odercniem

pensieri a caso

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

PARLA PIANO

 

EXIT MUSIC - RADIOHEAD

 

GLI SPIETATI

 

 

« Cavolo ...soliti aggiornamenti »

Tempo che passa cose che non cambiano

Post n°31 pubblicato il 04 Giugno 2010 da oderc_c
 
Tag: me, passato

L’altro giorno ero in erboristeria.

Mentre attendevo il mio turno, mi sono messa a annusare i vari profumi.

Sono stata attirata da una boccetta in particolare, mi piaceva il colore.

Senza neanche pensarci mi sono spruzzata un paio di volte, e subito l’odore mi ha investito, veloce e rapido come i miei ricordi e i miei pensieri.

 

Quel profumo. Quel maledetto profumo.

 

Che ci fa ancora sulla mia pelle? Che ci fai, ancora sulla mia pelle?

 

Volevo correre a casa, farmi una doccia.
Non riuscivo a muovermi, stavo lì, immobile, annusavo disperatamente il mio braccio, il mio polso. Sniffavo come una drogata aggrappandomi ai ricordi sempre più sbiaditi.

 

Quel maledetto profumo.

Il passato è così. per me, per tutti, forse.
Ti si attacca, ti entra dentro, non c’è niente che puoi fare.

Non te ne libererai mai.

 

Ho realizzato che i chissà come sarebbe stato sono i più difficili da digerire.

Pesa molto di più qualcosa che non si è mai vissuto fino in fondo che qualcosa andato a male.

 

 

 

Sono tornata a casa, ho lavato via ogni tua traccia.

E quando sono uscita dalla doccia ho notato che il suo beauty stava lì, sopra la lavatrice, aperto, gli oggetti dentro buttati alla rinfusa.

Ho provato un misto tra tenerezza e soffocamento,

una piccolissima invasione. Le sue cose mischiate alle mie.

Il passato che passa e il presente che si piazza e il futuro che ti viene incontro.

Nuove braccia che si sostituiscono alle vecchie, nuove parole, nuovo tono di voce, nuovi baci.

 

Solo un punto fermo: Io.

Io, con la mia solitudine irrisolta, con questa leggera inquietudine di fondo.

Io, e il baratro in cui cado certi giorni.

 

Baratro che non nessun uomo potrà mai capire, condividere.

Baratro da cui nessun uomo mi potrà mai salvare,

ieri come oggi.

Nessuno me lo potrà mai evitare, è solo mio.
Nessuno ci accederà mai, neanche lui.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: oderc_c
Data di creazione: 18/11/2009
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

alessiah85vichi.francescojuve1964abbacinokiettaalessansiapiratadelleroslonely_mark79oderc_cbasho1980discreto_e_noneddiblogOwnerlessblumare77
 

ULTIMI COMMENTI

Grazie... quando vuoi :)
Inviato da: oderc_c
il 11/11/2010 alle 14:23
 
In effetti vero. Le istantanee del passato sembrano tutte...
Inviato da: eddiblog
il 11/11/2010 alle 00:30
 
grandissima segnalazione, e' un progetto stupendo.
Inviato da: aldf
il 01/10/2010 alle 14:59
 
Mi devo salvare il tuo link o mi perdo i post! Passavo per...
Inviato da: NthalieFinch
il 17/09/2010 alle 19:19
 
Che bello il tuo post: sono andata a visitare il sito e...
Inviato da: pipitola
il 13/09/2010 alle 22:08
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom