Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi
 

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi  produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming -

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail.

Non tutte le persone che conosci on line sono sincere.
Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia.

Per favore, copia e incolla questo post
ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 168
 

Ultime visite al Blog

ITALIANOinATTESAmonellaccio19jerry67dgl0mortellececchimariangelacavallarostudiotecmolto.personalearpescontractgabbiano642014commotufanio.zanattapaolo585858arw3n63vefokysalcordarojuanbov
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 14/09/2017

SCRIVERE A MANO E CON GLI...EMOTICON

Post n°2486 pubblicato il 14 Settembre 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Immagine correlata

 

Il ministro della Pubblica Istruzione Fedeli, avrebbe pensato di consentire l'uso dei cellulari in classe: "L'uso dei telefonini aumenterebbe la conoscenza e la ricerca per  i  ragazzi". Ovviamente la concessione varrebbe se tutto avvenisse con moderazione e solo in casi di evidente necessità. Sapete cosa sia accaduto per questa proposta? All'italiana: "Apriti cielo!". I soliti due fronti pronti a combattere: c'è chi dice sì, c'è chi dice no. Mi sembra giusto che si discuta sui problemi, sulle proposte, è indice di civiltà ed educazione. Da noi, invece, si parte in quarta e a priori si cerca di imporre il proprio pensiero senza se e senza ma. Vedremo come andrà a finire, ma nel frattempo ci trasferiamo a Cambridge nota e storica Università inglese, dove si pone un problema molto interessante e particolare: i giovani non sanno più scrivere a mano. Un bel problema specie per i prof che nelle prove scritte hanno difficoltà a leggere gli elaborati: sono ricchi di strafalcioni, illeggibili e poco comprensivi. Il tempo come sappiamo, cambia le cose e non ci stupiamo più: c'erano una volta carta, calamaio e penna, poi la biro è divenuta amica intima delle nostre mani e per decenni e decenni, è stato l'unico mezzo per scrivere. Oggi dobbiamo lasciare lo spazio alla tecnologia e quindi necessariamente ricorrere, come stia facendo io in questo momento, al PC. Ammetto anche che se avessi voglia di scrivere qualcosa, la biro più di cinque minuti non riuscirei a tenerla in mano, con l'aggravante che produrrei come i giovanotti ormai disabituati alla calligrafia, solo sgorbi illeggibili...anche per me. L'abitudine costante e l'uso perpetuo della tastiera, ci hanno portato a questo bivio: scegliere definitivamente uno dei due mezzi di scrittura e non mi sembra il caso di precisare su quale cadrebbe la nostra scelta. Ho visto ragazzi smanettare sui cellulari con una velocità pazzesca: con la bocca aperta per la meraviglia, li ho visti scrivere periodi composti e piuttosto lunghi rispettando senso logico,   punteggiatura, nessuno errore e anche inserimenti veloci di emoticon. E' fuori discussione: date un mezzo tecnologico ai ragazzi e ne vedrete delle belle!!! Pensate che a Cambridge i docenti oltre a non poter leggere i compiti scritti con i geroglifici, spesso hanno dovuto misurarsi con gli emoticon fatti a mano sul foglio. Forza dell'abitudine! Pertanto, nell'antico college inglese fondato oltre 200 anni fa, si potrebbe passare dopo le penne d'oca, le penne e i calamai, le biro in tutte le sue forme e colori, al PC per scrivere i compiti e gli elaborati. La proposta è partita e se ne discuterà, si confronteranno tutti: genitori, ragazzi, docenti perché da quelle parti i problemi si affrontano, si discutono e si risolvono. Loro saranno anche per il: "Niente sesso, siamo inglesi", ma sui problemi seri, non perdono tempo. Si agisce!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SE NON E' ZUPPA E PAN BAGNATO

Post n°2485 pubblicato il 14 Settembre 2017 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

Risultati immagini per francesca Pascale

 

Squillino i tamburi e rullino le trombe: lei ci sarà! Mentre i due mentori, gli avvocati Ghedini e Coppi, maestri dell'arte oratoria e principi dei fori (di tutte le misure), pongono sul tavolo di Arcore le 4/5 opzioni per portare Silvio almeno in senato con tanto di riserva e in attesa di Strasburgo, la Francesca Pascale donna di casa, amica, consigliera, dama di compagnia e chi più ne abbia più ne metta, scenderà in campo alle prossime elezioni per un posticino alla Camera. Sapete come funziona: tutte le donne del cav, alla fine uno scranno al sole se lo guadagnano e quindi come la Minetti igienista prediletta e tutte le altre delle quali non voglio farvi l'elenco altrimenti non ne usciamo più, anche la paziente Francesca avrà il suo premio. Sempre un mezzo passo indietro, premurosa, fedele e innamoratissima di Silvio, avrà il suo ambito posto alla Camera. Solo nel caso che Silvio dovesse essere liberato dalla sentenza e fosse libero di accedere alla Presidenza del Consiglio, allora la candidatura della Pascale sarebbe revocata per ovvie ragioni. E' tempo di grandi progetti, ebbi a dire che l'uomo ribolle di idee, ne spara una dozzina al giorno e guarda caso lui è sempre al centro, il perno indiscusso della destra italiana. Finirà che lui sarà il nucleo focale e gli altri che sono saldamente uniti, lo butteranno fuori perché non recede e non demorde dai suoi progetti che spesso non coincidono con quelli di Salvini e company. Vabbè, vi ho riportato storie e progetti e vi raccomando la Pascale (non ne ha bisogno la ragazza), si e fatta da sola, si è fatta fare da Berlusconi che l'ha plasmata (ora si dice così?) e lui solo la conosce a fondo (sic). Voi che lo voterete fidatevi, se la propone sa le sue qualità indiscusse. Votate e fate votare la destra di Silvio Berlusconi: Fate bene Fratelli...no, non è il nome della lista o listone, e l'invito che rivolgevo a voi tutti. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso