Community
 
PROF.PIER
   
 

nessunoescluso

Per chi crede nella scuola

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
AWARD BRILLANTE

Premio ricevuto da ioxamicizia

che ringrazio

 
AWARD BRILLANTE

ricevuto da LorenaBianconi

che ringrazio

 

AWARD BRILLANTE

Premio ricevuto da vitaxme

che ringrazio

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 15
 

ULTIME VISITE AL BLOG

angelo_ranieroPROF.PIERmariateresaferrignodanielina07trotamonaca61MarquisDeLaPhoenixaxisboldaslovelasoffitadeiricordiantropoeticoannare38sols.kjaergpaola61cile54ioxamiciziaatapo
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 

 

« IMPARARE LA PASSIONEVIVA L'UMANESIMO »

Per non dimenticare :“Il macellaio di Sand Creek”

Post n°599 pubblicato il 27 Gennaio 2012 da PROF.PIER

Quest’anno per ricordare l’olocausto voglio riportare questa storia.


Tra il 1850 ed il 1860 le Montagne rocciose del Kansas e del Colorado furono meta di una corsa all' oro che portò un' ondata di coloni ad insediarsi tra le montagne e  le circostanti colline. L' immigrazione improvvisa generò scontri con le tribù Cheyenne e Arapaho che vivevano nell' area da sempre e che un trattato con gli stati uniti riconosceva agli indiani stessi "fintanto che l' acqua scorre e le aquile volino".
Il governatore del territorio (non  ancora  stato) del Colorado  decise di mettere a capo della milizia locale il colonnello John Chivington, al fine di liberarsi definitivamente del problema degli indiani. Questo dichiarò pubblicamente che "i Cheyenne dovranno essere completamente rinchiusi o eliminati…. io sono assolutamente convinto che la sola strada che abbiamo per avere la pace in Colorado sia di ucciderli tutti, adulti e bambini ... le uova fanno i pidocchi."
Alcuni mesi più tardi, Chivington mantenne la sua promessa di sterminio. Nelle prime ore del mattino del 29 novembre 1864,  guidò un reggimento di "Volontari del Colorado" versò la riserva Cheyenne di Sand Creek dove era accampata la tribù. Dopo alcune ore  200  Cheyenne, la maggior parte dei quali donne e bambini, erano stati massacrati. Uno dei capitani, Silas Soule, rifiutò di obbedire all' ordine di Chivington di attaccare il pacifico accampamento di Sand Creek ed ordinò ai suoi uomini di trattenere il fuoco. Qualche tempo più tardi anche a causa delle rivelazioni di Soule, Chivington fu sottoposto a processo per la strage: non solo Soule, ma anche gli impiegati bianchi che lavoravano alla riserva di Sand Creek e che, impotenti, avevano assistito al massacro, testimoniarono contro  Chivington. Il processo riguardò sia le efferatezze commesse sia il fatto che era stato attaccato proprio un accampamento di indiani notoriamente non ostili e che anzi si erano portati in quella zona proprio in ossequio agli ordini del governo.
Ovviamente Chivington  fu condannato ed altrettanto ovviamente immediatamente amministiato e dichiarato non punibile. Il capitano Soule fu più tardi assassinato da un soldato che era stato sotto il comando di Chivington a Sand Creek.

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 
 
 

INFO


Un blog di: PROF.PIER
Data di creazione: 02/01/2008