Creato da esse.enza il 30/10/2008

§enza ancora ...

[... risalgo.]

 

.§.

Post n°35 pubblicato il 16 Novembre 2012 da esse.enza




Procedo intinta in una mestizia costante. Mi cinge avida nel suo abbraccio vischioso.
Pensieri; vespe che ronzano inquiete. Incombono e s'incollano dove scovano pelle.

Di tanto in tanto il più furioso mi punge.
Mi gonfia, m'arrossa, mi rende bollente
in un battito d'ali dolorosamente pulsante.

Nessuna ape operosa all'orizzonte. Distese d'alveari acuminati.


.§.
[Febbraio 2009]


 
 
 

.§.

Post n°34 pubblicato il 27 Maggio 2012 da esse.enza




C.§.I. - Corpo §enza Identità

Occorrerebbe la squadra.
Per raschiarti da sotto le unghie.

Occorrerebbe la squadra.
Per cavarti da ogni orifizio.

Occorrerebbe la squadra.
Per scrostarti dalla cute.

Occorrerebbe la squadra.
Per aspirare via ogni tuo umore.

Occorrerebbe la squadra.
Per asportarti dalle gengive.

Occorrerebbe la squadra.
Per sfregarti dai denti.

Occorrerebbe la squadra.
Per isolarti dalle mie lacrime.

Occorrerebbe la squadra.
Per strapparti via insieme al vello.

Occorrerebbe la squadra.
Per lavarti via dai capelli.

Occorrerebbe la squadra.
Per ripescarti nel sangue.

Occorrerebbe la squadra.
Per aprirmi il torace e sfilarti dal cuore che hai abusivamente occupato.

Ma come effettuare poi il riconoscimento?
Transitando hai rimosso l'intera vecchia me stessa.
Ero creta sotto i tuoi polpastrelli
plasmata dal tuo desiderio.

Cavalla §enza più morso ne' briglie
scalpito finchè il giorno va a dormire.
Puledra §enza guida e finimenti
consumo ogni notte a nitrire.


.§.
[Gennaio 2009]


 
 
 

.§.

Post n°33 pubblicato il 02 Ottobre 2010 da esse.enza




Non temere, mi è di tutta evidenza. 
Ho ben chiaro che la "scelta" è stata tua.
Non potrei confondermi neppure se volessi.
L'hai cesellato in braille intorno ad ogni mia mucosa.
Chiunque vi passasse i polpastrelli leggerebbe:

"Sono i miei avanzi, quelli che stai sfiorando."


.§.



 
 
 

.§.

Post n°32 pubblicato il 09 Luglio 2010 da esse.enza




<<<Mi muovo cauto tra il tuo cuore e il tuo spirito e divento guanciale.
Appoggia la testa, per una volta riposa. 
Sarò il Guardiano dei sogni che nulla chiede al risveglio.>>>



Incauto hai scosso l'anima e l'e§§enza
trasformando la mia tregua in un miraggio. 
Pagato il dazio vibro d'a§§enza
e non ho più sogni, non ho più sonni.

Pioggia, buio, lacrime.
Lacrime, buio, pioggia.
Diluvia, è notte, singhiozzo.
Sarà mai un nuovo giorno di sole?
Il viaggio, l'amore, il cibo, il ritorno?

Mai.
Continui a calpestarmi.


.§.



 
 
 

.§.

Post n°31 pubblicato il 29 Maggio 2010 da esse.enza




Dolore dai risvolti abietti e patetici
reversibile come un loden logoro ma eterno;
ecchimosi impunturate dal di dentro
e tinta verde guasto dal di fuori.
Penelope di un tempo a§§ente
rammendo gli orli all'anima strappata;
 rattoppi, ricami e aggiustamenti
a contenerne la fodera consunta.
Con dita inabili m'affanno ad appuntare
i fili laceri, tirati ogni rabbiosa notte;
ma l'alba è dispettosa e li spiattella
non c'è pietà per i miei indecorosi stracci.


.§.



 
 
 

.§.

Post n°30 pubblicato il 13 Aprile 2010 da esse.enza




<<<Perchè vuoi dirle addio? Se si è davvero amici, se si è davvero amanti - nell'accezione più intensa del termine - l'addio non può essere contemplato. Mai. Almeno nella mia limitata visione delle cose. Almeno nel mio modo di essere amica. Almeno nel mio modo di amare. Chi ritiene d'aver ragioni per dire addio lo fa solo per l'incapacità di provare un sincero sentimento.>>>

...

Tronfia sentenziava la mia vanagloria, solo pochi giorni orsono.
Acuta gemeva la mia vergogna, in questa notte di abbandono.

Grondava spasmo e tormento, in un vano e deleterio supplizio.
"Vattene! Addio! Ti odio! Mi hai uccisa! Sei il mio strazio!"

E tu che piangendo descrivevi il dolore provato
mentre mi segavi via come un arto menomato.

Ma sono sempre §enza
pur nell'incoerenza
di tutta quest'a§§enza
densa più di una pre§enza
che non fa beneficenza. 



.§.



 
 
 

.§.

Post n°29 pubblicato il 10 Gennaio 2010 da esse.enza




§enz'azione
ho esaurito il tuo ed il mio tempo.
Il §ogno č infranto. Il cielo č al suolo.

§enz'annuncio
hai tradito il §enso e rotto l'incantesimo.
Il dominio č terminato, la spettanza invalidata.

Nelle tue mani io non ci torno.

E' "amicizia" che vuoi? Amicizia avrai.



.§.



 
 
 

.§.

Post n°28 pubblicato il 09 Giugno 2009 da esse.enza




L'alito fatato della tua fantasia 
lisciava le pieghe del mio desiderio
aprendolo come un ventaglio infinito.
Sedotta dalla perseveranza del soffio
fluttuavo elastica fra le maree del §enso.

Oggi l'a§§enza ha piombato tutte le giunture
soffro per il benchè minimo spostamento.
Nulla che sciolga questi nodi
nessuno che che allenti un po' la presa. 

Con passo androide mi muovo fra la gente.



.§.



 
 
 

.§.

Post n°27 pubblicato il 29 Maggio 2009 da esse.enza




Srotolata al sole e fasciata dall'alito aspro di un mare agitato 
supplicavo i raggi di accarezzarmi in fretta il cuore sbriciolato
prima che si colmasse
prima che piovesse
prima che piangesse.
 
Ma il sole ha dita corte in questo tempo 
e mi imbellettava appena d'ambra il manto 
lasciando che il muscolo scrosciasse in un lamento.



Prolungato. Tormento.



.§.



 
 
 

.§.

Post n°26 pubblicato il 10 Maggio 2009 da esse.enza




[Festa? della mamma]


Madre che va, figlia che resta
prassi, consuetudine? 
Rattrista.

Salpata nel sonno §enza preavviso
valvola rammendata.
Improvviso.

Figlia amorevole, amica prediletta
la morte v'ha soprese.
Maledetta.

E il dolore composto si scompone infinito
spargi il corpo sul suo.
Sfinito.

Costrutto infantile, richiamo straziante
"mamma, mamma, mamma".
Lancinante.

Dolce e cara amica che ora viaggi §enza pace
la vita non ci aspetta.
Feroce.

Frullo muta intorno a te, paralizzata
osservo le mie braccia tese.
Impedita.



§enza Con§istenza



.§.



 
 
 

.

Post n°25 pubblicato il 23 Aprile 2009 da esse.enza




... CON ...

Con [§en§o]
Con [Voglio]
Con [Tatto]

§enza
A§§enza.



.§.



 
 
 

.§.

Post n°24 pubblicato il 13 Aprile 2009 da esse.enza




La notte imploro e piango perchè non ho più amore.
Furore.
Il giorno gemo e strido perchè non ho più sesso.
Possesso.
All'alba tremo e prego perchè non ho certezze.
Carezze.
Di sera arranco e invoco [la morte!] perchè non ho più spinta.
Convinta.

§enza.
§peranza.



.§.



 
 
 

.§.

Post n°23 pubblicato il 01 Aprile 2009 da esse.enza




§hhhhh... parlate adagio
il dolore è sempre qui, ma pulsa piano.

Impresso in cima al cuore, rilucente sfregio
rintocca lento e mi ripete
 che lo amo.



.§.



 
 
 

.§.

Post n°22 pubblicato il 22 Marzo 2009 da esse.enza




Mancanza che sdriucciola lungo la gola
aspra grondaia d'inesauribile pianto. 
Allaga lo sterno e prosegue impietosa
farcisce il ventre, parcheggia e s'aggruma.
Fili scuri spessi e mucosi
spuntano andanti fra irregolari crampi
dell'anima che senza conforto
si frantuma in una brezza infeconda. 

Questuante e in ginocchio, così mi volevi? 
Dunque, mi hai anche così.
Quale indole manca alla tua collezione?


E adesso, ti supplico, guariscimi. Oppure lasciami morire.



.§.



 
 
 

.§.

Post n°20 pubblicato il 13 Marzo 2009 da esse.enza




Mancanza.
La memoria del soffitto di una stanza
un rasoio che rimuove la pre§enza
esponendo alla perpetua vedovanza.

Carenza.
La miseria §enza resto e rimanenza
fame e sete che ti fiaccano in partenza
mentre strisci e preghi §enza più decenza.

Pre§enza.
L'illusione che ti crea una dipendenza
parolare frantumando la sostanza
consegnandoti all'inferno dell'a§§enza.

Abbondanza.
Tiri e impasti tutti i giorni con costanza 
quel panetto dell'amore che ti avanza
che
riponi muta dentro a una credenza.


§enza §cadenza.



.§.



 
 
 

.§.

Post n°19 pubblicato il 07 Marzo 2009 da esse.enza




[Ho imparato]
Ho imparato quanto stride la resa.

[Ho imparato]
Ho imparato a latrare col silenziatore.

[Ho imparato]
Ho imparato a recapitare sms al vento.

[Ho imparato]
Ho imparato a reprimere e trattenere.

[Ho imparato]
Ho imparato a rimuovermi in silenzio.

[Ho imparato]
Ho imparato a consacrare la tua scelta.

[Ho imparato]
Ho imparato a legittimare la tua tristezza.

[Ho imparato]
Ho imparato a masticarmi e ingoiarmi da me.

[Ho imparato]
Ho imparato a fare il mio passo indietro.

[Ho imparato]
Ho imparato a riporre il sogno per sopravvivere nella realtà.

[Ho imparato]
Ho imparato tutte le lezioni che mi hai impartito.
<<< Non so più nulla di te dolcissimo amore mio... >>>
Già. Non sai e non saprai più nulla della mia anima pelata a vivo. Rallegrati.



.§.



 
 
 

.§.

Post n°18 pubblicato il 26 Febbraio 2009 da esse.enza




In a§§enza di rumore l'eco di te persiste
mi ripete "§enza me, la tua vita in che consiste?"

... in singhiozzi, affanni e strazi.



.§.



 
 
 

.§.

Post n°17 pubblicato il 04 Gennaio 2009 da esse.enza




Immersa in quel §ilenzio 
che fa da eco al §en§o
rintocco §olitudine.

Come le feste [grazie al cielo] pa§§o anch'io. 



.§.



 
 
 

.§.

Post n°16 pubblicato il 26 Dicembre 2008 da esse.enza




'

§

' ''

'' ''' ' '

' ''' '''' '' ' '

' '''' ''' ''' ' ''''' '

' '''' ''' ''' ' ''''' ''' ' ' ' ''

' '''' ''' ''' ' ''''' ''' ' ' ' '''' ''' ' ' ' '

' '''' ''' ''' ' ''''' ''' ' ' ' '''' ''' ' ' ' ''' ' ' ' ''' ''

' '''' ''' ''' ' ''''' ''' ' ' ' '''' ''' ' ' ' ''' ' ' ' ''' '''' '' ' ' ''' '

''' ' '''' ''' ''' ' ''''' ''' ' ' ' '''' ''' ' ' ' ''' ' ' ' ''' '''' '' ' ' ''' ''' '' '' '

' '' ' '''' ''' ''' ' ''''' ''' ' ' ' '''' ''' ' ' ' ''' ' ' ' ''' '''' '' ' ' ''' ''' '' '' ''' '' ' ' '' '

' '' ' '''' ''' ''' ' ''''' ''' ' ' ' '''' ''' ' ' ' ''' ' ' ' ''' '''' '' ' ' ''' ''' '' '' ''' '' ' ' '' '''' ' ' ' '' ' '

 ''' ' ' ' ''' ''''

 ''' ' ' ' ''' ''''

 ''' ' ' ' ''' ''''



 
 
 

.§.

Post n°15 pubblicato il 20 Dicembre 2008 da esse.enza




Fisso carrozze che sfilano laconiche
appaiono artificiosamente rallentate.
Fameliche e schive mi scrutano di rimando
sbuffando brevi segnali di richiamo adorante .

Il treno è uno soltanto
e se passa, passa.
Macchinista, passeggero e bigliettaio.

[Tra i morti e i feriti del giorno dell'indipendenza: io]



.§.



 
 
 
Successivi »