Creato da ballerinotango il 29/11/2004
Consideratio NO serie, NO seriose... e neppure seriolitiche, vah...

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Ultime visite al Blog

roberta.camillettiItsohnouikketsuanima_on_linep.giorgiarollpitchviolet1968elizabeth77sbarbatimiriamPSICOALCHIMIEshadia3beppe1beppeodisseandoaldo_caposaldo
 

Ultimi commenti

Ci vediamo di la!!!
Inviato da: toeflexpired
il 02/11/2006 alle 09:09
 
ma che bei capelli!
Inviato da: strangeskin
il 01/11/2006 alle 18:40
 
allora se odissei e non balli continuerò a porgerti la...
Inviato da: strangeskin
il 31/10/2006 alle 19:20
 
....nooooo strange. no. plis. niente ansietudini. ci sto...
Inviato da: odisseando
il 31/10/2006 alle 13:32
 
lo sai vero che a me la metempsicosi crea ansia? Poi...
Inviato da: strangeskin
il 31/10/2006 alle 08:03
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« Inerzie comunicativeIncipit 1 »

Gabo e il suo labirinto

Post n°56 pubblicato il 26 Gennaio 2006 da ballerinotango
Foto di ballerinotango

grabriel garcia marquez è in crisi. non ha più l'ispirazione.
potrebbe smettere di scrivere, chiudere bottega.
nel 2005 non ha buttato giù una riga che fosse una
(Gabo, siamo almeno in due a non annoverare quello
passato come un anno giubilare).

non è il mio preferito, ma l'ho sempre letto con passione.

il colonnello Buendia, la sua epopea caleidoscopica,
il suo parentado (al quarto aureliano, ho capito che
avrei dovuto rileggerlo srotolando via via l'albero
genealogico dei buendia).
florentino ariza, che mangiava petali di rose mentre
si struggeva per la sua amata, non corrisposto.
e poi che alla (quasi) fin della tenzone, se ne va
in piroscafo con la sua bella (ormai vedova) e fanno
teneramente l'amore.
le cronache di una morte, occhei che è annunciata, ma a
leggere il libro è quasi piacevole perdersi nei mics
delle consecutio temporali. suddividere una storia lineare
in capitoli, e poi metterli in un frullatore e ricomporre
(quasi) a caso.

Gabo, cazzarola, hai perso l'ispirazione.....
nell'orgia di notizie quotidiane 'sta cosa mi ha colpito.

un romanziere senza più ispirazione....
come se mancasse l'aria, il fiato.

e pensare che lessi che "cent'anni di solitudine"
lo scrisse buttando giù solo la prima frase. la storia
del plotone d'esecuzione e del ricordo del ghiaccio visto
la prima volta. e poi, durante un viaggio in auto,   
ebbe la visita della musa ispiratrice, e lì concepì il
romanzo per intiero.....

un po' già mi manchi. fortuna che i romanzi rimangono.
basta riprenderne uno, e ricominciare a leggere.

che culo che hanno gli artisti.

ps
nei post successivi tre incipit. giusto per dargli
il risalto che si meritano....

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog