaia e centinaia) di queste sconosciute che no gli articoli e le cronache sui film in concorso! A partire dal "Corsersa" per finire all'ultima rivisticola per "piattilografe", tutti ad affannarsi per chi pubblica più foto! "Ma sai? Lo si fa per i fan?", i fan di chi? Ci sono i fan di personaggi conosciuti da quattro gatti? Allora sono i gatti che vogliono le foto? Fatemi il piacere signori guardoni, serviti di altri siti specializzati per attizzarvi. E voi della stampa seria, dedicatevi a qualcosa di più importante e meno vistoso: per esempio, la Gerini era in platea a Venezia perché un suo film è in concorso.

 Si presentava così, ma almeno ne aveva ben donde, aveva una ragione. Ma chi non ha un  plausibile  motivo, ditemi che ci azzecca a Venezia sul red carpet? Nulla, a parte la mostra...personale!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso