Creato da francy_62 il 23/10/2008
pensieri in libertà

IL MIO NUOVO BLOG (sbagliato) SU VIRGILIO

 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

AMICI PRESENTI AL PRANZO DI DOMENICA 15-4-12

Francy_62
nuovavita2011
vogliorivivere1
gattoficcanaso (e gentile signora)
pennydog
bionda66
dolceelfa75
germano.capoverde

 

BRAZIR

Haiku:

occhi al cielo
cercando una strega
vidi la rana

 

ISRY

Parodia:

 occhi al letto
cercando una rana
vidi un pi ci

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 86
 

TRAFFICO

 

 

RADIO DG.VOICE

 

 

SEMPRE PEGGIO.....

Post n°954 pubblicato il 02 Gennaio 2017 da francy_62

Come vedete, ottimismo a go go!

Se il 2016 lo voglio lasciare alle spalle il più in fretta possibile, non è che il 2017 inizi sotto migliori auspici.

Stavolta il problema grosso, sono i miei genitori. Dopo di me, ha preso l'influenza anche mio babbo e a ruota, mia mamma. Se la sono cavata apparentemente meglio di me, salvo poi che mio babbo sta facendo la ricaduta. Ma non è nemmeno quella la cosa grave. 

Il fatto è che mio babbo sta perdendo sempre più la testa... a memoria a breve termine, meno che zero. Tanto per darvi un'idea, oggi pomeriggio mi avrà chiamato una decina di volte per sapere come fare con la tachipirina. Ed ogni volta mi diceva che non lo sapeva, ma che da quel momento avrebbe saputo come fare. Dopo mezz'ora mi richiamava. Senza contare che ne aveva parlato con mia mamma (che ha mille altri problemi, ma la memoria è buona) e che non ne può più. Per cui sbraita che lui non capisce più niente e che non lo sopporta. E mio babbo mortificato, come un bambino che non capisce perché si arrabbia.

Oltretutto a mio babbo stanno venendo mille manie, come quella di andare a controllare la posta due o tre volte al giorno, anche con la febbre alta.... sia mai che gli arrivi una bolletta da pagare o una carta dalla banca. Se non va a controllare, muore.

E domani mattina (anzi, stamattina), febbre o non febbre, deve e VUOLE andare a tutti i costi a fare l'esame oculistico per il rinnovo della patente. Che, anche se ormai al massimo si sposta di tre o quattro chilometri (per andare alla Conad, al mercato, in posta, in banca e dal medico), sarebbe meglio che la patente non gliela rinnovassero. Ma se dovesse succedere, ci muore di crepacuore. Perché, a parte la memoria, è molto lucido, arzillo, spiritoso, autosufficiente e dimostra molti anni in meno. Però tra pochi giorni ne compie 90.

Comunque, gente mia.... non so davvero come venirne fuori.... sono ingestibili entrambi, per motivi diversi, e tutti cocciuti all'ennesima potenza.

Mia mamma non vuole sentire parlare di badante o comunque di una donna che vada almeno qualche ora a dare una mano. Che, secondo me, sarebbe fondamentale anche per spezzare quel loro continuo litigare. Per me, uno di questi giorni, mia mamma rischia di spaccare il matterello in testa a mio babbo. E non sto scherzando.

Ed io, tra una preoccupazione e l'altra, rischio che ci lasco le penne prima di tutti con un bell'infartino.... e risolvo tutti i miei problemi.

Se le cose vanno avanti di questo passo... va a finire che non riesco nemmeno a portare a termine l'anno scolastico. Se devo gestirli quotidianamente, come potrò fare altrimenti? Che situazione complicata, anche perché sono sola. Sola. SOLA! Questa è la mia condanna: devo gestire tutto sempre da sola. Ma perché non sono naufragata su un'isola deserta? Almeno, avrei dovuto badare solo a me stessa.....

Mah.... se il buongiorno si vede dal mattino.... questo 2017 mi spaventa assai....

(Forse è meglio che smetta di scrivere post e mi ritiri nelle mie stanze a leccarmi le ferite da sola. Quanto sono cambiata da quando ho aperto il blog........... uffff...)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ECCHIMEEEEEEEE.......

Post n°953 pubblicato il 30 Dicembre 2016 da francy_62

Dunque.... sono viva. Ancora il consorte non mi ha fatto fuori. Però nemmeno vi siete tanto dati da fare per accertarvi che fossi ancora viva, eh? Il che vuol dire che, dovesse succedere il fattaccio, non posso contare su di voi e sul fatto che facciate di tutto affinché sia fatta giustizia. Begli amici!

Comunque, sono anche reduce da una brutta influenza che mi ha bloccato dalla settimana prima di Natale..... E solo ieri ho messo il naso fuori casa per la prima volta. Che belle feste! Ma pazienza, c'è di peggio.

Per il resto.... tiro avanti.... nessuna novità....

O forse sì, nel senso che, visto che il consorte non muove paglia, anche stavolta mi tocca rimboccarmi le maniche e tirare fuori le castagne dal fuoco. E so che mi scotterò. Uffff.... 

ho infatti deciso che dopo le feste, andrò dall'avvocato e affronterò seriamente la questione separazione. Perché se quell'essere che vive sotto questo tetto non prende una decisione, la prenderò io. Non riesco assolutamente più ad andare avanti così. Il vaso è colmo. E adesso strariperà.

per cui.....inizierò il 2017 con una battaglia. Spero solo che non si tramuti come la guerra dei Roses..... Vi aggiornerò.

Nel frattempo, occhio ai Tg, che se non mi uccide la meningite, potrebbe ammazzarmi il marito.

 

Buon 2017

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

FATTI E MISFATTI IN PISCINA

Post n°952 pubblicato il 21 Novembre 2016 da francy_62

Ora... uno dice 'andare in piscina'. Termale, per giunta.

Cosa c'è di più bello, se non passare del tempo in una piscina termale, con acqua salata a 33°? Stupendo! Tutto bello, tutto rilassante...

Ecco... anche no.

Intanto c'è lo stress di arrivare in orario. Mica devo timbrare il cartellino, direte. Eh, no... certo che no. E nemmeno c'è un orario fisso per entrare. Ma in un certo senso sì, perché se non arrivi per tempo, i disagi sono tanti.

Intanto, una volta al mattino e una volta al pomeriggio, c'è una mezz'ora di acquagym. Che, voglio dire, visto che la fanno, perché non approfittarne? Già... ma come me, anche un numero infinito di arzille vecchiette (che, se è vero che a volte rischio il collasso io, non so come facciano loro a non schiattare durante la lezione...). Quindi, se arrivi tardi (e per tardi, intendo almeno una mezz'ora prima della lezione): 1° -non si trova posteggio se non quasi a casa propria 2° -negli spogliatoi non c'è nemmeno un armadietto libero.

Comunque, dopo essere arrivata con largo anticipo, aver posteggiato ed essermi impossessata di un armadietto libero, finalmente entro  in acqua. 

E già lì, si vedono cose che farebbero venire voglia di uscire immediatamente.

C'è chi sbaglia strada, e anziché passare dalle docce obbligatorie, si infila in acqua (e non sempre il personale a bordo piscina li blocca, essendo troppo intento a...... socializzare!). Fortunatamente, la maggior parte delle persone arriva e fa la doccia. Bene? No, male! Perché poi va in bagno e dopo entra direttamente in piscina (senza passare dal via!).... Va beh... lasciamo perdere. Per non pensare a chi in bagno non ci va prima o dopo.... ma forse durante l'ammollo! Arg! Voi siete proprio sicuri, che le vesciche di tanti/e arzilli/e vecchietti/e siano a completa tenuta stagna fino alla fine? Meglio sorvolare.... o sottonavigare.....

Comunque bene o male, l'ora X arriva e noi che siamo già in ammollo ci disponiamo a debita distanza l'una dall'altra per non darci schiaffoni o calci, ed iniziamo la lezione.

Nel frattempo, però, arriva alla spicciolata anche un altro sciame di donzelle (quelle che hanno posteggiato a casa del diavolo e non hanno trovato subito un armadietto libero) che entrano in vasca e si piazzano a far ginnastica. Sì. Ma dove? Esattamente 10 cm davanti a me. Che, insomma, dico io, così rischi pure di essere presa a calcioni! Va beh... allora arretro. Passano due minuti e ne arriva un'altra. E dove si piazza questa? Di fianco. Che quasi riesco a sentire il suo battito cardiaco. Che faccio? Mi sposto. E così, tutte le volte. Che ormai mi sono convinta di essere una calamita umana, perché le attiro tutte! Insomma, per tutta la lezione, io sono sempre alla ricerca di un posto adeguatamente lontano dalle altre e viaggio per tutta la piscina. Che uno di questi giorni, l'istruttrice mi chiede se ho pagato il biglietto per fare tutti quei viaggi!

Quando si esce dall'acqua, si prende un maxi telo da bagno riscaldato e poi ci si accomoda a rilassarsi sui lettini. Anche qui, un minimo di accortezza ci vuole: sono teli talmente grandi, che se non te li avvolgi bene attorno, strisci a terra che è un piacere e, anziché asciugarti tu, asciughi tutto il pavimento (e magari le inservienti ringraziano pure).

A quel punto, chi non è andato in bagno prima o durante, ci va adesso, perché uno degli effetti più immediati, e che ti scappa tanta plin plin.... da andarci anche due o tre volte... anche quando sei già a casa.

Pertanto........... se già è poco igienico raccogliere con i teli da bagno tutta l'acqua a bordo piscina, immaginate quanto lo possa essere andare in bagno. Eppure.... la gente non ci pensa. Ok, forse sarò un filino esagerata..... ma a me fa proprio schifo!

Altri bagni ci sono di sotto, negli spogliatoi. Ed io utilizzo sempre quelli, dopo essermi cambiata, così ci vado con le scarpe (sulle quali, per entrare negli spogliatoi, fanno mettere i soprascarpe usa e getta). Ed anche lì, non è che i bagni brillino. A volte in effetti, il pavimento, è anche lucido.... ma perché bagnato! Eppure ci entrano a piedi scalzi e poi si vestono!!! Schif schif schiffffff!

Nello docce delle terme, è vietato usare saponi o shampoo... servono solo prima di entrare in acqua, e non per farsi doccia e capelli prima di andare a casa. Anche perché dicono, che l'acqua termale non vada sciacquata subito, ma deve restare sulla pelle. Bene. Sapete cosa ho visto fare una volta? Una tipa, con assoluta disinvoltura, si è lavata i capelli nel lavandino dei bagni vicino agli spogliatoi e poi, tolto telo e costume, si è sciacquata tutta con una spugna! Ma sarà mai?!!! 

Boh.... questo è.

Comunque.... ora le cure termali le ho finite. E come tutti gli anni, mi riprometto di prendermi un abbonamento per andare nella piscina di una SPA: un paradiso di docce e vasche con tanti tipi di idromassaggi. Chissà se quest'anno mi decido!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IL PORTALE STA MORENDO?

Post n°951 pubblicato il 13 Novembre 2016 da francy_62

Ma ne siamo proprio sicuri sicuri? 

Ormai, visitando vari blog, questo è ciò che tutti, più o meno lamentano.

Secondo me, il portale è sempre lo stesso. Non è cambiato. Io sono qui da 8 anni, e tutto è rimasto invariato. Siamo noi che siamo cambiati. 

All'inizio di ogni avventura, c'è più entusiasmo, voglia di fare, di scoprire, di mettersi in gioco.

Poi subentrano vari fattori: l'abitudine, la stanchezza, gli impegni, la delusione, il tran tran..... ed inevitabilmente ci si mette meno impegno e meno voglia. Ma sì.... lo farò domani. E il domani magari arriva dopo una settimana, un mese o più. O mai.

Capita così in tutte le cose nuove: lavoro, amicizie, innamoramento, matrimoni, hobby, attività di palestra o altre ricreative.

All'inizio siamo al settimo cielo: tutto bello, tutto perfetto e tanto entusiasmo. Poi piano piano, questo va a scemare.

Non per tutti e non sempre in modo drastico.

Ma il portale, il nostro blog, noi stessi..... percorriamo lo stesso iter: siamo tutti destinati a fare la fine della cyclette da camera: nel primo periodo ci siamo sempre in sella, entusiasti. Poi, se va bene, o ci ricordiamo di spolverarla una volta al mese, o ci appoggiamo sopra i panni.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IO NON LA VORREI.....

Post n°950 pubblicato il 09 Novembre 2016 da francy_62

.....la mia casa nuova ad Amatrice, Accumoli, Norcia e zone terremotate. 

Per me (che poco ne capisco e ragiono di pancia) l'idea di ricostruire le case, i centri storici e tutto quanto, esattamente com'era e dov'era, è follia pura (indipendentemente da chi abbia fatto queste proposte/promesse).

Giuro.... per quanto io potessi essere attaccata alla mia terra, non avrei più il coraggio di andare a vivere in quelle zone. Ed in tutte le interviste, una sola mamma ha detto che lei i suoi figli non li avrebbe più portati a vivere là.

L'Appennino si sta muovendo.... e da quando si è formato, si è sempre mosso. Ora lo sconvolgimento è stato notevole, come mai a memoria d'uomo: una parte si è spostata ad est di un tot di centimetri, un'altra ad ovest, c'è stato uno sprofondamento di 70 cm... E chissà cosa potrà succedere ancora. 

Ma davvero hanno il coraggio, dopo tanta distruzione e morte, di tornare a vivere là? 

Ma anche l'idea di rilanciare il turismo in quelle terre, mi sembra utopia. Ci saranno ancora persone che rischieranno di passare una vacanza lì? Io, anni fa andai da quelle parti.... zone stupende, indubbiamente. Ma ora come ora, non ci tornerei più, nemmeno di passaggio.

Ricostruire sì, risarcire sì, rimettere in piedi aziende e allevamenti, di sicuro. Ma in zone un po' più sicure (perché di sicuro, mi sa che tra terremoti, alluvioni e trombe d'aria, non ci sia nulla).

È pur vero, che ogni volta che c'è stato un terremoto, si è ricostruito, vedi quelli più recenti dell'Aquila e dell'Emilia. Ma stavolta mi pare che lo sconquasso che ha subito l'Appennino sia molto più grave e preoccupante.

Io pure, mica che stia in una zona sicura. Eh, no.....

Sotto abbiamo sabbia, e non roccia. E questo ha sempre portato la credenza popolare che la sabbia ci avrebbe in parte tutelato, assorbendo le scosse telluriche.

Ebbene no. Perché in caso di forti terremoti, la sabbia subisce una strana trasformazione e si parla di liquefazione del terreno. Praticamente la sabbia sotto gli edifici, diventa liquida e non è più in grado di sostenere i caseggiati, che risulterebbero come costruiti sulle sabbie mobili e si inclinerebbero o affosserebbero. 

Quindi il mio stagno, costruito con le regole antisismiche, non si sbriciolerebbe, ma tutto bello intero potrebbe sprofondare o piegarsi da una parte.

Quando ci fu il terremoto dell'Emilia, fecero vedere immagini di case invase dal fango.... ma all'epoca non diedero spiegazioni o io non le ascoltai. Pensai fosse dovuto alla rottura dell'acquedotto....... Invece no: era la sabbia liquefatta.

Quindi?

Quindi, se l'avessi saputo a suo tempo, col ciufolo che avrei costruito qui.

Inutile..... il terremoto mi terrorizza.

E vedere le immagini di quei paesi, ripresi dai droni, ridotti a cumuli di macerie grigie ..... mi ha veramente ingrigito il cuore.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

OTTOBRE 2016

Post n°949 pubblicato il 16 Ottobre 2016 da francy_62

Quest'anno il mese di ottobre ha 5 sabati, 5 domeniche e 5 lunedì.

La cosa è abbastanza rara e pare si ripeta una volta ogni 823 anni.

Secondo una profezia del famosizzzzzzzimo cinese Feng Shui, dovrebbe portare tanta fortuna e soprattutto un "sacco di denaro".

Le fonti sono altamente attendibili (FB), quindi mi raccomando di crederci e di divulgare la notizia a 38463579274790 contatti (uno più, uno meno) per restare ricchi o poveri esattamente come adesso! *___^

Comunque, che siano 5 le domeniche e altrettanti i lunedì, mi conferma ancora di più, che per me i mesi di ottobre e novembre sono interminabbbbbili! Uffa!

Buona terza domenica del mese (e ricordate, che ne avrete altre due).

*

*

*

*

PS:

che poi....

colta da dubbio amletico...

considerando che questo è un anno bisestile,

che sto lavorando 

riguardando ciò che avevo fatto in prima cinque anni fa,

che le date mi coincidono

....

sono andata a controllare il calendario del 2011

e.......

bada ben, bada ben, bada ben

*

*

*

*

*

*

*

*

*


nel 2011 

ottobre aveva esattamente 

5 sabati

5 domeniche 

5 lunedi!

*

*

*


Ergo:

fidatevi sempre di FB!

*___*

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

OLIO DI GIRASOLE ALTO OLEICO

Post n°948 pubblicato il 12 Ottobre 2016 da francy_62

E cos'è? Beh, fino a poco tempo fa (pochisssssssimo), non solo non sapevo cosa fosse, ma nemmeno ne conoscevo l'esistenza.

Poi prima in un programma di cucina, poi in uno sulle produzioni alimentari, poi leggendo bene bene gli ingredienti nelle confezioni..... l'ho notato.

Ho così scoperto che si tratta di un particolare olio ottenuto da una nuova varietà di girasole ricca di acido oleico (quello presente nell'olio di oliva), che dovrebbe avere delle ottime caratteristiche e che è utilizzato dai migliori chef e ditte per la produzione di maionese o per le fritture. Già....

Pare infatti che, come l'olio extravergine di oliva, l’olio alto oleico durante la cottura ha più stabilità grazie alla particolare composizione chimica. È molto resistente e stabile alle alte temperature e raggiunge un punto di fumo (la soglia termica a cui l’olio comincia a degradarsi) a 225°.

Inoltre, quest’olio presenta un elevato contenuto di acidi grassi monoinsaturi (con oltre l’80% di acido oleico). Questo componente esercita un’azione positiva riducendo i livelli di colesterolo “cattivo”: svolge quindi un ruolo importante nel controllo di fattori di rischio cardiovascolare come l’iperlipidemia (abbassando i livelli di colesterolo LDL e alzando i livelli di colesterolo HDL), l’alta pressione sanguigna, l’obesità, lo stress ossidativo, ecc.

Questa la tabella del punto di fumo di vari oli e grassi:

oliva extravergine: 160°/210° (a seconda della qualità dell'odio)
olio di arachidi: 180°

olio di mais: 160°

olio di girasole: 130°

burro: 170°
lardo: 180°
olio di semi di soia: 130°

Quindi?

Quindi l'ho comprato. Ovvio, no?

Lo proverò a crudo, sicuramente per fare la maionese e quelle rare/rarissime volte che friggerò. Ma anche per la cottura in forno, che supera sempre i 200°. Poi ci risentiamo.

Ah.... ne ho trovato solo una marca in commercio:

 

Voi? Ne sapevate qualcosa?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L'ATTESA

Post n°947 pubblicato il 09 Ottobre 2016 da francy_62

L'attesa non è mai come quello che si attende: o troppo bella (nella speranza della realizzazione un sogno) o troppo brutta (nel timore del verificarsi di un incubo).

Non so se sia così per tutti, per me, almeno lo è.

Mi è capitato più volte di attendere che succedesse con ansia qualcosa di bello, per poi rendermi conto che, giunto l'evento, non era poi così come me lo aspettavo, restando delusa.

Di contro, ho anche atteso con ansia altri eventi, temendo le peggiori cose, per poi constatare che non erano così gravi come avevo temuto.

In fondo, si dice pure che il diavolo non è mai così brutto come lo si dipinge.

Ed io azzarderei dire che nemmeno l'angelo (o il principe) non è mai così azzurro come si crede.

La cosa che invece più stressa, destabilizza e mette in ansia è l'attesa. 

È peggio dover aspettare il proprio turno prima di un esame o di entrare dal dentista, che sedersi sulla poltrona a sostenere l'esame stesso o le cure del medico.

Io in questo periodo sto aspettando l'evolversi dei fatti e vi assicuro, che questa attesa, mi sta logorando.

Sto aspettando di capire che strada dovrà prendere la mia vita in relazione alle scelte del rospo consorte.

Spero solo che il diavolo non sia proprio così brutto come me lo sto dipingendo! 

Nel caso, chissà che non arrivi un angioletto sulla soglia della pensione, sbiadito, precario, in assegnazione provvisoria, a darmi una mano.... o un'ala....

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

OLIO DI PALMA.... PARLIAMONE

Post n°946 pubblicato il 06 Ottobre 2016 da francy_62

Da sempre si sa, che uno degli oli più ricchi di grassi saturi e quindi dannosi per la salute e da evitare, è l'olio di palma.

Il fatto che sia di origine vegetale, non vuol dire necessariamente che faccia anche bene.

