Creato da olivieromatteo il 08/09/2006

La nube grigia

Un mondo di consigli per chi ama scrivere ...

 

 

Tornato ...

Post n°670 pubblicato il 04 Agosto 2015 da olivieromatteo

Il mio luglio di mare è terminato, è ora di dedicarsi per una ventina di giorni al lavoro, per poi riprendere la via del mare per qualche altro momento di relax.
Ho trascorso un mese nel completo relax, tra un buon libro e il mare, tra passeggiate, pace interiore, e sano sport.
Il mio nuovo libro finalmente è del tutto terminato, non mi resta che stamparlo e sottoporlo al giudizio di una persona speciale, dopodichè una rilettura con qualche correzione e finalmente potrò sottoporlo al giudizio insindacabile di qualche casa editrice.
Questa estate ho avuto modo di leggere molto, dai gialli di Hellery Queen a quelli di Peter Benchley, Hannah Sophie con il ritorno del grande Poirot.
Non ho avuto ancora modo di aggiornarmi sulle ultime novità in campo letterario, notizie, curiosità, ancora nulla, cercherò nei prox giorni, intanto pubblico una delle poesie che ho scritto nei primi giorni del mese scorso:

E sono ancora qui.
In questo finalmente qui.
Qui dove una parte di me
è nata,
qui dove una parte di me
si è creata,
qui dove non esiste basta,
qui dove una parte di me
è sempre rimasta.
Qui dove c’è il blu del mare,
qui dove c’è il verde della terra,
qui dove c’è il tempo che passa,
qui dove non c’è mai guerra.
E’ ciò che ora voglio,
questo luogo che ha forza
di tenermi qui,
piegato su questo foglio,
ad espandere la mia mente,
ad allargarmi il cuore,
a pensare ciò che
la mia anima sente,
a vedere in tutto l’amore.
Questo è il posto dove
vedo il tempo che passa,
dove vedo ciò che ero
e ciò che sono,
dove vedo ogni cosa
che è cambiata,
dove lo specchio è fermo
e riflette la mia donna amata.
Qui è dove non c’è quel velo
di rabbia, di sfida
che si pone tra i miei occhi
e il mondo,
qui esisto solo io,
fermo in questo luogo
nell’attesa del prossimo quando.

 
 
 

The Italian Literary Agency

Post n°669 pubblicato il 19 Giugno 2015 da olivieromatteo

E' nata in questi giorni The Italian Literary Agency, una realtà formata da tre agenzie letterarie ovvero Agenzia Letteraria Internazionale (ALI), Luigi Bernabo' & Associates e Marco Vigevani & Associati.
L'agenzia ha come scopo quello di diventare un faro nel vasto mare editoriale del nostro paese, cercando di valorizzare al massimo ogni autore e le proprie opere.
Si propone quindi di accompagnare l'autore nel lungo e tortuoso percorso verso la pubblicazione, commercializzazione, promozione dell'opera, sia nel mercato Italiano che estero.

 
 
 

L'estate è vicina

Post n°668 pubblicato il 11 Giugno 2015 da olivieromatteo

L'estate finalmente è vicina. Tra poco più di 20 giorni, infatti, come ogni anno sarò ufficialmente in vacanza. Non vedo l'ora. Dopo un intenso anno di lavoro, fatta eccezione per qualche weekend, sto contando le ore che mi separano dalle agognate vacanze.

Trascorrerò una trentina di giorni di mare, relax, qualche buona lettura, tanta scrittura. La ricerca dei libri da portare "sotto l'ombrellone", è già iniziata, anche se ogni anno si fa sempre più difficoltosa. Durate l'estate prediligo i libri che narrano del mare, e purtroppo non sono infiniti, ma non mi arrendo, la ricerca andrà avanti ancora per un paio di settimane. Se proprio non riuscirò a trovare nulla del genere, mi accontenterò di altri generi, l'importante è abbandonarsi in un mondo narrato.

Per quanto riguarda la scrittura, sono sempre in attesa di stendere il finale del mio nuovo libro, e ovviamente del titolo, che mi sta lasciando ancora in alto mare. Settembre sicuramente sarà caratterizzato dalla ricerca di una casa editrice, è arrivato il momento dell'ancora innominato romanzo.

 
 
 

PREMIO LETTERARIO NAZIONALE CITTA’ DI PORTO VIRO

Post n°667 pubblicato il 04 Giugno 2015 da olivieromatteo

PREMIO LETTERARIO NAZIONALE CITTA’ DI PORTO VIRO

V EDIZIONE – ANNO 2015

L’Assessorato alla cultura e spettacolo, con la col

laborazione della biblioteca civica

del comune di Porto Viro, bandisce

Il quinto concorso nazionale che sarà dedicato al r

acconto breve a tema libero per opere inedite in lingua italiana.

L’iniziativa nasce dalla volontà di stimolare la ri

flessione e la creatività degli animi,

promuovendo nel contempo, l’arte, la comunicazione

e la cultura del nostro paese.

CRITERI E DISPOSIZIONI APPLICATIVE

ART. I

Il concorso è aperto a tutti e non richiede alcuna quota d’iscrizione.

ART. II

Possono partecipare autori italiani o stranieri, ch

e abbiano compiuto la maggior età,

residenti in Italia, con un unico racconto in lingu

a italiana a tema libero, mai premiato in precedenti concorsi letterari.

ART. III

Ogni elaborato, deve, facoltativamente

, pervenire in formato digitale all'indirizzo e-

mail:

biblioteca@comune.portoviro.ro.it ed

obbligatoriamente

in formato cartaceo in n° 6

copie ( pena l’esclusione) dattiloscritte su fogli

formato A4, 5 delle quali

completamente anonime. Soltanto una di queste copie

dovrà recare i dati dell’autore

(nome, cognome, indirizzo, telefono, indirizzo e-ma

il) ed essere sottoscritta dallo stesso.

Il racconto dovrà avere lunghezza massima di 5 cartelle dattiloscritte con font “Times New Roman” corpo 12.

ART. IV

Sono ammesse anche opere postume, purché il parteci

pante sia effettivamente in

possesso dei diritti di utilizzo dell'opera.

Tutte le opere dovranno essere spedite a mezzo post

a raccomandata a/r, oppure

depositate personalmente, all'indirizzo:

Premio Letterario Nazionale Città di Porto Viro

c/o BIBLIOTECA CIVICA

Via Navi Romane, 45014 PORTO VIRO (RO)

L’invio della busta contenente l’elaborato è person

ale. Per cui ogni candidato dovrà

inviare una busta specificando sul plico se parteci

pa per la Sezione Prosa o Poesia.

entro e non oltre il 6

Giugno 2015

ART. V

Saranno premiati i primi tre classificati: primo premio

accordo con casa editrice per la pubblicazione della propria

collezione di racconti, su antologia o volume, con

la possibilità di presentare

ufficialmente il proprio lavoro nel comune di Porto Viro, in occasione della

successiva Fiera del Libro. secondo premio

soggiorno nel cuore del Parco del Delta del Po. terzo premio

opera o targa realizzata da un artista locale.

ART. VI

A sua discrezione ed insindacabile giudizio, oltre

ai vincitori ufficiali, la giuria potrà

segnalare opere di particolare rilievo e assegnare

riconoscimenti e diplomi di merito.

ART. VII

I vincitori saranno contattati dalla segreteria del premio, telefonicamente o a mezzo

posta elettronica, almeno una settimana prima della premiazione che avverrà a data

da destinarsi, durante la XVI° edizione della Fiera del Libro di Porto Viro.

ART. VIII

II premiati sono invitati a ritirare personalmente

il premio alla cerimonia di premiazione, in caso di assenza potranno nominare un loro delegato. Eventuali

attestati di partecipazione, invece, potranno essere spediti ai destinatari qualora non presenti. 

 
 
 

Festival degli scrittori

Post n°666 pubblicato il 01 Giugno 2015 da olivieromatteo

Interessante articolo tratto dal quotidiano toscano La Nazione

Dal 10 al 12 giugno si terrà a Firenze il festival letterario internazionale, dedicato agli scrittori di tutto il mondo. Gli organizzatori sono alla ricerca di giovani volontari che potranno partecipare attivamente alla tre giorni letteraria in vari modi: chi con l’incarico di seguire un autore e di accompagnarlo durante gli spostamenti tra una sede e l’altra degli incontri, chi di svolgere il servizio agli eventi, chi ancora di seguire gli appuntamenti sui social, dalle pagine Facebook e Twitter del festival.

L’idea è quella di creare un team fatto di persone giovani che amano leggere e incontrare gli autori. È però indispensabile una buona conoscenza dell’inglese parlato. Alla fine del festival, ai volontari verrà rilasciato un attestato di partecipazione e alcuni libri in omaggio. Per partecipare basta inviare una e-mail all’indirizzo info@davisefranceschini.it (indicando in “Oggetto”: Volontari per il Festival degli Scrittori), entro mercoledì 3 giugno. Sono molti i paesi e i temi toccati dalle opere finaliste di questa edizione: dal massacro degli ebrei nella Risiera di San Sabba della croata Dasa Drndic alla Parigi degli ultimi, poco prima della Rivoluzione francese, dell’inglese Andrew Miller; dalla Russia violenta e orwelliana di Vladimir Sorokin al Messico degli anni Settanta di Guadalupe Nettel, fino ai viaggiatori erranti nell’Asia centrale dell’olandese Tommy Wieringa.

Durante il Festival degli Scrittori, organizzato dal Premio Gregor von Rezzori, ci saranno incontri, reading e letture di scrittori e attori in vari luoghi della città. La lectio magistralis di Jhumpa Lahiri al Cenacolo di Santa Croce e un recital “Casanova e dintorni: un viaggio nell’eros” con Filippo Timi e Alba Rohrwacher al Cinema Odeon Firenze. Nasce inoltre il nuovo Premio dedicato ai giovani lettori delle scuole fiorentine. Per saperne di più e partecipare come volontario è possibile inviare una e-mail all’indirizzo info@davisefranceschini.it o consultare la pagina Facebook del Festival.

 
 
 

Salone del libro di Torino

Post n°665 pubblicato il 19 Maggio 2015 da olivieromatteo

A Torino si è chiusa ieri la 28esima edizione del Salone del Libro, divenuto uno dei più grandi eventi Italiani per ciò che riguarda il mondo della lettura.
Grandi numeri, in termini di vendite e presenze(queste ultime pari a 341mila), ma ciò che mi ha maggiormente colpito è l'aumento delle vendite dei piccoli e medi editori.
Stando ai numeri, le vendite delle grandi case editrici risultano stabili, mentre altri minori hanno registrato un trend in crescita, come Mauri Spagnol (+7%), Feltrinelli (+15%), Sellerio (+20%), oppure Neri Pozza e Giunti che hanno registrato un +30%.

Sono numeri che mi fanno dimenticare il rapporto Nielsen sulla diffusione della lettura nel nostro paese relativo agli anni passati, che raccontavano di un'Italia dove 6 persone su 10 non avevano letto un solo libro in un anno.
L'estate si avvicina, quale momento migliore per accompagnare il relax quotidiano con un bel libro.
Speriamo nei sogni e speriamo nei libri

 
 
 

Buon compleanno Matteo

Post n°664 pubblicato il 07 Maggio 2015 da olivieromatteo

Buon compleanno Matteo, come il titolo del mio ultimo libro. Nel giorno in cui ho compiuto 30 anni non posso fare a meno di pensare a quel libro e al suo seguito, a cui purtroppo manca ancora un titolo. Non posso fare a meno di pensar a questo blog che curo ormai dal 2006, tutta una vita.
Non posso fare a meno di pensare che purtroppo il lavoro e lo sport stanno togliendo molto tempo alle mie giornate, e purtroppo il mio scrivere ne sta risentendo. Se non fosse per gli articoli di politica che pubblico per il quotidiano online newnotizie.it sai quasi all'asciutto di scrittura.
Ho praticamente trascorso un intero inverno immerso nel lavoro.
Ora mi aspetta un'estate che spero sia ricca di lettura e scrittura.
Ho iniziato nuovamente a cogliere ispirazioni passeggiando o correndo al mare, in attesa del grande ritorno.
Per il momento posso solo dire: Buon compleanno Matteo

 
 
 

Bookish weekend

Post n°663 pubblicato il 23 Aprile 2015 da olivieromatteo

Cosa c'è di meglio di un viaggio o di un bel romanzo? Un viaggio nel cuore del romanzo.
E' l'ultima frontiera che arriva dall'Inghilterra, il cosiddetto Bookish weekend, ovvero viaggiare alla ricerca dei paesaggi, delle città, della cultura, dell'enogastronomia descritte dall'autore preferito nel proprio romanzo.
Leggere infatti è un viaggio nella propria fantasia, e il Bookish ci da la possibilità di vedere, toccare con mano, vivere i luoghi in cui si ambientano i romanzi che amiamo di più, sentire gli odori, assaporare la vita che l'autore ha descritto nel suo libro.
L'idea è nata dalla penna di Laura Lockington fondatrice della Bookish Supper Society, un progetto che mette insieme scrittori inglesi.
Tale nuova frontiera approderà anche nel nostro paese, sulle tracce della scrittrice Sally o' Rally, un weekend per scoprire Venezia, le sue bellezze architettoniche e la sua enogastronomia.



 
 
 

“I COLORI DELL’ANIMA”

Post n°662 pubblicato il 16 Aprile 2015 da olivieromatteo

3° Premio Internazionale di Poesia Inedita

“I COLORI DELL’ANIMA”

 

 

 

L’ Associazione Culturale MONDO FLUTTUANTE (codice fiscale: 90083940081)  con sede legale in Sanremo (Piazza Eroi Sanremesi, 26), che può vantare tra i suoi associati sostenitori/fondatori/onorari nomi importanti del mondo della cultura e delle lettere italiane (consultare nel sito la pagina “Associati”), bandisce ufficialmente il 3° Premio Internazionale di Poesia Inedita “I COLORI DELL’ANIMA”.

 

 

·         L’Associazione, bandisce il 3° Premio Internazionale di Poesia Inedita “I COLORI DELL’ANIMA”, riservato ad autori viventi di ogni nazionalità.

Per testi inediti si intende mai pubblicati in forma cartacea con codice ISBN.

Sono da considerarsi inediti i testi pubblicati in antologie e in rete (blog, siti letterari personali o collettivi, Facebook, Twitter, Google Plus, eccetera)

 

·         LA PARTECIPAZIONE E’ GRATUITA.

 

·         I lavori potranno pervenire attraverso la seguente modalità.

     - in  formato elettronico (computer) entro e non oltre il 29 APRILE 2015 (testi in allegato DOC o DOCX ) al seguente indirizzo:

mondofluttuante@virgilio.it

 

  Nella prima pagina dell’allegato o nella pagina bianca della lettera elettronica stessa dovranno essere riportati: nome, cognome, indirizzo, telefono fisso e/o mobile, e scheda biobibliografica (facoltativa).

 

 

 

 

 MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

 

- Ogni autore può partecipare inviando da un minimo di 25 ad un massimo di 50 poesie, libere nel numero dei versi e nel tema affrontato.

-  Ogni autore può partecipare inviando, anche, la poesia in qualsiasi lingua dialettale, possibilmente affiancata da traduzione (libera nel numero dei versi e nel tema).

- Ogni autore straniero, residente all’Estero o nel Paese nel quale è organizzata la manifestazione, può  partecipare inviando le poesie nella propria lingua, obbligatoriamente affiancate da traduzione.

 

PREMI

 

I testi dell’autore Primo Classificato andranno a formare un volume edito (con codice ISBN – numero di riferimento internazionale del libro) dall’associazione MONDO FLUTTUANTE, e i costi di pubblicazione saranno a totale ed esclusivo carico dell’organizzazione.

Al vincitore spetteranno numero CINQUE copie, le altre verranno distribuite tra gli associati e critici letterari vicini a MONDO FLUTTUANTE.

Il vincitore sarà avvertito entro e non oltre il 23 maggio 2015.

Col permesso scritto dell’autore, il libro potrà essere, anche, pubblicato in formato elettronico sul sito dell’associazione nella pagina “Documenti”.

 

·         La Giuria si riserva comunque la facoltà di segnalare Opere meritevoli oltre a quella del vincitore.

·         La Giuria, in cui giudizio è insindacabile, è composta da poeti e critici di indiscussa chiara fama nazionale ed internazionale.

 

Per ulteriori chiarimenti telefonare al direttivo: 329 0330557, oppure scrivere al seguente indirizzo di posta elettronica: mondofluttuante@virgilio.it , o consultare il sito www.mondofluttuante.org 

 

 

IL SEGRETARIO DEL PREMIO E  DELL’ ASSOCIAZIONE

ROBERTA REBAUDO

 
 
 

Premio letterario Raffaele Artese - Città di San Salvo

Post n°661 pubblicato il 27 Marzo 2015 da olivieromatteo

bandita la III Edizione del “Premio letterario Raffaele Artese - Città di San Salvo”.

La partecipazione è riservata a scrittori esordienti in possesso dei requisiti previsti ai successivi punti 1 e 2 delle Norme di partecipazione.

I Premi sono assegnati a romanzi scritti in lingua italiana e pubblicati in forma cartacea da autori esordienti residenti nell’ambito del territorio dello Stato italiano. Verranno esclusi racconti, saggi e altre opere che non rientrano nella definizione di “romanzo”.

Non è previsto il versamento di alcun contributo per la partecipazione.

Saranno premiate tre opere. Il primo classificato riceverà un assegno di € 1.000,00 e una targa ricordo. Il secondo classificato riceverà un assegno di € 500,00 e una targa ricordo. Il terzo classificato riceverà un assegno di € 250,00 e una targa ricordo.

Il Comitato Direttivo del “Premio Raffaele Artese - Città di San Salvo” è formato dai signori: Giovanni Artese (Presidente), Guido Torricella (Vice Presidente), Virginio Di Pierro (Segretario, Tesoriere e responsabile comunicazioni), Emilio Di Paolo (Vicesegretario), Francesco Stanziani (responsabile dei rapporti con la Giuria), Annarosa Costantini, Silvana Marcucci, Giuseppe De Vito.

Coordinata dal Presidente del Premio, la Giuria è composta dai signori: Marina Artese, Antonietta Moretti, Luciano Del Plavignano, Filomena Petillo, Brunella Di Cesare, Maria Luisa Cicchillitti e Panfilo D’Ercole. Affiancherà detta Giuria una Giuria popolare formata da studenti delle scuole superiori cittadine.

Norme di partecipazione
  1. Sono ammessi al Premio gli autori esordienti, residenti nell’ambito territoriale dello Stato italiano.
  2. È ammesso al Premio un solo romanzo, edito in forma cartacea nel periodo 1° gennaio 2014/31 marzo 2015, di un autore che non abbia già partecipato alla precedente Edizione.
  3. Ogni opera dovrà pervenire in 5 (cinque) copie entro il 31 marzo 2015 al seguente indirizzo: Biblioteca del Centro Culturale “Aldo Moro”, via Istonia 1 - 66050 San Salvo (CH). Per i limiti di accettazione farà fede la data risultante dal timbro dell’Ufficio Postale di partenza. Le copie pervenute non saranno restituite e, a cura del Comitato Direttivo, saranno donate alla Biblioteca del Centro Culturale “Aldo Moro” di San Salvo e ad altri enti o associazioni.
  4. Il modulo per la richiesta di partecipazione al Premio può essere scaricato dal sito www.premiosansalvo.it, dalla pagina Facebook del Premio San Salvo (organizzazione) o ritirato presso la Biblioteca del Centro Culturale “A. Moro” di San Salvo.
  5. Il modulo, debitamente compilato e sottoscritto, dovrà essere inviato/presentato insieme o separatamente alla spedizione/consegna delle cinque copie dell’opera in concorso.
  6. Il costo di spedizione e ogni altra eventuale spesa per la partecipazione saranno a carico degli autori.
  7. La partecipazione comporta l’integrale accettazione delle norme del Regolamento.

 
 
 

Come scrivere un libro di successo?

Post n°660 pubblicato il 20 Marzo 2015 da olivieromatteo

Come scrivere un libro di successo? Stephen King lo sa bene, dato che ogni romanzo da lui sfornato diventa presto un best seller mondiale. King, che è sicuramente uno dei miei autori preferiti, anni fa ha rilasciato questa intervista, che ho tratto dal sito sololibri.net



Ma qual è il segreto del suo successo?

"Quando mi chiedono qual è il segreto del mio successo (un’idea assurda, questa, da cui però è impossibile liberarsi), a volte dico che ce ne sono due: mi sono mantenuto fisicamente in salute e sono rimasto sposato. E’ una buona risposta perché fa sparire la domanda e perché c’è un elemento di verità in essa. La combinazione di un corpo in salute e di una relazione stabile con una donna indipendente che non si lascia incantare né da me né da chiunque altro ha reso possibile la continuità della mia vita lavorativa. E credo che sia vero anche l’inverso: che la mia scrittura e il piacere che mi dà abbiano contribuito alla stabilità della mia salute e della mia vita domestica".

Quali sono le 10 regole di Stephen King per scrivere un bestseller?

Come scrivere un bestseller?

Ecco il decalogo che ogni aspirante scrittore dovrebbe osservare per giungere al successo editoriale secondo King.

1. Abbiate talento.

"Ho le mie opinioni, ma il più delle volte le tengo per me. Quelli che sono pubblicati in modo costante e vengono pagati per ciò che scrivono possono essere santi o sgualdrine, ma stanno chiaramente raggiungendo un sacco di persone che vogliono proprio ciò che essi hanno da offrire. Ergo, sono in grado di comunicare. Ergo, possiedono talento. Ciò che più conta per una scrittura di successo è il talento e, nel contesto del marketing, l’unico pessimo scrittore è quello che non viene pagato. Se non avete talento, non avrete successo. E se non avete successo, dovreste sapere quando smettere".

E Polidoro aggiunge che il primo passo da compiere per chi desideri puntare al bestseller è il seguente:

"Osservare con spirito critico ciò che si scrive e chiedersi se ha la possibilità di piacere agli altri".

D’altra parte anche questo è talento.

2. Siate ordinati.

Che significa? All’epoca in cui King scrisse questi consigli, non aveva ancora avuto luogo la rivoluzione digitale, per cui i testi non si stampavano da pc, e l’ordine era inteso come pulizia e come garanzia di non presentare un manoscritto pieno di correzioni a mano. Tuttavia, anche oggi l’ordine come assenza di refusi è sempre un must.

3. Fate autocritica.

"Se non avete riempito il vostro manoscritto di correzioni significa che siete stati pigri. Solo Dio ci azzecca al primo tentativo. Non siate sciatti".

Scrivere vuol dire anche riscrivere, essere editor di sé stessi, poiché, come scrive Polidoro, la riscrittura separa il professionista dal dilettante.

4. Tagliate le parole inutili.

"Volete scrivere per guadagnare? Arrivate al punto. E se una volta tolta tutta la spazzatura in eccesso scoprite che un punto non c’è, strappate ciò che avete scritto e ricominciate da capo... o provate qualcosa di nuovo".

Tagliare le parole inutili non è sinonimo di essere sintetici, perché come ben sanno i fan di King molti suoi romanzi, tra cui IT, L’ombra dello scorpione, The Dome, sono tutt’altro che brevi. Non bisogna rallentare la trama con termini superflui.

5. Tirate dritto durante la prima stesura.

"Volete scrivere una storia? Mettete via dizionari, enciclopedie, almanacchi e vocabolari. Ancora meglio, gettate il vocabolario nel cestino della carta straccia. L’unica cosa peggiore di un vocabolario sono quei libretti-riassunto che gli studenti, troppo pigri per leggere i romanzi assegnati, si comprano quando si avvicinano gli esami. Se dovete cercare una parola sul vocabolario per conoscerne il significato vuol dire che è la parola sbagliata. Non ci sono eccezioni a questa regola. Pensate di avere scritto male una parola? Ok, ecco la vostra scelta: o ve la andate a cercare sul vocabolario, assicurandovi così di averla scritta giusta - rompendo però la concentrazione e il corso dei pensieri in cambio - oppure la scrivete come vi ricordate e la correggerete in un secondo tempo. Perché no? Pensate forse che vada da qualche parte? E se avete bisogno di conoscere la più grande città del Brasile e scoprite di non saperlo, perché non scrivete Miami o Cleveland? Potrete verificare qual è… ma più tardi. Quando vi sedete a scrivere, scrivete. Non fate nient’altro tranne andare al bagno, e solo se non può assolutamente essere rimandato".

Il tempo ideale per la prima stesura? Circa 3 mesi.

6. Informatevi sul mercato.

"Se vi piace la fantascienza, leggete le riviste che la pubblicano. Se volete scrivere storie d’amore, leggete i femminili. E così via. Non è solo questione di sapere che cosa è adatto per la storia che avete terminato. Dopo un po’ inizierete a entrare in sintonia con il ritmo generale, i gusti editoriali, le inclinazioni di una data rivista. A volte, leggere qualcosa può influire sulla vostra storia e finire così per farvela vendere".

Insomma bisogna cercare l’editore ed informarsi, sfogliando molti cataloghi: anche questo fa parte del mestiere se volete scrivere un bestseller.

7. Scrivete per divertire.

"Scrivere non riguarda il fare soldi, diventare famosi, portarsi a letto qualcuno o farsi degli amici. In fin dei conti, riguarda l’arricchimento delle vite di coloro che leggeranno il vostro lavoro, ma riguarda anche il vostro arricchimento personale. Riguarda l’alzarsi, lo stare bene e il concludere qualcosa. Rendersi felici, okay? Rendersi felici".

Secondo King bisogna chiedersi spesso se ci si sta divertendo. La risposta non deve essere sempre positiva, ma se è sempre negativa...

"è ora di pensare a un nuovo progetto o a una nuova carriera".

8. Come valutare le critiche.

"Mostrate il vostro lavoro a un certo numero di persone, diciamo dieci. Ascoltate attentamente a ciò che vi dicono. Sorridete e annuite molto» consiglia King. Poi, esaminate con molta cura ciò che vi è stato detto. Se i vostri critici vi dicono tutti la stessa cosa su qualche aspetto della storia - una piega della trama che non funziona, un personaggio che suona falso, una narrazione ampollosa o un’altra mezza dozzina di possibilità - cambiatela. Non importa se quella piega o quel personaggio vi piacevano davvero tanto; se un sacco di gente vi dice che qualcosa non va con il vostro pezzo, è così. Se sette o otto di loro puntano sulla stessa cosa, suggerirei comunque di cambiarla. Ma se tutti - o quasi tutti - criticano qualcosa di diverso, allora potrete tranquillamente ignorarli".

Una delle cose più importanti da fare per scrivere un bestseller è uscire dall’autoreferenzialità e scegliere il target di riferimento. Non solo. Bisogna scrivere una storia che ci appassiona, seguendo i nostri gusti e il nostro genere preferito, una delle chiavi di successo è infatti aver letto molto, così da poter scoprire quali elementi ricorrenti, i cosiddetti capisaldi, il lettore si aspetta di trovare nella nostra storia.

9. Un agente? Lasciate perdere. Per ora.

"Gli agenti prendono una percentuale dei guadagni dei loro clienti. Una percentuale sul niente è niente. Anche gli agenti devono pagare l’affitto. Gli scrittori esordienti non contribuiscono né a quella né ad altre necessità della vita. Fate girare da soli le vostre storie. Se avete scritto un romanzo, mandate in giro proposte agli editori, uno alla volta, e fate seguire qualche capitolo di esempio se non l’intero manoscritto. E ricordate la Prima Regola di Stephen King degli Scrittori ed Agenti, imparata attraverso amara esperienza personale: non te ne serve uno finché non guadagni abbastanza perché qualcuno ti possa derubare… e se guadagni così tanto, sarai in grado di scegliere tra ottimi agenti".

Cosa deve fare un aspirante scrittore di bestseller? Pubblicare il proprio libro con un vero editore, non self-publishing o vanity press.

10. Se non funziona, uccidetelo.

"Quando si tratta delle persone, l’omicidio misericordioso è contro la legge. Quando si tratta di narrativa, è la legge. È tutto ciò che vi serve sapere. E se mi avete ascoltato, potrete scrivere qualunque cosa vogliate".

Cosa ne pensate? E se siete degli aspiranti scrittori, quali sono le regole che state seguendo per il vostro libro?

© Riproduzione riservata

 
 
 

Premio letterario "Raccontami la storia"

Post n°659 pubblicato il 13 Marzo 2015 da olivieromatteo

Premio nazionale di narrativa storica edita e inedita “Raccontami la Storia”

(Scadenza 31 marzo 2015)


Premiazione a Rocca San Giovanni (CH)

sabato 27 e domenica 28 giugno 2015


Il Comune di Rocca San Giovanni, l’Associazione Culturale “Ericle D’Antonio”, la Biblioteca comunale “Arturo Colizzi” e l’Associazione Editori Abruzzesi indicono la 1ª Edizione del Premio Nazionale di Narrativa Storica Edita e Inedita "Raccontami la Storia" dedicato a Ericle D’Antonio, riservato a libri di romanzi storici e a racconti storici inediti (di qualsiasi genere letterario) di autore italiano o di madre lingua italiana residente all’estero.



Sezione a) Romanzo storico, edito negli anni 2013-2014

Spedire entro il 31 marzo 2015, TRE copie di romanzi storici editi negli anni 2013-2014 (con allegata scheda di partecipazione) alla segreteria del Premio.

Premi:

- Per i tre autori Finalisti: ospitalità per 2 persone per i 2 giorni della manifestazione, Targa, cesto di prodotti enogastronomici

- Per il Vincitore premio in denaro di € 1.000,00 (euro mille), con l’obbligo della presenza senza possibilità di delega (in caso di assenza il montepremi sarà ripartito tra gli altri autori finalisti presenti)



Sezione b) Racconto storico inedito

Spedire entro il 31 marzo 2015 racconti inediti (in PDF) di lunghezza tra le 5 e le 15 cartelle (1800/2000 battute per cartella) alla e-mail premioraccontamilastoria@gmail.com con allegata scheda di partecipazione firmata; ogni concorrente può presentare al massimo due opere.

Premi:

- Per i dieci autori Finalisti: ospitalità per 2 persone per i 2 giorni della manifestazione, Diplomi, cesto di prodotti enogastronomici

-  Le dieci Opere finaliste saranno pubblicate in un volume a cura di uno degli editori aderenti all’Associazione Editori Abruzzesi e presentato il giorno della manifestazione della 2ª Edizione del Premio. Gli autori cedono a titolo gratuito il diritto di pubblicazione (per tre anni dalla data di pubblicazione). Una copia della pubblicazione sarà loro assegnata gratuitamente.



Presidente del Premio sarà il dott. Rodolfo De Laurentiis; Presidente della Giuria la dott.ssa Marta Tridente. I componenti della Giuria saranno scelti dalla Amministrazione Comunale di Rocca San Giovanni.

La partecipazione implica l’accettazione piena e incondizionata del bando di Concorso, la cui violazione comporta la esclusione dal Premio. Il giudizio della Giuria è insindacabile e inappellabile.

La comunicazione ai finalisti avverrà entro il 31 maggio 2015. La proclamazione dei vincitori avverrà durante le giornate di premiazione che si svolgeranno a Rocca San Giovanni (CH) nelle date del 27 e 28 giugno 2015.



Segreteria del Premio:

Biblioteca Comunale “Arturo Colizzi”

Via Occidentale n. 1

66020 Rocca San Giovanni (CH)


premioraccontamilastoria@gmail.com

 
 
 

Ultimato ... finalmente

Post n°658 pubblicato il 06 Marzo 2015 da olivieromatteo

E' vero, il lavoro purtroppo non mi ha permesso di dedicarmi più alla scrittura come facevo da giovane sognatore, ora mi reputo più un giovane lavoratore con l'hobby della scrittura, hobby spesso poco coltivato a causa della mancanza di tempo.
Nonostante ciò, ieri finalmente ho ultimato il nuovo progetto, anche se per ora resta ancora anonimo. Gli ultimi capitoli sono stati scritti, l'idea per il finale attende solo il nero sul bianco, il titolo resterà ancora ignoto per un pò, ne sono consapevole.
Ciò che conta è l'aver portato a termine il mio progetto, il passaggio alla seconda fase, rilettura, e poi ancora revisione. Dopodichè lo invierò a tutte le case editrici interessate, oppure lo invierò per partecipare a qualche premio o concorso letterario.
Anche se è completamente differente dallo stile degli altri due libri pubblicati, anche questo lo sento mio, si può dire che ogni cosa che ho scritto rappresenti una parte di me.
Non la mia parte migliore, forse, ma sempre una parte di me.

 
 
 

Pubblicare un libro

Post n°657 pubblicato il 26 Febbraio 2015 da olivieromatteo

Pubblicare un libro (in uscita in una versione aggiornata per la collana I libri di Wuz di Editrice Bibliografica) è una guida pratica (firmata da Maria Grazia Cocchetti) per chi scrive narrativa, libri per bambini, non-fiction, manualistica. “Un viaggio alla scoperta dei temi preferiti degli editori, delle modalità di contatto, dei tempi di risposta. Ma anche un’aggiornata panoramica sugli itinerari alternativi quali le scuole di scrittura, le agenzie letterarie, i festival di letteratura, i blog…”.

Dedicato agli scrittori esordienti e agli autori professionisti, questo volume esplor2a tutte le possibilità (self-publishing compreso), senza dimenticare l’ABC dell’autore “fai da te”.

Nel libro, scrittori, direttori di scuole di scrittura creativa e addetti ai lavori si raccontano e offrono consigli concreti.

tratto da Illibraio.it

 
 
 

Concorso letterario Ossi di Seppia

Post n°656 pubblicato il 12 Febbraio 2015 da olivieromatteo

COMUNE DI TAGGIA

 Assessorato Turismo e Cultura   

 

21° PREMIO NAZIONALE DI POESIA INEDITA

      “OSSI DI SEPPIA”

 

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE:

 

1)    La partecipazione è completamente gratuita.

2)      I partecipanti dovranno inviare un minimo di TRE ed un massimo di SETTE poesie inedite, libere nel tema nella scelta del metro e nel numero dei versi, in singola copia.

3)      MODALITA’ DI INVIO CARTACEO: i testi anonimi non dovranno contenere nessun segno di riconoscimento e saranno inseriti in BUSTA ANONIMA CHIUSA indirizzata a: SEGRETERIA DEL PREMIO “OSSI DI SEPPIA”, COMUNE DI TAGGIA, VIA SAN FRANCESCO 441 – 18018 TAGGIA. (IM). All’interno del plico contenente i lavori dovrà essere allegata un’altra busta nella quale saranno inseriti i seguenti dati: Nome Cognome, luogo data di nascita, indirizzo, telefono e firma dell’autore, dichiarazione che l’opera è inedita e dati personali secondo quanto previsto dalla normativa sulla privacy e solo ai fini della manifestazione. MODALITA’ DI INVIO ELETTRONICO: i testi anonimi non dovranno contenere nessun segno di riconoscimento e dovranno essere annessi in ALLEGATO UNICO alla e-mail in formato WORD o PDF e trasmessi a: ossidiseppia21secolo@yahoo.it. Solo e tassativamente sulla e-mail dovranno essere riportati i seguenti dati: Nome, Cognome, luogo data di nascita, indirizzo, telefono, dichiarazione che l’opera è inedita e dati personali secondo quanto previsto dalla normativa sulla privacy e solo ai fini della manifestazione.

4)      Tutti i testi dovranno essere inviati inderogabilmente entro il 27 febbraio 2015.

5)      Le poesie saranno valutate da una Giuria il cui giudizio è insindacabile e inappellabile. LE OPERE DEI PRIMI TRE AUTORI FORMERANNO UNA ANTOLOGIA CHE SARA’ PUBBLICATA AD ESCLUSIVE SPESE DEL COMUNE DI TAGGIA.

6)      Riceveranno notifica soltanto i vincitori e gli autori segnalati dalla Giuria Tecnica.

7)      Il bando completo potrà essere consultato a partire dal mese di febbraio sul sito www.taggia.it

8)      Sono esclusi dalla partecipazione i vincitori delle ultime dieci edizioni.

9)      La premiazione è prevista per il mese di marzo 2015 ore 17.00 presso la storica Villa Paolo Boselli di Arma di Taggia.

 

Per ulteriori informazioni rivolgersi al Segretario del Premio: Lamberto Garzia  oppure cell. 329 0330557, oppure a ossidiseppia21secolo@yahoo.it

 

 

 
 
 

Troppe puttane. Troppo canottaggio

Post n°655 pubblicato il 06 Febbraio 2015 da olivieromatteo

Girovagando per il web, ho trovato un interessante libro che mi piacerebbe regalarmi quanto prima.
"Troppe puttane. Troppo canottaggio.
Altro non è che una raccolta di lettere che grandi della letteratura come Balzac o Proust, hanno inviato a loro colleghi e scrittori esordienti, un insieme quindi di consigli e raccomandazioni su come scrivere un libro.
Riporto una breve recensione:
La letteratura come arte marziale nei consigli di sette grandi scrittori francesi: Balzac, Baudelaire, Flaubert, Gide, Maupassant, Proust e Zola. Suggerimenti, segreti svelati e lezioni esistenziali a beneficio di chi sogni di dare un giorno alle stampe il suo capolavoro. Dopo una vita di mondanità, Marcel Proust si ritirò in una camera insonorizzata per dedicarsi alla Recherche. Balzac trovava invece nel gran frastuono del mondo il contesto ideale per scrivere un romanzo dopo l’altro. Baudelaire faceva della misantropia una virtù, mentre Flaubert poteva ossessionarsi per giorni interi su una virgola da spostare. E tutti loro, con la generosità dei grandi, hanno messo i segreti della loro arte a disposizione di chi volesse farli propri: nelle lettere spedite ad apprendisti scrittori, in piccoli saggi, oppure disseminandoli come indizi nelle loro stesse opere. Filippo D’Angelo ha raccolto il meglio di questo materiale, ha isolato i passi più utili e significativi, ma anche quelli più sorprendenti e scandalosi, regalandoci un prezioso manuale di scrittura e al tempo stesso il racconto appassionante di come gli autori di romanzi immortali inventarono se stessi.

 
 
 

Premio letterario San Giorgio

Post n°654 pubblicato il 30 Gennaio 2015 da olivieromatteo

                                 REGOLAMENTO
Art. 1 - PROMOTORI – Parrocchie di SS. Sebastiano e Rocco e San Francesco Saverio in Sezze.
Art. 2 - PARTECIPANTI – Il concorso è aperto a tutti gli alunni dalla terza classe della Scuola Primaria e a tutti gli alunni della Scuola secondaria di Primo e Secondo Grado di ogni regione d’Italia. Possono partecipare anche intere classi  di alunni con lavori di gruppo purché presentati dalle loro insegnanti.

Art. 3 - QUOTA D’ISCRIZIONE - La partecipazione al concorso è gratuita.
Art. 4 - ELABORATI –  Si  potranno presentare tre copie per ogni sezione a cui  si intende aderire. Ogni candidato può partecipare a più sezioni. E’ consigliabile scrivere sulla busta la sezione alla quale si intende partecipare.
Art. 5 - MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE – Il testo dovrà essere prodotto su supporto cartaceo (3copie) e per la sezione cortometraggi o filmati, su supporto digitale (C.D.). Il testo non dovrà in alcun punto recare indicazione del nome dell’autore o altro riferimento che consenta il riconoscimento di quest’ultimo, pena l’esclusione degli elaborati dal concorso. Il nome dell’autore con i relativi dati personali dovrà essere indicato a parte sul modulo di partecipazione, allegato al presente regolamento, inserito in una busta che verrà classificata con la dicitura “busta A”. Il testo su carta o il supporto elettronico (C.D.) dovranno essere inseriti in un’altra busta che       recherà soltanto la scritta: “ PREMIO LETTERARIO NAZIONALE: SAN GIORGIO E IL DRAGO, IL LIBRO E LA ROSA”. Gli elaborati non saranno restituiti. 
Art. 6 - SCADENZA – La busta dovrà essere consegnata o spedita (farà fede il timbro postale) presso : GABELLINI MARIA CARLA, VIA COLLI I TRATTO LOTT. TULLI 04018 SEZZE LT  entro e non oltre il 10 Febbraio 2015. I testi pervenuti successivamente non verranno presi in considerazione.
Art. 7 – COMPOSIZIONE DELLA GIURIA E VALUTAZIONE – Tutti i lavori saranno sottoposti al giudizio di una giuria nominata dai promotori del concorso. La giuria determinerà una classifica basandosi sulla propria sensibilità artistica ed umana, in considerazione della qualità dello scritto, dei valori dei contenuti, della forma espositiva e delle emozioni suscitate. Il giudizio della giuria sarà inappellabile ed insindacabile. La giuria è così composta: Presidente dott.ssa Anna Castrucci. Presidente onorario della giuria Don Paolo Spaviero. Membri: ins. emerita Isabella Battaglia Berti, ins. Fiorella Moretti, prof. Danieli Maurizio. Segretaria  ins. Maria Carla Gabellini.
Art. 8 - PREMIAZIONE - La proclamazione del vincitore e la consegna del premio avrà luogo all’interno della manifestazione il giorno 23 Aprile 2015  nel luogo che verrà indicato ai vincitori attraverso comunicazione scritta. . I vincitori saranno informati secondo le modalità indicate da ciascun partecipante nel modulo di partecipazione.
Art. 9 – PREMI - 1° classificato: per ogni sezione, materiale didattico per un valore di euro 100 o buono acquisto libri - 2° classificato: euro 75,00 in materiale didattico o buono acquisto libri- 3° classificato: materiale didattico o buono acquisto libri per un valore di euro 50,00.                                                                                                 
Nella sezione cortometraggi  verrà individuato un unico vincitore a cui verrà assegnato un premio per un valore di euro 100 buono acquisto in materiale digitale o informatico.
.Art. 10 – PUBBLICITÀ – Il concorso e il suo esito saranno opportunamente pubblicizzati attraverso la stampa ed altri media.
Art. 12 – ALTRE NORME – La partecipazione al concorso implica l’accettazione integrale del presente regolamento, senza alcuna condizione o riserva. La mancanza di una sola delle condizioni che regolano la validità dell’iscrizione determina l’automatica esclusione dal concorso letterario.
 
Per informazioni rivolgersi alla segreteria del premio presso: Gabellini Maria Carla, Via colli I Tratto 04018 Sezze Lt  Cell. 333-3113404,oppure per posta elettronica all’indirizzo carlagabellini@hotmail.it 
Modulo di partecipazione al Concorso Letterario Nazionale “San Giorgio e il drago, il libro e la rosa”
indetto dalle Parrocchie di SS Sebastiano e Rocco e San Francesco Saverio
(da compilare in ogni sua parte, pena l’automatica esclusione dal concorso)


Io sottoscritto/a:
Nome:...................................................................................................................
Cognome:..............................................................................................................
Nato il:...................................  a:..........................................................................
Residente a : via....................................................................................................
Comune:...................................................................................................................
Provincia:........................................................................ CAP:.................................
Telefono fisso:..............................................  Cellulare:..............................................
E-mail:..................................................................................................................
In caso di vincita contattatemi a mezzo          e-mail           telefono            lettera
Partecipo al concorso con l’opera...............................................................................

- Dichiaro che l'opera presentata è frutto del mio ingegno, non è stata premiata in altri concorsi e non è stata pubblicata.

- Dichiaro di accettare integralmente tutte le norme e le disposizioni contenute nel regolamento del concorso, di cui ho preso visione, senza alcuna condizione o riserva.

- Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai fini istituzionali, ai sensi della legge 196/2003.



………………………………………………………………………………………………………………
Firma chiaramente leggibile


In caso di alunni di scuola partecipanti in gruppo basterà la firma degli  insegnanti, altrimenti, per i minorenni sarà opportuno firmino i genitori o chi ne fa le veci.
   
               

 
 
 

Nuovi scrittori cercasi

Post n°653 pubblicato il 27 Gennaio 2015 da olivieromatteo

“La prima penna”. Parte in via sperimentale il concorso letterario organizzato da Ente Cassa di Faetano destinato a giovani, giovanissimi, ma anche a talenti di ogni età
Presidente della giuria Rosanna Cancellieri. —
“La prima penna” è il titolo del concorso letterario organizzato e promosso da Ente Cassa Faetano, importante fondazione radicata nella Repubblica di San Marino. Il concorso parte in via sperimentale come costola culturale del salotto letterario di Villa Manzoni che, nell’edizione 2014, ha visto avvicendarsi sul Titano autori di chiara fama e personaggi di spicco del mondo culturale.

Il titolo è un chiaro riferimento alla matrice sammarinese di questo progetto, una terra che negli ultimi anni ha visto germogliare ed affermarsi eventi culturali ed artistici di livello internazionale, grazie anche al sostegno dell’Ente stesso, che ha sempre visto in esse un’occasione di crescita per la persona e di sviluppo per il territorio.
Il premio vuole essere soprattutto un’occasione di espressione per la creatività dei giovani in ambito letterario. Sono ammessi al concorso, infatti, anche gli studenti più giovani, dalla I Media in poi, ai quali si vuole offrire lo stimolo e l’opportunità di una ribalta, così come accade anche per la musica, la pittura e altri generi artistici. E’ prevista anche la possibilità di partecipare come classe. E’ in questa età che sbocciano i talenti e l’Ente Cassa Faetano desidera investire su di essi, valorizzarli, nella consapevolezza del potere del linguaggio come forma fondamentale di comunicazione e della sua capacità di produrre conoscenza, aprire menti e mondi, diffondere bellezza.
Ma il premio offre un’opportunità a nuovi scrittori anche oltre i diciotto anni, con due sezioni dedicate sia agli under 30, sia agli over 30.

La partecipazione è aperta a tutti (di qualunque residenza e nazionalità) purchè si presenti un’opera in lingua italiana. Il genere scelto è quello del racconto – breve, fino a un massimo di 30mila battute – da presentare entro il 30 aprile 2015.

Il premio vanta una giuria di altissimo livello: Presidente la giornalista RAI Rosanna Cancellieri, e Vice Presidente Lorenza Ghinelli, già finalista al Premio Strega nel 2012.

I vincitori di tutte le sezioni riceveranno un premio in denaro e la pubblicazione del loro lavoro. Per le modalità di partecipazione per visionare bando e regolamento, visionare il sito www.ecf.sm

 
 
 

Writers 2

Post n°652 pubblicato il 23 Gennaio 2015 da olivieromatteo

Dopo il successo dello scorso anno, il prossimo 7 febbraio a Milano, ai Frigoriferi Milanesi, accanto al Palazzo del Ghiaccio, si svolgerà la seconda edizione della rassegna writers 2.
Si tratta di una rassegna in cui gli scrittori si raccontano, condividendo l'evento con poeti, musicisti, attori, con la finalità di promuovere la cultura, avvicinare alla lettura, alla musica, alla poesia, al teatro e all'arte in generale.
Si svolgeranno una trentina di incontri tra il 7 e l'8 febbraio, e per la prima volta c'è la presenza di uno scrittore straniero, Jhumpa Lahiri , Premio Pulitzer per la narrativa, che presenterà il suo ultimo libro In altre parole (Guanda), scritto in italiano.
Grande attenzione anche ai bambini, con writers kids, no spazio divertente dove i genitori possono lasciare i bambini che con la guida di personale qualificato potranno avvicinarsi alla lettura e all’amore per i libri, giocando. 

Il programma completo è visibile su www.writersfestival.it

 
 
 

5 regole per scrittori esordienti

Post n°651 pubblicato il 20 Gennaio 2015 da olivieromatteo

Bazzicando un pò su internet, ho trovato sul sito libreriamo.it le 5 regole per diventare uno scrittore, certo non come King o Camilleri, anticipa l'articolo, ma sono pienamente d'accordo sulla loro valenza:

Scrivere non è facile. Ma dopotutto non è nemmeno impossibile. Servono pazienza, predisposizione, idee, tempo e volontà. Per venire incontro a tutti gli scrittori emergenti che ci seguono, abbiamo redatto questo piccolo prontuario con qualche utile consiglio per affinare lo stile e acquisire una maggiore padronanza dei mezzi. Forse non sarà sufficiente a trasformarvi nei futuri top-sellers, ma siamo sicuri che potrà fornirvi qualche spunto utile.

 
Ecco i nostri cinque consigli destinati a tutti gli aspiranti scrittori.

 

 
1 - Leggere, rileggere, strarileggere. E ancora rileggere
Non bisogna rileggere solo per la sistematica traccia al refuso. Il vostro romanzo va letto, riletto e straletto, preferibilmente ad alta voce. Solo così potete rendervi conto di cosa funziona e di cosa necessita di revisioni. Uno scrittore non deve farsi scrupoli di tagliare, snellire, sintetizzare. Sappiamo che è difficile rinunciare alle frasi partorite dalle vostre menti, ma spesso alcune di queste risultano superflue. Scrivete, mettete da parte, lasciate fermentare e dopo un po’ rileggete: cambierete idea su moltissime questioni! Leggere, rileggere, fare leggere a terzi: tutto ciò vi aiuterà moltissimo a migliorare il vostro lavoro.

 
2 - Evitare gli stereotipi!
Siate creativi e fantasiosi! Non ripercorrete strade e personaggi stravisti e strasentiti, osate! Informatevi, fate ricerche, cercate di sapere sempre di cosa state parlando. Non c’è niente di più fastidioso di leggere un romanzo con personaggi e situazioni approssimativi. Evitate la banalità, l’ovvietà, tutto quanto è già stato stra-abusato. Argomentate! Ingegnatevi! L'originalità non paga sempre. Ma spesso... serve comunque controllo!

 
3 - Non trascurate la storia…
Un libro deve raccontare qualcosa. La storia è la ragione stessa per cui si scrive. Può essere più o meno complessa e a secondo di questo grado di complessità può piacere a pubblici diversi. Ma comunque un libro deve raccontare qualcosa. Che sia la descrizione di un viaggio, degli stati d’animo dei personaggi, una sequenza irrefrenabile di eventi da cardiopalma. Ma fate succedere qualcosa, descrivete i personaggi, contestualizzate la storia, predisponete il cambiamento che volete descrivere e analizzatelo. Scrivete un libro in cui non succede niente e saranno pochissimo – forse nessuno! – ad arrivare fino in fondo!

 
4 - …e non trascurate nemmeno il linguaggio!
Ok, avete deciso cosa raccontare? Ecco, raccontatelo bene! Non basta una bella storia per fare un bel libro. Occorre anche una bella scrittura e questa è fatta di semplicità e fantasia: cercate di variare il lessico, di usare metafore – anche qui, occhio agli estremi “banale” e “esagerata” -, di evitare ripetizioni, di essere intriganti e originali, ma pur sempre – soprattutto! – comprensibili. Evitate la rindondanza. Tenete sempre conto che non state scrivendo per voi, ma per chi vi leggerà. Ancora una volta, leggere ad alta voce vi aiuterà a trovare la via.

 
5 - Conoscere le regole. E leggete, dannazione!
Innanzitutto la grammatica. Una lingua approssimativa e farcita di errori grammaticali contribuirà ad abbattere la vostra credibilità autoriale. Evitate di sbagliare accenti, apostrofi, tempi verbali. Non fatevi intimorire dal congiuntivo. Scrivere un testo con degli errori – errori del quale magari non siete consapevoli, e quindi potrebbero essere reiterati – svelerà un’altra vostra debolezza: una scarsa attitudine alla lettura. Non esiste uno scrittore che non sia un divoratore seriale di libri. E un divoratore seriale di libri determinate problematiche grammaticali le impara anche solo per osmosi, per via della lunga e radicata consuetudine alla lettura.

 
 
 
Successivi »
 

<br/><a href=

 

 

Per leggere le prime pagine del mio romanzo "La nube grigia", clicca qui

 

Per i miei video su youtube clicca qui

 

Per tutti gli scrittori esordienti e non: Inviate a matteooliviero2009@libero.it  una recensione del vostro libro e/o una foto della copertina, sarò lieto di dedicarvi un post offrendovi lo spazio necessario per la promozione del vostro romanzo.

 
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK