Creato da nuvoledipioggia il 14/04/2008

di tutto un po'

immagini, pensieri, poesia, musica........

 

come si fa a far durare un amore.....

Post n°16 pubblicato il 27 Settembre 2009 da nuvoledipioggia
 

 
 
 

VORREI.....

Post n°15 pubblicato il 21 Agosto 2009 da nuvoledipioggia

 

Non so nemmeno più io quel che vorrei…..sono
tanti i sogni e i desideri che non basterebbero
mille pagine scritte nel cuore dalla mente…..

Vorrei….poter stare con te in ogni momento
della giornata…..

Vorrei ascoltarti, in silenzio, mentre parli,
solo per sentire il suono della tua voce….

Vorrei tenerti stretto a me e guardarti negli
occhi…..

Vorrei abbracciarti, proteggerti e parlare con
te di ogni cosa….

Vorrei che tu fossi felice di stare accanto a
me senza remore e senza condizioni….

Vorrei ballare con te tutte le canzoni che mi
fanno sognare, anche se non so mettere un
passo dietro l’altro…..

Vorrei camminare con te mano nella mano sotto
la pioggia, in riva al mare, nel silenzio di una foresta…..

Vorrei scoprire cos’è importante per te
ed impegnarmi con tutte le mie forze per
aiutarti a realizzarlo…..

Vorrei averti vicino per abbracciarti quando il
mondo mi sta crollando addosso e vorrei che
tu cercassi me e nessun’altra…..

Vorrei poggiare le mie labbra sulle tue anche solo
per una volta, e perdermi in un tuo abbraccio…..

Vorrei non dover stare sempre in guardia per
la paura di soffrire….

Vorrei suonare per te tutte le canzoni che
hanno accompagnato la mia vita alla ricerca
del grande amore….

Vorrei essere per te un punto di riferimento,
un appoggio od una parola in ogni momento….

Vorrei rispettarti così come tu sei, per essere
presa così come sono io….

Vorrei…….

Domani è un altro giorno….forse per amare…
forse per continuare a sperare che vorrei
averti con me….

 

 
 
 

quello che avrei voluto dirti......

Post n°14 pubblicato il 20 Agosto 2009 da nuvoledipioggia

 

 

Le persone entrano nella nostra vita sempre per una ragione…..

Sia che si fermino per una stagione o per tutta la vita….

Quando scoprirai il perché, saprai anche cosa fare con quella persona….

Chi entra nella tua vita è venuto per soddisfare un bisogno che hai espresso….

È venuto per aiutarti a superare una difficoltà…. Per darti consigli e supporto….

Per aiutarti….

Può sembrare come un dono dal cielo…e lo è….

È li per il motivo per cui tu hai bisogno che ci sia…

Quindi, senza nessun sbaglio da parte tua o in un momento meno opportuno….

Questa persona potrà fare o dire una cosa per portare la relazione ad una fine….

Qualche volta se ne va….. qualche volta si comporta male…

E ti costringe a prendere una decisione…..

Ciò che devi capire è che il tuo bisogno è stato soddisfatto, il tuo desiderio realizzato,

il suo lavoro finito, la tua preghiera ha avuto una risposta….

Ed ora è il momento di andare avanti.

C’è chi resta nella tua vita per una stagione perché…è arrivato il tuo momento di condividere, crescere ed imparare…

Quella persona ti porta un senso di pace o ti fa semplicemente ridere, e spesso ti da un incredibile quantità di gioia…

Credici, è vero….ma è solo per una stagione!

Le relazioni che durano una vita ti insegnano lezioni che durano tutta una vita, cose che devi costruire solo al fine di avere delle solide fondamenta emotive.

Il tuo lavoro è accettare la lezione, amare la persona, ed usare ciò che hai imparato in tutte le altre relazioni della tua vita.

Si dice che l’amore è cieco, ma l’amicizia no!

Grazie di tutto! E soprattutto… grazie per aver fatto parte della mia vita….

Che sia stata per una ragione, per una stagione o per tutta la vita!

 
 
 

.

Post n°13 pubblicato il 10 Agosto 2009 da nuvoledipioggia

 
 
 

RACCONTO

Post n°12 pubblicato il 29 Ottobre 2008 da nuvoledipioggia

.

Raccontano che un giorno si riunirono in un luogo
della t
erra tutti i sentimenti e le qualità degli uomini. 
Quando la Noia si fu presentata per la terza volta,
la Pazzia, come sempre un po' folle,propose:
"giochiamo a nascondino!". L'Interesse alzò un
sopracciglio e la Curiosità, senza potersi contenere,
chiese: "a nascondino? di che si tratta?" "é un gioco,
spiegò la Pazzia, in cui io mi copro gli occhi e mi metto
a contare fino a 1000000 mentre voi vi nascondete.
Quando avrò terminato di contare, il primo di voi che
scopro prenderà il mio posto per continuare il gioco".
L'Entusiasmo si mise a ballare, accompagnato dall'Euforia.
L'Allegria fece tanti salti che finì per convincere
il Dubbio e persino l'Apatia, alla quale non interessava
mai niente....; però non tutti vollero partecipare.
La Verità preferì non nascondersi. Perché se poi tutti
alla fine la scoprono?
La Superbia pensò che fosse un gioco molto sciocco
(in fondo ciò che le dava fastidio era che non  fosse
stata una sua idea) e la Codardia preferì non arricchirsi.
"UNO,DUE,TRE..." cominciò a contare la Pazzia.
La prima a nascondersi fu la Pigrizia che si lasciò
cadere dietro la prima  pietra che trovò sul percorso.
La Fede volò in cielo e l'invidia si nascose all'ombra
del Trionfo che con le proprie forze era riuscito a salire
sull'albero più alto. La Generosità quasi non  riusciva a
nascondersi. Ogni posto che trovava le sembrava
meraviglioso per qualcuno dei suoi amici. Che dire di
un lago cristallino? Ideale per la Bellezza. Le fronde
di un albero? Perfetto per la Timidezza. Le ali di una
farfalla? Il migliore per la Voluttà. Una folata di vento?
Magnifico per la Libertà. Così la Generosità finì per
nascondersi in un raggio di sole.
L'Egoismo, al  contrario trovò subito un buon nascondiglio,
ventilato, confortevole e tutto per sé.
La Menzogna si nascose prima sul fondale degli oceani
ma poi andò dietro l’arcobaleno. La Passione ed il
Desiderio al centro dei vulcani. L'Oblio.... non mi ricordo
...dove? 
Quando la  Pazzia arrivò a contare 999999, l'Amore non
aveva ancora trovato un posto dove nascondersi poiché li
trovava tutti occupati; finché scorse un cespuglio di rose e alla
fine decise di nascondersi tra i suoi fiori. "un milione!"
contò la Pazzia. E cominciò a cercare. La prima ad essere
trovata fu la Curiosità,
poiché non aveva potuto impedirsi di
uscire per vedere chi sarebbe stato il primo ad essere
scoperto.
 Trovò poi la 
Pigrizia, solo a tre passi da una
pietra. Poi udì la Fede, che stava discutendo con Dio
su questioni di teologia, e sentì vibrare la Passione e
il Desiderio dal fondo dei vulcani. Per
caso trovò l'Invidia e poté dedurre dove fosse il Trionfo.
L'Egoismo non riuscì a trovarlo: era fuggito dal suo
nascondiglio essendosi accorto che c'era un nido di
vespe. Dopo tanto camminare, la Pazzia ebbe sete e
nel raggiungere il lago scoprì la Bellezza. Con il Dubbio
le risultò ancora più facile, giacché lo trovò seduto su
uno steccato senza avere ancora deciso da che lato 
nascondersi. 
Alla fine trovò un po' tutti: il Talento nell'erba fresca,
l'Angoscia in una grotta buia, la Menzogna dietro
l'arcobaleno e infine l'Oblio che si era già dimenticato
che stava giocando a nascondino.
Solo l'Amore non le appariva da nessuna parte.
La Pazzia cercò dietro ogni albero, dietro ogni pietra,
sulla cima delle montagne e, quando stava per darsi
per vinta, scorse il cespuglio di rose e cominciò a
muovere i rami. All'improvviso, si udì un grido di
dolore: le spine avevano ferito gli occhi dell'Amore!
La Pazzia non sapeva più che cosa fare per discolparsi;
pianse, pregò, implorò, domandò perdono e alla fine
gli promise che sarebbe diventata la sua guida. 
Da allora, da quando per la prima volta si giocò a
nascondino sulla terra, l'Amore è cieco e la Pazzia
sempre lo accompagna.
  

 
 
 
Successivi »
 

 

 

 

 

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

silviorossogirasole64_ibvbtendesemplicementeio130tunesimarcoSempreSignoraFortunababaciu95lucillamenghizokkolinotomm1974bluetooth4iodgl5nuvoledipioggiamelodya77charmcharm
 
 

AREA PERSONALE

 

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1