Di sicuro costa poco, non ha sapore sgradevole, si conserva senza diventare rancido e rende bene nella produzione dei dolci. Viene infatti utilizzato piu frequentemente nelle industrie che producono biscotti, merendine...

Per questo mi sono assai stupita, quando qualche mese fa, in tv fu pubblicizzato decantandone le proprietà.

Ora quegli spot sono stati aboliti e le ditte più serie fanno notare che i loro prodotti sono "senza" olio di palma! 

E meno male!!!

Olio di palma

se lo conosci

lo eviti! 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

....

Post n°945 pubblicato il 05 Ottobre 2016 da francy_62

....ed anche il 4 ottobre è passato, con buona pace di San Francesco (mio onomastico) e San Petronio (patrono di Bologna). Il che ha significato avere il rospetto a casa da venerdì pomeriggio, quando lo sono andato a prendere perché c'era sciopero dei treni, a questa mattina in cui lo accompagno perché deve portare su abbigliamento invernale e piumone.... Anche perché ha lezione solo di pomeriggio.

Peccato che io da ieri sia ammalata ed abbia potuto fare nulla di quello che avevo da fare. Dall'inizio della scuola è già la terza volta..... E sono stanca... e stufa... e demoralizzata... e avvilita... e incazzata.... e chi più ne ha, più ne metta. Niente di grave o tragico, lo so.... Ma ormai dopo 50 e passa anni di questa solfa, giuro, non ne posso più ed ogni volta che mi torna la febbre, è come se non mi fosse mai passata dall'ultima volta e si sommano all'ennesima potenza disagio e insofferenza. Quest'anno, poi, con i bambini di prima che ti starnutiscono e tossiscono in faccia, la vedo dura. Molto dura..... Io che, per i problemi che ho, avrei dovuto lavorare in ambiente asettico, magari solo con dei pc.... Invece!

E così, oltre a dover fare quello che a cui non posso rinunciare, mi tocca rinunciare alle cose piacevoli di questo periodo, come la piscina termale o il corso di balli latino americani che è già ripreso e che io comincio a saltare, restando indietro nelle lezioni.

Va beh, ora che la tachipirina inizia a fare effetto, mi metto in movimento.

La lagna per oggi è finita, buona giornata e andate in pace. Io invece andrei nel cas.............

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

1░ OTTOBRE

Post n°944 pubblicato il 02 Ottobre 2016 da francy_62

(....va beh.... oggi non è già più il 1° ottobre.... ma sono arrivata lungaaaaaaaaaa nel postare....)

 

1° OTTOBRE?!!

Ma.... dico? Siamo matti? Siamo già al 1° ottobre? Anzi, ormai al 2 visto che ormai è sera inoltrata. L'ho realizzato oggi pomeriggio, sfogliando il giornale della Conad dove si parlava già di Halloween! Ed io che ... che... devo ancora vedere e godermi l'estate!

Che anno balordo, questo! Sarà perché bisestile, sarà per tutti i cambiamenti che ci sono stati (dalla maturità del pargolo, al passare quasi due mesi a cercare un appartamento a Bologna con quello che ne consegue, alla sua sistemazione, alla scuola guida dell'erede......) ma mi ritrovo alle soglie dell'autunno completamente impreparata ad affrontare questi cupi mesi che verranno.

Io che ero sempre l'ultima ad abbandonare la spiaggia, quest'anno sono stata la prima, perché anche se le giornate lo consentivano, io ero in altre faccende affaccendata, mannaggia!

Di questi tempi, avevo già iniziato da tempo a fare la piscina termale. Quest'anno sono appena riuscita ad andare a fare la visita iniziale e a pagare il ticket (che, tra l'altro, è aumentato da 50 a 55 euro. Il mio stipendio però, mica è aumentato del 10% ). Se va avanti di questo passo, va a finire che non riesco nemmeno a fare le 12 cure da qui ai primi di novembre quando chiude lo stabilimento termale. Perché ne salta fuori sempre una... tipo ieri: andare a prendere i baldi giovani a Bologna a causa dello sciopero dei treni per 24 ore e non potevano fare tardi perché mio figlio aveva fissato una guida alle 16:30 (perché nel frattempo ha dato l'esame di teoria e gli tocca fare le guide solo al venerdì pomeriggio quando torna a casa).

Intanto è anche iniziata la scuola.... ma quella è la meno! Di solito, mi metteva un po' in ansia l'anno scolastico nuovo. Ma devo dire che quest'anno non ho avuto tempo nemmeno per stare in apprensione per la scuola! Ahahahah... Anzi, almeno so che se ho lezione, per qualche ora accantono tutte le altre cose che devo fare. Per ora vivo di rendita e vado con un filo di gas: per quanto sia impegnativo e stancante gestire dei bambini di prima elementare, almeno a casa non ho valanghe di quaderni con verifiche/temi/riassunti/analisi logica e grammaticale da correggere! Evviva! Tuttavia, in classe, c'è un tipino ingestibile! Viziato da vergogna che non ascolta e non dà retta nemmeno per sogno! È una mina vagante. Ma isolato.... per cui troverò la strategia per "domarlo"! Ahahahahah.....

Dicevo... Siamo già ad ottobre... Voi l'avete visto il mese di settembre? Io, proprio no, non me ne sono resa conto di essere già stata catapultata nell'autunno... Va beh... Passssiensa!

Ve la ricordate la pubblicità dell'amarena Fabbri? "Capitano? Lo posso torturare?" "Ma porta passssiensa!" Ahahahahah...

Buona domenica, bella gente!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ALLA FACCIA DELLE FERIE!!!

Post n°943 pubblicato il 25 Settembre 2016 da francy_62

Intanto, non venerdì ma sabato. Va beh, giorno più giorno meno.....

Così ieri pomeriggio, dopo la mattinata a scuola, abbiamo caricato la macchina (ma caricata proprio, eh! Mannaggia quante cose c'erano ancora da portare, tra trolley con i vestiti, coperte e lenzuola, biancheria da tavola e bagno, prodotti d'igiene personale, pc e connessi, forno microonde, asciugacapelli, medicine varie, stufetta per i primi freddi, scorte di viveri a lunga consersazione e da congelare, una seduta da scrivania della Stokke, quaderni e articoli da cancelleria....) e siamo partiti.

Ho anche chiesto al rospo consorte se veniva, ma la risposta è stata un 'NO' secco.... Difatti è uscito per i fatti suoi prima ancora che avessimo finito di caricare la macchina e dopo poco un sms mi avvisava che non rientrava per cena. Ma possibile che un padre non abbia voglia di vedere dove andrà a vivere suo figlio? Come si è sistemato? No, eh? Eppure l'altro è venuto, almeno una volta, e ci ha aiutato a montare qualcosa.... Mah. Si vede che solo a me è toccata sta condanna...

Dopodiché, arrivati, si doveva scaricare tutto.... Che non è come caricare in garage sotto casa, ma fare il tragitto dal posteggio a pagamento fin sotto casa e fare due piani a piedi. Eh, va beh, che sarà mai? Nulla, ma dopo una settimana di lavoro matto e disperato, ne avrei anche fatto volentieri a meno....

E sistemare tutto: montare la tenda della doccia, sostituire le lampadine dei lampadari che erano dei lumini, sballare il microonde e smaltire lo scatolone, sistemare le provviste.... Non ero sola, ma anche con i due ragazzi ai miei ordini (vieni qui, porta la scala, metti via, prendi, portami, vai.....).... sono uscita da casa che erano quasi le 22..... E a quell'ora, compiere 500 m per andare alla macchina portandomi dietro un borsone pieno di cianfrusaglie e la mia scala, non è stato per niente piacevole: sono stata affiancata due volte da barboni/drogati/ubriachi che mi volevano aiutare. Giuro, che un po' di paura l'ho proprio avuta.

Sono arrivata a casa dopo le 23 (senza aver avuto modo di cenare, ovviamente) e dopo poco è arrivato fresco come una rosa, il rospo consorte.... 

Ma il bello doveva ancora venire, perché dopo un po' che mi ero seduta in poltrona, ho iniziato ad aver freddo, con dei brividi fortissimi... Avete presente quanto avete il febbrone, tremate dal freddo e non riuscite nemmeno a muovervi per vestirvi o andare a letto? Ecco... Così. Quando ci sono riuscita, mi sono trascinata in bagno, ho misurato la febbre che era quasi 39 e sono andata a letto. Ma ho fatto una notte d'inferno, tra freddo e brividi o caldo impossibile. E oggi sono uno straccio, ma fortunatamente con la febbre più bassa. Che fortuna eh? E pensare che oggi sarei voluta andare in spiaggia, a godermi un po' di bel sole e a rilassarmi e stasera dovevo andare a mangiare una pizza con le mie amiche. Ma evidentemente, non me lo merito. E sono avvilita e stanca, fisicamente e moralmente.

Inoltre, in questi ultimi 15 gg ho ridotto la casa un porcaio e non riesco nemmeno a sistemarla. 

Ferie? Avevo detto ferie?! Già, ma  avevo fatto i conti senza l'oste. Avrei dovuto scrivere "permesso per malattia"....

Buona domenica, eh....

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

╚ TEMPO DI ... FERIE!!!

Post n°942 pubblicato il 21 Settembre 2016 da francy_62

Ebbene sì: per me stanno arrivando le ferie!

Ma come?! Direte: l'anno scolastico è appena iniziato e ti sei fatta due mesi di vacanza!

Eh, sì.... in teoria sì.

In pratica invece, l'estate è stata molto strana e non l'ho vista quasi per nulla.

Considerate che giugno e metà luglio li ho passati a fare avanti e indietro a Bologna per trovare un appartamento.... E che da più di venti giorni, continuo a fare avanti e indietro da Bologna per fare la Cenerentola, oltre che girare tra Ikea, iper e mercatoni vari per trovare tutto l'occorrente per rendere vivibile quel benedetto appartamento.

E non avete idea delle cose che servano, anche le più banali. Sembra sempre di aver pensato a tutto, ed invece no! Manca sempre qualcosa.... vuoi che sia la biancheria da cucina, piuttosto che delle mensole o dei ripiani nell'armadio, ma anche un lampadario che non caschi in testa come quelli che c'erano... O delle lampadine che non siano dei lumini... Oppure i tappeti del bagno per la doccia, nonché la tenda doccia fuori misura che non ha nessuno.... Oppure le sedie da studio o i bidoni per la raccolta differenziata.... Ma anche scopino e porta rotolo è un mini mobiletto in bagno.... E lo zerbino?.... Oppure le etichette sul campanello e nella cassetta della posta.... La voltura delle bollette di gas acqua luce.... I materassi.... Le tende da fare su misura perché le finestre sono fuori misura standard.... E tutte le stoviglie.... Un minimo di provviste, giusto per iniziare.... 

E mille altre cose cose, considerando che ci sono solo i mobili

Sono giornate da 25 ore piene, in cui a volte non trovo nemmeno il tempo di mangiare, perché devo incastrare il tutto, con la scuola e le riunioni iniziali.

Esempio di giornata tipo:

ore 6:00 sveglia 

ore 7:00 partenza per Bologna a pulire 

ore 13:15 partenza per ritorno

ore 14:36 a casa il tempo di fare una doccia al volo

ore 15:00 riunione a scuola

ore 16:30 accompagnato rospetto a lezione di guida

ore 18:00 da Leroy Merlin a prendere mensole, tasselli, sedile wc.....

ore 20:30 all'Iper a fare rifornimento di detergenti e varie...

ore 21:30 a casa a tagliare e cucire le tende delle camere

ore 01:30 preparazione delle attività da proporre la mattina dopo in classe

ore 2:45 a letto

ore 6:30 sveglia

Giuro, io ve lo dico e segnatevelo: da venerdì sarò in ferie!

Perché venerdì i baldi giovani si trasferiranno a Bologna ed io avrò finalmente modo di stramazzare sul divano e di respirare!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

BISOGNO DI COCCOLE

Post n°941 pubblicato il 28 Agosto 2016 da francy_62

Sto iniziando a sperimentare la solitudine.

Prima, quando consorte e figlio erano fuori casa, mi aggiravo tra le stanze con un senso di libertà.

Ora, pensando che presto uno sarà a Bologna la maggior parte del tempo e l'altro se ne andrà (se Dio vuole!), questa casa la vedo immensa, deserta ed abitata da fantasmi, quelli che dovevamo essere noi tre nei miei progetti. Ma avevo fatto i conti senza gli osti.

E mi rimbombano nelle orecchie le parole/minaccia di quella Cassandra di mia mamma che, durante la recente sfuriata, col dito puntato, mi urlò: "Tu resterai sola!!!"

Bene... Si avvererà molto presto. 

Senza pensare che tra qualche anno, mio figlio andrà per la sua strada definitivamente e lascerà del tutto questo nido. 

Per cui si ha nel cuore un tremendo bisogno di coccole....

Per questo stanotte, prima di coricarmi, mi sono messa qualche goccia di profumo. Non il mio solito, ma quello che mi portò in regalo mio figlio da una gita a Napoli con la scuola.

Anche un profumo può essere una coccola.

Ho voglia di addormentarmi con qualcosa di buono, che mi dia calore.....

Notte nottina. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PRESENTAZIONE E PROPOSTE

Post n°940 pubblicato il 18 Agosto 2016 da francy_62

Peccato che ho cancellato i messaggi, ma il senso era questo:

"Buona giornata.

Sono di Vattelappesca e mi chiamo Pinco Panco.

Che ne dici di incontrarci?

Spero che tu voglia rispondermi

ma prima leggi il mio profilo."

*

*

Leggo il profilo, 

che dice ciò che avevo già capito.

Alla mia risposta, che non nego (quasi) a nessuno

si fa vivo ancora:

"Ma a te non piace fare sesso?"

*

*

Rispondo un po' spazientita dicendo che farlo piace a tutti

ma di proseguire per la sua strada.

*

*

Conclude lo scambio di messaggi

facendomi notare che per fare del buon sesso

l'uomo deve essere bravo

(come lui, immagino)

*

*

Ora io mi domando e dico:

ma chi è che va in giro dando appuntamenti a donne che non sanno nemmeno se siano più larghe che alte, più pelose di un grizzly o più somiglianti a Nonna Abelarda piuttosto che alla Strega Bacheca?

Ma come fanno ad avvicinare le donne, dicendo loro ciò che sanno fare come fantastici amanti?

Ma ci sono davvero uomini che fanno beneficenza e che si offrono aggggratis per dar via del buon sesso?

Ma credono davvero che tutte siano lì ad aspettare loro, pronte ad andare a letto col primo che passa?

Oddio, ci saranno sicuramente anche donne così, e nel mucchio, vuoi che tenta e ritenta, non ne trovino qualcuna?

In fondo questi, mica sono scemi: stanno andando a puttane ma non vogliono spendere! Ahahahhahahahahahah..

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LE STAGIONI DELLA SPIAGGIA...

Post n°939 pubblicato il 15 Agosto 2016 da francy_62

Per me il mare ha sempre rappresentato una sicurezza, un punto fermo e significava essenzialmente vacanza e relax. La mia vita estiva gli ruotava attorno, con cicli di vari anni in cui ogni estate era fortunatamente sempre uguale a quella precedente. Rappresentava per me una certezza.

Un tempo. Ora non più....

Ci sono stati vari gli anni in cui, bambina, andavo al mare con i miei genitori ed il rito era sempre quello: ombrellone da piantare nella spiaggia libera, castelli di sabbia, pista con le biglie, partite a bocce, bagno..... Quando ero solo con mia mamma, ci si andava in bicicletta; quando ad agosto ci raggiungeva mio babbo, si poteva andare in macchina e quindi ci potevamo permettere un lusso in più: il materassino da gonfiare con la pompa. Non si finiva più, ma che soddisfazione, poi!!! Bellissimo periodo.

Poi, da ragazzina o poco più, in spiaggia ci andavo con le mie amiche, per cui basta spiaggia libera: affittavamo un ombrellone con due lettini e dividevamo la spesa. Era il periodo degli "spiedini" perché andavamo in spiaggia subito dopo pranzo (ed intendo che alle 13:00 eravamo già stese) e ci stavamo fino alle 19/20 sui lettini, a girare e rigirare per ottenere un'abbronzatura invidiabile. Eravamo quasi sempre le ultime a venir via, mentre i bagnini passavamo a riordinare lettini e ombrelloni e a rastrellare la sabbia. Erano gli anni del bagno verso le 17:00 seguito dal gelato.... a cui spesso seguiva un altro bagno dopo le 19 quando l'acqua era davvero calda e meravigliosa e soprattutto c'era pochissima gente.

Poi è arrivata l'epoca del principe rospo: la vita di spiaggia è continuata identica, ma più felice.

Dopo il matrimonio, quasi tutto uguale, fino all'arrivo del girino: da lì in poi le cose sono cambiate, e per un tot di anni, spiaggia per me è significato un duro lavoro. Lo portavo al mare tutti i santissimi giorni al mattino presto e quando arrivavo, io ero già bella che cotta e pronta per andarmi a letto. Invece arrivava il bello: giochi di sabbia, castelli, piste di biglie, passeggiate, giochi come scivoli, altalene, reti, tunnel...., bagno con salvagente o braccioli..... Tornavo a casa prima delle 11 circa e da lì ripartiva la mia giornata... Arrivavo a fine estate, esausta! Quello che ci voleva per iniziare un anno scolastico!

Quando il girino è cresciuto, mi sono di nuovo riappropriata un po' della spiaggia, sfruttando anche il lettino. Ma stavolta rigorosamente stando all'ombra. Era finita l'epoca degli "spiedini"... Era iniziata quella dell'abbronzatura soft e delle nuotate.

Ma da qualche anno, qui, non c'è un'estate uguale all'altra:

- o piove 28 giorni in un mese;

- o il clima è terribilmente afoso;

- o ai primi di agosto c'è aria di fine settembre;

- o arriva l'annata della mucillagine;

- oppure quella delle meduse....

- ma anche quella delle cose che van tutte storte..

Insomma: mentre un tempo c'erano cicli di vari anni prima di passare al ciclo successivo in cui le cose procedevano come da copione, ora, ogni estate è un terno al lotto. 

E siccome beccare un terno non è che sia così facile, ogni estate rischia di deludere le mie aspettative.

Ma c'è un rimedio: non aspettarsi nulla. (Oddio! Alfrè! Tu non c'entri.... nulla! Ahahah)

 

Intanto il mio Ferragosto è passato.... come un giorno qualsiasi....

E tra poco è Natale... Aspe' che vado a tirare fuori gli addobbi! *___*

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LA STRADA

Post n°938 pubblicato il 10 Agosto 2016 da francy_62

Ognuno di noi, da quando nasce ed inizia a camminare, percorre una strada.

Dapprima è condotto per mano, poi un po' alla volta, viene lasciato solo e decide dove andare: se procedere dritto, girare ad un incrocio o talvolta tornare indietro.

La strada non è sempre in pianura, anzi. Spesso è in salita, ogni tanto fortunatamente troviamo anche una discesa.

E non è mai nemmeno sempre dritta e libera allo sguardo, tanto da poter vedere chiaramente verso dove stiamo andando. Ci sono curve e strettoie, tratti lisci ed asfaltati, altri sterrati, polverosi e pieni di buche.

Qualche volta ci pare di procedere su strade minate e rischiamo di saltare per aria ad ogni passo.

Altre volte, percorriamo sentieri ombreggiati e rilassanti ove prender fiato.

Più o meno tutti, durante la vita, troviamo sul nostro cammino un po' di tutto. E si va avanti.

Brutto è quando si imbocca una strada convinti di andare in un posto, e ci accorgiamo che stiamo andando dalla parte opposta alla nostra meta. 

Ma si può quasi sempre tornare indietro, anche se farlo vuol dire rendersi conto di aver viaggiato a vuoto, spendendo molte energie (pazienza) ma soprattutto  tempo (e quello, non torna proprio più).

In questo periodo, mi sento di star percorrendo una strada in discesa su di una bicicletta senza freni e col manubrio bloccato, alla fine della quale c'è un bivio e vedendolo arrivare, mi si prospettano due soluzioni: andare a destra e ritrovarmi nella stessa padella in cui sto friggendo da anni o andare a sinistra e finire sui carboni ardenti.

O forse c'è anche una terza possibilità: andar dritto e schiantarmi contro il palo centrale. 

In ogni modo, la direzione stavolta non dipende da me e sicuramente ne verrò fuori con le ossa rotta e/o parecchie ustioni. 

*

*

*

Chi sa, capirà.

Chi non sa, forse potrà capire.

Chi crede di sapere, non capirà un cassus et commenterà ad minchiam.

(e notate la dotta citazione in latino latinorum!)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

NOVIT└ ALL'ORIZZONTE...

Post n°937 pubblicato il 03 Agosto 2016 da francy_62

CHE DIRVI?

IERI NE HO AVUTO IL SOSPETTO

OGGI NE HO AVUTO LA CERTEZZA

PERCHÉ HO FICCATO IL NASO

DOVE NON AVREI DOVUTO.

 

IL ROSPO CONSORTE

HA ACQUISTATO POCHI GIORNI FA

UN APPARTAMENTO

ED HA GIÀ FATTO TUTTI I PREVENTIVI

PER RISTRUTTURARLO.

 

A BREVE

 LASCERÀ QUESTO STAGNO.

ALMENO SPERO

CHE 

NON LO USI SOLO COME GARCONIER.

 

COSÌ NEL GIRO DI POCO

LUI FUORI DALLE SCATOLE

E MIO FIGLIO A BOLOGNA A STUDIARE.

 

COME MI SENTO?

 

FELICE DI IMMAGINARE UNA VITA SENZA LUI.

 

INCAZZATA PERCHÉ HA FATTO

E SI STA FACENDO I SUOI PORCI COMODI.

 

PREOCCUPATA PERCHÉ MENTRE LUI HA SOLDI DA INVESTIRE,

IO NON SARÒ IN GRADO

DA SOLA

DI MANTENERE QUESTA CASA.

NÈ AVRÒ LA FORZA FISICA

PER GESTIRE LE EMERGENZE...

 

*

*

*

 

GENTE MIA

QUEST'ANNO 

TRA TUTTO

SONO ANCHE UN POCHINO STANCA.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

BICI CONTROMANO

Post n°936 pubblicato il 27 Luglio 2016 da francy_62

Le bici contromano!

Ah, quante se ne incontrano in questo periodo!

Andrebbero soppressi tutti i ciclisti!

Uhmmmm.... Ma anche no. O sì. Dipende dai casi. Ecco.

Io sopprimerei quelli che vanno in gruppo, occupando tutta la carreggiata, come un branco di pecore. Ecco, quelli sì. Se vuoi girare in gruppo, ti iscrivi al giro d'Italia o di Francia, e quando passi tutti sono lì solo per te. Ma per le strade cittadine no.

Ma io, cari ciclisti della domenica, vi sopprimerei anche quando siete solo in due appaiati, perché volete chiacchierare e stare vicini vicini. Le chiacchiere le fai prima o dopo. E pedali in fila indiana... fila talmente corta, per di più, che se urlate, vi sentite ugualmente.

E sopprimerei anche quei ciclisti in solitaria, che si piazzano in mezzo alla strada seppure a fianco ci sia una bella e sicura pista ciclabile.

E di quelli col risciò che invece, pedalano nella ciclabile? L'altro giorno ne ho incrociato uno ed ho fatto fatica a passarci io. Qunado eravamo vicini, gli ho detto che la pista ciclabile non è per i risciò e mi sono sentita rispondere: "Ah, no?" Ma, secondo la tua testa, se ne incroci un altro, chi dei due mette le ali per passare sopra all'altro? Chi beve Red Bull?

Ma torniamo a bomba, che mi sto perdendo.... Parliamo dei ciclisti contromano....

Ma che danno fanno, povere creature?!

In fondo, percorrendo una strada nel giusto senso di marcia o contromano, cosa cambia per la macchina che sopraggiunge? Nulla. Assolutamente nulla! L'ingombro di una bici è sempre lo stesso, sia che vada in su, in giù o che stia ferma. L'automobilista deve comunque effettuare un sorpasso per non travolgerlo. Che cambia?

Anzi!!! Il ciclista, viaggiando su una strada contromano, ha la visuale di chi gli sta venendo incontro e quindi è più sicuro. Difatti a piedi, su strade senza marciapiede, si consiglia di camminare dal lato opposto al senso di marcia, proprio per vedere chi sopraggiunge ed eventualmente, scansarsi.

Eh? Ditemi: non ho ragggggione?

Tutto chiaro, vero? Beh..... io mi sono capita!

Ed alla luce di questa esaustiva spiegazione, mi adopererò affinché il codice della strada venga cambiato e sia reso obbligatorio per le biciclette, viaggiare contromano!

Tutti d'accordo, vero? *___^

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

QUANDO INIZIA LA MIA ESTATE?

Post n°935 pubblicato il 23 Luglio 2016 da francy_62

Boh.... Probabilmente quest'anno inizierà ad ottobre.

Di solito non vedevo l'ora arrivasse l'estate per rilassarmi, godermi il mare, nuotare per ore, passeggiare in acqua, andare in bici...

Ma quest'anno va tutto a rovescio. Ormai giugno e luglio sono passati e non ho fatto un ciufolo di niente. Se non ingrassare, al contrario di ciò che mi accade solitamente d'estate. Pazienza, diventerò una palla..... almeno non vivo in collina e non rischio di ruzzolare a valle...

Colpa degli eventi, del mio stato d'animo, delle meduse! Già, le meduse! Quelle malefiche e insulse bestiacce! Ma non potevano starsene nei loro bei caldi mari del sud?! 

Invece no. E poco mi consola sapere che vivono nelle acque pulite. Sinceramente, avrei preferito un mare un tanticchio più inquinato, ma libero dalle meduse. Per anni non sono apparse... Poi capitava una mareggiata o un periodo di acque particolarmente calde, e spuntavano. Per poi sparire ancora nei meandri profondi di chissà quali mari. Ecco, io non mi sono mai spiegata come facessero ad apparire e poi sparire.

Comunque ora non me lo chiedo più.... perché quelle malefiche, appaiono e restano! 

Lo scorso anno sono arrivate ai primi di agosto, al largo. Ma io avevo già fatto lunghissime nuotate. Quest'anno si sono impossessate del mare prima ancora che vi mettessi piede io (tardi a dire il vero) perchè già a giugno avevano copito parecchie persone.

Da allora, continui avvistamenti, sia da parte mia che di chiunque vada dove l'acqua è alta. Sì, alta. Alta almeno 90 cm. 

Io ci ho tentato a fare qualche bracciata, ma ho subito avuto degli incontri troppo ravvicinati per i miei gusti: pancia, coscia, avambraccio e spalla.

Eh, no. Io non ci sto. Non riesco ad entrare in acqua con questa paura. E stare a riva a guardare il mare mi piace. Ma in inverno. Non ora.

La gente ci entra a fare il bagno, ovvero a bagnarsi. Ci sono molti bimbi, ma dove l'acqua è bassa, non ne ho viste. Solo i temerari che si spingono un po' oltre o arrivano alla boa, tornano ammaccati. Poi qualcuno avrà anche la pelle più coriacea della mia, avrà una soglia del dolore più alta.... ma io, proprio non ce la faccio.

Qualcuno mi dirà che questi non sono problemi. Che la maggior parte della gente non vive al mare, di godermi la spiaggia, il sole, le passeggiate a riva..... Ok, ok.... Vero. Ma è come se ad ognuno di voi capitasse di girare per strada col rischio di beccarsi sempre una pigna in testa (cosa che qui può benissimo capitare, tra l'altro) e vi dicessi di stare sul balcone senza andare in giro. Ma vi pare? Ho il mare che mi chiama, e non ci posso entrare?

Naaaaaaaaaaaaa.....

Così mi sono messa a cercare nei negozi specializzati, una muta, sperando di trovarne una sottilizzzzzzzima. Uhmmmmm..... Non esiste. Dovrei brevettarla. Farei soldi a palate.

Comunque, fallita la ricerca di persona, mi sono messa a cercarla in internet.

E................... da dan!!!! TROVATA!

Ebbene sì.... Quel meraviglioso popolo d'Australia, che vive il mio stesso problema all'ennesima potenza, ha ideato e brevettato una tuta contro le meduse: si tratta di una tuta leggerissima, semitrasparente, in retina che protegge la pelle dai tentacoli e dalle parti urticanti delle meduse (qui ora sono presenti molte di quelle che hanno solo il bordo blu malefico... non sono delle peggiori, ma insomma....).

 

Per cui, armata di fiducia l'ho ordinata. Ed è anche arrivata.

Ora.... ehmmmmm.... devo ammettere che, se prima dovevo superare la paura delle meduse per entrare in acqua, ora devo superare il "lieve" imbarazzo nell'indossarla e nel percorrere "solo" quei 50-60 m prima di arrivare in acqua ed altri circa 100 m per arrivare dove l'acqua è abbastanza alta per nascondermi alla vista di tutti i bagnanti. Il che, devo ammettere, non mi mette proprio a mio agio.

Fatto sta che ieri l'ho inaugurata. Con un certo timore, devo dire. Perché mi sentivo come quelli che entrano in una gabbia metallica per vedere da vicino gli squali, scoprendo poi che le sbarre sono troppo fragili da resistere agli attacchi. Insomma, temendo che non fosse efficace, mi sono diretta un po' titubante alla mia adorata boa.

Ero un pezzo in là e ancora non avevo fatto brutti incontri, quando.... eccola.... ho sentito distintamente che una massa grande più o meno quanto un pallone mi toccava la pancia e subito dopo la gamba. Beh..... non è stato piacevole per nulla..... Ma non ho sentito alcunché! Come invece mi era capitato precedentemente.

Dico la verità..... un po' di panico, stando al largo mi è venuto ugualmente. Anche perché.... andando avanti, quante ne avrei incontrate? Mica è una sensazione molto piacevole.... ve lo garantisco. Così sono tornata indietro. In fondo era la mia prima vera nuotata della stagione e come battesimo del fuoco, poteva bastare.

Ora.... Ovunque voi siate.... se nei prossimi giorni sentirete in lontananza-anza-anza l'eco delle risatine, potrebbero essere i turisti che se la spassano alle mie spalle.... Ma chi se ne frega! L'importante è darsi un contegno. Fare quei metri (interminabili) di passerella, la spiaggia e l'entrata in acqua con nonchalance.....

Ah! A proposito! Ho sempre detto che sarei stata volentieri in spiaggia col burka. Alla fine ci sono quasi riuscita! Ahahahhahahahahahah......

....che poi....

non è che il contenuto diventi come da immagine....

:-(

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »

DA PARTE DI UN ROSPO SPECIALE...

"Ho fatto una prova improvvisando un pezzetto di un minuto e mezzo, sinceramente non so se è roba mia o una riminiscenza di qualche pezzo che facevo ai tempi che furono. 
Il risultato mi sembra soddisfacente tanto che vorrei dedicarlo a Francy, un po' perchè è tra le poche che mi apprezza come mariachi de noialtri, un po' perchè è probabilmente la persona a cui sono più legato qui dentro, nonostante affettuosamente la tratto sempre male."

 

FRANCY CRA CRA

Un regalo prezioso di un amico prezioso (post 296 del 7 gennaio 2011) (pubblicato da francy cra cra su youtube il 27 gennaio 2012: cra cra )

GRAZIE!!!

 

 

BACHATA

SAGGIO SALSA

 

 

ARCHIVIO POST 2008

ARCHIVIO POST 2009

 

ARCHIVIO POST 2010

LE MIE RICETTE

fOCACCIA RIPIENA DI
SCAROLA E PORRI
post n° 696

QUADRUCCIOLI AGLI SPINACI
post n° 645

TAGLIATELLE, CIPOLLA, PANNA
E SPECK
post n° 645

OLIVE VERDI SOTT'OLIO
post n° 628

OLIVE VERDI IN SALAMOIA
post n° 626

STINCO DI MAIALE AL FORNO
post n° 617

INVOLTINI
post n° 607

CROSTINO TOSCANO
post n°  599

YOGURT ALLA CANNELLA
(per regolarizzare la glicemia)
post n°  597

FRIGGIONE
post n°  591

RAGU' BIANCO ALLA UMBRA
post n° 588

TORTA DI ALBUMI
post n°  581

ZUPPA INGLESE
post n° 544

STROZZAPRETI VONGOLE E ASPARAGI
post n° 544

CIABATTE VELOCI
post n° 523

PANINI DI PASTA DURA
post n° 519

CASTAGNOLE ALLA RICOTTA
post n° 516

 

...segue...

CANTUCCI
post n°  493

PASTA E BROCCOLETTI
post n°  475

PEPERONI RIPIENI
post n°  459

SALE AROMATIZZATO
post n°  430

FICHI CARAMELLATI
post n°  427

VERDURE GRATINATE AL FORNO
post n° 423

BARCHETTE DI MELANZANE
post n° 408

FUNGHI E RUCOLA
post n° 390

IL MIO RISOTTINO PRIMAVERA
post n° 369

RISOTTO AGLI ASPARAGI SELVATICI
post n° 354

ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE
post n° 336

GATTEAU DI PATATE
post n° 322

CIME DI RAPA ALLA CRA CRA
post n° 304

 

...segue...

TORTA PAESANA
post n°  288

MARMELLATA DI MELONE BIANCO
post n°  266

SEMIFREDDO DI CACHI
post n°  263

MARMELLATA DI CASTAGNE
post n° 263

FICHI CARAMELLATI
post n° 217

VERDURE PASTELLATE 
post n° 237

PASSATA DI POMODORO
post n° 224

CIAMBELLA
post n° 228

DOLCE AL CAFFE'
post n° 196

AGNOLOTTI
post n 130

CHIACCHIERE DI CARNEVALE
post n° 142

ANGUILLA IN FOGLIE DI VITE
post n°242

PIADINA
post n° 132

 

Ultime visite al Blog

surfinia60carloreomeo0lacey_munrononsonperfettodolcesettembre.1SoloDaisyGiuseppeLivioL2maffina288synkro2007atapovololowmpt2003lucafrisancodaniela_ela
 
 

MIA MARTINI

Il video di una canzone che amo a ricordo della stupenda artista che era e dei 15 anni trascorsi dalla sua scomparsa:

 

 

ALLELUIA

  

 

Ultimi commenti

Eh... ma i cocci o son rotti, o prima o poi si rompono.
Inviato da: francy_62
il 09/01/2017 alle 02:11
 
per essere una che si occupa di istruire alle volte sembri...
Inviato da: isry
il 07/01/2017 alle 10:19
 
:-((
Inviato da: francy_62
il 06/01/2017 alle 16:29
 
lo saranno Francy... lo saranno magari non subito ma tu...
Inviato da: isry
il 06/01/2017 alle 11:14
 
Vero.... pettino bambole con i capelli crespi! Per il...
Inviato da: francy_62
il 06/01/2017 alle 02:32
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova