Creato da: NoirNapoletano il 28/01/2011
FERMIAMOCI QUI UN MOMENTO ... MI DISSE
Translate Italian to EnglishTranslate Italian to GermanTranslate Italian to FrenchTranslate Italian to PortugueseTranslate Italian to SpanishTranslate Italian to Russian
gadGet by genialFactory
 

Contatta l'autore

Nickname: NoirNapoletano
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 9
Prov: NA
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 40
 

 

Ultime visite al Blog

lascrivanamaracicciaNoirNapoletanodonadam68gio123vanniMissdaye_d_e_l_w_e_i_s_ss.t.e.f.y5EMMEGRACENuvola_volafran6319Estelle_ksono_io2010FLEURBLUE1
 

Ultimi commenti

Lacrime di pioggia di Venditti ci può stare.notte di note...
Inviato da: lascrivana
il 28/05/2017 alle 21:09
 
e la respiro...ingordo,,^__^sera Noir
Inviato da: maraciccia
il 28/05/2017 alle 21:04
 
^____*
Inviato da: donadam68
il 28/05/2017 alle 19:04
 
e il video la rende ancora più bella
Inviato da: NoirNapoletano
il 28/05/2017 alle 17:58
 
..sono iniziate le partite ...questo è...
Inviato da: NoirNapoletano
il 28/05/2017 alle 17:57
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 12/05/2017

 

UN PUNTO FERMO

Post n°623 pubblicato il 12 Maggio 2017 da NoirNapoletano

Credo che non ci sia più spazio né aria per i miei risvegli e il calore del sole non tocca la verità dei miei pensieri.  Eppure il tuo sorriso è come un carico di vita, come un filo d’erba che scorre tra le dita, ma ancora oggi, non riesco ad accorciare le tue distanze. Da qualche parte i miei attimi si sono infilati nel taglio della giacca o forse persi tra i libri della stanza. Ho riposto nel cassetto i miei sogni. Lì era il mare, la luce che sfiora la mia pelle, lo sguardo che mi taglia in due l’attenzione su di te.

RON CARTER

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MALINCONICAMENTE

Post n°622 pubblicato il 12 Maggio 2017 da NoirNapoletano

Sparsi sul pavimento i tuoi vestiti restano all’ombra di una lampada spenta e io sveglio, rimango impigliato ai tuoi capelli. Lì nello specchio di un riflesso convesso, una versione allungata della stampa di Raffaello ma con una nuova angolazione. Ti bacerò nel buio perché di nascosto ho rubato la notte. Nello spazio di un respiro, la mia anima berrà dai tuoi occhi. Mi riconoscerai da una terra di pensieri e naufragi, lunghi percorsi di luce mentre la tua mano mi tira giù dalle gambe e mi trattiene a galleggiare nel vento finché la stretta tiene. Questa mattina al mio risveglio ho visto entrare dai vetri della finestra una bagliore gelido, un nome, un’idea e mi sono perso scivolando fuori dal letto. Nella testa solo un sogno, che non toccherò


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso