Creato da virtute81 il 01/07/2008

Moderna Odissea

Ricordati di osare sempre

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

 

Ti amo - a modo mio

Post n°1261 pubblicato il 18 Dicembre 2014 da virtute81
 

Sapete da buon viaggiatore di mondi interiori mi fermo spesso a guardare. Cosa c'e' dentro questo essere umano di cosi' grande, che vuole condividere con "ti amo"?

Trovo interessante quando c'e' qualcosa a seguire del ti amo.
Non chiedo lunghe risposte, onestamente di qualche buona domanda ne sarei gia' contento. Giusto per essere chiari, una frase da film rende l'idea: "io ti amo, non puoi farmi questo".

Ora mi servono i sottotitoli (come direbbe zia Phoe). La mia logica non arriva a tanto.
Perche' alla frase io ti amo segue il mi aspetto che tu faccia/non faccia quest'altro?
Eppure l'amore non dovrebbe essere liberta'?

Penso che i figli siano un grande esempio di quanto possiamo amare, in modo diverso, tutti loro. Anche quando in qualche momento sembra che non ci amano, senza aspettarci nulla in cambio. Li amiamo e basta.

E allora perche' crediamo che l'altro ci debba qualcosa nel momento in cui "amiamo". Non e' piu' logico/facile dire: "mi sento amato/capito/rispettato quando ti comporti cosi' piuttosto che cola?".

Io ti amo... quel che viene dopo probabilmente si chiama egoismo, bisogno, ecc.; chiamiamolo per quel che e'.

Buon fine settimana

[lascio qui una delle mie canzoni preferite di Mango. Mia mamma aveva il 33 giri]

 

 
 
 

con-testo

Post n°1260 pubblicato il 15 Dicembre 2014 da virtute81
 

Week end che ovviamente tra una festa e l'altra ha lasciato spazio per qualche riflessione. Non molte a dire il vero, osservazioni e' la parola piu' corretta.
Venerdi, durante una lezione privata, alla domanda come stai ho raccontato un fiume di cose.
Come stai per me e' una domanda profonda e sta a me capire il contesto. A lavoro come stai significa dimmi che stai bene e che puoi lavorare; fuori magari qualcosa in piu'.
Il contesto conta e quasi quasi io contesto. Io sto bene e se me lo chiedi te lo dico :)

Minuti contati
I giorni durano un pizzico e il tramonto qui e' alle 3 e mezzo.
Sabato un lavoro dell'ultimo minuto e domenica mia mezz'ora di ritardo, mi hanno fatto saltare il momento per fare degli scatti (fotografici).
Verso il tramonto la luce e' senz'altro particolare e approfitto della parte quasi calda ( di solito 3 gradi) della giornata per uscire e pagare visita a posti stupendi.
Come ho detto la fotografia e' un opportunita' per uscire e scoprire quante meraviglie ci sono in questa zona/citta'/mondo a seconda di disponibilita' e tempo.

Nel frattempo dopo 11 anni a Londra una mia amica ritorna a Sydney, un'altra mia amica dopo 7 anni invece parte alla scoperta della stessa citta'. Coincidenze?
Di sicuro il filo comune sono i minuti, quanto a volte sembrano veloci e altre importanti come le occasioni che veramente abbiamo per trascorrere il tempo con chi vogliamo bene.

Sicurezze


Una volta c'erano molte piu' sicurezze, in piccoli fazzoletti di mondo e comunita'.
Sicuramente l'apprezzamento di queste sicurezze e' qualcosa che e' rimasto, prima perche' c'era, ora perche' non c'e'.
Come dicevo sopra i minuti sono importanti e ora che di sicuro c'e' ben poco (nel senso che  non si sa quel che succedera' domani) quel minuto di sicuro lo vogliamo vivere bene. Ognuno a modo suo.

Buon inizio settiana, come al solito ho i minuti contati, ma di questo non contesto, anzi apprezzo e ringrazio per l'opportunita :)

 

[scattata sabato]

 
 
 

aria pulita, comunita' e dintorni

Post n°1259 pubblicato il 12 Dicembre 2014 da virtute81
 

La vita in comunita', virtuale o meno ha le sue regole.
Ci sono piccoli (e grandi comportamenti) che cambiano alla grande i risultati.

Mal comune mezzo gaudio, per me non funziona; chi si accontenta gode tanto meno.Da me funziona, mal comune, fa due nella stessa situazione. Chi si accontenta smette di puntare a quel che vuole.

Ci pensavo ieri in palestra, dove qualcuno ha iniziato a parlarmi, lamentandosi della sua ragazza. Ora mi domando: e' la sua vita, se ha problemi con la ragazza perche' non prova a risolverli?

Ci sono domande che hanno qualcosa in piu'e che vale la pena chiedersi, soprattutto perche e' la nostra vita, e gli altri ne sono attori secondari.
Che vuoi veramente? Che dice il tuo cuore? Che senti in questo momento? e le persone vanno in giro a lamentarsi, a parlare degli altri.

Questo e' un blog di mondi interiori, e quando qualcuno mi parla, quando qualcuno si lamenta, quel che cerco di capire e':  e tu che viaggio fai?

"Fatti una domanda e datti una risposta, io ti do il voto".

Professor Vito De Bianchi
(Probabilmente un alchimista piu' che un professore di chimica, un uomo un mito, che ho conosciuto durante le scuole superiori).

 
 
 

L'anima che sogna

Post n°1258 pubblicato il 10 Dicembre 2014 da virtute81
 

Ho conosciuto persone che tutto quel che toccano diventa magico e in tutto cio' che fanno sembrano eccellere. Recentemente mi e' sembrato di capire come facciano.

La capacita' di sognare e' quella capacita' che ci svela quel che la nostra anima sente.
Mette in contatto con quel che ci piace di piu'  e cio' in cui vogliamo dedicare ore con curiosita' e dedizione.

No denaro o ricompense. Niente veramente vale quanto un amore profondo che sentiamo nel nostro profondo io. Che poi rimanga un hobby o che si trasformi nella nostra attivita' lavorativa poco importa. Di sicuro quell'amore diventa un'aura dorata intorno alle nostre giornate ed eccellere ne diventa quasi un'inevitabile conseguenza.

E' la nostra vita, cosa conta piu' di abbracciare i sogni della nostra anima?

Una nota appena trovata per i momenti di cambiamento:

"un seme per raggiungere la sua massima espressione, deve divenire completamente sfatto. Il guscio si rompe, il suo interno esce e tutto cambia.
Per qualcuno che non capisce la crescita, sarebbe simile ad una distruzione completa. "
[Cynthia Occelli]

 

[scatto di questa estate]


 
 
 

un esempio civile

Post n°1257 pubblicato il 09 Dicembre 2014 da virtute81
 

Qui funziona cosi: per il denaro si lavora.

Ovvio anche qui ci sara' la mela marcia, comunque ecco cosa mi e' arrivato proprio ora dalla reception dell'ufficio. Vi giro la traduzione:

"Una somma di denaro è stata ritrovata nella reception principale.
Si ritiene sia caduta ad dipendente della XYZ che ha usato le scale per scendere al piano terra. Siamo ovviamente interessati a rintracciare il proprietario al più presto , quindi se ci potete aiutare ariconoscere l'identità - o se il denaro è vostro - contattateci al team di sicurezza security@xyzxyzxyzxyz.xyz"

Insomma giusto per condividere un'esperienza personale, se qualcuno perde del denaro, qui si cerca. Si signori avete capito bene. E' successo a me e quando succede agli altri faccio lo stesso.
Giusto per dirvi, negli ultimi 7 anni ho lasciato ben due volte i soldi al bancomat e mi sono corsi dietro a riportarmeli.
Ripenso alla nostra bella Italia dove spesso siamo abituati ai furbi e otlre allo stress della giornata ci leviamo il pane a vicenda dimenticando queste "piccole" maniere.

E invece a questo mondo ci sono anche persone che riportano i soldi indietro.

Buona serata

[scatto fatto qualche mese fa :) ]

 
 
 
Successivi »
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

TAG

 

ULTIME VISITE AL BLOG

king.artur60roberto_carli1amorino11animabilevirtute81psicologiaforensegesu_risortoannunz1RavvedutiIn2street.hasslechristie_malrylubopomonellaccio19moseserussimelissa38m
 

MAPPA